Nikon D700 : test ad alti Iso

La Nikon D700 è una delle reflex fullframe più conosciute ed affermate. E’ ormai sul mercato dalla metà del 2008 e, grazie al suo prezzo attualmente di circa 2000 €, non economico, ma nemmeno stratosferico, si è diffusa sia tra i professionisti, eventualmente come secondo corpo da affiancare ad una D3, sia tra i fotoamatori. Anche se attualmente circolano in rete voci di una sua sostituzione con un nuovo modello, sul mercato per ora continua ad essere una delle scelte più interessanti per chi vuole una reflex fullframe. E’ interessante quindi verificare come si comporta anche a confronto con le concorrenti più recenti e con più Mpx. 

Le sue caratteristiche sono interessanti, con un sensore da 12 Mpx che arriva ad una sensibilità di 25.600 Iso, una cadenza di ripresa di 5 fg/sec che può arrivare a 8 con l’impognatura aggiuntiva (la stessa della D300), un mirino pentaprisma con visione al 95 %, il display da 3′ con 920.000 pixel, un corpo estremamente robusto, in metallo con guarnizioni antipolvere e umidità e un sensore collaudato per 150.000 scatti, un autofocus evoluto con 51 punti, la modalità live-view, il circuito di elaborazione Expeed a 14 bit e il D-lightning attivo. Visto con il metro di misura di oggi le manca però la funzione video, che ormai, dopo la sua introduzione sulle Canon 1D IV e Nikon D3s, non può più essere considerata un gadget buono per le compatte, ma è una funzione adatta anche alle professionali.

Già al suo apparire però la D700 si è dovuta confrontare con una concorrenza, Canon 5D II e Sony A900, che proponeva fullframe con sensori da oltre 20 Mpx., mentre la D700 ha gli stessi 12 Mpx della D300 o della D5000 APS. La qualità delle foto prodotte dalla D700 però è sicuramente superiore, a livello di rapporto segnale rumore soprattutto, rispetto a quello delle reflex APS. Anche in confronto alle sue concorrenti Canon 5D II e Sony A900, la D700, pur avendo una risolvenza inferiore, ha delle altre qualità che la fanno emergere, quali la ottima costruzione ed ergonomia, la velocità di raffica e dell’autofocus e il corredo di obiettivi. Ha quindi avuto, come già detto, un ottimo successo fra i professionisti ed i fotoamatori.
Il corpo macchina, simile a quello della D300, salvo il pentaprisma molto più sporgente (strano, nelle reflex a pellicola, a parità di formato non era necessario farlo così sporgente. Misteri del digitale?!), è molto ben realizzato, è tropicalizzato ed in mano da un’ottima impressione per finitura e solidità. I comandi sono, secondo lo schema standard Nikon, semplici e facili da raggiungere ed azionare. Il mirino è ottimo, grande e luminoso e non si nota molto il fatto che la sua copertura sia solo del 95 %.
Ho provato la D300s con uno dei migliori obiettivi Nikkor disponibili, l’AFS 24-70/2.8, un ottimo obiettivo da ritratto alla massima focale. Usando l’AF sulla scelta automatica del punto di messa a fuoco non ho avuto alcun problema, come mi aspettavo da un AF Nikon. Come sempre ho scattato foto impostando la sensibilità da 1600 fino alla massima, in questo caso 25.600 Iso per valutare il rumore e per vedere fino a che sensibilità fosse possibile utilizzare la D700 senza degradare troppo la qualità della foto.

