Fuji S2500HD S1800 e S1600

Fuji oltre alla HS10 ha presentato altre tre superzoom le S2500HD  S1800 e S1600. Tutte e tre hanno un sensore stabilizzato da 12 Mpx, zoom che partono dal grandangolo equivalente ad un 28 mm da 15x per la S1600 e 18x per le S1800 e S2550, schermo da 3″ e mirino elettronico. Tutte e tre possono riprendere video HD, ma solo la S2550 ha un’uscita video HD.

Le principali caratteristiche della S2500 sono:
– sensore CCD da 12 Mpx
– obiettivo zoom 18x f/3,1-5,6 equivalente ad un 28-504
– stabilizzazione sul sensore
– schermo da 3″ con 230.000 pixel più mirino elettronico
– sensibilità massima di 6400 Iso
– controlli manuali più modalità SR con riconoscimento automatico delle scene
– riconoscimento dei volti e dei sorrisi (sic!)
– Af a inseguimento e rotazione automatica delle foto
– ripresa video HD 720p a 1280×720 pixel e 30 fg/s con codec M-JPEG
– uscita video HDMI
– 23 Mb di memoria più schede SD/SDHC
– alimentazione con 4 batterie a stili AA per 500 scatti usando batterie NiMH ricaricabili

Sarà disponibile in febbraio in USa ad un prezzo di 249 $

La S1800 differisce dalla S2500 solo per la mancanza dell’uscita video HDMI
Sarà disponibile sempre in febbraio, in USA, per 229 $

La S1600 differisce dalla S1800 solo per l’obiettivo zoom 15x equivalente ad un 28-420.
Il prezzo e la disponibilità devon ancora essere definite.

Sono quindi tutte e tre delle oneste superzoom senza particolari qualità di spicco rispetto alle altre, ma almeno con degli zoom non esagerati (se si può definire così un 18x!).

S2500HD
S2500HD
S1800

S1600
S1600
Annunci

10 pensieri su “Fuji S2500HD S1800 e S1600”

  1. A differnza di una reflex, (a meno che tu nn sia un professionista che è costretto a portarsela

    per guadagnarsi da vivere), questa fuji s2500hd LA USI davvero…

    La reflex è inarrivabile in quanto a qualità,definizione e basso rumore, ad impostazioni manuali

    che ti permettono di agire praticamente su tutto con ottimi risultati grazie al sensore di grosse dimensioni

    quindi meno denso di pixel (meno rumore e più nitidezza)………MA la domanda da porsi è:

    Quante volte la userai?????

    Voglio elencare quello che penso prima di portarmi dietro la mia nikon d200

    1) Al mare ……………no mi costa una vita di risparmi, nn voglio rovinarla

    2)Pic-nic in montagna …..cavolo ho già un sacco di borse e portarmela senza il tele è inutile quindi

    dovrei aggiungere un’altra borsa con altri obiettivi….desisto

    3) Sulla neve …… nel pomeriggio (e lo dico con cognizione di causa), sembrerà portare un bisonte e non

    uno zaino sugli sci…

    4) Parco giochi …….(porto mia figlia piccolina con sorellina più grande)

    Nikon a seguito metti l’ottica pikkola 18-55 sulla giostra girevole

    (la giostra è vicina se ti allontani per fotografare c’è sempre il rompi di turno a passarti davanti)…

    ricambia per il tronco ke piomba nell’acqua…… vista la distanza serve il 300

    (vista la velocità con cui scende e la giornata nuvolosa per evitare il mosso nn sarebbe male il cavalletto) …………cambia …monta …rismonta…….

    Risultato????

    Moglie inkazzata che non si è sentita aiutata a badare alle bimbe.

    Senso di colpa; anke stando in un parco giochi non sei riuscito a giocare con le tue figlie.

    E; dulcis infundo, ma non per ordine di importanza,continua paura di lasciare solo il passeggino

    dove tengo appesa la borsa, che con tutto quello che c’è dentro farebbe gola a qualsiasi malintenzionato.

    Giorno da dimenticare …..altro che fotoricordo….e credetemi; nn basta qualche scatto più nitido

    per calmarvi.

    Allora ..la mia sembrerà una affermazione comica… ma la reflex ha principalmente due utenti finali.

    I professionisti e gli amatori (rigorosamente scapoli)…hahahahahha.

    Da quando ho la fuji finepix s2500 HD…………la porto dappertutto….ho tutto quello che mi serve a portata

    di mano…..zoom talmente esagerato (per averlo sulla reflex ti costerebbe più della stesso corpo macchina)

    che spesso se lo vuoi sfruttare tutto devi poggiare la s2500hd ed usare l’autoscatto ad impedire il mosso,

    tanto è emozionante la sua spinta.

