Fujifilm X-H1: impressioni

Questa mirrorless, presentata nel febbraio di quest’anno, si posiziona al vertice della gamma APS di Fujifilm. La X-H1 eredita molte caratteristiche della X-T2, ma ne migliora alcuni aspetti importanti. Il primo è l’introduzione, per la prima volta nella gamma Fujifilm, della stabilizzazione sul sensore. Poi è stato migliorato notevolmente il comparto video. La X-H1 riprende video Cine 4K a 4096×2160 pixel, dispone di una nuova simulazione pellicola “Eterna” che simula l’effetto pellicola cinematografica, di un’opzione F-Log per la ripresa con una curva ad alta gamma dinamica, di registrazione ad alta velocità (120 fg/s) e di funzioni per la regolazione silenziose.
Il corpo della fotocamera, in lega di magnesio e protetto da polvere ed acqua, è più grande e robusto di quello della X-T2. Il mirino ha una risoluzione maggiore. E’ stato aggiunto anche un piccolo pannello LCD che visualizza le impostazioni principali. Il sensore APS è lo stesso X-Trans CMOS III della X-T2, come l’autofocus, ma è stato migliorato l’elaboratore d’immagine X-Processor Pro. Continua a leggere Fujifilm X-H1: impressioni

Annunci

Canon EOS 4000D: impressioni

La EOS 4000D è una delle ultime novità reflex di Canon. E’ il modello d’ingresso nel mondo reflex e non solo di Canon. La sua costruzione è improntata alla massima economicità.
E’ dotata di un sensore di formato APS-C da 18 Mpx, quello utilizzato qualche anno fa nei modelli di punta delle reflex APS Canon. L’autofocus è semplice con soli 9 punti AF. Anche il mirino e lo schermo sono pensati per il risparmio più che per le prestazioni. La ripresa video è quindi solo Full HD, ma la 4000D è almeno dotata di wi-fi. Le sue dimensioni sono medie, superiori a quelle della piccola di casa, ka EOS 200D, ma il peso contenuto: Il suo prezzo con lo zoom EF-S 18-55/3,5-5,6 III è però contenuto in 400 €. Continua a leggere Canon EOS 4000D: impressioni

Sony A9: impressioni

La A9 è una mirrorless professionale progettatta per per riprese sportive e di soggetti in movimento. La nuova fotocamera è dotata per la prima volta di un sensore fullframe CMOS retroilluminato “stacked” (a strati) con 24 Mpx. Può scattare a raffica fino a 20 fg/s per 241 foto raw o 362 jpeg mantenendo il live view. Lo scatto è silenzioso e privo di vibrazioni grazie ad un otturatore elettronico che arriva a 1/32000 di secondo. L’autofocus ibrido ha 693 punti AF a rilevamento di fase e l’AFe l’AE sono calcolati 60 volte al secondo. E’ dotata anche di stabilizzatore d’immagine a “5 assi”, di presa Ethernet e di doppio alloggiamento per schede SD. Il mirino OLED, per la prima volta in una Sony, ha la risoluzione di 3.686.000 punti. La ripresa video è 4K. Continua a leggere Sony A9: impressioni

La Placa Photo Show

Lo scorso fine settimana si è svolto presso il noto negozio romano La Placa l’ormai tradizionale Photo Show che prevede la presenza di tutti i principali marchi produttori dei fotocamere ed obiettivi.
Questo da l’occasione ai fotografi di vedere e anche provare le fotocamere e gli obiettivi di loro interesse oltre che ovviamente di acquistarli.
Erano presenti direttamente, o tramite i relativi distributori, tutti i principali marchi in vendita in Italia. La cosa è molto interessante perché è possibile immediatamente ed in poco tempo mettere a confronto i vari prodotti.
Ho avuto occasione così di esaminare e provare brevemente alcune delle più interessanti novità di cui poi parlerò in articoli dedicati. Continua a leggere La Placa Photo Show

