Sony RX10

RX10_rightSony ha presentato oggi la RX10 una bridge di alta classe con un sensore da 1″ retroilluminato CMOS Exmor R da 20,2 Mpx, uguale a quello della RX100 II. Notevole è anche l’obiettivo Carl Zeiss Vario Sonnar T* 24-200 mm equivalente f/2,8 costante. La Rx10 dispone poi di un mirino OLED con 1.440.000 pixel, dello schermo orientabile, di un nuovo elaboratore d’immagine BIONZ X. L’autofocus, a rilevamento di contrasto, dispone di funzione Lock-on per seguire i soggetti in movimento e i modalità “occhi” per mettere a fuoco i volti. La ripres video è Full HD 50p (AVCHD progressivo) e 35p. Sono presenti le connessioni Wi-FI e NFC per collegare la fotocamera a smartphone, tablet e computer.

La nuova RX10 è una fotocamera molto importante ed innovativa. Con questo modello Sony finalmente, per prima, introduce un nuovo concetto di bridge che invece di puntare su obiettivi con estensione focale enorme, da fare concorrenza ai telescopi, propone una fotocamera che punta di più sulla qualità d’immagine con un sensore di dimensioni più grandi di quelle che sono state fino ad oggi lo standard delle bridge (1/2,3″, tranne la Fujifilm X-S1) e uno zoom dall’escursione focale non esagerata, ma di alta qualità e buona luminosità.
Sarà interessante vedere se questo porterà a a significativi miglioramenti della qualità d’immagine in uno dei prossimi test che spero di effettuare e se questa sarà finalmente una soluzione consigliabile per chi cerca una fotocamera che produca immagini di qualità, ma senza arrivare ad una reflex.

La Sony Cyber-shot RX10 sarà disponibile da metà novembre ed è già prenotabile sul Sony Store al prezzo di 1.199 €.

Riporto il comunicato stampa Sony Italia.

______________________________________________________________________________

16/10/2013 08:00
   

Prestazioni e portabilità eccellenti per infinite possibilità di scatto, dal grandangolo al teleobiettivo

 
La fotocamera bridge Cyber-shot™ RX10 premium offre tutta la potenza creativa di una reflex senza la necessità delle ottiche intercambiabili
Sony
Sony
  • Zoom Carl Zeiss Vario-Sonnar T* 24-200 mm (equiv. a 35 mm) con apertura massima F2.8 luminosa a tutte le lunghezze focali
  • Immagini di eccezionale qualità e ricche di dettagli, grazie al sensore retroilluminato CMOS Exmor R™ di tipo 1.0 da 20,2 megapixel
  • Nuovo processore BIONZ X™ con una velocità di elaborazione circa 3 volte superiore[i] e riduzione del rumore per aree
  • Messo a fuoco automatica a rilevamento di contrasto rapida, silenziosa e precisa con SSM Direct Drive[ii]
  • Filmati in Full HD (1920×1080 – 60p/25p[iii]) con controllo PASM e ingresso XLR professionale per microfono esterno
  • Nuovo mirino OLED Tru-Finder™ da 1440k punti più schermo LCD inclinabile di tipo 3.0 con tecnologia WhiteMagic
  • Uscita 4K e supporto per display TRILUMINOS
  • NFC e Wi-Fi per una facile connessione a smartphone e tablet

Portabilità non significa dover rinunciare alla qualità delle immagini, agli effetti creativi e alla maneggevolezza di una fotocamera più grande e pesante. Novità allettante per tutti gli appassionati del mondo reflex, la nuova fotocamera “bridge” Cyber-shot RX10 offre un’eccellente qualità d’immagine, senza bisogno di disporre di un corpo macchina e diversi obiettivi intercambiabili.