Naturalmente, come ho già scritto in altre occasioni, per fare un confronto realistico non si devono confrontare le immagini ottenute da reflex con un differente numero di pixel ingrandite al 100 % sullo schermo, come si ostinano a fare la maggior parte delle riviste online. Questo perchè se si confrontano ad esempio due foto, una fatta con una fotocamera da 12 Mpx e una fatta con una da 18, visualizzandole al 100 % sullo schermo del pc, queste assumono dimensioni molto differenti e quella da 18 Mpx avrà dimensioni relative molto più grandi (equivarrà, su uno schermo da 17′ con risoluzione di 1280×800 ad un’immagine di circa 150×100 cm, mentre quella da 12 Mpx equivarrà ad una di circa 120×80). Oltretutto nella realtà immagini di un metro e mezzo ed oltre non vengono certo osservate dalla distanza di poche decine di cm dalla quale si osservano i pc, ma da almeno un metro e mezzo o due in modo che l’occhio possa vederle interamente, ed in questo modo l’impressione visiva è diversa e molti difetti o il rumore non sono percepiti dall’occhio.
E’ necessario quindi ridimensionare le immagini ad una dimensione comune, equivalente per vederle sullo schermo nelle dimensioni equivalenti, per esempio, a quelle di una stampa di uso corrente, come fa anche DXMark . Ho scelto quindi di ridimensionare le foto in modo che possano essere viste su uno schermo da 17′ wide, delle dimensioni equivalenti ad una stampa A3 (420×297 mm) o un formato 45×30 cm (1536×1024 pixel) e con dimensione equivalente ad una stampa A2 (596×420 mm) o 60×40 cm (2304×1536 pixel). Naturalmente se si dovessero realmente stampare le foto si dovrebbe aumentarne il numero di pixel rispetto all’originale, almeno nel caso di stampe A2. Infatti per una stampa di buona qualità sono richiesti almeno 250 o meglio 300 punti per pollice e quindi per stampare in A2 si dovrebbe portare la foto alla dimensione di 6000×4000  pixel (24 Mpx! quelli di A900 e D3x!) o meglio di 7200×4800 pixel (35 Mpx).
Un’altro modo di visualizzare le foto è quello di vederle su un televisore a grande schermo, Full HD. In questo caso comunque la risolvenza non va oltre i 1920×1080 pixel e quindi per una visione ottimale sarà opportuno ridimensionare le foto a questo livello, piuttosto che lasciarlo fare al tv, e quindi per quanto riguarda la visibilità del rumore valgono le stesse considerazioni fatte per le stampe. Questa dimensione è comunque intermedia tra le precedenti per cui non ho prodotto esempi per questo caso.
Le foto quindi di solito si stampano oppure si osservano su uno schermo, pc ma a pieno schermo (risoluzione al massimo 1920×1080) tv a grande schermo (sempre 1920×1080), video proiettore (sempre 1920×1080 max) oppure si diffondono via web con risoluzioni ancora più basse. La maggior parte dei fotografi stampa nel formato A4 (circa 30×21), alcuni in A3 (circa 42×30) e pochi in A2 (60×42). Solo chi ha necessità di stampare foto a dimensione manifesto o parete, per pubblicità o altro, può avere esigenze maggiori, ma in questo caso si rivolgerà ad attrezzature professionali di medio formato come Hasselblad, Phase One, ecc, o almeno fullframe.
Pubblico anche dei crop al 100 % di alcune delle foto scattate, ed anche alcune foto a pieno formato (su Flickr), per accontentare anche chi vuole vedere le foto a questa dimensione, con la raccomandazione però che il confronto delle foto al 100 % non è molto significativo.

Foto A3

Presento nella pagina principale dell’articolo le foto formato A3 perchè è dalle foto ridimensionate per essere viste con le dimensioni di una stampa che si può valutare la qualità delle stesse. Per vedere le foto alle dimensioni A3 clickarvi sopra. In aggiunta alle foto fatte con la D700 ho inserito anche foto con la D3s, la D3x, la Canon 5 D II e la Sony A900 in modo da confrontare direttamente queste quattro fullframe.

 

1600 Iso
1600 Iso
1600 Iso
Nikon D3s - 1600 Iso
Nikon D3x - 1600 Iso
Canon 5D II - 1000 Iso
Canon 5D II - 1600 Iso
Sony A850 - 1600 Iso
3200 Iso
3200 Iso
3200 Iso
Nikon D3s - 3200 Iso
Canon 5D II - 3200 Iso
Sony A850 - 3200 Iso
6400 Iso
6400 Iso
6400 Iso
6400 Iso
Nikon D3s - 6400 Iso
Canon 5D II - 6400 Iso
Sony A900 - 4000 Iso
Sony A850 - 6400 Iso
12800 Iso
12800 Iso
12800 Iso
Nikon D3s - 12800 Iso
Canon 5D II - 12800 Iso
25600 Iso
25600 Iso
Nikon D3s - 25600 Iso
Canon 5D II - 25600 Iso

