Novità Fujifilm

Fujifilm ha presentato oggi una nuova mirrorless della linea X-Ax, quella alla base delle sue mirrorless.
La X-A5 è una mirrorless semplice e compatta, non dotata di mirino, ma con uno schermo ruotabile di 180° per scattare facilemente “selfie”.
E’ dotata di un sensore APS da 24 Mpx dotato di pixel per l’autofocus a rilevamento di fase, con una sensibilità che arriva a 12800 Iso ed una capacità particolare di riprodurre i toni della pelle. E’ dotata di una connessione Bluetooth per il collegamento con uno smartphone o tablet per trasferirvi le foto. La ripresa video è 4K ed offre anche la possibilità di scattare raffiche da 15 fg/s in modalità 4K. Offre naturalmente le modalità di simulazione pellicola esclusive di Fujifilm. La durata della batteria è stata migliorata fino a 450 scatti.
Insieme è stato presentato un nuovo obiettivo XC 15-45 mm f/3,5-5,6 OIS PZ (equivalente ad un 24-68 mm) con zoom motorizzato e abbastanza compatto. Continua a leggere Novità Fujifilm

Annunci

Fujifilm X-T20: test

La X-T20 è la sorella minore della X-T2, mirrorless top di gamma di Fujifilm, ma non per questo è meno valida. Differisce dalla X-T2 per il corpo, più piccolo e non a prova di polvere ed acqua. Il sensore è lo stess X-Trans CMOS, esclusivo Fujifilm, di formato APS con 24 Mpx e una disposizione dei pixel particolare che evita la creazione di falsi colori ed effetto moirè e consente di fare a meno del filtro antialias. Altre caratteristiche di spicco sono il mirino elettronico di alta qualità e le ghiere di comando per tempi e compensazione dell’esposizione. Tutti gli obiettivi Fujinon XF poi hanno la ghiera dei diaframmi. L’innesto obiettivi è Fujifilm X caratterizzato da un tiraggio molto ridotto che consente di montare, con anelli adattatori, moltissimi obiettivi, in primo luogo i Leica M. La X-T20 infine è dotata di messa a fuoco ibrida, a rilevamento di fase e di contrasto, particolarmente veloce. Continua a leggere Fujifilm X-T20: test

Fotocamere consigliate – 2018

L’articolo sulle fotocamere consigliate è un tradizionale appuntamento annuale di questo blog.
Quest’anno però ho deciso di cambiare e non classificarle più le fotocamere per fascia di prezzo o per tipologia, ma di elencarle tutte insieme, indicando però l’uso prevalente per cui sono destinate e i generi fotografici ai quali più si adattano.
In questo modo dovrebbe essere più chiaro a ciascuno quale è la fotocamera più adatta per le sue esigenze e per la fascia di prezzo di interesse.
Fra le fotocamere segnalate ci sono molte novità ed alcune conferme. Si è tenuto conto delle qualità fotografiche, ma anche di quelle video oggi sempre più considerate, della costruzione e ovviamente del prezzo.
Poi subentrano anche le preferenze personali, da cui non si può prescindere, per quanto si cerchi di essere obiettivi.  Comunque le fotocamere elencate sono sicuramente valide, ma questo non vuol dire che quelle escluse non lo siano.
Continua a leggere Fotocamere consigliate – 2018

Fotocamere: criteri di scelta

La scelta di una nuova fotocamera è per ogni fotografo, esperto o principiante, fonte di dubbi e incertezze. Si incomincia a fare ricerche in rete, a consultare prove e valutazioni, a visionare le caratteristiche dichiarate dai produttori e a valutare i prezzi.
Spesso si chiede ad amici che si ritengono esperti, e ognuno darà una risposta diversa, in funzione della sua vera o presunta esperienza. Qualcuno consulterà anche qualche negozio, che certe volte da indicazioni corrette e condivisibili, ma nella maggior parte dei casi tenderà a spingere la vendita di quello che ritiene più conveniente (per lui) o di quello di cui vuole liberare il magazzino.
Dopo ricerche ed indagini estenuanti e dopo aver selezionato un certo numero di modelli molti rimangono con il dubbio su quale sia effettivamente la fotocamera più adatta per loro e su quale comprare.
Per cercare di guidare al meglio la scelta ho quindi pensato di razionalizzare i criteri che dovrebbero essere alla sua base e di esporli in questo articolo. Continua a leggere Fotocamere: criteri di scelta

