Olympus OM-D E-M1

ID: 6478Olympus ha ufficialmente presentato oggi la tanto attesa e preannunciata nuova mirrorless OM-D E-M1. La nuova fotocamera, che è l’ammiraglia della serie di Olympus, presenta numerose caratteristiche interessanti ed innovative ed estende ulteriormente le capacità e le prestazioni della E-M5. Il sensore è  un Live MOS di formato 4/3 da 16 Mpx senza filtro antialias, ma consente anche l’autofocus a rilevamento di fase con 81 punti AF. Insieme con il nuovo elaboratore d’immagine TruePic VII migliora ulteriormente la qualità d’immagine. Inoltre il nuovo mirino elettronico ha un maggiore ingrandimento ed una risoluzione di 2.36 Mpx. Lo stabilizzatore è lo stesso “5 assi” della E-M5. L’otturatore arriva ad 1/8000 e la sensibilità fino a 25600 Iso. Il corpo in magnesio è protetto da polvere ed acqua. Dispone infine di connetività Wi-Fi.
La OM-D E-M1 ha delle caratteristiche molto interessanti, illustrate nel comunicato stampa e nelle specifiche diffuse da Olympus. Si propone, a detta di Olympus, come concorrente ed alternativa migliore delle reflex digitali, anche fullframe, avendo delle dimensioni ed un peso inferiore e delle caratteristiche globalmente superiori, come anche la disponibilità di un enorme corredo di obiettivi, ormai arrivato a 63 unità, che può rivaleggiare con quello delle reflex più famose.
In realtà la nuova Olympus è sicuramente una concorrente temibile per le reflex APS, anche se molto dipenderà dal prezzo, non ancora annunciato ufficialmente in Italia, mentre in USA è pubblicato su siti come Amazon e Adorama. Le sue caratteristiche e l’introduzione dell’autofocus a rilevamento di fase, unito a quello a rilevamento di contrasto, che superano l’unico limite delle mirrorless nella fotografia d’azione, migliorandp anzi la precisione dell’autofocus, depongono a suo favore, anche se continuo ad essere convinto che le reflex fullframe continuino a mantenere il loro vantaggio grazie al loro sensore molto più grande. Le APS invece devono cominciare a preoccuparsi.
Sarà da verificare in pratica quanto la E-M1 promette, cosa che spero di fare presto, appena Olympus me la renderà disponibile per una prova.
La E.M1 si affianca comunque alla Panasonic GH3, di cui ho appena terminato il test di prossima pubblicazione, come fotocamera mirrorless che non ha nulla da invidiare alle reflex APS, anzi!

Insieme alla E-M1 Olympis ha presentato anche un nuovo obiettivo zoom 12-40 mm f/2,8 protetto da polvere ed acqua e preannuncia un nuovo 40-150 mm f/2,8.

La OM-D E-M1 sarà disponibile da fine ottobre. Il prezzo in Italia non è ancora stato comunicato. In USA costa 1.399 $ solo corpo, mentre lo zoom 12-40/2,8 costa 999 $.

Riporto il comunicato stampa di Polyphoto.
_____________________________________________________________________

COMUNICATO STAMPA

Olympus presenta la migliore fotocamera mai prodotta nell’eccellente formato Micro QuattroTerzi

