Archivi tag: DSLR

Nuovi obiettivi Nikon

Nikon oltre alla D780 ha presentato due nuovi teleobiettivi zoom professionali.
L’AF-S Nikkor 120-200 mm f/2,8E FL ED SR VR è uno zoom con innesto F per le reflex Nikon con una elevata luminosità, adatto per foto sportive e naturalistiche. Vanta un’elevata risoluzione e un autofocus con alte prestazioni.
Il Nikkor Z 70-200 mm f/2,8 VR S è invece un tele zoom luminoso per le mirrorless serie Z, anche questo adatto per eventi sportivi, reportage e video. Anche questo obiettivo vanta un’elevata nitidezza ed alte prestazioni per l’autofocus.

Lo zoom 120-300 mm ha un’elevata luminosità alla massima focale di 300 mm che fino ad oggi era disponibile solo con obiettivi a focale fissa facendo perdere la flessibilità che uno zoom può dare in molte condizioni di ripresa ed è un’aggiunta importante al parco ottiche disponibile per le reflex fullframe Nikon.
Il 70-200 mm amplia la gamma di obiettivi Nikon professionali per le mirrorless Z aggiungendosi al 24-70/2,8.

Come al solito Nital non ha comunicato i prezzi e la disponibilità. In USA il 120-300/2,8 sarà disponibile a febbraio al prezzo di 9.500 $, e il 70-200/2,8 sarà ugualmente disponibile in febbraio a 2.599 $.

Riporto i comunicati stampa Nital.

___________________________________________________________________________

NIKON PRESENTA
DUE ECCEZIONALI TELEOBIETTIVI ZOOM NIKKOR,
UNO PER REFLEX E UNO PER MIRRORLESS Z

Nital S.p.A. è lieta di presentare due nuovi teleobiettivi Nikon zoom professionali, l’AF-S NIKKOR 120-300mm f/2.8E FL ED SR VR per fotocamere Reflex e il NIKKOR Z 70-200mm f/2.8 VR S per le mirrorless Nikon Z. Due performanti obiettivi zoom contraddistinti da pregiati design ottici capaci di fornire prestazioni equivalenti ad obiettivi “prime” di lunghezza focale fissa.

L’AF-S NIKKOR 120-300mm f/2.8E FL ED SR VR eccelle per lo straordinario potere risolvente e per le prestazioni autofocus, introducendo una gamma di lunghezze focali molto attesa. D’ora in avanti, i fotografi con fotocamere Reflex che desiderano scattare a 300mm non dovranno più essere legati a una singola lunghezza focale e nemmeno ridurre le prestazioni ottiche utilizzando un obiettivo zoom con un moltiplicatore di focale montato.

Il luminoso NIKKOR Z 70-200mm f/2.8 VR S a pieno formato è perfetto per riprendere sport, eventi o reportage, coprendo tutti gli utilizzi di base per fotografie e video. La messa a fuoco è rapida, fluida e silenziosa. La nitidezza è eccezionale in tutto il fotogramma anche operando alla massima apertura e, per le necessità video, la variazione di lunghezza focale correlata allo spostamento di messa a fuoco sui piani è sempre all’altezza della situazione.

Rappresentando un passo avanti nelle prestazioni ottiche, entrambi questi obiettivi di livello professionale utilizzano la nuova lente SR di Nikon, nonché la lente ED per contrastare l’aberrazione cromatica. Quest’ultima, infatti, viene notevolmente ridotta e la luce blu più difficile da controllare (spettro di lunghezze d’onda corte) viene completamente compensata. Le immagini sono più nitide che mai e il contrasto è eccezionale.

Nikon dichiara: “Con i design ottici fino ad oggi più avanzati rispetto a qualsiasi teleobiettivo zoom di Nikon, questi due nuovi prodotti stabiliscono un nuovo standard di riferimento per le prestazioni degli obiettivi professionali. L’ergonomia intelligente e l’ampia protezione contro le condizioni atmosferiche avverse di Nikon completano il tutto: qualsiasi scena tu stia immortalando, sarai pronto ad andare lontano”.

AF-S NIKKOR 120-300mm f/2.8E FL ED SR VR

Teleobiettivo zoom professionale con baionetta F-Mount. Copre la versatile gamma di lunghezze focali da 120 a 300mm con un’apertura massima f/2.8 costante.

