Nikon D5200 : impressioni

D5200_BK_55_200_frt34lLa D5200, annunciata recentemente, migliora la D5100 con un sensore da 24 Mpx, la ripresa video Full HD 1080i60, uno schermo articolato da 3″ e 921.000 pixel e nuovi filtri creativi. La D5200 è inoltre equipaggiata con un sistema autofocus molto migliorato, basato sullo stesso Multi-cam 4800DX usato anche nella D7000, con 39 punti AF e lo stesso sensore di misura dell’esposizione RGB con 2016 pixel. La D5200 è inoltre compatibile con il modulo Wi-Fi opzionale Nikon WU.
Ho avuto la possibilità di provarla brevemente durante il recente Nikon day presso Ottica Universitaria.

Ricordo le principali caratteristiche della D5200:

– Sensore di immagine CMOS da 24,1 megapixel in formato DX con sistema di elaborazione dell’immagine EXPEED 3
– Schermo LCD ad angolazione variabile con 921.000 pixel e ad angolazione variabile da 3″
– Compatibile con l’adattatore wireless WU-1a per la trasmissione di immagini dalla fotocamera a un dispositivo smart Apple o Android e la ripresa remota
– Gamma ISO da 100 a 6.400 Iso ampliabile fino a 25.600
– Sistema AF a 39 punti con nove sensori a croce al centro
– Sensore di misurazione esposimetrica RGB a 2.016 pixel
– Sistema di riconoscimento scene
– Raffica fino a 5 fps
– Funzione HDR (high dynamic range)
– D-Lighting Attivo
– D-Movie: filmati (1080p) Full HD con registrazione fino a 50i/60i e audio stereo
– Modi AF D-Movie: l’autofocus Live View si attiva quando si riprendono i filmati e mantiene i soggetti sempre perfettamente a fuoco
– Microfono stereo incorporato
– Interfaccia grafica utente di nuova generazione
– 16 modi scena: per regolare automaticamente le impostazioni della fotocamera, compresi i controlli immagine e il D-Lighting Attivo
– Modo Effetti: sette effetti tra cui Selezione colore e Miniatura, che possono essere applicati prima della ripresa, per filmati e immagini altamente creative
– Compatibile con il ricetrasmettitore wireless remoto WR-R10 e con il trasmettitore wireless remoto WR-T10, la D5200 può essere telecomandata, nelle sue funzioni essenziali, a distanza
– Compatibilità GPS tramite l’unità Nikon GP-1 opzionale
– Innesto obiettivi NNikon F
– Peso 505 g
– Dimensioni 129 x 98 x 78 mm

La D5200 costa circa 720 € solo corpo, 820 in kit con il 18-55 VR e 920 con il 18-105 VR.

Il corpo macchina è molto simile alla precedente D5100 per quanto riguarda dimensioni, mirino e comandi. I menu sono un po’ cambiati, ma rimangono non molto comodi ed un po’ ostici per svolgere alcune funzioni di uso comune come la modifica della sensibilità Iso a cui Nikon si ostina, nelle reflex di fascia più bassa, a non dedicare un pulsante specifico, come hanno anche molte mirrorless.

Le foto di ritratto presentate sono state scattate con l’obiettivo Nikon 70-300 VR, in Program e a tutte le sensibilità disponibili durante la sessione di scatto nel Nikon day presso Ottica Universitaria. La messa a fuoco effettuata con il punto centrale sugli occhi della modella. Sono state salvate in raw e jpeg, ma presento solo quelle derivanti dai file raw, convertite con Nikon Capture NX2 con la riduzione del rumore azzerata.

Dall’esame delle foto si rileva un’elevata nitidezza a tutte le sensibilità almeno fino a 12.800 Iso. L’esposizione è stata sempre corretta ed anche la messa a fuoco sempre veloce e precisa. Il rumore è molto contenuto e si comincia a percepire, lievissimo a 3200 Iso. Anche a 6400 Iso il rumore è molto contenuto, in forma prevalente di punti scuri e non da fastidio. Solo a 12.800 Iso si cominciano a vedere punti colorati ed il rumore diventa un po’ troppo invedente. A 25.600 Iso il rumore è alto e c’è una sensibile perdita di nitidezza. Questa sensibilità è da usare solo in casi disperati. Globalmente il risultato è migliore di quello della D5100 e della D7000, con una risoluzione più alta data dai 24 Mpx.

In complesso quindi una reflex molto ben riuscita, con un’elevata qualità d’immagine, al livello delle migliori APS e forse qualcosa di più. La differenza con la D7000 è però nel corpo, costruzione, ergonomia, comandi, mirino, sono tutti a favore della sorella maggiore.
Speriamo che anche questa in futuro abbia questo nuovo ed ottimo sensore.

Annunci

75 pensieri su “Nikon D5200 : impressioni”

  1. Ha ero anche io li il 9 Un amico è molto indeciso tra la D3200 e la D5200 attualmente ha un 5100 e non sa cosa prendere hai per caso fatto un articolo che spiega massivamente le differenze tra le due ?
    Oltre le cose al volo che si leggono dalla scheda tecnica ?
    Lui si basa molto a crudo sulla qualita immagine quindi Sensore e Processore sono identici esatto ?

    Grazie

    Mi piace

  2. Ciao Francesco, nell’articolo hai scritto “il prezzo della d3200” invece di d5200, a parte questo refuso, io mi auguro che sulla d7100 arrivi il sensore da 24 senza filtro AA, così come sulla prossima pentax k-3, ma ormai si dovrà attendere l’anno nuovo

    Mi piace

  3. Sembra che ci abbiano messo tutto quello che mi mancava nella D5100, che possedevo … ovvero il microfono stereo, la modalità video con autofocus evoluto … oramai sono passato a Sony A57 se no ci avrei fatto un pensierino !