Foto A2

Foto originali

Crop al 100 %

La prova della D700 mi ha un po’ deluso. Come ho detto la fotocamera è costruita ottimament, i comandi intuitivi, l’ergonomia ottima e il mirino eccellente. La qualità delle foto scattate alle alte sensibilità però è inferiore a quella che mi aspettavo. Purtroppo per la D700 la sua prova è avvenuta contemporaneamente a quella della D3s e il confronto fra le due è impietoso. Ci sono almeno due stop di differenza nella qualità di immagine e nel rumore a favore della D3s. Quella che prima della D3s mi sarebbe sembrata un’ottima qualità adesso mi è sembrata solo buona o accettabile. In realtà anche in occasione dei primi scatti fatti alla sua presentazione avevo avuto l’impressione che ci fosse qualche differenza fra la qualità delle foto fatte con la D700 e quelle fatte con la D3, che a suo tempo mi avevano meravigliato per la pulizia, ma ho attribuito la cosa, almeno in parte, al fatto che avevo scattato in jpeg.
Nei confronti della concorrenza, Canon 5D II e sony A900, comunque la D700 se la cava bene, con un livello di rumore paragonabile, anche se la sua risolvenza è inferiore. Paradossalmente invece questo non si nota nel confronto fra D3s e 5D II e A900, tale è la differenza del livello di rumore e la maggior pulizia delle foto della D3s.
A confronto con la D3x il livello di rumore è simile, ma la maggior risolvenza della “sorellona” determina quna qualità complessiva migliore.
Certo che Nikon con il sensore della D3s ha fatto un grosso passo in avanti verso una migliore qualità d’immagine. Non ciresta da sperare altro che quanto prima trasporti questo miglioramento sui modelli inferiori, a cominciare proprio dalla sostituta della D700 di cui si parla in rete.

Esaminando le foto in dettaglio si può vedere che quelle in formato A3 non presentano problemi di rumore fino a 6400 Iso, mentre a 12.800 Iso il rumore si vede ed a 25.600 è inaccettabile.
Per il formato A2 il rumore si incomincia a vedere a 6.400 Iso e le sensibilità superiori sono inusabili.
Infine per le foto a pieno formato, considerando che saranno viste ad una certa distanza, si può dire lo stesso, cioè fino a 3200 Iso il rumore è poco percepibile, a 6400 c’è, ma è accettabile, sopra è meglio non andare.

In conclusione la D700 è un’ottima reflex, robusta e ben costruita, con tantissime funzioni. Si presta ad un uso professionale anche pesante, ma visto il prezzo, ora sceso sotto i 2.000 €, è ambita anche dai fotoamatori evoluti.
i difetti sono, oltre al peso, il fatto che ha solo 12 Mpx, la mancanza della funzione video e il livello del rumore alle alte sensibilità, che se poteva essere valutato buono fino a qualche mese fa, oggi delude in confronto ad altri modelli della stessa casa, non solo D3s, ma anche D5000.

Annunci

28 pensieri su “Nikon D700 : test ad alti Iso”

  1. Ottima la possibilità di confronto con le foto alle alte sensibilità dei modelli di spicco delle case più importanti nel fullframe. Personalmente la tonalità del colore delle Nikon è più piacevole e meno fredda delle Canon e Sony. Adesso mi spiego perché Nikon ha mantenuto tanto tempo la D700, che ha un buon equilibrio tra tonalità, basso rumore e nitidezza, senza caricare di Mb il PC, grazie alla bassa risoluzione. Ho visto che è molto apprezzata anche da Ken Rockwell.La Sony è quasi indecente per il rumore già a Iso 4000, mentre la Canon 5D II, pur con basso rumore, sembra che sia un pò carente in nitidezza e con tonalità fredda. Straordinaria la NIkon D3S al momento insuperabile (anche nel prezzo).Grazie per avermi aperto gli occhi naturalmente in base ai miei gusti personali.

