Panasonic G2 e G10

Panasonic ha presentato due nuove fotocamere della famiglia Micro 4/3. Sono le Lumix DMC-G2 e DMC-G10 evoluzione delle G1 presentata l’anno scorso. Entrambe hanno un sensore Live MOS da 12 Mpx di formato 4/3, un elaboratore di immagine Venus HD II, la possibilità di ripresa video HD 720p e il mirino elettronico. La G2 ha lo schermo orientabile sensibile al tocco, mentre la G10 lo ha fisso.

Le due nuove fotocamere sostituiscono la precedente G1, la prima fotocamera Micro 4/3 con alcuni miglioramenti. In particolare hanno un nuovo elaboratore d’immagine, miglioramenti nella nitidezza di immagine e nell’Intelligent Auto Mode, la ripresa video HD 720p e, nel caso della G2, uno schermo touchscreen.

Le caratteristiche principali della G10 sono:

– sensore Live MOS da 12 Mpx
– nuovo elaboratore d’immagine Venus Engine HD II con la funzione Intelligent resolution per migliorare la nitidezza
– innesto obiettivi Micro Four Thirds con fattore moltiplicativo 2x
– compatibilità con gli obiettivi Four Thirds tramite adattatore. Disponibili adattatori anche per altri obiettivi
– schermo da 3″ con 460.000 pixel e copertura del 100 %
– mirino elettronico con 202.000 pixel (pochi!), copertura del 100 % e ingrandimento 1,04x (effettivo 0,52x)
– funzione live view con AF a rilevazione di contrasto
– esposizione manuale ed automatica
– sensibilità da 100 a 6400 Iso
– possibilità di salvare le foto in formato raw
– modalità Intelligent Auto Mode, ora più facilmente raggiungibile con un bottone retroilluminato sulla parte superiore della fotocamera: sceglie la scena, rileva e riconosce i volti, riduce il mosso, insegue il movimento, schiarisce le ombre e molto altro, (manca solo che scatti quando vuole lei, ma questo difetto sarà ovviato col prossimo aggiornamento firmware)
– disponibili 26 modalità scena
– velocità di raffica di 3,2 fg/s
– sistema di riduzione della polvere
– slitta portaaccessori per flash esterni
– registrazione video HD 720p a 1280×720 pixel e 30 fg/s con codec M-JPEG e messa a fuoco continua con le ottiche Micro Four Thirds
– uscita HDMI
– usa schede SD/SDHC/SDXC
– batteria agli ioni di litio DMW-BLB13 per 380 scatti per carica
– dimensioni 124x90x74 mm
– peso 388 grammi

La Lumix DMC-G2 differisce per le seguenti caratteristiche:

– schermo orientabile e ruotante con 460.000 pixel e funzioni touchscreen che includono un menù personalizzabile, la possibilità di mettere a fuoco un soggetto e scattare con il tocco di un dito e la visualizzazione delle immagini. Le stesse funzioni possono essere eseguite anche in modo tradizionale (per fortuna!)
– mirino elettronico con 1.440.000 pixel e ingrandimento 1,4x (reale 0,7x) con sensore di prossimità per l’occhio
– registrazione video HD 720p 1280×720 pixel a 30 fg/s in scrittura e 60 fg/s in lettura con codec AVGHD
– registrazione illimitata in AVCHD Lite fino ad esaurimento della scheda, tranne che in Europa, limitata a 30 minuti  (grazie alla tassa europea che se si superano i 30 minuti di registrazione si dovrebbe pagare, GRAZIE UE!!!)
– pulsante per ripresa video dedicato
– presa per microfono stereo
– corpo disponibile in nero, blu e rosso
– peso 428 grammi

Oltre a queste fotocamere Panasoni ha presentato un obiettivo dedicato in kit, 14-42 mm (equivalente ad un 28-84) dotato di stabilizzazione MEGA OIS più leggero e compatto del precedente.

La disponibilità e i prezzi non sono ancora stati  specificati.

