Archivi tag: Test fotocamere

Canon PowerShot SX50HS : test

DSC03820sLa SX50HS è l’ultima della serie di bridge della Canon che ha una lunga tradizione nella produzione di fotocamere bridge di qualità. Attualmente questa è il modello di punta della casa “rossa” e l’unica dotata di mirino elettronico. Inoltre Canon ha finalmente introdotto in questo modello la possibilità di salvare le foto in raw, cosa molto utile come vedremo.
La SX50HS è una tradizionale bridge, con la forma di una reflex anche se un po’ più piccola, il mirino elettronico e lo zoom a comando elettrico. E’ stata inoltre la prima ad avere uno zoom 50x che supera i 1000 mm di focale equivalente, anche se ora non ha più questo record, battuta da Panasonic, Nikon ed infine Sony. Il sensore è un classico BSI-CMOS da 1/2,3″ con “soli” 12 Mpx. Lo schermo da 2,8″ è orientabile in tutte le direzioni compreso verso l’avanti e quindi consente un’ottima flessibilità.
Viste le caratteristiche del sensore e dell’obiettivo ero molto curioso di valutare le qualità di questa fotocamera sulla cui tipologia e sulle cui caratteristiche sono sempre stato piuttosto scettico. Ma la SX50HS ha saputo sorprendermi.

Continua a leggere Canon PowerShot SX50HS : test

Sony RX100 : test

DSC02655La Sony RX100, presentata ka scorsa estate, è una compatta “premium” di dimensioni molto ridotte, ma con un sensore da ! più grande di tutte le altre nella sua categoria. Il sensore ha le stesse dimensioni di quelli montati sulle mirrorless Nikon 1, ma ha 20 Mpx invece di 10 o 14. L’obiettivo zoom fisso è uno Zeiss equivalente ad un 28-100 mm con apertura f/1,8-4,9 stabilizzato. La fotocamera dispone di ghiera di regolazione per le funzioni e di una ghiera attorno all’obiettivo assegnabile a varie funzioni. Può salvare le foto in raw e il formato è il 3:2 come le reflex. Può riprendere video Full HD 60p e contemporaneamente foto in formato 16:9 da 17 Mpx. E’ quindi una macchina di grande interesse per chi cerca una compatta di qualità. Continua a leggere Sony RX100 : test

Canon EOS 650D : test

DSC02538-sLa EOS 650D è l’evoluzione dei precedenti modelli della serie di reflex di fascia base Canon iniziata molti anni fa con la 300D. E’ dotata, per la prima volta in casa Canon, di un nuovo sensore CMOS di formato APS-C da 18 Mpx che consente di realizzare un autofocus ibrido, sia a rilevamento di fase che di contrasto, per una più veloce messa a fuoco in live view e durante le riprese video, per mezzo di pixel sdoppiati posti al centro del sensore. Questo in unione con lo schermo orientabile ne fa una fotocamera molto adatta anche alle riprese video. Lo schermo inoltre è di tipo touch e consente di gestire molte funzioni ed impostazioni direttamente con le dita. Le altre caratteristiche sono un autofocus con 9 punti a croce, come la 60D e la possibilità di raffica fino a 5 fg/s, notevole per la categoria.
Canon ha appena presentato la 700D, ma le differenze con la 650 si riducono alla ghiera delle modalità di scatto che ora può ruotare di 360° senza fermi, alla previsualizzazione degli effetti dei filtri artistici ed a una finitura leggermente diversa del corpo. Tutto il resto, compreso sensore, elaboratore d’immagine ed autofocus sono uguali quindi le prestazioni e la qualità d’immagine sono le stesse e questa prova può essere considerata valida anche per la 700D. Continua a leggere Canon EOS 650D : test

Fujifilm X-20 : impressioni

X20 BK_front L_RIn occasione del Fujifilm day organizzato lo scorso sabato presso il noto negozio La Placa di Roma ho avuto occasione di provare l’ultima novità di Fujifilm nel campo delle compatte “premium”, la X-20.
Questa fotocamera è simile alla precedente X-10, ma se ne differenzia per alcuni punti significativi. Il principale è in nuovo sensore X-Trans CMOS II da 2/3″ e 12 Mpx senza filtro antialias, che adotta la stessa tecnologia X-Trans delle X-Pro1 e X-E1. Altra novità significativa è il mirino ottico dotato anche di un pannello LCD trasparebte che consente di visualizzare l’area di messa a fuoco scelta automaticamente o manualmente e le impostazioni di tempi e diaframmi.
Per il resto la fotocamera ha un corpo simile alla X-10. Continua a leggere Fujifilm X-20 : impressioni