    Mi piace

  4. Ciao Feancesco. mi pare di capire che questa nikon d5200 ha lo stesso sensore della nikon d3200, o sbaglio? APS CMOS con 24 Mpx elaboratore d’immagine Expeed 3. Se fosse cosi, dato che la d3200 e la d5100 come qualità d immagine sono piu o meno sullo stesso livello allora cambia poco tra quest’ultima ( d5200) e la precedente D5100. A parte qualcosina in piu nei video della d5200..

    Mi piace

    1. Alfredo,
      la D3200 e la D5200 hanno lo stesso sensore che però ha una qualità d’immagine superiore a quello della D5100 per risoluzione ed anche, se pure di poco, per rapporto segnale/rumore.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

        1. Paolo,
          si i due sensori dalle specifiche Nikon sembrano diversi. Quello della D3200 ha 24,2 Mpx e produce foto di formato 6016×4000 pixel, quello della D5200 ha 24,1 Mpx e produce foto di 6000×4000 pixel. Altre differenze però non sono dichiarate.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

            1. Christian,
              ho letto anche io questa informazione.
              Credo però che sia solo un problema di differenziazione di fornitori (cosa sacrosanta in un’azienda) e di disponibilità di prodotto.
              Quello che conta poi sono le specifiche del sensore e quelle presumo le definisca Nikon.
              Ciao, Francesco

              Mi piace

  5. Si mi pare d’aver letto che quello della 5200 rispetto a quello della 3200 è qualche mm più grande quindi la densita della 5200 rispetto a quella della 3200 è migliore meno denso sulla 5200 essendo leggermente piu grande anche se di pochi decimi o mm

    Mi piace

  6. Buongiorno Francesco,
    ho avuto modo in passato di far tesoro dei tuoi consigli per l’acquisto di una macchina fotografica e adesso ho una buona Nikon d5000, che però vorrei cambiare.
    Sono indeciso tra la D5200 e la D7000 ma non sono sicuro quale delle due potrei apprezzare maggiormente, tenendo conto che sono solo un amatore e faccio foto di vario genere: sportive, escursioni in montagna, paesaggi, manifestazioni al chiuso con primi piani e altro. Niente comunque di così particolare da richiedere una conoscenza professionale della macchina.
    Ad occhio e croce direi che della D7000 potrei apprezzare di più il mirino pentaprisma con copertura 100% e l’ergonomia. Della D5200 il nuovo processore, il display orientabile e, soprattutto, il minor peso! Le altre peculiarità delle due macchine penserei dovrebbero avere un peso molto minore.
    Ti ringrazio.
    Ciao, Vincenzo

    Mi piace

    1. Vincenzo,
      così come primo pensiero mi verrebbe di dirti di spendere i tuoi soldi per qualche nuovo obiettivo e continuare a fotografare con la D5000.
      Se però vuoi cambiare la cosa migliore potrebbe essere quella di aspettare qualche mese per la nuova reflex che sostituirà la D7000. Infatti la D5200 ha un sensore decisamente migliore della D5000, ma il corpo ha caratteristiche pressochè identiche. La D7000 è un deciso progresso per costruzione, comandi, mirino. Il suo sensore è migliore di quello della D5000, ma non di quello della D5200.
      C iao, Francesco

      Mi piace

      1. ti ringrazio per il consiglio, la soluzione migliore è aspettare la sostituta della D7000.
        Dal momento però che io ho sempre in testa il tarlo del peso da portarmi dietro, mi chiedevo se, per le mie esigenze, convenga avere una macchina che peserà notevolmente di più in cambio anche di cose che, probabilmente, non sfrutterò: es. autofocus interno, doppia slot per card e altro.
        Oppure, se i vantaggi che mi può offrire una macchina di questo livello sono determinanti rispetto ad ogni altra considerazione (peso incluso).
        Ciao, Vincenzo

        Mi piace

        1. Vincenzo,
          non mi sembra che fra una D5000 ed una D7000 ci sia poi una grande differenza di peso ed ingombro. Entrambe non sono tascabili e si deve usare un’apposita borsa. Quando sono in giro per foto o in viaggio la D7000 non mi pesa assolutamente. Se poi non esco specificamente per fotografare allora preferisco evitare di portarla e prendo una mirrorless, molte delle quali ho scoperto possono entrare in una tasca di un giaccone invernale. Il problema sarà d’estate….
          Con una reflex come la D7000 avresti i vantaggi di un mirino più grande e luminoso, un autofocus migliore e più veloce, tutti i comandi accessibili direttamente senza complicazioni di menu o altro. La doppia scheda poi è molto utile sia per avere più autonomia di memorizzazione, sia se si fanno molti video (una conterrà le foto, l’altra i video).
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  7. Ciao Francesco,

    consiglieresti di mantenere la dx come una d 5100 di cui sono possessore, e affiancarla ad una d 600, in modo da tenere sia il formato dx che fx e continuare a poter sfruttare sia gli obiettivi dx ( che garantiscono maggiore tele in virtu del fattore crop) che altri da usare sulpieno formato ?o è solo una operazione superflua?
    Chiedo questo anche perchè tutto sommato dalla vendita credo non se ne ricaverebbe tanto, seppur la mia d 5100 ha circa 10.000 scatti, in garanzia nital e perfettamente tenuta.!
    Novità circa la nuova d 7000 d 400?Vorrei aspettare queste nuove reflex in modo da confrontare e valutare al meglio la d 600 con le novità dx!
    ti ringrazio