Con la Canon EOS M50 a Lorenzo Live 2018

La scorsa settimana sono stato invitato ad una simpatica iniziativa di Canon, la partecipazione al concerto di Jovanotti, Lorenzo Live 2018, che si teneva a Roma al Pala Lottomatica. L’intera serie dei concerti è stata sponsorizzata da Canon che nell’occasione ha invitato giornalisti, blogger e clienti a partecipare ai concerti.
Prima del concerto Canon ha organizzato la presentazione delle sue ultime novità presso un albergo vicino. Sono state presentate la nuova mirrorless EOS M50 che si inserisce appena al di sotto della EOS M5 e le nuove reflex d’ingresso EOS 4000D e EOS 2000D, oltre al nuovo flash 470 EX-AI.
Poi ciascuno dotato di una EOS M50 siamo andati ad assistere al concerto con la possibilità di scattare foto. Continua a leggere Con la Canon EOS M50 a Lorenzo Live 2018

Nikon D5600: test

La D5600 è il secondo modello, a partire dal basso, nella serie delle reflex Nikon APS.
Si differenzia dalla D3400 per il sensore privo del filtro antialias, l’autofocus con 39 punti AF, lo schermo orientabile in ogni direzione e la disposizione dei comandi, alcuni spostati dal lato sinistro del dorso a causa dello schermo orientabile.
E’ una fotocamera piccola e leggera, semplice da usare per chi non vuole complicazioni, ma con tutte le caratteristiche necessarie per affrontare qualunque genere di foto. Ha un sensore APS (DX per Nikon) da 24 Mpx uguale a quello delle reflex della casa di categoria superiore, mirino, autofocus e comandi adeguati e tutto quello che ci si aspetta da una reflex. Può montare tutti gli obiettivi Nikon più recenti provvisti di motore AF, delle serie AF-S e AF-P, in quanto non è dotata di motore autofocus interno come i modelli superiori. Certo la costruzione è economica, ma le prestazioni valide. Una delle sue caratteristiche più utili e simpatiche è poi la connessione Bluetooth Snap Bridge. Continua a leggere Nikon D5600: test

Stampare in digitale II parte

Dopo parecchi mesi do seguito al primo articolo su questo argomento “Stampare in digitale I parte” pubblicato lo scorso giugno.
Come abbiamo visto dopo avere effettuato unan rigorosa selezione delle foto ora è venuto il momento di stamparle.
Si deve però decidere come stamparle, quale metodo usare e in che dimensioni stamparle. Le dimensioni ovviamente dipendono dalla risoluzione della fotocamera usata, ma oggi tutte le fotocamere presenti sul mercato e anche quelle del recente passato sono in grado di stampare foto di formato almeno A4 (circa 30×20 cm).
E’ chiaro che non tutte le foto devono essere stampate in grande formato: vale la pena di suddividerle fra quelle da stampare in formato più piccolo, foto ricordo, di famiglia, di amici, e quelle che per la loro qualità è il caso di stampare più grandi.
Si deve poi scegliere come stamparle. Continua a leggere Stampare in digitale II parte

Fujifilm GFX 50S: test

La GFX 50S è una mirrorless medio formato. Insieme alla Hasselblad X1-D, presentata quasi contemporaneamente, è stata la prima fotocamera medio formato con questo schema costruttivo.
Fujifilm, dopo essersi affermata con le sue mirrorless APS della serie X ha preferito, per offrire una migliore qualità d’immagine, entrare nel campo delle medio formato, nel quale vantava una lunga esperienza ai tempi della pellicola, piuttosto che in quello delle fullframe. Lo schema mirrorless ha permesso a Fujifilm di realizzare una fotocamera che come dimensioni e peso è paragonabile ad una reflex fullframe.
L’assenza dello specchio poi consente di realizzare degli obiettivi che si avvicinano molto con la lente posteriore al piano del sensore contenendone le dimensioni. Il sensore da 44×33 mm ha 51 Mpx che consentono una risoluzione estremamente elevata. Il mirino elettronico ha un’elevata risoluzione, lo schermo è orientabile, dispone di ripresa video Full HD e di connessione wi-fi.
Il prezzo è alto come per tutte le medio formato, ma inferiore ad alcune concorrenti reflex. Continua a leggere Fujifilm GFX 50S: test

