Pentax K-01

La K-01 è stata presentata ufficialmente Ha un corpo in alluminio stilizzato dal designer Marc Newson di dimensioni ragguardevoli per una mirrorless. La fotocamera è compatibile con tutti gli obiettivi con innesto K prodotti da decine di anni. La K-01 ha un sensore di formato APS da 16 Mpx, presumibilmente simile a quello della K-5 , lo stabilizzatore integrato nel corpo, come tutte le reflex Pentax e riprende video Full HD. Insieme alla K-01 è stato anche presentato un nuovo obiettivo “pancake” 40 mm f/2,8 estremamente compatto.
Le caratteristiche principali della nuova Pentax K-01 erano già note:

– corpo, disegnato dallo stilista Marc Newson, in lega di alluminio disponibile in vari colori
– innesto obiettivi compatibile con il Pentax K, usa gli attuali obiettivi Pentax per reflex APS
– sensore CMOS di formato APS da 16 Mpx, con la possibilità di riprendere in diversi formati
– schermo da 3″ con 920.000 pixel
– stabilizzatore d’immagine integrato nel sensore
– sistema di riduzione della polvere
– velocità di raffica di 6 fg/s
– tempi di scatto da 30 sec a 1/4000 di sec
– modaalità di scatto P, Av,Tv, e manuale, con filtri creativi
– gamma di sensibilità da 100 a 25.600 Iso
– funzione Focus peaking di ausilio alla messa a fuoco manuale per una focalizzazione critica
– funzione HDR integrata per combinare più scatti in una foto ad alta dinamica
– ripresa video Full HD 1080p (1920×1080 pixel) a 30 fg/s con compressione H264 o 720p (1280×720 pixel) a 60 fg/s
– flasch integrato
– salva sia in jpeg che in raw DNG
– possibilità di aggiungere un ricevitore GPS
– usa schede di memoria SD/SDHC/SDXC
– usa una batteria agli ioni di litio D-LI90 per 500 scatti o in opzione può avere un adattatore per batterie AA
– dimensioni 122x79x58 mm
– peso 561 grammi

Sarà disponibile in marzo ad un prezzo, in USA, di 749 $ solo corpo o di 899 $ con l’obiettivo DA 40/2,8.

Insieme alla K-01 Pentax ha presentato anche un nuovo obiettivo “pancake” 40 mm F/2,8 (60 mm equivalente) con uno spessore inferiore al cm e un peso di soli 50 grammi.

La Pentax K-01 sembrerebbe unire tutte le caratteristiche più desiderabili per una mirrorless: corpo leggero e compatto, sensore APS grande, stabilizzatore e flash integrati, uso degli obiettivi del sistema K.
Suscita però alcune perplessità:
1) le dimensioni sono molto simili a quelle di una reflex, come ad esempio la Pentax K-5, e il prezzo analogo. Qual è il vantaggio per il cliente? per la casa produttrice è evidente: il risparmio costituito dal non montare lo specchio mobile ed il pentaprisma, tutta roba meccanica ed ottica che costa.
2) non è disponibile un mirino nemmeno come optional
3) usare gli obiettivi K con un sistema di autofocus a rilevamento di contrasto, per il quale non sono stati progettati, vuol dire avere un autofocus lento, come alcune prime prove hanno dimostrato.

In conclusione Pentax ha presentato due diverse mirrorless, ma nessuna veramente valida e con caratteristiche che possano veramente attirare i fotografi.
Mi dispiace per i pentaxiani, fra i quali mi annovero anche io perchè in passato ho usato reflex Pentax quali la MX e la MZ5n, ma è inutile chiedersi perchè questa gloriosa marca giapponese è in crisi.

Annunci

21 pensieri su “Pentax K-01”

  1. Ecco la mia impressioni… mi aspettavo meglio:
    1) mi aspettavo il mirino elettronico (che anche se non è come quello ottico è comunque un bel vedere almeno sulla mia Lumix G3)
    2) me la aspettavo più “leggera” sia come forme che come peso
    3) me la aspettavo più bella esteticamente… anch’io la trovo troppo “roboocop” (ottima definizione presa da un altro forum)
    4) me la aspettavo più economica: il prezzo è per me alto. Vuol dire almeno 800 euro in Italia (solo corpo)

    Il vantaggio di Pentax è che ha il sensore con lo stabilizzatore per cui tutte la sue vecchie ottiche con attacco K diventano stabilizzate. Questo non fa proprio schifo come cosa.

