Pentax K5 : test ad alti Iso

La pentax K5 è il più recente modello di questa marca nel settore APS. E’ una reflex di alto di gamma, con sensore da 16 Mpx, corpo in metallo protetto da polvere ed umidità e particolarmente compatto, stabilizzatore incorporato. Si pone in concorrenza con le reflex top per il formato APS di Canon e Nikon, in particolare Canon 7D e Nikon D7000. Ero quindi molto interessato a provare come va, viste anche le lusinghiere prove pubblicate in rete e sulle riviste, e a paragonarla con la Nikon D7000.

Le caratteristiche principali della K5 sono state illustrate al momento della sua presentazione nell’articolo “<a href=”Pentax K5 e nuovo 18-135“.
La K5 è una reflex compatta e leggera,per la categoria, con la tipica linea aabbastanza squadrata delle reflex Pentax. Il corpo ha una struttura in acciaio inox con l’involucro esterno in lega di magnesio. E’ protetto da 77 guarnizioni contro spruzzi d’acqua, neve, sabbia e polvere. E’ disponibila anche un’intera gamma di obiettivi WR a tenuta stagna con 6 guarnizioni. Anche l’impugnatura opzionale portabatterie è protetta da 43 guarnizioni. Ho assistito ad una dimostrazione di una K5 messa, accesa, sotto un rubinetto per qualche minuto che dopo questo trattamento continuava a funzionare perfettamente.
Il sensore è un CMOS da 16 Mpx stabilizzato tramite un sensore giroscopico e opportuni elettromagneti che lo spostano per compensare le vibrazioni della fotocamera permettendo di guadagnare fino a quattro stop con tutti gli obiettivi. L’elaboratore d’immagine è il Prime II abbinato ad un convertitore analogico/digitale a 14 bit. Questo permette una raffica fino a 7 fg/s. L’otturatore ha tempi da 30 sec a 1/8000. L’autofocus SAFOX 11+ prevede 11 punti AF di cui 9 a croce ed è possibile personalizzare la taratura sui propri obiettivi. La sensibilità Iso può variare da 80 a 51.200 Iso. E’ disponibile la funzione live-view con AF a rilevamento di contrasto e la ripresa video Full HD 1920×1080 pixel. L’esposimetro ha 77 zone di misurazione ed è disponibile la funzione DRE per espandere la gamma dinamica. Inoltre la K5 dispone di 18 filtri digitali per numerosi effetti applicabili direttamente in macchina. lo schermo da 3” ha una risoluzione di 921.000 pixel. Il mirino a pentaprisma ha una copertura del 100 % e un ingrandimento di 0,92x (reale 0,61x). E’ disponibile una livella elettronica, la personalizzazione dei pulsanti e delle funzioni e la ripresa intervallata. Sul pentaprisma è inserito un flash estraibile in modo automatico o manuale.
Per la K5 e le altre reflex Pentax sono disponibili 28 obiettivi, tutti ottimizzati per il formato APS, 12 a focale fissa dal 14 al 300 mm, fra cui 7 “Limited” di alta qualità, 13 zoom dal fish-eye 10-17 allo zoom 55-300 e 3 macro. Alcuni montano il nuovo motore ad ultrasuoni SDM, gli altri sono comandati dal motore nel corpo. Molti appartengono alla serie WR impermeabilizzata, di cui ho già parlato. la K5,come le altre reflex Pentax, è compatibile con i precedenti obiettivi KAF e con i precedenti K con alcune limitazioni. Possono essere anche motati gli obiettivi a vite M42 e quelli per medio formato, con alcune limitazioni funzionali.
Impugnando la macchina a fronte della sua compattezza fa riscontro un peso non troppo lontano dalla D7000 e una buona consistenza, dovuti al corpo metallico.
I comandi sono in posizione classica, concentrati sulla calotta superiore e sul dorso, compreso il pulsante verde per la ripresa video. Il pulsante per la modifica della sensibilità Iso è sulla calotta accanto a quello di scatto, quindi molto facile da raggiungere. Nell’uso si sono dimostrati un po’ “scattosi” e meno morbidi di quelli della D7000. Interessante il pulsante “Raw” sulla sinistra del bocchettone di innesto ottiche che consente di salvare una foto in raw anche se si è impostato il salvataggio in jpeg.
Il mirino è ampio e luminoso, simile a quello della D7000 e consente di controllare i parametri di scatto, tempi diaframmi e sensibilità. I punti AF attivi sono evidenziati, molto piccoli, con un quadratino rossa. L’autofocus può essere singolo (AF-S), continuo (AF-C), con scelta automatica fra le due modalità (AF-A) e manuale. I punti AF possono essere scelti automaticamente o selezionati dal fotografo.

Avrei voluto provare con la K5 gli obiettivi SDM, in particolare il 16-50/2,8, il 50-135/2,8 e il 60-250/4.0, ma non erano disponibili in quanto inviati ad un’altra manifestazione. Ho provato allora il 50-200/4-5,6 WR perchè con la Kr avevo già provato il 18-135 WR.
Le foto sono state salvate in raw nel formato DNG di Adobe e convertite con Adobe Lightroo visto che non ho disponibile le pentax Utilities.
Nella galleria ho inserito anche alcune foto fatte con la Nikon D7000 e il 18-200 Vr per un confronto omogeneo con l’obiettivo usato per la K5. Se avessi provato il 60-250 pentax avrei inserito quelle fatte con il 70-300.

Le foto sono a pieno formato. Passandovi sopra con il mouse si potrò leggere con che macchina sono state scattate e la sensibilità usata. Nell’osservarle si deve tenere presente che viste su un monitor di normale risoluzione se intere avrebbero le dimensioni di circa 130×90 cm e non si guarderebbero certo da 50 cm di distanza.

Le fotopresentano un’ottima nitidezza. Fino a 800 Iso non è percepibile rumore. A 1600 Iso si può vedere in forma molto ridotta solo nelle zone scure dell’immagine, appena di più della D7000; la nitidezza rimane ottima. A 3200 Iso la nitidezza è ancora ottima, il rumore aumenta di poco, ma comincia a presentare dei puntini colorati a differenza di quello della D7000 in granuli molto simili a quelli della pellicola. Ai 6400 Iso la nitidezza diminuisce un po’, ma è ottima per questa sensibilità. Il rumore aumenta e si vede anche sulle tonalità intermedie. Al solito presenta punti colorati, mentre nella D7000 mantiene il suo aspetto di puntini scuri da grana di pellicola. A 12800 Iso non si ha perdita di nitidezza rispetto ai 6400, ma il rumore comincia a dare fastidio anche nelle zone più illuminate anche per il suo aspetto di punti colorati, cosa che non succede con la D7000 che ha a questa sensibilità anche meno rumore. Raggiunti i 25600 Iso il rumore diventa eccessivo e pervade tutta l’immagine con punti colorati, la nitidezza è abbastanza compromessa. La D7000 ha un po’ meno rumore ma anche in questa ormai assume,nelle zone più scure, la forma di puntini colorati. A 51200 Iso la foto è solo rumore e si perde ogni dettaglio; ha fatto bene Nikon a non inserire questa sensibilità nella D7000.

In conclusione la K5 è un’ottima reflex, con moltissime interessanti ed avanzate caratteristiche e una buona dotazione di obiettivi. La qualità d’immagine è ottima e si possono usare senza problemi le alte sensibilità fino a 6400 Iso e con riserva fino a 12800 Iso se non si ingrandiscono tanto le foto o si usano sul web. Le sensibilità superiori fino a 51200 sono state inserite solo come immagine per avere la sensibiltà più alta di tutte le APS, ma non sono usabili.
Nel confronto con la Nikon D7000 la K5 si posiziona bene, anche se la Nikon mantiene un’ergonomia ed un livello di costruzione superiori e una qualità d’immagine, a livello di rumore, leggermente migliore (contraiamente a quanto affermato da altri in base a misure). L’obiettivo zoom 50-200, pur appartenendo alla serie economica Pentax, si comporta bene e sembra leggermente migliore del 18-200 Nikon, che paga la sua molto maggiore escursione focale. Con il Nikon 70-300 VR i risultati sarebbero stati differenti e a favore di Nikon. La stabilizzazione sul sensore della K5 infine si comporta bene ed ha consentito di scattare foto nitide con 1/30 di secondo e focale equivalente di 200 mm, con un guadagno di 3 stop.

Annunci

71 pensieri su “Pentax K5 : test ad alti Iso”

    1. Luca, certo che ce l’ha! Non l’ho nemmeno menzionato perché davo il fatto per scontato.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  1. Le Sony 850-900 non ce l’hanno……chissa perché.
    Ok professionali, ma mica verranno usate solo in studio e poi gli costava tanto? Mi sembra più un vezzo….

    Mi piace

    1. Felice, i professionisti di solito usano flash ben più potenti e flessibili del piccolo flash che può essere incorporato in una reflex, per questo le professionali non hanno il flash. Sono d’accordo però che in alcuni casi, come nella A850, il produttore poteva fare uno sforzo e mettercelo. La sua concorrente Nikon D700 infatti ce l’ha.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  2. Non conosco queste macchine, nè ho molta esperienza di digitali di altre marche, ricordo però che con una bridge Kyocera (che ho tutt’ora) la Fowa (che distribuisce Pentax, mi pare?) mi sostituì il sensore che si era rotto, e tutto gratuitamente anche se la garanzia era scaduta da circa quattro mesi.
    (Credetemi, non sono un infiltrato….)

    Mi piace

  3. ciao francesco,

    Sono molto perplesso da questo test….