Sony A99 II: test

La  A99 II è l’unica reflex fullframe di Sony. In realtà è un ibrido fra le reflex e le mirrorless. Infatti monta uno specchio fisso semitrasparente per mandare la luce all’autofocus e un mirino elettronico.
Ha però caratteristiche notevoli: monta un sensore fullframe (36×24 mm) BSI-CMOS retroilluminato e senza filtro antialias da 42 Mpx e un elaboratore d’immagine Bionz X che insieme promettono un’elevata qualità d’immagine. Il corpo è costruito interamente in lega di magnesio, protetto da polvere ed acqua. Può riprendere video 4K a 3840×2160 pixel. Dispone di un autofocus altamente sofisticato con 79 punti AF a rilevamento di fase, integrato da 399 punti a rilevamento di fase sul sensore e con ampia possibilità di personalizzazione. La raffica arriva a 12 fg/s e 8 fg/s con il live view. Infine il prezzo è alto, ma adeguato alla qualità della costruzione ed alle caratteristiche fotografiche altamente professionali che ne fanno uno strumento adatto ai professionisti, ma anche ai fotoamatori evoluti. Continua a leggere Sony A99 II: test

Sony A7 III

Sony presenta oggi la nuova versione della sua mirrorless fullframe base, la A7 III.
Questa versione introduce sulla A7 i miglioramenti introdotti precedentemente sulla A9 e poi sulla A7R III, a cominciare dalla forma dell’impugnatura e i comandi, compreso il joystick per la scelta ed il posizionamento dei punti AF.
La A7 III ha un sensore fullframe CMOS Exmor R retroilluminato da 24 Mpx. Il sensore è stabilizzato a “5 assi”. L’autofocus è ibrido con 693 punti AF a rilevamento di fase e 425 a rilevamento di contrasto. Il mirino elettronico è uguale a quello del precedente modello II con 2,36 Mpx. La raffica ora raggiunge i 10 fp/s. La ripresa video è 4K con uscita HDMI per un dispositivo esterno. Altra importante novità è la durata della batteria, ora portata a 710 scatti. Continua a leggere Sony A7 III

Canon EOS 2000D e 4000D

Canon ha presentato ieri due nuove reflex che si inseriscono alla base della sua gamma.
La EOS 2000D ha un sensore di formato APS-C con 24 Mpx mentre la EOS 4000D ne ha uno, sempre APS-C, da 18 Mpx. Entrambe hanno un elaboratore d’immagine DIGIC 4+ e un autofocus a rilevamento di fase con 9 punti AF. Lo schermo è fisso, da 3″ per la 2000D e da 2,7″ per la 4000D, con 920.000 punti. La velocità di raffica è di 3 fg/s e la ripresa video Full HD. La connettività è wi-fi con NFC per la 2000D, mentre la 4000D ha solo il wi-fi.
Entrambe dispongono della funzione Scene Intelligent Auto per la scelta automatica delle scene. Continua a leggere Canon EOS 2000D e 4000D

Canon EOS-M50

Canon ha presentato oggi una nuova mirrorless della serie EOS-M.
La nuova EOS-M50 ha un sensore da 24 Mpx di formato APS-C e un elaboratore d’immagine DIGIC 8. L’autofocus adotta la tecnologia Dual Pixel AF, già presente in altri modelli Canon, con 143 punti AF. Lo schermo è completamente orientabile e sensibile al tocco. Il mirino elettronico è situato sopra il corpo dando alla EOS-M50 la forma di una reflex in miniatura. La raffica arriva a 10 fg/s e la ripresa video è 4K. La connettività è wi-fi e Bluetooth.
La EOS-M50 si rivolege al pubblico di coloro che proveniendo dall’uso di smartphone o compatte per fotografare vogliono una macchina che offra migliore qualità e che sia facile e semplice da usare. Continua a leggere Canon EOS-M50

