Samsung NX200

Samsung ha presentato ai primi di settembre una nuova mirrorless la NX200 che si affianca e poi sostituirà la NX100. La nuova fotocamera presenta delle caratteristiche molto interessanti. Innanzitutto un nuovo disegno del corpo macchina costruito ora in metallo, poi un nuovo sensore APS da 20 Mpx. Insieme Samsung ha presentato quattro nuovi obiettivi della serie E per le sue mirrorless.

Le caratteristiche principali della Samsung NX200 sono:

– sensore di formato APS CMOS da 20,3 Mpx sviluppato da Samsung
– innesto obiettivi Samsung NX con fattore moltiplicativo 1,5x
– compatibilità con la funzione i-Function per la regolazione dei principali parametri della macchina tramite l’uso di un pulsante e della ghiera di messa a fuoco
– corpo compatto di nuovo design costruito in metallo
– schermo da 3″ di tipo AMOLED con 614.000 pixel
– controlli manuali ed automatici
– supporto dei files raw
– gamma di sensibilità da 100 a 12.800 Iso
– non dispone di flash incorporato ma di una slitta a contatto caldo per un flash esterno fornito con la macchina
– velocità di raffica fino a 7 fg/s
– dispponibilità di 10 filtri speciali “Smart Filters” e possibilità di comporre foto panoramiche in macchina
– ripresa video Full HD a 1920×108 pixel e 30 fg/s con audio stere
– usa schede SD/SDHC/SDXC
– modulo GPS opzionale
– batteria agli ioni di litio BP103 per 330 scatti per carica
– uscita HDMI
– non dispone più dell’attacco per un mirino elettronico esterno
– dimensioni 117x63x36

La disponibilità ed il prezzo sono ancora da definire.

I nuovi obiettivi sono:

18-200 mm f/3,5-5,6 OIS stabilizzato
16 mm f/2,4 “pancake”
60 mm f/2,8 Macro OIS stabilizzato
85 mm f/1,4

I prezzi e la disponibilità sono ancora da definire.

La NX200 è un passo avanti notevole rispetto alla NX100. La costruzione e le caratteristiche sono molto migliori. Peccato però che abbia perso la possibilità di montare un mirino elettronico esterno proprio quando la concorrente Sony imbocca la strada inversa dotando le sue NEX di un mirino incorporato, insieme ad un flash, la NEX-7 e di un mirino esterno elettronicola NEX-5.
Rimane poi il dubbio per queste macchine su a che cosa servano corpi macchina così sottili se poi gli obiettivi sono pesanti ed ingombranti come quelli di una reflex.
Per i produttori è utilissimo invece farle perchè risparmiano meccanismo specchio e pentaprisma, componenti ottici e meccanici il cui prezzo è difficilmente riducibile. Inoltre per i produttori di elettronica come Samsung, Panasonic ed in parte Sony, le mirrorless vogliono dire aprire un nuovo segmento di mercato dove i costruttori tradizionali non hanno una storia consolidata e dove loro possono sfruttare meggiormente le loro capacità di produttori di elettronica.
C’è da chiedersi: ma tutto questo è utile per noi fotografi?

Advertisements

17 pensieri su “Samsung NX200”

  1. Concordo con il chiedermi circa l’ utilità di un tale corpo così sottile se poi si ci deve mettere un obiettivo da reflex..
    E poi mi sa tanto di macchina molto delicata specie vedendo una sproporzione così Grande tra corpo e obiettivo ..
    Capisco che per i produttori sia un business più conveniente ma a vederla fa proprio schifo!!!
    Scusate ma anche il feeling e l’ estetica concorrono all’ acquisto di un corpo macchina!!!

    Mi piace

  2. Anch’io trovo mostruosa la sproporzione tra il corpo macchina e gli obbiettivi (qualunque che non sia pancake…).
    Poi inquadrare e scattare senza mirino è come bere dalle fontane che non hanno “zampillo”, alla fine bevi, ma che fatica!
    Tra l’altro i display sempre più ampi, costringono inevitabilmente a tenere la macchina sempre più lontana dal viso.
    Ergo: si che bello rivedere le foto scattate (mah!), ma inquadrare?!

    Mi piace

  3. Ai miei (e tuoi) tempi gloriosi delle Nikon serie F, delle Olympus OM e delle “Praktica” gli obbiettivi normali dei fotografi amatoriali erano 50, 135 e 35 mm, lo zoom non era così considerato, vuoi per il prezzo, vuoi per la qualità non sempre eccelsa delle ottiche al confronto di quelle fisse. Oggi le cose sono cambiate, ma secondo me il principio è comunque valido: credo che con un pancake questa samsung possa dare soddisfazioni inaspettate, salvaguardando la praticità.

    Mi piace

    1. Ciao Alessandro e Prao,
      recentemente ho maturato il sospetto che non si possa paragonare la fotografia di 20-30 anni fa con quella attuale: la difficoltà di sostituire la pellicola per ottenere diverse velocità di scatto valorizzava le ottiche fisse molto luminose e svantaggiava gli zoom, necessariamente poco luminosi o eccessivamente ingombranti, pesanti e costosi (un 28-300 con apertura massima fissa a f2.0 avrebbe problemi di ingombro, peso, costo, aberrazioni, distorzioni, etc…).

      Nella mia breve esperienza con la reflex digitale, mi sembra che uno zoom tipo 18-200 f3.5-5.6, con tutti i suoi difetti di qualità e distorsione, offra grandissima praticità: il problema di sostituire la pellicola non esiste più con il digitale, che permette di variare la sensibilità entro certi limiti, ma resta il problema di cambiare spesso l’obiettivo.

      Poiché non sono un riccone, per me la flessibilità e la praticità di una reflex base con obiettivo superzoom compensano il prezzo. I vantaggi in termini di ingombro di una mirrorless sono relativamente ininfluenti, poiché il prezzo non è inferiore alle reflex, e perdo la velocità di messa a fuoco e altre caratteristiche per me fondamentali.

      Ovviamente ci sono nicchie di mercato in cui i difetti delle mirrorless sono compensati abbondantemente dai vantaggi, come voi avete evidenziato. Ma il marketing ovviamente ha lo scopo di trovare nuovi segmenti ed espanderli. Quindi apprezzo molto il lavoro di Francesco, che evidenzia i limiti delle mirrorless e mi ha permesso di riavvicinarmi alla fotografia senza spendere un capitale e senza sbattere la testa contro difficoltà inutili. Confesso che le mirrorless esercitano un grande fascino anche su di me, ma le acquisterei per sfizio soltanto se avessi a disposizione risorse economiche molto più abbondanti delle attuali.

      Simone

      Mi piace

      1. Ottimo commento Simone.
        Io acquisterò una mirrorless quando potrò metterla in tasca senza problemi. Per il momento ancora non siamo a questo livello anche se la Panasonic GF3 e la Olympue E-PM1 (PEN-Mini) con l’obiettivo zoom collassabile 14-42 della Panasonic ci sono vicine.
        Ciao, Francesco

        Mi piace

  4. Mah, forse allora è meglio prendersi una buona fotocamera a ottica fissa come la Fuji Finepix x100.
    Non tascabile, ma sicuramente non ingombrante e sbilanciata da tenere in mano. E con un ottica fissa certo si devono scartare a priori molti scatti, ma quelli che si fanno di solito sono molto più scelti e in definitiva migliori, anche perché si è costretti ad applicare il sano principio che il miglior zoom spesso sono le proprie gambe!

    Mi piace

  5. Certo che è utile per i fotografi, più scelta e concorrenza, non pensiamo mica tutti allo stesso modo.
    In Giappone le vendite di queste macchine è cresciuto fino al 40% negli ultimi mesi.
    Le ottiche sono equivalenti alle reflex ma il corpo macchina è più sottile del 50% e abbinato a un obiettivo pancake sono quasi tascabili (per tascabile intendo la s95 che possiedo).
    Per non parlare della qualità fotografica (vedi nex 5n), velocità di messa a fuoco e frequenze di scatto paragonabili a reflex che costerebbero cifre improponibili.

    Mi piace

    1. Mattia,
      la Canon S95 è tascabile come dici. Prova però a mettere in tasca la Samsung NX100 o NX200 o una Sony NEX tutte con l’obiettivo 18-55 montato. poi ne riparliamo.
      Per la velocità di messa a fuoco prova una reflex a confronto con una mirrorless su un soggetto in movimento. Per i prezzi invace fai un confronto serio sui principali siti online e ti accorgerai che numerose reflex costano meno delle mirrorless.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  6. Io ultimamente sono in preda a crisi …
    Nel senso che spesso mi lascio a casa la D7000 con il 16-85VR perché … pesa troppo e non sapendo se farò delle foto o meno, qualche volta, ultimamente sempre + spesso, la lascio a casa.
    E poi succede che mi serviva … e mi ci arrabbio un pò perché non ce l’ho.
    Stavo quindi pensando di venderla e prendermi una compatta di lusso.
    Ma sono sincero, pretendo praticità.
    In questo caso non ha senso che mi debba portare dietro un oggetto cosi grande (con ottica montata) … tanto vale che porti dietro la D7000 !
    Sono molto combattuto, non so che fare !

