Archivi tag: evil

Panasonic Lumix G100

Panasonic ha presentato qualche giorno fa una nuova fotocamera, la Lumix G100 pensata come dispositivo per i vlogger. è infatti la prima fotocamera a vantare il dispositivo Audio OZO.
La G100 ha un sensore M43 (17,3×13 mm) in un corpo compatto e molto leggero che consente di realizzare facilmente filmati e foto. L’innesto obiettivi M43 consente infatti di montare tutta la vasta gamma di obiettivi per questo formato, mentre la stabilizzazione sul sensore a “5 assi” permette di stabilizzare sia le foto che i video 4K o Full HD. In più la disponibilità del sistema Audio OZO di Nokia con tre microfoni consente di registrare audio di qualità tracciando i soggetti rilevati e scegliendo la modailità audio più adatta per la ripresa. Continua a leggere Panasonic Lumix G100

Sony A9 II: test

La Sony A9 II è un’evoluzione della A9 presentata, circa 2 anni fa, da Sony con il preciso scopo di superare le prestazioni delle reflex professionali dedicate alla fotografia sportiva e naturalistica e candidarsi come la migliore scelta per questo scopo.
Le sue caratteristiche all’avanguardia per molti aspetti sono ancor oggi insuperate. La prima è il sensore da 24 Mpx BSI-CMOS “stacked”, poi l’otturatore elettronico che grazie al sensore “stacked” e in unione all’elaboratore Bionz X raggiunge un’elevata velocità di lettura e infine l’autofocus ibrido con 693 punti AF. Il tutto si traduce in una prestazione di 20 fg/s in raffica senza oscuramento del mirino che consente di seguire il soggetto in live view. Completano il tutto la stabilizzazione integrata sul sensore a “5 assi”, il doppio alloggiamento per schede SD UHS II, la ripresa video 4K, l’autonomia di 690 scatti ed il corpo sigillato e protetto, pur mantenendo le ridotte dimensioni della serie A7. Continua a leggere Sony A9 II: test

Nikon Z50: test

La Z50 è la prima mirrorless di formato APS (DX per Nikon) della casa gialla. La sua concezione riprende le caratteristiche delle precedenti Z6 e Z7 fullframe di cui ricalca l’estetica. Il sensore è un APS (23,5×15,6 mm) con 20,9 Mpx, simile a quello montato sulle D500 e D7500 tranne che per avere in più i pixel dedicati alla messa a fuoco a rilevamento di fase. L’innesto obiettivi è il Nikon Z uguale a quello delle sorelle fullframe, con le quali quindi è possibile scambiare gli obiettivi. Anche lo schema dei comandi è simile. Manca però la stabilizzazione integrata sul sensore. Una caratteristica particolare è invece lo schermo in grado di ribaltarsi di 180° gradi verso l’avanti.
Per la Z50 sono stati presentati da Nikon due obiettivi specifici adatti al formato DX.
Come ogni novità Nikon anche questa ha suscitato diverse aspettative e qualche critica e quindi con curiosità ho iniziato la prova. Continua a leggere Nikon Z50: test

Fujifilm GFX 100: test

La GFX 100 è una fotocamera professionale mirrorless di medio formato con l’elevatissima risoluzione di 102 Mpx. Fa seguito alle precedenti, anche se ancora in produzione, GFX 50S e 50R con 51 Mpx, ma si pone su un altro piano, molto più elevato. Questa fotocamera è infatti, per le sue caratteristiche e prezzo, un prodotto di nicchia, dedicato a chi ha la necessità della massima qualità d’immagine per foto con la più alta nitidezza e stampe di grandi dimensioni. E’ però molto innovativa rispetto a quanto fino ad ora disponibile allo stesso livello di risoluzione, esclusivamente modelli reflex, in quanto è progettata per essere usata non solo in studio, ma anche per essere portata fuori per i più diversi tipi di fotografia come paesaggi, eventi, cerimonie, ritratti, cronaca. Inoltre il suo prezzo di circa un terzo rispetto a quelli delle fotocamere con cui si confronta, insieme con la sua versatilità, la rende interessante per un investimento di acquisto, piuttosto che di noleggio come per le alternative disponibili. A questi livelli infatti fino ad oggi molti professionisti si limitavano a noleggiare una fotocamera di questa risoluzione solo nelle occasioni in cui avevano bisogno della loro qualità d’immagine. Con la GFX 100 è invece possibile sfruttare la fotocamera in molte più occasioni e situazioni e quindi ammortizzarne più facilmente il costo che è in ogni caso più ridotto. Continua a leggere Fujifilm GFX 100: test

