Archivi tag: evil

Photokina 2018 – Nikon

Lo stand Nikon era in un padiglione di fronte a quello di Canon, ma come al solito diverso per non mettere i due amici-nemici vicini.
Lo stand era molto grande e con larghi spazi, dominato dai due banconi uno dedicato alle nuove mirrorless, ma intitolato Z7 e l’altro alle reflex, ma intitolato alla D850. Dall’affollamento ben diverso tra i due si capiva subito che l’interesse del pubblico era tutto per la Z7.
Questa è stata lanciata con il motto “Capture tomorrow” che dominava tutto lo stand, stanamente simile al “Capture the future” di Canon. Si saranno messi d’accordo?
Nello stand era comunque presente tutta la produzione Nikon per quanto riguarda reflex, mirrorless ed obiettivi. Le reflex e le mirrorless era possibile provarle, anche se non era previsto un apposito set di prova, e ce n’erano molte a disposizione, mentre non era previsto un bancone per la prova degli obiettivi. Continua a leggere Photokina 2018 – Nikon

Annunci

Photokina 2018 – Leica

Lo stand Leica, accanto a quello Nikon era di proporzioni più ridotte, nulla a che fare con il magnifico stand con mostre fotografiche annesse di due edizioni fa.
C’era un grande spazio dedicato al Wetzlar Park la mitica sede di Leica in Germania dove attualmente vengono prodotte tutte le fotocamere ed obiettivi Leica, tranne le compatte e bridge di derivazione Panasonic.
C’era anche in evidenza la Leica Sofort, la fotocamera a sviluppo istantaneo di Leica che usa le pellicole Fujifilm. L’attenzione maggiore era però per le ultime novità, la Leica M10P e la S3, presentata in anteprima alla Photokina.
Nello stand si dava anche grande evidenza all’alleanza L-Mount.
Continua a leggere Photokina 2018 – Leica

Photokina 2018 – Hasselblad

Lo stand Hasselblad quest’anno finalmente si trovava al piano superiore, vicino a Fujifilm, e non nascosto nel piano inferiore destinato ai marchi meno importanti come nelle scorse edizioni.
Lo stand, sempre molto affollato, proponeva tutta la produzione Hasselblad, dalle reflex medio formato del sistema H, ai dorsi digitali compreso l’H6D 100 da 100 Mpx e agli obiettivi dello stesso sistema, ma la protagonista principale era la mirrorless medio formato X1D e il suo sistema di obiettivi.
C’era anche un auditorim sempre affollato in cui sono stati tenuti numerosi workshop su Hasselblad e la fotografia in generale. Continua a leggere Photokina 2018 – Hasselblad

Photokina_2018 – Fujifilm

Fujifilm aveva un grande stand nel padiglione 4, separato dagli altri marchi di fotocamere e vicino a quelli di obiettivi. C’erano spazi dedicati alle fotocamere Instax per la fotografia immediata, altro dedicato alla stampa da smartphone e uno spazio dove i ragazzi delle scuole potevano comporre delle composizioni a partire dalle stampe o dalle foto istantanee.
Non mancava un grande auditorium con workshop sempre molto affollati.
Le novità erano molto interessanti ed era possibile provarle. Innanzitutto la nuova medio formato GFX 50R, presentata all’ultimo minuto il giorno prima dell’apertura della fiera. E’ una nuova mirrorless medio formato, con l’aspetto di una fotocamera a telemetro, mentre la precedente GFX 50S assomigliava ad una reflex. Poi c’era la nuova X-T3 con la quarta generazione del sensore X-Trans CMOS.

Continua a leggere Photokina_2018 – Fujifilm

Photokina 2018 – Canon

Inizio questi articoli sulle novità presentate in Photokina in stretto ordine alfabetico, quindi la prima è Canon.
Il suo stand, come detto, è il primo che si incontra entrando ed è stato sempre uno dei più affollati. Lo stand era dominato dal motto “Capture the future” in riferimento alla grande novità della casa, la EOS R.