    1)La modella la potevano scegliere migliore (ahahaah. Questa fa quasi schifo : /

    2) le foto di questa pentax già a 6400 iso iniziano già a far pietà… dovro’ riconsiderare l’acquisto della k-5
    Peccato perchè su dprew sembrava veramente ottima…

    Mi piace

    1. Alberto,
      per quanto riguarda la modella ti assicuro però che era simpatica e brava nel suo lavoro.
      Sul rumore non so che dire. Queste sono le foto come le ha convertite Lightroom che dovrebbe avere lo stesso algoritmo di conversione di Photoshop ACR. Non so se il formato DNG possa influire.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    2. Alberto,
      ho aggiunto due foto alla fine della galleria, a 6400 Iso, una convertita con Lightroom (software che non mi piace per niente, come tutti quelli di Adobe) e una con Acdsee Pro (molto migliore di Lightroom) in cui ho corretto anche l’esposizione che sul volto era eccessiva a causa dello sfondo scuro. La foto sembra migliore anche se il rumore non cambia quasi per nulla.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Ciao France’

        Come mai non ti piacciono i software adobe?
        giusto per curiosita’
        Non ti piacciono per i risultati che offrono o per la macchinosità di certe procedure?

        ciao e grazie!

        Mi piace

        1. Alberto,
          prevalentemente non mi piacciono per la macchinosità e complessita della loro interfaccia e del modo in cui ti costringono a fare le cose. Non sono per niente user friendly, in particolare Lightroom. I risultati sono buoni anche se non al di sopra della media e si possono ottenere con software meno costosi e di più semplice uso. Ma ormai Adobe si è fatta il nome e quando si parla di fotoritocco tutti pensano a Photoshop.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  4. Sulla modella un vero signore non farebbe mai apprezzamenti di qualsiasi genere, tuttavia rimango preplesso sul colore dell’acconciatura considerato che stai posando per un test di fotocamere.

    Non crea delle dominanti che rischiano di invalidare la prova o è fatto di proposito?

    Mi piace

    1. un vero signore non frebbe mai apprezzamnti negativi su una DONNA, ma visto che questa donna esercita la professione di Modella mi aspetto quantomeno di vedere canoni estetici superiori alla norma. Altrimenti tanto modella non sei no?

      Comq Felice, stai tranquillo, non le ho mandato una lettera a casa dicendole “non mi piaci” : )
      Non si è offesa di certo! questi sono commenti “inter nos”

      Mi piace

      1. Alberto,
        a me la modella del Pentax day sembra carina ed è stata molto collaborativa con i fotografi presenti. Forse in alcune foto non è venuta al meglio, ma ne ho altre, ancora da pubblicare, molto buone. Il fatto che abbia i capelli tinti di rosso non è un problema per le foto. Comunque chi ha detto che come modella per il test di macchine fotografiche ci debba essere una bellezza da miss universo?
        Infine: ma non dovevamo discutere delle qualità della Pentax K5?
        Ciao, Francesco

        Mi piace

  5. Ciao Francesco, ho letto la tua recensione della k-5 e devo dire di essere accrtanza confuso..
    So che questa macchina ha vinto un premio nella sua categoria per le sue prestazioni di immagine, però a vedere le foto oltre i 1600 iso non mi sembra così eccezionale..anzi direi che somiglia molto alla k-r (per restare in famiglia).

    Come te lo spieghi?
    S

    Mi piace

  6. Anzi a dirla tutta non ho notato neanche nella k-r tutto quel rumore e perdita di dettaglio nelle zone in ombra ai 3200 e 6400 iso (mi riferisco al collo o alle zone di viso in ombra della modella)..

    Boh, magari la macchina non era settata al meglio..o forse sono strano io! 😀

    Mi piace

  7. Da utilizzatore Nikon Pro io invece vi dico che preferisco 100 volte pentax !!! Lasciando da parte la grana ad alti iso , non vedete la corposità dell’ immagine ???
    I colori della d7000 sono come tutte le nikon vanno ritoccati sempre in pp mentre dagli scatti si evincono colori caldi forti e ben compressi .
    La risoluzione con una lente di cosi bassa qualita’ la definirei eccezionale .
    Ritornando alla grana o rumore che sia , ma vi ricordate ai tempi delle pellicole che certi effetti sgranati si cercavano volutamente o no???
    Siamo tutti perfettini ???
    Se devo spingere oltre i 6400 iso che ci devo fare ??? A parte la foto astronomica mi sembra che gia’ si e’ a ottimi livelli .
    Da user nikon devo spezzare una lancia a favore di pentax.
    Chiedo solo a francesco di sapere se durante la conversione dal raw a corretto la temeratura di colore e se no che parametri in macchina aveva impostati.
    Ciao

    Mi piace

    1. Dino,
      non ho mai avuto la necessità di ritoccare i colori della D7000 in post produzione, basta impostare il giusto picture control in macchina a secondo di come piacciono i colori, neutri o più o meno saturi. Dovete capire che i colori di una digitale sono un’interpretazione del software, in macchina o sul computer, che effettua la conversione dal raw e si possono impostare come si vuole.
      I 6400 Iso e più servono e come ed anche di più. La prima foto a 6400 Iso l’ho scattata tanti anni fa con una speciale pellicola Kodak in bianco nero piena di grana, ma allora era un fatto eccezionale, oggi non lo è più. Se sivuole scattare a luce ambiente con gli obiettivi zoom le alte sensibilità sono indispensabili. Altrimenti sono necessari obiettivi a focale fissa di alta luminosità.
      L’obiettivo usato sulla Pentax comunque non è di bassa qualità.
      Come ho scritto non altero le foto che presento, elimino solo la riduzione di rumore in fase di conversione dei raw. Il bilanciamento del bianco lo imposto su auto.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Ciao Francesco
        grazie per la tua pronta risposta!!! Quindi dal tuo post dicendomi che sono tutte e due le prove fatte nelle medesime condizioni, mi dai ragione sul fatto che avevo messo in evidenza , cioè che la pentax ha parità di condizioni ha una resa molto più fedele dei colori .!!!
        Io uso Nikon da tanti anni e sono dovuto sbarcare a corpi pro per non avere quel tendenzialmente grigio sui visi delle persone , che nikon proprio non riesce ad evitare .
        Hai ragione a dire che la gestione del colore in una digitale e’ una cosa altamente modificabile in macchina , ma devo farti un appunto , e’ vero che puoi scegliere un picture control in camera ed ulteriormente modificarlo , ma e’ anche vero che se poi non usi il software dedicato (nikon capture o view nx ) per la conversione in jpg/TIF perdi quella tonalita’ che tanto avevi ricercato ..
        Tu dirai bene allora usa i software nikon !! E se uno si trova meglio con adobe ??? devi farti un profilo con l’ utility di adobe su svariate situazioni di colore e poi comunicare al software che quando vede un file di quella macchina deve utilizzare il profilo colore creato ad ok !!!
        In pratica se vuoi un lavoro molto fedele devi lavorarci su tanto ma tanto …… è nonostante i tuoi sforzi ti accorgerai sempre che guardando il file in macchina avrà sempre una tonalità diversa..

        Motivo per cui ho quotato 100 volte pentax che gia’ di casa ed in automatico regala la sensazione di non dover mai fare PP!!!
        Questa da sola vale per 1000!!!
        Tu dicevi di non aver avuto la necessità di ritoccare i colori della d7000 ??? Allora sei molto fortunato , oppure i tuoi gusti combaciano con i preset originali della macchina , ma se cosi’ non fosse purtroppo anche tu dovresti incorrere in questa laboriosa procedura , ma attenzione se fai ogni tanto degli scatti va bene , ma pensa se fai di lavoro 1000 scatti tre volte a settimana????!!!!!

        Il discorso degli alti iso e la grana .
        La possibilità di usare una sensibilità enorme e’ una sfida tra case costruttrici e basta !!! La mia macchina arriva fino a 104.000 iso ma pensi davvero che la utilizzerei mai ad una tale sensibilita??? E con che risultati contrasto e definizione ridotte ai minimi termini per non parlare della grana etc etc ..

        Forse per chi attacca una macchina ad un telescopio per fotografare il profondo cielo allora si, ma se scatti in situazioni normali potrai arrivare a 6400 dove se anche esce un po di grana magari ti da quell’ effetto retro, che molti cercano con applicazioni varie .

        Dicevi l’ obiettivo della pentax non e’ di bassa qualità . Ok !! Non volevo dire che lo fosse!! ma di sicuro uno zoom tutto fare di quella luminosità e’ di fascia economica (come tu stesso hai scritto) non equivale ad uno zoom di fascia alta quindi se già da risultati così brillanti un ottica cosi’ poco performante non oso immaginare le ottiche star o limited !!!
        Non posso che avvalorare la mia ipotesi ..
        Ciao

        Mi piace

        1. Ciao Dino,
          mi permetto di interrompere la tua filippica per dirti che non vedo ragione di tanta aggressività, di tanti punti di domanda e punti esclamativi. Mi sembra che le affermazioni di Francesco non siano in contrasto con quanto hai scritto. Ho l’impressione che ci siano stati numerosi fraintenimenti.

          La sua conclusione è che la Pentax K5 è un’ottima relfex. Ci sono caratteristiche soggettive come la scelta dei colori, che spingeranno un utente a scegliere questa macchina piuttosto che un’altra, ma non mi pare che ci siano difetti oggettivi gravi o vantaggi stratosferici tra Pentax e Nikon.

