Olympus E5

La Olympus ha presentato oggi la sua nuva reflex ammiraglia professionale E5 che sostitusce la precedente E3. A tre anni dal lancio della E3 Olympus ha inserito nella E5 gli ultimi ritrovati tecnici presenti già nelle sue reflex compatte e nelle Pen Micro 4/3.  La nuova reflex mantiene il corpo sigillato contro l’umidità dell’E3 e offre un sensore Live MOS da 12 Mpx, uno schermo orientabile da 3′ e 921.000 pixel, live view con AF a rilevamento di contrasto, video HD e tempi di scatto fino a 1/8000.

Le principali caratteristiche della Olympus E5 sono:

– sensore Live MOS formato 4/3 (17,3×13 mm) da 12,3 Mpx
– innesto obiettivi 4/3 con fattore moltiplicativo 2x
– elaboratore d’immagine TruePic V+
– stabilizzazione d’immagine sul sensore
– corpo in lega di magnesio sigillato contro polvere ed umidità; otturatore collaudato per 150.000 scatti
– schermo LCD da 3′ con 921.000 pixel
– mirino a pentaprisma con copertura del 100 % e ingrandimento 1,15x (reale 0,575x)
– funzione live view con autofocus a rilevamento di contrasto o di fase e rilevamento dei volti
– sensibilità da 100 a 6400 Iso
– tempi di scatto da 60 sec a 1/8000
– sistema autofocus con 11 punti AF
– velocità di raffica di 5 fg/s per un numero illimitato di jpeg o 16 raw
– livella elettronica incorporata
– supporto per flash senza fili
– disponibilità di 10 Art Filters
– registrazione video HD a 1280×720 pixel e 30 fg/s con audio mono o stereo con microfono esterno
– uscita HDMI
– doppio allggiamento per schede di memoria: Compact Flash e SD/SDHC/SDXC
– impugnatura portabatterie opzionale per due batterie BLM-5 o dei AA
– dimensioni 143x117x75 mm
– peso 813 grammi

Sarà disponibile a ottobre ad un prezzo, solo corpo, di circa 1.700 €.

La nuova E5 è una reflex dichiaratamente professionale che quindi si pone in concorrenza con i modelli professionali o semiprofessionali di Canon, Nikon e Sony. In particolare fra le APS la Canon 7D e la Nikon D300s, ma anche le fullframe Canon 5D II, Nikon D700 e Sony A850.
le sue caratteristiche sono notevoli ed interessanti, a partire dal corpo in lega di magnesio e sigillato contro polvere ed acqua. C’è poi lo schermo orientabile in abbinamento al live view e al video, purtoppo solo HD e non Full HD. La velocità di raffica è buona, ma non eccezionale in confronto soprattutto a 7D e D300s. Il sistema AF ha però solo 11 punti di rilevamento contro i 19 di 7D e i 51 di D300s e D700. Solo la Canon 5D II ne ha meno, solo 9.
Il corredo di obiettivi è numeroso e completo, anche se i migliori e più professionali sono molto costosi.
In conclusione una reflex di notevoli qualità.
Valutandola però viene in mente una considerazione: Olympus con il sistema 4/3 aveva promesso di costruire reflex più piccole e compatte della concorrenza ancora legata all’eredità dei vecchi corredi di obiettivi per pellicola che  condizionavano anche le dimensioni delle reflex. In realtà se si confrontano le dimensioni ed il peso della E5 con le fulframe concorrenti si vede che sono equivalenti. Lo stesso avviene se si confrontano le dimensioni, pesi e costi degli obiettivi che possono essere considerati equivalenti. Infatti Olympus, per compensare il maggior rumore dei suo sensori (che dipende dalle dimensioni del sensore) e la più ampia profondità di campo a parità di f/stop ha dovuto produrre degli zoom f/2,0 come il 14-35/2,0 (28-70 equivalente) e il 35-100/2,0 (70-200 equivalente) che pesano, ingombrano e costano come i 24-70/2,8 e i 70-200/2,8 per fullframe. Un leggero vantagggio si ha solo con i telezoom di apertura più ridotta che però scontano la maggior rumorosità del sensore e la più ampia profondità di campo che in molti casi può essere negativa.
A questo punto ci si chiede perchè spendere lo stesso e caricarsi dello stesso peso per una reflex che ha un sensore con una superficie un quarto di quella delle fullframe, un sensore intrinsecamente più rumoroso e un mirino con un ingrandimento nettamente inferiore.

Advertisements

4 pensieri su “Olympus E5”

  1. Mi sembra rivolta espressamente a chi ha già un corredo Zuiko. Le caratteristiche non sembrano attirare nuovi potenziali clienti, visto quello che offre la concorrenza.

    Mi piace

  2. eccerto…la concorrenza offre solo reflex di bassa qualità come Canon e Nikon…..Olympus con il Full Frame…sicuramente farà il culo a strisce alle concorrenti, specialmente alle due citate sopra…bye bye

    Mi piace

  3. Salve, secondo il vostro parere occorerà ancora molto tempo perchè il mercato delle reflex lasci il posto alle mirrorless ? La sensazione che ho sempre avuto è che Olympus voglia mostrare che è possibile costruire macchine fotografiche di nuova tecnologia più compatte e con le medesime prestazioni delle reflex, eliminanto prima lo specchio ed in futuro l’otturatore, mostrando i progressi effettuati con sempre nuovi modelli come la E-M5. Vi sembra plausibile questa strategia a medio termine ?

    Maurizio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...