    Mi piace

    1. E’ possibile fare la stessa identica foto tra d700 e d3s
      ad esempio a 6400 iso in studio ed una in esterno?
      In quanto le foto non sono identiche nell’angolazione della luce e nella d700 il viso è in ombra.
      Gli obiettivi sono identici?
      Grazie

      Mi piace

      1. Paolo, il mio non è un laboratorio di misura. Non ho ne D700 ne D3s, le foto le faccio quando i produttori organizzazo giornate di prova delle macchine. Le pubblico perchè penso che possano essere di aiuto ad altri fotografi come me per capire come va una macchina. Anche se avessi in futuro la possibilità di avere in uso le macchine per fare prove con più calma, queste non resterebbero certo a mia disposizione per foto su ordinazione.
        Dici che le foto con D3s e D700 non sono identiche e questo è vero, ma sono fatte nello stesso studio, con la stessa modella, a distanza di poco tempo l’una dall’altra e quindi le più simili possibile. Gli obiettivi sono il 24-70/2,8 per la D700 e il 70-200/2,8 per la D3s. Nel caso delle altre fotocamere le condizioni sono invece molto diverse.
        Ci sono comunque alcuni siti che pubblicano foto identiche nei test delle macchine, anche se non sempre le foto sono significative.
        Se vuoi due foto identiche vai in un negozio ben fornito e chiedi di provare le due macchine con lo stesso obiettivo.
        Ciao, Francesco

        Mi piace

    2. quoto la critica alla prova fatta da paolo le foto fatte con la d 700 e la d3s non possono essere minimamente prese in considerazione in quanto sono illuminate in maniera totalmente diversa addirittura nelle foto della d3s i punti in ombra del viso della ragazza sono stati tolti grazie a dei pannelli riflettenti…..premetto sono possessore di una d3s

      Mi piace

      1. denis,
        prendi in considerazione quello che ti pare.
        Non inventarti però cose inesistenti, visto che al momento dello scatto non c’eri. Per le foto fatte con la D3S non è stato usato nessun pannello riflettente.
        Ciao, Francesco

        Mi piace

  2. Ma cos’e’ una pubblicita’ per la d3s? Cmq scherzo, la qualita’ della d3s e’indiscutibile,intanto stiamo parlando di una professionale,e di piu’ recente costruzione,la d3s sarebbe il mio obiettivo, se solo avesse qualche megapixel in piu’cosa che sicuramente vedremo poco piu’ avanti, pero’ devo dire, che propio quest’estate ho confrontato mia d700, con d3s e d3x, in condizioni uguali e con la stessa ottica,beh, la d3s vince anche su d3x,(e’ un mio umile parere)ma tuttavia sono rimasto contento di esser possessore della d700, non staccandoti cosi tanto dalle due sorellone,giustificata dal fatto che non costa quanto una pro.
    Ciao cmq grazie.

    Mi piace

    1. Giuseppe, anche a me la D3s ha stupito, eppure le foto sono lì a testimoniare la sua qualità anche a confronto con la D3x. Ho provato anche ad ingrandire le sue foto alle dimensioni della D3x (24 Mpx) ma regge in pieno il confronto anche così. Certo il suo prezzo per quasi tutti è proibitivo e inoltre il peso e l’ingombro sono problematici per usarla in esterni in movimento. La D700 è invece ottima per questo uso e come qualità è sicuramente superiore alle APS e devi quindi essere contento di averla. Chissà se presto Nikon ci regalerà una nuova D700 con la qualità della D3s.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  3. Francesco, volevo da te un consiglio;In questi giorni ho maturato l’idea di avere un secondo corpo,premetto che utilizzo nikon d80-(con ottiche dx) d700 corredata da 14-24 f2,8 24-70f2,8 70-200 vrII oltre a tante altre piccole ottiche meno costose 50 f1,4 ecc.
    Comprare un d3s come ho scritto sopra mi piacerebbe, ma ora come ora penso che non convenga lanciarsi,per poi vedere un modello piu’ perfomomante in megapixel dopo qualche mese.
    Ho pensato anche di avere un doppio corredo canon,e qui sta il dilemma.
    Tu che hai avuto modo di provare la canon,quali sono state le tue sensazioni?, intendo dire (colore,nitidezza, menu, ergonomia)Vale la pena,spendere circa 5,6000euro per un secondo corredo,o aspetto una nuova uscita nikon,valutando che in nikon ho tutto cio’ che serve.Grazie

