Olympus PEN E-PL5 : impressioni

Con le PEN E-PL5 ed E-PM2 Olympus ha rinnoato la sua linea delle mirrorless di medio livello. Entrambi i modelli hanno un sensore Micro 4/3 CMOS da 16 Mpx, un elaboratore d’immagine TruePic VI in precedenza usato solo sulla OM-D E-PM5. Hanno tutte e due uno schermo da 3″ e 460.000 pixel del tipo sensibile al tocco, con la possibilità di mettere a fuoco e scattare toccando lo shermo, ma quello della E-PL5 è orientabile fino a 180°. Tutte e due possono scattare a raffica fino a 8 fg/s. La E-PL5 offre in più una ghiera per l’impostazione dei modi di funzionamento e un’impugnatura smontabile frontale simile alla E-P3.
Le principali caratteristiche della E-PL5 sono:

– sensore di formato 4/3 (18×13,5 mm) live MOS da 16 Mpc
– processore d’immagine TruePic VI
– innesto obiettivi Micro 4/4: sono disponibili circa 40 obiettivi da Olympus, Panasonic ed altri
– Sensibilità ISO da 200 fino a 25.600
– autofocus a rilevamento di fase con funzione di inseguimento del soggetto
– schermo da 3″ con 460.000 pixel orientabile fino a 180° (per autoritratti) e sensibile al tocco: si possono selezionare i menu, comandare la messa a fuoco e lo scatto
– disponibilità di una presa per mirino elettronico opzionale
– stabilizzatore integrato
– disponibilità di modalità scene ed Art Filter
– ripresa video Full HD a 1920×1080 pixel con audio stereo e posssibilità di funzionamento automatico, a priorità e manuale
– velocità di raffica fino a 8 fg/s
– possibilità di montare un’impugnatura simile a quella della E-P3
– non dispone di un flash incorporato, ma viene fornito insieme un piccolo flash da montare sulla slitta portaaccessori
– dimensioni 110x64x38 mm
– peso 326 grammi

La Olympus E-PL5, come la E-PM2, non è ancora disponibile ed il prezzo in Italia non è ancora stato stabilito.
Le E.PL5 ed E-PM2 differiscono solo per alcuni particolari del corpo. La E-PL5 ha lo schermo orientabile, una manopola sulla calotta per impostare più comodamente le modalità di funzionamento e la possibilità di montare un’impugnatura. Il sensore e l’elettronica sono gli stessi. Ho quindi provato solo la E-PL5, facendo alcuni scatti alla Photokina, ma le impressioni valgono anche per la E-PM2.

La nuova PENN mantiene l’estetica un po’ retrò ormai tradizionale di questi modelli Olympus. Le dimensioni sono sempre contenute, ma i comandi sono migliorati grazie alla manopola per l’impostazione delle modalità. Molto comodo lo schermo che può essere orientato verso il basso, l’alto o addirittura rivolto verso l’avanti, sopra la macchina, per autoritratti.
Il sensore è un notevole miglioramento rispetto alle serie precedenti e dovrebbe essere los tesso montato sulla OM-D, come l’elaboratore d’immagine TruePic VI.

Le foto sono state scattate in Program, con le impostazioni standard e salvate in raw e jpeg. Le raw le ho convertite con l’ottimo Olympus Viewer 2, sempre con tutte le impostazioni standard salvo la riduzione del rumore che è stata posta su “SPENTA”, anche se mi resta sempre il dubbio che in realtà non venga eliminata del tutto. Purtroppo Lightroom 4.2 nol supporta ancora il formato raw della E-PL5 e non posso fare questa verifica.
Le foto jpeg sono molto buone, assai vicine a quelle convertite da raw, con solo una leggera perdita di nitidezza alle sensibilità più alte a causa della riduzione di rumore.
Nelle foto convertite da raw il rumore si manifesta, finissimo e appena percepibile, in quelle a 1600 Iso. A 3200 Iso si vede appena di più, ma in forma di puntini scuri, senza alterazioni di colore e puntini colorati, e non disturba quasi per nulla. La risoluzione rimane elevata. A 6400 Iso il rumore è più presente e può incominciare a dare fastidio, ma è sempre in forma di puntini scuri, simile alla grana delle pellicole, meno fastidiosi che i puntini colorati. Così avviene a 12800 Iso, con un leggero aumento del rumore. La risoluzione però, sia a 6400 che a 12800 Iso si mantiene buona. A 25600 Iso invece la qualità decade totalmente con foto invase dal rumore e scarsamente utilizzabili. Siamo però ad una sensibilità limite disponibile più che altro per motivi di marcketing.
In complesso un ottimo risultato, anche se leggermente inferiore alla OM-D E-M5.