          Simone

          Mi piace

          1. Ciao Simone
            Non sono aggressivo e solo il mio modo di scrivere se uso tanta punteggiatura e forse perché scrivendo cerco di fare capire meglio ciò che voglio dire !!!
            ( come in questo passaggio)
            Magari può sembrare aggressivo pero’ rende l’ idea !!!!
            Per quanto mi riguarda quindi non preoccuparti il fatto e che mi interessava molto conoscere tutti i parametri della prova ( non ti nego che vorrei acquistarla e sto cercando riscontri).
            Quindi ti rassicuro sul fatto di non essere aggressivo anzi forse soltanto molto curioso !!!
            Ciaoo

            Mi piace

        2. Dino,
          anche se ora sono al mare cerco di rispondere per quanto mi è possibile.
          Per quanto riguarda i colori ti ripeto che sono un’interpretazione del software. Io di solito uso per la Nikon Capture NX2, ma ho anche DXO Pro, Bibble, Acdsee, Lightroom, Canon DPP, Sylkypix in versione Samsung, Olympus Viewer, Hasselblad Phocus e Sigma Photo Pro. Ognuno di questi programmi da, per la stessa foto quando è possibile fare il confronto, un’interpretazione diversa con le sue impostazioni standard. Se poi tieni conto che in ciascuno le impostazioni sono ampiamente modificabili ti puoi rendere conto che dire che il colore prodotto da una macchina è migliore di quello di un’altra ha poco senso. Non è necessario nemmeno impostare un picture control o un picture style particolare perchè si possono applicare in seguito. E’ possibile poi effettuare il lavoro in batch senza nessuna perdita di tempo impostando una volta per tutte i parametri giusti e salvando queste impostazioni.
          Questo vale naturalmente se si salvano le foto in raw
          Per le foto salvate direttamente in jpeg invece ci possono essere delle differenze a secondo di come la macchina tratta il raw: Canon tende ad esaltare di più i colori, specialmente i rossi, Nikon è più neutra, pentax per quanto ho visto mi sembra una via di mezzo, Sony anche. In questo caso se si vuole cambiare qualcosa si devono usare i picture control o style o come li chiamano i vari produttori, impostando sulla macchina i valori di proprio gradimento.
          Non ho mai visto comunque nemmeno sulla mia vecchia D50 i visi grigi che tu dici, anzi convertendoli con Capture NX assumono sempre una ottima tonalità rosea. Convertendoli con Adobe Lightroom e i suoi parametri standard sono un po’ più scialbi, ma questo è un problema di Adobe, non di Nikon. E’ per questo motivo che per quanto è possibile io converto i raw con il software originale e consiglio di fare così. Con DXO Pro tendono invece al giallo, con Bibble e le impostazioni standard la foto è molto più neutra. In ogni caso è possibile impostare i parametri di luminosità, contrasto, colore, saturazione e tonalità per ottenere i risultati voluti e salvarli per usarli per le elaborazioni successive.
          Per la sensibilità poter usare 6400 e 12800 Iso vuol dire poter fare foto a luce ambiente in situazioni in cui prima era impossibile. Ovviamente non si deve arrivare alla sensibilità massima che è troppo scadente ma tenersi uno o due stop sotto.
          Per le foto astronomiche credo invece che si debba usare una bassa sensibilità, esponendo per tempi lunghi, per ottenere foto della massima qualità possibile, ma chiederò a mia figlia astronoma se sa qualcosa in proposito.
          In conclusione la Pentax K5 è un’ottima macchina, come ho scritto, ma l’impressione complessiva è inferiore alla D7000 soprattutto per il livello costruttivo e i comandi tutti un po duri, rigidi e poco precisi, non fluidi e morbidi come nella Nikon. Lo stesso per gli obiettivi, anche se non ho potuto provare ne gli Star ne i Limited visto che Pentax non aveva ritenuto di portarli.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  8. Francesco dai dati exif vedo che gli scatti nikon sono passati per nikon capture 2.2.6 ( che e’ m olto superiore a lightroom) mentre per le immagini pentax vedo che non riporta alcun software a parte questa dicitura ” Software = K-5 Ver 1.03″ .
    Mi potresti dire come hai operato ???
    Nei post precedenti dicevi di aver utilizzato lightroom ma non vi e’ traccia negli exif!!!
    al limite perchè non posti i raw sia di nikon che di pentax ??? sarebbe un confronto migliore cosi’ ogni uno puo’ verificarlo con il proprio software …
    Ciao

    Mi piace

    1. Dino,
      le foto della Pentax K-5 erano DNG e sono state convertite con Lightroom come ho scritto.
      Capture NX è superiore a Lightroom per i raw Nikon, cioè i NEF, ma non tratta i DNG ed io non ho il software Pentax.
      Non pubblico i raw per motivi di dimensioni.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  9. Ok Francesco goditi il mare non c’e problema!!
    Per le foto astronomiche si usano tempi lunghissimi ma anche sensibilità relativamente alte !!!
    Si avevo sentito dei comando non proprio fluidi ,ma in compenso ho letto di prestazioni eccezionali come resa degli ob. Fissi che ti dicevo ma ho letto di prestaIoni eccellenti anche dei più economici zoom !!!
    Penso sia tutto merito del sensore e del processore di immagine .
    Il grigio che ti dicevo Po vedo anche confrontando gli scatti del tuo post . Non e che vedi grigio ma vedi appunto colori scialbi tendenti allo spento !!!
    Se infatti confronti le immagini che hai postato puoi vedere la differenza…
    Comunque ti ripeto sono un Nikon Pro ed utilizzo Nikon D3s ,d300,etc e so come puoi modificare la resa dei colori ma averli già del tuo gusto senza dover inserire un particolare pitture controlla e’ un vantaggio enorme perché non sei vincolato ad utilizzare per forza il software originale della macchina!!
    Perché il problema non e’ di Adobe ma di Nikon che non vuole rendere noti i parametri dei suoi pitture control così se vuoi utilizzare un particolare profilo creato in macchina sei obbligato ad utilizzare capture nx2 o view nx2 altrimenti avrai sempre delle differenze abbastanza vistose!!!
    Si e vero che puoi fare molte operazioni in batch ma e’ anche vero che i software Adobe in queste operazioni sono molto piu’ veloci che i proprietari Nikon e poi ti ripeto non otterrai mai la stessa resa colore tranne che non utilizzi j parametri standard .
    Se vuoi fai pure una prova metti il pitture control. Vivid e modifica i parametri di saturazione aumentandolo , poi inserisci il d-lighting e mettilo a molto alto fai degli scatti e poi cerca di trovare la stessa tonalità di colore con i vari software !!! Vedrai che solo capture o view ci riuscirà almeno di non profilare ad ok un profilo Adobe …
    Tutto questo comunque per dire che e’ un operazione non proprio alla portata di tutti !!!
    Ciao e buon mare !!!

    Mi piace

    1. Dino,
      sono d’accordo che solo Capture Nx o View NX riescano a tirare fuori il meglio dalle fotocamere Nikon. E’ anche giusto così. Ti ho anche detto che a secondo del software che usi i colori sono diversi. Allora cosa cerchi? La polemica? Non mi interessa. A cosa dovrebbero servire le prove che suggerisci? A dimostrare quello che ho già scritto?
      Se ti piace la K-5 comprala!
      Mi sembra però comico che si attribuisca a Nikon il problema che i software di Adobe non possano avere le stesse prestazioni di quelli di Nikon perchè questa non vuole rivelare i parametri che usa per i suoi prodotti evidentemente coperti da copyright. Ti rendi conto dell’assurdità che dici. Perchè Nikon dovrebbe rivelare ai concorrenti i suoi segreti industriali? Perchè tu hai comprato il software di Adobe, ti piace questo e non vuoi cambiare. Dovevi valutare prima la tua scelta.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    2. La K-5 è probabilmente la migliore aps-c del momento, ma tu possiedi una fullframe nikon e quindi se fai il fotografo di professione, la d3s è la migliore per i servizi matrimoniali, poi naturalmente si deve sempre discutere di qual è il tuo target, per esempio chi fa caccia fotografica si affida ancora alla velocità del sistema Canon.
      Certo un secondo corpo è sempre buona cosa, ma di un altro brand implica la duplicazione delle ottiche (e anche dei flash se vuoi gli automatismi). Il 55-200 non è l’ottica migliore di casa Pentax questo è vero, ma anche il test di Francesco è semplificativo (come la mission del forum ossia quello di rendere “semplice” la fotografia, a contrario di molti altri siti dove vengono infilate informazioni e approfondimenti che un utente “comune” non necessita), quindi se fai matrimoni dovresti confrontare gli stessi ISO in condizioni di scarsa luce come in Chiesa, se poi hai un sistema di fari allora è altro discorso. Un mio amico con la d3s non usa il flash, ma piuttosto un’ottica luminosa.
      Per quanto riguarda profili e software: Nikon ha un nome e una penetrazione del mercato per cui si può permettere di fare questa politica, Pentax deve guadagnare quote e quindi presentarsi anche come “più” conveniente (anche per la k5 con il software a corredo si ottengono risultati migliori che con Adobe, ma è sempre questione di gusti). Pentax non ha intenzione di proporre una fullframe, non ne avrebbe senso, sarebbe obbligata a riprogettare tutte le ottiche, alzando i costi delle stesse. Forse presenterà una piccola medioformato (sensore più grande del FF e più piccolo del MF) sulla quale potrà innestare le ottiche che ha già sviluppato per la 645D.
      Nell’astrofotografia sicuramente la k5 è un’ottima soluzione, visto che combina il gps (opzionale) con la stabilizzazione del sensore per “inseguire” il movimento celeste (ma vale per ottiche mediocorte tipo 50-200, perché più si allunga l’ottica e minore è il gioco che si può fare “muovendo” il sensore). In ogni caso non penso che si guadagni facendo 1000 foto del cielo e avendo una d3s forse è meglio acquistare un cavalletto con spostamento equatoriale che “muove” la fotocamera inseguendo il cielo.

      In sostanza non la vedo bene fare paragoni tra prodotti di nicchie diverse, dipende sempre da cosa serve a te la fotocamera, tutte fanno tutto, ma se uno è specializzato in un segmento preponderà per una soluzione piuttosto che per un’altra.

      Mi piace

  10. …Capperi come è cambiato il mondo…sono rimasto per un decennio in cantina sviluppando negativi e positivi in b/n con tutta la gamma dei grigi ..fondamentale!!!!!

    Che qua “sopra” è scoppiata la “solita guerra …Canon Nikon Pantax..

    Signori..mentre state discutendo di fumo…gli ALTRI signori già stanno sfornando altri prodotti per alimentate la discussione..ancora 500d 550d 600d …650d 700d ecc ecc.

    Penso di uscire qualche ora domani…e comprare “la carta numero 4 ..devo “tirare” un negativo poco contrastato!!!!!

    Angelo.

    Mi piace

    1. Angelo,
      la foto in bianconero e la stampa su carta sono molto belle e divertenti avendo il tempo e il posto per attrezzare una camera oscura, cosa che ho fatto per anni quando ero studente.
      Ricordati però che il fine è fare belle foto e che il mezzo di registrazione, chimico o elettronico è solo uno strumento.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    2. Scusatemi se vi ho irritato, ma da sempre esiste questa diatriba… Pentax Nikon Leica ecc….e non ci sono uscite!!!!.

