Panasonic GF3

Panasonic ha presentato la scorsa settimana una nuova fotocamera,la GF3. E’ una nuova mirrorless che segue la strada, già intrapresa dalla Panasonic con la GF2, della semplificazione e della riduzione delle dimensioni per avvicinarsi al mercato di chi proviene dalle compatte e vuole qualcosa di meglio in termini di qualità. Ha perso perciò molti dei comandi esterni tipici delle reflex e delle mirrorless più evolute, e si comanda come le compatte con il pad a 4 vie e con lo schermo touch screen.
Le principali caratteristiche della GF3 sono:

– sensore Live MOS da 12,1 Mpx in formato 4/3 (lo stesso della GF2)
– elanoratore d’immagine Venus FHD
– innesto obiettivi Micro 4/3 con fattore moltiplicativo 2x
– corpo piccolo e compatto, il più piccolo con flash incorporato, disponibile in nero, bianco, rosso e marrone
– schermo da 3″ con 460.000 pixel
– funzioni touch screen per autofocus, tempi, menu e visualizzazione foto
– live view con rilevamento dei volti, istogramma, griglia mobile a Quick Menu personalizzabile
– autofocus Light Speed AF veloce derivato da quello della GH2
– controllo automatico e manuale
– sensibilità da 160 a 6400 Iso
– funzione Intelligent Auto Mode per la selezione automatica delle scene (sic! Il fotografo non sa più distinguere un ritratto da un paesaggio!), rilevamento dei volti, schiarita delle ombre, miglioramento della nitidezza ed altro
– nuova modalità iA+ che aggiunge dei cursori sullo schermo per poter facilmente regolare la luminosità, il colore (bilanciamento del bianco) e la sfocatura dello sfondo
– modalità Creative Color con varii effetti di colore e una nuova modalità miniatura (?)
– riprende video Full HD a 1920×1080 60i con audio mono e codec AVCHD, è disponibile l’autofocus continuo
– usa schede SD/SDHC/SDXC
– usa una nuova batteria agli ioni di litio DMW-BLE9 che permette 320 scatti per carica
– dimensioni 108x67x32,5 mm
– peso 264 grammi con scheda e batteria, 319 con il 14 mm

Sarà disponibile a fine agosto in kito con il 14-42 OIS stabilizzato ad un prezzo in USA di 599 $, oppure con il 14mm f/2,5 a focale fissa in luglio a 699 $.

La GF3 chiaramente si rivolge a chi, avendo usato fino ad oggi una compatta, vuole qualcosa dipiù alivello di qualità fotografica. Ha eliminato quindi molti comandi e funzioni tipici delle macchine più evolute per sostituirli con funzioni automatiche o semplificate, in modo da facilitarne l’uso edil passaggio dalle compatte.
In compenso è stata migliorata la velocità dell’autofocus, riprende video Full HD, ma ha perso però la slitta per flash esterni anche se ne ha uno incorporato.
Le concorrenti principali sono le Olympus PEN e le Sony NEX, rispetto alle quali la Panasonic vanta lo schermo touch screen, comodo in alcune circostanze.
Le dimensioni sono ridotte, più o meno come le NEX di Sony e con l’obiettivo pancake 14 mm offerto in kit sono tali da renderla quasi tascabile. Se si monta però lo zoom 14-42 queste aumentano considerevolmente, come nelle NEX, e si perde molto del vantaggio per la trasportabilità. Rispetto poi alle Olympus PEN non ha la stabilizzazione nel corpo.

In conclusione quindi la GF3 è una fotocamera adatta a chi fino ad oggi ha usato le compatte e vuole migliorare senza arrivare ad impegnarsi con una reflex, sia a chi cerca una seconda macchina compatta da portare in giro facilmente. In questo caso l’obiettivo più adatto è il 14/2,5.

Annunci

21 pensieri su “Panasonic GF3”

  1. Ciao Francesco, una domanda: la GF2 aveva la possibilità di montare un mirino elettronico opzionale, per questa GF3 è lo stesso? A prima vista sembrerebbe di no…

    Mi piace

    1. Gianluca,
      no sulla GF3 non è possibile montare un mirino opzionale in quanto è stata eliminata la slitta portaaccessori.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  2. Mamma mia….
    L’hanno ridotta veramente all’osso per quel che riguarda i comandi.
    a me x il solo fatto di dover “spippolare” continuamente sul touch screen per correggere ogni minima impostazione vengono i brividi….

    Mi piace

    1. Vero Mario, ma la GF3 non è fatta per chi sente il bisogno di un mirino. Assomiglia ad un iPhone ed è adatta a quel tipo di pubblico (senza disprezzare l’iPhone che è ottimo per tanti usi). In compenso è disponibile in quattro colori.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  3. Ciao Francesco, volevo un consiglio da te:
    cerco una macchina non troppo ingombrante ma con una buona resa in tutte le situazioni anche di notte, sono interessato alla gf3 e anche se non appartiene alla stessa categoria di macchine fotografiche alla canon sx230…. Premesso che vorrei una macchina che andrebbe bene quasi sempre in automatico quale delle due mi consigli e se ce ne stanno altre che andrebbero bene per me quali sono?
    grazie michele

    Mi piace

    1. Michele,
      se vuoi fare foto anche di notte con poca luce lascia perdere le compatte come la SX230. Nessuna è in grado di avere una buona resa in queste condizioni.
      La Panasonic GF3 invece con il suo sensore Micro 4/3, più grande di quello delle compatte anche se non come quello delle reflex, se la cava abbastanza bene.
      Quindi prendi pure la GF3 con il 14-42 mm in kit o in alternativa la Olympus E-PL2, sempre Micro 4/3 con anche in questo caso il 14-42.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. ok lascio perdere le compatte, ma queste evil con il pancake da 14 e non con il 14-42 vanno bene lo stesso?
        ma le nex della sony rispetto a gf3 e E-pl2 che resa hanno? grazie michele

        Mi piace

        1. Sono in uscita dei 14-42 collassabili, ossia ritratti della dimensione del 14 e per rispondere alla tua domanda: no il 14mm non sostituisce il 14-42, in termini di visione focale 35mm equivalgono a un 28-82

          Il 14mm va bene per street photo, foto da interni (ma rischi di doverti avvicinare troppo ai soggetti, paesaggi e foto di gruppo, tuttavia tu chiedevi per le foto di notte, che è un tipo di foto che piace anche a me, ma sinceramente un 14mm (28 equivalente) non lo vedo specializzato per la foto notturna, meglio una focale vicina a quella normale che su m4/3 è un 25mm (50mm equivalenti).

          Le nex montano sensori più grandi, hai quindi rese migliori, tuttavia gli obiettivi sono più grandi, per una persona che vuole risparmiare spazio non la vedo una buona soluzione… anche se io sono dell’idea che venga prima la foto del peso o dell’ingombro che il mezzo richiede

          Mi piace

        2. Michele,
          l’obiettivo 14 mm è equivalente ad un 28 mm, cioè ad un grandangolo che va bene per alcuni tipi di foto, interni, gruppi, paesaggi, foto di strada, ma non se si vuole avvicinare un soggetto, per esempio fare un ritratto. Come unico obiettivo è quindi preferibile il 1-42 mm che va dal moderato grandangolo 28 mm equivalente al tele moderato 84 mm.
          Le Sony NEX sono molto compatte come corpo, ma gli obiettivi sono più ingombranti. Tranne la nuova NEX-7 poi le altre non incorporano il flash e non hanno la possibilità di montare un mirino elettronico. La resa fotografica invece è ottima.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

          1. grazie della spiegazione sull’obiettivo da scegliere, e appena in questi giorni ho visto su vari siti, come diceva ChristianTN, l’uscita del Lumix 14-42 serie X molto piccolo, credo per ora, che in fatto di ingombro sia il migliore da abbinare ad una evil, la gf3 o anche se non ho letto male le pen. Ora, come macchina voi consigliate una delle pen E-P3, E-PL3 o E-PM1 rispetto alla gf 3, giusto? c’è molta differenza fra le pen e la panasonic? visto che devo spendere abbastanza soldi per una evil e obiettivo almeno volevo sapere quale sia la soluzione migliore.
            grazie ancora,
            michele

            Mi piace

              1. Michele,
                questo blog è mantenuto su base volontaria da parte mia, non è un servizion ne pubblico ne a pagamento. Le risposte alle discussioni sono su base di cortesia, sia da parte mia che di altri, come Simone, Christian, Alberto ed altri. Non c’è alcun obbligo di rispondere.
                Può capitare che alcuni interventi sfuggano, ce ne sono decine ogni giorno, ma non per questo te la devi prendere.
                Per cortesia non inserire più interventi urlati (la maiuscola in rete è l’equivalente di urlare) o sarò costretto ad inserirti in black list.
                Condivido in pieno e confermo la ottima risposta che ti ha dato Christian.
                Francesco

                Mi piace

  4. grazie della spiegazione sull’obiettivo da scegliere, e appena in questi giorni ho visto su vari siti, come diceva ChristianTN, l’uscita del Lumix 14-42 serie X molto piccolo, credo per ora, che in fatto di ingombro sia il migliore da abbinare ad una evil, la gf3 o anche se non ho letto male le pen. Ora, come macchina voi consigliate una delle pen E-P3, E-PL3 o E-PM1 rispetto alla gf 3, giusto? c’è molta differenza fra le pen e la panasonic? visto che devo spendere abbastanza soldi per una evil e obiettivo almeno volevo sapere quale sia la soluzione migliore.
    grazie ancora,
    michele

    Mi piace

      1. suvvia non caschiamo in polemica 🙂 qua nessuno è pagato e io neppure avevo visto le tue domande, ti rispondo come spesso rispondo al tuo tipo di domanda e questo si nota in altrettante risposte:
        a) puoi confrontare da te l’efficienza delle macchine fotografiche su siti che le spulciano tipo dpreview, dxomark, ecc… e io sinceramente non mi sento di consigliare niente di diverso dalla mia fotocamera perché è quella che uso e che conosco, ma non è tra queste 2;
        b) vai in un negozio e prendile in mano e fai 2 foto di prova, non per il risultato ma per feeling che ci puoi trovare

        c’è gente che ama la compatta e gente che soffre a fotografare senza la reflex, c’è chi preferisce la tortura piuttosto che perdere il mirino ottico, chi non se ne fa niente… insomma non c’è la fotocamera migliore in assoluto, ne esiste una relativa alle proprie esigenze, ma queste ognuno le conosce.

        ricorda alcune cose:
        1) che non è la macchina a sfornare belle foto, ma il tizio dietro che preme il tasto conscio di quello che fa;
        2) che in elettronica non si fa mai un investimento, quello che compri ora sarà vecchio e perderà valore in pochi mesi;
        3) che la fotografia è solo un gioco costoso per adulti, è per adulti solo perché costoso ed è un gioco perché aiuta a rasserenare la mente

        In sintesi: -> ritorna al punto b e avrai la risposta dal miglior consulente che tu possa trovare: te stesso, che sarà anche l’unico che non incolperai delle tue scelte perché tue e non di qualcun altro 🙂

        Mi piace

    1. Aggiungo ai commenti di ChristianTN e Francesco che, quando possibile, vengono fornite tutte le risposte. Francesco ti aveva già suggerito due macchine e io, sinceramente, non mi sentivo in grado di offrirti un suggerimento migliore.

      Simone

      Mi piace

  5. Buonasera Franceso,
    è un pò di tempo che mi diletto a consultare questo blog e mi è stato estremamente utile essendo appassionata di fotografia. Avrei bisogno di alcuni consigli e informazioni relative a micro 4/3 e compatibilità obiettivi, argomenti che non so se siano già stati trattati ma che non stata in grado di trovare.
    Mi spiego, finalmente dopo anni in cui mi sono dovuta accontentare di una compatta, a breve riceverò la panasonic gf3 con obiettivo 14mm a focale fissa. Partendo dal presupposto che gli obiettivi a focale fissa sono migliori, sarei in ogni caso orientata ad utilizzare obiettivi più versatili.
    Leggendo su internet non sono ancora riuscita a capire innanzitutto se obiettivi micro 4/3 anche di marche differenti da quella del corpo macchina siano perfettamente compatibili (sia in termini di qualià che in termini di funzioni). Inoltre, non essendo esperta, non ho ben capito quali siano i problemi legati all’utilizzo di obiettivi analogici (nel mio caso in particolare potrei utilizzare quelli della yashica fx3 che purtroppo si è rotta da tempo) da montare tramite anello adattatore. Potrebbe gentilmente darmi dei chiarimenti a riguardo?

    Grazie per la sua disponibilità o di chiunque altro abbia tempo e voglia di rispondermi,
    Miriam

    Mi piace

    1. Miriam,
      tutti gli obiettivi standard Micro 4/3 sono compatibili con tutti i corpi macchina Micro 4/3. I fabbricanti di entrambi sono solo due, Olympus e Panasonic, e c’è piena interscambiabilità fra i loro obiettivi e corpi.
      Non è appropriata poi la definizione di obiettivi “analogici”. Gli obiettivi sono sistemi ottici e quindi sono tutti analogici. Tu ti riferisci a vecchi obiettivi per le reflex “analogiche”, cioè a pellicola. Tutti questi obiettivi possono essere montati su tutte le mirrorless grazie al minore spessore del loro corpo che consente di realizzare degli appositi anelli adattatori. Si tratta di trovare però l’apposito anello adattatore da innesto Contax/Yashica ad innesto Micro 4/3. Ne esistono e sono reperibili in rete. Ti do questi indirizzi:
      http://www.adrianololli.com/articolo.asp?ID=3211
      http://www.afdgenova.com/easyStore/SchedeVedi.asp?IDCatSchede=375&f=1
      http://www.pamafoto.com/anelli%20adattatori.html
      http://www.deshop.it/shop/18-anelli-adattatori-microquattroterzi
      Gli obiettivi si comporteranno come se avessero una lunghezza focale doppia (fattore moltiplicativo 2x) perchè il sensore Micro 4/3 è più piccolo del fotogramma della pellicola. La messa a fuoco è manuale e l’esposizione a priorità dei diaframmi, chiudendo manualmente il diaframma.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Grazie Franceso,
        adesso ho le idee molto più chiare e sono anche un pò meno ignorante!
        Innanzitutto, seguendo le tue indicazioni, comprerò l’anello adattatore così da capire come mi trovo con gli obiettivi che ho già a disposizione. In ogni caso mi chiedevo se il fatto che il sensore sia ovviamente di dimensioni ridotte rispetto alla pellicola si traduca in una scarsa qualità delle immagini o comunque in una qualità inferiore rispetto a ciò che potrei ottenere con obiettivi standard micro 4/3.
        Spero di non essere “costretta” a dover acquistare obiettivi standard micro 4/3 anche se non so se riuscirò ad “adattarmi” all’impossibilità di impostare l’esposizione a priorità di tempi, eventualmente se sceglierò di orientarmi su un obiettivo micro 4/3 e dovessi avere dei dubbi chiederò consiglio a te per la scelta dell’obiettivo.

        Grazie ancora per la disponibilità,
        Miriam

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...