Advertisements

16 pensieri su “Olympus PEN E-PL5 : impressioni”

  1. Ciao Francesco, prima di tutto un “grazie” (troppo poco!) per il tanto lavoro, soprattutto dopo la PHOTOKINA!
    Esaustive e dettagliate le classificazioni delle FOTOCAMERE CONSIGLIATE. In esse però non mi è parso ci sia “consigliata” la OLIMPUS OM-D E-M5 MI SBAGLIO?! Lo so che ne hai parlaro TANTO subito dopo il PHOTOSHOW aggiornando le “impressioni” il 16-04-2012 ed anche rispondendomi, ma mi ha meravigliato il fatto che non sia in nessuna delle categorie FOTOCAMERE CONSIGLIATE alle quali hai lavorato con tanta competenza… Io ci sto ancora “pensandoci” dopo lo scambio di idee avuto con te e … soprattutto stavo raccogliendo i soldi sia per la compatta che per la Oly suddetta, anche se mi blocca un po’ il fatto che non abbia flash incorporato. Fammi sapere se la pensi diversamente e ti chiedo anche se hai potuto verificare che ci sia la “rotazione automatica” delle foto(!)
    Ti voglio anche dire che per la “compatta” che devo comprarmi mi sto orientando alla RX100 Sony, unico neo mi pare abbia poco zoom (28-100?). Lo so che non si può avere tutto… volevo anche chiederti come sia la Macro sia nella Sony che nella Oly… Grazie per avermi “ascoltata” e per le risposte che mi darai. Un saluto ed.. ogni BENE! sr Maria Chiara fdm