      Ovviamente la mia era una provocazione….la cantina ..la carta di gradazione 4 ecc.

      quello che resta vero è quello…. che vogliamo “vedere” e quello che non vogliamo vedere…. di una foto.

      Spendiamo più tempo nel osservare ..che nella velocità delle nuove camere ….

      Non vi sisturberò più e scusatemi…

      Buone luci…

      Mi piace

      1. Angelo,
        non ci hai disturbato affatto e non devi scusarti. Se tornerai a scrivere ci farà piacere.
        Mi ricordo con piacere quando scattavo e stampavo il bianconero in camera oscrura e il tuo intervento mi ci ha fatto ripensare.
        Non mi è chiaro cosa vuoi dire sul vedere e non vedere. Ame sembra che più che capire cosa vuol dire una foto e perchè è stata scattatain un certo modo la maggior parte dei fotografi sia interessata a sapere con che macchina e obiiettivo è stata scattata, oppure se Nikon è meglio di Canon.
        Ciao, Francesco

        Mi piace

  11. Non e’ scoppiata la solita guerra … il fatto e che sei rimasto troppo in cantina adesso le auto non vanno a corda e le pellicole servono per le lastre radiografiche …!!!
    Scusa ma ci stava !! Anche io stampavo con ingranditore sia a colori (durst ac 707 autocolor) che in Bn .
    Pero’ quella e’ preistoria dai devi uscire e comprarti qualcosa di piu’ moderno , o comunque non lamentarti se nel frattempo il mondo e’ andato avanti.
    E poi comunque se i colossi della fotografia non avessero tirato fuori qualche coniglio dal cilindro non sarebbe morta solo la pellicola …..
    Non capisco invece qui cosa volevano dire , perche’ se uno fa delle considerazioni , viene preso a parole, cosa scrivete post quando poi non accettate considerazioni/interrogazioni ????
    Io penso che se uno fa un blog con l’ intenzione di testare un prodotto , poi debba accettare le critiche o le richieste di chiarimenti! !!! boooo!!!!
    O semplicemente non fate un blog ma solo un articolo !!
    Saluti

    Mi piace

    1. Dino,
      non capisco a chi o a cosa ti riferisci.
      Mi pare che critiche e richieste di chiarimenti le ho acettate parecchie.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  12. Ciao Francesco. Premetto che a parte la compattina non ho mai utilizzato una reflex digitale, attualmente utilizzo ancora l’apparecchio a pellicola. Mi stò decidendo a comprare una APS-C e mi stò guardando in giro. Sono molto confuso e mi sto arrovellando il cervello. Più leggo e più mi confondo. Pareri e prove discordanti se ne contano a bizzeffe su per la rete e più che trovare aiuto, non faccio altro che aumentare i miei dubbi. Non posso comprare e poi pentirmene. Gli apparecchi che sono sotto la mia attenzione sono Canon 7D; Nikon D7000; e Pentax 5K. Ho letto che Canon 7D è quella che si pone più in alto, ma poi ho anche letto che non è vero, e che invece è la Nikon che si comporta meglio e che sarebbe il miglior apparecchio APS-C in commercio. Infine, trovo la Pentax K5, che trovo di ottima costruzione e non mi dispiacerebbe come apparecchio, dato il prezzo e la solidità. La si è messo spesso sullo stesso piano della Nikon D7000 che qualcuno dice soffra anche di Back focus. Boh! Dal tuo test, vedo che la Pentax agli alti iso abbia qualche cedimento. Il sito DXO che ho
    consultato, pone sotto il piano della qualità del sensore la Pentax avanti alla Nikon e alla Canon con un punteggio di 82 per Pentax, 80 per Nikon e 66 per Canon. La profondità di colore, è uguale per Nikon e Pentax, mentre è più bassa per Canon; Il Dynamic Range è 14,1 per Pentax; 13,9 per Nikon e 11,7 per Canon; infine il Low-Light ISO che credo sia il comportamento agli alti iso, è 1162 per Pentax; 1167 per Nikon e 854 per Canon. Quindi tra Pentax e Nikon sembra non esserci tanta differenza.Io fotografo un pò di tutto, ma utilizzo spesso lunghe focali e dovendo avere necessità di alzare gli iso, non vorrei che con la Pentax i risultati non fossero soddisfacenti. Vorrei un consiglio. Grazie.

    Mi piace

    1. Tony,
      la tua attenzione si è puntata su tre ottime reflex fra le quali è difficile scegliere.
      La Nikon D7000 e la Pentax K-5 montano lo stesso sensore, fornito da Sony, e quindi i risultati sono molto simili. Le piccole differenze possono essere dovute o alle tolleranze di produzione o al differente software di gestione delle due macchine. Dalle mie prove mi è però sembrato che la Nikon sia leggermente migliore, ma io osservo foto, non faccio misure.
      La Canon 7D è stata classificata inferiore da DXOMark, ma dalle mie prove mi è sembrata all’altezza della Nikon anche alle sensibilità più elevate, infatti stavo per comprarla e non l’ho fatto solo perchè avevo già diversi obiettivi Nikon che non mi andava di dar via.
      La Pentax K-5 a confronto con la Canon 7D e la D7000 non mi è sembrata allo stesso livello dal punto di vista costruttivo, con comandi un po’ duri e “scattosi” a differenza dei Nikon fluidi e morbidi.
      In conclusione mi orienterei su Nikon o su Canon anche per la maggiore ampiezza del corredo obiettivi che comprende in entrambi casi numerosi tele.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Ciao Tony posso darti un mio modestissimo giudizio da utilizzatore di entrambi i marchi nikon e pentax???
        Prendi la pentax senza Pensarci un attimo….
        Parco obiettivi molto economico rispetto a nikon diciamo anche la meta’ prezzo , ma non il rapporto qualita’/prezzo !
        Chi dice di questi pulsanti non scorrevoli …. Io la uso giornalmente e non me ne sono mai accorto!! Una silenziosita’ eccezzionale , estremamente maneggevole parco otti he davvero eccellente per qualita’ sia ottica che costruttiva ,stabilizzatore ottico sul corpo macchina (questa da sola batte gia’ la concorrenza avere tutti gli obiettivi stabilizzati specie se vuoi usare tele spinti non ha prezzo) solidita’ incredibile con il body in magnesio ed in piu waterprof gia’ testato ed e’ vero ….
        Se vuoi continuo !!!!
        Ciao buon acquisto!

        Mi piace

  13. Ringrazio innanzitutto Francesco per avermi risposto e di averlo fatto anche in modo schietto senza tergiversare. Di solito in questi casi, si cerca sempre di aggirare l’ostacolo della richiesta, rispondendo che comunque si sceglie, si casca bene.
    Certo affidarsi solo ai numeri, non va bene, ed infatti era là che sorgevano tutti i miei dubbi. Alla fine, le fotografie vanno guardate ed è la che dobbiamo avere il nostro maggiore riscontro. Per quanto riguarda la mia attenzione verso Pentax, era dovuta al fatto che notavo una costruzione sicuramente solida, quindi destinata all’uso continuato, unita ad una qualità di sensore, ma ad un costo ridotto e più invitante. La trovo più spartana nelle linee, rispetto a Canon e soprattutto a Nikon che reputo stilisticamente la più bella. Mentre però Canon e Nikon sono diffusissime, quindi un assaggio tattile degli apparecchi è relativamente facile da provare, le Pentax hanno una diffusione più limitata e averne una tra le mani per poterne provare l’impressione personalmente prima dell’acquisto è più difficile.
    Riguardo alla scattosità dei pulsanti Pentax, credo di aver capito che essi producono il cosiddetto click, tipo tastino del mouse per intenderci, cioè una certa resistenza iniziale con uno scatto secco, mentre Canon e Nikon avrebbero forse un andamento più soft e gommoso. Vorrei chiederti Francesco, se con la Nikon hai particolari problemi con l’autofocus.
    Grazie anche a Dino per il suo intervento, a cui chiedo come mai ha due corredi di marchi differenti? Comunque sono graditi ulteriori informazioni, visto che possiedi un corpo Pentax, mi dirai quale modello. Certamente anche io avevo messo nei punti a favore di questa camera, il fatto che avesse lo stabilizzatore interno.
    Grazie. 🙂

    Mi piace

    1. Ciao tony
      Io posseggo proprio la k5 e ti posso solo parlare estremamente bene .
      Ti riqssumo il mio corredo uso nikon d3s per il mio lavoro di matrimonialista e la k5 per le mie personalissime uscite a volte anche di lavoro !
      Dato che di nikon ho un completissimo parco ottiche che spazia su focali che vanno da 14 a 200 e venendo a conoscenza delle capacita’ tecniche della k5 volli provare questo nuovo brqnd( per me) e devo dirti che sono rimasto estremamente soddisfatto se paragonato ai miei gusti e peculiarita da pro user nikon!!!
      Nessun click o rumote di che quando pigi sul pulsante di scatto anzi una silenziosita’ estrema , prontezza di scatto eccellente , se paragonata alla d3 spesso riesco a mettere a fuoco con piu’ facilita’ nikon peccq un po quando la luminosita’ della scena e’ bassa !!! Pentax no!!!
      Qualita’ superlativa un sensore verqmente ottimo , la uso in studio , in esterni , con alte e basse luci , con flash in wireless , insomma dirti che su molte anzi su troppe cose i due corpi si equivalgono , ti fa capire tanto!!
      La 7000 non la conosco , onosco bene invece la politica di nikon e canon e mentre la k5 e’ la macchina di punta di pentax , la 7000 e’ solo una prosumer con tutte le pecche dovite ad un gradino inferiore ,impostazioni , funzioni etc etc.
      Io da assoluto sostenitore nikon sono a mio malgrado dovuto richedermi a vantaggio di pentax per l’ assoluta serieta’ dell’azienda , qualita’ e assoluto rapporto qualita’ prezzo!!!
      Una chicca che nikon non ha a parte la funzione TAV priorita’ di tempi e diaframmi insieme variando la sensibilita( va be nikon ha iso auto che gli somiglia) e’ il pulsante verde !!!
      Non serve per chiamare gli alieni , ma bensi in qualunque situazione dovesse capitare di dover scattare in una situazione di fretta dove non si ha il tempo di selezionere tempo diaframma e sensibilita’ ebbene una leggera pressione a questo tasto e’ la macchina fa una lettura ed imposta al volo la giusta coppia da usare , molto utile e cErte volte ti puo’ salvare lo scatto !!!
      Ma ci sono tante altre cose che mi hanno fatto ricredere su queati splendido corpo macchina!!
      Ciao