L’OM-D E-M1 innalza ulteriormente lo standard di qualità Olympus
Amburgo, 10 settembre 2013 – I possessori di reflex digitali professionali full-frame e APS-C hanno un problema e Oympus ha creato una fotocamera in grado di risolverlo: la OM-D E-M1, la nuova ammiraglia della gamma digitale Olympus. Una reflex digitale è quasi sempre troppo ingombrante. Ecco perché la nuova OM-D E-M1 è più compatta delle sue principali concorrenti ed ha dimensioni che la rendono ideale per scattare in totale libertà. Combina infatti le dimensioni portatili del formato Micro QuattroTerzi con una qualità d’immagine pari a quella delle reflex digitali. Grazie ad un nuovo sensore Live MOS e al processore di ultimissima generazione TruePic VII, offre la migliore qualità d’immagine nella storia delle fotocamere Olympus. Con il nuovo DUAL FAST AF, uno dei sistemi di messa a fuoco più veloci al mondo, utilizzabile sia per le riprese in sequenza sia per i più consueti scatti singoli, le prestazioni dell’autofocus della E-M1 superano di gran lunga quelle del precedente modello della gamma OM-D. È dotata di mirino elettronico con potere di ingrandimento pari a quello di una reflex digitale full-frame di fascia alta e dell’esclusivo* sistema di stabilizzazione su 5 assi, utilizzato per la prima volta all’interno della gamma OM-D sulla E-M5. La E-M1 non teme gli schizzi d’acqua, la polvere e il gelo** e, grazie al DUAL FAST AF, risulta compatibile con un numero sempre crescente di obiettivi intercambiabili. A chi effettuerà il pre-ordine della versione black verrà dedicato uno speciale omaggio e, inoltre, ai possessori di fotocamere E-System che ne effettueranno l’acquisto presso un rivenditore verrà riservato un ulteriore omaggio. La fotocamera sarà disponibile dalla metà di ottobre.
L’AF più veloce mai realizzato da Olympus Oltre ai designer – che hanno saputo progettare il corpo macchina perfettamente proporzionato della nuova OM-D E-M1 – Olympus ha sfruttato le capacità di alcuni dei più affermati ingegneri specializzati nella realizzazione dei sistemi di autofocus. Il tutto per poter offrire agli utilizzatori della E-M1 il sistema di messa a fuoco più veloce mai prodotto da Olympus. Il DUAL FAST AF offre una messa a fuoco estremamente veloce tanto con gli obiettivi Micro QuattroTerzi quanto con quelli QuattroTerzi, che possono essere utilizzati sulla E-M1 con un adattatore. La fotocamera è infatti in grado di riconoscere il tipo di obiettivo utilizzato e di commutare automaticamente l’AF sulla tecnologia più indicata tra quella a rilevamento di fase o a rilevamento del contrasto. Gli obiettivi QuattroTerzi utilizzano la tecnologia a rilevamento di fase, mentre gli obiettivi Micro QuattroTerzi usano quella a rilevamento del contrasto. Entrambe le tecnologie AF sono in grado di focheggiare accuratamente su uno qualsiasi dei 37 punti di messa a fuoco per selezionare, ad esempio, un singolo cavallo lanciato al galoppo in mezzo ad un branco, o di focheggiare su 81 aree per mantenere a fuoco automaticamente l’intero branco.
La migliore qualità d’immagine mai offerta da Olympus
Quando una società con una solida tradizione nel campo dell’ottica quale è Olympus afferma che una nuova fotocamera offre la migliore qualità d’immagine tra tutti i modelli consumer dai lei mai costruiti, questa fotocamera deve necessariamente essere all’altezza delle aspettative più rigorose. La OM-D E-M1 fa ancora di più – e mette a tacere tutti gli scettici che sostengono la superiorità delle reflex digitali – grazie a non meno di tre fattori decisivi e complementari: il sistema di ottiche QuattroTerzi e Micro QuattroTerzi (composto attualmente da 63 obiettivi, ma in continua crescita), il nuovo sensore Live MOS da 16 megapixel e il potente processore della serie TruePic, giunto ormai alla sua settima generazione. Il processore TruePic VII utilizza la nuova New Fine Detail Technology II per fornire la migliore qualità fotografica con qualsiasi obiettivo, modificando l’elaborazione in funzione del tipo di obiettivo montato sulla fotocamera e al diaframma selezionato.
Il mirino elettronico più potente mai progettato da Olympus Olympus offre la massima libertà creativa e sperimenta nuove soluzioni nella progettazione dei mirini elettronici grazie al nuovo mirino elettronico con un ingrandimento di 1,48x, che risulta quindi circa 1,3 volte più grande del normale mirino di una reflex digitale. Oltre alla sua elevata risoluzione (2.360.000 punti), al DUAL FAST AF e alla regolazione automatica della retroilluminazione, questo mirino elettronico risulta superiore ai mirini ottici grazie ad una caratteristica esclusiva della OM-D E-M1. La modalità HDR Preview consente infatti di previsualizzare le immagini HDR nel mirino, prima ancora di scattare e, allo stesso modo, di mettere alla prova la propria creatività con quattro impostazioni fondamentali prima di premere il pulsante di scatto: formato dell’immagine, ingrandimento, colore e luci & ombre. La OM-D E-M1 introduce inoltre un nuovo metodo per la regolazione del colore. Invece di grafici e numeri, la nuovissima funzione Colour Creator consente di sperimentare intuitivamente il colore agendo sulle ghiere posizionate sulla parte superiore della fotocamera. E’ possibile visualizzare i risultati in tempo reale nel mirino elettronico Live View. Il ritardo di visualizzazione di soli 29 ms, così straordinariamente ridotto da non poter nemmeno essere avvertito dall’occhio umano, consentendo di ottenere un movimento naturale anche di soggetti che si muovono a velocità molto elevate ****.