    Mi piace

    1. Carlo,
      lo stesso effetto tele che si può ottenere con una fotocamera DX rispetto ad una FX a parità di focale si ottiene ritagliando la foto sul computer alle stesse dimensioni.
      Comunque se hai un buon corredo di obiettivi DX potrebbe essere conveniente mantenerlo. Se decidi di vendere la D5100 sul forum di Nital è possibile inserirla con la gazanzia certificata dal sito. In questo caso è possibile ottenere una valutazione migliore.
      Per la nuova D7000 c’è ancora da aspettare, mentre di una sostituta della D300s non si parla proprio, almeno per ora.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    1. Renato,
      la D5200 ha in più rispetto alla D5100 il sensore da 24 Mpx invece che 16,con oltre il 20 % di risoluzione in più, e il processore d’immagine Expeed 3 invece dell’Expeed 2. Questo comporta immagini più grandi e con maggiore dettaglio a parità di rapporto segnale/rumore. Inoltre sulla D5200 l’autofocus è quello montato anche sulla D7000 e D600 con 39 punti AF più rapido e preciso di quello a 11 punti AF della D5100. Anche la ripresa video è stata migliorata. Il corpo invece è sostanzialmente invariato.
      Se queste differenze valgono i 200 e più € di differenza di prezzo fra le due reflex lo devi però valutare tu.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    1. Giuseppe,
      nella tua domanda non precisi a quale modello di Canon 5D ti riferisci, ma presumo sia la 5D Mark III.
      La Canon 5D Mark III è una reflex fullframe, con sensore da 22 Mpx, mentre la D5200 è una APS con sensore da 24 Mpx. La 5D III di conseguenza, avendo un sensore più grande della D5200 e un numero di pixel quasi uguale, ha una qualità d’immagine certamente superiore, in particolare alle alte sensibilità.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  8. Mi riferivo alla Mark II,…comq sono indeciso se prendermi come prima reflex (voglio prendere da subito una ottima per non fare spese successive), tra la Canon 650D, la Nikon 5200D e la Sony Alpha A65. Considerando che la 650D ha solo 18 Mp, contro i 24 di quest’ ultime un po mi devia su queste appunto, anche se simpatizzo per la Canon!..ma voglio una macchina che faccia foto stupende, alla pari o quasi di una di fascia superiore,…La Sony A65 mi incuriosisce perchè innanzitutto è molto + veloce di una reflex, avendo un mirino elettronico ( oltretutto + luminoso) e quindi nn avendo il meccanismo degli specchi che rallenta la velocità…e 10 scatti continui. Lei tra la Nikon e la Sony quale mi consiglia?.qual’ è la migliore..sono uguali come qualità?? Grazie

    Mi piace

    1. Giuseèèe,
      non ti fare trarre in inganno! Le foto stupende le fa il fotografo, non la macchina.
      Se parliamo invece di qualità d’immagine, dal punto di vista tecnico, cioè risolvenza, gamma dinamica, controllo della profondità di campo, rapporto segnale/rumore alle alte sensibilità, oppure di ergonomia, robustezza del corpo, funzioni disponibili, comandi, mirino, velocità, allora le fulframe, anche la 5D II, sono superiori alle APS almeno per quanto riguarda la qualità d’immagine e in generale per qualità del corpo macchina, comandi e mirino.
      Per la velocità dipende dal tipo di macchina. Ci sono delle APS veloci, come la Canon 7D che arriva a 8 fg/s, delle fullframe lente come la 5D II che ne fa 3,5 e altre velocissime come la 1Dx che ne fa 11.
      Le Sony Alpha SLT hanno una raffica veloce, ma c’è un problema: alla massima velocità di 10 fg/s il mirino mostra le foto appena scattate e non l’immagine in tempo reale del soggetto. Diventa quindi difficile, se non impossibile seguire i soggetti in movimento. Questo dipende dalla velocità dell’elaboratore interno alla macchina. Solo scendendo a circa 5 fg/s si può vedere l’immagine del soggetto in tempo reale. Ma ti serve questa velocità? Fai foto sportive?
      Infine la differenza di risoluzione fra la 650D da 18 Mpxe le Nikon D5200 e Sony SLT A65 da 24 è di circa il 15 %. Non è trascurabile, ma non è tanta ed è condizionata anche dagli obiettivi usati. Non è quindi l’unico fattore da considerare nella scelta.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. ok, capisco ^^..cmq non devo fare foto sportive e quindi non mi servono molto gli scatti continui anche se in certe occasioni può essere utile.La sony quindi superati i 5 fg/s da questo problema??in conclusione quale mi consigli di prendere tra queste ??( la 5Dmark costa troppo per me e quindi se nn trovo un offertissima nada), tra la Nikon 5200D e la Sony A65 quale prendo?? anche perchè tra le due la differenza di prezzo è di circa 100 euro credo e quindi non mi influenza troppo 😉

        Mi piace

        1. Giuseppe,
          se sei interessato alle foto più che ai video la Nikon D5200 è la scelta migliore per la qualità d’immagine, l’autofocus e la scelta di obiettivi. Per i video è meglio invece la Sony.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  9. ps, mi sono sempre chiesto a che servono tanti punti per la messa a fuoco..la 5200D ne ha ben 39..in pratica avere tanti punti rispetto ad altre, cosa ne beneficia???

    Mi piace

    1. Giuseppe,
      un maggior numero di punti di messa a fuoco è utile per l’inseguimento di soggetti in movimento e per la messa a fuoco anche di soggetti posti lateralmente nell’inquadratura senza la necessità di mettere a fuoco il soggetto al centro e poi ricomporre.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  10. ciao Francesco,

    in cerca di un po di risparmio on line per l’acquisto di una reflex, mi imbatto in siti, che nei vari forum sembrano avere ottimi feedback, nonchè buoni prezzi, che citano:

    a) prodotto nuovo, garanzia gestita direttamente per un anno dalla casa o centri autorizzati; nella confezione potrebbero non essere contenuti manuali o cd in lingua italiana;

    b) in altri si parla di garanzia italia 3 anni ma non garanzia nital, ci sta differenza?

    Purtroppo il risparmio è notevole, tipo su una d 600 con 24-84 il costo è di 1900 euro invece che 2300, o solo corpo 1615,00 piuttosto che 1990,00, capisci che è allettante, ma nello stesso tempo preferirei spendere 1900,00 euro e avere il prodotto tutto in regola.