Fluidità e precisione AF. Le prestazioni equivalenti a quelle di un teleobiettivo a lunghezza focale fissa tengono il passo dei soggetti in movimento o che si spostano in maniera imprevedibile. Il diaframma a controllo elettromagnetico garantisce la precisione delle esposizioni anche con frequenze fotogrammi in rapida sequenza.

Design ottico avanzato. 25 elementi in 19 gruppi, con lenti ED e SR di Nikon oltre che con rivestimento ARNEO e con trattamento Nano Crystal Coat. Aberrazione cromatica, coma, immagini fantasma e luce parassita sono completamente neutralizzati.

VR stabile come una roccia. La stabilizzazione ottica in riduzione vibrazioni (VR) di Nikon offre l’incredibile vantaggio dei quattro stop, anche quando è in uso la moltiplicazione di focale.

Rinomata ergonomia Nikon. Pulsanti funzione assegnabili, passaggio fluido dall’orientamento orizzontale a quello verticale e molto altro ancora.

Piedino per treppiedi integrato. Il piedino per treppiedi integrato è rivolto verso la parte anteriore dell’obiettivo per assicurare un bilanciamento ottimale e una più comoda trasportabilità.

Struttura robusta. Costruzione solida e protezione completa da polvere e umidità che permettono di utilizzare questo obiettivo come apparecchiatura di terra in qualsiasi condizione atmosferica.

NIKKOR Z 70-200mm f/2.8 VR S

Teleobiettivo zoom professionale con baionetta Z-Mount. Copre la versatile gamma di lunghezze focali da 70 a 200mm con un’apertura massima f/2.8 costante.

Prestazioni eccezionali. Nitidezza e contrasto straordinari in tutto il fotogramma. La messa a fuoco è fluida, rapida e silenziosa.

Design ottico avanzato. 21 elementi in 18 gruppi, con lenti ED e SR di Nikon oltre che con rivestimento antiriflesso ARNEO e con trattamento Nano Crystal Coat. Aberrazione cromatica, coma sagittale, immagini fantasma e luce parassita sono completamente neutralizzati.

Pronto per il video. Variazione di campo “focus breathing” perfettamente gestita assieme al controllo stabile dell’apertura diaframma che offre graduali variazioni naturali dell’esposizione in tutta la scena.

Pannello informativo OLED display. Permette una rapida conferma del diaframma impostato, della distanza di messa a fuoco, della lunghezza focale e della profondità di campo direttamente sull’obiettivo.

Pulsante Fn. Possibilità di assegnare fino a 21 funzioni diverse al pulsante Fn dell’obiettivo, dal blocco AF alla misurazione esposimetrica, al bracketing e altro ancora.

Pronto per la battaglia: struttura robusta e compatta con una protezione completa da polvere e umidità.

___________________________________________________________________________

Canon EOS 1DX Mk III

Canon ha presentato oggi la sua nuova ammiraglia per i fotografi sportivi e naturalisti. La 1DX III ha un sensore fullframe (36×24 mm) da 20 Mpx con tecnologia Dual Pixel AF. Il nuovo elaboratore d’immagine Digic X insieme al migliorato meccanismo di specchio e otturatore consentono una velocità di 16 fg/s usando il mirino ottico. In live view, a specchio sollevato e usando lo schermo si raggiungono i 20 fg/s sia con l’otturatore meccanico che con quello elettronico con autofocus continuo. L’autofocus reflex prevede 191 punti AF mentre quello sul sensore in live view ne ha 3969 in 535 zone e copre il 90 % dell’inquadratura. La ripresa video arriva al 5.5K/60p a 12 bit raw.
Per sostenere questo flusso di dati le schede di memoria sono le CFExpress. Continua a leggere Canon EOS 1DX Mk III