    Leggerezza……….maneggevolezza…..funzioni automatiche avanzate (anche se un pò scarsine nei risultati)

    o manuali a tuo piacimento….(quest’ultime ottime, appena ci si prende un pò di confidenza).

    SICURO KE UN OKKIO ESPERTO GUARDANDO QUESTE FOTO TI DIRA’:

    C’e’ leggera aberrazione cromatica….c’e’ leggera perdita di dettaglio…..e’ leggermente sottoesposta

    o sovraesposta……si nota leggero rumore soprattutto ad 800 iso.

    Io rispondo….tutto vero ma aggiungo:

    L’ho pagata una cavolata rispetto alla d200, quindi la lascio dove voglio o quasi,ci faccio quel che voglio o quasi,

    per l’album di famiglia e’ perfetta!!!!!

    La zia che lo guardera’ nn fara’ caso ai dettagli, ma alla foto intesa come soggetto e location,

    al limite a livello iconscio potrà apprezzarne la composizione.

    Poi tutto sommato le sottili differenze in alcuni casi non riesco a notarle nemmeno io.

    Se per esempio, per visualizzare la mia ultima vacanza, uso una cornice elettronica ke ti cambia la foto ogni 4 o 5

    sec…..non riesco a distinguere la foto fatta dalla nikon d200 o dalla fuji.

    Giuro.

    Una sensibile differenza sulla questione del rumore di fondo la si nota solo in foto realizzate in

    interno senza flash, (quando con il lampo non vuoi rovinare un atmosfera di luci particolari),

    quindi sei costretto ad usare alti valori di iso…..problema superabile con una velocità di scatto inferiore

    per dare più tempo alla luce di entrare nell’ottica

    (che nella fattispecie non risulta essere troppo luminosa),

    in modo da poter abbassare i valori di iso, magari aiutandoci con l’ausilio di un cavalletto, o qualsiasi altro

    punto d’appoggio per la fotocamera, onde evitare il mosso dovuto ai tempi più lunghi di scatto.

    Unico vincolo a cui siamo legati è che il soggetto della foto sia pressokè immobile.

    Quindi senza spaventare nessun principiante con termini magari sconosciuti a molti, dico che questo consiglio

    è valido soprattutto nella foto di oggetti e non di persone, soprattutto se sono in gruppo, perchè

    per quanto riguarda un ritratto, il problema non si pone, dato che si può chiedere alla modella di stare

    immobile nell’atto dello scatto.

    D’altra parte, se abbiamo persone che si muovono dietro una torta, usiamo il flash e buonanotte al secchio, la foto

    della nostra fuji sui 400 iso nell’ambito di circa sei metri o giù di li sarà perfetta.

    Con la fuji s2500hd …accendo…mi giro, zummo e scatto……passo dal vicino al lontano, dall-insieme al dettaglio

    in un battito di ciglia.

    In modalità panorama è semplicemente fantastica…….l’unika accortezza da usare

    sta nel fatto di prendere un punto di riferimento dove finisce l’inquadratura per poi

    scattare la seconda immagine facendola iniziare da quel punto….e così via fino a

    tre immagini….ke lei alla fine monterà automaticamente trasformando i tre scatti in

    una sola foto, riuscendo a regalarti magari un immagine ke comprenda un intera

    catena montuosa….senza dare la sensazione a barilotto di un grandangolo molto

    spinto montato su una reflex.

    Risulta velocissimo ed a piena portata di pollice il passaggio da skermo lcd a mirino

    elettronico attraverso un tasto sul dorso del corpo macchina.

    Non perdendo tempo, grazie anche alla sua maneggevolezza con dei tasti rapidi disposti in modo egregio,

    alla sua compattezza ed al suo menù molto intuitivo la fuji dimostra tutto il suo carattere nipponico

    lasciando trasparire il dna di ki le macchinette sà costruirle per davvero.

    Velocità vuol dire molte piu’ foto……talmente tante in piu’ ke poi a conti fatti (statisticamente, ad

    un numero maggiore di foto fatte, quasi sempre corrisponde un numero maggiore di composizioni

    meglio riuscite) che, scegliendo

    le migliori, me ne ritrovo sempre di piu’ e di belle, se era con me fuji s2500hd e

    non se avevo portato

    la nikon reflex.

    Questo perche’ se nn sei professionista …..quando guardi una foto bella (magari

    venuta fuori con un pò di fortuna)

    e’ lei a sorprenderti……invece il professionista non si sorprende mai, sa gia’ prima di scattare

    il risultato ke ottera’…..

    o comunque questo ci vogliono far credere i professionisti.