    Confermo poi che se poi dovessi vedere per strada il designer che ha fatto le linee… penso che non staccherei i piedi dall’acceleratore 😉

    Mi piace

    1. 1) penso ne proporranno un’altra con il evf integrato, spiace che non abbiano pensato ad uno opzionale;
      2) siamo già nei minimi per una aps-c (motivo per cui solo il m4/3 permette di comprimere gli spazi) qui poi si è voluto mantenere il tiraggio e quindi più piccola di così è impossibile visto anche lo spazio che richiede lo shake reduction;
      3) 😀 come non darti ragione, ma sai a volte il brutto è bello proprio perché è brutto… comunque si è brutta 🙂
      4) si paragona alla sony nex 5n, più o meno va su quel prezzo lì… alto si… ma è alta anche la sony nex 5n e sarà così finché non si sostituiranno tutti i prodotti basati sui vecchi sensori da 12 (resta la nikon d300s), da 14 (nikon d3100), da 16 (d7000, d5100, k5)… comunque si è cara, ma non si è mai vista una fotocamera di qualità annunciata a più basso prezzo di quella uscente o di riferimento 🙂

      Mi piace

  2. Chissá se anche Nikon si deciderá a buttar fuori una mirrorles apsc….. magari!

    Questa la trovo orripilante…..anche se conta poco in teoria….

    Mi piace

    1. A naso Nikon non lo farà…. nelle sue due mirrorless non ha neppur messo un sensore tipo il 4/3 figuriamo ci se ne mette uno più grande che va in competizione con le sue reflex entry level…
      E se per quello sembra non lo faccia neppure canon che infatti ha fatto uscire una compatta (G1X) con sensore quasi APS-C ma ovviamente non con ottiche intercambiabili….

      Per la Pentax per me il discorso è diverso in quanto non è che il suo parco reflex sia così vasto 8sia come tipi di macchine che come fetta di mercato).

      Secondo me Pentax sta seguendo la strada della Sony (le sue NEX sono APS-C) ma cercando di mantenere la compatibilità con le sue ottiche “reflex”

      Mi piace

      1. Ho letto un po’ di commenti su siti internazionali.
        C’è a chi piace anche l’estetica, ma la maggior marte la trova brutta. Viene apprezzato l’uso degli obiettivi con innesto K, ma tutti concordano che la mancanza di un mirino, anche opzionale è un difetto.
        Il commento migliore è di uno che l’apprezza moltissimo perchè portandosi in viaggio in comitiva questa Pentax, in versione gialla, invece della sua reflex professionale nessuno lo scoccerà richiedendogli fotografie di gruppo, di parenti, di amici e di conoscenti, tranne qualche bambino per giocare, così potrà concentrarsi in pace sulle sue foto.
        Ciao, Francesco

        Mi piace

  3. L’avrà fatta anche un famoso designer ma, proprio dal punto di vista del design, questa macchina è un abominio: un finto pentaprisma è come un finto radiatore per le auto, un finto caminetto a legna che invece è elettrico, ecc.
    Mi aspettavo proprio qualcosa di più dalla Pentax, invece è andata male anche stavolta.

    Mi piace

  4. Anch’io ho letto i commenti in giro. Ecco alcune considerazioni che fanno tutti e che condivido.

    Ha il sensore della K-5
    Ha più o meno le dimensioni della K-5
    Costa come la K-5

    Inoltre
    Ha l’autofocus inferiore alla K-5
    Non ha il mirino come la k-5

    A sto punto mi prendo la K-5…. o no?