      Mi piace

      1. Dino,
        l’unica cosa che posso dire è che non hai mai provato la Nikon D7000, altrimenti non scriveresti quello che hai scritto.
        Io le ho provate tutte, ho affermato che la D3s è fantastica per foto sportiva o anche in poca luce, ma per andare in giro a fare foto la D7000 è preferibile come giusto compromesso fra qualità e maneggevolezza. Se poi vuoi scattare al volo basta che sia impostata in P, l’accendi, imposta esposizione e autofocus senza che nemmeno te ne accorgi e scatti. Così però fa anche Canon 7D e tutte le reflex. Per le ottiche poi prova a cercare un Pentax sopra i 300 mm.
        Ciao, Francesco

        Mi piace

        1. Francesco e chiaro che il P lo hanno tutte le macchine anche la pentax , il tasto verde ti permette senza essere in P di cogliere al volo una lettura esposimetrica senza cambiare modo operativo!!
          Esempio staj fotografando in interno , devi uscire repentinamente fuori , non devi far altro che inquadrare e scattare ( avendo per un attimo premuto il tasto verde) e’ comunque una utile funzione che nikon non ha!
          Non ho detto che il parco ottiche pentax fosse il piu’ completo ma solo il piu’ appetibile , chiaro comunque che se mi servisse una focale superiore e pentax non la fa potrei appoggiarmi all’ ottima Sigma che fa lenti di ottimissima qualita!!
          Ciao

          Mi piace

  14. Grazie a Francesco e Dino per l’attenzione che mi si rivolge. Tengo a precisare che di solito i miei acquisti, di qualsiasi genere, sono sempre ben ponderati. Non nascono mai da una convinzione generalizzata e popolare che un marchio sia migliore di un altro. Nascono dal personale e attento esame, mediante minuziose informazioni che vado procurandomi sui prodotti, che mi inducono poi a comprare l’uno anzicchè gli altri, perché effettivamente la scelta accurata mi porta ad individuare il prodotto con le caratteristiche più vicine alle mie esigenze. I vari partiti, pro Canon, pro Nikon, pro Pentax ecc. fanno bene solo alle aziende che ne ricevono una pubblicità gratuita.
    Io non parteggio per nessuno. Esamino e compro secondo le mie esigenze e non per affezione di marchio.
    Detto ciò, è ovvio che mi avvalgo in questo caso, delle preziose informazioni che riesco a raccogliere dai reali utilizzatori di questi prodotti, che ne riscontrano pregi e difetti, elencandoli spassionatamente e non nascondendoli per amore del marchio preferito. Ovvio che in linea di massima, le fotocamere in oggetto, siano abbastanza simili, pur con qualche piccola variante accessoria. Non è certo il bottoncino in più o in meno che fa la differenza qualitativa.
    La differenza da me ricercata, è sulla qualità delle immagini che riesco ad ottenere, e la corretta funzionalità dell’apparecchio che utilizzo per ottenerle. Oggi purtroppo, bisogna fare i conti con gli autofocus che possono funzionare male o afflitti da lentezza impossibile; bisogna fare i conti con impostazioni talvolta nascoste nei meandri reconditi di interminabili menù, e che di volta in volta devi andare a scovare; blocchi della fotocamera che necessitano lo spegnimento e la successiva riaccensione per ridarle funzionalità. Situazioni che possono rendere snervante ciò che invece dovrebbe rivelarsi un piacere: Fotografare. Cerco quindi la fotocamera giusta.
    La Pentax che ho preso in esame, ha un vantaggio rispetto alle altre due che è il prezzo più basso, ma non è ovviamente quella l’unica peculiarità che cerco.
    Le ottiche Pentax come osserva Francesco, attualmente non vanno oltre i 300 mm e comunque, giusto per avere un’idea sulle differenze di prezzo, visto che Dino mi faceva osservare che il parco ottiche Pentax è molto economico, addirittura anche con differenze di prezzo di circa la metà, rispetto ad altri. Ho fatto qualche ricerca a campione e ho notato che il Pentax da 300mm f/4.0 non ha un prezzo molto inferiore del suo corrispettivo a marchio Nikon, Nikkor AF-S 300 mm f/4D IF-ED.
    Naturalmente, terrò sempre in considerazione Pentax, riservandomi anche di andare a vederla da vicino presso qualche rivenditore autorizzato, ma comunque, chiunque collabori con la propria esperienza a farmi operare la scelta giusta è sempre benvenuto. Non ho fretta e sò pazientare.
    Grazie.

    Mi piace

    1. Ciao Tony
      si su quella fascia di obiettivi sono d’accordo che i prezzi sono molto simili ,ogni casa ha tirato fuori una lente che possa competere con gli altri marchi , ma se sali di qualità , come ottiche di luminosità 2.8 o anche più su ,ecco che il nome del marchio impone un prezzo che a volte diventa davvero enorme, come nel caso di obiettivi 70-200 f2.8 oppure 14-24 F.2.8 etc etc ed e’ su questi che mi riferivo a differenze di anche più del doppio.
      Fermo restando la qualità ottica ti riporto una mia esperienza ….. acquisto la k5 con il 18-55 wr dopo un paio di mesi volendola utilizzare solo con un obiettivo equivalente di 50 mm, provo il Pentax DA smc 35 F2.4 obiettivo tutto in plastica costo €.190 che mi ha lasciato letteralmente esterrefatto per la sua qualità ottica ed eccellenza . Ad un prezzo di un ottica consumer hai un ottica pro , come provano anche i test pubblicati nei vari siti …..
      Nikon ???
      L’ equivalente Nikon costa circa € 400

      Cosa voglio dire ???
      Che prima anche io mi facevo confondere dal nome del marchio e per questo sono sempre stato di fede Nikon, poi un giorno provando con mano un prodotto meno reclamato , mi sono accorto che ciò che pensavo fosse di assoluto predominio nikon , invece non lo era e che anzi a parità di cose forse avrei potuto avere di più ad un minor costo e con caratteristiche di livello superiore che su nikon trovi solo sui corpi pro !!!
      Adesso affianco tranquillamente la k5 alla D3S ed il risultato e’ molto simile !!!!
      Il Prezzo ????
      Be lasciamo perdere !
      Ciao Tony spero di non confonderti le idee
      Ciao

      Mi piace

      1. Dino,
        rispondo al volo dal Galaxy.
        Il Nikon AF-S 35/1,8 DX non lo consideri? Ha una qualita’ eccellente al livello dei migliori professionali 1,4 Nikon e costa solo 200 € come il Pentax che pero’ e’ 2,4. Al resto rispondero’ se del caso dopo.
        Se si e’ di parte o non si e’ sufficientemente informati sarebbe bene non fuorviare chi chiede consiglio.
        Ciao, Francesco

        Mi piace

        1. Mea culpa non avevo considerato quest’ ottica ma!! Per le altre che appartengono alla fascia alta e’ proprio come dicevo!!
          Per il resto credo di non essere di parte ma possedendo ed utilizzando entrambi i brand forse ip moo potrebbe essere interpretato come una coonstatazione di fatto !!

          Mi piace

          1. Dino,
            vediamo se i Nikon costano più del doppio dei pentax. Riprendo i prezzi da un noto sito di vendita online
            NIKON AF-S DX 18-55mm f/3,5-5,6G ED II 139 € – PENTAX DA 18-55mm f/3,5-5,6 AL 129 €
            NIKON AF S 18-55mm f/3,5-5,6 G VR DX 179 €
            NIKKOR AF-S 35/1,8 G DX 219 €- PENTAX DA 35/2,4 AL 219 €
            NIKKOR AF-S 50/1,8 G 229 € – Pentax non c’è
            NIKKOR AF-S 50/1,4 G 399 € – PENTAX DA 55/1,4 SDM 749 € (uno dei pochi con motore incorporato ad ultrasuoni, i Nikon AF-S lo hanno tutti)
            NIKKOR AF-S 55-200/4-5,6 G 169 € – PENTAX DA 50-200/4-5,6 AL 189 €
            NIKKOR AF-S 55-200/4-5,6 G VR DX 249 € – PENTAX DA 50-200/4-5,6 ED WR 249 e
            NIKKOR AF-S 55-300/4,5-5,6 VR G 349 € – PENTAX DA 55-300/4-5,8 ED 349 €
            NIKKOR AF-S 16-85/3,5-5,6 DX G ED VR 569 € – PENTAX DA 17-70/4 AL IF SDM 599 €
            NIKKOR AF 20/2,8 D 629 € – PENTAX DA 21/3,2 AL LIMITED 599 €
            NIKKOR AF-S 105/2,8 MICRO VR G IF-ED 899 € – PENTAX D FA 100/2,8 MACRO WR 649 €
            NIKKOR AF-S 18-200/3,5-5,6 VR II G ED DX 729 € – PENTAX DA 18-135/3,5-5,6 ED AL DC WR 699 €
            NIKKOR AF-S 17-55/2,8 G IF ED DX 1499 € – PENTAX DA 16-50/2,8 ED AL 999 € (l’unico Nikon che costa il 50 % in più, ma è professionale)
            NIKKOR AF 180/2,8 ED D 899 € -PENTAX DA 200/2,8 ED IF SDM 999 €
            NIKKOR AF-S 10-24/3,5-4,5 G ED DX 899 € – PENTAX DA 12-24/4 ED AL IF 1049 €
            NIKKOR AF-S 300/4 IF ED D 1369 € – PENTAX DA 300/4 ED IF SDM 1249 €
            NIKKOR AF-S 70-300/4,5-5,6 G VR IF-ED 539 € – PENTAX DA 60-250/4 ED IF SDM 1369 €

            Vorrei continuare, ma non trovo altri obiettivi Pentax. Mi pare che i prezzi siano ben allineati e in qualche caso minori per Nikon.
            Non si possono invece confrontare gli obiettivi professionali per fullframe di Nikon, che costano molto di più, perchè Pentax non ne ha non producendo fullframe.
            E allora? Perchè dici che gli obiettivi Nikon costano il doppio dei Pentax?
            Ciao, Francesco

            Mi piace

            1. Diciamo che hai scelro proprio la fascia di obiettivi che ti avevo detto quelli economici , che tutte i marchi hanno sugli stessi prezzi!!!
              Dato che hai ol listino in mano dimmi quanto costa il nillor 24-70 f2.8 paragonandolo al 16-50 f2.8 , prova a dirmi quanto costa ip 70-200 f2.8 in confronto al pentax 50 -135 f2.8 dimmi un prezzo del 14-24 2.8 con un 12-24 pentax poi paragonami il pentax 55 f1.4 con il nikkor 85 f1.4 !!!
              Da te che fai le recensioni mi aspettavo piu’ parzialita’ . Nel confronto devi considerare la focale equivalente non quella indicata proprio per ii differenti sistemi full frame contro aps-c .
              Poi non e’ vero che pentax non ha lenti full frame ci sono le d-fa e le fa .