    Mi piace

    1. Giuseppe la tua è una domanda a cui è difficilissimo rispondere e che mi sto facendo anche io.
      Le ultime Canon APS che ho provato mi hanno impressionato per la qualità delle foto (risoluzione e basso rumore) anche alle alte sensibilità. Non mi hanno convinto però gli obiettivi amatoriali dedicati all’APS, non tanto per la qualità ottica, nella media, quanto per la funzionalità dell’AF affidato a motori tradizionale e non ultrasonici, quindi più lento e rumoroso dei corrispondenti Nikon. Sono ottimi invece gli obiettivi professionali serie L e il 17-55/2,8 per APS anche se non è marcato L.
      La 5D II invece mi ha lascito perplesso. La qualità di immagine è ottima, quello che secondo me ha qualche problema è il sistema AF con cui ho riscontrato incertezze di messa a fuoco con diversi obiettivi compreso il fantastico 85/1,2. Invece non ho avuto problemi di AF con la 7D che è sul livello almeno delle Nikon medie.
      Per quanto riguarda i colori è una questione di gusti e poi salvando in raw e convertendo dopo sul pc è sempre possibile modificarli agendo sul bilanciamento del bianco e sui singoli colori secondo i propri gusti. A me infatti quelli che diconon che i colori Canon sono meglio dei Nikon o viceversa fanno sempre un po’ l’impressione dei tifosi di calcio. Vorrei sapere come e con che strumenti gli valutano. Per farlo occorrono costosi monitor professionali calibrati ed altrettanto costose stampanti, altrimenti si rischia di valutare solo la res del monitor o della stampante.
      Per l’ergonomia e per i menù in genere la mia preferenza va a Nikon, forse perchè ci sono più abituato ma, mentre le Canon economiche da questo punto di vista non mi piacciono molto, la 7D e la 5D II sono molto migliori ed abituandosi si possono usare ugualmente bene.
      Infine se vale la pena di spendere 5.000-6.000 € sei solo tu a poterlo decidere. Il mio consiglio è che, visto che hai una considerevole attrezzatura Nikon con due ottimi corpi come la ancora valida D800 e la D700, ti convenga aspettare ancora qualche mese, almeno fino a dopo la Photokina durante la quale Nikon presenterà sicuramente qualche novità, per decidere. anche perchè comunque penso che il passaggio a Canon non ti porterebbe grandi vantaggi.
      Se hai altri dubbi scrivimi ancora e ne parliamo.
      Ciao, francesco

      Mi piace

  4. Dimenticavo; a destra e manca ho sempre sentito dire,che canon sforna file piu’ caldi e’con colori piu’ fedeli al vero,ma in queste foto, non mi pare cosi,anzi mi sembrano fredde,tu che ne dici?

    Mi piace

    1. Giuseppe, in parte ti ho risposto precedentemente. Comunque nell’ultimo Canon day in cui ho provato /D, 550D e 1000D e per confronto la Nikon D80 le foto con i colori migliori, senza operare alcuna correzione, sono stati quelli della D80. La 7D, con cui ho scattato in jpeg , ha operato con un bilanciamento del bianco (impostato in auto) con colori troppo freddi, difficilmente correggibili sul jpeg (per questo è meglio scattare in raw). La 550D si è comportata in modo più o meno uguale, ma avendo scattato in raw ho potuto correggerla meglio. Incredibilmente la 1000D si è comportata meglio di tutte e le sue foto erano abbastanza buone, anche se non perfette, anche senza correzioni. Le foto della D80 erano ottime senza nessuna correzione.
      Evidentemente la Canon come impostazione di base preferisce colori più freddi, ma come ho detto si possono correggere sia impostando il giusto WB prima dello scatto, sia dopo se si scatta in raw.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  5. Grazie sempre per la tue risposte,si effettivamente questo non e’ un buon periodo per comprare,conviene aspettare poi vedremo e chissa’ speriamo che dopo agosto,ci siano novita’ convincenti in casa nikon, come per esempio il radiocomando pocketwizard che solo canon puo’ utilizzare al momento.Mi piace utilizzare il flash in remoto con ombrelli e softbox ma a volte le fotocellule del flash vengono ingannate dalla luce del sole, con un radio comando non avrei problemi http://www.youtube.com/watch?v=bUOfBY05_K8&feature=related gai un occhiata.

