Panasonic FZ100: prime impressioni e foto

La Panasonic ha una lunga tradizione nel campo delle fotocamere bridge o superzoom. Praticamente ha inventato questa categoria di fotocamere con la presentazione, nel 2002, della FZ1 con 2 Mpx e obiettivo zoom Leica 12x 35-420 mm equivalente. Altra  superzoom Panasonic famosa è stata la FZ10, la prima con sensore da 1/2,5 e zoom Leica 12x. Sono seguite poi altre superzoom che hanno segnato nuovi primati. Le Panasonic sono state sempre considerate fra le migliori della categoria, anche se la concorrenza ha presentato numerosi modelli interessanti e validi.
L’ultima bridge di Panasonic, la FZ100, degna erede della serie, si presenta con caratteristiche notevoli: sensore CMOS da 14 Mpx, zoom Leica 24x 25-600 mm, sensibilità fino a 1600 Iso (6400 in Auto), schermo orientabile, video full HD 1920×1080 e slitta per flash esterni.
Ero curioso di provarla alla Photokina, anche in confronto alle reflex già provate.

La FZ100 si presenta molto bene con un corpo solido e ben rifinito. La prima impressione è stat di una fotocamera piccola, ma avevo in precedenza provato la Sigma SD15 reflex piuttosto abbondante.
I comandi sono facilmente accessibili con la ghiera per le impostazioni alla destra del mirino, il comando dello zoom coassiale al pulsante di scatto, il pulsante per la ripresa video subito dietro e quindi rapidamente accessibile senza staccare gli occhi dal mirino o dallo schermo, e infine l’interruttore di accensione, anche questo a portata di indice.
Anche i menu si dimostrano di facile comprensione, almeno per me che sono abituato alle Panasonic, soprattutto dopo che riesco a cambiare la lingua dal tedesco all’italiano.
Il mirino elettronico è buono, senza essere eccezionale, infatti ha solo 202.000 pixel, abbastanza piccolo,come in tutte le bridge.
Molto comodo invece lo schermo orientabile, utile per foto da angolazioni inusuali, alto o basso, e per il video.
Ho fatto uan serie di scatti a varie sensibilità, da 200 a 1600 Iso, trascurando i 100 alla quale i risultati sono sicuramente buoni, e quelle oltre 1600 perchè impostabili solo in Auto e non manualmente. Ho usato varie focali dello zoom, 28 55 e 600 mm ceercando di fare, nello stand, qualche foto che potesse dare informazioni significativa.
Ho salvato le foto sia in jpeg che in raw, e la cosa si è rivelata molto utile.
infatti da un primo esame delle foto in jpeg la FZ100 mi era sembrata la solita superzoom con foto accettabili fino a 400 Iso e con una marcata perdita di dettaglio oltre. Quando ho convertito le foto raw (con Lightroom) però ho avuto tutta un’altra impressione. Guardando le foto in sequenza a pieno schermo, con FastStone, quando dopo la foto jpeg appariva quella raw era come se dalla foto fosse stato tolto un velo. Certo guardando le foto con un ingrandimento al 100 % si notava un maggior rumore, ma la foto presentava molti più dettagli e soprattutto non dava l’impressione, alle alte sensibilità specialmente 1600 Iso, di un dipinto ad acquarello o impressionista.
A 1600 Iso il rumore nelle foto raw è sicuramente elevato, ma in alcune foto potrebbe essere considerato accettabile, in funzione del soggetto (foto P1020395r e P1020396r) e delle dimensioni equivalenti, quando viste al 100 %, a circa 120×90 cm. Inoltre il rumore è molto netto e preciso ed assomiglia alla grana delle pellicole fotografiche. A 800 Iso il rumore diminuisce ma si vede ancora, addirittura fino a 200 Iso, anche prevalentemente solo nelle zone più scure della foto.
Le foto jpeg invece sono quasi equivalenti alle raw fino a 400 Iso, con meno rumore, anche se io preferisco la miglior nitidezza di quelle raw. A 800 e 1600 Iso invece la riduzione di rumore distrugge i dettagli e diventano, alla massima dimensione, inaccettabili.
Nel formato A2 in pratica si guadagna uno stop di sensibilità. Sono discrete le raw a 1600 e buone le altre a sensibiltà più basse, mentre con il jpeg si può arrivare a 800 Iso anche se le foto perdono dettaglio e nitidezza.
Nelle foto formato a3 (equivalenti a stampe 42×30 cm) non pubblicate il rumore si nota solo nelle foto raw a 1600 Iso e pochissimo in quelle a 800 che sono quindi buone. Per il jpeg invece i 1600 Iso rimangono comunque inaccettabili con dettagli troppo confusi, mentre gli 800 Iso sono accettabili. Si vede quindi come sia importante salvare le foto in raw per migliorarne la qualità, nelle bridge più che nelle reflex.
La FZ100 comunque riconferma la tradizione di Panasonic e si pone fra le migliri bridge, probabilmente la migliore, in attesa di vedere se la Canon SX30IS potrà fare meglio.
Mi resta a questo punto la curiosità di vedere se la Fuji HS10 potrebbe migliorare con le foto raw; con le jpeg non mi è piaciuta e si è dimostrata nettamente inferiore alla FZ100. Cercherò di organizzare una prova con questo obiettivo.

Pubblico come confronto anche alcune foto fatte con la Fuji HS10.

Tutte le foto sono disponibili in formato originale sul mio account Flick

FZ100

http://www.flickr.com/photos/francescoc/sets/72157625110125594/

HS10

http://www.flickr.com/photos/francescoc/sets/72157623797453946/

 

Foto formato A2

200 Iso jpeg
200 Iso raw
200 Iso jpeg
200 Iso raw
200 Iso jpeg
200 Iso raw
400 Iso jpeg
400 Iso raw
400 Iso jpeg
400 Iso raw
400 Iso jpeg
400 Iso raw
Fuji HS10 - 400 Iso jpeg
800 Iso jpeg
800 Iso raw
800 Iso jpeg
800 Iso raw
800 Iso jpeg
800 Iso raw
Fuji HS10 - 800 Iso jpeg
1600 Iso jpeg
1600 Iso raw
1600 Iso jpeg
1600 Iso raw
1600 Iso jpeg
1600 Iso raw
Fuji HS10 - 1600 Iso jpeg
Advertisements

91 pensieri su “Panasonic FZ100: prime impressioni e foto”

  1. La Panasonic è forse poco considerata fra gli appassionati ma i risultati delle sue macchine sono sempre all’apice della categoria. Aggiungiamo che le ottiche Leica non hanno solo il glorioso nome inciso sull’obiettivo, ma consentono un ulteriore miglioramento.
    Tengo come una reliquia la mia TZ3 che a parte i conosciuti limiti alle alte sensibilità sforna foto eccellenti a dispetto del suo piccolo sensore.
    In questo momento si sta raffreddando la mia febbre da Foveon (i limiti sono talmente tanti che i pregi restano in ombra) anche perchè i sensori Bayer hanno fatto talmente tanti progressi da essere raffrontabili. E di questo si è resa conto persino la Sigma che tenta il salto della quaglia con la sd1, che i più giovani fra noi riusciranno forse a provare.
    ciao

    Mi piace

  2. Bene, mi sembra che le foto siano belle della Fz 100 (migliori della Hs10)…ora mi resta il dubbio se sia migliore la Fz100 o la Canon sx30is…certo che, se la qualità immagini fosse la medesima, i raw che la canon non ha, il display con maggiore risoluzione e grandezza, i filmati in full hd, sembrerebbero far propendere per la Panasonic…diverso il discorso se la qualità delle foto fosse migliore nella Canon, a quel punto non mi interesserebbe certo il display o il full hd, mi accontenterei tranquillamente di filmati in hd e display con minor risoluzione (beneficerei di uno zoom e un grandangolo più performanti)…la QI sarà determinante per la mia scelta….