Le due nuove Panasonic presentano quindi caratteristiche migliorate rispetto alla precedente G1, ma si posizionano un gradino sotto alla GH1 che ha il video Full HD 1920×1080.
La loro forma e le loro dimensioni però sono in pratica equivalenti a quelle delle reflex di fascia base più leggere ed economiche come si può vedere dalla tabella:

  Dimensioni (mm) Peso (g)
Panasonic G2 124x90x74 428
Canon 1000D 126x98x65 502
Nikon D3000 126x97x64 535
Olympus E420 130x91x53 426
Pentax K-x 123x92x68 580
Sony Alpha A230 128x97x68 490

Quindi non c’è nessun vantaggio a rinunciare al mirino ottico per quello elettronico, sempre inferiore (specialmente per la G10) e alla velocità della messa a fuoco delle reflex a rilevamento di fase.
In realtà produrre una fotocamera senza specchio è meno costoso e per una marca come Panasonic, che non ha mai prodotto una reflex e quindi non ne ha la tradizione ed l’esperienza, più facile. Non a caso Olympus, che invece questa esperienza e tradizione ce l’ha, continuerà a produrre reflex Four Thirds e parallelamente compatte Micro Four Thirds. Inoltre con la scusa della novità le Micro Four Thirds sono vendute ad un prezzo più alto delle reflex.

G2

 

G10

14-42
Annunci

22 pensieri su “Panasonic G2 e G10”

  1. Complimenti Francesco per la passione che metti nel portare avanti questo interessante sito.

    Concordo con te sulla questione mirino ottico, anche se per chi proviene dal mondo delle compatte, non sa neppure a che cosa servi!
    Attendiamo con ansia il prossimo aggiornamento firmware, così ci risparmiamo pure il fastidio di pensare… ma in fondo i tempi cambiano ma lo slogan resta lo stesso di George Eastman di più di un secolo fa…
    Voi premete il bottone, noi facciamo il resto”, quindi al di la di cosa sia panasonic rispetto ai nomi storici non mi sembra di vedere nulla di nuovo sotto il sole.

    PS ancora complimenti

    Mi piace

    1. “Voi premete il bottone, noi facciamo il resto”, è vero, ma è la negazione dell’hobby della fotografia. Certo per chi vuole solo discrete foto ricordo va bene così, ma non per noi!

      Mi piace

  2. Ottima ! faccio foto naturalistica (funghi) che stanno per terra. visto che mi è passata la voglia di coricarmi per terra per fotografare e non mi piacciono le foto prese dall’aereo, rinuncio consapevolmente ad un minimo di qualità in cambio della comodità di uso (monitor live view orientabile, ecc…). Dovrò trovare un padrone per la mia Nikon D80 (che desolatamente non trova mai posto nel mio zaino) !

    Mi piace

    1. Perchè invece di rinunciare alla reflex e cambiare sistema, vendendo la D80 e gli obiettivi che hai, non prendi in considerazione la D5000 che è più piccola e leggera della D80, ha una qualità migliore, uno schermo orientabile per le foto dal basso o dall’alto come le Panasonic, la possibilità di riprendere video HD, di montare gli obiettivi che hai e di mantenere la visione reflex ottica quando serve (e in molti casi è indispensabile).
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    1. Grazie per la segnalazione. I pregi e i difetti sono quelli che ci si poteva immaginare, ingombro e peso ridotto rispetto ad una reflex, buona resa alle basse sensibilità, ma rumore da 800 Iso in su e lentezza dell’AF alle basse luminosità.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  3. Ciao,

    chiedo un piccolo chiarimento: il limite di registrazione a 30 minuti è relativo ad un unico piano sequenza (da rec a stop) oppure conteggia progressivamente i minuti registrati sulla scheda?

    Per intenderci: escludendo Kubrick e professionisti dell’audiovisivo è difficile che un utente registri 30 minuti in un unica sessione di ripresa, al massimo metti in stop e ne avvia un altra.

    Per caso la macchina tiene conto di quanto già registrato sulla scheda SD? in tal caso basta usare un altra SD!

    Il limite è comunque da idioti, tipico della legislazione europea che lotta tanto per il libero commercio e poi mette dazi su tutto!