    P.S. Quella Gialla l’hanno fatta per i Tassinari… a breve ne faranno una Rossa per i Pompieri e una Blu per i Carabinieri :-))))

    Mi piace

  5. Domando, come si può non dotare di mirino, anche opzionale, un oggetto che ti fanno pagare 7-800 euro.
    Io mi tengo la mia bella E-PL1 con mirino elettronico. 🙂

    Mi piace

    1. questo è un altro prodotto… in realtà credo verrà promossa un’altra mirrorless con mirino integrato ossia una evil…
      insomma… questa fotocamera si offre per gestire al meglio i flussi video… e in genere come per la Q ha più senso per chi è già pentaxiano

      Mi piace

  6. Ciao a tutti,vorrei dei consigli se possibile. Vorrei regalare una fotocamera a mio marito, macchina che dovrebbe usare per lavoro sia per foto “semplici” che per fotografare in condizioni particolari come nei concerti e quindi anche in condizioni di scarsa luce e/o a persone che si trovano a distanze ragguardevoli! Cosa mi consigliate? Bridge con superzoom,mirrorels o reflex? Fate conto che posso spendere sulle 600 euro! So che come qualità non c’è paragone,meglio le reflex,ma per fotografare diciamo qualcuno che si trova ad esempio a 50 metri di distanza (luce diurna) non è meglio una buona bridge? ma per fotografare in un concerto ed anche non molto vicino al palco per esempio,la bridge forse già non va piu’ bene? Insomma esiste una macchina che potrebbe soddisfare un pò tutte queste esigenze?O magari una reflex e poi prossimamente acquistare un altro obiettivo?E che obiettivo? Un 70-300 per esempio servirebbe a fotografare soggetti a 30-40-50 metri di distanza? Scusate ma non sono esperta e quel poco che so l’ho appreso in questi giorni cercando su internet.Grazie.

    Mi piace

    1. Marcy,
      per fotografare in luce scarsa persone a distanza o durante un concerto la soluzione migliore è una reflex. Con una bridge aresti problemi di qualità d’immagine, di velocità di scatto e di messa a fuoco, senza poi risparmiare molto.
      Una reflex base va più che bene, in particolare la Nikon D3100 che in kit con lo zoom 18-55 si trova sui 450 €. A questa si può aggiungere, per le riprese a distanza ed i concerti uno zoom Tamron 70-300 Di LD MACRO, di ottima qualità e che costa sui 130 €.
      ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Grazie per la risposta!
        Ma la D3100 non è un pò vecchiotta però?
        Vorrei prendere la D5100 solo che forse non rientra nelle 600 euro! 😦
        Magari aspetto ancora un pò e poi la prendo …la D5100!
        Solo che non capisco la differenza di prezzo da un negozio all’altro,la stessa cosa online!
        Ne ho trovata una usata su ebay annunci 900 euro,PAZZI!!!
        Al centro commerciale 699 euro sempre col 18-55!
        In un negozio-laboratorio fotografico 839 euro!
        Online si trova 650 euro nuova solo che non mi fido!
        Comunque grazie per i consigli!
        Saluti.

        Mi piace

        1. Marcy,
          la Nikon D3100 è stata presentata nel settembre 2010 e sarà sostituita entro quest’anno, la D5100 nell’aprile 2011 e sarà sostituita nella prima metà del 2013. Se aspetterai per prenderla ti ritroverai nella stessa situazione attuale con la D3100. Col digitale è così: i corpi macchina si rinnovano con ritmi da 1 a 3 anni per Canon e da 2 a 3-4 per Nikon a secondo se si tratta di macchine amatoriali o professionali. Quelli che durano e sono quindi un investimento sono gli obiettivi che si evolvono molto più lentamente e che quindi possono passare da un corpo ad un’altro.
          Come consigli secondo me, se hai problemi di budget, piuttosto che aspettare e non fare foto con la D5100 è molto meglio non aspettare e fotografare con la D3100 la cui differenza più evidente rispetto alla D5100 è lo schermo orientabile.
          Per l’acquisto se non la trovi a buon prezzo in negozio esistono anche dei siti seri ed affidabili e dei negozi che vendono anche online.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  7. Ciao Francesco, nella tua prova della k-01 non hai menzionato la fuzione di focus peaking d’ausilio alla messa a fuoco manuale. Volevo chiederti se l’hai provata e se pensi che possa essere effettivamente d’aiuto utilizzando obiettivi non autofocus.
    Grazie, Stev

    Mi piace

    1. Stev,
      è vero non l’ho segnalata perchè non l’ho provata in quanto sullo schermo è di difficile utilizzo, almeno di giorno. L’autofocus della K01 poi anche se non particolarmente veloce è stato sempre abbastanza preciso da non dovermi costringere a correzioni manuali.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...