    Mi piace

  3. Sono daccordo con Michele su quanto afferma.
    A questo punto non resta che aspettare le tue analisi per quanto riguarda la qualità fotografica della Canon 30is (e sono anche curioso di sapere come valuterai i raw della Fuji hs10) dunque rimarrò ancora “appeso” per non so quanto tempo… non farci attendere troppo!!
    Grazie infiniti per il lavoro che stai compiendo e l’enorme disponibilità e competenza che offri.
    A presto, Alberto G.

    Mi piace

    1. Infatti, in più, che prima avevo dimenticato nonostante sia forse la cosa che più apprezzerei della Pana che invece la canon non ha è la possibilità di raffiche vere (11fp contro 1,1fp della canon)…la hs10 non la considero soprattutto per le dimensioni che rispetto alle altre 2 sono decisamente maggiori…e avendo appunto due valide alternative, resto su queste…grazie francesco, pensiamo dalle tue labbra anche per un confronto tra le 2. ciao

      Mi piace

  4. Ciao mi chiamo Antonio, vista la tua notevole esperienza e lungimiranza mi sento di chiederti un parere franco e diretto su due macchine che mi interessano ma che non conoscendole da vicino, tranne le preziose recensioni che si possono trovare sul tuo sito, mi rendono indeciso e titubante…mi riferisco alla Panasonic zf 100 – VS – Fuji hs 10.
    Cosa mi dici? Quale preferisci e perchè? Grazie

    Mi piace

    1. Antonio, fra le due preferisco la FZ100 per la migliore qualità d’immagine sia alle basse che alle alte sensibilità.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Ciao Francesco, laFz100 l’hai testata direttamente, dalle immagini che si trovano in rete e che avrai certamente visto e dalla tua esperienza, come giudichi la QI della Canon sx30is e di questa in rapporto alla Fz100? grazie

        Mi piace

        1. Michele, da quello che ho visto in rete è difficile dare valutazioni. Preferisco però dare un giiudizio dopo averla provata personalmente. Tenendo conto però che non può salvare le foto in raw non credo che possa essere all’altezza della FZ100.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

          1. Grazie Francesco, dici che la mancanza del RAW possa fare così tanto la differenza? potrebbero implementarla con un aggiornamento firmware? Speriamo presto in un bel confronto tra le due…magari anche recensioni da dpreview che latita parechio. ciao e grazie ancora

            Mi piace

  5. Ciao Franceso, grazie per l’ottimo lavoro che svolgi sul tuo sito. Non è mia intenzione farti fretta, (…..anzi onestamente si), ma giusto per metterti a conoscenza che anche io, come Michele e penso molti altri, aspetto con ansia il tuo autorevole parere nella comparazione delle foto scattate in Raw della hs10 vs Panasonic fz100. Che ne dici, se po’ fa?
    Grazie anticipatamente.
    Mauro

    Mi piace

    1. Mauro, spero di si. Devo aspettare che un mio amico mi dia la disponibilità della HS10. Con un po’ di pazienza si può fare.
      La Canon SX30IS invece penso di provarla ai prossimi Canon day, ma non ha il raw.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  6. Ciao, prima di acquistare la FZ 100 sarei interessata di vedere i file video di prova generato originale dalla fotocamera (penso in .MOV)?
    Hai la possibilita di inviarmi un file originale o dirmi dove lo posso scaricare?
    Grazie
    Cordialissimi……
    Nikita

    Mi piace

  7. E’ un prodotto interessante, la qualità nelle foto postate è di buon livello, in quelle condizioni difficili , non è semplice tirare fuori luce a sufficienza senza perdite e colori realistici…
    Volevo segnalare un ulteriore aggiornamento sulla fotografia che può essere utile a chi scatta e ha delle mire più professionali, che lo aiutino ad orientarsi e decidersi per un passo in avanti. Il link:
    http://notitiae.wordpress.com/2010/10/10/manuale-fotografia-parte-iv-fotografia-professionale-e-artistica/

    Mi piace

  8. Ciao francesco,
    quando farai il confronto delle foto in raw della hs10 vs fz100, potresti anche riportare le tue impressioni sulla velocità che la macchina ha tra uno scatto e l’altro. Ti chiedo questo perché in diveri forum ho letto che ci vogliono parecchi secondi con questa modalità. Se cosi’ fosse, è laborioso cambiare velocemente il settaggio? Chiedo per la fuji visto che la Pana sembra dare già ottimi risultati anche solo in Jpg (almeno per le mie esigenze). Grazie mille. Mauro

    Mi piace

    1. Con tutte le bridge e compatte che salvano in raw (poche) ci vogliono sempre parecchi altri secondi, oltre i secondi normalmente necessari, per elaborare la foto e poterne scattare un altra. Sulle reflex lo scatto successivo è praticamente immediato. Questo perchè gli elaboratori montati sulle bridge sono meno potenti di quelli delle reflex e i buffer più piccoli.
      Se si vuole la leggerezza (con la HS10 si fa per dire!) e non avere altri obiettivi oltre quello fisso a qualche compromesso si dovrà pur scendere.
      Per me infine la Panasonic da buoni risultati in jpeg solo fino a 400 Iso, ma in raw è migliore a tutte le sensibilità. Se per te il jpeg è sufficiente usalo pure.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  9. Grazie sia a Chine che a te Francesco.
    Sfortunatamente non è la rispoata che speravo di avere. 4-5 secondi da uno scatto all’altro per “sperare” di ottenere una qualità migliore non è quello che sto cercando. Altrimenti perché cambiare la mia ottima bridge. Vecchia si, ma che ci ha dato ottime soddisfaziioni. E’ una olympus C-750 Ultrazoom. Sono convinto che dopo 6-7 anni la hs10 abbia anche qualche cosa in piu’, ma sfortunatamente sembra che non corrisponda alle mie esigenze. Avendo letto il tuo blog in lungo e in largo, ho capito benissimo che una reflex entry level sia quello che fa per me ( la mia preferita è la d5000), ma sono uno a cui piace camminare: A-con poco ingombro che fuoriesce dal corpo della macchina fotografica, B-non voglio preoccuparmi di setteggi e sotto menu vari, perchü per me una macchina fotografica deve fare buone foto semplicemente. Di regola io scatto una fotografia se quello che vedo mi piace, percio’ la macchina deve ritornarmi il piu’ fedelmente possibile quello che immagazzina perchè rivedendola poi, a distanza di x-tempo mi possa dare le stesse senzazioni. Questo pero’ mi andava bene prima che arrivassero i miei due bimbi. cercare di fare delle buone foto mentre giocano, per il momento vuol dire solo foto mosse o aver perso l’attimo! Da qui la mia decisione di acquistare una macchina nuova. Per cio’ Francesco ti chiedo un’ultima precisazione: a me piace, oltre che fotografare i miei bimbi, fare foto di paesaggi, per lo piu’ in montagna. Acquistando una Reflex e comprando poi un 18-135 o un 18-200 ( da te piu’ volte consigliato), o un 18-270( anche se credo sia un po troppo ingombrante), riuscirei senza cambiare mai l’obbiettivo ha fare le mie foto? Se ho capito bene, con la qualità che ho da una reflex, dovrei poter fare dei dignitosi ingrandimenti (crop giusto? Ovviemente con le ottiche di cui sopra)fino a quale equivalente in mm, per cui il risultato sia ancora apprezzabile?
    Credo che per me sia la cosa piu’ giusta acquistare una macchina seria, non mi piace rincorrerre la tecnologia.
    Mi piace molto anche la Pentax K-r per via che, almeno a numeri nelle dimensioni, sembri essere piu piccola della D5000. Come le vedi a confronto?…..Scusa ancora una domanda.
    Come al solito ti ringrazio anticipatamente per la tua cortesia.