Classificazione e tipi di fotocamere – 2017

Molte volte mi arrivano richieste, tramite commenti o email, per chiedere quale il tipo di fotocamera più adatto per le proprie esigenze e per il tipo di fotografia che si vuole fare. Ho quindi sintetizzato in questo articolo quali sono le caratteristiche principali ed i pregi e difetti dei vari tipi di fotocamere ed indicato per cosa sono adatte.
Prima di leggere gli articoli dedicati alle fotocamere consigliate è opportuno leggere questo articolo per capire meglio qual è il tipo più adatto di fotocamera per le proprie esigenze e per il genere di foto che si predilige, e il successivo dedicato ai criteri di scelta.
Infatti l’offerta di fotocamere digitali si è ampliata enormemente negli ultimi anni, sono sorte nuove categorie di macchine, oltre le tradizionali compatte e reflex, come le bridge o le mirrorless e non è facile orientarsi specialmente per un principiante.

Continua a leggere Classificazione e tipi di fotocamere – 2017

Fotocamera dell’anno 2017

Ormai tutte le novità del 2016 sono state presentate. Le prossime saranno in occasione del CES (Consumer Electronic Show) che si terrà a gennaio 2018.
E’ quindi tempo di consuntivi e di individuare quali sono state le novità più significative di questo 2017.
Propongo quindi un sondaggio per scegliere quali secondo voi sono state le novità più interessanti presentate. E’ importante valutare gli elementi di novità delle varie fotocamere e le loro caratteristiche che le distinguono dal gruppo. A differenza degli scorsi anni, visto il ridotto numero di novità presentate,  il sondaggio non prevede la divisione delle fotocamere in gruppi e nemmeno in base al tipo, perché con l’evoluzione del mercato che si è avuta negli ultimi tempi non ha più senso distinguere le fotocamere in base al tipo, reflex, mirrorless, compatte, anche perché ormai queste categorie si sovrappongono. Continua a leggere Fotocamera dell’anno 2017

Canon EOS M5: test

La EOS M5 è l’unica delle mirrorless di Canon dotata di mirino. Monta un sensore di dimensioni APS-C come le reflex della casa. Per la precisione il sensore è lo stesso montato sulle 800D e 77D con tecnologia Dual Pixel che, tramite pixel sdoppiati è in grado di mettere a fuoco con il sistema a rilevamento di fase e consente di dotare la EOS M5 di un sistema di messa a fuoco ibrido. Il corpo è piccolo e compatto, assomiglia ad una reflex in miniatura, con uno schermo da 3,2″ sensibile al tocco, e il mirino sporgente al centro della calotta superiore. Sono disponibili i classici funzionamenti a programma, a priorità e manuale più una serie di scene e filtri creativi. L’innesto obiettivi è l’EF-M. Per adesso dispone di pochi obiettivi, ma con un adattatore si possono montare gli obiettivi EF e EF-S per le reflex della casa. Continua a leggere Canon EOS M5: test

Leica CL

Leica ha presentato oggi una nuova mirrorless APS, la CL. La nuova fotocamera ha un sensore APS (23,5×15,6 mm) da 24 Mpx, analogo a quello della TL2. La sua novità principale è però la presenza, finalmente, del mirino elettronico. Questo è inserito lateralmente sulla sinistra della fotocamera senza stravolgerne la linea. L’innesto obiettivi è il TL che comprende attualmente quattro ottiche a focale fissa e tre zoom. La CL riprende anche video 4K ed è dotata di wi-fi. Continua a leggere Leica CL

