Panasonic G80

g80_g85_mkit_slant2_kcPanasonic presenta oggi, durante la conferenza stampa pre Photokina, una nuova mirrorless della serie G.
La nuova G80 è una mirrorless con sensore micoro 4/3 (17,6×13,2 mm) e 16 Mpx privo di filtro antialias. L’innesto obiettivi è ovviamente il Micro 4/3. L’autofocus a rilevamento di contrasto con la tecnologia Panasonic DFD per migliorare la sua velocità. La stabilizzazione è ibrida Dual IS: utilizza il sistema ottico se presente negli obiettivi ed il sistema a “5 assi” sul sensore combinandoli per i migliori risultati guadagnando fino a 5 stop. La ripresa video è 4K QFHD a 3840×2160 fino a 25 fg/s in formato MP4 e Full HD 1920×1080 pixel 50p in formato AVCHD progressive o MP4 (H.264). La funzione 4K Photo consente di estrarre foto da dai video ed è dotata della funzione post-focus. Ha un mirino da 2,36 Mpx,di schermo orientabile in ogni direzione sensibile al tocco e di connessione wi-fi. Il corpo, parzialmente in lega di magnesio, è protetto da polvere ed acqua.
La G80 è una notevole evoluzione rispetto alla precedente G7. Dispone della doppia stabilizzazione ottica e sul sensore e, per la prima volta nella serie G, del corpo protetto da polvere ed acqua.
Sarà disponibile da ottobre al prezzo di 899 e solo corpo, 999 e con lo zoom 16-60 mm e 1.299 € con il 14-140.

Riporto il comunicato stampa Panasonic.
_______________________________________________________

Panasonic presenta LUMIX G80.

Tecnologie 4K, doppia stabilizzazione d’immagine a 5 assi

e design resistente alla polvere e all’acqua:

nasce la fotocamera ideale per l’outdoor di alto livello

Berlino, Germania, 19 settembre 2016 – Design robusto e performance di alta qualità: svelata oggi la nuova LUMIX G80, neo arrivata nella serie di fotocamere DSLM di Panasonic. Il corpo macchina compatto e resistente racchiude numerose caratteristiche innovative e pratiche funzionalità, rendendo LUMIX G80 un prodotto destinato a eccellere.

Scatti di meravigliosa chiarezza

La nuova LUMIX G80 può vantare la presenza del sistema Dual I.S. 2 a 5 assi[1], per una stabilizzazione d’immagine senza rivali. Grazie alla nuovissima tecnologia basata su un sensore giroscopico, i sistemi O.I.S. (Optical Image Stabilizer, stabilizzatore ottico d’immagine, a due assi) e B.I.S. (Body Image Stabilizer, stabilizzatore d’immagine integrato nel corpo macchina, a 5 assi) sono in grado di combinare alla perfezione le proprie funzionalità, offrendo una precisione eccezionale. Le fotografie e i filmati sfoggiano una chiarezza d’immagine di elevata qualità, grazie al sistema migliorato che consente di eliminare l’effetto mosso dovuto al tremolio della mano o agli spostamenti su superfici esterne irregolari.

Inoltre, il modello LUMIX G80 è in grado di analizzare le condizioni di scatto, tra cui la lunghezza focale, e il sistema Dual I.S. può così avvalersi di una velocità di otturazione più lenta (fino a 5 stop).[2] Il sistema funziona indifferentemente con grandangolo e con tele, in condizioni di scarsa luminosità e durante scatti a mano libera, regalando in tutti i casi immagini e filmati perfettamente nitidi.

Il modello LUMIX G80 introduce nel meccanismo dell’otturatore un sistema di azionamento elettromagnetico, permettendo così un’ulteriore e significativa riduzione delle vibrazioni causate dal movimento del diaframma, oltre a una minore rumorosità del dispositivo. Grazie anche alla solida struttura in magnesio del telaio anteriore, le vibrazioni causate dall’otturatore vengono ridotte del 90% circa rispetto ai modelli G7 e G70, immediati predecessori della G80.

Pronta a scattare con la più elevata qualità

La combinazione di sensore Digital Live MOS da 16 megapixel e innovativo processore Venus Engine permette agli utenti di scattare immagini accese e realistiche, di alta qualità: eccellente risoluzione, contrasto elevato, resa cromatica sbalorditiva e alta sensibilità ISO (sensibilità massima: 25600).

Il funzionamento della fotocamera non richiede la presenza del Low Pass Filter e l’assenza del filtro nel sensore consente il miglioramento della risoluzione limite di circa il 10%.[3] Il processore Venus Engine, inoltre, esalta i colori delle immagini (come ad esempio i colori di un cielo terso) grazie alla precisa regolazione separata di tono, saturazione e luminosità. Uno dei vantaggi di questa straordinaria capacità di messa a punto degli scatti è la possibilità di impostare un profilo con specifiche regolazioni di contrasto, nitidezza, saturazione e riduzione del disturbo, per adattare le impostazioni della fotocamera alla specifica situazione e allo stile personale del fotografo.

