Tutti gli articoli di Francescophoto

I am Always interested to all is new, beautiful, technological and fascinating. Since I was kid I had two great passions: the cars and the photography. For the cars it would like to have a collection of old car, but for the moment this is a dream. For the daily use I have a BMW, and with it I enjoy to drive in the way home office also. I take photos from I was 10 years old, before with compact small cameras that my father bought to me, then I joined to reflex world, with Minolta, Topcon and then Olympus. I developed and I printed my films B/W at home with a friend and until I was student this went ahead well and I realized appreciable photos also . Then, with the family and job engagements, I continued only to make family photo until the arrival of the digital that waked up in me the passion for the beautiful photography. I have begun with a superzoom, a Sony H1, with which I have obtained good shots, then the requirements are increased and I returned to the reflex, currently Nikon D7000 with several lenses. I hope sooner or later to get a full frame reflex for the unsurpassable quality of it shots.

Leica CL

Leica ha presentato oggi una nuova mirrorless APS, la CL. La nuova fotocamera ha un sensore APS (23,5×15,6 mm) da 24 Mpx, analogo a quello della TL2. La sua novità principale è però la presenza, finalmente, del mirino elettronico. Questo è inserito lateralmente sulla sinistra della fotocamera senza stravolgerne la linea. L’innesto obiettivi è il TL che comprende attualmente quattro ottiche a focale fissa e tre zoom. La CL riprende anche video 4K ed è dotata di wi-fi. Continua a leggere Leica CL

Annunci

Panasonic G9

Panasonic ha presentato una nuova mirrorless della linea Lumix, la G9. Questa fotocamera è la prima Panasonic che si indirizza esplicitamente ad un mercato anche professionale. Le sue caratteristiche sono notevoli: sensore Micro 4/3 da 20 Mpx senza filtro antialias, elaboratore Venus Engine migliorato, stabilizzatore d’immagine sul sensore a “5 assi” più Dual IS combinando la stabilizzazione sugli obiettivi, autofocus con tecnologia DFD Panasonic con velocità di 0,04 secondi e 225 punti AF selezionabili con joystick, otturatore meccanico edd elettronico, velocità di raffica fino a 20 fg/s con autofocus e 60 fg/s con fuoco al primo scatto, mirino elettronico OLED con 3,86 pixel e ingrandimento 0,83x. Naturalmente riprende video 4K ed è dotata di wi-fi e Bluetooth. Continua a leggere Panasonic G9

Panasonic FZ2000: test

Panasonic ha una lunga tradizione nel campo delle bridge a cominciare dalla FZ10 che più di 10 anni fa inaugurò questa categoria con buon successo con uno zoom 12x. In seguito Panasonic ha sempre sviluppato nuovi modelli con zoom dall’escursione sempre più ampia fino ad arrivare alla FZ72 con zoom 60x. Per fare questo però era necessario usare un sensore di piccole dimensioni (1/2,3″ 6,17×4,55 mm) altrimenti sarebbe stato impossibile costruire questi zoom con dmensioni, pesi e costi ragionevoli.
Oggi finalmente Panasonic ha cambiato strada rivolgendosi al miglioramento della qualità d’immagine, iniziando con una nuova serie di bridge diversa dalle precedenti,prima  la FZ1000, con un sensore di dimensioni più grandi (1″ 13,2×8,8 mm) e dotata di uno zoom di escursione più limitata, “solo” 16x 25-400 mm equivalente, ma con una buona luminosità f/2,8-4,0,  poi con l’attuale FZ2000 con un nuovo sensore retroilluminato, e con uno zoom 20x 24-480 mm equivalente f/2,8-4,5. Ciò per garantire una migliore qualità d’immagine in generale e sopratutto in condizioni di poca luce.  Continua a leggere Panasonic FZ2000: test

Nuovi obiettivi Sony E

Insieme alla A7R III Sony ha presentato un nuovo zoom standard con innesto E, il FE 24-104 mm f/4,0 G OSS. L’obiettivo copere la gamma dal grandangolo al medio tele ed è molto leggero e compatto. La costruzione prevede quattro elementi asferici e tre in vetro ED (Extra-low Dispersion), il trattamento antiriflesso Nano AR ed un diaframma ad apertura circolare.
Contemporaneamente Sony ha annunciato lo sviluppo di un super teleobiettivo della serie G Master 400 mm f/2,8 adatto particolarmente alle riprese sportive, naturalistiche e documentaristiche. Continua a leggere Nuovi obiettivi Sony E

