Nikon D3200

Nikon ha presentato oggi la nuova reflex D3200, un modello di ingresso che dispone di un sistema opzionale di collegamento wifi. La nuova fotocamera ha un nuovo sensore di formato APS CMOS da 24 Mpx, e per dimensioni e linee del corpo ricalca molto la D3100. Ha un autofocus con 11 punti AF, uno schermo fisso da 3″ e 921.000 pixel, puo riprendere video Full HD fino a 30 fg/s. Il corpo sarà disponibile anche in rosso, oltre il classico nero.

Le caratteristiche principali della D3200 sono:

– sensore di formato APS CMOS con 24 Mpx
– elaboratore d’immagine Expeed 3
– innesto obiettivi Nikon F con fattore moltiplicativo 1,5x
– gamma di sensibilità Iso da 100 a 6400 estendibile a 12800
– autofocus con 11 punti AF
– schermo fisso da 3″ con 921.000 pixel
– mirino reflex con pentaspecchio, copertura del 95 % e ingrandimento 0,8x (reale 0,54x)
– otturatore con tempi da 30 secondi a 1/4000
– esposizione automatica o P, A, S, e manuale
– modalità di misurazione esposizione multizona, pesata al centro e spot
– disponibilità di modalità scene
– tempo di sincronizzazione flash 1/200
– velocità di raffica 4 fg/
– ripresa video Full HD a 1920×1080 pixel e 30,25 o 24 fg/s con audio mono e formato Mpeg4 o H264
– connessioni USB, HDMI e optional WiFi con adattatore Wu-1a
– GPS optional
– batteria agli ioni di litio EN-EL14 per 540 scatti
– dimensioni 125x96x77 mm
– peso 505 grammi

La D3200 dovrebbe essere disponibile questo mese ad un prezzo, in USA, di 699 $ con il 18-55 VR. L’adattatore Wifi Wu-1a costerà 59 $.

Insieme alla D3200 Nikon ha presentato un nuovo obiettivo con copertura fullframe, il Nikkor AF-S 28 mm f/1,8. Le sue principali caratteristiche sono:

– lunghezza focale 28 mm
– apertura massima f/1,8
– angolo di campo 75°
– costruzione in 11 elementi in 9 gruppi incluse due lenti asferiche e alcune con trattamento Nano Crystal
– minima distanza di messa a fuoco 25 cm
– diametro filtri 67 mm
– dimensioni 73×80 mm
– peso 330 grammi

Il suo prezzo dovrebbe essere uguale a quello della D3200, quindi sui 700 $.
Riporto di seguito il comunicato stampa Nital.

_______________________________________________________________________________

Nital S.p.A. è lieta di presentare la nuova reflex digitale Nikon D3200: questo straordinario modello, grazie al modo guida di ultima generazione e alla modalità di ripresa video in full HD, consente di realizzare splendide immagini di alta qualità e fantastici filmati. E da oggi, di condividere immediatamente quanto realizzato con amici e parenti in qualsiasi parte del mondo ci si trovi grazie all’innovativo adattatore wireless Nikon WU-1a*!

Nikon afferma: “La D3200 offre una qualità di immagine di altissimo livello, un sensore con un elevato numero di megapixel e la possibilità di realizzazione filmati in full HD. Per chi ancora non ha familiarità con le reflex digitali, realizzare immagini di alta qualità diventa decisamente semplice grazie al modo guida, in grado di seguire l’utente, passo dopo passo, lungo l’intero processo di scatto, fornendogli chiare istruzioni. La D3200 è la fotocamera ideale per chi desidera trasformare in staordinarie immagini i momenti più importanti della propria vita, da quelli passati in famiglia o con gli amici ai viaggi indimenticabili”.

La fotografia reflex digitale accessibile a tutti
Grazie alle innovative ed assai intuitive funzioni della Nikon D3200 è possibile realizzare splendide immagini e filmati in qualsiasi circostanza, anche se non si ha mai utilizzato prima una reflex digitale.

Il modo guida di ultima generazione, oltre a mostrare all’utente l’intero processo passo dopo passo, consente di utilizzare le opzioni più creative e di sfruttare al massimo le potenzialità della nuova D3200. La funzione Immagini guida “Assist Images” che si attiva in parallelo, utilizza esempi visivi per supportare il fotografo a ottenere lo scatto desiderato. Realizzare ritratti con un bell’effetto sfocato sullo sfondo o immagini nitide di soggetti in movimento ora è estremamente facile. Sono state aggiunte, inoltre, nuove voci al menu Funzionamento avanzato e sono disponibili opzioni che consentono, ad esempio, di potenziare il rosso o ridurre la sfocatura nei tramonti.