Nikon D780

Nikon ha presentato oggi, in coincidenza con l’apertura del CES (Consumer Electronic Show), una nuova reflex fullframe, la D780, che si affianca alla D750 per poi sostituirla.
La nuova reflex riprende molte caratteristiche elettroniche dalla mirrorless Z6. Il sensore da 24 Mpx è infatti un BSI-CMOS retroilluminato e dispone di 273 punti AF a rilevamento di fase attivati in live view. L’autofocus attivo con il mirino ottico è invece il solito Nikon con 51 punti AF. E’ molto migliorata la ripresa video ora 4K a pieno formato. Lo schermo ora sensibile al tocco consente di selezionare i punti di messa a fuoco e di scattare direttamente toccandolo. Il corpo macchina è simile a quello della D750, ma è stato eliminato il piccolo flash integrato. Continua a leggere Nikon D780

Nuove Canon EOS 90D e M6 II

Canon ha presentato due nuove fotocamere della serie EOS. Entrambe sono dotate di un nuovo sensore, di formato APS-C, con 32,5 Mpx, di pixel sdoppiati per la messa a fuoco con tecnologia Dual Pixel AF e di elaboratore d’immagine Digic 8.
La prima è una reflex, EOS 90D, di dimensioni medie, con un sensore esposimetrico in grado di individuare i volti. Usa la tecnologia Dual Pixel AF per il video e in live view, mentre l’autofocus reflex ha 45 punti AF. Riprende video 4K senza ritaglio e scatta in raffica fino a 10 fg/s.
La seconda, EOS M6 II, è una mirrorless compatta che può essere dotata opzionalmente di un mirino elettronico. L’autofocus, attuato dal sensore sempre con il Dual Pixel AF, ha 143 punti AF. Anche la M6 II riprende video 4K senza ritaglio e scatta in raffica fino a 14 fg/s.
Entrambe sono dotate di otturatore meccanico ed elettronico con tempi fino a 1/16000. La EOS 90D è anche protetta da polvere ed acqua. Continua a leggere Nuove Canon EOS 90D e M6 II

Canon EOS 250D

Canon presenta oggi una nuova reflex economica, la EOS 250D che succede alla 200D.
La nuova reflex adotta lo stesso sensore da 24 Mpx della 200D, ma con il nuovo elaboratore d’immagine Digic8. Le altre caratteristiche sono le stesse tranne l’autofocus in live view che adotta la tecnologia Dual Pixel AF e consente di scegliere tra 3975 punti AF manualmente, suddivisi in 143 zone. La ripresa video è ora 4K, ma con un sensibile ritaglio dell’immagine, in particolare se si usa la stabilizzazione elettronica, e senza l’ausilio della messa a fuoco Dual Pixel AF, che rimane però attiva per le riprese Full HD. L’autonomia della batteria è aumentata ed arriva a 1070 scatti. Continua a leggere Canon EOS 250D

Reflex o mirrorless? questo è il dilemma

Fino a poco tempo fa i fotografi che volevano acquistare una fotocamera di qualità per sostituire una compatta o una bridge di cui non erano più soddisfatti non avevano dubbi: la scelta non poteva essere che una reflex. Al massimo si poneva il problema se doveva essere un’APS o una fullframe, ma questo dubbio era sciolto facilmente in base a quanto si era disposti a spendere.
Oggi non è più così. Tutti i produttori hanno ormai in catalogo numerose mirrorless, alcuni solo quelle, e anche i più restii a passare a questo schema costruttivo, Canon e Nikon, ormai sono entrati in questo segmento di mercato con decisione, come dimostrano gli annunci di nuove fotocamere e gli investimenti per la presentazione di nuovi obiettivi.
E allora il dubbio assale molti fotoamatori e professionisti, vecchi e nuovi: continuare ad investire sulle reflex comprando nuove fotocamere di questo tipo, anche se da quasi due anni non viene presentata una novità significativa, e nuovi obiettivi per queste oppure affiancarvi una mirrorless o, per chi non possiede ancora fotocamere ad obiettivo intercambiabile, iniziare con una mirrorless.
Con questo articolo illustrerò i vantaggi e gli svantaggi dei due sistemi e cercherò di rispondere a questa domanda. Continua a leggere Reflex o mirrorless? questo è il dilemma

Photokina 2018 – Intervista con Nikon

Nikon in questa Photokina ha catalizzato l’attenzione della maggior parte dei fotografi con la presentazione delle sue prime mirrorless fullframe Z7 e Z6. Nikon fino ad adesso era stata la più fiera sostenitrice delle reflex e aveva presentato qualche anno fa solo delle piccole mirrorless, le Nikon 1, senza molta convinzione. Infatti sono ormai uscite di produzione. Ora invece è diventata improvvisamente sostenitrice delle mirrorless. Queste sono infatti state lanciate con lo slogan “Capture tomorrow”. Continua a leggere Photokina 2018 – Intervista con Nikon

