Sony RX10 IV

Sony presenta oggi la quarta versione della sua bridge “premium” RX10. La RX10 IV aggiunge alle già ottime caratteristiche del modello III l’autofocus a rilevamento di fase con 325 punti AF, che si aggiunge a quello a rilevamento di contrasto, portando la velocità di autofocus a 0,03 secondi. A ciò si aggiunge la velocità di raffica che arriva a 24 fg/s per 249 immagini raw, con un mirino elettronico migliorato per ridurre il ritardo di visione durante la raffica. La ripresa video 4K utilizza l’intero numero di pixel del sensore, senza binning, e dispone di profili S-Log3/S-Gamut3, Time Code ed altro. Infine ultima novità è lo schermo sensibile al tocco.
Rimangono il sensore Exmor RS CMOS stacked con memoria DRAM integrata, l’elaboratore d’immagine BIONZ X e lo zoom Zeiss Vario-Sonnar T* 24-600mm equivalente f/2.4-4,0 stabilizzato otticamente. Il corpo è simile alla precedente III con lo schermo ribaltabile e la protezione da polvere ed acqua.

Con la RX10 IV Sony completa lo sviluppo di questa serie di fotocamere. Ho appena provato la RX10 III con ottimi risultati e questa versione IV aggiuge quello che mancava: l’autofocus a rilevamento di fase e una maggiore velocità di raffica che la rendono adatta anche a foto sportive e naturalistiche. Il resto, lo schermo sensibile al tocco, le migliorate funzioni video, sono miglioramenti marginali che ci si apetta nell’evoluzione delle fotocamere.
Ora la RX10 IV è una fotocamera completa ed adatta a tutti gli usi, anche se è venduta ad un prezzo alto, ma proporzionato alla sua qualità.

La RX10 IV sarà disponibile in ottobre al prezzo di 2.000 €.

Riporto il comunicato stampa Sony.

______________________________________________________________

Sony’s New RX10 IV Combines Lightning Fast AF and 24 fps Continuous Shooting with Versatile 24-600mm F2.4-F4 Zoom Lens

Comunicato stampa   •   set 12, 2017 16:13 CEST

  • World’s Fastest[i] AF Speed of 0.03 seconds[ii], 24 fps[iii] Continuous Shooting with full AF/AE tracking
  • 315 focal-plane phase-detection AF points covering approx. 65% of the frame
  • ZEISS® Vario-Sonnar T* 24-600mm[iv] F2.4-F4 Large Aperture, High Magnification Zoom Lens
  • 4K[v] Movie Recording with full pixel readout without pixel binning

Sony today announced the new flagship model in its acclaimed Cyber-shot® RX10 series, the RX10 IV (model DSC-RX10M4).

Featuring the world’s fastesti AF acquisition time of 0.03 secondsii and up to 24 fps continuous shootingiii with full AF/AE tracking, 315 phase-detection AF points that rivals those the fastest professional interchangeable lens cameras and an exceptionally versatile 24-600mmiv F2.4-F4 ZEISS® Vario-Sonnar T* lens, the new RX10 IV model delivers an unmatched combination of mobility and speed for imaging enthusiasts and professionals looking for the ultimate ‘all-in-one’ solution.

The impressive RX10 IV camera is equipped with a latest 1.0-type 20.1 MP[vi] Exmor RS CMOS stacked image sensor with DRAM chip along with a powerful BIONZ X™ image processor and front-end LSI.These key components all work together to maximise overall speed of operation and performance, ultimately ensuring the highest possible image and video quality throughout the entire range of the 24-600mmiv lens.

Fast Focusing, Fast Shooting

A first for Sony’s RX10 series of cameras, the new RX10 IV model features a Fast Hybrid AF system that combines the respective advantages of 315 phase-detection AF points covering approximately 65% of the sensor and contrast-detection AF to ultimately enable the camera to lock focus in as little as 0.03 secondsii.This high speed focusing complements the extensive 24-600mmiv range of the lens, ensuring all subjects can be captured with precise detail and clarity.