Olympus PEN E-PL9

Olympus ha presentato alcuni giorni fa una nuova fotocamera mirrorless della famiglia PEN.
La E-PL9 riprende molte delle caratteristiche della precedente E-PL8 con alcuni miglioramenti significativi. Dispone di un sensore di formato M43 con 16 Mpx, un elaboratore d’immagine TruePic VIII come la OM-D E-M1 II, 121 punti AF a rilevamento di contrasto, stabilizzazione integrata sul sensore, schermo sensibile al tocco e orientabile in alto e in basso fino a 180°, flash integrato, ripresa video 4K e connessione wi-fi e Bluetooth.
La novità principale è la nuova interfaccia Advanced Photo (AP) che consente un accesso rapido alle modalità creative, agli Art Filter e alle scene. Continua a leggere Olympus PEN E-PL9

Panasonic G80: test

La gamma delle mirrorless Micro 4/3 Panasonic comprende due serie di modelli: quelle più compatte, in alcuni casi non dotate di mirino, e quelle dotate di mirino e che assomigliano, nella forma, alle reflex. La G80 fa parte della serie delle mirrorless dotate di mirino e ne rappresenta il modello base. E’ dotata di un sensore CMOS Micro 4/3 da 16 Mpx senza filtro antialias, di un mirino di alta qualità, uno schermo orientabile, di possibilità di ripresa video Full HD e 4K a varie velocità e formato AVHC o MP4. La messa a fuoco a rilevamento di contrasto usa la tecnologia DFD per renderla più veloce. Le sue caratteristiche non sono lontane dal modello professionale GH5 da cui si differenzia essenzialmente per i comandi, il mirino, l’autofocus, la raffica le funzioni video, oltre che per le dimensioni. E’ venduta in kit con lo zoom GX Vario 12-60 f/3,5-5,6 o con il GX Vario 14-140 f/3,5-5,6, entrambi stabilizzati. Continua a leggere Panasonic G80: test

Fujifilm X-H1

Fujifilm ha presentato oggi una nuova fotocamera della sua serie di mirrorless x.
La X-H1 si pone come ammiraglia della famiglia. Ha un nuovo corpo macchina in magnesio, robusto e protetto da polvere, acqua e freddo. Il corpo dispone di un’impugnatura più pronunciata che nei precedenti modelli per una migliore impugnabilità anche con teleobiettivi pesanti. Per la prima volta per le mirrorless Fujifilm incorpora un sistema di stabilizzazione sul sensore a “5 assi”. Il sensore è sempre il noto X-Trans CMOS III di formato APS con 24 Mpx e senza filtro antialias delle precedenti X-T2 e X-Pro2. Sono state anche migliorate le prestazioni dell’autofocus a rilevamento di fase e introdotta una modalità anti sfarfallio per le riprese in luce artificiale. Il mirino elettronico ha 3,69 Mpx. L’otturatore è meccanico ed elettronico. La raffica arriva a 14 fg/s con l’otturatore elettronico, a 8 con quello meccanico ed a 11 con quello meccanico e l’ausilio dell’impugnatura supplementare VPB-XH1 che contiene due batterie. La ripresa video è 4K a 4096×2160 pixel oltre che a 3840×2160 e può durare fino a 30 minuti. Continua a leggere Fujifilm X-H1

Novità Fujifilm febbraio 2018

Oltre alla X-H1, presentata in un articolo separato, la Fujifilm ha presentato oggi altre novità.
Innanzitutto due obiettivi cine, i Fujinon MKX 18-55 mm T2,9 e MKX 50-135 mm T2,9 completamente manuali ed equivalenti ad un 27-84 ed a un 76-206.
Poi i nuovi firmware Ver. 3.00 per GFX 50S, Ver. 2.00 per X-T20 e Ver. 2.20 per X-A3 e X-A10. Questi firmware introducono numerosi miglioramenti per le mirrorless a cui sono destinati. Continua a leggere Novità Fujifilm febbraio 2018