Continua a leggere Photokina 2018 – Canon

Fujifilm GFX 50R

Fujifilm ha annunciato il 25 settembre, il giorno prima dell’apertura della Photokina la GFX 50R, una nuova mirrorless medio formato.
La GFX 50R ha uno stile da fotocamera a telemetro, somigliante alla X-E3 o alla X-Pro2, e riprende tutte le caratteristiche della GFX 50S. Il corpo però è più piccolo e leggero, senza la sporgenza posteriore e con il mirino elettronico integrato sulla sinistra. E’ costruito sempre in metallo, protetto da polvere ed acqua, ma pesa 145 g in meno. Il sensore è sempre lo stesso con 50 Mpx. Il mirino sempre con 3,69 Mpx ha un ingrandimento leggermente inferiore, 0,77x. Lo schermo è ribaltabile e di tipo sensibile altocco. Varia la calotta superiore che perde il piccolo pannello LCD e la ghiera delle sensibilità a favore di quella per la compensazione dell’esposizione. Al posto del jiystick posteriore per la scelta dei punti AF è disponibile la funzione touch sullo schermo. La ripresa video è sempre Full HD. Oltre alla connessione wi-fi è stata aggiunta anche quella Bluetooth.
La notizia più importante è il prezzo che sarà ben inferiore a quello della GFX 50S, cioè 4.575 € solo corpo. Continua a leggere Fujifilm GFX 50R

Nuove fullframe Panasonic

Domani nella conferenza di preapertura della Photokina Panasonic annuncerà due nuove fotocamere mirrorless fullframe. In fiera però presumibilmente sarà esposto solo un prototipo e le due fotocamere dovrebbero essere disponibili dal marzo 2019.
Saranno una fullframe base con un sensore da almeno 20 Mpx e una di alto livello con un sensore vicino ai 50 Mpx. Entrambi i sensori saranno prodotti da Panasonic. Le due mirrorless avranno l’innesto obiettivi L-Mount come annunciato dall’alleanza di Leica, panasonic e Sigma. Oltre alle fotocamere Panasonic annuncerà anche tre nuovi obiettivi per fullframe, 24-70 mm, 70-200 mm e 50 mm. Continua a leggere Nuove fullframe Panasonic

Il mondo è cambiato

Il mondo della fotografia intendo, naturalmente.
Come quasi 60 anni fa c’è una rivoluzione nel campo delle fotocamere. All’epoca, nel 1959, Canon e Nikon che fino a quel momento avevano prodotto ottime fotocamere a telemetro, concorrenti delle Leica che dominavano il mercato, esordivano nel campo delle reflex con la Canonflex R e la Nikon F. Le reflex 35 mm esistevano già, prodotte fin dal 1933 dalla tedesca Exakta e poi perfezionate dalla Asahi Pentax e dalla Minolta negli anni 50, ma non si erano mai affermate contro le telemetro. Poi dal 1959 fu la vera rivoluzione, sopratutto con la Nikon F, e le reflex si affermarono come le fotocamere professionali portatili.
Ora siamo di fronte ad una nuova rivoluzione: le mirrorless prodotte inizialmente, con scetticismo dei più, da Panasonic, Olympus, Fujifilm e Sony ora sono state “adottate”, dopo la loro affermazione con Sony fra le professionali anche dai due leader del mercato, Canon e Nikon e sono destinate a diventare le tipiche fotocamere professionali dei nostri giorni. Continua a leggere Il mondo è cambiato

