Samsung NX200: primo test

Lo scorso sabato, in contemporanea col Nikon day, si è tenuto presso un altro famoso negozio romano, La Placa, il Samsung day. Ho avuto la possibilità di partecipare anche a questo evento e di provare finalmente la nuova mirrorless Samsung NX200. La NX200 è una mirrorless con sensore APS CMOS BSi da ben 20 Mpx, innesto ottiche Samsung NX, con una buona scelta di obiettivi, corpo molto compatto costruito in lega metallica, schermo da 3″ AMOLED con 614.000 pixel e possibilità di riprendere video full HD.

Samsung è stata una delle prime, dopo Olympus e Panasonic, a proporre sul mercato delle fotocamere mirrorless. A differenza di queste due marche però ha scelto di utilizzare dei sensori di dimensioni APS (23,5×15,7 mm) per garantire una migliore risoluzione ed un miglior rapporto segnale7rumore alle alte sensibilità. In questa scelta è in compagnia di Sony con le sue NEX. Nonostante il sensore più grande le dimensioni dei corpi macchina Samsung sono contenuti. Un po’ meno quelli degli obiettivi che devono garantire un cerchio di copertura maggiore di quello delle Micro 4/3 e delle Nikon 1. Inoltre le Samsung non integrano, a differenza delle Olympus, il sistema di stabilizzazione e quindi molte ottiche disponibili sono stabilizzate, con un ulteriore aumento delle dimensioni.
la gamma Samsung comprende due linee di modelli. Le NX5 e NX11, di forma simile alle reflex, anche se più sottili, dotate di mirino elettronico e le NX100 e NX200, snza mirino e di forma simile ad una compatta. Tutte condividono lo stesso innesto egli stessi obiettivi.
La NX200 è l’ultima novità presentata pochi mesi fa. E’ una mirrorless, senza mirino, di forma molto compatta ed accattivante. Il corpo è nero, costruito in lega metallica, di aspetto piacevole. Le finiture e la costruzione sono ottime. Le dimensioni sono veramente ridotte, considerando che il sensore è di formato APS. Questo è la vera novità. Si tratta di un sensore CMOS retroilluminato (BSI) da 20 Mpx. Ciò dovrebbe garantire, insieme alle sue dimensioni, un’ottima qualità d’immagine, ed edo curioso di verificarlo in pratica.
La NX200 ha, per l’inquadratura, uno schermo AMOLED da 3″ e 614.000 pixe, molto brillante e luminoso. Non è dotata però di mirino e purtroppo Samsung ha soppresso la possibilità, presente nella precedente NX100, di poterne montare uno accessorio esterno. Questo proprio quando la concorrente Sony ha invece corretto questa scelta, dando la possibilità di aggiungere alla NX5n, diretta concorrente della NX200, un mirino elettronico, ed inserendone uno nella NX7.
La NX200, come tutte le Samsung, è dotata però di un’interessante funzione, denominata i-Fn, che consente di comandare vari parametri di ripresa, tempi, diaframmi, sensibilità Iso, bilanciamento del bianco, ecc., a scelta del fotografo, tramite un pulsante ed una ghiera presenti su tutti gli obiettivi. Questo semplifica notevolmente la regolazione della macchina se si decide di non affidarsi totalmente agli automatismi.
Il sistema autofocus è a rilevazione di contrasto ed utilizza direttamente il sensore. La fotocamera può riprendere con una raffica di 7 fg/s a piena risoluzione e con l’autofocus attivo e fino a 30 fg/s alla risoluzione di 5 Mpx. La sensibilità varia da 100 a 12800 Iso. La ripresa video è Full HD a 30 fg/s salvando i filmati in H.264 che comprime i video il doppio dell’MPEG4. Può inoltre scattare foto in 3D, visualizzabili sun televisore 3D. E’ dotata inoltre di una funzione Panorama che può riprendere viste panoramiche fino a 180° gradi in orizzontale o in verticale, anche in 3D.
La gamma di obiettivi disponibili comprende sia zoom che ottiche a focale fissa. fra gli zoom abbiamo lo standard 18-55/3,5-5,6 OIS stabilizzato, il compatto 20-55/3,5-5,6, il tele 50-200/4,0-5,6 OIS stabilizzato e l’universale 18-200/3,5-6,3 OIS stabilizzato e particolarmente indicato per le riprese video in quanto molto silenzioso. Fra i focale fissa sono disponibili tre “pancake”, il grandangolo 16/2,4, il 20/2,8 e il 3072,0 particolarmente luminoso. C’è poi un eccezionale 84/1,4 SSA e un macro 60/2,8 OIS SSA stabilizzato.
La NX200 non ha un flash integrato, ma è fornito di serie un piccolo flash accessorio NG8 montabile sulla staffa superiore ed orientabile. Sulla stessa staffa è posibile montare anche un ricevitore GPS opzionale.