L’obiettivo fisso Carl Zeiss Vario-Sonnar T* 24-200 mm (equivalente a 35 mm) F2.8[iv] offre livelli di chiarezza e un potere risolvente impareggiabili, degni dei migliori obiettivi intercambiabili. Grazie a uno zoom versatile, che va dal grandangolo al teleobiettivo, questo modello è lo strumento ideale per ritratti suggestivi, panorami mozzafiato, scatti naturalistici, scene urbane e interni esposti alla luce naturale. La possibilità di mettere a fuoco, anche a una distanza di soli 3 cm, è perfetta per scattare primi piani macro ultradefiniti di fiori, insetti e altri soggetti di piccole dimensioni.

L’apertura massima F2.8 luminosa per tutte le posizioni dello zoom offre una luminosità extra, tipica delle ottiche intercambiabili di qualità superiore. Oltre alla possibilità di effettuare scatti in condizioni di scarsa illuminazione senza dover aumentare le impostazioni ISO, la fotocamera permette anche di creare effetti di sfocatura (“bokeh”) graduali sullo sfondo, in tutta semplicità, grazie all’apertura a iride del diaframma a 7 lamelle. Lo stabilizzatore ottico SteadyShot integrato garantisce immagini più nitide e prive di sfocature durante gli scatti a mano libera, anche a lunghezze focali superiori, neutralizzando le vibrazioni caratteristiche delle ottiche non stabilizzate.

Maneggevole e ricca di comandi manuali, la Cyber-shot RX10 risulta subito familiare per chi ha già una certa esperienza con le fotocamere reflex. All’interno, il design a lente fissa della fotocamera consente di ottenere immagini di impeccabile qualità, grazie anche all’ampio sensore d’immagine e al processore BIONZ X, ulteriormente migliorato, che ora offre una velocità di elaborazione circa 3 volte superiore ai precedenti modelli.

Eredità dell’apprezzato modello DSC-RX100 II, il sensore retroilluminato CMOS Exmor R di tipo 1.0 da 20,2 megapixel effettivi (circa) è all’incirca quattro volte più grande del sensore di una compatta standard. Gli eccezionali livelli di risoluzione e texture sono ulteriormente migliorati dal nuovo processore BIONZ X, che si avvale delle più avanzate tecnologie di riproduzione dei dettagli, riduzione del rumore per aree e riduzione della diffrazione, per immagini ancora più belle e ricche di dettagli.

La messa a fuoco automatica è veloce e reattiva, grazie al nuovo meccanismo SSM Direct Drive, che opera in sinergia con il sensore CMOS Exmor R e con il potente processore BIONZ X. Il sistema AF Lock-on segue automaticamente i soggetti in movimento, mantenendoli a fuoco anche se scompaiono temporaneamente dall’inquadratura per poi ricomparirvi. La modalità AF “occhi”, di nuova concezione, assicura ritratti nitidi, con lo sguardo del soggetto sempre perfettamente a fuoco, anche se non è rivolto direttamente verso la fotocamera. Inoltre, ora è possibile selezionare tre diverse dimensioni per l’inquadratura dell’autofucs spot, il che permette di evitare errori di messa a fuoco accidentali nel caso di soggetti molto piccoli, come primi piani macro di insetti.

Alle strepitose funzionalità della fotocamera si aggiungono capacità di ripresa straordinarie per tutti gli appassionati di video. Il nuovo e potente processore BIONZ X possiede una velocità di elaborazione pari a circa tre volte quella della precedente generazione di processori BIONZ di Sony. Sfruttando appieno la qualità dell’obiettivo ad ampia apertura, elabora i dati provenienti da ogni singolo pixel del sensore per creare video Full HD estremamente fluidi e dettagliati. I filmati possono essere registrati a un frame rate selezionabile tra 50p (AVCHD progressivo) e 25p, per risultati di qualità cinematografica, grazie al controllo completo delle modalità P/A/S/M. Grazie a un’uscita HDMI “clear”, i video possono essere visualizzati su un monitor esterno oppure registrati su un dispositivo di archiviazione separato.