Fujifilm X-T3

Non si fermano le novità per le mirrorless: Fujifilm presenta oggi la nuova X-T3, terza generazione della fortunata serie X-Tx. La nuova mirrorless ha un nuovo sensore X-Trans CMOS di quarta generazione, retroilluminato, con 26 Mpx, senza filtro antialias e con la distribuzione dei filtri colore aperiodica che caratterizza questi sensori e un nuovo elaboratore d’immagine X-processor 4.
Il corpo è simile alla versione precedente con ghiere esterne per i tempi, la sensibilità e la compensazione dell’esposizione, ma è stato migliorato lo schermo, ora sensibile al tocco, e il mirino ora con la risoluzione di 3,69 Mpx. La X-T3 raggiunge ora le sue massime prestazioni in raffica , 11 fg/s con otturatore meccanico e 20 con quello elettronico, senza la necessità dell’impugnatura portabatteria accessoria. Inoltre può raggiungere i 30 fg/s con un ritaglio 1,25x. L’autofocus a rilevamento di fase comprende 2,1 Mpx di pixel sdoppiati sul sensore con 425 punti AF e prestazioni migliorate nell’inseguimento. Molto curata la parte video con la possibilità di ripresa 4K a 60 fg/s e la registrazione su scheda interna 4:2:0 a 10 bit e simultaneamente sull’uscita HDMI in 4:2:2 a 10 bit, anche con il profilo F-Log e con un futuro aggiornamento firmware HDL. Continua a leggere Fujifilm X-T3

Canon EOS R

A due settimane dalla presentazione da parte di Nikon delle sue mirrorless full frame Canon risponde presentando a sua volta la sua nuova mirrorless fullframe EOS R.
Anche in questo caso la nuova EOS R ha dimensioni più contenute delle reflex della casa, pur mantenendo un’estetica che la fa riconoscere come Canon. Insieme alla EOS R Canon ha annunciato quattro nuovi obiettivi con il nuovo innesto R, tre anelli adattatori per le ottiche EF e EF-S e alcuni accessori fra cui un’impugnatura portabatteria.
La EOS R è dotata di un sensore da 30, 3 Mpx e di un elaboratore d’immagine Digic 8. L’autofocus, che si avvale della tecnologia Dual Pixel AF, è ibrido a rilevazione di fase e di contrasto con lo strabiliante numero di 5655 punti AF e una copertura del fotogramma del 100 % in orizzontale e del 88 % in verticale con un’elevatissima sensibilità, -6 EV. Il mirino è ad alta risoluzione con 3,69 Mpx. La ripresa video è 4K, la raffica arriva fino a 8 fg/s. Dispone di wi-fi e Bluetooth ed il corpo è protetto da polvere ed acqua. Continua a leggere Canon EOS R

Nikon Z7 vs Sony A7R III

La più diretta concorrente della Nikon Z7 e anzi la fotocamera a cui si è ispirata è senza dubbio la Sony A7R III. Queste due macchine sono simili per molti aspetti, ma la Sony è stata presentata prima sul mercato, nel corso del 2017, mentre la Nikon è stata svelata solo a 2018 avanzato.
Il primo aspetto in cui le due fotocamere si assomigliano sono l’estetica e le dimensioni. La Nikon è un po’ più arrotondata della Sony, piuttosto squadrata, ma la somigianza sembra più che casuale, considerando che la prima Sony con quell’aspetto risale al 2013.
Al di là però dell’estetica ci sono molte altre caratteristiche che accomunano le due fotocamere. Continua a leggere Nikon Z7 vs Sony A7R III

Nikon Z7 vs D850

La prima fotocamera che viene in mente per un confronto a chi è interessato alla nuova Nikon Z7 è ovviamente la D850. Queste due macchine, pur appartenendo a categorie diverse, mirrorless e reflex, hanno alcune cose in comune. Sicuramente quindi chi è vorrebbe acquistare la Z7 è portato a paragonarne le caratteristiche con la reflex di alta gamma della stessa casa.
Fra le due ci sono delle differenze evidenti dovute al differente schema costruttivo, con la D850 grande, massiccia e pesante e la Z7 invece piccola e leggera. Cambia inoltre il sistema di visione ed inquadratura, ottico in una ed elettronico nell’altra, ma al di la di queste differenze macroscopiche è utile andare a vedere nel dettaglio quali sono le differenze ed anche le somiglianze. Continua a leggere Nikon Z7 vs D850