Il sistema di riconoscimento scena automatico di Nikon consente di analizzare minuziosamente la situazione che si sta riprendendo andando a regolare la messa a fuoco, l’esposizione e il bilanciamento del bianco per risultati sempre ottimali. Inoltre, sono disponibili una serie di funzioni automatiche tra cui Selezione automatica scene, attivabile in Live View, e diversi modi scena, perfetti per le più svariate situazioni di scatto.
Qualità dell’immagine straordinaria
Con i suoi 24,2 megapixel, la Nikon D3200 realizza immagini ricche di dettagli, tanto da consentire di ritagliare un particolare della foto o di realizzare stampe di grande formato. Il potentissimo EXPEED 3, il nuovo processore Nikon di elaborazione delle immagini di cui è dotata la D3200, assicura un funzionamento ad alta velocità e consente di realizzare immagini e video straordinariamente nitidi e caratterizzati da una eccellente riproduzione dei colori. La gamma ISO, estendibile da 100 a 6400 ed espandibile a 12.800 equivalenti, consente di scattare fotografie estremamente nitide, anche in condizioni di scarsa illuminazione. Il sistema di autofocus ad alta precisione da 11 punti, poi, assicura che tutto sia a fuoco e permette di realizzare immagini perfette anche se la posizione del soggetto è decentrata o muta in maniera imprevedibile. Con una velocità di scatto di 4 fotogrammi al secondo, la D3200 è in grado di catturare senza particolari problemi anche i soggetti che si muovono rapidamente, come per esempio i bambini sullo skateboard, cogliendo l’attimo al momento giusto.

Quando poi ci si trova a scattare in condizioni di elevato contrasto, come ad esempio in controluce, il D-Lighting attivo di Nikon regola automaticamente l’illuminazione conservando i dettagli sia nelle aree più buie che in quelle maggiormente illuminate.

Filmati full HD di livello cinematografico
Riprendere un momento irripetibile, come i primi passi del proprio figlio o la sua prima recita scolastica, con una semplice fotografia, a volte non è sufficiente.

La D3200 consente di registrare straordinari filmati in full HD (1080p), riproducibili sul proprio televisore ad alta definizione. La dimensione del sensore e l’elevata sensibilità ISO della fotocamera offrono una qualità d’immagine eccezionale. La fotocamera è dotata di un microfono integrato, ma se si desidera compiere un passo ulteriore nella registrazione audio, è possibile utilizzare l’ingresso esterno a cui collegare un microfono aggiuntivo (opzionale). Inoltre, i filmati sono facilmente modificabili “on camera” selezionando il punto di inizio e quello di fine con la possibilità anche di salvare i fotogrammi selezionati, per non perdere mai un istante. Sfruttando l’estesa gamma e l’impareggiabile qualità degli obiettivi NIKKOR, è possibile creare fantastici effetti cinematografici per dare vita ad emozionanti filmati in full HD.
Con Nikon D3200 la condivisione delle immagini è immediata
La trasmissione wireless di immagini dalla fotocamera a un device digitale (smartphone, tablet, etc.) compatibile con il sistema WI-FI ora è possibile grazie all’adattatore wireless WU-1a (opzionale) per la comunicazione con dispositivi mobili Android. In tal modo sarà facile condividere le foto istantaneamente tramite social network ed e-mail o salvarle ed eseguirne il backup quando si è fuori casa. Poiché non occorre una copertura di rete Wi-Fi per trasferire immagini dalla fotocamera al dispositivo, l’adattatore wireless Nikon WU-1a per la comunicazione con dispositivi mobili è l’accessorio ideale per quando si viaggia. Consente persino di controllare in remoto la fotocamera, così che il fotografo potrà prender parte alle foto di gruppo, come i ritratti di famiglia, eseguendo un’anteprima dell’immagine prima di scattare.
Il compatto WU-1a è facile da usare ed è alimentato dalla fotocamera, quindi non necessita di batterie. Attualmente supporta Android OS 2.3 o successivo per gli smartphone e Android OS 3.0 o successivo per i tablet; l’applicazione dedicata “Wireless Mobile Adapter Utility” è disponibile in download gratuito tramite i canali dedicati alla vendita delle apps Android.

Funzioni di modifica “on camera”
La nuova D3200 dispone di una vasta gamma di funzioni di modifica utili a stimolare e sviluppare la vena artistica del fotografo. La presenza di effetti creativi come Miniatura, Selezione colore, Bozzetto a colori ed Effetti filtro, permette di personalizzare le fotografie realizzate. Ed è inoltre possibile ridimensionare le immagini, ritoccarle rapidamente e persino raddrizzarle, se necessario, direttamente “on camera”, per migliorare rapidamente e facilmente la qualità dello scatto realizzato.

Inoltre, il monitor LCD da 7,5 cm (3 pollici) ad alta risoluzione (921.000 punti) rende molto piacevole rivedere e modificare filmati e foto.

Easy to use
Grazie al suo corpo compatto e leggero, la D3200 trova facilmente spazio all’interno di uno zaino fotografico. I comandi della nuova reflex Nikon sono stati disposti secondo una logica intuitiva per garantire una presa salda e comoda.
Le funzioni più comuni, come Live View e Ripresa video, sono attivabili con pulsanti dedicati. Se si desidera, poi, realizzare un autoritratto con il comando a distanza ML-L3 (opzionale), la D3200 è dotata di un ricevitore posizionato tanto sulla parte anteriore che posteriore per facilitare l’operazione. E se occorrono maggiori informazioni sulle funzionalità presenti nella fotocamera, il pulsante Info è a portata di mano.