Un misuratore del livello audio e livelli audio regolabili garantiscono video con una qualità audio all’altezza delle immagini. Un ingresso microfono e un’uscita cuffie consentono di monitorare al meglio il livello dell’audio. E, grazie all’adattatore opzionale XLR-K1M, che permette di aggiungere un microfono esterno attraverso il terminale XLR bilanciato, le registrazioni avranno un audio di qualità professionale.

Con una risoluzione di 1440k punti, il nuovo mirino Tru-Finder OLED a elevato contrasto offre una perfetta visibilità edge-to-edge dei soggetti e un ampio angolo di visione pari a 33° (circa). E, per una maggiore libertà di composizione, il display LCD White Magic™ di tipo 3.0, nitido e luminoso, si inclina verso l’alto o verso il basso, per facilitare le inquadrature con la fotocamera alzata o abbassata.

Per suscitare ulteriormente l’interesse di tutti gli appassionati, il corpo della fotocamera, realizzato in lega di magnesio robusta e leggera, vanta un design anti-polvere e anti-umidità e guarnizioni per i comandi per una durata extra.

Il funzionamento pratico e intuitivo è supportato da numerosi comandi, che offrono la flessibilità tipica di una reflex per gli utilizzatori più esperti. È possibile passare liberamente da una modalità operativa all’altra, grazie alla ghiera per il controllo dell’apertura, che emette un sonoro “clic” quando l’apertura viene regolata manualmente. In alternativa è possibile cambiare modalità per una regolazione continua e fluida senza clic, ideale se si sta registrando un video o non si vuole distrarre il soggetto. La fotocamera dispone, in totale, di sette pulsanti personalizzabili, oltre a un display LCD montato sulla parte alta del corpo macchina, per una conferma immediata di esposizione e altre impostazioni chiave.

Le immagini ad alta risoluzione possono essere visualizzate direttamente su un televisore 4K, che offre quattro volte la risoluzione del Full HD. La compatibilità TRILUMINOS Colour regala un’incredibile palette cromatica, con tonalità intense e naturali quando si rivedono foto e video registrati con la Cyber-shot RX10 su un televisore BRAVIA compatibile, dotato di display TRILUMINOS.

La connessione Wi-Fi permette di collegare la fotocamera a uno smartphone o un tablet Xperia™ o Android, compatibile con NFC, con il solo tocco di un pulsante, per condividere le foto su un dispositivo mobile o visualizzarle su un televisore HD e sugli altri dispositivi della rete domestica. Installando PlayMemories Mobile Versione 3.0 è possibile trasformare lo smartphone in un pratico telecomando, per attivare l’otturatore della fotocamera a distanza.

Per ampliare ulteriormente le possibilità creative, Sony mette a disposizione un’ampia gamma di accessori compatibili. La custodia premium LCJ-RXE protegge la fotocamera da polvere e urti, il microfono stereo ECM-XYST1M può essere collegato alla fotocamera attraverso la slitta Multi Interface Shoe™ per video HD dai dialoghi e dai suoni ambientali più nitidi, mentre, per una perfetta illuminazione del soggetto, sono disponibili il potente flash HVL-F43M e la luce IR video a batteria HVL-LEIR1.

La fotocamera digitale compatta all-in-one Cyber-shot RX10 di Sony può essere prenotata sul sito http://www.sony.it/RX e sarà disponibile per la vendita a partire da metà novembre.


[i] Rispetto ai processori BIONZ precedenti

[ii] Motore a onde supersoniche

[iii] La fotocamera Cyber-shot RX10 registra filmati in formato PAL e NTSC

[iv] L’apertura F2.8 rimane costante per l’intero range 24-200mm

RX10_right

RX10_wide

RX10_rear

RX10_top_tele

RX10 with accessories

RXseries

RX10_lifestyle

Annunci

17 pensieri riguardo “Sony RX10”

    1. …..in parte é vero,ma quest’ottica(…..aspettando cmq prove…)é superiore all’ottica kit 18-135 più luminosa e costante,e le ottiche costano. Facendo due rapidi conti,nonostante il sensore più piccolo,data la luminosità si riesce ad avere una minore profondità di campo a quasi tutte le focali.