    Che ne pensi?

    Mi piace

    1. germano,
      devi distinguere fra prodotto “in regola”, cioè sul quale chi l’ha importato ha pagato dazi doganali ed IVA e prodotto diciamo “di contrabbando”.
      Per le regole europee, recepite dall’Italia, non può esistere per un prodotto l’esclusiva di importazione e vendita, quindi chiunque può importare prodotti dall’estero, ad esempio fotocamere, e poi venderle in Italia, indipendentemente dal fatto che esista un rappresentante ufficiale o una filiale della casa madre. Naturalmente deve rispettare tutte le regole e pagare dazi doganali e IVA e garantire i prodotti secondo la legge. Questi operatori vengono spesso definiti “importatori paralleli”.
      Escludendo chi vende cose importate fraudolentemente, acquistando le quali si rischia pure di commettere qualche reato, esistono quindi due tipi di offerta: quella della filiale della casa, ad esempio Canon Italia, o dell’importatore ufficiale, ad esempio Nital e quella degli importatori paralleli. Le filiali o gli importatori ufficiali offrono una garanzia sui prodotti da loro venduti spesso di durata più lunga rispetto a quella di legge supportata d una rete di centri di assistenza specializzati con tecnici appositamente addestrati sui prodotti della casa. Il tutto costa e si riflette sul prezzo di vendita più alto di quello praticato dagli importatori paralleli che non sopportano questi costi. Questo tipo di garanzia però copre il venditore, cioè i negozi o i siti di vendita,che per legge deve rispondere della garanzia.
      Gli importatori paralleli, che possono essere anche piccoli negozianti o grandi siti internet (es. Pixmania), per garantire i prodotti, di cui per legge deve rispondere il venditore, si appoggiano spesso ai laboratori di assistenza dei centri di distribuzione europei da cui si approvvigionano, con allungamento dei tempi di assistenza. Spesso queste garanzie sono annuali ed in questo caso i più seri coprono a proprie spese il secondo anno, ma si può pure correre il rischio di non ottenere nessuna assistenza. Come vedi un servizio ben diverso da quello ufficiale. Naturalmente ci si può rivolgere, per la riparazione dei prodotti importati parallelamente, anche agli importatori ufficiali che non rifiutano questa assistenza in quanto come rappresentanti della casa madre devono rispettare la garanzia internazionale. Questo tipo di assistenza però di solito ha una priorità inferiore a quella data ai prodotti venduti dall’importatore e se per caso la riparazione non può rientrare nella garanzia internazionale i costi di riparazione sono di solito più alti di quelli dei prodotti importati ufficialmente.
      La cosa importante quindi se si decide di comprare un prodotto di importazione parallela è farlo da un venditore affidabile.
      Con queste informazioni potrai fare una valutazione della convenienza delle offerte che trovi in rete ed in negozio.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  11. ciao Francesco,

    ti ringrazio per la sollecita risposta, nel contempo ti chiedo un ulteriore delucidazione in merito: “per la garanzia non Nital se di provenienza Europea, per il primo anno si invia il componente alla LTR/Nital/Nikon, mentre per il secondo si spedisce al venditore; mentre se l’articolo proviene da fuori Europa non si ha diritto a ad alcuna garanzia. “, che tu sappia ciò è vero?
    Cioè se compro con garanzia europea ho comunque diritto all’assistenza ltr nital di torino per un anno?

    Grazie mille

    Mi piace

    1. Germano,
      per quanto ne so io la garanzia internazionale è sempre valida, indipendentemente dal paese di provenienza del prodotto, con le limitazioni che ho detto. Per usufruire della garanzia è però sempre necessario rivolgersi al venditore. Se poi il venditore del prodotto di importazione parallela si rivolga alla LTR, il laboratorio collegato a Nital, o ad altro laboratorio, in Ilatia o all’estero, questo dipende dalle sue scelte e dalla sua politica di assistenza.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  12. Ma non è troppo un 70-300??,senti voglio farti una domanda..io tra qualche giorno ho deciso di prendermi la nikon D5200 che credo sia tra le fotocamere migliori per qualità foto\video che ci sono sotto i 900 euro ,confermi? o mi sfugge qualche altra migliore?..volevo un consiglio da te visto che sei del settore fotografico ^^,mi servirebbe un obbiettivo da usare diciamo in qualsiasi situazione senza stare ogni vota a cambiare obbiettivi.Di solito faccio molte foto quando vado al Motor Show o ad altre fiere automobilistiche ed anche alle Hostess visto che ci sono :3.. spesso faccio foto Zoommate ed altre naturali,e quindi che obbiettivo mi consigli??..molti dicono che prendere un obbiettivo troppo grande la luce che passa è poca e quindi le foto vengono con poca luce, confermi?? grazie

    Mi piace

    1. Giuseppe,
      lo zoom 70-300 usato fra le focali 70 e 100 è un ottimo obiettivo da ritratto ed è il migliore fra quelli che avevo a disposizione.
      La Nikon D5200 è un’ottima scelta sia per la qualità che per il prezzo quindi non avere dubbi.
      Se vuoi un obiettivo per fare riprese in tutte le occasioni senza doverlo cambiare il migliore è il Nikon 18-200 VR II. per anni ho fatto riprese al Motor Show con questo obiettivo: con la focale di 18 mm riprendevo le auto e con quella di 200 facevo il ritratto alle modelle ed ha funzionato sempre benissimo.
      L’ultima tua frase è un po’ confusa, oppure sono confusi quelli che ti hanno detto certe cose. Che vuol dire ” prendere un obbiettivo troppo grande la luce che passa è poca e quindi le foto vengono con poca luce”? Per me è priva di senso.
      Forse potrebbe voler dire che un obiettivo con elevata escursione focale è poco luminoso, ma perchè le foto devono venire “con poca luce”? Nel caso si regola l’esposizione perchè sia corretta, o meglio lo fa la macchina automaticamente. Si può correre il rischio di mosso se il tempo di scatto è troppo lungo e non si aumenta a sufficienza la sensibilità per usarne uno più breve, ma le foto non vengono sottoesposte (forse questo voleva dire “con poca luce”).
      Ti assicuro comunque che al Motor Show impostando una sensibilità di 800 Iso, o in qualche caso di 1600, che per la D5200 va benissimo, puoi scattare tutte le foto che vuoi con il 18-200 senza problemi di mosso.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  13. Ciao francesco :), ieri ho comprato la Nikon D5200 con obbiettivo 18-105, non capisco solo una cosa nei video : quando riprendo un video non mette a fuoco automaticamente, cioè devo premere a metà il pulsante di scatto oppure girare la ghiera di fuoco, come mai non va l’auto focus ??