Ma non è solo la qualità degli scatti a rendere celebri le fotocamere LUMIX serie G di Panasonic. Le superbe caratteristiche dei video 4K non hanno nulla da invidiare alle immagini fotografiche! La LUMIX G80 permette infatti la creazione di video straordinariamente fluidi e all’elevata risoluzione 4K QFHD di 3840 x 2160, a 25p (50Hz) o 24p e in formato MP4, oltre ai video Full HD 1920 x 1080 a 50p (50 Hz) in formato AVCHD Progressive o MP4 (MPEG-4 / H.264), con la praticità della funzione Full-time AF.

Cogli l’attimo per immortalare il momento perfetto

L’eccezionale funzione 4K Photo sfrutta la capacità di registrazione video 4K per consentire di acquisire un’immagine da 8 megapixel dal video girato, con la massima precisione. Cogliere l’attimo diventerà un vero gioco da ragazzi!

Disponibile in 3 esclusive modalità – 4K Burst Shooting, 4K Burst (Start/Stop) e 4K Pre-burst – la funzione 4K Photo integrata nella LUMIX G80 permette di catturare l’immagine perfetta, estraendo il fotogramma desiderato dal video 4K.

Inoltre, il sistema AF a contrasto del modello G80 permette una messa a fuoco ancor più rapida e precisa grazie allo scambio di segnale digitale alla velocità massima di 240 fps. La rapidità della messa a fuoco AF a contrasto è poi ulteriormente migliorata dalla tecnologia Depth From Defocus (DFD).[4]

La funzione Post Focus integrata nel modello permette di selezionare il punto di messa a fuoco anche dopo aver scattato la foto. La caratteristica è particolarmente utile nelle situazioni che richiedono una precisa messa a fuoco (come negli scatti macro) oppure nel caso in cui la messa a fuoco dell’immagine finale non sia quella ricercata al momento dello scatto. La fotocamera vanta inoltre la funzione Focus Stacking, in grado di facilitare gli scatti macro, dove la messa a fuoco è più difficoltosa. La funzione consente di ottenere più immagini dello stesso frame, con diversi valori di apertura del diaframma; queste vengono poi combinate in un’unica immagine e l’utente può selezionare a questo punto l’area da mettere a fuoco.

Inoltre, la funzione Low Light AF permette di mettere a fuoco con maggior precisione il soggetto desiderato, anche in condizioni di scarsissima luminosità (-4EV) e a ogni ora del giorno e della notte (utile ad esempio nel caso di fotografia naturalistica, con scatti caturati all’alba o al tramonto). La funzione Starlight AF, invece, consente agli astronomi in erba di immortalare singole stelle e costellazioni.

Struttra resistente e versatile

Il design robusto della fotocamera G80, dotata di telaio anteriore costruito in magnesio completamente pressofuso, è in grado di resistere a qualsiasi sollecitazione sul campo. Grazie alle accurate guarnizioni su ogni giunto, selettore e pulsante, la fotocamera vanta anche una struttura resistente alla polvere e all’acqua.

LUMIX G80 è dotata di impugnatura ergonomica, per una presa stabile anche con una sola mano. Il sistema di controllo Dual Dial, con selettori su fronte e retro, consente un’impostazione diretta della macchina; ad esempio, è possibile utilizzare un selettore anteriore per regolare il bilanciamento del bianco e un selettore posteriore per impostare l’ISO, avvalendosi del display sul retro per selezionare la velocità dell’otturatore o per monitorare il rumore dell’immagine (ideale quando si ha a che fare con complesse condizioni di luce).

Questo modello è caratterizzato da un ampio mirino LVF (Live View Finder) OLED (diodo organico a emissione di luce) da 2.360.000 pixel, con un eccezionale rapporto di ingrandimento di circa 1,48x / 0,74x (equivalente di una fotocamera da 35 mm) e campo visivo del 100%. La velocità di risposta è rapidissima, con un ritardo inferiore a 0,01 secondi, mentre la visibilità è straordinaria grazie all’elevato contrasto pari a 10.000:1. Inoltre, la distanza di accomodamento dell’occhio di circa 20 mm offre comfort e ottima visibilità anche a chi indossa occhiali.

