Fotocamere consigliate – Compatte – 2016 (600-4000 €)

Le compatte sono fotocamere con obiettivo non intercambiabile. In genere è un obiettivo zoom, ma ci sono alcune eccezioni di compatte con obiettivi a focale fissa. Come suggerisce la loro stessa denominazione sono macchine di ingombro e peso tendenzialmente ridotti (anche se c’è qualche eccezione), da portare facilmente con se, anche se in realtà le dimensioni possono essere abbastanza variabili e ce ne sono di piccolissime e altre che non sono assolutamente tascabili.
Fino a poco tempo fa era facile definire le compatte come fotocamere economiche. con sensori piccoli e di conseguenza con scarsa qualità d’immagine specialmente in poca luce, ma oggi non è più così. Il mercato è profondamente cambiato e la maggior parte delle persone fotografa con gli smartphone che si trovano in tasca o nella borsa, anche quelli che non avevano mai pensato prima a fare fotografie. nessuno pensa più a comprare un’economica compatta per fotografare. Ciò ha di fatto fatto sparire dal mercato queste fotocamere che alcuni marchi non hanno nemmeno più in catalogo.
Per reagire a questa situazione di grave recessione i produttori hanno dovuto puntare sulla qualità per convincere almeno chi pensa alla fotografia come qualcosa di più di scattare un’immagine di dove ci si trova o di cosa si sta mangiando per farlo sapere ad amiche, amici e parenticondividendola su Facebook.
Sono state così presentate numerose compatte con sensori più grandi, obiettivi zoom con ampiezze focali meno estreme, ma di migliore qualità e in molti casi il mirino, componente essenziale per ottenere buone foto. Queste nuove fotocamere mantengono però le qualità delle compatte, leggerezza e piccole dimensioni, compatibilmente con le dimensioni del sensore, per rimanere l’alternativa “leggera” quando si vuole usare una fotocamera non impegnativa come dimensioni e peso, in molti casi facilmente tascabile. Inoltre fotocamere di questo tipo sono meno vistose, non danno l’aspetto del “fotografo” a chi le usa e quindi sono più facilmente usabili in molti ambienti e situazioni.

Anche i prezzi però sono diversi e se fino a poco tempo fa le compatte erano fotocamere economiche ora la forbice dei prezzi è molto più ampia e si va da qualche centinaia di euri a diverse migliaia.

Presento quindi una lista di fotocamere consigliate dalle compatte relativamente più economiche, ma con un occhio alla qualità, fino ai modelli di più alto livello e costo con sensori fullframe e adeguata qualità d’immagine. Oltre alla qualità complessiva, sia d’immagine che di costruzione e comandi, ho considerato come requisito essenziale anche la presenza del mirino che è un componente fondamentale per scattare buone foto, consentendo di vedere ed inquadrare meglio in esterni e di tenere la macchina in modo più stabile.

Con queste fotocamere si può fotografare di tutto: foto generiche in esterni e in interni, in viaggio, vacanza, oppure per eventi ed occasioni familiari, paesaggi, monumenti, realà urbana, foto di strada e in molti casi anche ritratti e nature morte, compatibilmente con la focale dei loro obiettivi. Non vanno bene però per foto sportive e naturalistiche di animali nel loro ambiente naturale.

Panasonic Lumix TZ100

dsc06738

 

 

Sensore 1″
Dimensioni sensore mm 13,2×8,8
Mpx 20
Mirino el
Schermo fisso
Autofocus contrasto DFD
Punti AF 49
Stabilizzazione ob
Raffica 50
Protezione no
Video 4K
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo 25-250/1,8-5,9 eq.
Dimensioni mm 111x65x44
Peso g 312
Prezzo con garanzia IT € 650