Altre caratteristiche principali
Autofocus intelligente per i filmati: l’autofocus (AF) continuo è utilizzabile anche quando si riprendono filmati (D-movie). Le funzioni di autofocus permanente (AF-F) e AF a inseguimento soggetto mantengono la messa a fuoco quando si riprendono oggetti in movimento. L’AF con priorità al volto è ideale per riprendere eventi in cui si desidera rilassarsi e lasciare che la fotocamera metta a fuoco automaticamente i volti.

Numerose opzioni per filmati: è possibile registrare video in Full HD (1080p); la fotocamera supporta l’uso del microfono stereo esterno Nikon ME-1. Le funzioni di modifica “on camera” consentono di eseguire operazioni come l’impostazione del punto di inizio e di fine del filmato. Grazie all’uscita mini HDMI è possibile riprodurre i filmati su televisori ad alta definizione.

Obiettivi NIKKOR: le leggendarie ottiche NIKKOR sono perfette per catturare immagini dai colori vivaci, con un contrasto sorprendente e dettagli nitidi, o per provare a creare effetti cinematografici. Gli obiettivi a lunghezza focale fissa e alta luminosità sono ideali per ottenere ritratti straordinari, gli obiettivi micro per realizzare splendidi primi piani e macrofotografie, i teleobiettivi per fotografare soggetti in lontananza.

Opzioni di sistema Nikon: infinite opportunità creative sono possibili grazie ad una vasta gamma di accessori. Come ad esempio, l’unità GPS GP-1 per ricordare sempre dove è stata scattata una foto. La D3200 ha in dotazione un comodo flash a comparsa integrato, ma, con i lampeggiatori Speedlight (opzionali), sarà ancora più facile trovare l’ispirazione per realizzare fotografie più creative con l’ausilio del flash. Il flash SB-400, compatto e leggero, assicura un controllo flash i-TTL intelligente e il funzionamento in lampo riflesso garantisce un effetto di illuminazione più naturale e privo di forti ombre. Il flash SB-700 presenta straordinarie caratteristiche multifunzionali grazie al funzionamento wireless a flash multiplo tramite il Sistema di illuminazione creativa Nikon CLS.

* opzionale
______________________________________________________________________________

NikonD3200

Af-S Nikkor 28 mm f/1,8

Schema Ottico
Curve MTF
Annunci

46 pensieri riguardo “Nikon D3200”

  1. Va bene che la tecnica va avanti però la prima impressione è che una macchina, anche se Nikon, con 24 Mp in formato APS-C e a questo prezzo avrà sicuramente dei limiti non da poco, sennò, a parte la costruzione, chi spende migliaia di euro per macchine full frame con pari risoluzione è un fesso? A me sembra una mezza bufala: Aspetto con ansia le tue impressioni sul campo. Francesco…

    Mi piace

  2. Ciao Francesco,

    ovvio che va prima provata la nuova d 3200, ma a sensazioni cosa pensi?
    ritieni che ci siano margini di netto miglioramento per le reflex o ritieni che ormai l’alto livello raggiunto sia difficilmente migliorabile e si incominci a fare un pò come con le compatte e bridge per cui si aumentano i numeri solo come specchietto per le allodole?
    A questo punto se hanno inserito sulla d 3200 l’ expeed 3 e 24 mpx, non si sono già bruciati le novità anche per le prossime d 5100 e 7000 che credo dovrebbero beneficiare delle stessa caratteristiche della d 3200( per cui la d 7000 dovrebbe fare foto uguali alla d 3200?) ?

    Mi piace

    1. Ciao Giovanni,
      anche se il successore della D7000 utilizzasse lo stesso sensore della D3200, potrebbero esserci altre mille differenze: il motore della messa a fuoco nel corpo, il sistema di messa a fuoco, il RAW a 14 bit per canale non compresso, il controllo dei flash esterni, il corpo più robusto, la velocità di raffica, etc…
      In effetti la risoluzione non fa tanta differenza quanto le altre funzioni.