Pentax K5 II s: impressioni

K5II_Black_BodyOnly_FrontView_TranspBckgrndFinalmente sono disponibili in vendita le due nuove reflex presentate da Pentax lo scorso settembre, la K5 II e la K5 II s. Entrambe condividono lo stesso sensore CMOS di formato APS da 16 Mpx e il corpo costruito in lega di magnesio e protetto contro polvere ed acqua come l’originale K5. La differenza fra le due è che la “s” non ha il filtro anti alias per offrire una maggior risoluzione, a rischio però di vedere in determinate condizioni l’effetto moirè. La amggiore differenza con la K5 è il nuovo sistema autofocus SAFOX X progettato per funzionare in poca luce fino a -3 EV. Il sistema inoltre offre una maggiore accuratezza quando usato con obiettivi di luminosità uguale o maggiore di f/2,8 ed un sistema di inseguimento dei soggetti in movimento più efficente. Ho avuto la possibilità di una breve presa di contatto con la K5 II s in occasione del Pentax day di sabato scorso presso il negozio Ottica Universitaria di Roma. Continua a leggere Pentax K5 II s: impressioni

Nikon D600 : impressioni

La Nikon D600, una delle più anticipate fotocamere dell’anno, è ora finalmente disponibile. Era presente alla Photokina dove si poteva provarla e scattare foto sulle proprie schede da portare via per un esame più approfondito, ed è presente nei negozi. A Colonia era esposta in uno dei principali negozi di fotografia accanto alla cattedrale al prezzo di 1997 € solo corpo, oppure di 2497 € con lo zoom 24-85. Non sono prezzi popolari, ma sono già inferiori al listino comunicato alla presentazione. Ho potuto scattare una serie di foto con la D600 allo stand Nikon e le pubblico per una prima impressione. Continua a leggere Nikon D600 : impressioni

Test ed impressioni

Uno degli argomenti di maggiore interesse nei blog fotografici in generale, ed in particolare nel mio, sono le impressioni ed i test sulle attrezzature fotografiche, in particolare le macchine e le ottiche, che con ritmo continuo vengono presentate sul mercato. In base a queste poi si può rispondere ai numerosi consigli per la scelta delle attrezzature più adatte alla propria esperienza ed al genere di foto che ciascuno vuole fare provenienti sia da fotografi alle prime armi sia da fotoamatori e professionisti esperti.
L’effettuazione delle impressioni e dei test è un impegno abbastanza gravoso che però svolgo volentieri per migliorare sempre la quantità e qualità delle informazioni che è possibile leggere sul blog. Richiede però la disponibilità di macchine ed obiettivi da provare. Continua a leggere Test ed impressioni

Panasonic LX-5 : test

La LX-5 è stata presentata da Panasonic a metà 2010. E’ però ancora una delle poche compatte della classe “premium”, cioè con caratteristiche che la pongono al di sopra della media. La sua dote principale è l’obiettivo, uno zoom Leica Vario-Summicron 3,8x equivalente ad un 24-90 mm con l’ottima luminosità di f/2,0-3,3. Il sensore, anche questo superiore alla media, è un CCD da 1/1,63″ con 10 Mpx. Lo schermo è un un normale LCD da 3″ con 460.000 pixel. C’è anche la possibilità di aggiungere un mirino elettronico opzionale. La ripresa video è HD 1280×720 pixel. Continua a leggere Panasonic LX-5 : test

Panasonic FZ150 : impressioni

La Panasonic FZ150 è l’ultima evoluzione della fortunata serie di bridge FZ Introdotta nell’agosto del 2011 ha un sensore con un numero inferiore di Mpx rispetto alla precedente FZ100. 12 contro 14, con tecnologia CMO. L’obiettivo rimane il Leica 24x equivalente ad un 25-600 mm. Lo schermo è orientabile e la ripresa video Full HD 1920×1080 pixel. Il corpo assomiglia per forma e dimensioni a quello di una piccola reflex.
Continua a leggere Panasonic FZ150 : impressioni