Panasonic G9

Panasonic ha presentato una nuova mirrorless della linea Lumix, la G9. Questa fotocamera è la prima Panasonic che si indirizza esplicitamente ad un mercato anche professionale. Le sue caratteristiche sono notevoli: sensore Micro 4/3 da 20 Mpx senza filtro antialias, elaboratore Venus Engine migliorato, stabilizzatore d’immagine sul sensore a “5 assi” più Dual IS combinando la stabilizzazione sugli obiettivi, autofocus con tecnologia DFD Panasonic con velocità di 0,04 secondi e 225 punti AF selezionabili con joystick, otturatore meccanico edd elettronico, velocità di raffica fino a 20 fg/s con autofocus e 60 fg/s con fuoco al primo scatto, mirino elettronico OLED con 3,86 pixel e ingrandimento 0,83x. Naturalmente riprende video 4K ed è dotata di wi-fi e Bluetooth. Continua a leggere Panasonic G9

Panasonic FZ2000: test

Panasonic ha una lunga tradizione nel campo delle bridge a cominciare dalla FZ10 che più di 10 anni fa inaugurò questa categoria con buon successo con uno zoom 12x. In seguito Panasonic ha sempre sviluppato nuovi modelli con zoom dall’escursione sempre più ampia fino ad arrivare alla FZ72 con zoom 60x. Per fare questo però era necessario usare un sensore di piccole dimensioni (1/2,3″ 6,17×4,55 mm) altrimenti sarebbe stato impossibile costruire questi zoom con dmensioni, pesi e costi ragionevoli.
Oggi finalmente Panasonic ha cambiato strada rivolgendosi al miglioramento della qualità d’immagine, iniziando con una nuova serie di bridge diversa dalle precedenti,prima  la FZ1000, con un sensore di dimensioni più grandi (1″ 13,2×8,8 mm) e dotata di uno zoom di escursione più limitata, “solo” 16x 25-400 mm equivalente, ma con una buona luminosità f/2,8-4,0,  poi con l’attuale FZ2000 con un nuovo sensore retroilluminato, e con uno zoom 20x 24-480 mm equivalente f/2,8-4,5. Ciò per garantire una migliore qualità d’immagine in generale e sopratutto in condizioni di poca luce.  Continua a leggere Panasonic FZ2000: test

Nuovi obiettivi Sony E

Insieme alla A7R III Sony ha presentato un nuovo zoom standard con innesto E, il FE 24-104 mm f/4,0 G OSS. L’obiettivo copere la gamma dal grandangolo al medio tele ed è molto leggero e compatto. La costruzione prevede quattro elementi asferici e tre in vetro ED (Extra-low Dispersion), il trattamento antiriflesso Nano AR ed un diaframma ad apertura circolare.
Contemporaneamente Sony ha annunciato lo sviluppo di un super teleobiettivo della serie G Master 400 mm f/2,8 adatto particolarmente alle riprese sportive, naturalistiche e documentaristiche. Continua a leggere Nuovi obiettivi Sony E

Sony A7R III

Sony ha presentato oggi una nuova versione della serie delle sue mirrorless fullframe A7, la A7R III. Questa versione riprende alcune caratteristiche dell’A7R II, ma le integra con altre tipiche della professionale A9.
Il sensore full frame CMOS Exmor R da 42,4 Mpx senza filtro antialias è lo stesso dell’A7R II, ma con un nuovo chip di acquisizione LSI e un elaboratore d’immagine Bionz X più veloce. In questo modo la A7R III raggiunge la velocità di raffica di 10 fg/s con inseguimento ed esposizione continui. L’autofocus è ibrido con 399 punti AF a rilevamento di fase sul sensore e 425 a rilevamento di contrasto. La stabilizzazione è a “5 assi” sul sensore. Notevoli progressi per il mirino OLED con 3.686.000 punti e lo schermo con 1,44 Mpx. La ripresa video è 4K 3840×2160 pixel. dispone di doppio alloggiamento per schede SD. Infine è stata introdotta la nuova funzione Imaging Edge che tramite scatti multipli con Pixel Shift produce immagini ad altissima risoluzione. Continua a leggere Sony A7R III