    Mi piace

  14. Ciao Francesco ^^,scusa se ti assillo :3, volevo chiederti per fotografare al meglio una Hostess al Motor Show od altri eventi,bisogna impostare per forza la fotocamera in ritratto o non c’è bisogno??e poi i Flash aggiuntivi sono indispensabili?

    Mi piace

  15. poi modo messa a fuoco, automatica o AF singolo??..e quindi l’area di messa a fuoco,a punto singolo o automatico?, così come la misurazione esposimetrica come impostarla? grazie

    Mi piace

    1. Giuseppe,
      il Motor Show è ancora lontano, ma vedo che vuoi prepararti bene.
      Allora: io scatto salvando in raw quindi non ho bisogno di impostare sulla macchina nessun profilo particolare. Se necessario posso farlo dopo, anche perchè sarebbe molto macchinoso e fonte di perdita di tempo (sempre poco al Motor Show) impostare ogni volta il profilo ritratto per le modelle e quello standard (o altro) per le auto e le altre foto. Non uso quasi mai il flash, sia per non rovinare l’atmosfera, sia perchè quello incorporato non è molto potente e di solito non mi va di appesantire la macchina con un altro flash. L’esposizione la lascio in matrix, correggendola con il comando +/_ quando serve. Solo in casi eccezionali di controluce potrebbe essere utile schiarire il volto con il flash incorporato. La messa a fuoco la uso in automatico per foto panoramiche o di auto, per le modelle è meglio il punto singolo che però si può impostare molto rapidamente sulla D7000 con l’occhio al mirino mentre sulla D5200 si deve usare il pannello posteriore e passare dai menu rapidi, quindi non è molto immediato. Forse la cosa migliore con la D5200 è usare sempre il punto singolo, mettere a fuoco premendo a metà il pulsante di scatto e poi, senza rilasciarlo, reinquadrare. Queste differenze ergonomiche e di rapidità di comando fra un modello base o medio ed uno di gamma più alta sono quelle che contano e valgono la differenza di prezzo, non il sensore che spesso è uguale in tutte le reflex della serie (vedi Canon e presto sarà così anche per Nikon).
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  16. Grazie per la risposta approfondita ^^, cmq oggi ho ordinato su ebay un diffusore da mettere sul flash incorporato perchè molto spesso ,anzi sempre sulle auto ad esempio vengono bagliori di luce perchè sono tirate a lucido :\..cmq ritornando sull’argomento di prima ,mettendo un punto singolo non va bene solo facendo foto in primo piano?,cioè se ad esempio scatto una foto che inquadra tutto il corpo, non viene in rilievo solo il punto selezionato?..e poi se devo fare una foto in verticale,devo spostare il punto di messa a fuoco lateralmente in modo da poter inquadrare la faccia..o sbaglio?..quindi da un punto di vista sbrigativo è migliore l’automatico?..poi un altra cosa e poi ti lascio in pace :D, ma la modalità P posso solo cambiare gli ISO??anche perchè girando la ghiera non fa nulla e compare questo simbolo (P*)… essendo ancora un principiante la modalità P è più consigliata? che poi non cambia molto rispetto a quella automatica visto che ti programma tutto la macchina, vero?

    Mi piace

    1. Giuseppe,
      non buttare soldi per diffusori flash per quello incorporato. E’ già poco potente di suo, con un diffusore diventa praticamente quasi inutile.
      Poi NON DEVI usare il flash per fotografare le auto, proprio per quello che dici, cioè i riflessi, e poi perchè otterresti un’auto illuminata su sfondo scuro, una cosa bruttissima. Non fare come quelli con le compattine da 60 € che scattano dappertutto col flash, sperando di illuminare anche la cupola di San Pietro di notte con il loro flashettino!
      Per fotografare in una mostra in interni basta impostare la sensibilità di 800 o 1600 Iso, a secondo della luce disponibile, e puoi fotografare tutto senza flash con un diaframma f/3,5 o f/4,0 e tempi di scatto accettabili. Se ti trovi in controluce compensa l’esposizione con il tasto +/-. Il flash va usato solo raramente, giusto nel caso che il viso di una modella sia in controluce.
      Se usi la macchina in P (program), la scelta più consigliabile, puoi variare la coppia tempo/diaframma ruotando la ghiera posteriore e controllando nel mirino i valori impostati; in agguinta per variare l’esposizione usa il taso +/-. Con la modalità totalmente automatica invece non puoi cambiare nulla.
      Per la messa a fuoco a punto singolo non devi stare a perdere tempo a cambiare il punto AF, non serve! Centra il punto AF sul soggetto da mettere a fuoco, metti a fuoco premendo a metà il pulsante di scatto poi, senza rilasciarlo, modifica l’inquadratura come ti interessa. In pratica punti il punto AF centrale sul viso e poi modifichi l’inquadratura. E’ semplicissimo!
      Infine leggi bene il libretto di istruzioni e fai molte prove e foto.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    1. Giuseppe,
      hai la scelta di fotografarne una per volta, oppure commutare in scelta dei punti AF automatica e fotografarle tutte insieme e infine di cercare di farci amicizia per avere il loro numero di cellulare!
      Prova a fare qualche foto invece di generare dubbi.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  17. Ciao Francesco ^^, volevo chiederti, tra il Tamron 18-270 e la nikkor 18-300mm,qual è migliore? ovviamente senza mettere in evidenzia il prezzo ,che tra i due c’è una differenza di 300 euro!..volevo sapere come qualità foto è migliore?? grazie