      Simone

      Mi piace

    2. Giovanni,
      Nikon usa evidentemente sulla D3200 lo stesso sensore Sony, suo fornitore, usato sulla SLT A77. Ha limitato la sensibilità massima a12800 Iso, mentre Sony arriva a 16000, che considerando l’assorbimento dello specchio semitrasparente significa 25600. Quindi Nikon arriva ad uno stop in meno. Se consideriamo che Nikon ha sempre fatto meglio di Sony, utilizzando gli stessi sensori, in virtù evidentemente della sua maggiore capacità nello sviluppo del software per il trattamento delle foto, e quello che ha saputo fare con la D800 che ha un rapporto segnale7rumore uguale o migliore della Canon 5D III, mi aspetto dalla D3200 ottimi risultati.
      Per le novità future vedremo, ma c’è da considerare che i modelli superiori di solito si differenziano più per le caratteristiche del corpo, per l’ergonomia e per le funzioni offerte, piuttosto che per la qualità d’immagine e per i sensori, come si può constatare con le D5100 e D7000 e con la linea Canon 550D-600D-60D-7D. Posso immaginare in futuro D3200, D5200 e D7100 (o D7200) tutte con lo stesso sensore e con corpi con caratteristiche diverse.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Nikon usa evidentemente sulla D3200 lo stesso sensore Sony, suo fornitore, usato sulla SLT A77
        Niente di più sbagliato!!!
        Parlo da fotografo professionista e devo ammettere che tra un po’ diremo tutti addio alle care e vecchie reflex 😦
        Meno ingombro e più praticità e poi ha un sensore nuovo rispetto a quello della D3100!!!
        Sony con la sua SLT A77 secondo il mio modesto parere ha fallito in pieno!
        Primo: gli scatti di 12 fps non sono veritieri, spero cambi qualcosa con il prossima firmware
        Secondo: quando si va a scattare una foto in dett. i 24 mpx lavorano male…mi spiego meglio, zoommando il tetto di una casa da lontano…il dett della tettoia risulta la foto risulta priva di dett. sbiadita e con un effetto tipo acquerello!
        Cmq andate su dpreview e fate una comparazione tra la Nikon D3100 e la D3200, poi con la Sony SLT A77!

        Mi piace

        1. Vincent,
          Sony è da sempre fornitore di Nikon per i sensori, tranne qualche eccezione. Se hai qualche informazione per affermare che questo sensore non è prodotto da Sony condividila con tutti.
          Nikon poi ha sempre fatto modificare e mettere a punto i sensori Sony per le sue esigenze. In più il suo software è diverso e migliore di quello sviluppato da Sony, quindi i risultati di Nikon sono sempre stati migliori. I test di DPReview questo dimostrano.
          Per gli scatti a raffica delle SLT fin dall’inizio su DPReview scrissero che alla massima velocità nel mirino non si vedeva l’immagine reale, ma solo quella precedentemente scattata, e ciò rendeva difficoltoso seguire i soggetti in movimento. Io ho riportato quell’informazione subendo anche alcune critiche da chi evidentemente non aveva capito il problema. Sono quindi d’accordo con te su questo.
          Spero infine di non dare addio tanto presto alle reflex: la visione ottica per me è impagabile e non vorrei che dopo il passaggio a quella elettronica qualcuno si accorgesse che quella ottica era più semplice ed efficace. Non sarebbe la prima volta che certe tecnologie, dopo essere state abbandonate, vengono rivalutate.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  3. Chi ha davvero bisogno di questa macchina? Ha un sensore nuovo rispetto a quello della D3100, un motore di elaborazione più potente, ma erano poi così obsoleti quelli della D3100? Secondo me no, infatti continuerò ad usarla con grande soddisfazione.
    Le altre novità mi sembrano un po’ specchietti per le allodole o comunque trascurabili per chi ama davvero la fotografia e non guarda solo al numero di Megapixel (tipo aumentare il rosso nei tramonti con una funzione automatica: non lo farei mai).
    In definitiva, secondo me serve soprattutto a Nikon e ai cultori dell’oggetto all’ultimo grido. Gli altri continueranno a tenere la D3100 e risparmieranno per investire in obiettivi:-)

    Mi piace

    1. Non è che la d3100 smette di funzionare solo perché è uscita la d3200 🙂

      Perché han cambiato sensore? hanno cambiato perché il sensore da 14 della d3100 era un sensore già a fine produzione per Sony quando era stata lanciata la d3100, quindi avranno finito ora gli approvvigionamenti.

      Perché 24 e non 16? in parte per lo stesso motivo di non trovarsi a ridisegnare la entry level per fine produzione di un sensore, in parte per omogeneizzare i propri componenti e ridurre quindi i costi di produzione e assistenza e in parte anche per promuovere foto aps-c da 24 che legittimano a loro volta foto FF da 36mega come quelle della d800

      A meno che non si sia afflitti da una passione sfrenata per l’ultimo modello, la d3100 è ancora una macchina prestazionale, è chiaro però che il sensore da 24 non stacca molto dal precedente 14 ma diventa un notevole confronto con i sensori da 6 e 10 megapixel delle prime digitali Nikon, quindi è più rivolta a chiamare al riacquisto proprietari di vecchi modelli (i quali avevano una buona gestione iso fino ad 800).

      In sostanza, sì prenditi un obiettivo se hai un budget di spesa a disposizione 🙂

      Mi piace

  4. Ma in fin dei conti, fatemi capire….
    Questa d3200 è IDENTICA alla attuale d5100 con l’unica differenza di avere 24mpx e di NON avere il monitor orientabile?