E’ l’ultma nata della serie TZ (Traveller Zoom) come compatta da viaggio. Infatti unisce alle dimensioni abbastanza ridotte, anche se non propriamente tascabili, un sensore da 1″ con 20 Mpx di dimensioni tali da garantire una buona qualità d’immagine ed uno zoom 10x dal grandangolo 25 mm al tele 250 mm equivalenti. Per contenere le dimensioni però lo zoom ha una buona luminosità in grandangolo, f/1,8, ma molto meno in tele, f/5,9, e questo è un po’ il limite della fotocamera nelle riprese in poca luce. La sua escursione è però superiore a quella delle concorrenti e consente anche riprese a soggetti discretamente lontani come ad eventi e spettacoli. L’autofocus è veloce sfruttando la tecnologia Panasonic DFD a rilevamento di contrasto. Il mirino è piccolo, ma abbastanza valido. Un altro pregio è la ripresa video 4K con anche la possibilità di foto 4K e di post focus e la raffica fino a 50 fg/s. La qualità d’immagine è buona.

Canon G5X

dsc01812-c-ones

 

 

Sensore 1″
Dimensioni sensore mm 13,2×8,8
Mpx 20
Mirino el
Schermo orientabile
Autofocus contrasto
Punti AF  
Stabilizzazione ob
Raffica 5,9
Protezione no
Video FhD
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo 24-100/1,8-2,8 eq.
Dimensioni mm 112x76x44
Peso g 353
Prezzo con garanzia IT € 690

Fa parte della nuova serie di compatte Canon GnX ed è l’unica dotata di mirino. La sua disposizione pero, sporgente sopra la calotta come se fosse una piccola reflex, la penalizza a livello dimensionale compromettendone la praticità se si vuole infilarla in tasca. E’ dotata di un sensore da 1″ con 20 Mpx come la totalità delle sue sorelle e concorrenti. Lo zoom ha un’esursione relativamente ridotta, 4x, 24-100 mm equivalenti f/1,8-2,8, ciò che consente di mantenere una buona luminosità anche in tele. L’autofocus è a rilevamento di contrasto, il mirino abbastanza buono. Riprende video Full HD. La qualità d’immagine è buona.

Panasonic Lumix LX100

DSC05451

 

 

Sensore 4/3
Dimensioni sensore mm 17,3×13
Mpx 13
Mirino el
Schermo fisso
Autofocus contrasto DFD
Punti AF 49
Stabilizzazione ob
Raffica 11
Protezione no
Video 4K
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo in kit 24-75/1,7-2,8 eq.
Dimensioni mm 115x66x55
Peso g 393
Prezzo con garanzia IT € 670

E’ la prima compatta con sensore 4/3″. Le sue caratteristiche sono molto interessanti anche se la risoluzione del sensore è limitata a 13 Mpx. L’obiettivo  Leica Vario-Summilux 24-75 equivalente f/1,7-2,8 ha un’elevata luminosità. Il mirino elettronico ha una risoluzione elevatissima, 2,764 Mpx e un’alta qualità. Interessante anche il tempo più veloce dell’otturatore, 1/16000 che consente di scattare con diaframmi aperti anche quando c’è molta luce consentendo così un controllo della profondità di campo. I comandi con le ghiere per i tempi ed i diaframmi sono molto comodi ed intuitivi, in stile Leica M. Una delle sue caratteristiche più interessanti è la ripresa video 4K che consente anche di eseguire sequenze di foto 4K a 25 fg/s. Le dimensioni sono medie e la macchina non è propriamente tascabile, anche se si può infilare in una giacca o giubbotto, oppure in un piccolo marsupio. La qualità d’immagine è molto buona.