    Personalmente a questa Storiella non ci credo del tutto, altrimenti nn si spiegherebbero oltre 1000 scatti

    per una sola foto da pubblicare in un cartellone pubblicitario….hihihi

    Battute a parte….la fuji s2500hd è davvero una gran macchina, con tanti piccoli e non insormontabili difetti

    tipici delle fotocamere di questo segmento e proprio come le sue concorrenti, i suoi limiti vengono fuori solo

    in condizioni di luce scarsa (con luce domestica e senza flash dovete preferire sempre focali

    corte in quanto permettono di far entrare più luce) ,

    recuperando alla grande dando il meglio di se, in tutte le occasioni in cui la

    useremo di più, cioè all’aperto.

    Mare ,neve , gare, paesaggi, tramonti, ecc.

    Questo è il terreno dove sà destreggiarsi meglio, sapendovi regalare pure emozioni.

    Ottima anche l’autonomia….usando delle semplici stilo ricaricabili da 2500 milliampere

    non mi ha mai lasciato in panne; anche nelle condizioni più estreme quando ho davvero

    esagerato con gli scatti a flash alzato.

    Per tutto quanto di buono ha

    iO, dovessi ricomprarla ,risceglierei sicuramente di nuovo lei senza esitare.

    I soli unici difetti su cui davvero nn si può intervenire in nessun modo, vengono fuori invece sulle riprese video.

    Lenta nell’autofocus soprattutto se si passa da un ambiente interno ad uno esterno durante la ripresa,soffrendo

    un pò sugli sbalzi di luce, (difetto comune però anche alle più blasonate videocamere), e motorino di zoom

    leggermente rumoroso..(su questo punto hanno lesinato un pò troppo per cercare di mantenere il prezzo entro certi

    limiti)….

    soprattutto quando si riguarda un filmato fatto in un ambiente silenzioso si sente quando è usato

    questo fastidioso ronzio di zoommata.

    Di contro a questa cosa negativa; la s2500hd con la sua uscita HDMI collegata ad un lcd anke di

    grosse dimensioni, sa regalare dei video ricchi di

    colore e dettaglio. Grazie alla risoluzione video HD da l’impressione di guardare una cartolina.

    Scusate se mi sn dilungato nelle impressioni e racconti personali parlando di meno dei dati tecnici e delle funzioni

    ma d’altronde queste notizie sn reperibili da ogni parte del web.

    La mia opinione, anche se forse nè da impressione, non è assolutamente atta a denigrare le macchine reflex che

    sono state (fin dai tempi della pellicola), sono (anche nel digitale) e resteranno sempre il top della fotografia.

    Piuttosto è quella di far capire alle persone che leggeranno che per camminare per strada nn si ha bisogno di

    una formula uno.

    Lasciamo le auto da corsa ai piloti per usarle nei circuiti

    e le reflex ai professionisti per usarle nei calendari ecc. Noi comuni mortali

    cerchiamo di evitare

    di spendere cifre astronomiche per apparecchi che

    da soli servono a poco se non corredati da un parco ottiche

    decente,da flash decenti,senza contare che nonostante ci sia la vibrazione a cercar di tener pulito il sensore di

    una reflex, questo prima o poi, dovrà essere ripulito con un ulteriore spesa presso un centro di assistenza dedicato.

    Per buona pace di mogli e figli, compri la fuji s2500hd (l’ho pagata 199 euro garanzia europea) e se ti appassionerai così tanto

    alla fotografia, un giorno (previo divorzio hhahahahaha) se ne avrai possibilità economica farai il grande passo.

    Mi piace

    1. Gios, ottima la tua recensione della Fuji S2500 e anche divertente. E’ importante essere convinti che la propria attrezzatura sia adeguata a quello che si vuole fare e conoscerla bene per ottenere buoni risultati. Come ho scritto nel mio articolo di oggi per fare belle foto qualunque macchina va bene, l’importante è che la foto poi dica qualcosa a chi la guarda. Se facendo vedere le tue foto ad esperti hai ricevuto come critiche solo considerazioni su aberrazioni, risoluzione, rumore, ecc. quelli non erano esperti di foto ma solo fissati con la tecnica. Meglio il parere di tua zia.
      Detto questo però ti assicuro che le reflex non sono solo per professionisti o per scapoli. Conosco tanti fotoamatori che le usano con soddisfazione e non si preoccupano di portarsi dietro un po’ di peso in più per avere la qualità e la flessibilità delle reflex. Non è scontato però che con le reflex si facciano foto migliori. Per fare certi tipi di foto (sportive ad es.) sono indispensabili, e inoltre consentono di fare foto con maggiore flessibilità e facilità rispetto ad altre macchine. Se non si vuole portarsi dietro un intero corredo basta una reflex APS con un 18-200 (o 18-270) in program e si va in giro e si scatta come con una bridge o una compatta. Per il prezzo effettivamente ti do ragione: a 199 € non c’è altro.
      Infine il fatto che da 1000 foto se ne tragga una sola buona è corretto. L’abilità del fotografo sta anche nello scartare molto di quello che, essendo estremamente severi su questo, per arrivare a mostrare solo veramente il meglio di cui è capace. ha prodotto
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  2. Gios bella descrizione…io sono un neofita della fotografia…e con la mia compatta cercavo di divertirmi il piu’ possibile avvolte riuscendo a sbalordirmi e a sbalordire con i risultati ottenuti (consultando anke guide su web)…