La fotocamera più affidabile mai costruita da Olympus
La tecnologia da record* della Stabilizzazione ibrida su 5 assi Olympus è eccezionale perché è in grado di compensare i movimenti sull’asse dell’obiettivo e gli spostamenti orizzontali e verticali, oltre ai normali movimenti di imbardata e beccheggio. Ciò rende estremamente più semplice catturare immagini nitide a mano libera, soprattutto quando si utilizzano ingrandimenti zoom elevati. Infatti, l’Hybrid IS risulta così efficace che è possibile registrare video Full HD privi di movimenti indesiderati anche – letteralmente – mentre si corre ed anche con lunghezze focali elevate, inquadrando facilmente le scene in tempo reale con il mirino o il monitor LCD. Il rigido corpo macchina in magnesio della E-M1 trasmette una sensazione di massima affidabilità, altrettanto fanno la sua resistenza alla polvere**, all’acqua** e al gelo** che consentono di tutelare il proprio investimento con un’altra impareggiabile tecnologia Olympus. La OM-D E-M1 è la miglior fotocamera che possa garantire di funzionare perfettamente anche a temperature fino a -10°C*.
L’integrazione Wi-Fi più intelligente mai concepita da Olympus Tra gli altri numerosi punti di forza della E-M1 è obbligatorio citare anche il Wi-Fi integrato che le consente di comunicare velocemente e con la massima semplicità con gli smartphone compatibili. È così possibile inviare immagini selezionate direttamente ad un sito internet o sui social media attraverso il telefono e utilizzare efficacemente quest’ultimo come telecomando per evitare di toccare la fotocamera durante gli scatti con tempi di esposizione prolungati. La connessione iniziale non potrebbe essere più semplice grazie all’utilizzo dei codici QR. Tramite Wi-Fi è inoltre possibile visualizzare le immagini prodotte dall’LCD Live View della fotocamera direttamente sul touchscreen di uno smartphone, mettere a fuoco e premere il pulsante di scatto a distanza (in modalità P, A, S, M) sempre dal monitor del telefono. Perfino gli effetti dell’esclusiva e spettacolare modalità Live Bulb possono essere previsualizzati sul display dello smartphone. La modalità Live Bulb aggiorna l’immagine Live View ad intervalli predeterminati durante gli scatti in Posa B.
La fotocamera a sistema più adatta ai professionisti mai presentata da Olympus
La OM-D E-M1 è stata progettata in stretta collaborazione con i fotografi professionisti che hanno fornito ad Olympus una serie di suggerimenti per rendere la fotocamera più ergonomica. Con un occhio al successo delle ingombranti reflex digitali, le ghiere personalizzabili, gli interruttori e gli altri comandi sono grandi e correttamente posizionati per garantire che la fotocamera sia impugnabile comodamente e risulti facile da utilizzare. Per esempio, è possibile impostare il diaframma e il tempo di posa con due ghiere posizionate sul dorso, quindi spostare una levetta per cambiare le funzioni delle ghiere e regolare la sensibilità ISO e il bilanciamento del bianco con la stessa modalità.
Una fotocamera di questo calibro si merita una dotazione di obiettivi di livello professionale: gli utilizzatori potranno fare affidamento su una gamma di obiettivi, in continua espansione, di straordinaria qualità, ottimizzati per la E-M1. Insieme con la nuova ammiraglia OM-D sarà presentato un nuovo punto di forza della gamma: l’obiettivo M.ZUIKO DIGITAL ED 12-40mm*** 1:2.8, resistente all’acqua, alla polvere e al gelo**. Olympus annuncerà inoltre lo sviluppo dell’obiettivo M.ZUIKO DIGITAL ED 40-150mm*** 1:2.8, ideale per scattare immagini professionali di soggetti in movimento.
La migliore offerta mai proposta da Olympus
Chiaramente il formato Micro QuattroTerzi non preclude la compatibilità con gli obiettivi QuattroTerzi e Olympus desidera dimostrarlo offrendo gratuitamente ai possessori di fotocamere E-System un adattatore del valore approssimativo di €200 se acquisteranno l’E-M1 entro novembre 2013. Inoltre, i clienti che si registreranno prima dell’inizio delle vendite (Ottobre 2013) riceveranno gratuitamente un’impugnatura verticale HLD-7. Questa comoda impugnatura si collega sul lato della fotocamera e rende più semplici e più stabili anche gli scatti più complessi.
Accessori opzionali:

> Adattatore QuattroTerzi MMF-3 resistente alla polvere e all’acqua **. Gratis per i fotografi QuattrTerzi. Adattatore progettato per montare un obiettivo QuattroTerzi su un corpo Micro QuattroTerzi, ideale per l’utilizzo degli obiettivi resistenti alla polvere e all’acqua** delle serie ‘Pro’ e ‘Top Pro’. Disponibile entro la fine di novembre 2013.
> Borsa (CBG-10) e custodia morbida per E-M1 (CS-42). Per proteggere l’attrezzatura fotografica e scattare in ogni situazione.
> Custodia imbottita (CS-43) e tracolla (CSS-P118). La tracolla è lavabile.
> Custodia subacquea (PT-EP11). Per immergersi fino a 45 metri. Oblò intercambiabile.
> Impugnatura verticale. Impugnatura rimovibile, offre una migliore stabilità negli scatti a mano libera effettuati da posizioni scomode o con tempi di esposizione prolungati.
Per la lista complete delle caratteristiche della OM-D E-M1, visitare http://www.olympus.it
Visitare anche: http://olympusomd.com/europe
Per ulteriori informazioni o materiale test, indirizzare la richiesta a: news@polyphoto.net
Le fotocamere Olympus sono distribuite in Italia da
Polyphoto
Via Cesare Pavese 11/13
20090 Opera Zerbo
Tel 02.53002.1