Il mirino LVF è dotato della nuovissima funzione Power Save Mode: qualora il sensore rilevi che l’occhio si è distolto dal mirino LVF, la fotocamera entra automaticamente in stand-by dopo una quantità di tempo che è possibile preimpostare (3, 5 o 10 secondi); premendo a metà il pulsante dell’otturatore, la fotocamera ritorna in modalità di ripresa. Questo aiuta ad aumentare di quasi tre volte la quantità di scatti che è possibile ottenere con una ricarica di batteria, da 320 a 800-900.[5]

Il monitor posteriore Free-Angle da 3 pollici (7,62 cm) e 1.040.000 pixel, dotato di controllo touch, è intuitivo e semplice da utilizzare e può essere inclinato di 270 gradi in verticale, per rendere gli scatti da angolazione bassa e le composizioni verticali ancor più agevoli.

Principali caratteristiche:

  • Nuova impugnatura Battery Grip – DMW-BGG1

La fotocamera LUMIX G80 è compatibile con l’impugnatura opzionale Battery Grip DMW-BGG1. Questo accessorio permette di utilizzare due batterie (una alloggiata nella fotocamera e l’altra nell’impugnatura), raddoppiando l’autonomia del dispositivo e permettendo quindi un uso prolungato nel tempo. Inoltre, l’accessorio rende più comoda l’impugnatura, anche durante l’utilizzo in posizione verticale. Progettata in esclusiva per la LUMIX G80, l’impugnatura Battery Grip DMW-BGG1 si abbina perfettamente alla fotocamera e può vantare un design robusto e resistente alla polvere e all’acqua, proprio come la sua controparte.

  • Funzione 4K Live Cropping
  • Output immagine in tempo reale tramite HDMI durante la ripresa video
  • Jack per microfono da 3,5 mm
  • Nuovissime funzioni Focus Bracket e Aperture Bracket
  • Curve di gamma preimpostate per registrazioni video in modalità Creative Video
  • Connettività wireless immediata tramite smartphone dotato di Wi-Fi®
  • Funzione Power Save con ripresa LVF
  • Creative Control in modalità P/A/S/M
  • Sviluppo file RAW in Camera
  • Modalità silenziosa
  • Esposizione multipla
  • Time Lapse Shot / Stop Motion Animation

Lumix G80 sarà commercializzata nel mercato Italiano a partire dal mese di Ottobre, indicativamente al prezzo suggerito al pubblico di 899€ (corpo macchina), 999€ (in kit con ottica LumixG 16-60mm) e 1.299€ (in kit con ottica 14-140mm).

[1] Il sistema Dual I.S. 2 a 5 assi funziona unicamente con obiettivi compatibili. È inoltre necessario l’aggiornamento del firmware dell’obiettivo.

[2] Basato sullo standard CIPA, vibrazioni yaw/pitch: distanza di messa a fuoco f=50-140 mm (equivalente per fotocamera con pellicola da 35 mm: f=100-280 mm), nel caso sia utilizzato un obiettivo H-FS14140.

[3] Dati di Panasonic, confronto con modelli G7/G70.

[4] Il sistema AF a contrasto con tecnologia DFD funziona solamente con obiettivi con standard Micro Quattro Terzi Panasonic.

[5] Dati basati sull’opzione a 3 secondi, con display posteriore impostato in modalità visualizzazione informazioni di ripresa.

________________________________________________________________

300123-lumix-g80-0y4a0418

image_g80_g85_kkit_front_k

image_g80_g85_kkit_k_double_dial

g80_g85_mkit_slant2_kc

g80_g85_mkit_back_k_lcd_closec

bgg1_front_kc

Annunci

3 pensieri riguardo “Panasonic G80”

    1. Roberto,
      Panasonic come tutte le marche non da specifiche molto dettagliate per il funzionamento del suo Dual IS, ma sono riuscito a trovare un test che spiega molto bene il suo funzionamento per la GX8.
      In pratica per le foto il Dual IS, con un guadagno di 4-5 stop, funziona solo con gli obiettivi Panasonic stabilizzati compatibili. Con gli altri Micro 4/3 funziona la stabilizzazione nell’obiettivo, se prevista, oppure quella sul sensore, molto meno efficace, che fa guadagnare 1 stop o poco più. Con obiettivi con adattatore funziona quella sul senore.
      Per il video se l’obiettivo è stabilizzato funziona la stabilizzazione a 5 assi se è attiva quella elettronica, oppure quella sull’obiettivo, sia per gli obiettivi compatibili che per gli altri Micro 4/3. Per altri obiettivi la stabilizzazione non funziona.
      La stabilizzazione della G80 dovrebbe funzionare allo stesso modo.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Sei stato molto chiaro e completo, e grazie per il link alla recensione.
        Io ero in procinto di prendere la GH4, poi ho visto l’annuncio della G80 e il sensore stabilizzato ha attirato la mia attenzione. Ma stando così le cose, visto che userò solo obiettivi adattati e non stabilizzati, torno a considerare la GH4, per bitrate in registrazione più elevato e slow motion più spinti.
        Grazie mille!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...