    Mi piace

  18. Ciao Francesco, devo acquistare la nikon d5200 solo che, leggendo il tuo post su questa macchina, mi sono fatto un idea del prezzo che dovrebbe costare. Nella mia citta solo un grande centro elettrodomestici possiede tale macchina al costo di 920 euro con obiettivo AF 18-55 VR. Volevo chiederti se i tuoi dati sul prezzo della macchina sono certificati oppure sei stato tu a stimare il prezzo ideale della macchina?? grazie per la tua attenzione

    Mi piace

    1. Benedetto,
      io riporto i prezzi che rilevo su alcuni siti di riferimento di vendita online e di negozi che effettuano anche vendite online.
      Attualmente la D5200 costa:

      su Fotodigit.it 820€ con il 18-55 VR e 909 € con il 18-105 VR con garanzia Nital
      su Ottica Universitaria (negozio) 835 € con il 18-55 VR e 928 € con il 18-105 VR con garanzia Nital.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

        1. Savio,
          mi sembra che il risparmio sia circa 100-120 €. Non so se vale la pena considerando anche che quando in futuro dovessi rivenderla spunteresti un prezzo inferiore e che la garanzia Nital è di 3 anni.
          Poi ognuno fa le sue valutazioni.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  19. Ciao Francesco,

    una curiosità: come fate voi titolari di un blog ad ottenere le novità in materia di fotografia? per quanto tempo vi rimangono in possesso?
    Ho letto inoltre le prime anteprime sulle foto postate su D preview sulla d 7100; la recensione è ancora in atto, quindi si deve aspettare; in ogni caso dai 6400 Iso il rumore è evidente, abbastanza utilizzabile a 3200 ( ma credo simile alla d5200); insomma la solita solfa: la tecnonologia va avanti, tante novità, ma poi alla fine i miglioramenti stanno sempre lì, perfetta usabilità a 1600 iso e da evitare iso maggiori.
    Leggermente migliore è la d 600 che effettivamente uno stop iso te lo consente, come dire, il sensore fa la differenza.
    Forse, se le mie impressioni da profano sono veritiere, i possessori della precedente d 7000 non ci guadagneranno in termini strettamente fotografici, se non il piacere di avere l’ultima dx in formato nikon che sicuramemte sarà la migliore nel complesso.
    Magari sbaglio e tu mi contraddirrai( spero tanto perchè vorrei acquistarla).

    Aspetto la tua approfondita recensione che come al solito ci toglierà ogni dubbio.

    Mi piace

    1. Davide,
      per avere le macchine da provare devi essere un giornalista di fotografia o avere un blog ben affermato e frequentato attivo da molto tempo. Il tempo dipende dalla disponibilità e dalle richieste.

      Riguardo alla D7100 ho visto anche io le prime foto di DPReview, ma a meno di scaricarsele (cosa che ancora non ho avuto il tempo di fare) dal loro sistema di confronto si capisce poco anche perchè loro (DPReview) non hanno ancora capito che il confronto per il rapporto segnale/rumore si può fare solo con foto di pari dimensioni in pixel.
      Da quello che ho visto sembra che la D7100 sia sul livello della D7000 per il rumore, il che è un buon risultato visto che ha il 50 % di pixel in più e quindi una maggiore risoluzione. Il risultato è simile a quello della D5200, ma la D7100 dovrebbe avere una maggiore nitidezza e risoluzione perchè non ha il filtro antialias.
      La D600 è certamente un gradino più su e il guadagno dovrebbe essere almeno di uno stop di sensibilità, mentre la D800 fa ancora meglio.
      La differenza fra D7000 e D7100 in termini fotografici dovrebbe essere solo la maggiore risoluzione, se la qualità degli obiettivi usati lo consente, ma aspetto di provarla per dare un giudizio definitivo. Secondo me però se si vuole una differenza veramente avvertibile è meglio passare direttamente alla D600.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  20. Ciao,

    volevo chiedere: sapete cosa succede se si iscrive sul sito nital (un prodotto nikon con garanzia nital) dopo la settimana dall’acquisto?
    Sul mercato nital capita delle volte di venditori che dicono di non aver ancora registrato il prodotto, ma se io l’acquisto posso registrarlo dopo un pò di tempo sufruendo lo stesso dell’ estensione nital?

    grazie

    Mi piace

    1. Carmine,
      non so cosa risponderti. Secondo me puoi registrare il prodotto anche dopo una settimana dall’acquaisto, ma la cosa migliore è chiedere direttamente al call center Nital 199124172, purtroppo a pagamento.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  21. Ciao Francesco,

    sarei intenzionato ad un tuttofare per nikon, e come tuttofare secondo me tanto vale prendere quello con piu forbice di escursione focale.
    Provengo da un 18-105, e pensavo di avere piu tele, ora non sapendo cosa mi consente un 200mm piuttosto che un 300 mm passo a te la patata bollente.

    (Credo che il migliore sia il nikon 18-200),
    mi assale anche il dubbio tra il nikon 18-300 e tamron 18-270: Ho letto tale recensione:”Il Nikon AF-S DX 18-300mm f/3.5-5.6 G ED VR è l’obiettivo superzoom più estremo per le reflex in formato DX ….. L’obiettivo è in effetti un po’ troppo pesante e ingombrante, molto di più rispetto ai suoi più stretti concorrenti: il Sigma 18-250mm f/3.5-6.5 DC Macro OS HSM e il Tamron 18-270mm f/3.5-6.3 Di II VC PZD. Inoltre è notevolmente più costoso, rispetto ad altri obiettivi simili può costare anche il doppio.