Sony A7R IV: test

Con la A7R IV la serie delle mirrorless fullframe Sony è arrivata alla quarta generazione. La A7R IV parte dalla base della A7R III, già un’ottima fotocamera, ma la migliora in diversi aspetti. Innanzitutto il  sensore, sempre BSI-CMOS retroilluminato, ma ora con 61 Mpx. Poi l’autofocus ulteriormente migliorato e ora con 567 punti AF e il mirino che arriva ad una risoluzione di 5,76 Mpx. Anche il corpo è stato ridisegnato con un miglioramento della protezione da polvere ed acqua, un’impugnatura più grande e un joystick più ampio e riposizionato. Ci sono inoltre due alloggiamenti per schede di memoria SD UHS II, la connessione wi-fi 802-11ac, Bluetooth e NFC. La ripresa video è 4K senza pixel binning nel formato Super 35. E’ sempre presente la stabilizzazione sul sensore a “5 assi”, come nel precedente modello, che consente di guadagnare 5,5 stop. L’elaboratore d’immagine rimane il Bionz X e lo schermo è uguale al precedente con 1,44 Mpx orientabile in alto e in basso. Continua a leggere Sony A7R IV: test

Fujifilm X-T4

Fujifilm ha presentato oggi la X-T4, ultima versione delle mirrorless della serie X-Tn. Le novità più importanti della X-T4 sono l’introduzione (finalmente!) della stabilizzazione integrata sul sensore (IBIS), l’otturatore con maggiore velocità e collaudato per 300.000 scatti, la nuova batteria NP-W235 con un’autonomia aumentata a 500 scatti e lo schermo orientabile in tutte le direzioni. Continua a leggere Fujifilm X-T4

Panasonic S1: test

La S1 è stata presentata ad inizio 2019 insieme alla S1R, simile ma con 47 Mpx, e seguita poco dopo dalla S1H specializzata particolarmente per le riprese video. Queste fotocamere hanno inaugurato la linea di mirrorless di Panasonic con cui la casa ha voluto mettersi in gioco con i vecchi e nuovi concorrenti del settore.
La S1 è dotata di un sensore CMOS fullframe da 24 Mpx senza filtro antialias, di un mirino di alta qualità, uno schermo orientabile, di possibilità di ripresa video Full HD e 4K a varie velocità . La messa a fuoco a rilevamento di contrasto usa la tecnologia DFD veloce come quella a rilevamento di fase. Le sue caratteristiche sono altamente professionali, con un corpo metallico protetto da polvere ed acqua, la stabilizzazione integrata sul sensore a “5 assi” e una velocità di raffica che può arrivare a 9 fg/s Continua a leggere Panasonic S1: test

Canon annuncia lo sviluppo della EOS R5

Canon annuncia oggi lo sviluppo di una nuova e rivoluzionaria mirrorless professionale.
La EOS R5 avrà la stabilizzazione integrata sul sensore, la possibilità di ripresa video 8K (7680×4320 pixel), una velocità di raffica di 20 fg/s con l’otturatore elettronico e di 12 con quello meccanico e un doppio alloggiamento per schede di memoria.
Canon non ha fornito informazioni riguardo al sensore, ma per la ripresa video ad 8K è presumibile che disponga di un sensore da almeno 40 Mpx.
L’aspetto esterno della R5 dovrebbe essere simile, dalle poche foto distribuite, a quello della EOS R, ma sparirà la M-Fn bar che poco successo ha avuto.
Insieme alla EOS R5 Canon annuncia un nuovo obiettivo RF il 24-105 mm f/4-7,1 IS STM compatto e leggero e lo sviluppo di 9 nuovi obiettivi RF fra cui un interessante RF 100-500 mm f/4,5-7,1 L IS USM. e due moltiplicatori RF 1,4x e 2x. Continua a leggere Canon annuncia lo sviluppo della EOS R5