    la mia compatta cominciava a starmi strettina, e la mia ragazza per il mio compleanno (10 giorni fa) mi parlava di un regalo ke mi avrebbe fatto buttare la mia compattina…non potevo pensare ke fosse una reflex, il costo era troppo elevato, ma lei sapeva ke avrei cambiato la mia macchinetta solo per una reflex ma nn sapevo…cosi’ al mio compleanno scarto e mi ritrovo la Fuji fp S1600…non e’ coma la tua S2500HD, ma per me è stato come avere il santo graal(esagero ??? noooo)…

    cosi’ comincio a smanettare…la funzione automatica e’ la piu’ comoda, almeno di giorno e quando proprio non puoi metterti a perdere tempo (anke la mia ragazza come tua moglie perde subito la pazienza)…

    ieri sono stato al mare, dopo le foto di “routine”, appena lei si sdraia al sole, mi armo e mi metto un po a scattare anke cose senza senso(come una foglia)e ho avuto dei risultati (ai miei occhi)eccezionalim, sembravo impazzito…con lo zoom, senza, con tempi ridotti per gli schizzi delle onde…insomma sono entusiasta di questa “bridge” e ora vorrei una guida generica su iso, t ecc per entrare più nel profondo della fotografia…mi sapresti consigliare ???
    grazie in anticipo e complimenti ancora per lo splendido commento…

    ah, PS : un difetto e’ ke non riesco a trovare una borsa protettiva comoda alle sue misure e sambro un neo-papa’ troppo apprensivo verso il suo bambino…ATTENZIONE MANIACALE DIREI…ma e’ indifesa ;D

    Mi piace

    1. Molan, fa piacere il tuo entusiasmo per la fotografia.
      Per svilupparlo ti posso consigliare di iniziare da un manuale come “Guida pratica della fotografia” di G. Bonomo, editrice Progresso, e poi di fare tante foto ed essere molto critico. Selezionando le foto non se ne deve scegliere più di 1 su 10.
      Per la borsa mi sembra strano che in un buon negozio o in un grande magazzino non si trovi qualche universale adatta ad una bridge.
      ciao, Francesco

      Mi piace

      1. grazie 1000 x la guida…vado prima possibile in libreria ad ordinarlo…e grazie anke per i consigli… ;°)

        per quanto riguarda la borsa ne ho trovata 1 un po piu’ grandicella (penso sia per una reflex) ma sia a destra ke a sinistra ci metto 2 set di batterie di ricambio… ;D

        Mi piace

  3. Ero indeciso tra la fz38 e la s2500hd… poi ho letto la recensione di gios e…. senza battere ciglio ho acquistato la fuji! risultato? Bellissima! vero, nn sarà una reflex ma via!, quanti di noi ogni scatto sarà da foto d’esposizione? Ottima filmati bellissimi (anche se rumorosi con lo zoom). Grazie tante e…200 eurini (compresa scheda 8gb, borsa e spedizioni) rispetto alle circa 300 delle altre!!!!
    BEH!
    che dire
    vai gios

    Mi piace

  4. Ciao a tutti, ho acquistato da poco una s1800 e mi ha fatto appassionare moltissimo alla fotografia. riscontro sulla mia macchina gli stessi pregi/difetti descritti benissimo, però vorrei scambiare qualche opinione.
    da buon neofita ho cominciato a scattare con le modalità automatiche, e in condizioni di luce da delle belle soddisfazioni.
    in condizioni di luce scarsa soprattutto in ambienti chiusi però ho notato che la macchina tende a alzare tantissimo il valore della iso, da lì la necessità di cominciare a capire come gestire i parametri. ho cominciato a usare il programma “s” (tempi selezionabili e diaframnmi automatici) ma il risultato continua a non piacermi in quanto il valore della iso non scende sotto i 400 (perche??).
    allora ho cominciato a scattare in manuale, selezionando valori bassi di focale, iso non troppo alte e tempi un po più lunghi. le foto stanno migliorando sensibilmente.
    sarei curioso sapere cosa ne pensate della gestione del valore iso della macchina, e come avete risolto voi.
    Vi ringrazio anticipatamente 🙂
    Alberto

    Mi piace

  5. Ottima recensione direi, volevo chiederti se magari avevi mai provato a modificare i video su programmi simili a Media player e la risoluzione HD era rimasta…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...