Additionally, for the first time in a Cyber-shot camera, the RX10 IV model employs High-density Tracking AF technology.This advanced technology, which had only been previously available in a select few of Sony’s acclaimed line of α interchangeable lens cameras,concentrates AF points around a subject to improve tracking and focus accuracy, allowing even the most unpredictable subjects including fast-moving athletes and birds in flight to be captured with ease.

Other AF improvements in the new RX10 IV camera include an enhanced version of the popular Eye AF, Touch Focus and Focus Range Limiter[vii].AF-ON setting is also assignable, as well as multiple AF modes including AF-S, AF-C and AF-A, which can be easily adjusted based on user preferences and shooting situations.

An ideal complement to the AF system, the RX10 IV offers continuous high-speed shooting at up to 24 fpsiii with full AF/AE tracking, with an impressive buffer limit of up to 249 images[viii].With the significant improvements in processing power for the new camera, EVF display lag during continuous shooting has been substantially reduced, allowing shooters to capture the decisive moment with ultimate confidence.Also, for convenience during image playback, continuously shot images can be displayed in groups instead of individual shots.

The RX10 IV also has a high speed Anti-Distortion Shutter (maximum shutter speed of up to 1/32000 second) that reduces the “rolling shutter” effect commonly experienced with fast moving subjects, and can shoot completely silently in all modes, including continuous high speed shooting, when electronic shutter is engaged.A mechanical shutter mode is also available as well if required by the user.

ZEISS® Vario-Sonnar T* 24-600mm F2.4-F4 Lens

The 24-600mmiv ZEISS® Vario-Sonnar T* lens on the Cyber-shot RX10 IV camera features a large maximum aperture of F2.4-F4.0,helping it achieve outstanding image quality throughout the entire zoom range, all the way up to ultra-telephoto.It includes a super ED (extra-low dispersion) glass element and ED aspherical lenses to minimise chromatic aberration, and ZEISS® T* Coating to minimise flare and ghosting.

The lens also has built-in Optical SteadyShot™ image stabilisation that helps to reduce camera shake and image blur.When the feature is activated, it is equivalent to an approximate 4.5 steps shutter speed improvement.

Additionally, with a minimum focusing distance of 72 cm (2.36 ft) and 0.49x maximum magnification at a fully extended 600mm, the lens is capable of producing amazingly detailed tele-macro images.

Professional Video Capture

The new RX10 IV becomes the latest Cyber-shot RX camera to offer the advantages of 4K (QFHD 3840 x 2160) movie recording, with its Fast Hybrid AF system realising approximately 2x faster focusing speed compared to the RX10 III.

In 4K mode, the new RX10 IV utilises full pixel readout without pixel binning, capturing approximately 1.7x more information than is required for 4K movie output to ensure that all the finest details are captured accurately. The camera utilises the XAVC S™ [ix] codec, recording video at a high data rate of up to 100 Mbps depending on shooting mode.Users have the option of shooting at either 24p or 30p in 4K mode (100 Mbps), or in frame rates of up to 120p in Full HD mode.

The new camera also has a variety of other professional calibre video features including Picture Profile, S-Log3/S-Gamut3, Gamma Display Assist, Proxy recording, Time Code / User Bit and more, as well as input for external microphone and output for headphone monitoring.

Super slow motion[x] video recording is also available, with an extended duration of about 4 seconds (in quality priority mode) and 7 seconds (in shoot time priority).This unique feature gives users the ability to choose among 1000fps, 500fps and 250fps frame rates and among 50p, 25p and 24p playback formats[xi].

Upgraded Operation and Customization

The new RX10 IV features Sony’s latest 3.0-type 1.44M dot tiltable LCD screen with Touch Focus and Touch Pad function – another first for the Cyber-shot RX series – for quick and smooth focusing operation, and WhiteMagic™ technology, ensuring that LCD viewing is bright and clear in even the harshest outdoor lighting conditions.Additionally, it is equipped with an approx. 2.35M dot high-contrast XGA OLED Tru-Finder™, ensuring true-to-life image preview and playback functionality.Triple lens rings for aperture, zoom and focus are also available, with a completely quiet, smooth option for the aperture ring that is ideal for video shooters.