Photokina 2018 – Pentax

Ricoh con il marchio Pentax aveva uno stand abbastanza piccolo e defilato lateralmente rispetto a quello Nikon.
Anche per Pentax non erano esposte novità, ma solo la attuale produzione.
Ricoh invece annunciava lo sviluppo della terza versione della sua compatta con sensore APS, la GR.
In complesso lo stand dava un’impressione di crisi sopratutto del glorioso marchio Pentax che ha fatto la storia della fotografia a partire dalle reflex Asahi Pentax Spotmatic degli anni 60 del secolo scorso. Eppure Pentax ha prodotti validi, a partire dalla K-1 II, reflex fullframe di alta qualità in grado di competere con le migliori e la 645Z, reflex medio formato. Anche le sue reflex APS, K-P e K70, sono molto valide con caratteristiche uniche nella loro classe e possono usufruire di un corredo di obiettivi progettato per le dimensioni del sensore e quindi con ingombri, pesi e costi più contenuti di quelle progettate per fullframe che spesso si è costretti ad usare con le Canon e le Nikon APS. Continua a leggere Photokina 2018 – Pentax

Photokina 2018 – Nikon

Lo stand Nikon era in un padiglione di fronte a quello di Canon, ma come al solito diverso per non mettere i due amici-nemici vicini.
Lo stand era molto grande e con larghi spazi, dominato dai due banconi uno dedicato alle nuove mirrorless, ma intitolato Z7 e l’altro alle reflex, ma intitolato alla D850. Dall’affollamento ben diverso tra i due si capiva subito che l’interesse del pubblico era tutto per la Z7.
Questa è stata lanciata con il motto “Capture tomorrow” che dominava tutto lo stand, stanamente simile al “Capture the future” di Canon. Si saranno messi d’accordo?
Nello stand era comunque presente tutta la produzione Nikon per quanto riguarda reflex, mirrorless ed obiettivi. Le reflex e le mirrorless era possibile provarle, anche se non era previsto un apposito set di prova, e ce n’erano molte a disposizione, mentre non era previsto un bancone per la prova degli obiettivi. Continua a leggere Photokina 2018 – Nikon

Photokina 2018 – Leica

Lo stand Leica, accanto a quello Nikon era di proporzioni più ridotte, nulla a che fare con il magnifico stand con mostre fotografiche annesse di due edizioni fa.
C’era un grande spazio dedicato al Wetzlar Park la mitica sede di Leica in Germania dove attualmente vengono prodotte tutte le fotocamere ed obiettivi Leica, tranne le compatte e bridge di derivazione Panasonic.
C’era anche in evidenza la Leica Sofort, la fotocamera a sviluppo istantaneo di Leica che usa le pellicole Fujifilm. L’attenzione maggiore era però per le ultime novità, la Leica M10P e la S3, presentata in anteprima alla Photokina.
Nello stand si dava anche grande evidenza all’alleanza L-Mount.
Continua a leggere Photokina 2018 – Leica

Photokina 2018 – Canon

Inizio questi articoli sulle novità presentate in Photokina in stretto ordine alfabetico, quindi la prima è Canon.
Il suo stand, come detto, è il primo che si incontra entrando ed è stato sempre uno dei più affollati. Lo stand era dominato dal motto “Capture the future” in riferimento alla grande novità della casa, la EOS R.