Sony RX100 III

 

 

Sensore 1″
Dimensioni sensore mm 13,2×8,8
Mpx 20
Mirino el
Schermo ribaltabile
Autofocus contrasto
Punti AF 25
Stabilizzazione ob
Raffica 10
Protezione no
Video FhD
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo 24-70/1,8-2,8 eq.
Dimensioni mm 102x58x41
Peso g 298
Prezzo con garanzia IT € 720

Ha un sensore CMOS retroilluminato da 1″ con 20 Mpx e di uno zoom Zeiss 2,9x 24-70 equivalente con la elevata luminosità di f/1,8-2,8. La novità principale rispetto al precedente modello è la presenza del mirino elettronico che incredibilmente non fa aumentare le dimensioni della macchina che di un paio di mm. La RX100 III resta quindi una macchina tascabile, anzi una delle migliori delle tascabili e con l’aggiunta del mirino è veramente completa. Anche il nuovo obiettivo guadagna parecchio in luminosità pur perdendo un po’ di focale dal lato tele, ma queste compatte non si prendono certo per avere un supertele. La qualità d’immagine è buona con una risoluzione ed una nitidezza elevate.

Leica D-Lux Typ 109

 

 

Sensore 4/3
Dimensioni sensore mm 17,3×13
Mpx 13
Mirino el
Schermo fisso
Autofocus contrasto DFD
Punti AF 49
Stabilizzazione ob
Raffica 11
Protezione no
Video 4K
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo 24-75/1,7-2,8 eq.
Dimensioni mm 118x66x55
Peso g 405
Prezzo con garanzia IT € 995

E’ la versione Leica della Panasonic LX100, anche se sarebbe più corretto dire il contrario, visto che l’obiettivo è un Leica.
Differisce esteticamente per la mancanza dell’accenno di impugnatura e per la finitura. Internamente si distingue per il diverso firmware firmato Leica. E’ fornita con una licenza per Adobe Photoshop Lightroom (costo circa 150 €) che la rende vicina come prezzo a quello della LX100.

Sony RX100 V

juniqoykwkdnsoo7dvnx

 

 

Sensore 1″
Dimensioni sensore mm 13,2×8,8
Mpx 20
Mirino el
Schermo ribaltabile
Autofocus ibrido
Punti AF 315
Stabilizzazione ob
Raffica 24
Protezione no
Video 4K
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo 24-70/1,8-2,8 eq.
Dimensioni mm 102x58x41
Peso g 299
Prezzo con garanzia IT € 1.100

La RX100 V differisce dalla RX100 III per il nuovo sensore Exmor RS (disponibile anche nella versione IV)che usa la tecnologia “stacked BSI-CMOS”. Il sensore retroilluminato è formato da più strati invece che uno solo con pixel e circuiti come i normali sensori anche BSI. Lo strato più in alto, esposto alla luce, contiene solo i pixel. Il secondo sotto contiene i circuiti elettronici ed il terzo in fondo una memoria veloce DRAM per memorizzare il segnale. Questo comporta un ulteriore miglioramento nel rapporto segnale/rumore ed una velocità di lettura cinque volte superiore. Rispetto alla III ed alla IV questa versione è dotata in più di un autofocus ibrido, con pixel a rilevamento di fase sul sensore, dotato di ben 315 punti AF che migliora molto la velocità di messa a fuoco, uno dei punti su cui la RX100 poteva migliorare. Anche la raffica è migliorata ed arriva a 24 fg/s. La ripresa video è 4k, come sulla precedente IV. La qualità d’immagine è molto buona e migliore di quella della RX100 III.

Fujifilm X-100t

 

 

Sensore APS
Dimensioni sensore mm 23,5×15,6
Mpx 16
Mirino ot/el
Schermo fisso
Autofocus ibrido
Punti AF 49
Stabilizzazione ob
Raffica 6
Protezione no
Video FhD
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo 23/2.0 (35 eq.) 
Dimensioni mm 127x74x52
Peso g 440
Prezzo con garanzia IT € 1.070