    Grazie a tutti

    Mi piace

    1. Il limite di 30 min è relativo ad una ripresa continua. Di solito non crea problemi perchè si può fermare e riavviare la ripresa per altri 30 minuti, ma in qualche caso in cui si voglia una ripresa continua può essere fastidioso.
      Questo limite non è tecnico ma è dovuto alla Comunità Europea: 20 anni fa circa per proteggere l’industria europea (Philips, Grundig) dall’aggressività di quella giapponese nel campo dei videoregistratori venne introdotta una tassa protezionistica su di essi. Furono classificati videoregistratori tutti gli apparecchi in grado di registrare video per più di 30 minuti. Ad oggi i videoregistratori a cassette e la relativa industria non esistono più, ma la tassa si, quindi i produttori devono imporre questo limite per evitare di farcela pagare.
      Grazie Comunità Europea, quanto è buona lei!!!!!!!

      Mi piace

  4. ciao, bellissimo blog.
    Ci sono finito per puro caso ma devo dire che dopo la tua recensione ( ne avevo già lette altre sulla G2) non sono piu’ cosi’ convinto di volerla acquistare (provengo da una panasonic DMC-FZ28 che non ha gli obbiettivi intercambiabili).
    La passione per la fotografia sta crescendo e pensavo che passare alla g2 fosse un buon salto dato che ha gli obiettivi intercambiabili…..
    Esiste qualcosa di migliore rispetto alla g2? restando nei limiti di compattezza e peso…
    Non mel asento di prendere qualcosa di piu’ ingombrante

    grazie

    ps: come mai molti siti dicono che la Panasonic g2 e’ una reflex? si sbagliano giusto? una macchina ad obbiettivi intercambiabili non e’ automaticamente reflex ovviamente…

    ciao

    Mi piace

    1. Alberto, grazie per i tuoi apprezzamenti per il mio blog.
      La Panasonic G2 è una buona fotocamera ad obiettivi intercambiabili ma non è una reflex. Le assomiglia come forma, ma ha un mirino elettronico che non consente la visione ottica diretta delle reflex. Questo tipo di macchine è definito Evil (Electronic viewfinder interchangeable lens). Le sue caratteristiche sono molto buone ed è indicata soprettutto a chi è interessato oltre che alle foto anche al video in quanto può effettuare riprese in Full Hd a 1920×1080 pixel. I suoi limiti sono il costo, indubbiamente non contenuto, e la scarsa scelta di obiettivi.
      Come alternative della stessa categoria potrei indicarti la Olympus EP-2, leggermente meno ingombrante e con un mirino elettronico aggiuntivo (fornito in dotazione) che è possibile staccare quando si vuole rendere la fotocamera veramente tascabile. Gli obiettivi sono ottimi ed è comunque possibile montarvi anche obiettivi Panasonic (e viceversa sulla Panasonic).

      Alternative diverse riguardano il mondo reflex dove è possibile trovare ottime macchine base con ingombri leggermente superiori, ma con costi inferiori, dotate di sensori APS di dimensioni maggiori di quelli 4/3 delle Olympus e Panasonic, e soprattutto una gamma di obiettivi intercambiabili nettamente superiore. Alcuni esempi sono Canon 1000D, Nikon D3000 3 D5000, Pentax K-x e Sony A230.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  5. Grazie mille per la tua risposta francesco!
    Sei molto gentile a rispondere a rispondere anche alle domande di un neofita come me ehehehe : )

    Son sicuro di riuscire a migliorare e ad apprendere piu’ cose sulla fotografia grazie al tuo blog che continuero’ a leggere per decidere quale fotocamera acquistare.

    Il mio problema e’ che, viaggiando spesso come turista fai da te, con poche cose e con lo zaino sulle spalle in stile backpacker, ho bisogno di qualcosa di performante e compatto.
    Ho girato già l’Iran, il laos, la cambogia, Israele, i territori palestinesi, il Messico e altri paesi… il tutto con un bagaglio minimo e un po’ da “straccione” per motivi di agilità negli spostamenti fra bus collettivi e treni….ahahahaha
    Penso che il formato micro 4/3 possa fare al caso mio essendo un compromesso fra prestazioni e leggerezza.
    Passare da una superzoom a una reflex mi spaventa un po’
    In primis perche’ temo di non esserne all’altezza come fotografo
    In secondo luogo temo di aumentare troppo il peso dello zaino e degli ingombri per gli obbiettivi.
    Comq l’acquisto credo che lo faro’ in primavera 2011….quindi staremo a vedere cosa butteranno sul mercato le case per quella data.
    Nel frattempo continuero’ a seguirti nelle tue ottime considerazioni qui sul blog

    Grazie ancora e a presto!
    Ancora complimenti!!

    Mi piace

  6. …ciao Francesco, ti ringrazio intanto delle utilissime indicazioni che ho potuto dedurre dal tuo blog; ci sono “finito dentro” cercando notizie in rete sulle macchine fotografiche.
    Io ho una Lumix fz-28, giusto compromesso fra dimensioni e prestazioni per le mie foto in montagna, e della quale sono molto soddisfatto.
    Ora vorrei comprare un’altra macchina, ma ora come ora il primo parametro vincolante è il prezzo, in quanto vorrei star sotto le 500 euro.
    Sarei orientato su:
    * corpo macchina della Canon 1000d + obiettivo canon 18/55 stabilizzato (perchè ho visto che la macchina non ha lo stabilizzatore e quello in dotazione nel kit non è stab.), ed avrei trovato il tutto on line a ca eur 470

    Oltre a chiederti cortesemente un parere, vorrei una tua opinione:
    * sulla Samsung nx10, che non è una reflex ma ho letto dei giudizi molto positivi
    * sulla possibilita’ di farmi un kit reflex con Olympus a queste cifre
    * considerando che ho un reflex analogica Nikon f75, con un 28/80, è possibile montare l’obiettivo su un corpo digitale? e se si, quale corpo sceglieresti?
    Grazie mille

    Mi piace

    1. Michele, ottima la scelta della 1000D e altrettanto buono il prezzo. Penso però che per le foto di montagna in seguito ti potrà servire anche un telezoom.
      La Samsung NX10 è un’ottima macchina, con sensore di formato APS e quindi una qualità delle foto pari alle reflex. Il suo vantaggio è che è un po’ meno spessa di una 1000D (123x87x40 contro 126x98x65 mm). Il peso è uguale. gli svantaggi sono il mirino elettronico con problemi di scie e abbagliamenti, la limitatissima scelta di obiettivi, 3 Samsung contro oltre 60 Canon più gli universali (se non si possono scegliere obiettivi secondo le proprie esigenze a che servono le macchine ad obiettivi intercambiabili?) e il prezzo più alto della 1000D.
      Entro il tuo budget potresti prendere anche le Olympus E420 o E450 con 14-42 e 40-150 che costano intorno ai 400 €.
      Per quanto riguarda il tuo obiettivo 28-80 poichè è privo di motore AF interno potrebbe essere montato, per non perdere la messa a fuoco automatica, solo dalla D90 in sù.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  7. Ciao, ho letto questo blog e vorrei sapere se riesci a darmi un consiglio per la scelta tra la lumix fz45 oppure g2…vorrei iniziare a cimentarmi in scatti con macchine professionali rispetto alla solita digitale compatta, ma non so quale fra le due possa essere meglio considerando che la g2 ha l’obiettivo intercambiale mentre l’ altra no…
    grazie