Panasonic GH5: test

La gamma delle mirrorless Micro 4/3 Panasonic comprende due serie di modelli: quelle più compatte, in alcuni casi non dotate di mirino, e quelle dotate di mirino e che assomigliano, nella forma, alle reflex. La GH5 fa parte della serie delle mirrorless dotate di mirino e ne rappresenta il modello di punta, insieme alla G9. E’ dotata di un sensore CMOS Micro 4/3 da 20 Mpx senza filtro antialias, di un mirino di alta qualità, uno schermo orientabile, di possibilità di ripresa video Full HD e 4K a varie velocità e formato AVHC, MOV o MP4. La messa a fuoco è a rilevamento di contrasto e usa la tecnologia DFD per renderla più veloce. Le sue caratteristiche sono professionali, con un corpo metallico protetto da polvere ed acqua, la stabilizzazione integrata sul sensore a “5 assi” e delle funzioni video molto avanzate.
E’ anche venduta in kit con lo zoom Leica Vario-Elmarit 12-60 mm f/2,8-4,0 (equivalente ad un 24-120) stabilizzato. Continua a leggere Panasonic GH5: test

Fujifilm X-T100

Fujifilm ha presentato oggi una nuova mirrorless della serie X, la X-T100, che si pone alla base della serie di fotocamere mirrorless della casa.
La X-T100 ha una forma esterna simile alla X-T20 e vagamente retrò, ma non riprende lo schema dei comandi con ghiere esterne e dirette dei modelli superiori. E’ dotata però di mirino, a differenza dell’altro modello base, la X-A5, che ne è priva. Ha un sensore CMOS di formato APS (23,5×15,7 mm) con 24 Mpx, diverso da quello X-Trans CMOS montato sulla X-T20, ma analogo a quello della X-A5. Il mirino OLED ha 2,36 Mpx e ingrandimento 0,62x. Lo schermo di tipo sensibile al tocco è orientabile in tre direzioni fino a 180° in avanti. Riprende video 4K a 3840×2160 pixel ed è dotata di connessioni wi-fi e Bluetooth. Continua a leggere Fujifilm X-T100

Fujifilm X-H1: impressioni

Questa mirrorless, presentata nel febbraio di quest’anno, si posiziona al vertice della gamma APS di Fujifilm. La X-H1 eredita molte caratteristiche della X-T2, ma ne migliora alcuni aspetti importanti. Il primo è l’introduzione, per la prima volta nella gamma Fujifilm, della stabilizzazione sul sensore. Poi è stato migliorato notevolmente il comparto video. La X-H1 riprende video Cine 4K a 4096×2160 pixel, dispone di una nuova simulazione pellicola “Eterna” che simula l’effetto pellicola cinematografica, di un’opzione F-Log per la ripresa con una curva ad alta gamma dinamica, di registrazione ad alta velocità (120 fg/s) e di funzioni per la regolazione silenziose.
Il corpo della fotocamera, in lega di magnesio e protetto da polvere ed acqua, è più grande e robusto di quello della X-T2. Il mirino ha una risoluzione maggiore. E’ stato aggiunto anche un piccolo pannello LCD che visualizza le impostazioni principali. Il sensore APS è lo stesso X-Trans CMOS III della X-T2, come l’autofocus, ma è stato migliorato l’elaboratore d’immagine X-Processor Pro. Continua a leggere Fujifilm X-H1: impressioni

Sony A9: impressioni

La A9 è una mirrorless professionale progettatta per per riprese sportive e di soggetti in movimento. La nuova fotocamera è dotata per la prima volta di un sensore fullframe CMOS retroilluminato “stacked” (a strati) con 24 Mpx. Può scattare a raffica fino a 20 fg/s per 241 foto raw o 362 jpeg mantenendo il live view. Lo scatto è silenzioso e privo di vibrazioni grazie ad un otturatore elettronico che arriva a 1/32000 di secondo. L’autofocus ibrido ha 693 punti AF a rilevamento di fase e l’AFe l’AE sono calcolati 60 volte al secondo. E’ dotata anche di stabilizzatore d’immagine a “5 assi”, di presa Ethernet e di doppio alloggiamento per schede SD. Il mirino OLED, per la prima volta in una Sony, ha la risoluzione di 3.686.000 punti. La ripresa video è 4K. Continua a leggere Sony A9: impressioni