              Mi piace

              1. “Da te che fai le recensioni mi aspettavo piu’ parzialita’. Nel confronto devi considerare la focale equivalente non quella indicata proprio per ii differenti sistemi full frame contro aps-c” ???

                Perché mai dovrebbe?

                Mi piace

                1. quello che voleva dire Dino è che Pentax ha ridisegnato gli obiettivi e ha riadattato anche le focali, per esempio il 70-200 nikkor per FF equivale al 50-135 pentax per aps-c…
                  comunque sia trovo che a budget ristretti e medi entrambe offrano abbastanza, pentax non va oltre i 300, c’è sigma che arriva fino a 500, sopra non si va o comunque non si vende… gli obiettivi da 5-10mila euro si fanno solo su ordinazione e le mirrorless servono apposta ad avere delle focali equivalenti ritagliando appunto al centro

                  Mi piace

  15. Buongiorno a Francesco e Dino. Noto che il post è stato integrato con messaggi di ottimo interesse, almeno per me, ma credo anche per altri che leggono e leggeranno.
    La scelta di una fotocamera, non avviene solo considerando il corpo macchina, che bene o male, in tempi più o meno brevi può essere sostituito, ma considerando anche, anzi forse principalmente, l’accessoristica ed in particolare le ottiche. Personalmente, essendo stato fino ad ora utilizzatore di apparecchi a pellicola Olympus, non ho mai approfondito i cataloghi di altri marchi. Fare quindi delle valutazioni qualità-prezzi delle ottiche di altri brand è alquanto complicato, o meglio impegnativo e necessita di tempo relativamente lungo per studiarli e farne le dovute comparazioni.
    Una cosa, l’ho capita da questi post. Tutti i marchi hanno una fascia di ottiche cosiddette economiche, destinate ovviamente ad un vasto pubblico definito amatoriale, che è quello che fa più numero di vendite, e tali ottiche, hanno un prezzo di listino pressocchè simile. Se ne deduce che, correggetemi se sbaglio, anche se un marchio guadagna meno su un corpo macchina, offrendolo ad un prezzo più conveniente, recupera attraverso la vendita delle ottiche. Politica comunque che potrebbe essere adottata da qualsiasi costruttore su alcuni corpi macchina in catalogo. Quelli ad esempio strettamente amatoriali per invogliare l’utente e legarlo al proprio sistema. Giusto? Attendo conferme o smentite.

    Mi piace

    1. si è esatto, io scelsi pentax ma con una entry level (la k-r), non me ne dispiaccio affatto… anche se mancano sempre particolari offerte in un brand rispetto ad un altro, ecc… per esempio in casa canon è famoso il 50ino economico, loro dicono che è un “must”, avessero avuto il 35 economico avrebbero detto quello…

      in generale penso che se l’obiettivo è destinato ad uso generico è fondamentale che sia per digitale e che sia motorizzato
      se invece l’obiettivo è per fare ritratti può essere anche manuale e nato per pellicola…

      poi, in generale, sulle focali fisse c’è samyang che spesso supera in risolvenza case più blasonate e ha prezzi molto inferiori (certo queste ottiche sono solo manuali, ma la strategia della casa è corretta al fine di contenere i costi)

      poi è la concorrenza a stimolare il mercato e qui voglio citare il sigma 8-16, prima di questo non esisteva un vero grandangolo spinto per aps-c (8mm equivalente al 12mm), ha avuto talmente successo che canon si è tuffata anch’essa sul segmento, sono certo che a breve arriveranno anche nikkon e pentax

      certa è una cosa, se scegli pentax non trovi le offerte sul volantino della catena commerciale, devi affidarti a negozi ufficiali, mercatini specifici ed internet

      Mi piace

  16. Esatto Tony il problema è che quasi tutti partono invogliati da questo fatto acquistando un kit molto conveniente , e poi quando si rendono conto di aver bisogno di ottiche pro , li ti fanno cadere i denti .
    Da utente Nikon pro sia di corpo macchina che di ottiche , posso tranquillamente garantirti che Pentax ha una qualità da vendere , dei corpi eccellenti , delle ottiche stratosferiche , dai uno sguardo al forum pentax nella galleria fotografiche ..
    Quindi non e’ assolutamente in discussione la parità qualitativa , adesso si parla di pura convenienza , dovuta ad un brand che offre ottiche di qualità (parlo di ottiche pro ) ad un prezzo dimezzato e quindi specifico !!!
    Pentax Da 16-50 f.2.8 ED AL €. 999,80 contro Nikkor 24-70 /2.8 G ED €. 1.749,80
    Pentax Da 50-135 /2.8 ED IF sdm €. 999,80 contro Nikkor 70-200/2.8 G VR II IF ED €. 2.249,80
    Pentax Da 85/1.4 DA sdm €. 749,80 contro Nikkor AF 85/1.4 D €. 1299,80
    etc etc etc
    Per rispondere a schinellato
    é ovvio che devi considerare che se io ho un corpo full frame e mi serve un ottica 24-70 e poi acquisto un corpo aps-c ed ho bisogno della stessa focale debba acquistare un 16 -50 e non un 24 -70 (che diventerebbe un 36-105).
    Quindi in base ad una serie di stereotipi di focali standard , oggi le varie case cerchino di tirar fuori focali che in equivalente diano poi i valori utilizzati da tutti i brand .
    In questo rientra il fatto che paragonare un ottica come il NIKKOR AF-S 50/1,4 G con il PENTAX DA 55/1,4 SDM non ha proprio senso lo puoi paragonare con l’ 85 -1.4 che hanno esattamente lo stesso schema ottico !!!
    Ciaoo

    Mi piace

    1. OPS ….. correzione nel secondo rigo della comparazione obiettivi l’ ottica Pentax non e’ la 85 ma la 55-1.4
      quindi quel rigo diventa :
      Pentax Da 55/1.4 DA sdm €. 749,80 contro Nikkor AF 85/1.4 D €. 1299,80
      Grazie

      Mi piace

    2. Dino,
      evidentemente non leggi i miei commenti!!!!
      Ti ho scritto che NON E’ POSSIBILE COMPARARE OBIETTIVI FULLFRAME CON OBIETTIVI PER APS.
      Gli obiettivi per fullframe devono avere un cerchio di copertura molto maggiore di quelli per APS, di conseguenza lenti di maggiore diametro a parità di luminosità e meccanica più robusta, quindi sono più costosi. Pentax non produce fullframe e non ha più nel suo catalogo obiettivi per fullframe, se non un paio di Limited, quindi un confronto con Nikon, e con Canon, non è possibile. Confronti pere con arance.
      Che senso ha infatti controntare un Pentax 16-50/2,8 progettato per APS, equivalente in APS ad un 24-75, con un Nikon24-70/2,8 progettato per fullframe ed equivalente in APS ad un 36-105? Il confronto corretto è con il Nikon 17-55/2,8 DX ed è l’unico caso in cui un Nikon APS costa di più di un Pentax APS, ma il Nikon fa parte della serie professionale.
      Lo stesso vale per il Pentax 50-135/2,8 che è APS, mentre il Nikon 70-200/2,8 è fullframe. Anche il confronto fra Pentax 55/1,4 e Nikon 85/1,4 è scorretto, semmai si dovrebbe confrontare con il Nikon AF-S 50/1,4 che costa molto meno pur essendo fullframe, come ho fatto io.
      Come fai a paragonare obiettivi per APS con obiettivi per fullframe, che se usati sulle macchine per i quali sono progettati danno nell’insieme risultati qualitativi superiori lo sai solo tu. E meno male che dici di avere sia Nikon fullframe che Pentax APS.
      Le APS hanno una buona qualità d’immagine, ma non sono assolutamente paragonabili alle fullframe.
      Comunque se tu fai il tifo per Pentax non è un problema, basta che non dai informazioni fuorvianti a chi legge.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  17. Partiamo dal fatto che di fuorviante ci sta solo il tuo modo strano di vedere le cose ….e per forza di sostenere il tuo acquisto. Io pur essendo (che tu ci creda o no a poca importanza) un felice possessore di entrambi i brand invece cerco di essere piu’ obiettivo possibile, senza farmi scrupolo di sminuire i ben €. 4700 spesi per il solo corpo pro di nikon a discapito di soli €.1100 di un corpo altrettanto pro (la k5 e’ l’ ammiraglia aps di pentax) Continuo a non capire perchè non si può paragonare un full frame( Pera) con un aps ( arancia) con entrambe ci faccio una spremuta/fotografia ..
    Paragonare un 50/1.4 per full frame ad un 55 /1.4 aps ??????
    Ma hai usato mai un 85 mm ??? In Full frame o pellicola??? forse no!!
    Il 50 e’ una cosa mentre l’ 85 è per eccellenza l’obiettivo da ritratto e per questo ha un particolare schema ottico se vai a controllare il numero delle lenti i gruppi e lo schema noterai che si parla dello stesso obiettivo , solo adattato alle diverse dimensioni del sensore !!!!!!!!!!!!!