Sony A7R III

Sony ha presentato oggi una nuova versione della serie delle sue mirrorless fullframe A7, la A7R III. Questa versione riprende alcune caratteristiche dell’A7R II, ma le integra con altre tipiche della professionale A9.
Il sensore full frame CMOS Exmor R da 42,4 Mpx senza filtro antialias è lo stesso dell’A7R II, ma con un nuovo chip di acquisizione LSI e un elaboratore d’immagine Bionz X più veloce. In questo modo la A7R III raggiunge la velocità di raffica di 10 fg/s con inseguimento ed esposizione continui. L’autofocus è ibrido con 399 punti AF a rilevamento di fase sul sensore e 425 a rilevamento di contrasto. La stabilizzazione è a “5 assi” sul sensore. Notevoli progressi per il mirino OLED con 3.686.000 punti e lo schermo con 1,44 Mpx. La ripresa video è 4K 3840×2160 pixel. dispone di doppio alloggiamento per schede SD. Infine è stata introdotta la nuova funzione Imaging Edge che tramite scatti multipli con Pixel Shift produce immagini ad altissima risoluzione. Continua a leggere Sony A7R III

Canon PowerShot G1 X Mark III

Canon ha presentato oggi la nuova versione della sua compatta con sensore di grandi dimensioni. La G1 X Mark III si differenzia decisamente per estetica e per caratteristiche tecniche dalla precedente Mark II.
Innanzitutto il sensore è di formato APS (22,3×14,9 mm) più grande del precedente, con 24 Mpx e tecnologia Dual Pixel AF, in pratica uguale a quello delle EOS 77D e M5. L’estetica è poi totalmente cambiata, con uno stile simile ad una piccola reflex, a differenza della versione prcedente a forma di parallelepipedo. Assomiglia moltissimo alla G5 X con sensore da 1″ anche nelle dimensioni praticamente identiche. E’ poi finalmente dotata di mirino elettronico. L’elaboratore d’immagine è l’ultimo Digic 7. L’obiettivo è uno zoom 3x stabilizzato 15-45 mm equivalente ad un 24-72 mm con luminosità f/2,8-5,6. L’autofocus, ibrido a rilevamento di fase e contrasto ha 49 punti AF. Lo schermo è totalmente orientabile.La ripresa video è solo Full HD. Continua a leggere Canon PowerShot G1 X Mark III

Fotografare il paesaggio: III parte

In questo terzo ed ultimo articolo sulla foto di paesaggio parlerò di come regolare l’esposizione e di come procedere in casi in cui si vogliono ottenere effetti particolari per evidenziare il movimento dell’acqua e per regolare opportunamente la profondità di campo.
Si tratta di indicazioni tecniche, ma partendo da un punto di vista diverso di quello seguito da alcuni corsi e manuali, che prevedono di solito di fare tutto manualmente dedicando la maggior parte del tempo disponibile per scattare le foto a questi aspetti.
La cosa più importante e principale da fare resta sempre il controllo della luce, della composizione, dell’inquadratura e della semplificazione come illustrato nel primo articolo Fotografare il paesaggio: I. Nel secondo articolo Fotografare il paesaggio II parte  invece erano indicate le fotocamere e gli obiettivi più indicati per questo tipo di foto. Continua a leggere Fotografare il paesaggio: III parte

Sony RX10 IV

Sony presenta oggi la quarta versione della sua bridge “premium” RX10. La RX10 IV aggiunge alle già ottime caratteristiche del modello III l’autofocus a rilevamento di fase con 325 punti AF, che si aggiunge a quello a rilevamento di contrasto, portando la velocità di autofocus a 0,03 secondi. A ciò si aggiunge la velocità di raffica che arriva a 24 fg/s per 249 immagini raw, con un mirino elettronico migliorato per ridurre il ritardo di visione durante la raffica. La ripresa video 4K utilizza l’intero numero di pixel del sensore, senza binning, e dispone di profili S-Log3/S-Gamut3, Time Code ed altro. Infine ultima novità è lo schermo sensibile al tocco.
Rimangono il sensore Exmor RS CMOS stacked con memoria DRAM integrata, l’elaboratore d’immagine BIONZ X e lo zoom Zeiss Vario-Sonnar T* 24-600mm equivalente f/2.4-4,0 stabilizzato otticamente. Il corpo è simile alla precedente III con lo schermo ribaltabile e la protezione da polvere ed acqua. Continua a leggere Sony RX10 IV