    Mi piace

  5. Ciao Francesco,
    Sono uno dei tanti principianti in procinto di acquistare la sua prima reflex,e’ da circa un mese che spulcio il tuo splendido blog, avevo quasi deciso per la D3100, ora viene fuori la 3200, tu cosa mi consigli, dovendo non cambiare macchina,ma prendere la prima, vado subito sulla 3200, ho rimango sulla 3100 e investo il budget risparmiato su qualche obiettivo?
    Ciao a tutti..

    Mi piace

    1. Giorgio,
      dipende anche dal fatto se la reflex ti serve subito o puoi aspettare, visto che per la D3200 ci vorrà ancora qualche settimana per averla. Nel caso tu possa aspettare la d3200 è sicuramente migliore.
      Poi con la differenza di circa 100 e potresti comprare al massimo uno zoom Tamron 70-300 che costa sui 130 €.
      ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Buon giorno Francesco, per favore, potrei sapere se la D3200 per via della tecnologia Expeed 3 offra una qualità fotografica migliore rispetto alla D5100 che è Expeed 2, (a parte i 24mpx che offrei in più D3200 ?)
        La differente tecnologia potrebbe essere l’unico motivo a fare la differenza sulla migliore qualità, o c’è anche altro che influisce ?

        Grazie da Andrea

        Mi piace

  6. Ciao Francesco,
    nel mio semplice utilizzo amatoriale di macchina fotografica, mi limito a foto esterne ( e andrei benissimo anche con la mia Panasonic FZ28), e ogni tanto a foto di sport all’interno di palazzetti (pallavolo). ciò che mi chiedo è se con i 6400 iso della d3200 riesco a fare foto ferme anche su soggetti movimenti, o se con al D7000 avrei foto nettamente migliori. visto la differenza di costo, mi chiedo cosa è meglio per un semplice amatore.
    Grazie, Paolo

    Mi piace

    1. Paolo,
      la le Nikon D3200 e D7000 si equivalgono alle alte sensibilità come rapporto segnale/rumore, quindi con la D3200 potresti ottenere foto della stessa qualità della D7000 e alle sensibilità più basse anche migliori in virtù della maggiore risoluzione. Se le foto saranno ferme e prive di mosso ovviamente dipenderà però dal tempo di scatto usato. Usa quindi per le foto sportive in interni la priorità dei tempi S e imposta un tempo di scatto abbastanza breve per l’azione da riprendere (minimo 1/250, ma anche 1/500 o più per movimenti veloci), poi adegua la sensibilità per un’esposizione corretta con l’obiettivo alla massima apertura di diaframma.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  7. Ciao Francesco,
    Volevo chiederti alcune cose:
    E’ possibile utilizzare l’obiettivo nikon 55-300 mm vr su una reflex a pellicola Nikon f65, oppure per tale reflex dovrei usare solamente il 70-300?
    So che il 55-300 è fatto per aps-c, ma essendo focali a teleobiettivo, forse potrebbe coprire ugualmente l’intero fotogramma 24×36, a differenza degli obiettivi grandangolari.
    Inotre, con tutti 2 gli obiettivi, la messa fuoco è solo manuale sulla f65?
    La stabilizzazione degli obiettivi funziona lo stesso anche sulla f65?
    Grazie.

    Mi piace

    1. Roberti,
      l’obiettivo Nikkor 55-300 VR è progettato per il formato APS il cui sensore è molto più piccolo di quello fullframe o del fotogramma della pellicola 35 mm quindi questo obiettivo non può essere usato su questi formati. Infatti si avrebbe una vignettatura accentuata con gli angoli del fotogramma neri. Per le reflex a pellicola è necessario usare il 70-300 VR, progettato per il fullframe. Questo obiettivo è un AF-S con motore di messa a fuoco incorporato, quindi in teoria dovrebbe poter conservare l’autofocus anche con le reflex a pellicola. Non so però se la F65 è in grado di dialogare con l’obiettivo per comandare l’autofocus. Dovresti fare una prova oppure chiedere alla Nital. Lo stesso vale per la stabilizzazione.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  8. Ciao francesco pensavo di prendere la d3200 con ottica af 18-105 credi che possa essere un accettabile compromesso qualità prezzo?
    grazie maurizio

    Mi piace

  9. …e se per caso optassi per la d7000… sarebbe proprio una aberrazione montarci lo stesso obiettivo (18-105) mi piacerebbe il 16-85 ma………costerebbe troppo.