    Quindi ribadisco il termine di paragone che fai tu e’ completamente errato .
    Ripeto il 17-55 non e’ un 24-70 quindi non stiamo ancora parlando di stesse focali equivalenti e quindi sei sempre fuori !!
    Ora il problema non e’ che hanno dovuto mettere più materiale nei vetri per occupare quel centimetro in più di sensore e questo giustifica la differente spesa !!!
    Questo è proprio il modo di ragionare che ha Nikon (magari fa anche bene !!!) se vuoi un ottica pro la paghi !!!
    Quindi la mia e’ una pura constatazione nella quale faccio notare tali differenze!!!!
    Poi non voglio qui’ aprire una disputa tra i formati dei due tipi di sensori sono scelte commerciali , una e’ 12 mpx full l’ altra 16 Aps e pensi davvero che ci sia tutta questa differenza ????
    Io che le uso tutte e due insieme ti dico che se non lo sai fai difficoltà a notarlo ….!!
    Certe volte non bisogna appoggiarsi solo alle recensioni , ma provando con la propria mano e con i propri occhi ci si puo’ accorgere della reale utilita o inutilità delle cose !!!
    In conclusione mi sento sempre di consigliare ad una persona che valuta un acquisto in questo settore un ottimo corpo che e’ la Pentax K5 ,senza che si possa mai sentire inferiore a chi che sia ….
    Anzi Tony ti consiglio di dare uno sguardo qui http://ita.pentaxphotogallery.com/
    questa galleria offre quanto di meglio si puo’ fare con una pentax !!!!!
    E puoi cercare gli scatti anche per solo corpo macchina o lente !!!
    ciaoo

    Mi piace

    1. Dino,
      mi sono stancato di una polemica inutile e dei tuoi paragoni sbagliati.
      Su una APS un 50 è un obiettivo da ritratto equivalente ad un 75. Su APS si devono comparare focali uguali e non diverse come fai tu.
      Se poi vuoi sostenere che una APS equivale ad una fullframe sei libero di crederlo. Io che le ho provate ed ho provato più 85 mm di quanto tu pensi non lo credo.
      Chiudiamola qui.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  18. Buongiorno Francesco e Dino,
    non credo sia il caso di azzuffarsi. Anche se è vero che col digitale sono poco ferrato perchè fino ad ora non l’avevo ancora preso in considerazione, riesco a formulare i miei ragionamenti nonostante i vostri punti di vista siano discordanti grazie al fatto che da 30 anni comunque fotografo e saprò bene cosa sia un’ottica. Credo comunque anche io che paragonare un obiettivo Aps con un FF non sia propriamente corretto, in quanto essi hanno progettazioni e realizzazioni diverse e di conseguenza prezzi diversi. Spinto e stimolato dalle vostre posizioni, ho fatto in merito ad esse ricerche mirate che altrimenti non sarei andato ad approfondire, almeno non ora. Ho preso la solita ottica a campione e fatte comparazioni di prezzo. Ottica da 35mm:
    L’ottica 35mm FF di Nikon ( AF-S NIKKOR 35mm F1.4G) costa intorno ai 1500 Euro si potrebbe dire quindi che un 35 millimetri di altro marchio anche universale, costa molto meno, infatti il 35mm Pentax ( smc DA 35mm f/2.4 AL) costa intorno ai 170 euro. Differenza enorme, se non si considerasse il fatto che il Nikkor è un’ottica Full Frame con un’apertura maggiore, mentre il Pentax è un’ottica per Aps con apertura inferiore. L’equivalente Nikon dell’ottica aps di Pentax è in effetti il Nikon AF-S DX Nikkor 35 mm f/1.8 G il quale si trova ad un prezzo medio di euro 170, cioè come il Pentax.
    Viene da considerare di conseguenza, addirittura che il Pentax sia più caro in proporzione, visto che ha un’apertura di uno stop in meno, ovvero 2,4 anzicchè 1,8 come il Nikkor.
    La differenza di prezzo tra FF e Aps c’è anche all’interno dello stesso marchio,quindi i due sistemi forse non andrebbero paragonati.
    Dunque, chiedo adesso, all’interno di un parco ottiche per Aps-c ci sono ottiche cosiddette Pro,oppure no, dato che l’ Aps-c non è un formato professionale?
    Inoltre, come si fa a distinguere, nel parco ottiche Nikon e Pentax l’ottica Pro da quella non Pro?
    Anticipo ovviamente i miei ringraziamenti per l’attenzione.
    Ciao; Tony.

    Mi piace

  19. Ciao Tony purtroppo questa discussione capisco che un po è degenerata ma credo ti abbia creato un po di confusione …
    Allora il formato del sensore non stabilisce se il corpo è pro o meno , infatti ci sono su mercato degli ancora ottimi corpi Nikon D2XS , piu’ che canon Eos mark etc etc etc !!!
    Quindi cosa fa un corpo pro, sono le attitudini a poter svolgere certe manovre che nelle Dslr diciamo consumer ( o come si usa oggi, nella fascia di collegamento tra i pro ed i consumer di fascia quindi prosumer che detto in soldoni non stanno ne di qua e ne di la) di solito non si possono fare , o comunque l’ attitudine ad avere velocità di ripresa estreme , capacita di avere menu più personalizzabili , piu’ regolazioni a portata di mano , sicuramente una totale o quasi protezione, a mezzo di guarnizioni , verso gli agenti atmosferici , un impugnatura a 360 gradi ( ma non sempre) etc etc , ma mai una macchina pro e’ stata identificata per le dimensioni del sensore , altrimenti capiresti che le vere pro sarebbero solo le medio formato…!!!
    Detto questo io continuo a dirti che il paragone tra ottiche anche di diverso formato si puo’ e’ si deve fare perchè alla fine se devi acquistare un parco ottiche che hai già in mente che ti dovrà servire o compri una ff o una dx sempre dovrai acquistarli , quindi al di la di tutto dovrai comunque paragonare l’ acquisto in funzione di ciò che ti serve ed il paragone lo farai ..
    Comunque per farti capire la politica di Nikon (piuttosto che Canon etc etc ) ti posto questo link con il piu’ autorevole sito di prove tecniche DX0MARK dove ho selezionato per te l’ ottica che hai menzionato ed io gli ho messo la piu’ economica entry level lasciando perdere il fatto che sia manuale come messa a fuoco ti anticipo che nonostante l’ ottica nikon e’ spacciata per altamente professionale dal costo di € 1500 , la Samyang la batte alla grande considerando poi il costo meno di 1/3 la dice lunga sui costi ai quali prima facevo riferimento tra la stessa Nikon e Pentax..
    Ti consiglio quindi prima di acquistare qualsiasi cosa di confrontare con tale sito anche i corpi macchina , scoprirai per esempio come da un confronto tra Nikon D3s e Pentax K5 la pentax risulti di pari livello e addirittura come gamma dinamica la superi ( ecco cio’ che prima affermavo quando dicevo che se non lo sai certe differenze non si notano)

    questo e’ il link della prova obiettivi :
    http://www.dxomark.com/index.php/Lenses/Compare-Camera-Lenses/Compare-lenses/(lens1)/405/(lens2)/690/(lens3)/359/(brand1)/Nikkor/(camera1)/438/(brand2)/Pentax/(camera2)/0/(brand3)/Samyang/(camera3)/438

    e questo e’ il link della prova dei corpi macchina:
    http://www.dxomark.com/index.php/Cameras/Compare-Camera-Sensors/Compare-cameras-side-by-side/(appareil1)/676%7C0/(brand)/Pentax/(appareil2)/628%7C0/(brand2)/Nikon

    Buona valutazione
    Ciao

    Mi piace

    1. Dino,
      non mi risulta però che ci siano delle fullframe non professionali. Ci sono invece alcune APS professionali o semipro, ma la differenza di qualità d’immagine con le fullframe c’è sempre.
      Per gli obiettivi è noto che ci sono alcuni obiettivi economici a fuoco manuale che hanno una qualità vicina a quelli autofocus originali. L’acquisto dipende dalle proprie esigenze e dal budget che vi si vuole dedicare.
      ciao, Francesco

      Mi piace

  20. Tony Una piccola aggiunta !!!!
    Ti posto in fine un altro link con la comparazione tra Pentax K5 , Nikon D7000 , e Canon 7D
    Qui’ addirittura la Canon ci fa una figuraccia !!! E la prima risulta essere sempre la K5 !!!!
    Vedi quando sostenevo la k5 alla fine un motivo valido c’e’ anche dal lato puramente tecnico di prove di laboratorio !!

    ecco il link
    http://www.dxomark.com/index.php/Cameras/Compare-Camera-Sensors/Compare-cameras-side-by-side/(appareil1)/676%7C0/(brand)/Pentax/(appareil2)/680%7C0/(brand2)/Nikon/(appareil3)/619%7C0/(brand3)/Canon

    Mi piace

    1. Dino,
      questa valutazione di DXOMark è nota da tempo ed ha suscitato qualche perplessità. Dalle foto che ho scattato, in numerose occasioni non mi risulta che ci sia tutta questa differenza tra il sensore delle Canon 7D/60D/600D/550D e quello delle Nikon D7000/D5100 e Pentax K-5. E lo dico io che ho la D7000 ! Quanto poi alle differnze tra D7000 e K-5 sono talmente minime che potrebbero essere anche attribuite a tolleranze di produzione o ad errori di misura.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Certo quindi fammi capire con una prova di scatto che hai fatto tu con la canon / nikon/pentax riesci a confutare le prove di laboratorio di un (scusate il gioco di parole) Laboratorio di misura ????
        Totò ti avrebbe risposto “ma mi faccia il piacere!!! “.
        Tu Dici ” lo dico io che ho la 7000….” , e secondo te io che scatto con d3s e k5 cosa ho le fette di prosciutto davanti gli occhi , se affermo che sono su un livello quasi uguale???
        Mi chiedo perchè certe persone devono per forza buttar fango su altre per avvalorare le proprie ipotesi!!!
        DX0MARK e’ esattamente un laboratorio di misura , quindi se afferma che il sensore della D90 e’ più risolvente della d300 io gli credo , perchè può essere che in nikon avendo riciclato tale sensore nel nuovo corpo macchina magari hanno cambiato il filtro ir-cut oppure abbiano inserito una gradazione maggiore , oppure abbiano aggiunto quel millimetro di specchio in piu’ che ha fatto abbassare il contrasto , in modo tale da essere meno risolvente.
        Se d’altro canto si volesse confutare la prova tra K5 e Eos 7D ci vorrebbe un altro autorevole laboratorio per confutare tale prova , e non le malelingue in un forum.
        Quindi fino a prova contraria io sono portato a credere ad una prova di laboratorio e non alle dicerie per sentito dire …!!!
        Ciao

        Mi piace

        1. Avevo chiesto educatamente di chiudere la discussione.
          Qualcuno non ha voluto farlo e continua superando anche i limiti di educazione.
          LA DISCUSSIONE E’ CHIUSA.