Fujifilm X-E3

Fujifilm ha presentato una nuova mirrorless APS, la X-E3, evoluzione della precedente X-E2s. La X-E3 adotta le più recenti tecnologie Fujifilm a partire dal sensore X-Trans CMOS III di formato APS (23,6×15,6 mm) da 24 Mpx con filtro RGB aperiodico e l’elaboratore d’immagine X-Processor Pro, uguali a quelli della X-T20. Anche l’autofocus, a rilevamento di fase e di contrasto, mantiene i 325 punti AF come negli ultimi modelli Fujifilm. Il corpo è molto simile al precedente modello con la caratteristica forma che ricorda le fotocamere a telemetro, così come il mirino. Lo schermo invece, sempre fisso, è sensibile al tocco con il supporto di diverse “gestures” e possibilità di personalizzazione. E’ stato aggiunto anche il joistick introdotto con la X-Pro2 per la scelta dei punti di messa a fuoco e la connessione bluetooth a basso consumo per il trasferimento rapido delle foto su uno smartphone. Infine la ripresa video è ora a 4K. Continua a leggere Fujifilm X-E3

Olympus OM-D E-M10 III

Olympus ha presentato la terza versione della sua mirrorless più compatta della serie OM-D.
La OM-D E-M10 III ha lo stesso sensore di formato M4/3 (17,3×13 mm) con 16 Mpx della precedente versione II, ma abbinato ad un nuovo elaboratore d’immagine TruePic VIII, lo stesso della E-M1 II. Il sistema di stabilizzazione a “5 assi” consente un guadagno di 5 stop come nelle altre Olympus. L’autofocus è rimasto a rilevamento di contrasto, ma ha ora 121 punti AF e, grazie al nuovo elaboratore d’immagine, ora permette una maggiore velocità di messa a fuoco. Il disegno del corpo è stato migliorato con un’impugnatura leggermente più pronunciata e ghiere in metallo. La ripresa video è 4K 30/25/24p in formato MOV.
Il resto delle caratteristiche, mirino, schermo e comandi è rimasto immutato tranne alcuni aggiornamenti nelle scene e negli effeti disponibili. Continua a leggere Olympus OM-D E-M10 III

Sony RX10 III: test

Sony ha inaugurato con la RX10 un nuovo segmento di mercato delle fotocamere, quello delle bridge che potremmo definire “premium”, cioè bridge con caratteristiche migliori di quelle prodotte fino a poco tempo fa.
Le bridge, a cominciare dalla Panasonic FZ10 di più di 10 anni fa, sono sempre state caratterizzate da una forma simile alle reflex, anche se in alcuni casi con dimensioni più piccole, da un mirino elettronico, regolazioni complete e zoom con ampia escursione focale. Questa è sempre cresciuta passando dai 12x delle prime fino agli oltre 80x dei modelli più recenti. Per potere realizzare degli zoom con escursione così ampia però i produttori hanno dovuto limitare la loro copertura e quindi usare sensori di dimensioni molto ridotte, 1/2,3 (6,17×4,55 mm). Questo ha sempre comportato che le bridge avessero una buona qualità d’immagine alla minima sensibilità, cioè in buone condizioni di luce, ma che questa peggiorasse sensibilmente, per l’aumento eccessivo del rumore, appena si aumentava la sensibilità. Il tutto aggravato dalla scarsa luminosità che questi zoom hanno specialmente alle focali massime ed a una scarsa qualità complessiva che peggiora aumentando la focale.
Sony invece con la prima RX10 ha adottato un sensore da 1″ (13,2×8,8 mm), con una superficie oltre 4 volte più grande di quelli da 1/2,3″ e uno zoom di escursione relativamente ridotta, 8,3x 24-200 mm equivalente, ma con luminosità elevata e costante f/2,8. Queste scelte hanno migliorato notevolmente la qualità d’immagine.
La RX10 III aggiunge a ciò un sensore BSI-CMOS (retroilluminato) “stacked” cioè a strati, che migliora ulteriormente la qualità d’immagine e la velocità di registrazione, consentendo una velocità di raffica di 14 fg/s e la ripresa video 4K e un nuovo obiettivo Zeiss ad ampia escursione, 25x, equivalente ad un 24-600 mm che accontenta così anche chi ha la necessità o la voglia di scattare con lunghe focali.
E’ quindi opportuno verificare in pratica i miglioramenti e i vantaggi che queste tecnologie possono apportare. Continua a leggere Sony RX10 III: test