    Mi piace

    1. Maurizio,
      dalle prime foto che ho scattato con la D3200 mi sembra che questa abbia un’ottima qualità d’immagine, anche migliore della D5100 e D7000 per la risoluzione più alta, mentre il rapporto segnale/rumore si mantiene sugli stessi livelli.
      Lo zoom 18-105 è un obiettivo otticamente ottimo, al livello del 16-85, da cui si differenzia, oltre che per la focale, solo per il fatto che la sua costruzione è più economica, con innesto in plastica. Ciò può essere un problema se si cambiano frequentemente gli obiettivi, per la maggiore usura dell’innesto, altrimenti non ha nessuna influenza sulla qualità d’immagine, quindi può andare bene per la D3200 e a maggior ragine per la D7000.
      La D7000 è molto superiore alla D3200 come corpo, qualità di costruzione, comandi, mirino, fumzionalità dei menu. Se non hai fretta tieni presente che fra poco dovrebbe essere presentata la sua sostituta con 24 Mpx, come la D3200.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Grazie per la risposta nel farò tesoro, solo una specifica, il fatto che esca la nuova d 7000 me lo dici perchè valuti l’dea di comprare quella o perchè così il prezzo della vecchia d7000 dovrebbe scendere?
        grazie di nuovo.
        Ciao maurizio

        Mi piace

  10. Scusate,devo prendermi una reflex Nikon,ed ero rimasta colpita dalla d7000,ma mi è stata consigliata anche la d5000 e la d3200,volevo sapere da voi, qual’è il modello migliore(con più benefici) tra questi tre modelli?

    Mi piace

    1. Ambra,
      non esiste un modello “migliore”. Le reflex che hai indicato (spero D5100 e non D5000 ormai fuori produzione) sono tutte ottime nella loro categoria.
      Dipende da quanto vuoi spendere. La D7000 è migliore della D5100 e della D3200, ma più cara, quasi il doppio. Fra D3200 e D5100 io preferirei la prima per il nuovo sensore e l’elaboratore d’immagine Expeed 3, ma la D5100 ha invece lo schermo orientabile che per riprese video o foto dall’alto o dal basso può essere comodo. Come vedi la scelta dipende anche da quello che si cerca in una macchina e dalle proprie esigenze e i propri gusti.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  11. ciao Francesco,

    volevo un consiglio o meglio una delucidazione sull’utilizzo del blocco dell’esposizione della mia d 5100.

    Nelle impostazioni del menù ho impostato: pulsante di scatto AE.L attivato (on)

    Usando la modalità p-s-a e modalita spot, metto a fuoco un punto dopo aver riempito l’inquadratura; schiaccio a metà il pulsante per mettere a fuoco, poi schiaccio il pulsante AE-l ma quando vado a ricomporre la scena i valori dell’esposione cambiano; nel mirino dopo aver sentito il bip della messa a fuoco mi compare AE-L però poi i valori cambiano lo stesso quando ricompongo la scena!E’ normale o dovrebbero rimanere sempre uguali( come credo).
    sbaglio in qualcosa?

    Mi piace

    1. Federico,
      il blocco dell’esposizione AE-L funziona così: per prima cosa si deve attivare il pulsante nell’apposito menu. Per usarlo si preme a metà il pulsante di scatto e così si determina l’esposizione, poi si preme AE-L tenendo sempre premuto a metà il pulsante di scatto e si ricompone l’inquadratura. Così ho verificato che funziona, almeno sulla D7000.
      Per me è troppo complicato e non lo uso mai, preferisco correggere l’esposizione con il tasto +/-.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    1. Mauro,
      il Sigma 18-200/3,5-6,3 OS HSM è certamente compatibile con la Nikon D3200. E’ un buon obiettivo anche se leggermente inferiore al Nikon 18-200 VR.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. grazie mille,
        vorrei fare della D3200 la mia prima reflex, e volendo usarla in viaggi itineranti, vorrei contenere costi (da qui il Sigma) e attrezzatura da portare in aereo, a piedi, in barca etc etc e che con un solo obiettivo mi permetta foto a diverse distanze. Poi in futuro si potrà pensare ad obiettivi migliori.

        Mi piace

  12. complimenti Francesco per tutto il lavoro che fai!!!
    Ho letto su: http://www.dday.it/redazione/9262/D5200-in-prova-una-piccola-grande-Nikon.html
    in cui parlano della nikon 5200 che l’bbiettivo in kit 18-55vr non è proprio il massimo quindi spiegano che il massimo con la 5200 lo si ottiene con ….”Abbiamo avuto la possibilità di utilizzare uno splendido e luminoso Nikkor 35mm f/1.4 della serie G ed un più versatile ed esteso zoom 18-300mm f/3.5-5.6 VR sempre serie G (che costano da soli una volta e mezzo il kit in prova). Con queste due lenti la D5200 sembra rinascere. Già semplicemente focalizzando si percepisce la reattività e la precisione del sistema a 39 punti (che con la lente in dotazione ben si comporta, ma ora stupisce) e si percepisce una super nitidezza già nel mirino. Facendo lo stesso scatto con l’obiettivo in kit e con i due altri obiettivi, lo scarto qualitativo è evidente”….
    Non ho capito granchè di ciò che hanno affermato, di certo ho sempre letto sul tuo blog che l’obbiettivo in kit 18-55 vr e un buon obbiettivo sia per la 3200 che per la 5200, le affermazionidel link sopra mi hanno messo un pò di confusione, soprattutto perchè mi sto chiedendo se è meglio spendere più soldi per il corpo o per l’obbiettivo. esempio è meglio prendere una 3200 con gli obbiettivi riportati nel blog di sopra (comunque non il kit 18-55) o una 7000/7100 con l’obbiettivo in kit 18-55 vr,
    Grazie
    Nico