    Mauro

    PS: perdonami se sono stato un po’ prolisso!

    Mi piace

    1. Mauro, vedo che ti sei scontrato con i problemi che si presentano con compatte e superzoom quando si vogliono fotografare soggetti in rapido movimento come i bambini (non è necessario quindi fare foto sportive per accorgersi del problema!).
      La reflex è un’ottima scelta però piuttosto che una Nikon D5000 ti consiglierei la nuova D3100, con Nikon 18-200 o Sigma 18-250, piuttosto che col Tamron più lento per la messa a fuoco. Anche la Pentax K-r potrebbe essere una buona scelta, ma per ora l’ho vista solo staticamente e non so se è già in vendita.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Caro Francesco, innanzitutto complimenti e grazie per il blog completo e utilissimo.
        Sono alle prese con l’acquisto di una nuova macchina dopo il felice possesso di una Fuji finepix 5000 ed ero combattuto tra FZ100 e Canon sx30is. Ma dalle valutazioni più volte lette ora, compatibilmente con il budget, sarei indirizzato verso una reflex. Quale obbiettivo ritieni sia preferibile come inizio, ma senza troppe limitazioni? Io sarei orientato sulla d 3100, ma ho visto buone occasioni di KX, la ritieni ancora valida o meglio la prima? Ti prego, rispondimi!

        Mi piace

        1. Dario, la K-x a me non piace molto perchè non evidenzia nel mirino i punti AF. Infatti Pentax ha modificato questa cosa con la K-r-
          La D3100 è ottima e costa poco. L’obiettivo più adatto è il 18-105, molto buono, con cui è offerta in kit.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  10. l’HS10 per Jpeg parte con una regolazione default soft, come le blasonate Canon 50D e Nikon D90,che da nitidezza 3 bisogna portare almeno a 6.Aumentando nitidezza e contrasto i risultati cambiano,come dimostrato da un mio test stesse inquadrature con Nikon D80 di un amico,10mpx e 18-200(27-300mm)contro (24-720mm).I dettagli sembrano quasi maggiori.L’HS10 inoltre in scarsa luminosità fa 4 scatti di seguito con varie sensibilità dai quali esce un discreto fotogramma.Sto acquistando la mia 12^reflex digitale,ma, onestamente se regolata bene,l’HS10 è buona.Anche dalle tue foto FZ100(14mpx-Vs.10/24x-Vs.30x) si vede a 1600 un forte rumore(crominanza),quasi assente su HS10,anche se foto soft per motivo detto.Ho anche TZ10 25-300mm(similprezzoHS10)a 1600 iso le foto sono inguardabili.L’HS10 va provata bene.

    Mi piace

    1. Luciano, grazie del tuo commento.
      Vorrei però farti notare alcune cose:
      1) la reflex, D80 in questo caso, può montare obiettivi diversi da quello usato, fisheye, grandangoli da 8 mm in su, tele fino a 1000 mm, obiettivi fissi luminosi fino a f/1,2, obiettivi macro, decentrabili e basculabili, la Hs10 è vincolata al suo fisso
      2) più che esserci maggiori dettagli nelle foto fatte con le compatte e superzoom c’è solo maggior profondità di campo e maggior accentuazione dello sharpening per farle sembrare più nitide
      3) il rumore nelle foto fatte con la HS10 pubblicate e su quelle che mi hai mandato è relativamente ridotto in quanto eliminato dalle aggressive funzioni di riduzione di rumore operate da Fuji durante la conversione in jpeg. Per questo motivo le foto perdono di nitidezza. Ho avuto delle foto fatte con la HS10 e salvate in raw da un altro amico che non ho ancora pubblicato ma il rumore, se convertite come quelle della FZ100 senza alcuna riduzione, è superiore e molto meno piacevole di quello della FZ100.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  11. io son curioso solo di una cosa come si fa a fare lo stesso scatto in jpeg e raw …mi sembra strano.siamo certi degli scatti fatti siano reali.scusate lo scetticismo …

    Mi piace

    1. Toni, non essere scettico, basta impostare sulla macchina il salvataggio raw+jpeg, cosa che consentono di fare quasi tutte le macchine che salvano in raw.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  12. Grazie mille Francesco per i tuoi consigli. Anche io ho preso in considerazione la D3100 che preferisco alla D5000 solamente per un minore ingombro del corpo macchina e per il display piu grande da 3″. Ma ad essere sincero non l’ho ancora ben studiata.
    Ringrazio anche Luciano per le precisazioni fatte sull’HS10. Non nascondo che per poco non ho acquistato questa macchina che, almeno sulla carta, corrispondeva alle mie esigenze. Quello che colpisce leggendo le innomerevoli recensioni e/o dibattiti, é come possa fare delle cose molto buone ed altre inguardabili. Colpa della macchina, del fotografo,del software non ancora a punto (c’é gia un “primo” aggiornamento) o cosa?
    Altra riflessione: possibile che la giuria EISA Award abbia clamorosamente “cannato” nel premiare questa macchina?
    Luciano, dici giusto, la macchina va provata, ma credo che ci voglia un bel po’ di tempo per settarla in modo dignitoso, oltre al fatto (per nulla trascurabile)che bisogna sapere cosa si sta facendo. Oppure le dritte che hai dato sono già sufficenti?
    Luciano,(io approfitto) come va la macchina con soggetti in movimento?
    Scusa Francesco se chiedo ancora della HS10, ma prima di scartarla definitivamente voglio essere pienamente convinto che non faccia al caso mio…..eh si!…ancora un po’ mi tenta.
    Sarebbe interessante un negozio in cui affittare per un giorno le apperecchiature fotografiche e farsi un’idea chiara di cosa si acquista, anche in base alle propria esperienza.
    Grazie a tutti.