Olympus OM-DE-M1 Mk III e M.Zuiko 12-45/4,0

Olympus ha presentato la nuova versione della sua ammiraglia E-M1. La E-M1 Mk III presenta il miglior sistema di stabilizzazione dell’immagine al mondo con 7,5 stop di compensazione , un nuovo processore (TruePic IX), un autofocus preciso e veloce e una serie di funzioni di ripresa esclusive. Il sensore M43 è un Live MOS da 20,4 Mpx che lavora in combinazione col nuovo elaboratore d’immagine TruePic IX. La funzione 50MP Handheld High Res Shot consente di realizzare immagini con una risoluzione di circa 50 megapixel senza l’utilizzo di un treppiede e quella Tripod High Res Shot consente invece di memorizzare immagini RAW e JPEG con una risoluzione elevatissima (equivalente a circa 80 megapixel). La funzione Live ND, molto apprezzata sulla OM-D E-M1X, è stata introdotta anche in questo modello. L’autofocus è dotato delle innovative funzioni Starry Sky AF e Advanced Face Priority / Eye Priority AF ed ha 121 punti AF tutti a croce. La velocità di raffica con AF continuo arriva a 18 fg/s. Infine è stato aggiunto un joystick per lo spostamento dei punti AF. La ripresa video è Cine 4K.
Insieme alla E-M1 III Olympus ha presentato un nuovo zoom della serie Pro, M.Zuiko 12-45/4,0. Continua a leggere Olympus OM-DE-M1 Mk III e M.Zuiko 12-45/4,0

Olympus OM-D EM1 II: test

La Olympus OM-D E-M1 II è stata presentata oltre tre anni fa, alla Photokina del 2016, ma solo a fine 2019 me ne è stato inviato un esemplare per la prova. Al momento della presentazione le sue caratteristiche avevano impressionato molto favorevolmente: autofocus a rilevamento di fase con 121 punti AF, raffica fino a 18 fg/s con AF continuo, ripresa video Cine 4k, mirino ad alta risoluzione erano tutte caratteristiche all’avanguardia per l’epoca e non presenti in altre fotocamere anche di categoria superiore.
Oggi molte di queste sono disponibili in diversi altri modelli ed alcune sono state superate e migliorate. La E-M1 II resta comunque una fotocamera interessante e vale la pena di verificare quanto sia ancora attuale e concorrenziale. Continua a leggere Olympus OM-D EM1 II: test

Fujifilm X-T200 e XC 35/2,0

Fujifilm presenta oggi la X-T200, mirrorless base, che succede alla X-T100 con notevoli migliorie, un sensore e un processore migliorato, uno schermo sensibile al tocco più ampio e orientabile in tutte le direzioni, un mirino EVF di nuova concezione, AF con 435 punti e a rilevamento rapido del volto, la possibilità di scattare foto da 24,2 Mpx a 8 fg/s e registrare video 4K 30p con la nuova modalità di stabilizzazione elettronica.
Inoltre presenta un nuovo obiettivo della linea XC, il 35 mm f/2,0 equivalente ad un 52 mm, compatto e leggero, solo 130 g, che si adatta molto bene alle ridotte dimensioni della X-T200, con messa a fuoco interna azionata da un motore passo-passo. Continua a leggere Fujifilm X-T200 e XC 35/2,0

Fujifilm GFX 50R: test

La GFX 50R è la seconda mirrorless medio formato presentata da Fujifilm. Differisce dalla 50S per la forma del corpo. Infatti questo ricorda la forma delle fotocamere a telemetro, senza sporgenze sulla calotta e con il mirino all’estrema sinistra del corpo, mentre la 50S ha la forma di una reflex con il mirino sporgente. Fujifilm, dopo essersi affermata con le sue mirrorless APS della serie X ha preferito, per offrire una migliore qualità d’immagine, entrare nel campo delle medio formato, nel quale vantava una lunga esperienza ai tempi della pellicola, piuttosto che in quello delle fullframe. Lo schema mirrorless ha permesso a Fujifilm di realizzare una fotocamera che come dimensioni e peso è paragonabile ad una reflex o mirrorless fullframe.
Il sensore, che misura 44×33 mm ed ha 51 Mpx che consentono una risoluzione elevata, e il resto dell’elettronica sono però gli stessi. Il mirino elettronico ha un’alta risoluzione, lo schermo è orientabile, dispone di ripresa video Full HD e di connessione wi-fi e Bluetooth. Continua a leggere Fujifilm GFX 50R: test