      Mi piace

      1. Mateo,
        hai letto DPReview vero?
        In realtà il loro grafico dimostra solo che una reflex APS Canon con lo zoom 18-135 con apertura f/3,5-5,6 riceve una quantità di luce inferiore ed ha una profondità di campo leggermente maggiore dalla focale di 90 mm in su, quando l’apertura si riduce a f/5,6. Basta però usare un obiettivo con apertura maggiore per ribaltare il risultato, cosa che la Sony non può fare.
        Loro comunque non spiegano molto il come e il perchè di tutto questo. Penso che preparerò un articolo più sistematico per chiarire l’argomento.
        Ciao, Francesco

        Mi piace

        1. si francesco bravo l’avevo proprio letto su dpreview.Un articolo simile sarebbe graditissimo,anche in considerazione del fatto che ultimamente data la varieta di dimensioni dei sensori che vengono proposti credo che molta gente,come me,sia un’po in confusione sulla reale profondita di campo.Sono andato a cercare in internet in che modo calcolano il rapporto fra sensori diversi e diaframmi ma non ho trovato nulla,è curioso.
          grazie x la risposta
          ciao,Mateo

          Mi piace

    2. Carlo,
      il prezzo della RX10 è quello di listino pubblicato sul Sony Store. Il prezzo “su strada” dovrebbe essere inferiore di almeno un centinaio di euri. Questo fa circa 300 € più di una reflex con 18-135 (indovinate quale). Però c’è da considerare che molti non vogliono la reflex… perchè è pesante, perchè ti devi portare una borsa con 6 kg di obiettivi (?!), perchè è difficile da usare, perchè si deve usare in manuale e amenità simili. La comodità allora si deve pagare.
      Al di là delle polemiche mi sembra che la RX10 sia una fotocamera valida che può dare buoni risultati. Se poi valga il suo prezzo lo decreterà il mercato.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Credo che comunque bisognera vedere i risultati dei primi test
        Per quanto riguarda i 6kg non sono daccordo: sai bene che la eos100d abbinata con un 18-135 (28-200 equivalente) esprime le stesse identiche potenzialità della sony RX10, e se voglio togliermi un giorno lo sfizio di comprarmi una seconda ottica lo posso fare. Con 1200 euro al posto di una sony con un sensore di 1 pollice preferisco la panasonic G6 con un 14-140…….che dici?
        Abbiamo letto e tu scritto che il “core” di una macchina fotografica è il sensore e qua ci vogliono far pagare un sensore come un francobollo 1200 euro? Solo perche sony ha in mano un algoritmo di conversione superiore agli altri……..mi spiace, ma non ci casco.
        Sono curioso inoltre di vedere l’AF a contrasto.
        Pronto a cambiare opinione in caso di risusultati strabilianti……….ovvio.

        Mi piace

  1. La roba nuova e buona si paga… L’obiettivo di questa RX 10 credo che qualche centinaio di € in più rispetto a quello della RX100 li valga, aggiungendo il mirino (buono anch’esso) ecco che il prezzo, a confronto di quello dell’altra Sony da me citata, non è sproporzionato. Certo, lo è a confronto di una leggermente più grande, ma ben più versatile e duratura reflex che, probabilmente, non avrà un AF più lento ma ha pure un sensore ben più grande e prestante, che se abbinato ad un obiettivo equivalente a quello di questa RX10… se la mangia in un sol boccone.

    Mi piace

  2. mah…
    Ottima l’idea di base di una bridge con escursione focale limitata (tanto gli zoom “esagerati” risultano praticamente inutilizzabili) e con sensore di dimensioni maggiori. Ma il prezzo mi sembra davvero troppo alto, soprattutto se consideriamo che l’acquirente di fotocamere bridge finora si aggirava tra prezzi inferiori della metà. Insomma, non capisco bene a quale target di utenti sia destinata…

    Mi piace

  3. Guardiamo anche le capacità video, molto buone, con la (rara e necessaria) presa delle cuffie oltre a quella del microfono esterno. .Come macchina “tutto in uno” che libera dalla briga di cambiare obiettivi (e portarseli dietro), e permette di fare sia foto che filmati di livello buono con un unico apparecchio, la vedo molto valida. Per viaggi o reportage difficile da battere.