    Mauro

    Mi piace

    1. Salvio, anche a me sarebbe piaciuto, ma come credo che avrai letto, le foto sono state fatte alla Photokina, stand Panasonic e non era permesso prendersi le macchine e portarsele in giro in esterni, e nemmeno allontanarsi dal bancone in quanto erano legate. Forse non sei mai stato a uno show di attrezzature fotografiche.

      Mi piace

      1. Hai ragione, mai stato in uno show però magari conoscevi un link dove si potevano vedere altre immagini. Ma secondo te una compatta che magari non ha uno zoom 26X ma 14X e quindi un ingombro minore si ottengono foto di uguale qualità?
        Per uno che non vuole una reflex ma comunque una macchina tutto fare di buona qualità che consiglio daresti? Grazie

        Mi piace

  13. Ciao Francesco, mi chiamo Daniele, ho in animo di cambiare macchina fotografica. Sono molto appassioanto di fotografia con discreti risultati, dicono. Amo soprattutto le operazioni in manuale, poichè ho imparato a fotografare prima con una reflex Canon anni’70 di mio padre e poi con una Voigtländer ancora più vecchia (vitomatic II). Sono poi passato alle Canon Powershot e l’ultima è stata la A640. Ora vorrei passare alla FZ100 e mi chiedo se mi possa dare soddisfazioni anche in ambito “manuale” e una praticità, dettata dal fatto che con bimbi piccoli zoom, stabilizzatore ottico, full HD e quanto sembra offrire la panasonic possano fare al caso mio, mantenendo spero la possibilità di fare “fotografia” a buon livello e in ogni situazione. Vorrei un consiglio da te e se, nel caso aspettare a vedere anche la nuova 35x di canon S30IS, giusto per non abbandonare la famiglia canon, anche se credo che, a parte lo zoom ottico, non so se sarà a livello della fz100. Ho infine dubbi però sulla qualità dell’immagine della fz100, dipende dall’uso manuale, auto, ISO o proprio si pone su un livello inferiore rispetto a canon e modelli precedenti panasonic? Grazie infinite dell’attenzione, Daniele

    Mi piace

    1. Daniele le fotocamere bridge sono fatte per fotografare prevalentemente in automatismo, ma questo non significa che si debba lasciar fare tutto alla macchina. La sensibiltà Iso è uno dei parametri che è bene fissare manualmente, o almeno se si usa l’AutoIso, limitarne il valore massimo.
      In generale fotografare regolando manualmente la macchina non migliora la qualità delle foto, semmai la può peggiorare se la regolazione è sbagliata. Come regoli l’esposizione’ Misuri la luce con un esposimetro esterno? A luce incidente o riflessa? Vai ad occhio? Fai una prova e verifichi sul monitor che sia corretta sperando che questo ne dia una rappresentazione realistica (quasi mai)? Tutte queste modalità si prestano per una fotografia statica, ma non per foto al volo e per soggetti in movimento (come i bambini).
      Regoli forse manualmente la macchina in base alle indicazioni del suo esposimetro?
      Il modo migliore di operare, a meno che non si sia in condizioni di luce controllata e costante, è quello di impostare la macchina in P (Program o come dicono alcuni professionisti americani Professional), lasciar regolare l’esposizione alla macchina e poi, se se ne ha il tempo, verificare tempo e diaframma variandoli se necessario secondo le proprie esigenze a parità di esposizione oppure modificando, sempre se necessario (es. controluce) l’esposizione con l’apposito comando.
      Anche per la messa a fuoco la cosa migliore e più rapida è lasciar scegliere alla macchina, verificando però che i punti AF che usa siano sul soggetto. In alternativa si può fissare il punto AF centrale, focheggiare puntandolo sul soggetto e premendo a metà il pulsante di scatto e poi senza rilasciarlo ricomporre.
      Tutto questo si può fare anche con alcune bridge come quelle in oggetto, ma molto più facilmente con le reflex.
      La FZ100 è una delle migliori bridge, come la SX30IS. La differenza è che ls Panasonic offre in più la possibilità di salvare le foto in raw consentendo un miglioramento della loro qualità nella conversione in jpeg. Non vedo perchè si debba porre su un livello inferiore ai precedenti modelli, infatti ha un obiettivo, un sensore e un elaboratore d’immagine migliori.
      piuttosto se sei abituato alla qualità delle macchine a pellicola le bridge potrebbero non essere soddisfacenti.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    2. Ciao Daniele,
      Francesco ti ha risposto per il confronto con la pellicola. Provo a risponderti per il confronto con la A640: la FZ100 può darti soddisfazioni anche in ambito manuale, ma le reflex differiscono dalle bridge per la velocità di messa a fuoco, la programmabilità dei tasti, il mirino ottico che ti spingono ad utilizzare la macchina in modo diverso, quindi potresti incontrare un piccolo miglioramento rispetto alla A640, ma non un “salto”. Qualità delle immagini: la A640 ha 10 MPixels e una buona qualità delle immagini, quindi con la F100 il cambiamento non sarebbe molto grande, avresti in più il salvataggio in RAW che ti permette di intervenire manualmente.
      I cambiamenti più importanti, da A640 a FZ100 secondo me sono: scatti a raffica (utili per i bambini), video HD con svariate impostazioni manuali.
      Il mio consiglio: se hai già una videocamera, aspetta cambiare la A640, o passa direttamente a una reflex. Altrimenti la FZ100 è la migliore bridge oggi disponibile: ma tieni conto che anche la reflex nikon D3100 ha il video.

      Mi piace

      1. ciao a tutti ed un immenso GRAZIE a Francesco per la sua competenza e passione!!
        Mi dibatto da un paio di mesi a questa parte nella scelta fra fuji hs10,pana fz100 e la new entry sx30; scarto le reflex per scelta, sono conspevole di rinunciare a un pò di qualità pur di non girare più con l’immancabile borsone..
        fra le 3 propendo per la fz100 per l’ottica leica e la maneggevolezza;mi chiedo però se sia pratico l’adattatore per i filtri contro le altre 2 che hanno la filettatura direttamente sull’obiettivo, in quanto mi capita di usare il polarizzatore o un nd quando c’è l’acqua, per non parlare cmq della pura e semplice protezione dell’obiettivo..
        inoltre non mi interessano i video, mentre il RAW mi incuriosisce ma con una buona post-produzione riesco a fare stampe di mio gradimento anche da jpeg..
        dimenticavo:rimango fra queste 3 per il grandangolo, il 28mm
        mi stà stretto…..