To enhance customisation, “My Menu” functionality has been added, allowing up to 30 frequently used menu items to be custom registered.Menus are colour coded for easier recognition and navigation, and a new Movie Settings menu has been introduced to improve the overall video shooting experience.

The RX10 IV is also dust and moisture resistant[xii], and Wi-Fi®, NFC™ and Bluetooth® compatible.

Pricing and Availability

The new Sony Cyber-shot RX10 IV camera will ship in October for approximately €2000.Full product details can be accessed here.

[i] Among fixed lens digital cameras with 1.0-type sensor. As of September 2017 press release, based on Sony research.

[ii] CIPA standard, internal measurement, at f=8.8mm (wide-end), EV6.8, Program Auto, Focus mode: AF-A, AF area: Centre

[iii] With “Continuous shooting mode: Hi”.

[iv] 35mm equivalent

[v] 3,840 x 2,160 pixels

[vi] Approximate effective MP

[vii] Only when 35mm-equivalent focal length is within 150-600mm range

[viii] With “Continuous shooting mode: Hi” and “Image quality: Fine

[ix] A Class 10 or higher SDHC/SDXC memory card is required to record movies in the XAVC S format. UHS-I (U3) SDHC/SDXC card is required for 100Mbps.

[x] Sound cannot be recorded. A class 10 or higher SDHC/SDXC memory card is required.

[xi] In PAL mode. Switch between NTSC and PAL using the menu.

[xii] Not guaranteed to be 100% dust and moisture proof.

____________________________________________________________________

Annunci

16 pensieri riguardo “Sony RX10 IV”

  1. Uso ormai da anni la prima generazione di questa serie di brige per le mie foto di viaggio e mi sono sempre benissimo grazie alla sua versatilità estrema, tanto che in questi giorni stavo prendendo in seria considerazione l’idea di passare alla RX10III.

    Mi piace

  2. Con questa evoluzione Sony ha presentato la macchina “definitiva” per un utilizzo generico e che consente di andare in montagna a fare foto di fiori, fiorellini, paesaggi e primi piani di marmotte ed altri animali. Per un viaggio è una soluzione ideale, ciò che resta scoperto sono le situazioni che richiedono obiettivi ad altissima luminosità o grandangolare estremi, il cui costo però equivale come minimo ad un terzo di questa Sony. A mio avviso se Sony volesse tentare un colpo al cuore di molti appassionati dovrebbe offrire a 2000€ l’accoppiata RX10 IV – RX100 V , 2000€ per la sola RX 10 IV, pure se abbastanza giustificati sono un bel freno, la vedo in rivalità con una Nikon D7200 o Canon EOS 70 D abbinate al nuovo Tamron 18-400 ; credo che a confronto vincerebbe la Sony ma a differenza di questa la versatilità di una buona reflex APS-C la rende potenzialmente molto meno limitante anche per situazioni specifiche. Certo che a circa 1900€ si trovano le Nikon D750 con obiettivo 24-120 f4 …

    Mi piace

  3. non la trovo limitante anzi, se non basta un 24-600 della rx10 allora c’è qualcosa che non va, ma nel fotografo. Questo zoom è lo zoom definitivo perfetto per tutti i generi fotografici, addio ottiche da togliere e mettere ogni cinque minuti , e poi dove la trovate una macchina che in un kg ha un 24-600 di questo livello?? d750 e 18-400 tamron o 24-120 avete idea del peso e dell’ingombro? oltre che del costo? è più specialistica una reflex che una bridge, ma poichè non siamo tutti specialisti, credo che le reflex diventeranno di nicchia e le bridge avranno un futuro, appena caleranno i prezzi