    Mi piace

  4. da questo primo video che gira in rete è molto interessante la fluidita con la quale si puo cambiare il diaframma sulla ghiera oltre la motorizzazione della zommata
    ci sono anche delle prime foto su cameralabs.com
    il prodotto sembra molto interessante, ma il prezzo………porca miseria è veramente alto, intorno a 700/800 euro potrebbe essere appetibile

    Mi piace

    1. Francesco,
      non c’è un modello Canon paragonabile. La RX10 è una bridge con sensore abbastanza grande, da 1″ e 20 Mpx, e obiettivo zoom equivalente ad un 24-200 con luminosità costante f/2,8. L’attuale bridge Canon, la SX50HS ha un piccolo sensore da 1/2,3″ con 12 Mpx, ma un mega zoom 50x 24-1200 equivalenti f/3,4-6,5. Questo vuol dire che la qualità d’immagine della Sony è molto superiore.
      La RX10 comunque non può essere paragonata ad una reflex, in particolare ad una fullframe come la 5D che è molto superiore per qualità di costruzione, velocità operativa e di autofocus e qualità d’immagine. Una 5D II usata, ma anche una 5D, sicuramente ti farebbero un servizio migliore.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  5. Caro Francesco, posseggo una Sony Nex 7, ma pensavo (già, proprio così!) di sotituirla con una bridge, penso più legegra e versatile…e ho visto questa nuova Sony che costa come la Nex 7!
    Consiglio…?
    Grazie! ^_^

    Mi piace

    1. Silvana,
      non mi pare proprio che le bridge siano più leggere e versatili della Sony NEX-7, ma mi sembra proprio il contrario.
      Dai un’occhiata a questo link dove confronto una NEX-7 con il 18-55 con tre bridge fra le migliori e più nuove: http://j.mp/18p622v
      Mi sembra che la NEX-7 sia ben più piccola. E’ vero che lo zoom standard è solo un 3x, ma se serve sulla NEX-7 puoi montare qualsiasi obiettivo. Le bridge hanno mega telezoom che attirano per la loro escursione focale, ma che sono difficili da usare, vanno bene solo quando c’è molta luce, altrimenti la qualità d’immagine è veramente scadente. In ogni caso la qualità d’immagine delle dridge è lontanissima da quella della NEX-7, una delle migliori fotocamere della sua categoria.
      La versatilità data dalla possibilità di cambiare obiettivo e montare oltre a tele zoom anche grandangoli e obiettivi ad alta luminosità le bridge non ce l’hanno. Oltretutto la qualità degli obiettivi è ben diversa e molto superiore per la Sony che ha anche degli Zeiis. Questo si aggiunge alle dimensioni ridotte che ne fanno una macchina tascabile anche con il 18-55 (l’ho portata spesso con me in tasca della giacca invernale), ma sopratutto col 16-50 o con i “pancake” a focale fissa.
      La RX10 è una fotocamera bridge abbastanza valida e superiore a tutte le altre della sua categoria, con un sensore più grande delle sue concorrenti ed un buon obiettivo, ma le sue caratteristiche sono comunque inferiori alla NEX-7 e per il momento costa di più, sui 1200 €.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  6. Mi è arrivata giovedì scorso e domenica ho fatto un bel po’ di scatti. Volete un consiglio? Se avete una compatta qualsiasi o una reflex di fascia economica, vendetela subito e andate ad acquistare la RX10. Vi ci fidanzerete… PS.: Per ciò che ci si porta a casa, il prezzo è onesto; unico neo: nella confezione non c’è il caricabatteria separato, bisogna comprarselo a parte, ma è lo stesso delle Nex 3 e 5.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...