        Un saluto a tutti voi,
        Mark

        Mi piace

        1. Mark, prima di tutto vorrei dirti che per portare in giro una reflex con un 18-200 e basta non serve un borsone ma una borsa poco più grande di quella che ti servirebbe comunque per una bridge. Se ne possono trovare tante.
          Fra le tre bridge escluderei la HS10 vista la sua insoddisfacente qualità delle immagini. La FZ100 e la SX30IS sono più o meno sullo stesso piano, con la Panasonic che potendo salvare in raw ha maggiori possibilità di miglioramento. Il raw serve in questo caso innanzitutto per controllare la riduzione di rumore evitando che quella eccessiva applicata dalla macchina nella conversione in jpeg elimini troppi dettagli. Inoltre può servire per correggere eventuali errori di esposizione o di bilanciamento del bianco, e di tanti altri parametri che in jpeg non si possono modificare.
          Per l’adattatore filtri credo che non ci siano problemi con i polarizzatori in quanto non gira durante messa a fuoco e zoomata.
          Comunque una reflex anche super economica, come quelle che presenterò in un prossimo articolo, credo che sia la scelta migliore. Non c’è problema di rumore se non alle altissime sensibilità e comunque meno delle bridge a 400 Iso e per i grandangoli se ne possono avere quelli che si vogliono.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  14. Grazie intanto per i repentini e costruttivi consigli che mi avete dato. Ora cecherò di circoscrivere i miei dubbi residui,in base alle vostre spiegazioni, e all’uso, come dice Francesco, che intendo effettuare della macchina fotografica. Inizialmente usavo l’esposimetro esterno, poi, ho cercato di classificare tutte le situazioni possibili di combinazioni tempo e luce negli anni e con la A640,sono arrivato ad usarla anche solo con impostazioni manuali, con buoni risultati. Non disdegno assolutamente gli automatismi della fz100, anzi, sono sicuro che abbia ben un ventaglio di possibilità maggiori della A640 per combinare foto ancora migliori. Credo che un ottico 24x sia più che buono (35x canon, forse troppo?)e il full hd mi tenta molto (nonho la video camera), per avere anche un tutto in uno. L’unico mio dubbio riguarda ancora la qualità delle foto della fz 100, tenendo conto che ha 14 mpx e la mia canon 10 mpx, ma che già dava foto buone. Alcune recensioni di riviste tedesche, credo autorevoli, computerbild.de e chip.de tendono a ritenere inferiore la fz100 per qualità d’immagine rispetto alla fz238 e paragonabile ad un 10 mpx, ma, ditemi voi, dipende solo dalla macchina in sè o anche da come viene gestita dal fotografo e come o che cosa fotografo. Insomma, vorrei fare un salto di qualità senza prendere una reflex, giudicando la fz 100 o simili, a questo punto, più consone alla gestione del mio modo di fotografare, senza trascurare che amo tentare di produrmi in foto professionali e ricercate, grazie infinite, daniele

    Mi piace

    1. Daniele, Chine (Simone) ti ha già dato ottime indicazioni. Non conosco le review che hai indicato, ma se sono in inglese le guarderò (in tedesco riesco a capire solo le caratteristiche delle auto!). Devo dire però che da quando esistono le fotocamere digitali ogni nuovo modello, con piùpixel, è stato sempre accusato di dare una qualità d’immagine peggiore del precedente. Il problema è che la maggior parte dei critici e dei fotografi guardano le foto sullo schermo al 100 % di ingrandimento. Una foto con più pixel al 100 % è ingrandita di più di una con meno pixel e quindi evidenzia più difetti e più rumore a causa del maggior ingrandimento e perchè il rumore è anche funzione della frequenza spaziale (più pixel a parità delle dimensioni del sensore vogliono dire che si rileva e riproduce una frequenza spaziale più elevata). Se però si ridimensionano le foto, misurandole in pixel, tutte alla stessa dimensione, come faccio io, ci si accorge che le foto con più pixel, a parità di livello di tecnologia del sensore, hanno lo stesso rumore. Se poi si prendono sensori di livello differente, ad es. uno di 4-5 anni fa e uno odierno, si vedrà che quello attuale, con più pixel, avrà un rumore inferiore a causa dei progressi tecnologici.
      Tornando alla FZ100 se si salvano le foto in jpeg oltre i 400 Iso queste sono un po’ troppo morbide e perdono dettaglio a causa della riduzione di rumore attuata da Panasonic. Se si salvano in raw e si convertono riducendo la riduzione di rumore si possono ottenere foto più nitide e con un rumore non invadente.
      La Canon invece non può salvare in raw ma attua una riduzione di rumore più discreta. Le sue foto a 800 e 1600 Iso sono un po’ troppo morbide ma possono essere migliorate con una maschera di contrasto.
      La scelta migliore, anche per le foto professionali, resta comunque quella che ti ha già detto Chine. una reflex economica, ad es. la Nikon D3100, con uno zoom 18-105 o meglio 18-200 Nikon o 18-250 Sigma.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  15. Ciao Daniele,
    ho una HS10 da circa 3 mesi. I vantaggi e svantaggi sono quelli che hai elencato: con la FZ38 otterresti già i video (non in full HD ma 1280×720), le modalità manuali e altro ad un prezzo contenuto. Tra SX30, HS10 ed FZ100, quest’ultima produce immagini migliori. Tutte hanno i problemi legati ai sensori piccoli: rumore eccessivo sopra gli 800 iso, e possibilità limitate di giocare con la profondità di campo. La nikon d3100 è una reflex entry level che ti darebbe ottime foto e i video, ad un prezzo leggermente superiore, con la limitazione del costo delle ottiche, che tuttavia manterrebero più valore nel tempo (e un 18-200 o un 16-135 avrebbero già un’ottima escursione focale).
    Resta l’imbarazzo della scelta: nel mio caso ho preso una bridge perché volevo fare un po’ di esperienza con le impostazioni manuali e i filtri (la HS10, in teoria, ha impostazioni simili ad una reflex) ed ho un figlio di sette anni che potrebbe utilizzarla quando passerò ad una reflex.

    Mi piace

  16. Gentili amici del forum,
    Vi chiedo un consiglio per un prossimo acquisto.
    Cerco una digitale di buon livello con grandangolo per foto di lavoro (rilievi fotografici in edilizia) adatta anche al tempo libero.
    Ho individuato la Leica V lux 2. a circa 750 euro.
    Cosa ve ne sembra?
    C’è qualche prodotto similare magari un pò più economico.
    Ho visto la Panasonic FZ 100 cosa mi consigliate.

    Non sono un esperto del settore.
    Ringrazio anticipatamente chi mi vorrà aiutare.

    Mi piace

    1. Alessandro, che tipo di rilievi devi fare? Se sono foto di edifici in cui non è rilevante la distorsione e le linee cadenti allora una bridge può andar bene, altrimenti ci vorrebbe qualcosa di più.
      La Leica V-Lux 2 comunque non è altro che la Panasonic FZ100 con un differente firmware che secondo Leica dovrebbe migliorare la qualità delle foto e con in meno la ripresa video Full HD (1920×1080) sostituita dalla HD (1280×720). Il tutto per 300 € in più (il costo del bollino rosso con scritto Leica).
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Francesco scusa… Cosa si intende in fotografia per “linee cadenti e distorsione” ?
        E perché le bridge ne soffrono e le aps no?