Canon PowerShot G1 X Mark III

Canon ha presentato oggi la nuova versione della sua compatta con sensore di grandi dimensioni. La G1 X Mark III si differenzia decisamente per estetica e per caratteristiche tecniche dalla precedente Mark II.
Innanzitutto il sensore è di formato APS (22,3×14,9 mm) più grande del precedente, con 24 Mpx e tecnologia Dual Pixel AF, in pratica uguale a quello delle EOS 77D e M5. L’estetica è poi totalmente cambiata, con uno stile simile ad una piccola reflex, a differenza della versione prcedente a forma di parallelepipedo. Assomiglia moltissimo alla G5 X con sensore da 1″ anche nelle dimensioni praticamente identiche. E’ poi finalmente dotata di mirino elettronico. L’elaboratore d’immagine è l’ultimo Digic 7. L’obiettivo è uno zoom 3x stabilizzato 15-45 mm equivalente ad un 24-72 mm con luminosità f/2,8-5,6. L’autofocus, ibrido a rilevamento di fase e contrasto ha 49 punti AF. Lo schermo è totalmente orientabile.La ripresa video è solo Full HD. Continua a leggere Canon PowerShot G1 X Mark III

Fotografare il paesaggio: III parte

In questo terzo ed ultimo articolo sulla foto di paesaggio parlerò di come regolare l’esposizione e di come procedere in casi in cui si vogliono ottenere effetti particolari per evidenziare il movimento dell’acqua e per regolare opportunamente la profondità di campo.
Si tratta di indicazioni tecniche, ma partendo da un punto di vista diverso di quello seguito da alcuni corsi e manuali, che prevedono di solito di fare tutto manualmente dedicando la maggior parte del tempo disponibile per scattare le foto a questi aspetti.
La cosa più importante e principale da fare resta sempre il controllo della luce, della composizione, dell’inquadratura e della semplificazione come illustrato nel primo articolo Fotografare il paesaggio: I. Nel secondo articolo Fotografare il paesaggio II parte  invece erano indicate le fotocamere e gli obiettivi più indicati per questo tipo di foto. Continua a leggere Fotografare il paesaggio: III parte

Sony RX10 IV

Sony presenta oggi la quarta versione della sua bridge “premium” RX10. La RX10 IV aggiunge alle già ottime caratteristiche del modello III l’autofocus a rilevamento di fase con 325 punti AF, che si aggiunge a quello a rilevamento di contrasto, portando la velocità di autofocus a 0,03 secondi. A ciò si aggiunge la velocità di raffica che arriva a 24 fg/s per 249 immagini raw, con un mirino elettronico migliorato per ridurre il ritardo di visione durante la raffica. La ripresa video 4K utilizza l’intero numero di pixel del sensore, senza binning, e dispone di profili S-Log3/S-Gamut3, Time Code ed altro. Infine ultima novità è lo schermo sensibile al tocco.
Rimangono il sensore Exmor RS CMOS stacked con memoria DRAM integrata, l’elaboratore d’immagine BIONZ X e lo zoom Zeiss Vario-Sonnar T* 24-600mm equivalente f/2.4-4,0 stabilizzato otticamente. Il corpo è simile alla precedente III con lo schermo ribaltabile e la protezione da polvere ed acqua. Continua a leggere Sony RX10 IV

Fujifilm X-E3

Fujifilm ha presentato una nuova mirrorless APS, la X-E3, evoluzione della precedente X-E2s. La X-E3 adotta le più recenti tecnologie Fujifilm a partire dal sensore X-Trans CMOS III di formato APS (23,6×15,6 mm) da 24 Mpx con filtro RGB aperiodico e l’elaboratore d’immagine X-Processor Pro, uguali a quelli della X-T20. Anche l’autofocus, a rilevamento di fase e di contrasto, mantiene i 325 punti AF come negli ultimi modelli Fujifilm. Il corpo è molto simile al precedente modello con la caratteristica forma che ricorda le fotocamere a telemetro, così come il mirino. Lo schermo invece, sempre fisso, è sensibile al tocco con il supporto di diverse “gestures” e possibilità di personalizzazione. E’ stato aggiunto anche il joistick introdotto con la X-Pro2 per la scelta dei punti di messa a fuoco e la connessione bluetooth a basso consumo per il trasferimento rapido delle foto su uno smartphone. Infine la ripresa video è ora a 4K. Continua a leggere Fujifilm X-E3