    Mi piace

    1. Maria Chiara,
      innanzitutto ti ringrazio, sei sempre troppo buona!
      La Olympus OM-D E-M5 l’ho insrita fra le fotocamere consigliate nelle “Amatoriali evolute” perché costa più di 1.000 € ed è una fotocamera molto completa, può anche essere considerata professionale. Ti confermo che non ha il flash incorporato, ma un piccolo flash, mi pare fornito con la macchina, da montare sulla slitta superiore. Come macchina è eccellente, ha un ottimo mirino, una messa a fuoco veloce e un’ottima qualità d’immagine anche alle alte sensibilità. Poi è molto piccola e leggera anceh col 14-150, almeno in confronto alla mia Nikon D7000 col 18-200.
      Nel tuo caso, visto che hai già il 14-150 e il 20/1,7, ti basterebbe prendere solo il corpo. L’obiettivo in kit invece non lo consiglio molto. E’ vero che è protetto da acqua e polvere ed ha capacità macro, ma è veramente poco luminoso (f/3,5-6,3). A meno che non devi fare foto sotto la pioggia o nel deserto non ti darebbe vantaggi, se non per le macro o per lo zoom motorizzato per i video. Se vuoi fare molte macro (fino ad un ingrandimento 0,72x però) potrebbe essere una buona scelta in quanto gli obiettivi macro per Micro 4/3 (Leica 45/2,8 o Olympus 60/2,8) costano più di 700 €. Un’alternativa economica è quella, che suggerisce Christian, delle lenti addizionali. Purtroppo con la E-M5 non ho scattato foto in verticale, ma dalle specifiche Olympus dovrebbe avere il raddrizzamento automatico.
      Riguardo alla compatta la Sony RX-100 è sicuramente una delle migliori scelte. E’ molto piccola e leggera anche se il suo limite è che l’obiettivo è luminoso solo in posizione grandangolo, mentre in tele è piuttosto buio. Alternative sono la Panasonic LX-7 con un eccellente Leica Summilux 24-90 equivalente f/1,4-2,3 oppure la Fujifilm X-10 con un 28-112 f/2,0-2,8, che ho appena provato (a breve pubblicherò il test) e che mi è piaciuta molto per la semplicità e facilità d’uso, oltre ceh per la qualità di costruzione e d’immagine. Sono però entrambe un po’ più grandi della Sony e non proprio tascabili.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Grazie Francesco, ancora una volta! Ho ben capito di escludere la Sony RX-100 se ha il problema del tele piuttosto buio… Vorrei, restando, per ora, al discorso delle COMPATTE, scelta che devo fare al più presto, che pur tenendo in considerazione il consiglio di DANIELE su “Olympus XZ2 (sensore, luminosità obiettivo e caratteristiche generali simili alla LX-7 e X10”, mi sto orientando sulle altre due: su la Panasonic LX-7 e la Fujifilm X-10 (il test promesso?!) La prima non sono riuscita a “toccarla (!) mentre la seconda l’ho avuta in mano: una emozione unica! E’una macchina bellissima per costruzione, con il mirino ecc e tu lo sai, anche il peso molto leggero, peccato sia “grande”, ma così sarà anche la lx7… Comunque tornando alla Fuji eccezionale la MACRO (ho visto a proposito una bella presentazione su You Tube!)! La Fuji mi ha conquistata in tutto o quasi. Vorrei mi aiutassi a capire che cosa comportano le due differenze nell’obiettivo 24-90 e 28-112 capisco il grandangolo ridotto, ma di quanto? e il tele più ampio ma di quanto… Concretamente cosa comporta?! C’è anche il confronto tra f/1,4-2,3 e f/2,0-2,8 Lo so che la lx7 sarebbe “eccezionalmente luminosa” come scrivi tu, ma anche la Fuji non scherza e di quanto “meno luminosa”? Se io sono in un Convegno che cosa mi comporta?! In + con la FUJI avrei la macro!… Poi penso che la LUMIX7 pesa meno ma anche la Fuji non è pesante…Insomma aiutami… Grazie. Dicono i miei amici che sto diventando “Francesco dipendente” (!), ma tu sai essere “esaustivo” e … gli altri NO!
        C’è un’altra cosa, il prezzo, ricordi che quando ho comprato il pankache della PANASONIC, non ho voluto comprarlo su INTERNET e sono andata in quel negozio …pensi che lì troverò un prezzo più buono? per ora la Fuji l’ho trovata a 489…
        Ciao Francesco e… grazie per la tua pazienza che… mi ha reso una “suora che stupisce”; il commesso del negozio. mi ha detto che… ne sapevo più di lui sulle macchine fotografiche… E due clienti… hanno chiesto a me! E’ il massimo! Vedi che cosa riesci a fare! Credo sia una piccola soddisfazione per te, anche se io so che non sono “brava” come mi vedono: ho un sacco di timori! A presto sr Maria Chiara fdm

