Nikon AF-S 80-400 VR

AFS_80_400_ED_VRNikon ha rinnovato dopo molti anni di attesa il suo zoom 80-400 mm che ormai risaliva a 12 anni fa con il nuovo AF-S 80-400 VR. Questo obiettivo, che copre il formato FX, è un progetto totalmente nuovo, con prestazioni ottiche migliori, finalmente dotato di un motore autofocus ad silenzioso ad ultrasuoni. Lo stabilizzatore consente di guadagnare circa quattro stop.
Riporto il comunicato stampa Nikon.

______________________________________________________________________________________

Obiettivo AF-S NIKKOR
80-400mm f/4.5-5.6G ED VR

Torino, 5 Marzo 2013 – Nikon presenta oggi un nuovo teleobiettivo zoom NIKKOR
formato FX, contraddistinto da un’ampia escursione focale e da un design ottico di
qualità superiore.
Evoluzione del popolare e di successo NIKKOR AF 80–400mm, il nuovo AF-S 80–
400mm f/4.5-5.6G ED VR offre uno schema ottico decisamente migliorato ed in grado
di esaltare le potenzialità delle più recenti fotocamere digitali reflex.
Particolarmente indicato per ritrarre soggetti nell’ambito della fotografia naturalistica
e per riprendere paesaggi o eventi sportivi, questo obiettivo offre funzionalità che
spaziano da quelle di un tele medio a quelle di un supertele. Inoltre, grazie alle
prestazioni ottiche di livello avanzato e al sistema di riduzione vibrazioni Nikon, l’AF-S
80–400mm f/4.5-5.6G ED VR consente di ottenere fino a 4 stop di compensazione per
l’intera escursione focale, anche a 400mm.
Nikon dichiara, in merito a questo nuovo prodotto:

Il primo NIKKOR AF 80-400mm ha rappresentato un prodotto
rivoluzionario, essendo stato il primo obiettivo a offrire la tecnologia di
riduzione vibrazioni combinata con una versatilità e una compattezza
tale da renderlo uno dei prodotti più diffusi. Con questo aggiornamento,
realizzato pensando alla nuova generazione di fotocamere digitali
reflex, la versione AF-S di questo obiettivo offre meccanismo autofocus
considerevolmente migliorato, compensazione VR ottimizzata e
formula ottica più potente. Siamo certi che questo prodotto avrà lo
stesso successo del suo predecessore.

Otticamente al top
Concepito per assecondare la rapidità delle nuove reflex digitali, l’innovativo schema
ottico del nuovo AF-S 80–400mm f/4.5-5.6G ED VR offre 20 elementi suddivisi in 12
gruppi. Progettato per garantire risultati eccellenti in diverse situazioni, l’obiettivo è
dotato di trattamento Nano Crystal Coat Nikon che consente di ridurre gli effetti di
immagine fantasma e luce parassita, di quattro lenti in vetro ED (a bassa dispersione),
di una lente in vetro Super ED (a bassissimo indice di dispersione), che agevolano la
correzione dell’aberrazione cromatica.
I quattro vantaggi degli obiettivi VR
Per aumentare la stabilità per tutta l’estesa escursione focale, il meccanismo VR
di riduzione vibrazioni fornisce una compensazione equivalente a tempi di posa
all’incirca quattro volte più lenti. I modi VR Normal e Active offrono una ripresa
stabile a prescindere dall’intensità e dalla velocità di movimento della fotocamera,
mentre quando la fotocamera è innestata su un treppiedi, entra il gioco il rilevamento
automatico che riduce le vibrazioni provocate dallo scatto.

Un compagno sempre affidabile
L’ampia escursione zoom 80-400mm e il corpo facilmente trasportabile rendono
questo obiettivo un prodotto incredibilmente efficace: il selettore dedicato, con le due
impostazioni “FULL” e 8-6m, consente di ridurre il tempo di messa a fuoco quando si
fotografa a distanze prestabilite.
Un compagno affidabile, la cui struttura ottica ergonomica di elevata qualità è dotata
di innesto in metallo con guarnizione di gomma per la protezione contro le condizioni
atmosferiche più avverse. Il blocco barilotto integrato, inoltre, permette di mantenere
l’obiettivo “chiuso” quando non è uso.
L’ AF-S 80–400mm f/4.5-5.6G ED VR viene fornito con paraluce dedicato (HB-
65), astuccio CL-M2 e piedino rimovibile che consente di passare facilmente
dall’orientamento orizzontale a quello verticale quando la fotocamera è montata su
un treppiedi.