    Mi piace

  6. Salve Francesco,non sono esperto fi fotografia ma,a parer mio,per confrontare due foto fatte da fotocamere diverse,bisognerebbe avere anche le stesse focali,lo stesso punto di ripresa e la stessa immagine ,altrimenti capita di vedere primi piani che si feramano alle spalle ed altri che arrivano fin giù la vita.Questo si vede nelle tue foto.Comunque grazie per le tue prove .Mario Di Leo

    Mi piace

    1. Mario, sono perfettamente d’accordo. Questo però lo può fare una rivista o un sito internet affermato a cui vengono date in uso gratuitamente le attrezzature per il periodo necessario.
      Io devo fare con quello che è disponibile e mi viene offerto e mi sembra di aver fatto abbastanza andando a vedere la Photokina e riportandone le impressioni e per primo delle foto fatte con la Nikon D7000.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  7. si Giuseppe,a Francesco non presteranno le varie canon nikon sony per periodi interi,ma grazie anche a questo,ma non solo,che si è guadagnato la mia fiducia….dpreview è scorretto,basta vedere il dr accreditato alla mia ex ciofeca,la 400d…è pari a quello delle fullframe,guarda caso un modello commerciale da fotoamatori,il tipo di camera su cui canon punta per fare i soldi
    http://www.dpreview.com/reviews/canoneos400d/page19.asp
    http://www.dpreview.com/reviews/nikond700/page20.asp
    ho come descrivono la k5,sminuita in tutto quando a rumore leggerezza e solididita’ da una pista a tutte
    io punto a una sony e pure sony si vede non paga abbastanza,un capolavoro come la a900 sembra abbia piu’rumore delle compatte a leggerli..

    ken rockwell pure è per me prezzolato,non lo leggo proprio piu’

    Mi piace

    1. Filippo, Phil Askey e il team di DPReview sono molto bravi a fare i siti internet, ma ho molti dubbi sulle loro qualità di frotografi.
      Oltre alle review che lasciano molte perplessità (oltre a quelle che citi direi anche quella della D7000), ci si deve ricordare sempre che sono stati fra i primi a diffondere l’idea che “più pixel = più rumore” con i loro confronti al 100 %. Se fosse per loro saremmo ancora a 2 o 3 Mpx. come la metteranno ore che le compatte economiche con sensore 1/2,3 hanno 14 Mpx e quelle più evolute 16. Eppure non produrranno foto con più rumore, se confrontate a pari dimensioni di riproduzione, di quelle da 6 o 8.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  8. Sinceramente non trovo affatto male le Sony anzi, mi sono sempre piaciute il rumore non è eccessivo ma la tonalità è ottima, la D700 è molto buona ma mi aspettavo meglio, la D3s è straordinaria e devo dire anche l’unica foto della D3x molto, molto buona. Per quanto riguarda la Canon 5DII devo dire che quella 25600 è pessima, ma non tanto per il rumore che non trovo neanche esagerato, anzi forse migliore di quello della D700, ma per la tenuta del colore, basta guardare lo sfondo neutro che si vedono tutti i colori primari come se ci fosse un arcobaleno, questo difetto è visibile anche a 12800 e 6400 è appena percepibile per poi scomparire del tutto sulle sensibilità più basse. Onestamente quella tra queste che mi è piaciuta di meno è proprio la D700, forse è dovuto dovuto a situazione ambientali, non saprei dire. Bisognerebbe quando possibile confrontare con stesso soggetto e ambientazione.