    A parte questo il 18-300mm ha dei punti di forza: la messa a fuoco è estremamente rapida e precisa, è strutturalmente ben fatto, è utilizzabile anche per riprese ravvicinate. Il 18-300mm ha una buona nitidezza, ma come per tutti gli zoom la nitidezza è migliore alle focali più basse. La vignettatura è abbastanza visibile a 18 mm e la distorsione pronunciata a tutte le lunghezze focali. A 300 mm lascia un po’ a desiderare, cala la nitidezza e diventa più morbido.

    Rispetto ai suoi concorrenti, Sigma 18-250mm f/3.5-6.3 DC Macro OS HSM, Tamron 18-270mm f/3.5-6.3 Di II VC PZD, il Nikon 18-300mm però ne esce vincitore a livello ottico, ma si piazza al primo posto anche per l’AF più veloce. Ciò che delude invece è il suo sistema di stabilizzazione, meno efficiente rispetto a quello degli atri due obiettivi. Inoltre il Sigma e il Tamron sono decisamente più piccoli e più leggeri, quindi si adattano meglio come corredo da viaggio.

    Il Nikon AF-S DX 18-300mm f/3.5-5.6 G ED VR nel complesso non offre consistenti vantaggi sufficienti a giustificare la differenza di prezzo rispetto ai suoi principali concorrenti, quindi in poche parole non lo consiglio.”
    Condividi tale recensione, cioè che sia meglio puntare su tamron 18-270; o su nikon 18-200 con 70-300?
    Se però 18-200 piu 70-300 sono equivalenti nel complesso al 18-300 tanto vale conviene prendere un solo obiettivo e risparmiare anche qualcosa, che puoi consigliarmi?

    grazie

    Mi piace

    1. Alessio,
      condivido la recensione che hai postato, tranne che per le conclusioni.
      Il Nikon 18-300 VR è più pesante e costoso sia del Nikon 18-200 VR II, sia del Sigma 18-250 che del Tamron 18-270. Ma è anche quello con la maggiore escursione focale e quello, insieme con il Nikon 18-200, con la qualità ottica migliore e la messa a fuoco più veloce. Quanto valgano queste cose lo deve decidere il fotografo che valuta l’acquisto.
      Si deve osservare comunque che tutti questi zoom ad amplissima escursione focale sono inferiori non solo agli obiettivi a focale fissa, ma anche agli zoom con escursione focale minore, sia professionali che amatoriali, come puoi vedere nella pagina dedicata agli obiettivi del mio test della Nikon D3200. Il loro pregio è nella comodità di avere un solo obiettivo da portarsi dietro e nel non essere costretti a fermarsi ed a cambiare obiettivo quando si va in giro a fotografare, magari avendo poco tempo.
      La scelta migliore secondo me è il Nikon 18-200 VR II, miglior compromesso tra qualità, ingombro, peso e prezzo. Il Nikon 18-300 VR si giustifica se ritieni di avere spesso la necessità di alternare foto con il grandangolo 18 mm e con un tele spinto come il 300 mm (foto sportive, animali in libertà, dettagli lontani).
      Il Tamron 18-270 è leggermente inferiore al Nikon 18-200, ma ancora accettabile, il Sigma 18-250 è inferiore ad entrambi.
      Io ho scelto di avere il 18-200 e il 70-300 perchè se faccio foto sportive (una volta facevo baseball, ora vela) uso esclusivamente il 70-300 e non mi porto nemmeno il 18-200. Questo lo uso quando vado in giro per turismo, oppure visito mostre in cui mi capita di fere riprese d’insieme a campo allargato e poi magari ritratti o dettagli.
      Come vedi la scelta dipende dall’uso.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  22. Nikon mi fa arrabbiare. Ha fatto un’ottima macchina, con un ottimo AF, un ottimo sensore e un’ottima costruzione. Ma senza l’esposizione in tempo reale in LV e i 50/60p non credo la comprerò purtroppo. La qualità dell’interlacciato con tanto di crop è pessima e crea artefatti. Peccato, perché è veramente un piccolo gioiello ad un buon prezzo, ma mi vedrò costretto ad andare su Canon; è fastidioso che un brand del genere non metta quelle poche cose che mancano per puro capriccio. Che cosa costava mettere quelle due cose? Nulla. Se avessero messo quelle due cose, Canon non avrebbe venduto più molte rebel. Ad oggi invece Canon offre un pacchetto secondo me più completo per chi deve iniziare, nel senso che offre lenti STM, iper silenziose, il touchscreen (che ha fatto ricredere anche i più scettici) e appunto le cose dette sopra. Sono ancora indeciso però per me anteprima esposizione e almeno 50/60p (per non parlare dei controlli manuali nel video) sono cose importanti.

    Mi piace

    1. Bobe,
      condivido quello che dici e, per alcune cose, l’ho scritto.
      Una domanda: sei capace di scendere la Gran Risa in 1′ e 20″?
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  23. Ciao Francesco
    sarei intenzionato ad acquistare una nuova macchina fotografica al momento ho una compatta Panasonic dmc-tz30 lumix 20 x mi piacerebbe una bella macchina fotografica che migliorasse la qualità della foto nitidezza colori ecc.. oggi sono andato al MediaWorld e mi hanno proposto una Nikon d5100 con kitx2 18-55 VR+55-300 VR al prezzo di 869 euro .
    Ma informandomi sui siti internet mi piacerebbe meglio la Nikon 5200.Il mio passatempo e fare tante escursioni in montagna quindi foto naturalistiche di albe e tramonti, Poi volevo chiederti che obbiettivi mi servirebbero ? il18-55 forse fa parte del kit,… per zumare va bene un 55-300 VR oppure esiste un obbiettivo tutto fare….

