Archivi tag: Fullframe

Photokina 2018 – Irix

 

Irix è una società svizzera che progetta in Svizzera i suoi obiettivi e li produce in Corea. Il suo catalogo comprende poche ottiche, ma queste sono progettate per la massima qualità e funzionalità con un’attenzione particolare alle esigenze dei fotografi per riprese di paesaggio, strada, architettura e macro.
Il suo stand, piccolo ma nel livello superiore accanto ai grandi marchi proponeva tutta la sua gamma di obiettivi, solo tre, con in evidenza l’ultima novità il 150 mm macro. Continua a leggere Photokina 2018 – Irix

Annunci

Photokina 2018 -Laowa

Laowa, o meglio Anhui Changgeng Optics Technology detta anche Venus Optics, è una compagnia cinese fondata nel 2013 per la produzione di obiettivi. In breve tempo si è affermata come produttore di ottiche di qualità e con caratteristiche particolari, come super grandangoli e obiettivi macro.
Alla Photokina aveva uno stand abbastanza importante considerato che è un produttore abbastanza nuovo, nel piano superiore insieme ai marchi più blasonati, dove era esposta tutta la sua produzione. Continua a leggere Photokina 2018 -Laowa

Photokina 2018 – Tokina-Kenko

Tokina è un produttore poco noto, ma ha sempre costruito obiettivi di alta qualità. Negli ultimi tempi era rimasto un po’ indietro sopratutto per gli obiettivi per fullframe, ma sta recuperando rapidamente terreno e in questa edizione ha anche dimostrato l’intenzione di proporsi come produttore di obiettivi di elevata qualità, ai vertici della produzione, con la presentazione del primo obiettivo della serie “Opera”.
Kenko è un tradizionale produttore di moltiplicatori di focale che si è unito a Tokina qualche anno fa. Oltre ai moltiplicatori produce filtri, tubi di prolunga per macro, anelli di raccordo ed esposimetri. Continua a leggere Photokina 2018 – Tokina-Kenko

Photokina 2018 – Samyang

Samyang è un marchio coreano fondato nel 1972 che inizialmente produceva vetro ottico, obiettivi e filtri. Da una quindicina d’anni ha iniziato a produrre obiettivi di alta qualità con innesti per le principali marche di fotocamere, affermandosi sul mercato come produttore di ottiche di alto livello a costo contenuto.
Il suo stand, non molto grande, era vicino a quello di Sony.
Samyang non presentava novità, ma tutta la sua gamma dei obiettivi compresi alcuni autofocus per Sony FE, Canon EF e Nikon F. Continua a leggere Photokina 2018 – Samyang

Canon EOS R: impressioni

Una delle novità che hanno suscitato più clamore ed interesse all’ultima Photokina è stata la Canon EOS R, prima mirrorless fullframe di Canon. Insieme alle Nikon Z7 e Z6 queste sono state le novità per qualcuno più “sconvolgenti” anche se non inattese.
Canon che ha dominato per anni, insieme a Nikon, il mondo delle fotocamere amatoriali e professionali con le sue reflex era entrata nel mondo delle mirrorless in punta di piedi con le sue EOS M, fotocamere APS di ridotte pretese evidentemente per non dare fastidio alle reflex. Ora costretta, come Nikon, dal mercato e dal successo di Sony esordisce con una mirrorless fullframe di classe elevata. Anche in questo caso non si tratta di seguire semplicemente la moda. L’attenzione della Canon alla Photokina era tutta per la EOS R. Anche i piani di sviluppo degli obiettivi lo dimostrano con la presentazione di 4 nuove ottiche, alcune con caratteristiche eccezionali come il 50/1,2 e lo zoom 28-70/2,0.
Ero quindi molto interessato a provare questa nuova fotocamera, ma purtroppo ancora sono poche le versioni “demo” disponibili anche per i negozi. Oltre ad un primo assaggio alla Photokina sono riuscito a provarla per poco tempo al Capture The Future tour di questo ultimo fine settimana.
Pubblico perciò sollo un’impressione, in attesa di una prova completa. Continua a leggere Canon EOS R: impressioni