Nikon D850

Nikon ha presentato una nuova reflex fullframe, la D850, da molto attesa e che sostituisce la precedente D810.
La D850 è dotata di un sensore FX (35,9×24 mm) da 45,7 Mpx retroilluminato e privo di filtro antialias, elaboratore d’immagine Expeed 5, autofocus con 153 punti AF uguale a quello della D5, schermo orientabile in alto e in basso e sensibile al tocco, velocità di raffica di 7 fg/s e 9 fg/s con l’impugnatura supplementare portabatteria. Riprende video 4K 30/25/24p senza ritaglio anche in “timelapse”, può salvare le foto in raw in tre diversi formati ed è dotata della funzione “focus-stacking” per realizzare foto con ampia profondità di campo. Dispone di connessione bluetooth a basso consumo (Snapbridge) e di connessione wi-fi. Usa schede SD UHS II e XQD. Continua a leggere Nikon D850

Canon SX620HS: test sprint

La Canon SX620HS è una piccola compatta tascabile. QUesto tipo di fotocamere ha avuto grande successo negli scorsi anni, ma attualmente ne sono rimaste poche sul mercato in quanto non più richieste in favore degli smartphone. La SX620HS ha però rispetto a questi un vantaggio determinante, lo zoom. Si tratta di uno zoom 25x, 25-625 mm equivalente, Questo le consente di riprendere soggetti lontani, cosa che uno smartphone non potrà mai fare.
E’ dotata, come tutte le compatte di questo tipo, di un sensore piccolo, 1/2,3″, con 20 Mpx. Non ha il mirino e può funzionare solo in modalità totalmente automatica o in Program. E’ dotatata di connessione wi-fi e NFC. Continua a leggere Canon SX620HS: test sprint

Leica TL2

Leica ha presentato la scorsa settimana una nuova versione della sua mirrorless compatta della linea TL.
La TL2, il cui corpo è costruito per fresatura a partire da un blocco di alluminio, dispone di un nuovo sensore di formato APS (23,5×15,6 mm) da 24 Mpx e di un nuovo elaboratore d’immagine Maestro II. Questo consente un’elevata qualità d’immagine, la ripresa video 4K e la ripresa HD al rallentatore a 120 fg/s. Inoltre l’autofocus, a rilevamento di contrasto, triplica la sua velocità rispetto al modello precedente. La TL2 conserva il sistema di controllo delle precedenti T e TL basato su uno schermo touch da 3,7″ e come le precedenti non è dotata di mirino, ma può essere utilizzata con il mirino elettronico Visoflex opzionale dotato anche di ricevitore GPS. Continua a leggere Leica TL2

Canon EOS 200D

Canon ha presentato, la scorsa settimana, insieme alla 6D II una nuova reflex base, la EOS 200D. Questo modello sostituisce la precedente EOS 100D sul mercato ormai da quattro anni ed offre nuove caratteristiche interessanti.
Il sensore, di formato APS-C (22,3×14,9 mm) è uguale a quello dei modelli superiori con 24 Mpx e tecnologia Dual Pixel AF, ma l’elaboratore d’immagine è il nuovo Digic 7. La tecnologia dual pixel AF consente una messa a fuoco veloce a rilevamento di fase in live view e per i video, ma l’autofocus reflex è rimasto quello della precedente 100D con soli 9 punti AF. Lo schermo è orientabile in ogni direzione. La ripresa video è Full HD 1920×1080 pixel. La 200D è dotata di connessioni wi-fi, NFC e Bluetooth per facilitare la connessione con tutti i dispositivi.
Il resto è uguale alla precedente 100D, ma il corpo è appena più largo, di qualche mm, e l’impugnatura ha un disegno migliore. Continua a leggere Canon EOS 200D