Olympus OM-D E-M10 III: test

Olympus è diventata famosa negli anni 70 per le sue reflex OM che univano le dimensioni contenute a confronto con le quelle massicce delle reflex dell’epoca con la qualità delle fotocamere e degli obiettivi. In questi ultimi anni Olympus ha rinnovato la sua gamma digitale con una nuova serie di fotocamere di alta classe che si richiama esplicitamente a questa tradizione: la serie infatti si chiama OM-D e comprende anche fotocamere al vertice della qualità e di taglio professionale come la E-M1 II.
L’ultma nata è la E-M10 III, evoluzione della precedente E-M10 a suo tempo provata. La E-M10 III mantiene la configurazione mirrorless, con la forma di una reflex in miniatura e il sensore M43 da 16 Mpx, ma introduce miglioramenti nella stabilizzazione, ora a “5 assi” come i modelli superiori, nell’elaboratore d’immagine TruePic VIII, nell’autofocus, nel mirino con una maggiore risoluzione e nella ripresa video 4K. Il tutto è raccolto in un corpo estremamente piccolo e leggero che ne fa una delle più piccole fotocamere ad obiettivi intercambiabili dotate di mirino. Continua a leggere Olympus OM-D E-M10 III: test

Fujifilm GFX 50S: test

La GFX 50S è una mirrorless medio formato. Insieme alla Hasselblad X1-D, presentata quasi contemporaneamente, è stata la prima fotocamera medio formato con questo schema costruttivo.
Fujifilm, dopo essersi affermata con le sue mirrorless APS della serie X ha preferito, per offrire una migliore qualità d’immagine, entrare nel campo delle medio formato, nel quale vantava una lunga esperienza ai tempi della pellicola, piuttosto che in quello delle fullframe. Lo schema mirrorless ha permesso a Fujifilm di realizzare una fotocamera che come dimensioni e peso è paragonabile ad una reflex fullframe.
L’assenza dello specchio poi consente di realizzare degli obiettivi che si avvicinano molto con la lente posteriore al piano del sensore contenendone le dimensioni. Il sensore da 44×33 mm ha 51 Mpx che consentono una risoluzione estremamente elevata. Il mirino elettronico ha un’elevata risoluzione, lo schermo è orientabile, dispone di ripresa video Full HD e di connessione wi-fi.
Il prezzo è alto come per tutte le medio formato, ma inferiore ad alcune concorrenti reflex. Continua a leggere Fujifilm GFX 50S: test

Sony A7 III

Sony presenta oggi la nuova versione della sua mirrorless fullframe base, la A7 III.
Questa versione introduce sulla A7 i miglioramenti introdotti precedentemente sulla A9 e poi sulla A7R III, a cominciare dalla forma dell’impugnatura e i comandi, compreso il joystick per la scelta ed il posizionamento dei punti AF.
La A7 III ha un sensore fullframe CMOS Exmor R retroilluminato da 24 Mpx. Il sensore è stabilizzato a “5 assi”. L’autofocus è ibrido con 693 punti AF a rilevamento di fase e 425 a rilevamento di contrasto. Il mirino elettronico è uguale a quello del precedente modello II con 2,36 Mpx. La raffica ora raggiunge i 10 fp/s. La ripresa video è 4K con uscita HDMI per un dispositivo esterno. Altra importante novità è la durata della batteria, ora portata a 710 scatti. Continua a leggere Sony A7 III

Canon EOS-M50

Canon ha presentato oggi una nuova mirrorless della serie EOS-M.
La nuova EOS-M50 ha un sensore da 24 Mpx di formato APS-C e un elaboratore d’immagine DIGIC 8. L’autofocus adotta la tecnologia Dual Pixel AF, già presente in altri modelli Canon, con 143 punti AF. Lo schermo è completamente orientabile e sensibile al tocco. Il mirino elettronico è situato sopra il corpo dando alla EOS-M50 la forma di una reflex in miniatura. La raffica arriva a 10 fg/s e la ripresa video è 4K. La connettività è wi-fi e Bluetooth.
La EOS-M50 si rivolege al pubblico di coloro che proveniendo dall’uso di smartphone o compatte per fotografare vogliono una macchina che offra migliore qualità e che sia facile e semplice da usare. Continua a leggere Canon EOS-M50