Nikon Z7: test

Grazie alla collaborazione del noto negozio romano Ottica Universitaria che mi ha messo a disposizione per qualche giorno la nuova Nikon Z7 ho potuto effettuare questo test di questa nuova ed interessantissima mirrorless che avevo visto In Photokina senza però poter effettuare degli scatti, non avendo una scheda XQD.
Nikon che ha portato al successo e dominato per anni il mondo delle reflex, prima a pellicola e poi digitali, ha presentato a fine agosto le sue prime mirrorless fullframe Z7 e Z6. Che con questo non voglia seguire una moda, ma rinnovare la sua strategia sulle fotocamere di alta gamma e professionali è dimostrato dal fatto che l’attenzione di Nikon alla conferenza pre apertura ed alla Photokina era tutta concentrata sulla Z7, mentre le reflex, anche la ottima D850, erano in secondo piano e non se ne è parlato. Nikon ha anche preannunciato che svilupperà rapidamente il sistema Z per renderlo adeguato alle aspettative dei fotografi
D’altra parte questo è stato un passo obbligato per Nikon, e anche per Canon, visto il successo di Sony nel settore fullframe e mirrorless.
E’ da verificare se questa fotocamera sia già all’altezza di queste concorrenti. Continua a leggere Nikon Z7: test

Photokina 2018 – Sony

Sony aveva uno stand in fondo nell’ultimo padiglione. Lo stand grandissimo lo occupava quasi tutto. Sony però non ha portato alla fiera quasi nessuna novità, escluso il nuovo obiettivo GM 24 mm f/1,4. C’erano le aree dedicate alla visione e prova delle fotocamere, le Alpha da una parte, le RX dall’altra e uno dedicato alle videocamere professionali. Originale poi la galleria in alto con a disposizione molti teleobiettivi per la prova. Ampia anche l’area dedicata agli scatti di prova dove si esibivano acrobati e calciatori.
Era comunque esposta tutta la produzione Sony che poteva essere provata senza problemi. Continua a leggere Photokina 2018 – Sony

Photokina 2018 – Nikon

Lo stand Nikon era in un padiglione di fronte a quello di Canon, ma come al solito diverso per non mettere i due amici-nemici vicini.
Lo stand era molto grande e con larghi spazi, dominato dai due banconi uno dedicato alle nuove mirrorless, ma intitolato Z7 e l’altro alle reflex, ma intitolato alla D850. Dall’affollamento ben diverso tra i due si capiva subito che l’interesse del pubblico era tutto per la Z7.
Questa è stata lanciata con il motto “Capture tomorrow” che dominava tutto lo stand, stanamente simile al “Capture the future” di Canon. Si saranno messi d’accordo?
Nello stand era comunque presente tutta la produzione Nikon per quanto riguarda reflex, mirrorless ed obiettivi. Le reflex e le mirrorless era possibile provarle, anche se non era previsto un apposito set di prova, e ce n’erano molte a disposizione, mentre non era previsto un bancone per la prova degli obiettivi. Continua a leggere Photokina 2018 – Nikon

Photokina 2018 – Leica

Lo stand Leica, accanto a quello Nikon era di proporzioni più ridotte, nulla a che fare con il magnifico stand con mostre fotografiche annesse di due edizioni fa.
C’era un grande spazio dedicato al Wetzlar Park la mitica sede di Leica in Germania dove attualmente vengono prodotte tutte le fotocamere ed obiettivi Leica, tranne le compatte e bridge di derivazione Panasonic.
C’era anche in evidenza la Leica Sofort, la fotocamera a sviluppo istantaneo di Leica che usa le pellicole Fujifilm. L’attenzione maggiore era però per le ultime novità, la Leica M10P e la S3, presentata in anteprima alla Photokina.
Nello stand si dava anche grande evidenza all’alleanza L-Mount.
Continua a leggere Photokina 2018 – Leica

Photokina 2018 – Canon

Inizio questi articoli sulle novità presentate in Photokina in stretto ordine alfabetico, quindi la prima è Canon.
Il suo stand, come detto, è il primo che si incontra entrando ed è stato sempre uno dei più affollati. Lo stand era dominato dal motto “Capture the future” in riferimento alla grande novità della casa, la EOS R.

Continua a leggere Photokina 2018 – Canon

Nuove fullframe Panasonic

Domani nella conferenza di preapertura della Photokina Panasonic annuncerà due nuove fotocamere mirrorless fullframe. In fiera però presumibilmente sarà esposto solo un prototipo e le due fotocamere dovrebbero essere disponibili dal marzo 2019.
Saranno una fullframe base con un sensore da almeno 20 Mpx e una di alto livello con un sensore vicino ai 50 Mpx. Entrambi i sensori saranno prodotti da Panasonic. Le due mirrorless avranno l’innesto obiettivi L-Mount come annunciato dall’alleanza di Leica, panasonic e Sigma. Oltre alle fotocamere Panasonic annuncerà anche tre nuovi obiettivi per fullframe, 24-70 mm, 70-200 mm e 50 mm. Continua a leggere Nuove fullframe Panasonic