    Mi piace

    1. Come fai a dire che sia perfetto per tutti generi fotografici? La ritrattistica, la fotografia macro, la fotografia grandangolare ed anche la fotografia sportiva richiedono ottiche che lo zoom di questa RX10 non riesce a coprire, zoom che oltretutto è motorizzato e la cosa è molto scomoda quando si ha necessità di un rapido cambio di focale, ok, serve per i video ma a mio parere una macchina fotografica deve anteporre l’aspetto fotografico a quello video. La luminosità è ottima per uno zoom di queste capacità ma non è certo ideale per evitare di salire presto a 1600 ad oltre ISO quando il sensore da 1 pollice inevitabilmente mostra i suoi limiti. Non puoi dire che se necessito di un 85 f1,4 come minimo su APS-C per ottenere una foto caratterizzata da uno splendido bokeh ed un preciso controllo della profondità di campo e la RX 10 non può farlo un fotografo ha dei limiti personali e non tecnici. Questa Sony è eccellente e migliore di una reflex APS-C con montato un superzzom ed è in questo campo che può essere confrontata, campo che richiede esigenze non definite e che ovviamente richiede dei compromessi che si rivelano limitanti in molti altri generi fotografici. A mio parere una macchina compatta con sensore da 1 pollice non dovrebbe costare 2000€.

      Liked by 1 persona

      1. l’ottica della rx10 è anche marco distanza minima 3 cm, af di fase velocità 0,03 secondi, ripeto, se non si riesce a fare tutto la colpa è del fotografo non della macchina. sul prezzo eccessivo concordo

        Mi piace

        1. Adesso vedremo una generale dismissione di ottiche macro vere, di ottiche ad alta luminosità, di grandangolari sotto i 24mm e di corpi macchina professionali o semi professionali… Tutti con la RX 10 IV perché tutta l’attrezzatura è inutile dato che basta essere capaci e si può fare tutto con equivalenti risultati qualitativi, oltretutto spendendo una cifra “irrisoria” rispetto a tutto ciò eventualmente speso fino ad oggi per ciò che alla luce di quest’ultima Sony non serve più… Chiedo scusa per la mia ironia, ora, seriamente, l’unico campo nel quale la RX 10 IV potrebbe essere molto interessante (oltre alla versatilità che la sua ottica consente a fronte di inevitabili compromessi che a loro volta risultano limitanti rispetto a soluzioni più specialistiche e di maggior qualità) potrebbe essere la fotografia per puro divertimento senza grandi pretese di soggetti lontani od eventi sportivi, eventi nei quali comunque uno zoom a comando motorizzato può risultare frustrante e far perdere tanti scatti. Ricordo infine che anche con i migliori smartphone dotati di doppia ottica e specifica modalità ritratto ci sono molte persone che sostengono con convinzione di vedere risultati superiori a quelli ottenibili con reflex full frame da 36 MPx e pregiatissime ottiche 85mm f1,4… Saremo solo spendaccioni, ma ancora non ho visto professionisti od abilissimi amatori usare bridge con sensore da 1 pollice per ottenere i migliori risultati….

          Mi piace

          1. “Saremo solo spendaccioni, ma ancora non ho visto professionisti od abilissimi amatori usare bridge con sensore da 1 pollice per ottenere i migliori risultati….”

            La stessa ironia la facevano tempo fa su chi usava le apsc al posto delle FF, poi l’hanno fatta sui pro che ora usano il m4/3, devo continuare?
            ti consiglio di guardare le gallerie di juzafoto fatte da “abili amatori” e/o professionisti anche con gli smartphone (che peraltro non amo).
            Cmq staremo a vedere, solo il futuro ci dirà dove potrà arrivare la tecnologia dei microsensori.

            ps: la mark 3 in una recensione è presentata come fotocamera per uso professionale