    Mi piace

    1. Franco,
      effettivamente la D5200 sarebbe preferibile alla D5100, visto che ormai Nikon ha presentato anche il modello successivo D5300. La D5200 ha un sensore da 24 Mpx invece di 16 della D5100 e un autofocus molto migliore, uguale a quello della D7000.
      Il kit D5100 con 18-55 VR e 55-300 Vr si trova tra l’altro in rete a circa 750 € con garanzia italiana ed a poco più di 600 con quella europea.
      Lo stesso kit con la D5200 si trova a qualcosa meno di 900 € con garanzia italiana. Questi due obiettivi possono andare bene per le foto che vuoi fare. Se però preferisci avere un solo obiettivo potresti prendere un corpo D5200, circa 600 €, più uno zoom Tamron 18-270, circa 400 e, con il quale avresti le focali degli altri due o quasi. Ultima alternativa: D5300 senza filtro antialias, con Wi-Fi e GPS più 18-140 VR a poco meno di 1000 €.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  24. grazie Francesco del tuo commento condivido la recensione che hai scritto pero essendo un neofita che ha sempre usato macchine fotografiche compatte mi accontenterei come prima macchina fotografica di una reflex Nikon più economica sempre valutando( qualità prezzo),volevo chiederti in una Nikon d5100 con un kit 18-105 lo zoom che foto mi permetterebbe di fare in montagna a me piace fotografare paesaggi naturalistici senza zumare troppo e a volte zumo con la macchina per avvicinare qualche immagine esempio una montagna vista da lontano .Volevo chiederti Cosa significa un obbiettivo 18-105 cosa ti permette di fare….ha una buona profondita’ focale che puo’ bastare per le foto che faccio io in montagna anche perché mi piacerebbe come inizio utilizzare un unico obbiettivo senza cambiarlo ogni volta per questioni di praticita’. Domanda lo zoom Tamron 18-270 ti permette di fare tutto come mi hai detto ma abbinandolo al corpo della d5100 più economica potrebbe essere una buona soluzione….grazie

    Mi piace

  25. Ciao Francesco oggi’ al MediaWorld ho visto in offerta la( Nikon d5200 VR 18-105 ) a 799 euro fino al 30 novembre poi ho visto alla S.M.E. la Canon reflex eos 600d VR 18-135 is a 749 euro. quale mi consigli…….

    Mi piace

    1. Franco,
      la Nikon D5200 è preferibile per il migliore autofocus e per il sensore da 24 Mpx, uno dei migliori della categoria. Inoltre la Canon 600D con il 18-135 a 750 € mi sembra cara visto che a 850 € si può trovare la 700D, che è superiore per caratteristiche, con lo stesso obiettivo. Per la Nikon controlla però che sia con garanzia italiana Nital. In negozio si trova così a 829 €.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. andrea
        1 OTTOBRE 2014 ALLE 11:27 AM
        Ne approfitto. Non trovo molte k5 usate , Tra le offerte del nuovo sono economicamente paritetiche o quasi la K50 in kit con 18/55 e 50/200 entrambi wr e la Nikon 5200con 18/105 . Mi rendo conto che sono 2 mondi diversi per il mercato ottiche , ma tra le 2 macchine cosa mi consigleresti ? grazie

        Mi piace

  26. ciao,entro per la prima volta nel mondo delle reflex,vorrei acquistare una nikon 5200d con 18-105 x scattare foto naturalistiche, in città e anche ritratti, secondo te faccio bene a prendere questa o dovrei prendere la 5300d o 5500d ?

    Mi piace

    1. Angela,
      le differenze fra i tre modelli non sono determinanti. Le D5300 e D5500 non hanno il filtro antialias cosa che dovrebbe nmigliorare la nitidezza, ma la cosa si vede in poche situazioni e con obiettivi di altissima qualità. Sono inoltre leggermente più piccole e dispongono della connessione Wi-Fi.
      Se non ti importa di non avere l’ultimo modello la D5200 costa meno e va benissimo.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  27. Ciao Francesco,vorrei comprare la Nikon d5300 ma vorrei che mi chiarissi un paio di dubbi. Uno è molto semplice: vorrei capire se la d5300 può fare foto in HDR. L’altro riguarda le foto macro, una mia passione: prendendo l’obiettivo 18-140, si possono aggiungere tubi di prolunga senza pregiudicare la qualità dell’immagine? Quali consiglieresti?
    Sergio

    Mi piace

  28. Salve, ho appena acquistato una D5200 e sinceramente sono rimasta molto delusa quando nella realizzazione di un video, in occasione di una recita in teatro discretamente illuminato, ho ottenuto riprese alquanto sfocate in modalità “Auto”. Leggendo il suo articolo ho notato il modo AF D-MOVIE. Essendo un po’ inesperta potrebbe gentilmente dirmi come impostarlo? Grazie

    Mi piace

    1. Tina,
      le reflex hanno un autofocus velocissimo, attuato da appositi sensori a cui arriva luce tramite lo specchio, quando sono usate in modalita foto. Per le riprese video purtroppo devono rinunciare al loro autofocus veloce e usarne uno attuato direttamente dal sensore e più lento, a causa della necessità di sollevare lo specchio per consentire la ripresa. Ciò comporta che non sempre l’autofocus riesce a seguire con prontezza soggetti in movimento.
      Per la ripresa l’autofocus deve essere impostato su AFF e la scelta dei punti AF automatica. E’ opportuno poi, per minimizzare lo sfocato, effettuare una messa a fuoco preventiva sul soggetto principale premendo a metà il pulsante di scatto prima di iniziare la ripresa. In alternativa in alcuni casi potrebbe essere preferibile la messa a fuoco manuale.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...