Panasonic GX9 e TZ200

Panasonic ha presentato oggi due nuove fotocamere.
La Lumix GX9 è una mirrorless a forma di compatta con sensore M43 da 20 Mpx, molto simile alla precedente GX8. La GX9 è dotata di mirino orientabile verso l’alto da 2,76 Mpx e di schermo ribaltabile in alto e in basso. L’autofocus a rilevamento di contrasto usa la tecnologia Panasonic DFD per una veloce messa a fuoco con gli obiettivi Panasonic. E’ dotata di stabilizzazione sul sensore a “5 assi” Dual IS II che è in grado di collaborare anche con quella sugli obiettivi. L’otturatore è meccanico ed elettronico. Riprende video 4K ed oltre alla connessione wi-fi ha anche quella Bluetooth.
La TZ200 è un’evoluzione della TZ100. Ha lo stesso sensore di formato 1″ con 20 Mpx, ma l’obiettivo è uno zoom 15x 24-360 mm equivalente f/3,3-6,4. Il mirino è migliorato, ora è più grande con 2,33 Mpx. Le altre caratteristiche, schermo, autofocus DFD, otturatore, ripresa video 4K sono uguali a quelle della TZ100, come pure le dimensioni. Al wi-fi è stato però aggiunto il Bluetooth. Continua a leggere Panasonic GX9 e TZ200

Come fotografare un matrimonio

Molti fotoamatori considerati da amici e parenti “esperti” avranno ricevuto qualche volta, o riceveranno, la richiesta di fotografare un matrimonio, o un’altra cerimonia, battesimo, comunione, laurea, conferenze ed altro.
Succede perchè si è considerati bravi fotografi e il richiedente piuttosto che affidarsi ai servizi di un professionista, magari bravo, ma sconosciuto, o in aggiunta a questo, preferisce affidarsi a chi conosce e sa, o spera, che possa garantire buoni risultati. Anche l’aspetto economico gioca a favore di queste richieste.
E’ indubbiamente un attestato di stima, ma mette il fotografo di fronte ad un grosso dilemma: un rifiuto potrebbe sembrare una scortesia, ma accettare è una grossa responsabilità.
Fotografare una cerimonia, in particolare un matrimonio, non è facile! Ci sono un sacco di difficoltà nascoste e non solo di tipo tecnico.
Con questo articolo, che non si rivolge certo ai professionisti, vorrei dare alcune indicazioni per affrontare questo tipo di foto con buone probabilità di successo e ottenere dei risultati che siano in grado di soddisfare il richiedente e di renderlo felice della sua scelta. Continua a leggere Come fotografare un matrimonio

Fotocamera dell’anno 2017: risultati

Il referendum per definire la fotocamera dell’anno 2017 si è chiuso da metà gennaio, ma ho tardato un po’ a pubblicare i risultati per gli impegni nel test delle fotocamere.
La partecipazione è stata buona, anche se inferiore agli scorsi anni perchè quest’anno c’era un solo questionario da votare.
Le sorprese comunque non sono mancate, anche se complessivamente i risultati sono stati quelli che ci si poteva aspettare. Continua a leggere Fotocamera dell’anno 2017: risultati

Novità Fujifilm

Fujifilm ha presentato oggi una nuova mirrorless della linea X-Ax, quella alla base delle sue mirrorless.
La X-A5 è una mirrorless semplice e compatta, non dotata di mirino, ma con uno schermo ruotabile di 180° per scattare facilemente “selfie”.
E’ dotata di un sensore APS da 24 Mpx dotato di pixel per l’autofocus a rilevamento di fase, con una sensibilità che arriva a 12800 Iso ed una capacità particolare di riprodurre i toni della pelle. E’ dotata di una connessione Bluetooth per il collegamento con uno smartphone o tablet per trasferirvi le foto. La ripresa video è 4K ed offre anche la possibilità di scattare raffiche da 15 fg/s in modalità 4K. Offre naturalmente le modalità di simulazione pellicola esclusive di Fujifilm. La durata della batteria è stata migliorata fino a 450 scatti.
Insieme è stato presentato un nuovo obiettivo XC 15-45 mm f/3,5-5,6 OIS PZ (equivalente ad un 24-68 mm) con zoom motorizzato e abbastanza compatto. Continua a leggere Novità Fujifilm

Foto digitale, classica, immagini

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: