Canon EOS 6D : test

DSC02750sLa EOS 6D si pone alla base della gamma delle reflex fullframe di Canon. Ha però caratteristiche notevoli e comuni alle altre reflex professionali della casa. Monta un sensore fullframe (36×24 mm) CMOS da 20 Mpx, qualcosa in meno rispetto ai 22 della 5D III, e un elaboratore d’immagine Digic 5 che insieme promettono un’elevata qualità d’immagine. Il corpo, pur essendo abbastanza compatto per una fullframe, è costruito interamente in metallo, protetto da polvere ed acqua. Naturalmente può riprendere video Full HD a 1920×1080 pixel. Dispone poi di interessanti funzioni come il GPS e la connettività Wi-Fi che, anche se non indispensabili e non determinanti per la qualità fotografica, possono ed essere di interesse per molti. Infine anche il prezzo, pur essendo alto, è contenuto rispetto agli standard delle reflex fullframe e rende la 6D interessante oltre che per i professionisti anche per molti fotoamatori.
E’ di grande interesse quindi vedere come si comporta sul campo.

La 6D è una reflex di media grandezza, molto ben costruita e di aspetto solido e professionale.
Le sue principali caratteristiche sono:

– sensore CMOS fullframe (36×24 mm) con 20 Mpx
– processore d’immagine Digic 5
– corpo metallico protetto da polvere ed acqua
– innesto obiettivi Canon EF
– schermo da 3″, rapporto dimensionale 3:2 e 1.040.000 pixel
– autofocus rilevamento di fase con 11 punti AF, di cui quello centrale a croce, selezionabili automaticamente o manualmente
– modalità di esposizione completamente automatica, Program, a priorità, manuale e con scene predisposte
– sensibilità automatica o manuale da 100 a 25600 Iso espandibile fino a 50 e 102400 Iso
– otturatore con tempi da 30 secondi ad 1/4000
– disponibilità di numerose scene e della modalità A+ (Scena Smart Auto) per la scelta automatica delle scene
– funzioni speciali CA (Creatività automatica) con cui è possibile modificare facilmente profondità di campo, modalità di scatto, e atmosfera dell’immagine
– ripresa video Full HD a 1920×1080 pixel 30p (29,97; 25; 23,976 fg/s) e 60p (59,94, 50 fg/s) in formato MPEG-4 e AVC/H.264 con audio stereo, autofocus continuo e possibilità di controllo manuale
– velocità di raffica fino a 4,5 fg/s
– sistema di pulizia del sensore a vibrazione ultra sonica
– controllo di flash esterni senza fili se si usa sulla macchina un flash Canon
– connettività Wi-Fi
– ricevitore GPS
– livella elettronica
– usa schede SD/SDHC/SDXC anche di tipo UHS-I
– batteria agli ioni di litio LP-E6
– dimensioni 145x111x71 mm
– peso 770 grammi

La Canon EOS 6D costa circa 1800 € solo corpo, 2500 € in kit con lo zoom 24-105 mm f/4,0 L IS USM e circa 2900 € con lo zoom 24-70 f/2,8 L USM.

_________________________________________________________

Descrizione e comandi
Uso in pratica
Sensore
Obiettivi
Raffica e video
Galleria
Conclusioni

_________________________________________________________

Successiva   ==>

Annunci

6 pensieri su “Canon EOS 6D : test”

  1. Ciao Francesco, il sensore della Canon 6D pare faccia eccellenti fotografie, ma se paragoniamo il sensore della 6D con quello della Nikon 600D secondo i dati forniti da DxO la differenza sembrerebbe non da poco, vendo alla domanda:
    quanto attraverso l’occhio umano si possono di fatto riscontrare queste differenze che invece sono calcolate con strumenti elettronici??
    Lo dico perche spesso ci facciamo condizionare da certi test, ma poi nella realta certe differenze sono praticamente impercettibili, mentre le nostre scelte farebbero megio a ricadere su altri fattori decisamente piu di natura pratica.
    Ciao

    Mi piace

    1. Carlo,
      non mi pare che, al di la del numeretto di Overall Score che mi sembra alquanto arbitrario, le misure dei DXOMark mostrino grandi differenze a favore della D600 o della D800 rispetto alla 6D. Il rapporto segnale rumore normalizzato (print) è praticamente coincidente, così come quello al 100 % (screen) per D600 e 6D. La gamma dinamica è superiore per le Nikon fino a 400 Iso, ma inferiore a 6400 ed oltre. Solo Color Sensitivity è leggermente superiore.
      Da foto reali fatte da me o da amici con 6D e D800 si vede che la D800 ha un rapporto segnale/rumore peggiore della 6D a parità di sensibilità. Resta il fatto che ha una risoluzione superiore. La D600 devo ancora provarla, spero presto, e allora ti saprò dire come va rispetto alla 6D.
      All’analisi a vista delle mie foto di test notturne foto della 6D e della D800 ridotte a 20 Mpx mi sembra che il rumore sia abbastanza simile per entrambe, in accordo con DXOMark, mentre in alcune foto fatte con una D800 da un mio amico pare che già a 3200 Iso il rumore sia superiore, anche riducendole a 20 Mpx.
      Concordo che oltre a queste misure si debbano considerare tanti altri fattori e caratteristiche pratiche visto che la qualità di tutte queste macchine è comunque molto elevata.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...