La X-100t è una delle migliori compatte in circolazione, superata solo dalle nuove fullframe. Ha un’estetica volutamente “retro”, ma la sua tecnologia è modernissima, a cominciare dal sensore di formato APS del tipo X-Trans II CMOS con tecnologia esclusiva Fujifilm. Questo sensore grazie alla disposizione dei pixel colorati irregolare ed aperiodica non ha bisogno di filtro antialias e ciò ne migliora la nitidezza e la risoluzione. Inoltre dispone di un certo numero di pixel per attuare l’autofocus a rilevamento di fase, più veloce di quello a rilevamento di contrasto ed utile per le riprese video. Il corpo è costruito in lega di magnesio e molto ben finito. L’obiettivo fisso è un Fujinon 23 mm f/2,0 equivalente ad un 35 mm di qualità eccelente. Il mirino è ibrido, può funzionare otticamente, visualizzando l’inquadratura con un’apposita cornice e fornendo tutte le indicazioni relative allo scatto, compresi i punti AF, oppure in modalità elettronica, con 2,35 Mpx e una copertura del 100%. L’autofocus a rilevamento di contrasto e di fase è veloce e sensibile. L’otturatore ha il tempo di scatto più veloce di 1/32000 di secondo, questo consente di scattare con diaframmi molto aperti per limitare la profondità di campo anche in pieno giorno. Dispone di un piccolo flash incorporato sul frontale. La X-100T è un’eccellente fotocamera con un’ottima qualità d’immagine, superata solo dalle migliori fullframe con cui può però competere. Se non è un problema avere solo una focale fissa da 35 mm (focale classica e usata da fotografi famosi) è un’ottima scelta.

Sony RX1R II

cosrb6yg5mgktwyxefby

 

 

Sensore FF
Dimensioni sensore mm 36×24
Mpx 42
Mirino el
Schermo ribaltabile
Autofocus ibrido
Punti AF 399
Stabilizzazione ob
Raffica 5
Protezione no
Video FhD
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo 35/2,0
Dimensioni mm 113x65x72
Peso g 507
Prezzo con garanzia IT € 3.500

La RX1R II è una compatta di alta classe e costo. E’ l’ultima evoluzione della serie di compatte RX1 ed adotta lo stesso sensore della mirrorless A7R II con 42 Mpx e senza filtro antialias. L’obiettivo a focale fissa è uno Zeiss 35 mm f/2,0. Ha un ottimo mirino elettronico e lo schermo orientabile. L’autofocus è ibrido con 399 punti AF a rilevamento di fase sul sensore. La ripresa video è “solo” Full HD. Le sue dimensioni sono contenute considerando il sensore e l’obiettivo.
E’ una fotocamera che può produrre foto di elevata qualità e costituire un’alternativa credibile a qualsiasi reflex e mirrorless per chi vuole una fotocamera abbastanza piccola e non si vuole impegnare nella scelta di obiettivi, ma per il suo prezzo molto esclusiva. La qualità d’immagine è eccellente.

Leica Q typ 116

 

 

Sensore FF
Dimensioni sensore mm 36×24
Mpx 24
Mirino el
Schermo fisso
Autofocus contrasto
Punti AF  
Stabilizzazione no
Raffica 10
Protezione no
Video FhD
Flash si
Wi-Fi si
Obiettivo 28/1,7
Dimensioni mm 130x80x93
Peso g 640
Prezzo con garanzia IT € 4.195

Questa Q Typ 116 è una novità sorprendente per Leica che fino ad oggi nel formato fullframe aveva continuato a produrre solo modelli della linea M. La Q è una compatta con sensore fullframe da 24 Mpx ed obiettivo a focale fissa Summilux 28 mm f/1,7. Le sue dimensioni sono abbastanza contenute in rapporto alle dimensioni del sensore e l’esteica ricorda abbastanza le famose M a telemetro. Anche le regolazioni con la ghiera dei tempi sulla calotta e quella dei diaframmi attorno all’obiettivo sono simili.
La Q ha un’elevata qualità d’immagine anche grazie al suo eccellente obiettivo e costituisce, come la Sony RX1R II, un’alternativa credibile a qualsiasi reflex e mirrorless, ma ancora più esclusiva non solo per il prezzo.