Nikon DX 35/1,8

Il Nikon DX 35/1,8 è un obiettivo progettato esclusivamente per l’uso sulle reflex APS della casa. Su queste equivale ad un 52,5 mm, cioè ad un obiettivo “normale”. Questo vuol dire che abbraccia un angolo di campo di circa 46 gradi, equivalente a quello dell’occhio umano e mantiene una prospettiva simile a quella che percepiamo con la nostra visione. I normali erano il corredo base delle reflex a pellicola fino a quando sono stati sostituiti dagli zoom. I loro pregi sono l’elevata luminosità e la nitidezza e risoluzione, garantite dallo schema semplice e con poche lenti.
Il 35/1,8 ha un costo abbastanza ridotto, circa 200 €, come tutti i normali, ma è in grado di competere dal punto di vista qualitativo con gli obiettivi più costosi.

Continua a leggere Nikon DX 35/1,8

Zeiss 85/1.4

La Zeiss è nota a tutti per la qualità dei suoi obiettivi. Alcuni hanno una fama universale come il famoso Tessar, detto “occhio d’aquila” per la sua incisione tagliente il cui progetto data di più di un secolo, i Planar normali di altissima risolvenza e luminosità, i tele Sonnar e i grandangoli Distagon. Zeiss ha fornito obiettivi ai maggiori produttori di macchine fotografiche di grande nome come Rollei e Hasselblad e fino ad una ventina d’anni fa produceva anche reflex e telemetro di eccellente livello qualitativo. Insieme a Leitz è stata sempre considerata il massimo della qualità per gli obiettivi per reflex 35 mm.
Oggi, nell’era digitale, Zeiss produce una linea di obiettivi di altissima qualità con copertura del pieno formato e innesti per Canon, Nikon, Pentax e Leica M.

Continua a leggere Zeiss 85/1.4

Pentax 645D : impressioni

La 645D è la reflex medio formato di Pentax, lungamente attesa. Pentax ha una grande tradizione nel medio formato, a differenza delle sue concorrenti. A suo tempo era notevole la Pentax 67, reflex 6×7 con la forma di una 35 mm. Poi sono seguite la 645 e la 645AF di formato 4,5×6 con pentaprisma fisso ed una notevole serie di obiettivi. la 645D segue la linea di queste ultime ed eradita anche la linea di obiettivi pienamente compatibile.
La sua gestazione è stata lunga e dopo i primi prototipi di qualche anno fa solo l’anno scorso è stata commercializzata in Giappone e quest’anno in Europa ed USA. Ha un sensore kodak da 40 Mpx e un corpo impermeabile ed a tenuta di polvere.

Continua a leggere Pentax 645D : impressioni

Pentax Kr : test ad alti Iso

La Kr è la seconda reflex di casa Pentax. E’ stata presentata quasi contemporaneamente alla K5 a settembre scorso prima della Photokina. Non è propriamente una reflex base in quanto come prezzo si posiziona un po’ più in alto, fra Canon 1100D e Nikon D3100 e le sorelle a livello superiore 600D e D5100. Ha “solo” 12 Mpx, ma un ottimo sensore che le condente di arrivare a 25600 Iso. Ero quindi curioso di vedere come va e il pentax day è stat l’occasione buona.

Continua a leggere Pentax Kr : test ad alti Iso

Pentax K5 : test ad alti Iso

La pentax K5 è il più recente modello di questa marca nel settore APS. E’ una reflex di alto di gamma, con sensore da 16 Mpx, corpo in metallo protetto da polvere ed umidità e particolarmente compatto, stabilizzatore incorporato. Si pone in concorrenza con le reflex top per il formato APS di Canon e Nikon, in particolare Canon 7D e Nikon D7000. Ero quindi molto interessato a provare come va, viste anche le lusinghiere prove pubblicate in rete e sulle riviste, e a paragonarla con la Nikon D7000. Continua a leggere Pentax K5 : test ad alti Iso

Canon 1100D: impressioni

La 1100D, presentata lo scorso febbraio, sostituisce la precedente 1000D, che ormai aveva qualche anno sulle spalle, ha un nuovo sensore CMOS da 12 Mpx, la funzione live view e può finalmente effettuare riprese video Hd 1280×720 pixel.
La serie 1×00 è nata in Canon per offrire una reflex minima che possa fare concorrenza alle nuove mirrorless e, perchè no, anche alle bridge più costose. E’ quindi stata semplificata al massimo nelle funzioni e nella costruzione anche se mantiene tutte le caratteristiche di una reflex, compresa la qualità d’immagine. Ma vediamo come si comporta in pratica. Continua a leggere Canon 1100D: impressioni