Canon EOS 6D Mark II

Canon ha presentato la scorsa settimana la nuova versione della EOS 6D, la reflex fullframe lanciata quasi 5 anni fa.
La nuova versione è quasi identica esteticamente alla precedente, ma presenta numerose novità. E’ dotata di un nuovo sensore fullframe (36×24 mm) da 25,2 Mpx, dotato di pixel sdoppiati per la funzione di Dual Pixel AF, di elaboratore d’immagine Digic 7 e di un autofocus a rilevamento di fase con 45 punti AF simile a quello della EOS 80D. In aggiunta c’è lo schermo orientabile in ogni direzione e sensibile al tocco, che costituisce la maggior differenza estetica col precedente modello. La ripresa video è sempre Full HD 1080/60/50p ed è presente ovviamente la connessione wi-fi ed il ricevitore GPS come nel precedente modello. Continua a leggere Canon EOS 6D Mark II

Stampare in digitale I parte

Fino a una quindicina di anni fa, ai tempi della pellicola, le foto si stampavano. C’era, è vero l’eccezione delle diapositive, ma era un settore di nicchia, per fotografi super appassionati ed esperti. Gli altri, la grande maggioranza, portavano il rullino appena scattato presso il negozio o il laboratorio di stampa ed attendevano ansiosamente il risultato.
Con la fotografia digitale è cambiato tutto: le foto ora si vedono subito, mentre prima era impossibile, tranne nel caso di quelle a sviluppo istantaneo, altro settore di nicchia. I fotografi possono già valutarle in macchina, poi scaricarle sul computer e sul cloud e la stampa diventa superflua, dimenticata.
La stampa delle foto invece è importante e fondamentale per conservare la memoria. Continua a leggere Stampare in digitale I parte

Nikon D3400: test

Le reflex attualmente sono da molti considerate fotocamere pesanti, complicate ed adatte solo per professionisti, ma non è assolutamente così.
L’esempio è proprio questa Nikon D3400, reflex base della casa. E’ una fotocamera piccola e leggera, semplice da usare per chi non vuole complicazioni, ma con tutte le caratteristiche necessarie per affrontare qualunque genere di foto. Ha un sensore APS (DX per Nikon) da 24 Mpx uguale a quello delle reflex della casa di categoria superiore, mirino, autofocus, comandi adeguati e tutto quello che ci si aspetta da una reflex. Può montare tutti gli obiettivi Nikon. Certo la costruzione è economica, ma le prestazioni valide. Una delle sue caratteristiche più utili e simpatiche è poi la connessione Snap Bridge. E si deve considerare anche il prezzo, estremamente economico, a livello delle compatte e inferiore a quasi tutte le mirrorless.
Insomma merita una prova appofondita per rivelarne i pregi. Continua a leggere Nikon D3400: test

Nuovi obiettivi Nikon

Nikon ha presentato pochi giorni fa tre nuovi obiettivi grandangolari molto interessanti.
Si tratta di uno zoom fish-eye, AF-S Fisheye Nikkor 8-15 mm f/3,5-4,5 E ED che copre il pieno formato fullframe e può passare da un’immagine circolare ad una che copre l’intero fotogramma.
L’AF-S Nikkor 28 mm f/1,4 E ED è invece un grandangolare moderato per fullframe ultraluminoso adatto per molti usi.
L’AF-P DX Nikkor 10-20 f/4,5-5,6 G VR è infine uno zoom per fotocamere APS (DX) leggero ed economico, dotato di motore passo-passo e di stabilizzazione, difficile da trovare sui grandangoli. Continua a leggere Nuovi obiettivi Nikon

Olympus OM-D E-M1 II: impressioni

In occasione del Photovideo Show organizzato dal noto negozio romano La Placa il 7-8 maggio scorsi ho avuto occasione finalmente di vedere e provare brevemente la nuova versione dell’Olympus OM-D E-M1, la II
Questa versione aggiornata della E-M1, ammiraglia delle mirrorless Olympus, propone significativi miglioramenti. Il primo è il nuovo sensore da 20 Mpx che incorpora 121 punti AF a rilevamento di fase. Contemporaneamente è stato notevolmente potenziato anche l’elaboratore d’immagine, ora il TruePic VIII. Questo ha consentito, oltre al miglioramento della velocità operativa e dell’autofocus, una notevole velocità di raffica che raggiunge i 18 fg/s e addirittura 60 fg/s in AF-S. Rimane la stabilizzazione sul sensore a “5 assi” che si integrga con quella eventualmente presente sugli obiettivi per raggiungere i 6,5 stop di efficacia. Il corpo è protetto da polvere ed acqua e dotato di schermo sensibile al tocco. Continua a leggere Olympus OM-D E-M1 II: impressioni