Annunci

10 pensieri su “Fotocamere consigliate – Compatte – 2016 (600-4000 €)”

  1. Per chi, nel caso, valutasse un pò eccessivi i prezzi delle fotocamere più recenti, in vantaggiose offerte può ancora capitare di trovare a prezzi intorno ai 350€ sia la Fujifilm X30 (che non so se ancora viene prodotta) che la Sony RX100 prima versione (ad esempio un paio di settimane fa a 340€ su Amazon). Sono prodotti meno recenti ma che sono ancora in grado di offrire ottime esperienze.

    Mi piace

    1. Diego,
      la Fujifilm X-30 non è presente nel catalogo che era distribuito alla Photokina, ne era esposta, anche se è ancora presente sul sito della Fujifilm Italia. Nel dubbio non l’avrei comunque inserita. Il suo sensore da 2/3″ è la metà di quello da 1″ e la penalizza nei confronti di queste fotocamere; è un peccato perchè ha un ottimo obiettivo e mirino.
      La Sony RX100 potrebbe essere una buona scelta, anche se l’assenza del mirino e lo zoom poco luminoso in tele non entusiasma.
      Comunque visto che ci sono tanti disposti a spendere anche 1.000 € per un iPhone o Galaxy S7, quando le stesse cose (telefonate, Whatsup, Facebook) potrebbero essere fatte con uno da 200-300 € massimo, non vedo perchè per la fotografia si debba essere taccagni e voler spendere il meno possibile. Se piace e si è appassionati di fotografia si spenda quello che serve, altrimenti si può continuare a scattare con lo smartphone.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    1. Alessandro,
      Olympus non ha più in catalogo fotocamere compatte, oggetto dell’articolo, tranne quelle impermeabili e subacquee che non ho preso in considerazione per questo articolo. Quando scriverò l’articolo sulle mirrorless vedrai le Olympus.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  2. Scusami francesco, ma vorrei sottoporti alcune mie considerazioni sulle compatte, avendo maturato la decisione di acquistarne una da portarmi nei viaggi, da affiancare alla reflex Nikon D3100 con kit 18-105. Anzi, per dirla tutta, senza nulla togliere alla qualità della mia reflex, che mi ha dato notevoli soddisfazioni, l’utilizzo che ne ho fatto, per pigrizia soprattutto, è stato in modalità automatica e salvando in jpg. Qualche tempo fa ho cominciato a voler fare foto di particolari architettonici, animali, persone da una certa distanza ed il mio corredo non mi consentiva di fare quello che volevo. Ho, perciò, cominciato a guardare zoom come il Tamron AF 16 – 300 mm Obiettivo Ultra-Zoom, Macro per APS-C Nikon, F/3.5 – 6.3 Di il VC e PZD. Poi, pensandoci bene, visto che già così la mia reflex mi pesava, mi sono detto, forse non è la scelta giusta. Allora ho cominciato a guardare le compatte. Mi sono soffermato sulle seguenti:
    1) Sony DSC-HX90V Fotocamera Digitale Compatta Cyber-shot, Sensore CMOS Exmor R da 18,2 Megapixel, Zoom Ottico 30x, GPS, Nero
    2) Panasonic Lumix DMC-TZ100EGK Fotocamera, Sensore 1” 10X Zoom Post Focus, 4K Photo & 4K Video, Nero
    3) Sony DSC-RX100M4 Fotocamera Digitale Compatta, Cyber-shot, Sensore CMOS Exmor RS da 1″ e 20.1 MP, Obiettivo Zeiss Vario-Sonnar T, con Zoom Ottico 2.9x, Nero
    La prima mi attira molto per lo zoom 30x, ma mi spaventa un po’ il sensore piccolo da 1/2.3″ che ha, la terza rappresenta un’ottima macchina, con, sicuramente per me, il limite dello zoom 2,9x, ma soprattutto il prezzo, la seconda, forse, rappresenta il giusto compromesso, avendo uno zoom 10x ed un sensore da 1″ .
    Io avrei scelto la prima, anche se la seconda mi intriga molto.
    Dimmi cosa ne pensi, ma soprattutto se hai altre soluzioni, compatte o altro, da consigliarmi.
    Grazie. Andrea