        Mi piace

        1. Maria Chiara,
          fra le compatte di qualità la scelta non è facile. La Fujifilm X-10 è veramente ottima e mi è piaciuta molto. Il test è quasi pronto e mi mancano, per pubblicarlo, solo le ultime foto di test che non avevo potuto fare per motivi climatici ed impegni familiari. E’ ben costruita, facile da usare e fornisce foto di qualità. La Panasonic LX-7, che per adesso ho visto e provato solo alla Photokina, però mi sembra altrettanto valida. come dimensioni la Fuji è leggermente più grande, questione di millimetri, però il suo obiettivo non rientra, a differenza della Panasonic, e questo rende più difficile infilarla in una tasca o piccola borsa. Il pero è ridotto in entrambe, 350 grammi per la X-10, 300 per la LX-7. La Fuji ha il mirino ottico, anche se a me è sembrato poco utile, la Panasonic no, ma può montarne uno elettronico, ottimo ma piuttosto caro. Entrambe hanno la funzione macro e mettono a fuoco fino ad 1 cm dalla lente frontale. La LX-7 ha un obiettivo più luminoso è vero, però la X-10 un sensore più grande e di tipo particolare, esclusivo Fuji. A livello di qualità d’immagine e di rapporto segnale/rumore quando si fotografa in poca luce le due cose dovrebbero quasi compensarsi, anche se ancora non ne ho la prova. La focale degli obiettivi è leggermente diversa e in questo caso i 24 mm equivalenti della LX-7 rispetto ai 28 della X-10 sono più vantaggiosi che i 112 rispetto ai 90, ma non è una grande differenza. Entrambe dispongono di numerose scene e funzioni speciali e di velocità di raffica di 10 o 11 fg/s. A livello video entrambe riprendono in Full HD, ma la Panasonic può salvare il filmato anche in AVCHD che occupa meno spazio sulla scheda. La sensibilità massima è di 3200 Iso per la X-10 (alle sensibilità più alte riprende solo a risoluzione ridotta di 6 Mpx), mentre la Panasonic arriva a 6400 (12800 credo a risoluzione ridotta). Forniscono pure lo stesso software, derivato da Silkypix, per la conversione dei raw. Infine nelle prove che ho letto le valutzioni sono simili.
          In conclusione è una scelta difficile e la cosa migliore sarebbe vederle e scegliere quella che piace di più.
          Per i prezzi la X-10 si trova in rete da 400 a 420 €, in negozio credo almeno sui 450. La LX-7 sta sui 420-440 € in rete, in negozio poco meno di 500.
          Di nuovo complimenti per la foto.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  2. In attesa della risposta di Francesco, cara sorella, vorrei sottolineare che le due macchine sono quasi sovrapponibili come uso e come risultati. Se predilige la semplicità d’uso e la compattezza è sufficiente la Rx100 e non sarà mai delusa.
    Personalmente però (può sembrare un azzardo ma mi creda non lo è) prenderei solamente la Olympus Epl5 con lo zoom in kit e poi gli aggiungerei, con il denaro risparmiato rinunciando alla Sony, un pancake Panasonic che poi diventerà sicuramente l’ottica di riferimento. E ci sta dentro anche il mirino elettronico VF3 che è economico, poco ingombrante, ed utile quando serve.
    saluti

    Mi piace

    1. Grazie, per la risposta che condivido, ma io mi riferivo con frase “la Oly suddetta,” alla OLIMPUS OM-D E-M5 e non alla Olympus Epl5, verso la quale non nascondo però che avevo fatto un pensierino: entrambe però senza flash incorporat0! Inoltre mi è stato detto, tempo fa, che la linea EPL, essendo la + “economica” non ha la rotazione automatica delle foto” quando le scarichi dalla scheda in Computer… Ne sto facendo esperienza con la EPL2 che mi soddisfa abbastaza e tuttavia voglio cambiare per questo: faccio molte foto e mi ci vuole una vita a…”girarle”!
      Comunque nessuna delle due Olimpus mi starebbe in tasca, FORSE Sì con il pancake Panasonic, ho il 20mm/f1.7 ASPH (!) ma con questo pancake non riesco a farci le… foto “normali”, mi manca lo zoom (!) ed io ho bisogno di avere una compatta che sostituisca la mia vecchia e rotta e “gloriosa” PANASONIC DMC-FX150; per questo mi sto orientando verso la Sony che mi pare la migliore in campo.
      Certamente io non ho la vostra esperienza e lo dico dopo avervi letto attentamente (a volte dopo la lettura sono ancora più confusa…) In seguito vorrei trovare una macchina il + possibile compatta e leggera (sono un “po’ vecchia” e anche se continuo a farmi “trascinare dalla voglia di far foto”, non posso portare pesi). Volevo aggiungere che ho anche il mirino VF-2 della Olimpus e lavoro soprattutto con l’obiettivo Olympus 14-150, Questo “materiale” l’ho comprato con l’aiuto di Francesco, aiuto che cerco di continuare ad avere, anche se devo “ricordargli” che pur usando con soddisfazione e successo le mie foto per calendarii, pubblicazioni ecc ho sempre paura di puntare “troppo in alto” con la scelta della macchina: per sostituire la mia EPL2 vorrei una macchina il + possibile compatta ed…esaustiva: tanta luce anche all’interno (per foto convegni Incontri ecc), una buona foto panoramica ed anche di “particolari”, anche alle grandi distanze (a LISBONA sono riuscita a fare in modo magnifico con il 14-150 la statua di s.Antonio posta sul lontano altare, foto che ho ingrandito senza problemi), poi magari vorrei anche la possibilità di… macro, anche se con il tele me la cavo. Non so se sono riuscita a spiegarmi, intanto vi ringrazio per avermi “ascoltatata” e per ciò che mi saprete dire. Tanto Bene! sr Maria Chiara fdm