    Mi piace

    1. Nico,
      bentornato sul blog!
      Io ho l’impressione che qualche volta alcuni valutino gli obiettivi come valutano il vino, solo dal prezzo. E’ sbagliato in entrambi i casi.
      Certo il prezzo è anche un’indicazione della qualità di un obiettivo, ma il confronto va fatto con modelli analoghi per caratteristiche. Invece molti si lasciano impressionare solo da questo. E’ ben diverso il costo di un 18-55 poco luminoso e con poche lenti da quello di un grandangolo luminosissimo, perciò con numerose lenti grandi, o di uno zoom con escursione focale amplissima e con un numero di lenti ancora più elevato.
      Tempo fa, con le fotocamere a pellicola, molti ritenevano che i migliori obiettivi fossero i costosi Zeiss Planar di apertura f/1,4 mentre disprezzavano l’economico Tessar f/2,8 che invece era il migliore per nitidezza e non a caso era soprannominato “occhio d’aquila”. Non voglio dire che con il 18-55 è così, ma serve per fare capire il concetto.
      E’ evidente che un obiettivo a focale fissa di alta qualità come il Nikon AF-S 35/1,4 sia migliore di uno zoom. Con quello che costa ci mancherebbe fosse il contrario! Per il 18-300 il discorso è diverso. Io ho misurato il 18-55 VR, il 18-200 VR e il 35/1,8 sulla D3200 e ho riscontrato che ovviamente il migliore è il 35/1,8 (che costa anche poco), poi il 18-55 che va abbastanza bene e meglio, nelle focali su cui si sovrappone, del 18-200. Il 18-300 forse è leggermente migliore del 18-200 su alcune focali (è un progetto più nuovo), ma mi riesce difficile pensare che sia assolutamente migliore del 18-55. Il suo valore sta invece nella grandissima escursione focale.
      L’autofocus reagisce bene in tutti e non si percepiscono differenze di rilievo nei tempi di messa a fuoco. Nessuno di questi obiettivi però è specializzato per foto sportive e nessuno ha la velocità dei 70-200 o del 70-300. La velocità dell’autofocus della D5200 è determinata comunque principalmente dal modulo autofocus.
      Infine la maggiore nitidezza percepita direttamente nel mirino montando gli obiettivi più costosi mi rende allegro e mi fa ritornare al discorso del vino. Potenza della suggestione! O della voglia di fare pubblicità?
      Ciao, Francesco

      P.S.: ho dato una scorsa veloce alla prova linkata. Non mi pare che ci siano misure, solo opinioni. Comunque quelli che chiamano gli obiettivi “lenti”, che in italiano vuol dire un’altra cosa, per scimmiottare gli inglesi mi stanno antipatici.
      Poi ho capito: D Day è un sito di vendita online!!!!!!

      Mi piace

    2. quoto Francesco e le sue riflessioni.
      Che il 18-55 sia un pessimo obiettivo sono i primi al mondo a dirlo…. semmai è economico avendo l’attacco in plastica e non in metallo ma fa foto piu’ che dignitose. Sicuramente migliori del 18-300, con meno distorsione e con meno aberrazioni cromatiche.

      Il vantaggio del 18-300 consiste nell’essere versatile. e basta

      Sì, ha proprio ragione francesco…. è un sito di vendita online

      Mi piace

    1. Nicoletta,
      se non ti piace il bianconero prodotto dalla macchina puoi sempre scattare a colori e poi convertire le foto in B/N sul computer con qualsiasi programma di fotoritocco.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    2. Nicoletta, fai come ti ha suggerito Francesco. Le fotocamere hanno una conversione di bianco e nero semplice da desaturazione dei colori. L’ideale per il bianco e nero è applicare i filtri e lo puoi fare solo in post produzione perché non c’è nelle caratteristiche offerte dai programmi delle reflex. In generale preferisco il filtro rosso, però provandoli noterai sicuramente un nuovo modo di rivedere il bianco e nero. Infine ricorda che i sensori sono superfici colorate e il bianco e nero è ricostruito via software, un giorno forse ci sarà un sensore mezzo bianco e mezzo colorato per poter gestire anche il b/n in maniera nativa. Oggi esiste solo una fotocamera Leica con il sensore completamente bianco che rileva soltanto il bianco nero (ma dal quale non si può ricostruire il colore).