Ulteriori caratteristiche:

> Photo Story con tre differenti layout
> 12 Art Filter, incluso il nuovo Diorama II per straordinari effetti di sfocatura nelle fotografie di ritratto
> Scatto in sequenza a 10 fotogrammi al secondo per fotografare i soggetti in rapido movimento
> Video time-lapse automatici
> Visualizzazione in tempo reale Live Bulb in Live View
> Focus Peaking disponibile per gli obiettivi a fuoco manuale
PRINCIPALI CARATTERISTICHE DELL‘OM-D E-M1:

> La migliore qualità d’immagine mai prodotta da una fotocamera Olympus
> Il corpo macchina Micro QuattroTerzi, con dimensioni perfette e più compatto di una reflex digitale, risulta comunque solido e facile da impugnare
> Totalmente compatibile con lo standard QuattroTerzi e Micro QuattroTerzi grazie al DUAL FAST AF
> Potente mirino elettronico con 2,36 milioni di punti e ingrandimento 1,48x per inquadrare con semplicità e visualizzare in tempo reale le impostazioni
> L’esclusivo* sistema di stabilizzazione su 5 assi è in grado di compensare i movimenti sull’asse dell’obiettivo e gli spostamenti orizzontali e verticali, oltre ai normali movimenti di imbardata e beccheggio per una stabilità senza precedenti, fotografie prive di effetto mosso ed anche riprese video mentre ci si muove
> Nuovo sensore Live MOS e processore TruePic VII di nuova generazione con Fine Detail Technology II per fotografie e video Full HD luminosi e dettagliati
> Wi-Fi integrato per scattare a distanza, visualizzare il Live View, effettuare le impostazioni in modalità P, A, S e F, previsualizzare gli scatti Live Bulb e per condividere le immagini direttamente sul touchscreen degli smartphone compatibili
> Robusto corpo in magnesio, resistente alla polvere, all’acqua e al gelo ** fino alla temperatura record di -10°C*
* A settembre 2013.
** In base ai test effettuati da Olympus.
*** Equivalente nel formato 35mm.
**** Alcuni soggetti con movimento estremamente veloce potrebbero apparire con un movimento non fluido.

_____________________________________________________________________

ID: 6478

ID: 6484

_________________________________________________________________________________________________________________

Ulteriori foto nel mio articolo di preannuncio.

Annunci

12 pensieri su “Olympus OM-D E-M1”

  1. Penso che sia opportuno sottolineare come questa macchina, mediante un apposito adattatore, possa utilizzare gli ottimi (a volte favolosi) obiettivi quattroterzi senza alcuna perdita nella velocità di AF. E pensare che questi obiettivi, nella comune sensazione che Olympus avrebbe abbandonato il sistema quattroterzi al suo destino, si potevano acquistare a prezzi di saldo. Certo adesso non sarà più così.

    Mi piace

    1. Capitano,
      tutte le fotocamere Micro 4/3 hanno sempre potuto usare gli obiettivi 4/3. La differenza è che ora i 4/3 possono usare la messa a fuoco a differenza di fase.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  2. Rispetto alla E-M5 sulla carta i miglioramenti non son insignificanti, tuttavia trovare una e-M5 a quasi metà prezzo ed aggiungerci il nuovo obiettivo professionale ed avendone ancora i soldi anche oer altri, tipo un 45 f1,8, tanto per cominciare, considerato il già ottimo livello raggiunto dalla macchina presentata nel 2012, forse è un acquisto migliore? Che però ora questa novità si ponga in seria concorrenza con le Full Frame mi par eccessivo, giusto la Fuji con le sue X ed il loro sensore eccezionale (però APS-C, un pò più grande del M4/3) ci si avvicina. A meno che non si cerchi la massima qualità d’immagine e se ne accetti una inferiore e si scelgano le dimensioni più compatte come ragione principale d’acquisto (ed il costo degli obiettivi), ma anche quì la Fuji si gioca bene le carte sullo stesso terreno… Sarebbe da sapere quanto il recente firmware ha migliorato la velocità dell’AF delle Fuji X, a mio modesto parere l’unico punto che potrebbe far scegliere questa nuova Olympus, a meno che delle foto di soggetti in movimento molto veloce ce ne interessi poco…

    Mi piace

    1. Può essere una buona alternativa, ma detto francamente non rinuncerei a questo nuovo sensore che è davvero diabolico; anche io sono per preferire nella generalità dei casi il modello appena dismesso dalla produzione, ma qui la differenza è davvero notevole. Spero tu abbia la possibilità di provarla prima e magari commentare qui. Ciao

      Mi piace

      1. A meno che non l’acquisti un amico la vedo ardua riuscire a provarla, tuttavia per gli insegnamenti ricevuti dalla mia ancor limitata esperienza ritengo che a livelli amatoriali, anche abbastanza elevati, un buon obiettivo vale più di un nuovo corpo macchina, specie se quello che si possiede era nuovo giusto l’anno precedente, anche se, specie in casi come questo, il passo avanti sembra esserci e non stare solo sulla bocca degli uomini marketing.