      Mi piace

      1. Non sono ben chiare le sue esigenze, se cerca una compatta di qualità, tascabile (tasche grandi però) da affiancare al suo corredo attuale con buona escursione focale e lenti luminose deve rivolgere la sua attenzione alla Lumix LX7, Olympus XZ2, Fujifilm X10, Canon S110.

        Considerato invece il suo corredo attuale le conviene rimanere sul formato m4/3 e magari pensare all’acquisto della OM-D E-M5, la lente che danno in kit 12-60 permette anche foto macro.
        Tutto però dipende anche dalla sua disponibilità economica perché se vuole fare le cose sul serio è da poco disponibile il nuovo M.ZUIKO DIGITAL ED 60mm 1:2.8 MACRO ma il prezzo lievita di parecchio.

        La Olympus OM-D E-M5 non ha il flash incorporato.

        Daniele

        Mi piace

        1. Grazie Daniele, l’ho scritto anch’io, nella seconda riga ed anche nel mio primo commento che la Olympus OM-D E-M5 non ha il flash incorporato… Per quanto riguarda le compatte, da ciò che ho letto da Francesco mi è parso di capire che la migliore sia la RX100 Sony, anche se io vengo dall’esperiena PANASONIC molto luminosa…
          Per il resto, cioè per una macchina + impegnativa, vorrei non abbandonare le m4/3 e questo è un altro discorso. Grazie comunque per l’interessamento e ogni BENE. sr Maria Chiara fdm

          Mi piace

          1. Buongiorno sr Maria Chiara, per le macro le consiglio di provare con una lente close-up da montare sul suo obiettivo zoom, le migliori attualmente sono le canon 500d e le marumi 330 a tal scopo (70-100 euro), ma ve ne sono versioni economiche e meno performanti sui 20 euro che per comprendere il funzionamento potrebbero essere sufficienti.
            Come sistema compatto si potrebbe pensare alla pentax Q che comunque offre possibilità di sostituire gli obiettivi, la resa è inferiore a quella delle m4/3, ma buona per la dimensione del sensore… ed è estremamente compatta, altrimenti come sistemi chiusi valgono i suggerimenti di Daniele qua sopra

            Mi piace

            1. Grazie Christian per l’ottimo consiglio della lente close-up! Almeno ora so che … esistono e la adotterò se non comprerò l’obiettivo del kit della Olympus OM-D E-M5 come mi consiglia la risposta, finalmente arrivata, e come sempre “esauriente”, di Francesco !
              Comunque ancora grazie e… ogni BENE! sr Maria Chiara fdm

              Mi piace

          2. Dipende dalle sue esigenze fotografiche, non si può avere tutto.
            Deve mettere sul piatto della bilancia quali sono le tre caratteristiche di una macchina fotografica a cui non può rinunciare e poi tirare le conclusioni.
            La Sony RX100 ha la caratteristica di avere un sensore da 1 pollice e corpo macchina tascabile ma in quanto a luminosità della lente su tutta l’escursione focale lascia a desiderare e non ha neppure la possibilità di installarci sopra un mirino. Lo zoom parte da 28mm. e arriva a 100mm., le sarebbero bastati 100mm. per fare la foto alla statua di S. Antonio? Quali sono le tre caratteristiche che lei cerca?