Olympus OM-D E-M10 III

Olympus ha presentato la terza versione della sua mirrorless più compatta della serie OM-D.
La OM-D E-M10 III ha lo stesso sensore di formato M4/3 (17,3×13 mm) con 16 Mpx della precedente versione II, ma abbinato ad un nuovo elaboratore d’immagine TruePic VIII, lo stesso della E-M1 II. Il sistema di stabilizzazione a “5 assi” consente un guadagno di 5 stop come nelle altre Olympus. L’autofocus è rimasto a rilevamento di contrasto, ma ha ora 121 punti AF e, grazie al nuovo elaboratore d’immagine, ora permette una maggiore velocità di messa a fuoco. Il disegno del corpo è stato migliorato con un’impugnatura leggermente più pronunciata e ghiere in metallo. La ripresa video è 4K 30/25/24p in formato MOV.
Il resto delle caratteristiche, mirino, schermo e comandi è rimasto immutato tranne alcuni aggiornamenti nelle scene e negli effeti disponibili. Continua a leggere Olympus OM-D E-M10 III

Sony RX10 III: test

Sony ha inaugurato con la RX10 un nuovo segmento di mercato delle fotocamere, quello delle bridge che potremmo definire “premium”, cioè bridge con caratteristiche migliori di quelle prodotte fino a poco tempo fa.
Le bridge, a cominciare dalla Panasonic FZ10 di più di 10 anni fa, sono sempre state caratterizzate da una forma simile alle reflex, anche se in alcuni casi con dimensioni più piccole, da un mirino elettronico, regolazioni complete e zoom con ampia escursione focale. Questa è sempre cresciuta passando dai 12x delle prime fino agli oltre 80x dei modelli più recenti. Per potere realizzare degli zoom con escursione così ampia però i produttori hanno dovuto limitare la loro copertura e quindi usare sensori di dimensioni molto ridotte, 1/2,3 (6,17×4,55 mm). Questo ha sempre comportato che le bridge avessero una buona qualità d’immagine alla minima sensibilità, cioè in buone condizioni di luce, ma che questa peggiorasse sensibilmente, per l’aumento eccessivo del rumore, appena si aumentava la sensibilità. Il tutto aggravato dalla scarsa luminosità che questi zoom hanno specialmente alle focali massime ed a una scarsa qualità complessiva che peggiora aumentando la focale.
Sony invece con la prima RX10 ha adottato un sensore da 1″ (13,2×8,8 mm), con una superficie oltre 4 volte più grande di quelli da 1/2,3″ e uno zoom di escursione relativamente ridotta, 8,3x 24-200 mm equivalente, ma con luminosità elevata e costante f/2,8. Queste scelte hanno migliorato notevolmente la qualità d’immagine.
La RX10 III aggiunge a ciò un sensore BSI-CMOS (retroilluminato) “stacked” cioè a strati, che migliora ulteriormente la qualità d’immagine e la velocità di registrazione, consentendo una velocità di raffica di 14 fg/s e la ripresa video 4K e un nuovo obiettivo Zeiss ad ampia escursione, 25x, equivalente ad un 24-600 mm che accontenta così anche chi ha la necessità o la voglia di scattare con lunghe focali.
E’ quindi opportuno verificare in pratica i miglioramenti e i vantaggi che queste tecnologie possono apportare. Continua a leggere Sony RX10 III: test

Nikon D850

Nikon ha presentato una nuova reflex fullframe, la D850, da molto attesa e che sostituisce la precedente D810.
La D850 è dotata di un sensore FX (35,9×24 mm) da 45,7 Mpx retroilluminato e privo di filtro antialias, elaboratore d’immagine Expeed 5, autofocus con 153 punti AF uguale a quello della D5, schermo orientabile in alto e in basso e sensibile al tocco, velocità di raffica di 7 fg/s e 9 fg/s con l’impugnatura supplementare portabatteria. Riprende video 4K 30/25/24p senza ritaglio anche in “timelapse”, può salvare le foto in raw in tre diversi formati ed è dotata della funzione “focus-stacking” per realizzare foto con ampia profondità di campo. Dispone di connessione bluetooth a basso consumo (Snapbridge) e di connessione wi-fi. Usa schede SD UHS II e XQD. Continua a leggere Nikon D850

Foto digitale, classica, immagini

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: