Leica M10

20000_leica-m10_black_apo-summicron-50_front_rgbsLeica ha presentato lo scorso 19 l’ultima versione delle sue fotocamere a telemetro serie M, la M10.
La M10 non si allontana dalla tradizione Leica M, ma ne migliora molte caratteristiche. La prima sono le dimensioni con uno spessore di soli 33,75 mm, 4 mm in meno della M9 (Typ 240). Il telemetro è stato migliorato con un campo di visione allargato del 30 %, un ingrandimento aumentato a 0,73x e un aumento dell’estrazione pupillare. Il sensore appositamente sviluppato, di formato fullframe con 24 Mpx, migliora la qualità d’immagine e con un buffer di 2 Gb consente una raffica di 5 fg/s. Sullo schermo o nel mirino elettronico Visoflex (opzionale) si può ingrandire l’immagine ripresa per valutarne la nitidezza. I comandi sono ridotti al minimo con solo un joistick e tre tasti. I tempi e le impostazioni Iso sono comandati da ghiere sulla calotta e tutte le impostazioni principali sono azionabili senza accedere ai menu. La M10 dispone inoltre di connessione wi-fi integrata.

La Leica M10 quindi mantiene la tradizione delle fotocamere a telemetro che hanno fatto la storia del produttore tedesco aggiornandola agli ultimi ritrovati della tecnologia.

La Leica M10 è disponibile dal 19 gennaio al prezzo di 6.625 € solo corpo.

Riporto il comunicato stampa Leica.
___________________________________________________________

 

 

Informazioni per la Stampa

 

M come Pietra Miliare: la nuova Leica M10 è la più sottile
M digitale si sempre. Colpisce per le dimensioni compatte, le prestazioni migliorate e la gestione ancora più intuitiva.
Wetzlar, 18 gennaio 2017. Una fotocamera inconfondibile che ancora una volta diventa riferimento: L’equilibrio unico fra le tradizioni affermate da tempo e l’innovazione tecnica della Leica M10 incarna l’essenza di tutto ciò che è davvero importante per la fotografia, più di qualsiasi fotocamera precedente. Nonostante tutte le sue funzioni siano adattate per rispondere alle precise esigenze della fotografia contemporanea, non si allontana mai dai principi essenziali del leggendario Sistema M. Tutti i componenti e le soluzioni tecniche si concentrano senza compromessi sulla fotografia. Con la sua compattezza, le prestazioni migliorate e la gestione ancora più intuitiva, la Leica M10 pone una nuova pietra miliare nell’infinita storia della fotografia M.

 

Il fattore di forma: dimensioni analogiche nell’era digitale

Molti fotografi che apprezzano le dimensioni dei modelli M analogici per la loro ergonomia ideale e per come stanno in mano avevano espresso il desiderio di avere esattamente questo anche nelle fotocamere M digitali. Ora Leica ha realizzato queste dimensioni da sogno – con una profondità in corrispondenza della calotta di soli 33,75 millimetri, ben quattro millimetri in meno della parente più stretta, la Leica M (Typ 240). Ora la Leica M10 è la più sottile M digitale di sempre.

 

Il telemetro: una finestra precisa sul mondo

Il telemetro ha sempre giocato un ruolo di primo piano nella gloriosa tradizione del Sistema Leica M. Svariati aspetti importanti di questa leggendaria tecnologia di messa a fuoco sono stati ulteriormente ottimizzati nella Leica M10. Per migliorare la visione del soggetto, il campo di visione è stato allargato del 30% e il fattore d’ingrandimento è stato aumentato a 0,73. È stata aumentata considerevolmente anche l’estrazione pupillare – cioè la distanza ottimale dall’occhio all’oculare del mirino. Grazie all’aumento del 50% in questa distanza, il mirino risulta molto più confortevole da usare, in particolare per i fotografi che portano gli occhiali.

 

Il sensore: la tela digitale

Il componente chiave della Leica M10 è il sensore CMOS di pieno formato da 24 MP sviluppato appositamente per questa fotocamera. La sua nuova tecnologia porta a miglioramenti significativi in tutti  i parametri che riguardano la resa dell’immagine: impressionante gamma dinamica, ottima restituzione del contrasto, eccezionale nitidezza e risoluzione dei dettagli più fini. L’esclusiva architettura dei suoi pixel con microlenti permette un’apertura particolarmente ampia, cioè anche i raggi luminosi incidenti con angolazioni oblique sono catturati al meglio dai fotodiodi – con miglioramenti sostanziali rispetto alla generazione precedente. Il vetrino di copertura del sensore opera come filtro taglia-infrarossi e inoltre evita rifrazioni indesiderate della luce incidente con più strati di vetro. L’assenza di un filtro passa-basso assicura anche che la Leica M10 fornisca la massima nitidezza. Questo porta ad una qualità d’immagine significativamente superiore, soprattutto con i grandangolari e gli obiettivi molto luminosi.

 

Grazie alla nuova progettazione del sensore sulla Leica M10, anche il campo delle sensibilità ISO è stato espanso. Ora consente esposizioni con ISO da 100 a 50.000 pur migliorando considerevolmente le caratteristiche del rumore ai valori ISO più elevati. La Leica M10 schiude aree di fotografia completamente nuove e fornisce immagini dalla resa eccezionale anche in condizioni di luce proibitive.

 

Elettronica di trattamento dell’immagine: il nuovo livello di qualità

Il processore immagine di ultima generazione Maestro II della M10 riflette lo stato dell’arte nella più avanzata tecnologia dei processori. Insieme all’altrettanto aggiornato sensore da 24 MP, fa in modo che tutte le immagini acquisite mostrino una qualità d’immagine eccezionalmente brillante. Grazie ad una memoria di buffer di 2GB e agli scatti in sequenza fino a cinque fotogrammi al secondo alla piena risoluzione, i fotografi non perderanno più il momento decisivo. La Leica M10 è la più veloce fotocamera M mai prodotta.

 

Oltre a questo, il processore consente la funzione loupe posizionabile liberamente per una valutazione ancora migliore della nitidezza. Questa nuova funzione si può usare non solo sullo schermo della fotocamera, ma anche nel mirino elettronico (EVF) Visoflex con risoluzione di 2,4 MP. Il mirino dispone di una funzione di rotazione per le riprese da angolazioni insolite e di un modulo GPS integrato che si può attivare per georeferenziare i file immagine.

 

Il concetto operativo: intuitivo e ridotto all’essenziale

Fin dalle origini, le fotocamere Leica M si sono concentrate soltanto sulle funzioni essenziali. Questo principio è stato seguito coscienziosamente anche nella Leica M10, che stabilisce nuovi riferimenti in termini di gestione intuitiva e rapido accesso alle funzioni riguardanti la fotografia. Ad esempio, i comandi sul dorso si limitano al joystick e appena tre tasti per Riproduzione, Live View e Menu. L’importanza di determinate impostazioni varia in base alle preferenze personali e alle necessità fotografiche. In base a questo, la Leica M10 offre anche un menu Preferite liberamente configurabile per la definizione di un profilo delle funzioni personalmente rilevanti.

 

Una delle caratteristiche che distinguono la Leica M10 è la ghiera d’impostazione ISO sulla calotta. Per la prima volta in una Leica M digitale, tutti i parametri di ripresa essenziali come messa a fuoco, diaframma, tempo di posa e valore ISO si possono selezionare a mano senza usare i menu o perfino senza accendere la fotocamera. Questo permette un controllo ancora più diretto e una maggiore discrezione in ripresa.

 

Il modulo WLAN: i ricordi vanno mostrati e condivisi

La Leica M10 è la prima fotocamera M con connettività WLAN integrata. Ciò consente il trasferimento veloce in wireless delle immagini a dispositivi mobili Apple, per poterle editare, postare e condividere sui social network. L’app Leica M permette anche il trasferimento diretto dei dati RAW in formato DNG verso dispositivi mobili per ulteriore trattamento con le relative app dalla versione iOS 10.2. La Leica M10 si può anche controllare a distanza via WLAN da smartphone o tablet. Questo facilita lo scatto di immagini perfette da angolazioni insolite ed evita il tremolio della fotocamera fotografando con tempi di posa più lunghi.

 

Leica M10: Un ulteriore passo verso la perfezione

‘La Leica M è il cuore, la spina dorsale e l’anima di Leica Camera. La Leica M10 unisce tecnologia allo stato dell’arte e straordinarie prestazioni ottiche con una consapevole dedizione ai tradizionali vantaggi dell’inimitabile sistema a telemetro Leica M. In questo, la fotocamera innovativa e il suo concentrarsi sulle funzioni essenziali per la fotografia stabiliscono nuovi standard, mentre il suo concetto operativo eccezionalmente agile ci porta avanti di un altro passo verso la perfezione assoluta. Made in Germany e prodotta da Leica – la Leica M10 rappresenta una straordinaria affermazione del marchio per le più raffinate arti dell’ingegnerizzazione, la massima qualità e la maestria artigianale’, spiega Oliver Kaltner, CEO di Leica Camera AG.

 

“La nuova M, la M10! Non una fotocamera per chiunque – ma sempre più una fotocamera per persone che amano un sistema costruito per il futuro pur mantenendo una costante compatibilità col suo passato. Il sistema a telemetro mi permette di inquadrare e comporre le mie fotografie. Il sistema a telemetro mi permette di seguire le orme dei più grandi fotografi al mondo. Il sistema a telemetro mi permette di creare fotografie col mio proprio stile. La nuova M10 e l’ampia varietà di obiettivi M attuali e del passato – prodotti che risvegliano e soddisfano i desideri di ogni fotografo”, sottolinea il Dr. Andreas Kaufmann, azionista di maggioranza e presidente dell’organismo di vigilanza di Leica Camera AG.

 

Disponibilità:

Fotocamera Leica M10:

Disponibile dal 19 gennaio 2017

 

 

DATI TECNICI

 

Tipo di fotocamera: Leica M10, compatta fotocamera digitale a sistema con mirino e telemetro

Attacco obiettivo: Baionetta Leica M con sensore per codifica a 6 bit

Sistema di obiettivi: Obiettivi Leica M, obiettivi Leica R utilizzabili tramite adattatore (disponibile come accessorio)

Formato di ripresa/sensore immagine: Chip CMOS, superficie attiva circa 24 x 36mm

Risoluzione: DNG™: 5976 x 3992 pixel (24MP), JPEG: 5952 x 3968 pixel (24MP),

4256 x 2832 pixel (12MP), 2976 x 1984 pixel (6MP)

Formati dei dati: DNG™ (dati raw, compressi senza perdita), JPEG

Dimensioni file: DNG™: 20-30 MB, JPEG: Dipende dalla risoluzione e dal contenuto della fotografia

Memoria di buffer: 2GB / 16 fotografie in serie

Bilanciamento del bianco: Automatico, manuale, 8 preimpostati, inserimento temperatura colore

Supporti di memoria: Schede SD fino a 2GB/schede SDHC fino a 32GB/schede SDXC fino a 2TB

Lingue di menu: Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo, Italiano, Portoghese, Giapponese, Cinese tradizionale, Cinese semplificato, Russo, Coreano

Misurazione dell’esposizione: Misurazione dell’esposizione attraverso l’obiettivo (TTL), con apertura di lavoro;

Principio/metodo di misurazione: Misurando la luce riflessa dalle lamelle della prima tendina dell’otturatore su una cellula fotosensibile: Forte prevalenza centrale; misurando sul sensore: Spot, ponderata al centro, multizonale

Campo di misurazione: A temperatura ambiente e umidità normale per ISO 100 all’apertura 1,0 da EV-1 a EV20 all’apertura 32. Il lampeggio del triangolino LED a sinistra nel mirino indica valori inferiori al campo di misurazione

Campo di sensibilità: Da ISO 100 a ISO 50000, regolabile in incrementi di 1/3 ISO da ISO 200, scelta fra controllo automatico o impostazione manuale

Modi di esposizione: Scelta fra controllo automatico del tempo di posa con preselezione manuale del diaframma – priorità al diaframma A, o impostazione manuale per tempo di posa e diaframma

 

Controllo dell’esposizione flash:

Interfaccia per flash: Su slitta accessori con contatto centrale e contatti di controllo

Sincronizzazione: Attivata in opzione da 1a o 2a tendina dell’otturatore

Tempo sincro flash:  = 1/180s; si possono usare tempi più lenti, operando al di sotto del sincro flash: Passaggio automatico al modo flash lineare TTL con lampeggiatori del sistema Leica compatibili con la funzione HSS

Misurazione dell’esposizione flash: Usando la misurazione ponderata al centro TTL con prelampo con flash Leica (SF40, SF64, SF26), oppure flash compatibili col sistema tramite adattatore SCA3502 M5.

Cellula per misurazione flash: 2 fotodiodi al silicio con lente condensatrice alla base della fotocamera

Compensazione dell’esposizione flash: ±3EV in incrementi di 1/3EV

Visualizzazioni nel modo flash (solo nel mirino): LED col simbolo del flash

 

Mirino:

Principio costruttivo: Ampio mirino con cornici luminose e compensazione automatica della parallasse

Oculare: Calibrato su -0,5 diottrie; disponibili lentine correttive da -3 a +3 diottrie

Limitatore del campo immagine: Attivando due cornici luminose per volta: Per 35 e 135mm, o per 28 e 90mm, o per 50 e 75mm; commutazione automatica montando l’obiettivo.

Compensazione della parallasse: La differenza orizzontale e verticale tra il mirino e l’obiettivo viene compensata automaticamente in base alla relativa impostazione della distanza, per cui la cornice luminosa nel mirino si allinea automaticamente con la parte di scena acquisita dall’obiettivo.

Abbinamento tra mirino e immagine: Impostando la distanza di 2m, le dimensioni della cornice luminosa corrispondono esattamente al formato del sensore di circa 23,9 x 35,8mm; all’infinito, in base alla lunghezza focale, il sensore registra circa dal 7,3% (28mm) al 18% (135mm) in più di quanto indicato dalla relativa cornice luminosa; a distanze minori si registra qualcosa in meno.

Ingrandimento (per tutti gli obiettivi): 0,73 x

Telemetro ad ampia base: Telemetro con immagine spezzata o sovrapposta, mostrato come campo luminoso al centro dell’immagine nel mirino

Base di misurazione effettiva: 50,6mm (base di misurazione meccanica 69,31mm x ingrandimento 0,73x nel mirino)

 

Visualizzazioni:

Nel mirino: Display digitale a quattro cifre con punti sopra e sotto

Sul dorso: Monitor LCD TFT da 3” a colori con 16 milioni di colori e 1.036.800 pixel, circa 100% campo immagine, vetrino di copertura particolarmente duro in vetro antigraffio Gorilla®, spazio colore: sRGB, per Live View e modalità di revisione, display

 

Otturatore e scatto:

Otturatore: Otturatore sul piano focale a lamelle metalliche con movimento verticale

Tempi di posa: Per priorità al diaframma: (A) continuo da 125s a 1⁄4000s.,

per regolazione manuale: da 8s a 1⁄4000s in mezzi passi, da 8s a 125s in passi interi, posa B: Per lunghe esposizioni fino ad un massimo di 125s (insieme a funzione autoscatto T, cioè 1° pressione = otturatore apre, 2° pressione = otturatore chiude), (1⁄180s): Tempi di posa più veloci per sincronizzazione flash, modo flash HSS lineare possibile con tutti i tempi di posa più veloci di 1/180s (con flash del sistema Leica compatibili HSS)

Scatti in sequenza: circa 5 foto/s, 30-40 scatti in serie

Pulsante di scatto: Due stadi, 1° passo: Attivazione dell’elettronica compresa la misurazione dell’esposizione e il blocco esposizione (in modo priorità diaframma), 2° passo: Scatto; integrata filettatura standard per cavo di scatto.

Autoscatto: Ritardo a scelta fra 2s (priorità al diaframma e manuale) o 12s impostato nel menu, indicato da LED lampeggiante sul frontale della fotocamera e visualizzazione corrispondente sul monitor.

Accensione/spegnimento della fotocamera: Tramite l’interruttore principale sulla parte superiore; spegnimento automatico opzionale dell’elettronica dopo circa 2/5/10 minuti; riattivazione col pulsante di scatto

Alimentazione: 1 batteria ricaricabile a ioni di litio, voltaggio nominale 7,4V, capacità 1300mAh.; massima corrente/voltaggio di carica: DC 1000mA, 7,4V; N° modello: BP-SCL5; Produttore: PT. VARTA Microbattery, Prodotta in Indonesia, Condizioni operative (nella fotocamera): 0°C – + 40°C

Caricabatteria: Ingressi: 100-240V AC, 50/60Hz, 300mA, commutazione automatica, o 12V DC, 1.3A; Uscita: DC 7,4V, 1000mA/massimo 8,25V, 1100mA; N° modello: BC-SCL5; Produttore: Guangdong PISEN Electronics Co., Ltd., Prodotto in Cina, Condizioni operative: 0°C – + 35°C

GPS (solo con montato il mirino Leica Visoflex, disponibile come accessorio):

Opzionale (non disponibile ovunque in base alla legislazione della nazione, cioè spegnimento forzato in quegli stati), dati scritti nell’intestazione EXIF dei file immagine.

WiFi: Conforme alle norme IEEE 802.11b/g/n (protocollo WiFi standard), canali 1-11, metodo di criptaggio: WiFi compatibile con criptaggio WPA™/WPA2™, metodo di accesso: Modo infrastruttura

 

Corpo macchina:

Materiale: Corpo totalmente metallico in magnesio pressofuso, rivestimento in pelle sintetica. Calotta e fondello in ottone, finitura cromata nera o argento

Selettore del campo immagine: Permette di attivale manualmente in qualsiasi momento le coppie di cornici luminose (es. per confronto)

Filettatura treppiede: DIN A ¼ (¼“) in acciaio inossidabile sul fondo

Condizioni operative: 0-40°C

Interfacce: Slitta accessori ISO con contatti aggiuntivi per mirino Leica Visoflex (sisponibile come accessorio)

Dimensioni (larghezza x profondità x altezza): circa  139 x 38,5 x 80mm

Peso: circa 660g (con batteria)

Contenuto della confezione: Caricabatteria 100-240V con 2 cavi di alimentazione (Euro, USA, varia in alcuni mercati di esportazione) e 1 cavo di carica da autoveicolo, batteria a ioni di litio, cinghia da trasporto, tappo baionetta fotocamera, coperchietto per slitta accessori

 

________________________________________________________________________

20000_leica-m10_black_apo-summicron-50_front_rgbs

20000_leica-m10_black_without-lens_top_rgbs

20001_leica-m10_silver_apo-summicron-m-50-asph_front_rgbs

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...