Nuovi obiettivi Nikon

Nikon oltre alla D780 ha presentato due nuovi teleobiettivi zoom professionali.
L’AF-S Nikkor 120-200 mm f/2,8E FL ED SR VR è uno zoom con innesto F per le reflex Nikon con una elevata luminosità, adatto per foto sportive e naturalistiche. Vanta un’elevata risoluzione e un autofocus con alte prestazioni.
Il Nikkor Z 70-200 mm f/2,8 VR S è invece un tele zoom luminoso per le mirrorless serie Z, anche questo adatto per eventi sportivi, reportage e video. Anche questo obiettivo vanta un’elevata nitidezza ed alte prestazioni per l’autofocus. Continua a leggere Nuovi obiettivi Nikon

Canon EOS M50: test

La EOS M50 è una piccola mirrorless dalla serie M di Canon. Deriva dalla M5 ma per il prezzo appartiene ad una categoria inferiore, quella delle fotocamere di base, semplici ed economiche. E’ dotata comunque delle migliori caratteristiche delle fotocamere Canon a cominciare dal sensore APS-C da 24 Mpx, la messa a fuco ibrida con la tecnologia Dual pixel AF, il mirino elettronico, uno schermo orientabile e sensibile al tocco e la ripresa video 4K. Il tutto in dimensioni e peso contenuti. L’innesto obiettivi è il Canon EF-M. Continua a leggere Canon EOS M50: test

Fujifilm X-Pro3: impressioni

In occasione della presentazione alla stampa della X-Pro3 è stato possibile esaminare la fotocamera, provarla e scattare foto di prova. Ho atteso a pubblicarne le impressioni fino a che è stato disponibile l’aggiornamento software di CaptureOne for Fujifilm per poter valutare la qualità delle foto raw scattate nell’occasione.
La X-Pro3 è, come dice il nome, la terza versione di questa mirrorless unica nel suo genere perché dotata di un mirino ibrido, ottico o digitale in alternativa e di una forma che richiama le fotocamere a telemetro. La prima versione X-Pro1, presentata nel 2012, era dotata di un sensore con tecnologia X-Trans CMOS da 16 Mpx, la seconda X-Pro2, con molti miglioramenti funzionali, aveva un sensore X-Trans CMOS III da 24 Mpx, questa nuova X-Pro3 ha infine un sensore X-Trans CMOS IV da 26,1 Mpx uguale a quello montato sulle X-T3 e X-T30.
Nella presentazione della X-Pro3 è stato evidenziato il legame con il passato analogico e della fotografia a colori di Fujifilm che si è voluto conferire a questa fotocamera. Continua a leggere Fujifilm X-Pro3: impressioni

Panasonic S1R: test

La S1R è la nuova ammiraglia fullframe di Panasonic. E’ stata presentata ad inizio anno insieme alla S1, simile ma con 24 Mpx, e seguita poco dopo dalla S1H specializzata particolarmente per le riprese video. Queste fotocamere hanno inaugurato la linea di mirrorless fullframe di Panasonic con cui la casa ha voluto mettersi in gioco con i vecchi e nuovi concorrenti del settore.
La S1R è dotata di un sensore CMOS da 47 Mpx senza filtro antialias, di un mirino di alta qualità, uno schermo orientabile, di possibilità di ripresa video 4K e Full HD a varie velocità in formato AVCHD o MP4. La messa a fuoco a rilevamento di contrasto usa la tecnologia DFD veloce come quella a rilevamento di fase. Le sue caratteristiche sono altamente professionali, con un corpo metallico protetto da polvere ed acqua, la stabilizzazione integrata sul sensore a “5 assi” e una velocità di raffica che può arrivare a 9 fg/s. Continua a leggere Panasonic S1R: test