Canon EOS R

A due settimane dalla presentazione da parte di Nikon delle sue mirrorless full frame Canon risponde presentando a sua volta la sua nuova mirrorless fullframe EOS R.
Anche in questo caso la nuova EOS R ha dimensioni più contenute delle reflex della casa, pur mantenendo un’estetica che la fa riconoscere come Canon. Insieme alla EOS R Canon ha annunciato quattro nuovi obiettivi con il nuovo innesto R, tre anelli adattatori per le ottiche EF e EF-S e alcuni accessori fra cui un’impugnatura portabatteria.
La EOS R è dotata di un sensore da 30, 3 Mpx e di un elaboratore d’immagine Digic 8. L’autofocus, che si avvale della tecnologia Dual Pixel AF, è ibrido a rilevazione di fase e di contrasto con lo strabiliante numero di 5655 punti AF e una copertura del fotogramma del 100 % in orizzontale e del 88 % in verticale con un’elevatissima sensibilità, -6 EV. Il mirino è ad alta risoluzione con 3,69 Mpx. La ripresa video è 4K, la raffica arriva fino a 8 fg/s. Dispone di wi-fi e Bluetooth ed il corpo è protetto da polvere ed acqua. Continua a leggere Canon EOS R

Nikon Z7 vs Sony A7R III

La più diretta concorrente della Nikon Z7 e anzi la fotocamera a cui si è ispirata è senza dubbio la Sony A7R III. Queste due macchine sono simili per molti aspetti, ma la Sony è stata presentata prima sul mercato, nel corso del 2017, mentre la Nikon è stata svelata solo a 2018 avanzato.
Il primo aspetto in cui le due fotocamere si assomigliano sono l’estetica e le dimensioni. La Nikon è un po’ più arrotondata della Sony, piuttosto squadrata, ma la somigianza sembra più che casuale, considerando che la prima Sony con quell’aspetto risale al 2013.
Al di là però dell’estetica ci sono molte altre caratteristiche che accomunano le due fotocamere. Continua a leggere Nikon Z7 vs Sony A7R III

Nikon Z7 vs D850

La prima fotocamera che viene in mente per un confronto a chi è interessato alla nuova Nikon Z7 è ovviamente la D850. Queste due macchine, pur appartenendo a categorie diverse, mirrorless e reflex, hanno alcune cose in comune. Sicuramente quindi chi è vorrebbe acquistare la Z7 è portato a paragonarne le caratteristiche con la reflex di alta gamma della stessa casa.
Fra le due ci sono delle differenze evidenti dovute al differente schema costruttivo, con la D850 grande, massiccia e pesante e la Z7 invece piccola e leggera. Cambia inoltre il sistema di visione ed inquadratura, ottico in una ed elettronico nell’altra, ma al di la di queste differenze macroscopiche è utile andare a vedere nel dettaglio quali sono le differenze ed anche le somiglianze. Continua a leggere Nikon Z7 vs D850

Nikon Z7 e Z6: qualche considerazione

L’annuncio delle nuove mirrorless fullframe di Nikon era ormai atteso da molto tempo e preannunciato con una sapiente campagna mediatica da Nikon stessa.
Al di là delle caratteristiche e qualità delle fotocamere e degli obiettivi presentati esso è importante per molti altri motivi e merita qualche altra considerazione oltre a quelle di tipo tecnico.
Un annuncio del genere nel settore fotografico, sopratutto da parte di Nikon, avviene molto raramente. L’ultimo, di analoga importanza, è avvenuto nel 1959 quando Nikon annunciò il modello F. Continua a leggere Nikon Z7 e Z6: qualche considerazione

Nikon mirrorless Z6 e Z7

Nikon ha rivelato oggi le sue tanto attese e tanto anticipate nuove mirrorless fullframe Z6 e Z7.
Le due mirrorless hanno dimensioni e peso sensibilmente inferiori alle reflex fullframe della casa, pur mantenendo esteticamente un aspetto tipicamente Nikon. Oltre alle due fotocamere Nikon ha presentato anche tre nuovi obiettivi della serie Z e un anello adattatore per l’uso degli obiettivi F.
La Z7 ha un sensore da 45,7 Mpx, mentre la Z6 ne ha uno da 24. Entrambi sono retroilluminati. L’elaboratore d’immagine è il nuovo Expeed 6. L’autofocus è ibrido, a rilevamento di fase e di contrasto, con 493 punti AF per la Z7 e 273 per la Z6 con una copertura del 90 % dell’area di immagine. Il mirino ha una risoluzione di 3,69 Mpx. Entrambe sono dotate di stabilizzazione sul sensore a “5 assi”, ripresa video 4K e connessioni wi-fi e Bluetooth. La Z6 arriva ad una velocità di raffica di 12 fg/s, mentre la Z7 arriva a 9. Entrambe infine hanno un corpo in lega di magnesio e sono protette da polvere ed acqua. Continua a leggere Nikon mirrorless Z6 e Z7

