Panasonic TZ30 : impressioni

Con la serie TZ Panasonic ha lanciato, qualche anno fa, una serie di fotocamere compatte di successo, dotate di zoom ad ampia escursione, che sono state definite anche superzoom. Nel tempo si sono succeduti diversi modelli, alcuni dei quali hanno avuto grande successo. La TZ30 è attualmente l’ultima della serie. E’ dotata di un sensore CMOS da 14 Mpx, di un obiettivo zoom 20x equivalente ad un 24-480 mm e di uno schermo da 3″ e 460.00 pixel di tipo touch screen. Può riprendere video Full HD ed è dotata di un ricevitore GPS. Il corpo è molto leggero e sottile.

La Panasonic TZ30 è la più sottile fotocamera compatta con zoom 20x. E’ dotata di un obiettivo Leica DC Vario Elmar 4,3 86 mm (equivalente ad un 24-480 mm) f/3,3-6,4 con stabilizzatore Power O.I.S e messa a fuoco macro. Il sensore è un nuovo CMOS di dimensioni 1/2,33″ da 14 Mpx. Lo schermo fisso è da 3″ con 460.000 pixel e funzionalità touch screen con le quali si può scegliere anche il punto di messa a fuoco. Le modalità di esposizione sono totalmente automatica, Program, priorità dei tempi o diaframmi e manuale. C’è anche la disponibilità di numerose modalità scene. E’ disponibile ovviamente anche un piccolo flash incorporato. La ripresa video è Full HD a 1920×1080 pixel e 60 fg/s in formato Mpeg4 o AVCHD con audio stereo. E’ disponibile infine un ricevitore GPS incorporato con la possibilità di far vedere le foto localizzate sulla mappa.
Le foto possono essere salvate solo in jpeg.

Il corpo della TZ30 si presenta abbastanza liscio con solo una piccola impugnatura sulla destra, zona nella quale sono concentrati tutti i comandi.
Sulla calotta abbiamo da destra il pulsante di accensione e quello per la ripresa video. Poi quello di scatto con coassiale la ghera di comando dello zoom. Infine la ghiera per impostare le modalità di funzionamento, Auto, Program, A (priorità ai diaframmi), S (priorità ai tempi), manuale, due modalità utente, la modalità 3D e le scene. Nella parte posteriore c’è in alto l’interruttore per passare alla modalità di revisione, un sistema piuttosto scomodo caratteristico di molte Panasonic. Sotto un pulsante per richiamare sullo schermo le informazioni di esposizione. Poi c’è il pad a quattro vie per la compensazione dell’esposizione, il flash, l’impostazione della messa a fuoco e delle modalità di scatto (autoscatto, raffica). Al centro il pulsante per i menu e per confermare le impostazioni. In basso il pulsante per variare le informazioni sullo schermo e per accedere ai Quick menu, molto comodi per variare rapidamente le impostazioni della macchina.

Ero curioso di provare la TZ30 perchè sul blog ci sono stati numerosi commenti negativi sulla qualità d’immagine del precedente modello TZ20 che veniva giudicata inferiore alla precedente TZ10. Mi interessava quindi verificare se questo nuovo modello aveva ovviato a questi problemi.
La TZ30 non ha un mirino, nemmeno opzionale, e si deve inquadrare solo con lo schermo. Non so come si possa vedere in esterni, ma in interni è chiaro e ben visibile. La messa a fuoco è abbastanza veloce e quasi sempre precisa.
Ho scattato varie foto a tutte le sensibilità possibili, partendo da 200 Iso per arrivare a 3.200 Iso. Le altre impostazioni erano P, program e bilanciamento del bianco automatico. Le foto sono state salvate ovviamente in jpeg.

Dall’esame delle foto si vede che già a 400 Iso si notano leggere tracce di rumore nelle zone di colore uniforme meno illuminate, cosa che non si vede nella FZ150. La nitidezza è comunque buona. A 800 Iso c’è una leggera perdita di nitidezza anche se il rumore rimane appena visibile. A 1600 Iso il rumore è un po’ più evidente, anche se contenuto dalla riduzione però a spese della nitidezza che peggiora rispetto alla precedente sensibilità. A 3200 Iso si ha un ulteriore aumento del rumore, ma soprattutto una diminuzione inaccettabile della nitidezza. I risultati per la qualità d’immagine sono, a tutte le sensibilità, inferiori a qualli della FZ150, anche se allo stesso livello di altre compatte della stessa categoria
In pratica la sensibilità massima consigliabile è 800 Iso. Questo rende quindi difficile l’uso dello zoom alla sua massima estensione di 480 mm se non in condizioni di ottima illuminazione a causa della sua scarsa luminosità.

In conclusione la TZ30 è una compatta molto piccola e tascabile, con uno zoom potente anche se poco luminoso (a causa della compattezza). Per la qualità d’immagine non ci sono difetti particolari da segnalare anche se è solo nella media del suo gruppo.

____________________
Passando il cursore sulle foto si potrà vedere la sensibilità corrispondente. Per ingrandirle cliccare sopra.

Annunci

9 pensieri su “Panasonic TZ30 : impressioni”

  1. Ciao Francesco,
    complimenti per il sito, ricco di utilissime informazioni e consiglii.
    Da 12 anni utilizzo una compattina Olympus da 3.2 Megapixel (zoom ottico 4x) che però è arrivata al termine della sua vita utile.
    Sono alla ricerca di una fotocamera compatta e con zoom ottico importante. Per l’utilizzo che ne farò non avrò la possibilità di utilizzare una reflex o una bridge (motivi di peso/ingombro durante attività sportiva).
    Ero fortemente intenzionato ad acquistare questa TZ30 ma in questi giorni avrei la possibilità di acquistare una Samsung WB750 per 140 euro (circa la metà della TZ30).
    Tuttavia non vorrei ritrovarmi con una fotocamera di qualità scadente.
    Quale mi consigli tra le due?
    La Panasonic (forse di qualità migliore) o la Samsung WB750 (alla metà del prezzo)?
    Grazie mille anticipatamente
    Cordiali Saluti
    Marco

    Mi piace

  2. Avendo acquistato una Panasonic TZ-30 mi sono accorto che lo zoom 20x è valido solo se selezione l’esposizione Ai. E’ regiolare? Grazie e cordiali saluti

    Mi piace

    1. Alberto,
      che vuol dire “lo zoom 20x è valido solo se selezione l’esposizione Ai”?
      Lo zoom 20x della TZ30 è ottico e quindi sempre usabile con tutte le modalità di funzionamento, tranne che nella modalità Panorama. Eventualmente lo zoom digitale 4x potrebbe, ottenuto elettronicamente dalla fotocamera, potrebbe essere disponibile solo per alcune modalità e con diverse limitazioni. Per maggiori informazioni leggi il manuale di istruzioni.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

    1. Giuseppe,
      la Panasonic FZ35 è una compatta superzoom con buone caratteristiche per la categoria, zoom 20x equivalente ad un 24-480, 16 Mpx, possibilità di funzionare in program, a priorità ed in manuale, ripresa video Full HD. Come tutte le compatte di questa categoria soffre però della limitata dimensione del sensore da 2,3″. Io in genere preferisco compatte con sensori di maggiori dimensioni che hanno una migliore qualità d’immagine a tutte le sensibilità ed in particolare a quelle più alte, anche se non possono essere dotate di zoom così spinti, come le Panasonic LF1 (12 Mpx,zoom 28-200, ma con mirino) e LX-7 (10 Mpx,zoom 25-90, ma luminosissimo f/1,4-2,3) entrambe con sensore da 1,7″ o le Fujifilm XF1 (sensore da 2/3″, 12 Mpx, zoom 25-100 f/1,8-4,9) e Sony RX100 (sensore da 1″, zoom 28-100 f/1,8-4,9).
      Lo scorso anno ho comunque provato una TZ25, il modello precedente, con discreti risultati, anche se inferiori alle mie compatte preferite.
      Se non sei assolutamente interessato ad uno zoom così esteso le compatte che ti ho elencato sono preferibili.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...