    Mi piace

    1. Max_troll,
      hai detto bene “Bisognerebbe quando possibile confrontare con stesso soggetto e ambientazione”, ma questo non è sempre possibile; lo possono fare solo quelle riviste (cartacee o online) a cui le case o gli importatori affidano le macchine per portarsele a casa per un tempo adeguato. A me ancora non è stato possibile, ma spero di arrivarci.
      ciao, Francesco

      Mi piace

  9. un saluto a tutti, il test andava fatto nelle stesse condizioni di luce e ambiente, provate a mettere uno sfondo nero dietro alla modella fotografata con la D3 come è stato fatto con la 5D II poi me la racconti.
    Siate più onesti nei test visto che criticate gli altri.
    Ivano

    Mi piace

  10. bhe dio confrontare fotocamere sulla resa alle alte sensibilità alcune su sfondo e nero e alcune su sfondo bianco non ha alcun senso, era meglio limitare il confronto alle sorelle nikon

    Mi piace

  11. ciao Francesco,
    mi chiedevo se per chi non stampa le foto e non sta lì a guardare crop a 100% o oltre,convenga acquistare una fx?
    Cioè tutte le qualità in termini di gamma dinamica, nitidezza e minore rumore ad alti iso si traducono anche su un semplice monitor pc o piccole stampa( 20x 15 etc) o solo per chi effettivamente sta li a guardare il dettaglio e stampare in grandi dimensioni?
    In ogni caso servirebbero anche le migliori ottiche per fare il salto di qualità credo, per cui un possessore di una d 7000 con ottiche buone tipo sigma 10/20; tamron 17/50 f 2,8 e nikon 70/300 non avrebbe un grande salto passando ad una d 700 o magari 800 mettendo poi davanti obiettivi solo discreti e non ottimi, giusto?
    Ti chiedo questo perchè sarei interessato al fx, ma ammetto che non sono uno di quelli che fa dei cartelloni pubblicitari, per cui ero indeciso tra la futura d 7100(?) o una d 700 o altra fx.

    Vorrei un tuo giudizio in merito!

    grazie

    Mi piace

    1. Giuseppe,
      cosa vuol dire “convenga”? Lasciando da parte i professionisti, per un fotoamatore una compatta di qualità o al massimo una reflex base potrebbe essere più che sufficiente. Tutto il resto è in più. Si deve considerare però che i fotoamatori non comprano le macchine solo per fare foto, ma anche per il gusto ed il piacere di possedere un bell’oggetto.
      Passando a discorsi più tecnici le fullframe hanno alcuni vantaggi sulle APS:
      1) migliore qualità d’immagine in termini di dettaglio, gamma dinamica e rapporto segnale/rumore
      2) migliore controllo della profondità di campo che può essere più ridotta che con le APS
      3) disponibilità di obiettivi grandangolari fissi di qualità
      4) mirino più grande e luminoso
      5) possibilità di operare tagli di inquadratura più consistenti (per le fullframe da oltre 20 Mpx)

      Hanno anche alcuni svantaggi:
      1) peso e ingombro di corpi ed obiettivi maggiore
      2) costo maggiore.

      Per quanto riguarda gli obiettivi è diffusa la convinzione che quelli per fulframe debbano essere di qualità migliore di quelli per APS, quando invece è il contrario. Sul sensore APS più piccolo gli obiettivi debbono risolvere un maggior numero di linee, cioè devono lavorare ad una frequenza spaziale maggiore con riduzione del valore della curva MTF, cioè della nitidezza percepita. Tutti i test che misurano la MTF su fullframe e su APS, come quelli della rivista “Tutti Fotografi” lo dimostrano e mai un obiettivo su sensore APS raggiunge gli stessi livelli che raggiunge su uno fullframe.
      Dei tuoi obiettivi però solo il 70-300 Vr è fullframe. Se si riflette poi che le APS migliori (Nikon D7000, Canon 7D, ecc.) hanno una densità di pixel superiore alla fullframe con maggior numero di pixel, la D800, ci si rende conto facilmente di come stanno le cose.
      Per la scelta, se la fullframe che hai preso in considerazione è la D700, ti consiglio piuttosto la D7000. La D7100 non è prevista a breve, probabilmente ci sarà a settembre in Photokina, quindi se vuoi fare le foto delle vacanze con la nuova macchina non è la scelta giusta.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...