    Mi piace

    1. Andrea,
      rispondo qui al tuo commento, proposto identico nel test della Panasonic TZ80.
      Secondo me se un fotografo vuole sviluppare una sua idea sceglie quello che tecnicamente meglio si presta a perseguirla ed a realizzarla. E’ vero che il fotografo e la sua capacità sono più importanti dell’attrezzatura e che un bravo fotografo può fare una buona foto con qualsiasi cosa, ma non si deve sminuire per questo l’importanza della qualità tecnica e il fatto che un’attrezzatura di migliore qualità aiuti a realizzare meglio le proprie foto. Valutare che sia meglio una compatta con sensore piccolo e zoom 30x di bassa qualità piuttosto che una reflex solo perchè pesa, riferendosi poi alla Nikon D3100, una delle più piccole, leggere e compatte reflex, vuol dire che in fondo non ci interssa molto quello che si realizza come foto e non si è veramente appassionati di fotografia.
      La scelta di una compatta da affiancare ad una relex è valida, ma innanzitutto deve essere una compatta di qualità e poi ognuna va usata nel suo ambito. Per una foto disimpegnata, quando non si esce con l’obiettivo primario di fare foto, può andare bene, ma quando si decide di fotografare è meglio una reflex o una mirrorless, a meno che non si opti per una compatta di alta classe, Fujifilm X-100f, Leica Q, Sony RX1R, e solo per determinati tipi di foto.
      Altro discorso invece per l’uso degli automatismi e del solo jpeg che possono essere scelte valide se si sa quello che si sta facendo e perchè.
      Per riprendere particolari architettonici e animali da una certa distanza la scelta più ovvia sarebbe uno zoom 70-300 mm (105.450 eq.). Nikon, Sigma e Tamron ne offrono modelli stabilizzati a prezzi fra 300 e 400 €. Oppure in alternativa anche il Tamron 16-300 a cui hai pensato, che eviterebbe di portarsi due obiettivi, al prezzo però di una luminosità leggermente inferiore.
      Comunque fra le comaptte che hai elencato scarterei decisamente la Sony HX90V per il suo sensore piccolo e l’obiettivo di non grande qualità. La Sony RX100 IV è sicuramente la migliore, la più piccola e tascabile compatta di qualità. Eventualmente un buon compromesso è la Panasonic TZ100, un po’ più grande e dotata di mirino come la RX100 IV, che ha un buon sensore, anche se non al livello della RX100 IV, e un buon obiettivo con il solo limite della scarsa luminosità alla massima focale.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  3. Ciao, Francesco, nel mio negozio di fiducia c’è la Panasonic LX100 a 600 euro. La mia Canon G7X mark ii, che ha quasi un anno, mi verrebbe presa in permuta a 350. Secondo te vale la pena il cambio? Farei un salto di qualità come resa ottica e come resa ad alti ISO?

    Mi piace

    1. Marco,
      cambiando la Canon G7X II con la Panasonic LX100 il vero miglioramento che avresti è la presenza del mirino, essenziale per inquadrare correttamente in qualsiasi condizione di luce e per tenere la macchina stabile. Dal punto di vista qualità d’immagine il rapporto segnale/rumore è leggermente migliore, ma non di molto in quanto gli ultimi sensori BSI-CMOS (retroilluminati) da 1″ hanno prestazioni notevoli, ma perderesti in risoluzione. Alla fine le differenze sarebbero minime.
      Io risparmierei quei soldi per una fotocamera migliore, reflex o mirrorless, con cui potresti vedere una vera differenza.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...