Continua a leggere Photokina 2018 – Canon

Pentax K70: test

La K70 è la seconda reflex, partendo dalla base, della gamma Pentax, dopo la super economica K-%0, ma presenta delle caratteristiche avanzate e molto interessanti.
Ha un sensore CMOS di formato APS (23,5×15,6 mm) da 24 Mpx, la stabilizzazione integrata sul sensore, l’innesto obiettivi Pentax KA che accetta tutti gli obiettivi con questa baionetta, la protezione da polvere ed acqua ed è aggiornata su tutte le attuali tecnologie. Ha in particolare una caratteristica molto interessante denominata Pixel Shift Resolution che consente di ottenere, spostando il sensore, l’informazione colore complata per ciascun pixel, migliorando la risoluzione e sopratutto la gamma tonale. Dispone di uno schermo orientabile, di ripresa video Full HD e di Wi-Fi. Le sue dimensioni sono abbastanza contenute. Continua a leggere Pentax K70: test

Il mondo è cambiato

Il mondo della fotografia intendo, naturalmente.
Come quasi 60 anni fa c’è una rivoluzione nel campo delle fotocamere. All’epoca, nel 1959, Canon e Nikon che fino a quel momento avevano prodotto ottime fotocamere a telemetro, concorrenti delle Leica che dominavano il mercato, esordivano nel campo delle reflex con la Canonflex R e la Nikon F. Le reflex 35 mm esistevano già, prodotte fin dal 1933 dalla tedesca Exakta e poi perfezionate dalla Asahi Pentax e dalla Minolta negli anni 50, ma non si erano mai affermate contro le telemetro. Poi dal 1959 fu la vera rivoluzione, sopratutto con la Nikon F, e le reflex si affermarono come le fotocamere professionali portatili.
Ora siamo di fronte ad una nuova rivoluzione: le mirrorless prodotte inizialmente, con scetticismo dei più, da Panasonic, Olympus, Fujifilm e Sony ora sono state “adottate”, dopo la loro affermazione con Sony fra le professionali anche dai due leader del mercato, Canon e Nikon e sono destinate a diventare le tipiche fotocamere professionali dei nostri giorni. Continua a leggere Il mondo è cambiato

Nikon D3500

Nikon ha presentato oggi una nuova reflex APS base, la D3500. Si tratta in realtà di un “restyling” della precedente D3400 con un corpo più piccolo, simile a quello della D5600, ma con lo schermo fisso, una maggiore durata della batteria, 1550 scatti invece di 1200, e un prezzo più basso.
La D3500 ha un sensore di formato APS (23,5×15,6 mm) con 24 Mpz, un autofocus con 11 punti AF, un mirino pentaspecchio e lo schermo fisso. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel ed è dotata di connessione senza fili Bluetooth con la tecnologia Nikon SnapBridge. Continua a leggere Nikon D3500

Nikon Z7 vs D850

La prima fotocamera che viene in mente per un confronto a chi è interessato alla nuova Nikon Z7 è ovviamente la D850. Queste due macchine, pur appartenendo a categorie diverse, mirrorless e reflex, hanno alcune cose in comune. Sicuramente quindi chi è vorrebbe acquistare la Z7 è portato a paragonarne le caratteristiche con la reflex di alta gamma della stessa casa.
Fra le due ci sono delle differenze evidenti dovute al differente schema costruttivo, con la D850 grande, massiccia e pesante e la Z7 invece piccola e leggera. Cambia inoltre il sistema di visione ed inquadratura, ottico in una ed elettronico nell’altra, ma al di la di queste differenze macroscopiche è utile andare a vedere nel dettaglio quali sono le differenze ed anche le somiglianze. Continua a leggere Nikon Z7 vs D850

Nikon Z7 e Z6: qualche considerazione

L’annuncio delle nuove mirrorless fullframe di Nikon era ormai atteso da molto tempo e preannunciato con una sapiente campagna mediatica da Nikon stessa.
Al di là delle caratteristiche e qualità delle fotocamere e degli obiettivi presentati esso è importante per molti altri motivi e merita qualche altra considerazione oltre a quelle di tipo tecnico.
Un annuncio del genere nel settore fotografico, sopratutto da parte di Nikon, avviene molto raramente. L’ultimo, di analoga importanza, è avvenuto nel 1959 quando Nikon annunciò il modello F. Continua a leggere Nikon Z7 e Z6: qualche considerazione