          Mi piace

  21. 17.Scusate se mi intrometto, so di non essere a tema con i vostri botta e risposta e di essere fuori luogo ma ho un a serie di quesiti da porvi…. Cosi stemperiamo anche i toni… giro una mail che ho spedito a Francesco ed alla quale non ho avuto risposta (non so se perché non è arrivata o perché Francesco non ha avuto tempo) cosicché chiunque possa dire la sua. Dino so già che dirai Pentax tutta la vita ma se vuoi intervenire dammi un parere sulle altre, possibilmente avvalorato da una prova. Grazie anticipatamente a tutti.
    “””Ciao Francesco
    prima di tutto i complimenti per il lavoro che fai e per la dedizione che ci
    metti e soprattutto per il fatto che sul tuo sito non c’è un banner
    pubblicitario. Questo rende ciò che scrivi sicuramente più credibile perché
    frutto del tuo pensiero e non del tuo conto in banca.
    Ciò premesso andiamo a noi. Visito spesso il tuo sito perché voglio farmi un
    idea del mondo della fotografia per me completamente nuovo ma credimi che è
    veramente difficile . Tanti test tanti articoli una miriade di acronimi. E’
    dura. Per non parlare poi degli obiettivi la vastità ma soprattutto la
    diversità di prezzi lascia perplessi chi è nuovo del settore.
    Ti scrivo perché avrei delle domande da farti (mi scuso del peso specifico
    delle stesse ma già ti ho detto che sono “asciutto”)
    Navigando un po’ qua e un po’ la ho visto la Sony a580. Nel tuo sito non ho
    trovato niente su questa fotocamera. Si parla di a550 , a850, a900. Qual è il
    motivo? E’ una fotocamera uscita da poco? O non l’hai presa in considerazione
    perché non valida.
    Mi piacerebbe sapere in quale segmento si colloca e quali sono le sue rivali,
    e preferirei confrontarle con i marchi meno diffusi perché ho un’idiosincrasia per i
    marchi leader (spesso premiati oltremisura dal mercato per ragioni diverse dal
    merito).
    Ieri sono incappato in un sito che ti dava la possibilità di confrontare tra
    loro le fotocamere da te scelte cosi ho provato a confrontare la a580 con la
    a77 o a65 e secondo questo sito il confronto veniva vinto dalla a580. Io ho
    capito che le a65 e la a77 sono uscite da poco e la Sony punta molto su questa
    gamma. Mi chiedo come fanno ad essere inferiori a prodotti precedenti? E che
    costano pure meno. Vince perfino il confronto con la Canon d60. Che credibilità
    hanno questi confronti?
    La verità che il mondo della fotografia sembra più una giungla dove è
    difficile addentrarsi. Rinvio sempre il mio primo acquisto perché sono ancora
    indeciso ma di questo passo non comincerò mai. Quindi ho deciso che entro la
    fine dell’anno comprerò qualcosa non so ancora cosa. Se Sony Pentax o se
    ripiego seguendo la massa con una Nikon 5100 o 7000.
    Aiutatemi
    Di seguito ti elenco le pagine che ho visitato ed i confronti (non so se
    corretti o no) che ho fatto”””””””
    http://snapsort.com/compare/Canon_EOS_550D-vs-Sony_Alpha_DSLR-A580
    http://snapsort.com/compare/Nikon_D7000-vs-Sony_Alpha_DSLR-A580
    http://snapsort.com/compare/Sony_Alpha_DSLR-A580-vs-Sony_SLT-A55
    http://snapsort.com/compare/Sony-A77-vs-Sony_Alpha_DSLR-A580
    http://snapsort.com/compare/Nikon_D90-vs-Sony_Alpha_DSLR-A580
    http://snapsort.com/compare/Pentax_K-5-vs-Sony_Alpha_DSLR-A580

    Commento di Marcello | 18 novembre 2011 | Replica

    Mi piace

    1. Marcello,
      scusa se non ti ho risposto via e-mail, ma sono un po’ in arretrato con la posta a causa di una nuova consulenza che ho iniziato questa settimana.
      La Sony A-580 è una reflex tradizionale di fascia media della linea Alpha. Sony però dallo scorso anno sta abbandonando la produzione di reflex con specchio mobile, come la A580, a favore di quelle a specchio semitrasparente (traslucido come le chiama Sony) della linea SLT. Questo non vuol dire che la A580 non sia buona e lo scorso anno l’avevo consigliata. Quest’anno ho preferito dare le priorità alle SLT che a fronte della presenza del mirino elettronico al posto di quello ottico hanno alcuni vantaggi come le minori vibrazioni, l’autofocus veloce anche per il live view e per i video e il fatto di non oscurare il mirino nelle riprese video.
      La qualità d’immagine della A580 è allo stesso livello o quasi della Nikon D7000 e della Pentax K-5 (tutte da 16 Mpx), e leggermente superiore (di poco) a quella delle Sony A35 ed A55 (anche loro da 16 Mpx) che risentono dell’assorbimento di luce dello specchio semitrasparente.
      Non so su che criteri si basino i confronti che mi hai indicato. Per la scelta di una macchina non si deve considerare solo la qualità d’immagine ma l’insieme delle caratteristiche, l’ergonomia, la costruzione, il corredo di obiettivi disponibili, il prezzo, ecc.. Chiaramente il risultato può variare in funzione delle proprie esigene requisiti.
      In conclusione la 580 è una buona macchina, difficile da trovare nei negozi, ed è un peccato che Sony non voglia più sviluppare questa linea.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Grazie Francesco,
        per la tua risposta (non volevo rimproverarti non sapevo se ti era arrivata la mail oppure no)
        mi conforta molto il vostro giudizio (ringrazio anche Cristian per l’interessamento) e penso che alla fine prenderò una a580. L’ho trovata in kit con il 18-55 a 694 a Bolzano ma se avete da consigliarmi qualche famoso negozio ben fornito tra modena (mi sono trasferito da un mese e non conosco ancora niente del luogo) e bologna dove poterla acquistare ascolterò volentieri i vostri consigli.
        Sabato scorso sono andato a bologna da Marco Polo expert convinto di poterla vedere dal vivo ed impugnarla e con molto dispiacere ho constatato che non c’erano altri marchi al di fuori di Canon e Nikon (ovviamente parlo di reflex base in su). Cosi è veramente difficile ricavarsi un fettina di mercato per le altre.
        Sapevo della nuova strada intrapresa da sony però un po’ il fatto che se inseguiamo sempre l’ultimo ritrovato non ne usciamo vivi un po’ perchè preferisco ciò che è stracollaudato mi ha fatto approdare a questa determinazione. Poi ieri ho visto dei filmati fatti con la a580 su youtube ripresi da un tram in movimento e devo dire che mi hanno colpito. Se le a55 sono migliori nelle riprese mi fa piacere per i possessori io mi accontento di quello che ho visto con la a580. Vi ringrazio ancora e se tutto va bene entro Natale potrò cominciare a scattare qualche foto. Finalmente!!!
        Non so dove trovi il tempo per gestire cosi bene il tuo sito però non mollare mai hai tutta la nostra stima ed il nostro affetto. Continua cosi Francesco

        Mi piace

    2. Comprendo la tua idiosincrasia per i marchi leader, purtroppo però il mercato lo si può immaginare come “n oligopolisti” + “n/2 concorrenti”
      nel mercato reflex non c’è spazio per più di 3 operatori (2 grossi che hanno il 90-95% e un altro a raccogliere gli utenti che cercano le nicchie)… oltre questo i 3 marchi sono quelli che han già ammortizzato buona parte della ricerca… insomma morale della favola è normale che sony stia abbandonando le reflex tradizionali per cercare un segmento di mercato tutto suo, come hanno già fatto olympus e samsung che si sono reinventate nelle evil.
      In sostanza se decidi di prendere la alpha580, essa è una buona macchina e non devi temere di non trovare obiettivi in futuro, tuttavia forse sarà difficile trovare nuove reflex sony perché magari faranno solo SLT…
      Io ti consiglio di andare a provarle in un negozio specializzato, vedrai che qualcuna di queste ti darà “prendimi”, se poi non hai più di 2mila euro da spendere penso che tu ti possa trovare bene con qualsiasi marchio… è sempre una questione di gusti e di budget alla fine

      Mi piace

  22. Ovviamente mi sono dimenticato di dire che affiancherò un’altra ottica al 18-55 pensavo ad un 70-300 non so ancora se sigma o tamron.Pensavo, correggetemi se sbaglio, di prendere obiettivi non stabilizzati visto che la a580 ha la stabilizzazione nel corpo macchina. Ovviamente anche qui sono ben accetti pareri e consigli.

    Mi piace

    1. giusto, tuttavia a volte c’è anche un cambio di schema ottico per l’obiettivo stabilizzato, che può migliorare o peggiorare la resa… insomma ad ogni obiettivo la sua disquisizione…
      comunque come logica è corretta, sì

      Mi piace

I commenti sono chiusi.