Leica SL2

Leica ha presentato oggi una nuova mirrorless fullframe.
La SL2, che succede alla precedente SL, ha un aspetto simile al precedente modello, ma introduce numerose innovazioni nella sua tecnologia. Infatti è dotata di un nuovo sensore da 47 Mpx e di un nuovo elaboratore d’immagine Maestro III. Per la prima volta per Leica introduce la stabilizzazione sul sensore a “5 assi”. L’innesto obiettivi è il Leica SL, cioè quel L Mount condiviso con Panasonic e Sigma che apre la strada alla possibilità di montare obiettivi dei tre marchi. L’autofocus è a rilevamento di contrasto, con “mappatura della profondità”, con 225 punti AF. Il mirino ad alta risoluzione ha 5,76 Mpx e lo schermo da 3,2″ e 2,1 Mpx è sensibile al tocco. La raffica arriva a 20 fg/s, ma solo a 6 con AF continuo. Riprende video C4K. Continua a leggere Leica SL2

Fujifilm X-Pro3

La scorsa settimana Fujifilm ha presentato la X-Pro3. La nuova mirrorless continua la linea delle X-pro, iniziata nel 2012 col modello 1 e poi proseguita nel 2016 con il 2. Questa nuova versione è stata sviluppata con una filosofia “analogica”, come dice Fujifilm, o comunque per una fotografia più pensata e ragionata. Infatti la prima cosa che salta all’occhio impugnandola è che non ha uno schermo posteriore, anche se in realtà non è così come spiegherò.

La X-Pro3 è dotata comunque della tecnologia Fujifilm più avanzata. Il sensore è l’X-Trans CMOS IV retroilluminato da 26,1 Mpx, uguale a quello della X-T3, come l’elaboratore d’immagine X-Processor 4. Il mirino è ibrido, ottico, come nelle fotocamere a telemetro, o elettronico. L’autofocus sempre ibrido ha 425 punti AF a rilevamento di fase. sono presenti le note simulazioni film Fujifilm con l’aggiunta del profilo “Color Chrome”. Il corpo è costruito in titanio e disponibile in tre colori: Black, Duratec Black e Duratec Silver, queste ultime con un trattamento speciale che ne aumenta la resistenza. Continua a leggere Fujifilm X-Pro3

Olympus OM-D E-M5 III

Olympus ha presentato oggi la nuova versione della E-M5.
La OM-D E-M5 III ha quasi tutte le caratteristiche tecniche della sorella più grande E-M1 II in un corpo più compatto, simile a quello della precedente versione. Ha quindi un sensore CMOS di formato M43 (17,3×13 mm) da 20 Mpx, elaboratore d’immagine TruePic VIII, autofocus a rilevamento di fase con 121 punti AF, mirino con 2,36 Mpx, schermo orientabile in tutte le direzioni, velocità di raffica fino a 30 fg/s e ripresa video C4K.
Per ridurre le dimensioni molti componenti sono stati miniaturizzati come lo stabilizzatore sul sensore che ora arriva ad un guadagno di 5,5 stop, la batteria e il mirino. Continua a leggere Olympus OM-D E-M5 III

Nikon Z50 e nuovi obiettivi Z DX

Nikon ha presentato la sua prima mirrorless APS.
La Z50 ha un sensore di formato APS (DX per Nikon, 23,5×15,7 mm) da 21 Mpx, elaboratore d’immagine Expeed 6, autofocus a rilevamento di fase con 209 punti AF che coprono circa il 90 % dell’inquadratura e rilevamento degli occhi. Il mirino elettronico ha 2,36 Mpx e lo schermo è orientabile in alto e in basso. La velocità di raffica è di 11 fg/s e la ripresa video 4K. L’innesto obiettivi è lo Z introdotto con le mirrorless fullframe Z6/Z7. il corpo, protetto da polvere ed acqua, riprende il disegno di queste ultime con proporzioni più ridotte con un’evidente sporgenza del mirino e un’impugnatura pronunciata.
Inoltre Nikon presenta due obiettivi Z DX adatti al formato APS: Nikkor Z DX 16-50/3,5-6,3 VR e Nikkor Z DX 50-250/4,0-6,3 VR. Continua a leggere Nikon Z50 e nuovi obiettivi Z DX