            Io ad’esempio stavo considerando l’acquisto della Olympus EM-5 perché avevo bisogno di buona qualità fotografica, un corpo macchina soprattutto leggero, un’obiettivo da 35mm. luminoso. Purtroppo allo stato attuale delle cose manca il 35mm. per cui la mia attenzione si è rivolta altrove e ho acquistato una Fujifilm X100 di seconda mano (6 mesi di vita, 2000 scatti a 600 euro con accessori annessi). Pesa poco, è sempre con me, il mio collo e il mio portafoglio ringraziano.
            Sicuramente affiancherò alla X100 un secondo corpo macchina, Fujifilm X10 oppure la Panasonic LX7 che hanno entrambe una lente luminosa e che mi permetteranno di fare altri tipi di foto a discapito di una qualità fotografica inferiore.

            Per valutare la grandezza dei corpi macchina guardi qua:
            http://camerasize.com/compact/

            Per i sensori:
            http://cameraimagesensor.com/size/

            Spero di essere stato utile.

            Daniele

            Mi piace

            1. Ciao Daniele, grazie della tua (scusa il tu) seconda risposta e di non aver” mollato” quando io non ti ho capito: già ieri leggendo quella di Francesco, sempre così capace di capire e di farsi capire, avevo realizzato ciò che mi volevi dire quando mi parlavi di “buona escursione focale e lenti luminose”, cosa che la Sony RX100 allora non ha… Ma ha la compatezza! Ma non la comprerò! Vorrei avere la possibilità di “vedere da vicino” le due consigliatemi da Francesco: Panasonic LX-7 (ottica che prediligo per esperienze precedenti!) e la Fujifilm X-10, ho paura che siano “grandi”!!! Per quanto riguarda il formato m4/3 sto sempre pensando all’acquisto della OM-D E-M5, e non sono così brava a “capire” che cosa pregiudicava x te il fatto che non avesse il 35 mm (lo so che grandi fotografi hanno sempre fotografato con il solo 35 mm!… Non è poi ciò a cui corrisponde il mio Panasonic 20/1,7? Forse mi sbaglio e mi confondo sempre più!)
              Comunque tu e gli altri, soprattutto Francesco, mi avete aiutato a capire un sacco di cose, ma mi resta ancora il panico di non saper scegliere…. Ogni Bene! sr Maria Chiara fdm

              Mi piace

              1. Per quanto riguarda le dimensioni guardi qua:
                http://camerasize.com/compact/#350,129,386,196.97,196.30,ha,t

                Visto e considerato le lenti cha ha attualmente le conviene rimanere con il formato m4/3, se le interessa la compattezza alle due fotocamere di cui sopra ci sarebbe da aggiungere anche la Olympus XZ2 (sensore, luminosità obiettivo e caratteristiche generali simili alla LX-7 e X10).

                Il Panasonic 20/1.7 corrisponde a un 40mm.

                Buona giornata
                Daniele

                Mi piace

  3. Spiacente, ho totalmente abbandonato gli zoom per cui non posso essere utile su questo argomento. Riguardo al flash, con gli attuali sensori, un lumino incorporato è del tutto inutile. Con gli obiettivi luminosi del m4/3 e con l’efficacissimo stabilizzatore si raggiungono (scendendo) velocità di scatto impensate, anche sotto 1/10 senza problemi.

    Mi piace

    1. Grazie ancora una volta per l’interessamento! Mi pare di capire che non è così importante che la Olympus OM-D E-M5 non abbia il flash…Anche negli interni di Convegni, ecc…?! Una caro saluto ed ancora ogni BENE! sr Maria Chiara fdm

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...