      Mi piace

  13. Ciao Francesco, torno su un argomento che è già stato affrontato varie volte, ma mi è rimasto un dubbio. Fino ad oggi ho utilizzato una mirror less nx 11, ora è arrivato il momento di cambiarla e la mia attuale indecisione riguarda: D3200 oppure D5100? Relativamente alla D3200 la mia perplessità riguarda l’enorme differenza di megapixel 24,2 contro 16,2. Leggendo sul web, si discute di fastidioso micromosso per la D3200 dovuto ai troppi megapixel in caso di mano poco ferma del fotografo (e io non ho la mano fermissima)… ti risulta questo problema? Altra cosa, si legge che la D3200 per ottenere buoni risultati debba montare ottiche molto luminose…l’obiettivo che ho intenzione di prendere (su quello ormai ho le idee chiare) è un 18-105 VR, scatto foto prevalentemente in viaggio (utilizzo decisamente classico: paesaggi, edifici, musei, chiese….) e un unico obiettivo è decisamente molto più comodo, almeno in prima battuta poi si vedrà.
    Grazie 1000, un saluto

    Mi piace

    1. Egizia,
      la cosa più divertente di internet è che ognuno può proclamarsi “esperto” e scrivere qualunque cosa, anche stupida, con la certezza che si diffonderà.
      Questo è il caso a cui fai riferimento. Perchè la Nikon D3200 (o qualunque macchina con 24 Mpx) dovrebbe avere più micromosso della D5100 (o di qualunque macchina con 16 Mpx)?
      Chi fa questo ragionamento (si fa per dire!) guarda le foto sullo schermo del computer ingrandite al 100 % e confrontando foto con diverso numero di pixel ritiene che quelle con un numero maggiore abbiano più micromosso. Non si rende conto però che visualizzando le foto al 100 % quelle con un maggior numero di pixel sono visualizzate più grandi, subiscono quindi un maggiore ingrandimento. Più si ingrandisce una foto più si ingrandiscono tutti i suoi difetti, rumore, micromosso, sfocatura.
      Per fare un confronto serio, da fotografi esperti, è necessario confrontare le foto tutte alla STESSA dimensione di visualizzazione. Si può fare o agendo sullo schermo per ridurre le dimensioni della foto più grande a quelle della più piccola se il software usato per il confronto lo consente, oppure ridimensionando la foto con più pixel alle dimensioni di quella con meno (mai il contrario).
      In queste condizioni si potrà vedere che, a parità di tempo di scatto, le foto con più pixel non hanno più micromosso di quelle con meno.
      Il micromosso deriva prevalentemente dalle vibrazioni impresse alla macchina dalle mani del fotografo, anche solo premendo il pulsante di scatto e si manifesta ugualmente indipendentemente dal numero di pixel, ma semmai in funzione della lunghezza focale dell’obiettivo. Se non fosse così si potrebbe dire che le fotocamere con 10 Mpx hanno meno micromosso di quelle con 16, quelle con 6 meno di quelle con 10 e così di seguito.
      Il micromosso si combatte in due modi: prima di tutto usando dei tempi di scatto adeguatamente brevi, almeno il reciproco della lunghezza focale equivalente, e poi con lo stabilizzatore, se presente, che deve essere attivo.
      Altra fesseria è quella che per la D3200 servano obiettivi luminosi. Perchè, per le altre no? Gli obiettivi luminosi servono per tutte le macchine, più sono luminosi meglio è, compatibilmente con costi, pesi e dimensioni. Un obiettivo luminoso consente di scattare con tempi veloci anche in condizioni di poca luce, consente di sfocare lo sfondo staccando da esso il soggetto e dando tridimensionalità alle foto. Quuesto vale per tutte le macchine.
      Riguardo al tuo dubbio fra D3200 e D5100 direi che la D5100 è ormai un po’ superata avendo quasi tre anni. Nikon l’ha sostituita con la D5200 da 24 Mpx e ora anche questa è stata sostituita dalla D5300 sempre con 24 Mpx. Anche la D3200 è in fase di sostituzione con la D3300 da 24 Mpx.
      Lasciando perdere la D5100, ormai obsoleta e non facilmente reperibile, le differenze principali fra le serie D3x00 e D5x00 sono la presenza dello schermo orientabile e di un autofocus migliore e più veloce sulle D5x00.
      Per le foto che pensi di fare l’autofocus delle D3x00 è più che adeguato, quindi se non ti interessa e non ti serve lo schermo orientabile prendi la D3200. Puoi leggere la sua prova sul mio blog.
      La scelta del 18-105 VR va benissimo per iniziare: è economico per la costruzione in plastica, ma di buona qualità ottica.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Ciao Francesco, grazie 1000 per i chiarimenti e le spiegazioni. Concordo in pieno quando scrivi che gli esperti improvvisati si sprecano in rete, a me han creato dubbi che hai per fortuna risolto tu. Grazie ancora, accolgo in pieno il tuo consiglio per la scelta della macchina.

        Mi piace

    1. Nico,
      come dicono a Roma “quando ce vo’ ce vo’!”.
      La mia mano è ancora in una doccia gessata che spero mi tolgano a fine mese. Poi ci vorrà un po’ di fisioterapia per riprendere il movimento normale, purtroppo sono cose lunghe.
      Grazie dell’interessamento e degli auguri.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  14. naturalmente usare la pallina contro lo stress che in questo caso serve a rafforzare la mano e sciogliere l’articolazione, naturalmente non subito ma dopo qualche giorno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...