Canon 60D: test

La Canon 60D presentata a settembre dello scorso anno non succede in realtà alla precedente 50D, ma è stata riposizionata da Canon sul mercato e si inserisce fra la 550D e la 7D. Infatti adotta il sensore APS da 18 Mpx comune alle due sorelle, ma a differenza della 50D ha un corpo in plastica e non in metallo, dimensioni e peso leggermente inferiori, usa schede SD invece delle Compact Flash, ma ha uno schermo completamente orientabile e può riprendere video Full HD. Le sue caratteristiche ed il prezzo ne fanno il modello amatoriale di punta fra le reflex Canon APS e la pongono in diretta concorrenza con la Nikon D7000 e con la Pentax K5.
Ero quindi molto interessato a provarla e confrontarla con la Nikon D7000 e per questo ringrazio moltissimo l’amico lettore del blog che me l’ha resa disponibile per tutto il tempo necessario a provarla approfonditamente. Continua a leggere Canon 60D: test

Olympus E-PL1: test

Olympus è, insieme a Panasonic, uno dei fondatori dello standard Micro Four Thirds e negli ultimi due anni ha presentato alcune interessanti fotocamere in questo formato che prevede le ottiche intercambiabili, ma l’assenza dello specchio che caratterizza le reflex. Come si vede dalla figura questo consente di montare il sensore più vicino all’obiettivo e così di avere un corpo di dimensioni più ridotte, anche per l’assenza del pentaprisma.
Questo standard promette fotocamere più compatte e leggere delle reflex, ma con una qualità d’immagine analoga in quanto usa sensori delle stesse dimensioni 4/3, molto più grandi di quelli delle compatte o delle bridge, anche se inferiori a quelli delle APS. Oltre ad Olympus anche Panasonic ha presentato diverse fotocamere in questo standard, mentre i concorrenti Samsung e Sony hanno presentato fotocamere analoghe ma che usano un sensore di dimensioni APS. Come si vede Olympus è l’unico produttore di materiale fotografico presente in questo segmento di mercato, gli altri sono giganti dell’elettronica.
Ero interessato quindi a valutare quale fosse la funzionalità e la qualità di queste fotocamere e verificare se effettivamente mantenevano le loro promesse, soprattutto di qualità e maneggevolezza in confronto alle reflex, visto che il loro prezzo è sugli stessi livelli (ma per i produttori è inferiore). Continua a leggere Olympus E-PL1: test

Canon 60D: prime impressioni e foto

Alla Photokina ho potuto provare brevemente la nuova 60D facendo qualche scatto nello stand Canon. Nonostante la brevità della prova ho potuto riportarne delle impressioni significative e ottenere delle foto di prova a varie sensibilità che ho deciso di postare subito visto l’interesse per questa nuova fotocamera. Certamente farò prima possibile una prova più completa, ma già queste prime impressioni sono positive. Continua a leggere Canon 60D: prime impressioni e foto

Nikon D7000: prime impressioni e foto

Alla Photokina ho potuto provare brevemente la nuova D7000 facendo qualche scatto nello stand Nikon. Nonostante la brevità della prova ho potuto riportarne delle impressioni significative e ottenere delle foto di prova abbastanza interessanti che ho deciso di postare subito visto l’interesse per questa nuova fotocamera. Certamente farò prima possibile una prova più completa, ma già queste prime impressioni sono piuttosto incoraggianti. Continua a leggere Nikon D7000: prime impressioni e foto

Prova di 9 bridge su DPReview

DPReview ha pubblicato pochi giorni fa un nuovo test di gruppo su 9 fotocamere bridge cioè superzoom con un’escursione dell’obiettivo di almeno 18x. Il test ha, come il precedente per le compatte,  un’impostazione molto pratica dando minor importanza del solito, rispetto ai soliti test di DPReview, alla valutazione delle foto viste al 100 % e concentrandosi di più su altre caratteristiche importanti come l’ergonomia, la velocità di operazione, la corretta esposizione e messa a fuoco. Le fotocamere sono analizzate molto bene e per ognuna sono illustrate le caratteristiche, i punti di forza e le debolezze.
Ma quale è risultata la migliore? Continua a leggere Prova di 9 bridge su DPReview