            Mi piace

            1. Michele, Diego,
              interessante questa vostra discussione.
              Vi dico quello che penso io della RX10 III e ancora di più della IV. Sono entrambe delle ottime fotocamere che consentono molti tipi di foto, ma come ogni cosa sono un compromesso. Il sensore da 1″ retroilluminato e a strati ha una buona qualità d’immagine alle sensibilità basse e medie e consente, accettando una piccola perdita di nitidezza, di scattare anche a 6400 Iso se non si devono stampare foto troppo grandi, ma si usano le foto per il web o impieghi simili. Non può competere però per rapporto segnale/rumore, ne per gamma dinamica con gli analoghi retroilluminati e stacked fullframe di Sony, e nemmeno con gli ultimi fullframe di altre marche. L’obiettivo è ottimo ed ha una buona luminosità e con l’aggiunta dell’autofocus a rilevamento di fase può mettere a fuoco anche soggetti in movimento veloce, quindi può essere usato anche per foto sportive e naturalistiche. Rimane però il comando dello zoom elettrico e quindi lento, e il fatto che la risoluzione, per limiti ottici, non può essere quella che si ha in una fullframe o in una medio formato. I professionisti poi di solito per queste riprese non usano zoom, ma obiettivi a focale fissa che garantiscono una migliore luminosità e qualità, in unione prevalentemente a reflex (l’unica mirrorless che trova uso per questo è la Leica SL). Anche io se i miei guadagni dovessero dipendere da queste foto farei così. Anche per la ripresa macro è necessario usare macchine ed obiettivi più adatti in quanto le RX10 III e IV mettono è vero a fuoco fino quasi a contatto della lente frontale, ma solo alla focale grandangolare. Questo crea seri problemi per l’illuminazione dei soggetti e comunque non consente di usare la macchina per soggetti animati come gli insetti.
              Tutto quanto detto non toglie che in certi casi la RX10 III o IV possa essere utilissima per semplificarsi il lavoro se le condizioni e la qualità delle foto finali necessaria lo consentono. Ho già detto nella prova della III che la macchina mi è stata molto comoda per la ripresa di un concerto in poca luce dove con lo zoom potevo alternatiivamente inquadrare l’intero palcoscenico e poi fare dei primi piani dei suonatori e cantanti. Questo però è stato possibile perchè sapevo che poi le foto sarebbero state viste prevalentemente via web e WhatsApp. Se avessi dovuto stamparle o visionarle su tv o monitor a grande formato avrei dovuto usare due corpi reflex o mirrorless, uno con un grandangolo o zoom grandangolare ed uno con un tele zoom.
              Spero di avere chiarito abbastanza i pregi ed i limiti di queste comunque ottime fotocamere e perchè i professionisti continuano ad usare formati più grandi.
              Ciao, Francesco

              Liked by 1 persona

              1. Mi pare un po riduttivo però dire che una fotocamera come questa, visto il costo non proprio frendly, va bene solo per foto su web e wathapp, per quelle si è usato da sempre lo smartphone. Vorrei rendermi conto della differenza di una foto stampata da una FF e una da apsc o m4/3 o 1″ . Sarebbe interessante fare una prova di stampa di foto fatte con con sensori diversi, lo si dice sempre in linea teorica ma non lo si fa mai. Per mia esperienza ho stampato anche con sensori da 1,2/3 30×40 e 50×70 e il risultato, a detta delle persone che hanno in casa le mie foto è più che accettabile. Poi non so, chi stampa con una FF forse usa le stampe per esporre in un museo soggetti a grandezza naturale?

                Mi piace

                1. Guarda, se non costasse 2000 € la comprerei, il ché già dice che la macchina mi piace e la trovo eccellente per ciò che ritengo possa fare ed essermi utile; macchina da viaggio sarebbe ideale, ma se già sò che andrò in luoghi paesaggisticamente stupendi mi porto via un obiettivo super grandangolare, se vado a vedere evento sportivo porto il super tele con il suo bel comando manuale dello zoom, se sò che fotograferò in ambienti poco luminosi mi porterò i miei fissi luminosi… La RX 10 è eccellente se parto e mi porto dietro la macchina fotografica non avendo in mente di fotografare qualcosa che già sò. Ad esempio: viaggio in moto sulle alpi, spazio disponibile poco, la RX 10 sarebbe ottima ma di foto sopra i 20mm di focale ne ho fatte poche, dunque la RX 10 sarebbe un pò limitante ed allora preferisco Nikon 1 con 6,7-13 (18-35) o reflex APS-C con 10-18 (15-27) con Panasonic TZ 100 (25-250) . Se le foto sono accettabili o meno ognuno ha una propria scala di valori, anche io ho compatta con sensore piccolo e per stampe 15×20 di foto fatte in buone condizioni di illuminazione ok, oltre un pò meno ok, se poi la luce scarseggia e gli ISO passano i 400 i risultati deludono.

                  Mi piace

                2. Michele,
                  le foto oggi si vedono in rete, oppure su un monitor o su ana TV che al massimo è 4K, ma anche si stampano e si usano per la pubblicazione su giornali e riviste. La qualità più alta è richiesta per la stampa e la pubblicazione e la differenza fra una foto scattata con un sensore da 1″ e con uno fullframe si vede, specialmente alle sensibilità superiori a quella base, anche per stampe non di soggetti a grandezza naturale. E’ vero che si possono anche stampare foto 30×40 con fotocamere da 5 >Mpx e io l’ho fatto, ma se dovessi fare foto per un cliente o comunque per qualcuno a cui voglio dare la massima qualità non userei una bridge, ma una reflex o mirrorless fullframe o anche medio formato. Ho visto foto fatte con la Phase One da 100 Mpx medio formato, sia su stampa che su web e ti assicuro che sono incomparabili per dettaglio, gamma tonale e gamma dinamica. O pensi forse che tutti coloro che spendono tanti soldi per macchine di questo tipo, professionisti ed amatori, siano tutti stupidi o vogliano buttare i loro soldi.
                  Ripeto: le Sony RX100 sono ottime fotocamere, vanno bene per molti usi e per fotoamatori che cercano una macchina comoda e di buone prestazioni, ma non sono ne fotocamere professionali ne il massimo in fatto di qualità.
                  Ciao, Francesco

                  Mi piace

      2. “A mio parere una macchina compatta con sensore da 1 pollice non dovrebbe costare 2000€.”

        concordo, ma la stessa cosa la potremmo dire per il m4/3 o per l’apsc, e invece c’è chi prende la em1 mark 2 che solo copro viene 2000 euro, più di alcune FF, ma guai a dire ai proprietari che 2000 euro sono troppi per un sensore piccolo! poi mettici i costi delle ottiche e altro che 2000 euro della rx10, diventa irrisorio se paragonato a quello dei sistemi intercambiabili. A volte dall’altro del mio microsensore mi chiedo se abbiamo bisogno di tutta questa qualità assoluta

        Mi piace

        1. Si e no, la E-M1 mkii è una macchina professionale ed il top che propone Olympus, al pari della GH5 di Panasonic, case che hanno puntato sul formato m4/3 evolvendolo fino ad ottenere risultati eccezionali che però le ultime proposte APS-C e FF superano. Il costo delle top m4/3 è comunque notevolmente inferiore rispetto alle corrispettive reflex FF di medesima fascia ed il settore Pro ha costi molto elevati; Panasonic ha puntato tantissimo sul settore video per caratterizzare la sua proposta, Olympus su prestazioni sportive; i professionisti che eventualmente usano m4/3 Pro lo fanno quando non gli è possibile od oltremodo scomodo portarsi reflex FF ed un paio di oobiettivi, ma in studio o quando non hanno particolari problemi usano perlopiù reflex FF, qualcuno ha tentato anche con Sony A7R io. La RX 10 è una bridge Premium ma non è il top di Sony che punta molto sul FF e non è un apparecchio Pro, è fatta e finita così com’è nella sua immodificabilità, cosa che prodotti ad ottiche intercambiabili non pongono limiti nell’avere a disposizione il massimo per ogni situazione.

          Mi piace

  4. anche le ml con questo nuovo prodotto devono preoccuparsi, già ora molti utenti non sono soddisfatti dei parchi ottiche ml, a parte i soliti fissi mancano zoom a buon prezzo e di qualità.

    Mi piace

    1. Michele,
      ci sono due velocit°: lenta con la ghiera attorno all’obiettivo, un po’ più veloce con la leva coassiale al pulsante di scatto, ma sempre lenta rispetto ad uno zoom manuale.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...