_______________________________________________________________

AFS_80_400_ED_VR

80-400-Construction

Annunci

13 pensieri su “Nikon AF-S 80-400 VR”

  1. ciao Francesco,

    vorrei acquistare una d 7100 con un 18-200vrII( come tuttofare).
    Sono tuttavia appassionato di parco safari, birth watching, per cui vorrei un consiglio su quale obiettivo acquistare, visto che mi sembra di capire che forum che la focale di 200 mm è corta;credo che i 51 punti di messa a fuoco mi consentano di mettere a fuoco velocemente, e anche la raffica di 6 scatti al secondo dovrebbe essere valida
    Mi chiedevo se un 70-300 potrebbe andare bene( considerando che scatterò prevalentemente in condizioni di buona luce)o se invece si deve puntare a qualcosa di più ” lungo”( e quale?); se è importante considerare obiettivi luminosi( f 2,8) per avere uno sfocato migliore e allungare la focale con un moltiplicatore di 1,4;
    La funzione crop 1,3 potrebbe tornarmi utile anche col 18-200?
    insomma mi puoi dare un consiglio su tale argomento?

    Te ne sarei davvero grato..

    grazie

    Mi piace

    1. Matteo,
      effettivamente il 18-200 per foto di animali in libertà ed uccelli potrebbe essere un po’ corto come focale.
      Ci potrebbero essere diverse scelte, alcune dipendenti da quanto vuoi o puoi spendere.
      La più immediata e meno costosa è prendere un Nikon 70-300 f/4,5-5,6 VR. E’ un ottimo obiettivo con focale equivalente ad un 105-450 mm, molto veloce per la messa a fuoco e costa poco più di 500 e.
      Se pensi che possa servire una focale più lunga ci sono gli ottimi Sigma 120-400/4,5-5,6 OS HSM (180-600 eq.) circa 850 € e 150-500/5,0-6,3 OS HSM (225-750 eq.) circa 1.000 € che mi sembrano abbastanza lunghi.
      Anche se questi obiettivi non sono molto luminosi la loro lunga focale al massimo del tele garantisce comunque una profondità di campo ridotta.
      I supertele luminosi f/2,8 invece sono di solito solo a focale fissa. L’unico zoom disponibile è un Sigma 120-300/2,8 OS HSM che costa oltre 3.000 € e pesa in proporzione.
      La scelta di un Nikon 70-200/2,8 più un moltiplicatore 1,4x o anche 2x potrebbe essere valida per la sua flessibilità, ma è molto costosa, 2.000 € l’obiettivo e 500 il moltiplicatore Nikon che si adatta perfettamente all’obiettivo. Con un Sigma 70-200/2,8 OS HSM più il moltiplicatore Sigma potresti spendere 1250+250 €. Con un Tamron 70-200/2,8 VC 1600 €, ma non c’è un moltiplicatore dedicato. Comunque questi obiettivi non risolvono il problema della luminosità perchè con il moltiplicatore 1,4x diventano dei f/4,0 e con il 2x dei 5,6.
      La funzione di ritaglio 1,3 è utile solo per il video. Per le foto puoi fare la stessa cosa sul pc.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Quoto quanto dici, aggiungerei forse il sigma 50-500, ma dipende sempre dal budget a disposizione. Per il sigma 70-200/2.8 HSM non esiste il moltiplicatore, probabilmente non è possibile moltiplicare i motori ad ultrasuoni in maniera efficiente, del resto anche kenkoo ha ritirato il suo moltiplicatore SHQ dal mercato (il quale funzionava con alcuni obiettivi, con altri tentennava e con alcuni non andava proprio . Pentax ha promesso un moltiplicatore a breve, vedremo se compatibile con i motori SDM (ad ultrasuoni) o solo con quelli DC.

        Mi piace

        1. Christian,
          I moltiplicatori per Sigma 70-200/2.8 esistono e sono dichiarati esplicitamente compatbili con l’autofocus nel catalogo Sigma.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

  2. ciao Francesco e Christian,

    vi ringrazio innanzitutto per quanto detto; mi permetto di chiedervi altre info a proposito della caccia fotografica.
    Tra i vari sigma che avete elencato, vi è uno superiore qualitativamente parlando,, o la convenienza tra loro è solo legato alla focale di 400 o 500 mm?Tra l’altro su forniture conti sono in vendita al prezzo di: 749,00 euro il 120-400 e 819,00 il 150-500; il 50-500 su il fotoamatore circa 1600,00.
    Mi consigliate di provare prima il 70-300 nikon, e valutare se può andare bene oppure sapendo che la focale è corta, dovrei puntare direttamente sui sigma?
    Visto il peso notevole ( 1,5 kg il 120-400 e 1,9 kg il 50-500) pur essendo dotati di Os necessitano di un monopiede per un corretto utilizzo?
    L’ideale credo sarebbe il 50-500 visto l’ampia escursione focale, ma 1600 euro e il pesi di 1,9 kg mi fa sorgere dei dubbi, forsel’idea del sigma 70-200 f 2,8 col moltiplicatore mi garantirebbe invece di avere sia un ottimo (credo) obiettivo luminoso, sia ampliarlo con il convertitore all’accorrenza;voi che fareste?
    L’ideale sarenne il nikon 80-400 nuovo, ma il prezzo sarà esorbitante…

    Mi piace

    1. Matteo,
      la scelta della focale la devi valutare tu sapendo più o meno qual è la distanza dalla quale vuoi fotografare. I Sigma 120-400 e 150-500 sono equivalenti come qualità, ma inferiori al Nikon 70-300 specialmente sul formato DX ed alle focali più elevate. Del 50-500 non ho letto prove, ma vista la sua ampia escursione focale penso che sia inferiore agli altri. L’accoppiamento di un moltiplicatore Nikon con il Nikon 70-200/2,8 da buoni risultati. Col Sigma 70-200/2,8 ed i suoi moltiplicatori non ho dati. Probabilmente i risultati potrebbero essere buoni visto che l’obiettivo ha una qualità pari o quasi al Nikon equivalente.
      In ogni caso con queste lunghezze focali, aumentate per effetto del fattore moltiplicativo 1,5x, è sempre opportuno usare un appoggio, un monopiede o meglio un robusto treppiedi.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  3. ciao Francesco,

    sono appassionato di animali, quindi frequento zoo e parco safari; ma non disdegno una scampagnata in campagna dove posso incontrare uccelli tipo falco non troppo distanti da me..!

    Mi chiedevo: il vecchio 80-400 comparando con il 70-300 vr in cosa è superiore e in cosa è inferiore?

    Penserei all’80- 400 perchè garantirebbe maggiore flessibilità, ma mi sembra di leggere che sia lento nella messa a fuoco rispetto al 70-300; mi chiedo tanto lento da non riuscire a scattare foto di una partita di calcio piuttosto che un aquila che sorvola la mia testa alla ricerca di animali nel fondo valle?
    Non devo andare in Africa ad immortalare ghepardi che vanno a 100 all’ora, per cui vorrei un consiglio da te su che tipologia possa servirmi, prendendo in considerazione che anche la focale minima non la vorrei troppo spinta( l’ideale sarebbe sigma 50-500 ma non ho informazioni a riguardo) e il nuovo 80-400 costa troppo..

    grazie

    Mi piace

    1. Gaetano,
      il Nikkor AF-D 80-400 VR è un obiettivo la cui progettazione risale a più di 10 anni fa, senza motore autofocus incorporato. Per questo è lento nella messa a fuoco, che dipende dal motore della macchina. Non è adatto quindi a riprese sportive come partite di calcio e nemmeno a mettere a fuoco uccelli in volo. La nuova versione AF-S 80-400 ha ovviato al problema con un motore AF ad ultrasuoni integrato, oltre ad avere uno schema riprogettato.
      L’AF-S 70-300 VR è invece dotato di motore ad ultrasuoni ed ha una messa a fuoco veloce, adatta agli usi citati. In meno rispetto all’80-400 ha la lunghezza focale.
      Se ti serve un obiettivo con maggiore lunghezza focale e il nuovo AF-S 80-400 ti sembra troppo costoso puoi prendere un Sigma 120-400 OS HSM o 150-500 OS HSM, entrambi stabilizzati e con motore ad ultrasuoni. Il 50-500 OS HSM è molto più pesante, ingombrante e caro ed ha una resa inferiore dovuta alla sua grande escursione focale.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    1. Un obiettivo luminoso è il 120-300 f2,8 della sigma e costa quasi 3mila euro, ma detto questo, il cerchio di copertura che devono garantire questi obiettivi non è così piccolo da raggiungere economie di scala. Infine per piccoli angoli di campo, il vantaggio di sensori aps-c (o minori) si fa sentire senza grandissime perdite di qualità.

      Mi piace

  4. Difficile districarsi tra tutti questi teleobiettivi… Passerò a breve a una D610, ho il 70-300 di cui sono molto contento, ma passando a fx è troppo corto per me, anche se facilmente trasportabile. Adoro andare in montagna, viaggiare, fare safari,… e mi stavo orientando sul nuovo nikon 80-400 (moltiplicabile x1.4), anche se il prezzo è molto elevato e mi chiedo se valga la differenza di prezzo rispetto ai Sigma 120-400, 150-500 o Tamron 150-600…

    Mi piace

    1. Samuel,
      il nuovo Nikon AF-S 80-400 VR è un ottimo obiettivo con un’elevata nitidezza alle focali più corte che si abbassa al suo aumentare, ma rimane comunque molto buona anche alla massima. E’ molto caro, ma vale il suo prezzo. I Sigma 120-400 e 150-500 OS HSM hanno prestazioni buone alle focali fino a 200-250 mm, con una riduzione sensibile della nitidezza a quelle massime. Costano però molto meno. Del Tamron 150-600 non ho ancora informazioni sicure. Ne ho letto bene in rete, ma è da poco sul mercato e non l’ho provato ne ho letto test attendibili. Di solito gli zoom tele Tamron sono però abbastanza validi e anche per questo il prezzo è molto più conveniente del Nikon. Anche per la velocità di messa a fuoco il Nikon è superiore, anche se gli altri non sono scarsi.
      Come al solito devi valutare l’uso che ne fai, non solo a livello di foto, ma anche a livello di frequenza d’uso e di stress fisico in quanto il Nikon ha dal punto di vista costruttivo una qualità superiore, e valutare se valga la pena di spendere il doppio o più.
      Ciao, Francesco
      P.S.: belle le tue foto

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...