    Mi piace

    1. Sara,
      le Panasonic Fz45 e G2 non sono certamente macchine professionali!
      Le differenze fra le due sono comunque notevoli. La FZ45 è una bridge ad obiettivo fisso con un sensore da 14 Mpxdi piccole dimensioni ed un obiettivo zoom 24x equivalente ad un 25-600. La G2 è invece una mirrorless di forma simile ad una reflex anche se un po’ più piccola, con obiettivi intercambiabili e un sensore più grande di formato 4/3 con 12 mpx. Inoltre ha uno schermo orientabile e con maggior risoluzione. Entrambe hanno la possibilità di regolazione manuale e riprendono video HD a 1280×720 pixel.
      La differenza fondamentale fra le due è la qualità d’immagine, molto migliore nella G2 specialmente in scarse condizioni di luce quando si devono usare le alte sensibilità. Inoltre la possibilità di cambiare gli obiettivi consente di scegliere quello più adatto al tipo di foto che si vogliono fare. L’obiettivo standard con cui è fornita la G2 è però un 14-42 con un’escursione focale 3x, molto inferiore alla FZ45. Nel gamma di obiettivi Panasonic e anche in quelli Olympus che è possibile usare però ci sono moltissimi altri obiettivi che consentono di coprire anche escursioni focali maggiori.
      In conclusione se vuoi fare foto di qualità la G2 è sicuramente una scelta migliore.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  8. Salve, per fine settembre/primi di ottobre dovrei acquistare la mia prima macchina fotografica “seria” (per modo di dire non voglio diventare mica un pro), sono stato sempre affascinato dalle foto e siccome il prossimo anno da ottobre in poi ci saranno vari avvenimenti tipo nascita nipotino, laurea, viaggi voglio immortalare tutto con delle belle foto… insomma è il momento giusto per avvicinarmi ad un mondo che mi ha sempre affascinato cioè quello della fotografia… Il budget è di 350 euro circa ( si può sforare di una 30ina di euro, non mi scandalizzo Smile ) e mi interessa prima di tutto la qualità della foto e poi la possibilita di fare buoni video.. Appunto per questo girando tra i internet, soprattutto il vostro blog, mi è cascato l’occhio proprio sulla Panasoni Lumix G2 che si può trovare in internet proprio per 350 euro circa, volevo sapere se secondo lei fosse una scelta sensata in quando alcuni miei amici “esperti” mi hanno detto fai uno sforzo e prendi una nikon d3100… ora io non ho tutte queste velleità fotografiche mi basta una macchina che mi permetta di fare ottimi scatti e buoni video, per questo mi domando, la qualità delle foto della d3100 è talmente superiore alla G2 da dover fare questo sforzo aumentando il budget a 500euro cifra gia per le mie tasche (sono uno studente) cmq importante???
    la ringranzio anticipatamente per la risposta…

    Mi piace

  9. Ciao Francesco, sono Gianni e non ho assolutamente esperienza nel settore, posseggo una G10 ed ho un gran problema non riesco a vedere tutte le foto nel computer e quindi nemmeno a stamparle, sarà sicuramente una questione di programma, purtroppo ho perduto la scatola con cd e manuale di istruzioni quindi non ho proprio idea sul da farsi anche perchè abitando all’estero è tutto più difficile, ti sarei veramente grato se potessi darmi una mano sia per il manuale che per il programma.
    Ti ringrazio anticipatamente,
    ti invio un cordiale saluto.
    Gianni

    Mi piace

    1. Gianni,
      per il manuale ed il CD credo che l’unica soluzione sia quella di richiederne una copia a Panasonic, esibendo eventualmente lo scontrino o la fattura di acquisto.
      Non riesco poi a capire cosa vuol dire “non riesco a vedere tutte le foto”. Non riesci a trasferirle sul pc? Per fare questo non c’è bisogno di un programma specifico; basta un lettore di schede, integrato o esterno, ed è possibile trasferirle dalla scheda, estratta dalla macchina, direttamente su una cartella di tua scelta con qualsiasi sistema operativo tu usi.
      Se invece intendi che non hai un programma per vedere le foto su Windows è disponibile standard Windows Photo Gallery. Oltre a questo si può scaricare gratuitamente da Microsoft Windows Live Photo Gallery. Meglio ancora è FastStone Image Viewer, il miglior programma gratuito per la gestione delle foto su Windows, scaricabile da http://www.faststone.org.
      Su Mac c’è l’Anteprima oppure puoi scaricare ed installare Xsee.
      Su Linux ci sono tantissimi programmi, il migliore mi sembra Gwenview.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...