        Mi piace

        1. Scusami, ho preso fischi per fiaschi, pensavo stessi parlando della e-5 (con l’attacco quattroterzi e sensore 12mp). Questo chiarito sono totalmente d’accordo con te che la OM-D (E-M5) è una macchina eccellente e senz’altro io opterei per una di queste fine serie. Mi scuso

          Mi piace

  3. Ottimo Francesco, i tuoi test son sempre molto attesi ed interessanti perché ben scritti e completi; in questo caso di Olympus poi avendo provato pure la OMD E-M5 potrai certamente valutare i miglioramenti del nuovo modello a confronto del “vecchio”. 🙂

    Mi piace

  4. Non hai da scusarti Capitano, ci mancherebbe 😉 , anzi, è proprio anche grazie a commenti di persone ben più esperte di me che posso apprendere e migliorare la mia cultura fotografica.

    Mi piace

  5. Ciao spero non ti disturbo ma visto che ti reputo un maestro per me ti chiedo Aiuto. Attualmente ho una canon 600d vorrei cambiare passando ad un sistema più leggero e più comodo avevo pensato di passare a questo sistema 4/3 e quindi alle Olympus OMD. Volevo chiedere cosa ne pensi? se a livello di qualità il mio salto dalla canon 600d alla Olympus OMD è nettamente migliore o no. Altro grosso problema e che non so quale scegliere tra la omd EM1 e la EM5 mark 2 sono davvero molto confuso, aiutatemi. Le ho viste e prese in mano entrambe ma sono ancora più confuso. spero mi puoi consigliare grazie mille. Prevalentemente io la fotocamera la uso per piccole cerimonie eventi qualche concerto foto sportive e nei villaggi

    Mi piace

    1. Giuseppe,
      passare da una reflex APS come la Canon EOS 600D ad una mirrorless Micro 4/3 Olympus ti darà un vantaggio sicuro dal punto di vista dimensioni e peso di fotocamera e obiettivi. Dal punto di vista della qualità d’immagine c’è ugualmente un vantaggio, nonostante le Micro 4/3 abbiano un sensore più piccolo delle reflex APS, perchè la canon è ormai un po’ datata ed ha un sensore che, per quanto buono, non è di ultima generazione, come pure un elaboratore d’immagine ormai superato da due nuove generazioni. Le Olympus oltretutto riescono ad ottenere risultati notevoli per nitidezza e contenimento del rumore sia in jpeg che in raw usando lo specifico software Olympus Viewer 3 fornito con le fotocamere. La differenza tra 16 Mpx delle Olympus e i 18 della Canon non è significativa.
      La scelta fra la E-M1 e la E-M5 II dipende dalle tue esigenze di dimensioni e di messa a fuoco per i soggetti in movimento. La funzione che consente di ottenere con la E-M5 II foto da 40 Mpx infatti si può usare solo su treppiede, quindi utile solo per foto di paesaggi, monumenti e architettura, ma non per i generi di foto che ti interessano.
      La E-M1 è un po’ più grande della E-M5 II (anche se più piccola della 600D) per l’impugnatura un po’ più sporgente, ma ha delle caratteristiche migliori per l’autofocus che è ibrido, a rilevamento di fase e di contrasto, più veloce di quello della E-M5 II solo a rilevamento di contrasto, e in grado di seguire meglio soggetti in movimento. Mirino, otturatore, stabilizzazione, modalità di scatto, ripresa video e wi-fi sono uguali in entrambe. La E-M5 II ha lo schermo orientabile in tutte le direzioni, la E-M1 solo in alto e in basso. I prezzi sono poco diversi (circa 200 e di differenza) e dipendono dalla scelta dell’obiettivo in kit. Sono disponibili un 12-50 mm f/3,5-6,3 (24-100 mm equivalente) con zoom motorizzato, di buona qualità, ma poco luminoso, e un 12-40 mm f/2,8 (24-80 mm equivalente) di eccellente qualità. In alternativa puoi prenderle solo corpo scegliendo gli obiettivi che più ti interessano fra gli oltre 20 Olympus fra cui molti a focale fissa e luminosi o anche fra i Panasonic che funzionano perfettamente anche sui corpi Olympus e viceversa.
      Io sceglierei la E-M1, una delle mie fotocamere preferite,ma se volessi una macchina piccola e tascabile mi orienterei addirittura sulla E-M10 con lo zoom rientrante 14-42 EZ.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...