Nikon D850:impressioni

La Nikon D850 non è una novità dell’ultima ora essenso stata presentata nell’agosto del 2017. L’ho brevemente provata nel settembre 2017 nel corso della presentazione ufficiale di Nital, ma poichè al momento non era disponibile il software Capture NX-D per la conversione delle foto raw non ho pubblicato le impressioni. Poi sono sopravvenute altre novità ed altre prove.
Recentemente ho avuto modo di provarla nuovamente durante il Photo Show presso il negozio romano La Placa ed ho potuto effettuare altri scatti che completano i pochi effettuati nella prima occasione.
La D850, che succede alla D810, è una reflex rioluzionaria, per Nikon, sotto molti aspetti.
Prima di tutto ha un nuovo sensore, non derivato da Sony, ma sembra progettato da Nikon, del tipo BSI-CMOS, cioè retroilluminato, con 45 Mpx. E’ una prima per una reflex professionale. Poi introduce altre novità come l’otturatore con prima tendina elettronica, lo schermo orientabile e la ripresa video 4K.
L’autofocus è lo stesso della D5 e D500 con 153 punti AF. Il corpo è simile a quello della D810 con però alcune novità interessanti nei comandi. Continua a leggere Nikon D850:impressioni

Sony A9: impressioni

La A9 è una mirrorless professionale progettatta per per riprese sportive e di soggetti in movimento. La nuova fotocamera è dotata per la prima volta di un sensore fullframe CMOS retroilluminato “stacked” (a strati) con 24 Mpx. Può scattare a raffica fino a 20 fg/s per 241 foto raw o 362 jpeg mantenendo il live view. Lo scatto è silenzioso e privo di vibrazioni grazie ad un otturatore elettronico che arriva a 1/32000 di secondo. L’autofocus ibrido ha 693 punti AF a rilevamento di fase e l’AFe l’AE sono calcolati 60 volte al secondo. E’ dotata anche di stabilizzatore d’immagine a “5 assi”, di presa Ethernet e di doppio alloggiamento per schede SD. Il mirino OLED, per la prima volta in una Sony, ha la risoluzione di 3.686.000 punti. La ripresa video è 4K. Continua a leggere Sony A9: impressioni

Sony A99 II: test

La  A99 II è l’unica reflex fullframe di Sony. In realtà è un ibrido fra le reflex e le mirrorless. Infatti monta uno specchio fisso semitrasparente per mandare la luce all’autofocus e un mirino elettronico.
Ha però caratteristiche notevoli: monta un sensore fullframe (36×24 mm) BSI-CMOS retroilluminato e senza filtro antialias da 42 Mpx e un elaboratore d’immagine Bionz X che insieme promettono un’elevata qualità d’immagine. Il corpo è costruito interamente in lega di magnesio, protetto da polvere ed acqua. Può riprendere video 4K a 3840×2160 pixel. Dispone di un autofocus altamente sofisticato con 79 punti AF a rilevamento di fase, integrato da 399 punti a rilevamento di fase sul sensore e con ampia possibilità di personalizzazione. La raffica arriva a 12 fg/s e 8 fg/s con il live view. Infine il prezzo è alto, ma adeguato alla qualità della costruzione ed alle caratteristiche fotografiche altamente professionali che ne fanno uno strumento adatto ai professionisti, ma anche ai fotoamatori evoluti. Continua a leggere Sony A99 II: test

Sony A7 III

Sony presenta oggi la nuova versione della sua mirrorless fullframe base, la A7 III.
Questa versione introduce sulla A7 i miglioramenti introdotti precedentemente sulla A9 e poi sulla A7R III, a cominciare dalla forma dell’impugnatura e i comandi, compreso il joystick per la scelta ed il posizionamento dei punti AF.
La A7 III ha un sensore fullframe CMOS Exmor R retroilluminato da 24 Mpx. Il sensore è stabilizzato a “5 assi”. L’autofocus è ibrido con 693 punti AF a rilevamento di fase e 425 a rilevamento di contrasto. Il mirino elettronico è uguale a quello del precedente modello II con 2,36 Mpx. La raffica ora raggiunge i 10 fp/s. La ripresa video è 4K con uscita HDMI per un dispositivo esterno. Altra importante novità è la durata della batteria, ora portata a 710 scatti. Continua a leggere Sony A7 III