        Grazie della spiegazione tecnicaf

        Mi piace

        1. Albert, la distorsione è una deformazione delle immagini causata dall’obiettivo. In particolare si vede nelle linee rette, verticali e orizzontali. In genere si dice “a barilotto” quando due linee parallele, orizzontali o verticali, a causa della distorsione convergono assumendo la classica forma della botte; “a cuscinetto” invece quando le linee divergono, come in un cuscino. La distorsione c’è, più o meno accentuata, in quasi tutti gli obiettivi indipendentemente che siano di una compatta, bridge o reflex. In genere però è più accentuata per i grandangoli e per gli zoom ad ampia escursione. Attualmente può essere corretta, almeno parzialmente, via software in post produzione.
          Le linee cadenti invece sono un effetto ottico dovuto al fatto che per inquadrare un edificio alto, ad esempio una torre, si inclina verso l’alto la fotocamera. L’effetto consiste nel fatto che le linee verticali dell’edificio si vedono oblique e convergenti verso l’alto. Anche questo effetto riguarda tutte le macchine e non solo le bridge. Le linee cadenti si possono correggere usando appositi obiettivi per reflex decentrabili e basculabili e piuttosto costosi, oppure via software anche se non sempre si riesce ad effettuare una correzione completa.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

      2. Caro Frncesco,
        il Sigma 8/16 mm costa circa 800 Euro. Mi sembra eccessivo per un profano della fotografia come me ed inoltre quanto dovrei spendere per una macchina fotografica di pari livello?
        Ho visto la Samsung NX 100 proposta con 5 obiettivi.
        Possiamo definirla una REFLEX? cosa ne pensi?

        Mi piace

        1. Alessandro, il Sigma 8-16 mm è un supergrandangolo eccezionale e di ottima qualità, l’unico con una focale così corta per il formato APS e il suo prezzo è di conseguenza. Si può montare su qualsiasi reflex APS, dalla più economica alla più cara, sempre con ottimi risultati.
          La NX 100, per la quale Samsung ha “promesso” la disponibilità di 5 obiettivi (Canon e Nikon ne hanno oltre 50, solo di originali), è un’ottima e simpatica fotocamera, però non è una reflex, ma una EVIL (Electronic Viewfinder Interchangeable Lens) o “mirrorless” che dir si voglia. Non ha cioè uno specchio reflex, ma richiede di inquadrare dallo schermo posteriore, come le compatte, o con un mirino elettronico ausiliario da comprare a parte.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  17. Gentile Francesco,

    i miei rilievi fotografici degli esterni non richiedono particore qualità ma talvolta per individuare dettagli quali microcavillature, imperfezioni, aloni, mi serve un’elevata definizione.
    Inoltre alcune volte i rilievi interni di stanze molto piccole impongono l’uso di grandangoli ed il displei orientabile è cosa buona e gradita.
    Vorrei qualcosa adatto anche al tempo libero per evitare di avere due macchine e imparare due manuali perchè per la mia indole già uno è troppo.
    Mi andrebbe bene anche una digitale compatta ma non ne ho individuate con prestazioni simili alla LEICA v lux 2.
    In effetti se potessi risparmiare un pò dei 750 euro non mi dispiacerebbe.
    Attualmente ho una digitale compatta fuji finepix di 8 anni fa, comperata senza particolare attenzione alle caratteistiche, ma ho sempre avuto problemi con la messa a fuoco delle macro, con la nitidezza e con la luce.

    Grazie.

    Mi piace

    1. Alessandro, l’ideale per queste foto sarebbe una reflex più che una bridge.
      Con ad esempio una Nikon D5000 con lo schermo orientabile e con 18-105 VR potresti fare ottime riprese di esterni. Per gli interni piccoli ci vorrebbe un supergrandangolo e il più adatto è il Sigma 8-16 mm che ti consentirebbe riprese anche in ambienti minuscoli.
      Se invece preferisci una bridge prendi la Panasonic FZ10, ma non avrai un grandangolo cos’ ampio come col Sigma. Come ti ho detto la Leica V-Lux 2 è la FZ100 col marchio Leica.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  18. Ciao Francesco, mi spiegheresti, se esiste, la differenza tra modelli di Bridge che riportano la dicitura EG-K, EF-K, E-K, E-K EU Model? Ho capito che F, G, sono le nazioni, ma i modelli sono identici? è un problema di istruzioni o cambiano anche gli accessori, visto che c’è una leggera oscillazione di prezzo? O, infine, è riguarda solo le modalità di importazione?Grazie, Daniele

    Mi piace

  19. ciao francesco,seguendo il tuo consiglio ho acquistato una panasonic fz100 e volevo ringraziarti: ne sono rimasto entusiasta.per i miei bisogni e’ perfetta,zoom veloce,scatto a raffica,ampio display (molto nitido) orientabile e una moltitudine di funzioni da far impazzire. e poi veramente maneggevole.forse l’unico neo, almeno per me, sono i pulsanti sul dorso che, molto piccoli e vicini,piu’ di una volta, nella fretta,mi hanno fatto cambiare impostazione.
    ora un quesito se mi puoi aiutare:scattando foto,nel mezzo faccio qualche breve ripresa e attaccando direttamente la macchina al tv vedo sia le foto che i filmati in hd;scaricandole sul computer vedo solo le foto e non riesco ad aprire i filmati fatti in hd.ho provato a fare filmati in jpeg ma il problema rimane.che sia un problema di scheda video? aiuto!

    Mi piace

  20. Buongiorno Francesco,

    avrei un piccolo quesito da neofita interessato all’acquisti della FZ100. Nelle specifiche tecniche di Panasonic viene sempre indicato un sensore MOS, da 14,1 megapixel, mentre nella tua descrizione viene richiamato un sensore CMOS. Pensi possa esservi una differenza sostanziale o la cossa è irrilevante, data la constata qualità degli scatti da te effettuati?

    Grazie. Fabio

    Mi piace

    1. Fabio,
      CMOS vuol dire “Complementary Metal-Oxide semiconductor” ed la tecnologia utilizzata per realizzare i circuiti che utilizzano i transistor MOSFET “metal-oxide-semiconductor field-effect transistor” cioè i transistor metallo-ossido-semiconduttore a effetto di campo altrimenti detti anche brevemente transistor MOS. Il circuito può usare lo schema N-MOS o P-MOS o entrambi.
      Quindi dire che un sensore è CMOS vuol dire che utilizza transistor MOS.
      Alcuni produttori, ad esempio Olympus per la serie PEN, dichiarano di usare lo schema N-MOS. Nella maggior parte dei casi, come nella FZ100, non è specifato nulla e quindi si sensori ono definiti CMOS o MOS come dice Panasonic nelle sue specifiche.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  21. Francesco, ho capito che se si entra nell’area “reflex”, più che scegliere la macchina bisogna pensare a quanto costeranno gli obiettivi.

    A tuo avviso, volendo incominciare, quali obiettivi sceglieresti per coprire un pò tutte le necessità di un neofita?

    Tralasciando le esigenze estreme, alle quali dedicherei una puntata a parte, quale marca di obiettivi sceglieresti? E di conseguenza quale macchina sceglieresti sulla fascia della D 5000 da te suggerita?

    Quanto importante è l’attacco metallico piuttosto che in plastica?

    Io sono quello delle foto di rilievi in edilizia e del tempo libero.
    ciao

    Mi piace

    1. Alessandro,
      è molto difficile indicare quali obiettivi scegliere senza sapere il genere di fotografie preferite.
      Comunque per l’uso generico e per iniziare la scelta migliore è uno zoom ad ampia escursione 18-200 più o meno.
      Per la marca dipende dalla fotocamera. per Nikon la scelta migliore è ovviamente il Nikon 18-200 VR II. In alternativa sono buoni e validi il Tamron 18-270 VC e i Sigma 18-250 OS o 18-125 OS.
      Piuttosto che la D5000, ormai fuori produzione anche se ancora si trova, prenderei la D3100, a meno che tu non sia interessato allo schermo orientabile.
      L’attacco in metallo è più duraturo di quello in plastica e quindi sopporta senza problemi cambi frequenti di obiettivo. Questo è importante per i professionisti. Se si cambia raramente obiettivo non ci sono problemi anche con quello in plastica.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  22. Francesco, scusa un’altra domanda, ma quale sconto è lecito aspettarsi da un rivenditore rispetto al prezzo di listino praticato dalla casa?
    ciao

    Mi piace

    1. Non è facile dirlo perchè dipende anche dall’interesse a vendere un certo modello piuttosto che un altro e dalle eventuali promozioni. Di solito si può avere un 10 %, massimo 15.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  23. Ciao Francesco, ho notato che in un altro forum hai poi risposto alla mia domanda sulle sigle delle bridge e in particolare della FZ100 che, alla fine, e grazie ai tuoi consigli, ho acquistato! Sto facendo pratica e le prime foto sperimentali, nulla da dire, sono molto soddisfatto e volevo chiederti la possibilità di pubblicare qualche foto a scopo documentativo dei risultati ottenuti…senza elaborazione e modifiche, lo si può fare nel tuo blog e se sì come? grazie dell’aiuto! Daniele

    Mi piace

    1. Daniele, complimenti ed auguri per il tuo nuovo acquisto.
      Per la pubblicazione delle foto l’idea è molto buona e mi piace. Sto valutando le varie possibilità offerte.
      Sul blog ci sono alcune difficoltà, però sto provando la possibilità di creare un forum dedicato per le foto. Per adesso sto valutando le varie offerte disponibili, ce ne sono molte anche gratuite. Sto cercandone una che non inserisca troppa pubblicità e che abbia la flessibilità necessaria. Per adesso ne ho individuata qualcuna, ma devo sperimentarla prima di renderla disponibile.
      Appena pronto farò l’annuncio sul blog.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  24. Vecchio appassionato mi viene istintivo darti del tu…
    Mi puoi gentilmente chiarire la differenza sostanziale tra la Leica V-Lux 2 e la Lumix DMC FZ100…
    Il divario di prezzo è davvero esorbitante.
    Grazie da Antonio

    Mi piace

    1. Antonio, la differenza principale è il marchietto tondo rosso sul frontale con scritto Leica che è costosissimo ma da anche tanto prestigio al fotografo che lo può esibire.
      Poi Leica afferma che il software interno di gestione e conversione delle immagini è diverso da panasonic.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. il software interno di gestione e conversione delle immagini è diverso da panasonic… come da affermazione leica!
        nel mio caso – possiedo già una reflex D300 -e vorrei una seconda fotocamera da portare sempre appresso, pensi che ne valga la pena spendere dei soldini in più per un bollino rosso? Ciao Antonio

        Mi piace

        1. Antonio, la Leica V-Lux2 è anche rifinita meglio della Panasonic FZ100 ed anche la garanzia credo che sia più lunga. Se vale la pena di spendere quasi il doppio (374 € la Fz100, 666 la V-Lux2) devi valutarlo tu. Quello che posso dirti è che una bridge per quanto un po’ più piccola e più leggera di una reflex non è una macchina tascabile e quindi da portarsi sempre dietro.
          Se vuoi una Leica piccola e poco ingombrante, ma con un sensore APS, obiettivo fisso da 24 mm (36 mm equivalente) e qualità d’immagine da reflex, devi prendere la X1 che però costa come una reflex (l’ho trovata a 1379 €).
          Altrimenti c’è la V-lux20, veramente tascabile, derivata dalla Pansonic TZ10, con uno zoom 12x 25-300 equivalente a 488 € invece che 270 della Panasonic, o la D-Lux4 (Panasonic LX3) con un sensore più grande della media (1/1,63″) e un ottimo obiettivo Vario Summicron 24-60 mm equivalente f/2,0-2,8, anche questa tascabile, a 622 € contro i 434 della LX3.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

    1. La TZ20 non l’ho ancora vista. Sulla carta sembra interessante, è un’evoluzione della TZ10 con sensore CMOS da 14 Mpx e zoom 16x 24-384 mm equivalente.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  25. ciao francesco, devo andare in namibia e vorrei portare una bridge perchè pesa meno rispetto alle reflex con tanti obiettivi, tu cosa mi consigli tra la panasonic e la nikon p500?
    la nikon ho visto che ha uno zoom più potente ….
    non so vorrei fare le foto agli animali ..ma senza avere una reflex..
    grazie ciao antonella

    Mi piace

    1. Antonella,
      perché associ ad una reflex tanti obiettivi?
      Usare una reflex non significa portarsi dietro quantità enormi di obiettivi: questo lo fanno i dilelttanti che escono senza sapere che cosa fotograferanno, ma non certo i professionisti che sanno benissimo cosa andranno a fotografare.
      Nel tuo caso una reflex base, Canon 1100D o Nikon D3100, con un 18-200 (equivalente ad un 27-300) già potrebbe essere sufficiente. Per avere un tele più lungo vi potresti aggiungere un Tamron 70-300 mm (equivalente ad un 105-450) che costa solo 130 €.
      Le bridge sono poco adatte per il tipo di foto che vuoi fare perchè la loro velocità di messa a fuoco e di scatto è scarsa e rischi di scattare quando gli animali che vuoi riprendere sono già scappati.
      Comunque se il problema di portare qualche decina di grammi in più prevale sul desiderio di avere belle foto in un’occasione quantomeno rara la Panasonic FZ100 è sicuramente meglio della Nikon P500.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  26. GRAZIE FRANCESCO E TRA LE 2 REFLEX QUALE MI CONSIGLI??… STO CAMBIANDO IDEA… ANCHE PERCHè HO VISTO CHE NON SONO ENORMI…
    TI RINGRAZIO DELLA RISPOSTA E VORREI SAPERE DA TE SE è PREFERIBILE UN SITO ON LINE O UN NEGOZIO, VORREI RISPARMIARE… E QUALE SITO ON LINE?? HO VISTO CHE QUALCHE SITO NON HA GARANZIA SE NON EUROPEA, COSA SIGNIFICA??
    grazie tantissimo
    antonella

    Mi piace

    1. Ciao Antonella,
      provo a risponderti io: tra la Canon e la Nikon le differenze non sono significative, e sarebbe giustificata una scelta “a pelle”, basata su giudizi soggettivi. Le qualità tecniche, la possibilità di aggiungere ottiche o di sostituire il corpo sono equivalenti.

      La garanzia europea, per Nikon soprattutto, è diversa dalla garanzia Nital, che offre servizi migliori. Però su questo argomento aspetterei le risposte di Francesco e di altri più esperti di me.

      Ti suggerirei di andare a vedere e provare con mano le due macchine in un negozio. La scelta di internet è influenzata da diversi fattori: i prezzi su internet sono solitamente inferiori, ma potresti essere più interessata alla garanzia e al rapporto di fiducia con il commerciante. Alcuni venditori online sono molto lenti nella consegna (anche oltre un mese). Tieni in considerazione questi fattori.

      Fino ad ora mi sono rivolto con soddisfazione per materiale fotografico ai siti amazon (co.uk, de, it), bpm-power.com e granbazaar.it (quest’ultimo in un’occasione ha impiegato oltre un mese a consegnare la merce, ma lo sapevo e non era un problema).

      Simone

      Mi piace

      1. Sulla garanzia si aprono sempre mille dubbi, in sintesi il consumatore finale (non professionista) ha 2 anni di garanzia sul prodotto che deve essere fornita dal rivenditore e non dal produttore, sono pochi i casi in cui i produttori forniscono direttamente i 2 anni, praticamente avviene che il primo anno è sempre coperto dal produttore e dai suoi centri di assistenza (garanzia commerciale) e il secondo anno dal rivenditore (garanzia legale), ora se compri su internet e vuoi usare la garanzia il secondo anno ti puoi imbattere in spiacevoli discussioni. Se invece compri dagli importatori italiani, essi forniscono la garanzia per il secono anno, per questo i negozi fisici difficilmente vendono prodotti di importazione perché se tu devi andare ad esigere una riparazione loro non si possono nascondere dietro ad una email. Nital (importatore Nikon) fornisce il secondo e il terzo anno di garanzia direttamente al laboratorio LTR di Torino, Fowa fornisce il secondo anno per le Pentax (stesso laboratorio di prima), Non ne ho idea di come sia per Canon e Sony invece…
        Comunque guarda il topic “come farsi un corredo con poca spesa” ci sono diverse soluzioni proposte, pure un’alpha 290 e forse la pentax k-r, tutte soluzioni entro i 550 euro… provale e guarda quella che ti emoziona

        Mi piace

    2. Antonella,
      la scelta migliore è la Nikon D3100. per i siti online puoi vedere su Fotodigit http://www.fotodigit.it/ scegliendo le offerte con garanzia Nital oppure su Ottica Universitaria, negozio di lunga esperienza nato negli anni 60 che ha sempre venduto per corrispondenza http://www.otticauniversitaria.it/default.asp.
      La garanzia europea significa che la macchina è garantita dall’importatore europeo o dal rivenditore stesso e che per la riparazione sarà mandata in un centro estero piuttosto che in un centro italiano. Per Nikon significa che sull’usato avrà meno valore. Nital di solito poi estende la garanzia di legge di due anni a tre o quattro a secondo dei prodotti.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  27. Ciao Francesco

    Dovrei acquistare una bridge con superzoom e sono molto indecisa …mi sono state proposte la Canon Powershot SX 30 (o la SX40). la Panasonic DMC FZ100 o (o la FZ 150) e la Nikon P500….quale mi consigli tra queste?
    Grazie mille!!! Olga

    Mi piace

    1. Olga,
      se proprio vuoi una bridge, tipologia di fotocamere da me sconsigliata, la Panasonic FZ150 è la migliore. Evita Sx30IS e FZ100, sono modelli vecchi e le nuove versioni sono migliori.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  28. Ho settato Vibrant -1 NR + 1 Sharpness,nel frattempo Ho litigato con la messa a fuoco della FZ100 poi ho cominciato a prenderci confidenza e per sbaglio ho fatto una foto in Raw e da quel momento ne sono rimasto entusiasta…

    Mi piace

  29. Ciao Francesco, da qualche settimana che leggo del tuo blog.
    Volevo chiederti un consiglio:

    Sono un ragazzo alle prime armi con le foto, ho sempre usato soltanto economiche compatte.
    Adesso vorrei acquistare qualcosa di più professionale.
    Userò la macchina per fare foto a paesaggi e qualche ritratto. La userò sopratutto portandola con me in moto, durante i miei viaggi.

    Il budget non supera di tanto i 300 euro, e vorrei prendere un prodotto nuovo.

    Sono indeciso tra questa bridge della Panasonic, FZ100, sono attratto anche dalla qualità dei video in FullHD
    L’altra macchina che sto valutando è una Reflex della Canon, la Eos 1100 D(corredata da un obbiettivo 18/55 non stabilizzato). Mi piace che sia reflex ma dall’altro canto ho notato che la qualità dei video non è paragonabile a quella della Panasonic.

    Alla luce di quanto detto tu che consiglio mi daresti?

    Bridge più “economica” stabilizzata e con video full hd, o reflex più professionale ma con obiettivo non stabilizzato e video non hd?

    Grazie x la risposta e complimenti!

    Mi piace

    1. Se sei interessato alle foto più che al video prendi la Canon 1100D che ha una qualità d’immagine, una velocita, flessibilità ed usabilità molto maggiori di una qualsiasi bridge.
      Se invece sei interessato anche al video potrebbe essere meglio una Olympus PEN E-PM1 o una Panasonic GF3.
      Evita se possibile le bridge.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Ciao Francesco, Grazie per la celere risposta.

        Io sono interessato sia alle foto ma anche ai video e vorrei avere dalla stessa macchina una discreta qualità per entrambi.
        Mi affascina la bridge della Panasonic per queste caratteristiche, e poi la messa a fuoco può anche essere messa manualmente(girando l’obiettivo come una reflex giusto?)

        Perchè mi sconsigli le bridge?
        I video con la Canon 1100d è vero che vengono “scattosi” è c’è la limitazione tipo a 10/12 minuti?

        ancora grazie e complimenti, Diego.

        Mi piace

        1. Ti sconsiglio le bridge per la qualità fotografica.
          Se non vuoi una reflex scegli una mirrorless, Olympus o Panasonic.
          I video con la 1100D non mi risulta che siano scattosi. Il limite per la 1100D non mi ricordo esattamente quale sia, sicuramente è dato dalla capacità della scheda, dall’eventuale surriscaldamento del sensore che può consigliare il produttore di limitarne la durata e dalla Comunità Europea che considera videoregistratori tutte le macchine che registrano video per più di 30 minuti e vi fa pagare una tassa aggiuntiva in base ad una legge protezionistica ad uso della Philips risalente agli anni 80 del secolo scorso.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  30. Francesco grazie ancora per la risposta.

    Ciò che mi rende un pò perplesso x la Reflex è la dimensione e la difficoltà a fare video.
    Tipo, registrare un video con una Bridge con schermo orientabile è molto più semplice che farlo guardando attraverso un piccolo mirino.

    So che la qualità bridge non è paragonabile a quella reflex ma per iniziare vorrei proprio prenderne una…

    Quindi ti chiedo un consiglio, nuovamente!

    Tra la Panasonic FZ100, FZ48, Fuji HS20EXR quale mi consigli e quale sconsigli?

    Mi piace

    1. Le riprese video con le reflex non si fanno con il mirino, ma con lo schermo. Piuttosto che una bridge di ingombro simile ad una reflex che ti deluderebbe per la qualita’ fotografica e anche per le limitate regolazioni col video ti consiglio una reflex con schermo orientabile come Canon 600D o Nikon D5100.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...