La macchina mi ha fatto un’ottima impressione: è veramente molto ben costruita e finita con un’impressione di solidità e precisione notevole. Gli obiettivi in proporzione sono invece un po’ più ingombranti e già con il 50-200 il corpo quasi scompare al confronto.
Ho avuto la possibilità di effettuare alcuni scatti usando sia il 50-200 che il 18-55 e ho provato tutte le sensibilità, a partire dalla minima che mi garantiva di non avere foto mosse, 200 Iso, nelle condizioni di illuminazione disponibili nel set di posa. per le foto ho avuto la collaborazione di una brava e simpatica modella.
Le foto sono state salvate in raw e convertite in jpeg con il software Samsung RAW Converter 4, una versione di Silkypix per Samsung, con la riduzione di rumore azzerata. Purtroppo i ritratti a 200 Iso sono risultati affetti da micromosso a causa del tempo di scatto troppo basso e della scarsa luminosità (5,6) dell’obiettivo, quindi per questa sensibilità pubblico solo la foto a figura intera. La risoluzione delle foto è eccellente con i dettagli (i capelli ad esempio) ben definiti e nitidi. Il rumore comincia a comparire, nelle parti scure dell’immagine, e purtroppo si presenta con macchioline di colore piuttosto che con puntini scuri come in altre fotocamere. Le foto restano comunque nitide con una definizione molto elevata. A 3200 Iso il rumore aumenta un po’ ma rimane nelle parti più scure e meno illuminate. A 6400 Iso invece questo compare anche nelle parti illuminate e si ha una perdita di definizione. Il tutto aumenta a 12800 Iso dove il rumore pervade tutta l’immagine causando una perdita di definizione. Nel valutare i risultati però si deve tenere conto delle notevoli dimensioni delle foto che, se osservate al 100 % su un monitor, assumerebbero la grandezza, se viste per intero, di circa 135×90 cm e non si guarderebbero certo dalla distanza a cui si guarda un monitor. Con 5472×3648 pixel si possono fare stampe di circa 45×30 cm senza ridimensionamento. Sarà interessante vedere il confronto che farò con le foto della Nikon V1, riducendo le foto della NX200 a 10 Mpx. Le foto della NX200 sono quindi perfettamente utilizzabili fino a 3200 Iso e con riserva a 6400 Iso in caso di necessità.
L’unico difetto che ho riscontrato in questa macchina è quello, già citato prima, della assoluta assenza di un mirino. La cosa mi ha messo un po’ a disagio nello scattare le foto con il tele in quanto tenere la macchina a braccia in avanti per inquadrare, con un tele equivalente a 300 mm fa perdere stabilità e anche a questo addebito le foto mosse. La situazione peggiorerebbe senz’altro con il 18-200 mm, più pesante ed ingombrante. Di giorno in esterni poi a questo si aggiugerebbe la difficoltà di vedere uno schermo in piena luce, per quanto luminoso esso sia. Sperò che Samsung riveda questa sua decisione ed inserisc la possibilità di montare opzionalmente un mirino nei nuovi modelli.
La NX200 costa con lo zoom 18-55 OIS circa 800 €, in linea con le sue concorrenti Sony NEX5n e Olympus E-P3, ma offrendo una maggiore risoluzione e rispetto alla Olympus anche un sensore più grande.

Ringrazio infine il negozio La Placa per l’ottima organizzazione dell’evento e per avermi dato la possibilità di provare questa interessante fotocamera.

 

Passando il cursore sulle foto se ne può evidenziare il nome con la sensibilità Iso usata.

Annunci

7 pensieri su “Samsung NX200: primo test”

    1. Dino,
      e allora? Cosa vuoi dire?
      Le due macchine sono della stessa categoria ed in concorrenza fra loro. Su un noto sito di vendite online la NEX-5n è venduta a 648 €, la NX200 a 748, mentre il suo prezzo di listino dichiarato da Samsung è 849 €. C’è una differenza, e ognuno può scegliere in base alle proprie considerazioni.
      Francesco

      Mi piace

      1. (La NX200 costa con lo zoom 18-55 OIS circa 800 €, in linea con le sue concorrenti Sony NEX5n e Olympus E-P3)…mi riferivo a quello che hai scritto tu, la differenza di prezzo c’è e non è poco, tutto qui…saluti.

        Mi piace

        1. Comunque sono nella stessa categoria e concorrenti fra loro. La NX200 non è certo concorrente della E-PL1 da 300 € o della NEX7 da 1300.
          Francesco

          Mi piace

  1. Vedo un buon 6400, direi usabile senza grandi patemi… certo che chi vuole la foto super nitida noterà i problemi indicati, ma per le stampa normale va bene.
    Sarebbe interessante poterla. anche, confrontare con la sony nex7 e vedere se samsung ha recuperato il gap prestazionale nei confronti dei prodotti sony (in termini di sensori).
    Tuttavia non capisco alcune scelte di samsung, oltre al mirino digitale assente, la stabilizzazione che rimane sulle ottiche e la scelta di non inserire una matrice aggiuntiva (come per le 1 nikon) ad assistere la messa a fuoco

    P.S.: complimenti alla modella

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...