Nikon mirrorless Z6 e Z7

Nikon ha rivelato oggi le sue tanto attese e tanto anticipate nuove mirrorless fullframe Z6 e Z7.
Le due mirrorless hanno dimensioni e peso sensibilmente inferiori alle reflex fullframe della casa, pur mantenendo esteticamente un aspetto tipicamente Nikon. Oltre alle due fotocamere Nikon ha presentato anche tre nuovi obiettivi della serie Z e un anello adattatore per l’uso degli obiettivi F.
La Z7 ha un sensore da 45,7 Mpx, mentre la Z6 ne ha uno da 24. Entrambi sono retroilluminati. L’elaboratore d’immagine è il nuovo Expeed 6. L’autofocus è ibrido, a rilevamento di fase e di contrasto, con 493 punti AF per la Z7 e 273 per la Z6 con una copertura del 90 % dell’area di immagine. Il mirino ha una risoluzione di 3,69 Mpx. Entrambe sono dotate di stabilizzazione sul sensore a “5 assi”, ripresa video 4K e connessioni wi-fi e Bluetooth. La Z6 arriva ad una velocità di raffica di 12 fg/s, mentre la Z7 arriva a 9. Entrambe infine hanno un corpo in lega di magnesio e sono protette da polvere ed acqua. Continua a leggere Nikon mirrorless Z6 e Z7

Canon EOS 200D: test

La EOS 200D succede alla 100D come più piccola reflex in circolazione. La 100D era stata pensata e realizzata da Canon per contrapporsi a quella che è l’arma principale delle mirrorless per fare concorrenza alle reflex, la compattezza e la leggerezza. L’operazione è abbastanza riuscita, anche se non totalmente. Infatti le misure della 100D, come della 200D, in larghezza ed altezza sono analoghe a quelle di una mirrorless, anzi in qualche caso più ridotte, ma lo spessore del corpo è decisamente superiore. Su questo Canon non ha potuto fare nulla in quanto questo spessore serve per alloggiare la scatola dello specchio e per mantenere la giusta distanza dell’innesto dell’obiettivo dal sensore. Anche per gli obiettivi la riduzione di dimensioni e peso è solo parziale in quanto molti obiettivi del corredo, i tele ed i tele zoom, sono adatti anche per le reflex fullframe e quindi di dimensioni eccessiva per un’APS. Esistono comunque alcuni obiettivi progettati specificamente per le reflex APS, gli EF-S, di dimensioni più ridotte. Continua a leggere Canon EOS 200D: test

Nikon D850:impressioni

La Nikon D850 non è una novità dell’ultima ora essenso stata presentata nell’agosto del 2017. L’ho brevemente provata nel settembre 2017 nel corso della presentazione ufficiale di Nital, ma poichè al momento non era disponibile il software Capture NX-D per la conversione delle foto raw non ho pubblicato le impressioni. Poi sono sopravvenute altre novità ed altre prove.
Recentemente ho avuto modo di provarla nuovamente durante il Photo Show presso il negozio romano La Placa ed ho potuto effettuare altri scatti che completano i pochi effettuati nella prima occasione.
La D850, che succede alla D810, è una reflex rioluzionaria, per Nikon, sotto molti aspetti.
Prima di tutto ha un nuovo sensore, non derivato da Sony, ma sembra progettato da Nikon, del tipo BSI-CMOS, cioè retroilluminato, con 45 Mpx. E’ una prima per una reflex professionale. Poi introduce altre novità come l’otturatore con prima tendina elettronica, lo schermo orientabile e la ripresa video 4K.
L’autofocus è lo stesso della D5 e D500 con 153 punti AF. Il corpo è simile a quello della D810 con però alcune novità interessanti nei comandi. Continua a leggere Nikon D850:impressioni

Canon EOS 4000D: impressioni

La EOS 4000D è una delle ultime novità reflex di Canon. E’ il modello d’ingresso nel mondo reflex e non solo di Canon. La sua costruzione è improntata alla massima economicità.
E’ dotata di un sensore di formato APS-C da 18 Mpx, quello utilizzato qualche anno fa nei modelli di punta delle reflex APS Canon. L’autofocus è semplice con soli 9 punti AF. Anche il mirino e lo schermo sono pensati per il risparmio più che per le prestazioni. La ripresa video è quindi solo Full HD, ma la 4000D è almeno dotata di wi-fi. Le sue dimensioni sono medie, superiori a quelle della piccola di casa, ka EOS 200D, ma il peso contenuto: Il suo prezzo con lo zoom EF-S 18-55/3,5-5,6 III è però contenuto in 400 €. Continua a leggere Canon EOS 4000D: impressioni