    Mi piace

    1. Michele,
      ti dibatti nello stesso mio problema e dilemma.
      Alcune volte non vorrei portare la reflex (cene da amici, locali, feste, ecc.) ma l’alternativa è solo una compatta con un sensore piccolissimo, anche se tascabile.
      purtroppo ancora nessuno ha prodotto una compatta adatta ad un fotoamatore esigente, cioè con un sensore almeno PS o Micro 4/3, un obiettivo zoom 2x o 3x. e un mirino. Questo mi basterebbe ma non c’è.
      La cosa che in questo momento gli si avvicina di più è una panasonic GF3 o Olympus E-PM1 con zoom collassabile Panasonic 14-42. Purtroppo però non hanno il mirino.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Magari la nuova fuji X10 con un sensore 2/3 (credo sia la metà del 4/3 a logica), mirino ottico in movimento con lo zoom,se ho capito bene ha anche una riduzione da 12 a 6mpx per ridurre il rumore e per aumentare la gamma dinamica… Dovrebbe essere un prodotto interessante

        Mi piace

        1. Ciao ChristianTN,
          il sensore della nuova Fuji X10 è simile per dimensioni a quello di altre compatte premium come la Panasonic LX5: la differenza in termini di qualità rispetto ad un Micro 4/3 resta piuttosto significativa perché ad un raddoppio della diagonale corrispondono circa 2 stop di differenza per rumore e profondità di colore, in parte compensati dall’ampia apertura dell’obiettivo.

          Anche secondo me però è la soluzione che più si avvicina alle esigenze di Francesco.

          Simone

          Mi piace

      2. Bhe`, che faccia a caso tuo Francesco c’e` la Sony Nex-7 che ha il mirino integrato nel corpo, un bel sensore APS da 21 Mp (prodotto da sony che insomma ci capisce di sensori 😉 ) e un 18-55 stabilizzato che pur essendo un ottica di Kit ha una qualita` molto elevata a mio avviso. Stacchi l’ottica dal corpo e, con un bel giubbotto, te la porti dovunque senza il minimo fastidio (almeno per me). Peccato che costa 1000 e passa euro 😛 Ed infatti io mi tengo il mia cara Nex-5 e continuo in tranquillita` a smoccolare quando c’e` il sole che non mi fa vedere una mazza su quel display ahahahaha 🙂
        Cmq il display un grosso vantaggio ce` l’ha, e cioe` riguardo alla profondita` di campo che e` perfettamente controllabile dal display piuttosto che da un buio mirino della reflex senza nulla togliere al meraviglioso ed apprezzatissimo pentaprisma 😉

        Mi piace

        1. Emilio,
          tutto sommato, prestazioni, ingombro, prezzo, una Olympus E-PM1 con mirino VF-2 forse è anche meglio, almeno per la trasportabilità.
          Ciao, Francesco

          Mi piace

          1. vero 😉 però uno deve sempre trovare dei buoni compromessi… con la sony, anche se non so come lavora il nuovo sensore da 21 Mp, hai una qualità immagine uguale ad una reflex e non simile come per le mini 4/3; inoltre con la mia nex-5 l’ergonomia è rasente allo zero, quella, proprio perché è più piccola, comincia ad andare sotto zero 😉 E cmq stiamo parlando di millimetri e di grammi, magari la olympus senza ottica ti sta anche in tasca dei jeans ma per l’ottica ti serve sempre una tasca pù grande quindi siamo punto e a capo. Infine aggiungo che con il sistema e-mount della sony hai un parco ottiche molto vasto grazie all’adattatore LA-EA2 che uscirà a breve anche se andrà tutto a discapito della portabilità.
            Sinceramente io sono di questa idea:
            1- Esco per fare foto , nikon d90 + 80-200 o ottiche fisse (35-50) e la sony come grandangolo 😉
            2- Esco con gli amici per andare a cena o in discoteca o chissà dove, mi porto la sony con il pancake che mi sta nella tasca dei pantaloni (ammetto di non usare pantaloni stretti).
            3- Esco per fare una girata o un week-end da qualche parte o ancora compleanni e feste, mi porto la sony sia con il 18-55 sia con il pancake.
            Cmq sono sempre dell’idea che un fotografo, amatore o professionista che sia, non può usare solo questi giocattolini ma deve affidarsi sempre ad una buona reflex 😉 queste macchine sono solo di contorno…

            P.S. devo cominciare a farmi paga dalla sony 😀

            Mi piace

    2. Ciao Michele! io avevo il tuo stesso problema, anche se la causale era un po’ diversa… Sono un felice possessore della Nikon D90 da ormai 2 anni… E` da mezzo anno che mi sono preso la Sony Nex-5 proprio perche` il fine settimana, quando esco con gli amici, mi serve qualcosa di poco ingombrante ma che non mi facesse rimpiangere la mia cara reflex… all’inizio anche io ero sommerso di dubbi sull’effettivo guadagno di un corpo cosi` piccolo ma con ottiche, per dimensione, quasi uguali… In rete non ho mai trovato risposte se non gente che sparava sentenze a caso…. l’unico modo e` stato quello di fare il grande passo… fatto il passo ti dico che non tornero` mai piu` indietro 😀 pero` attento io non mi sono sbarazzato della Nikon D90 ma l’ho semplicemente affiancata, se avessi venduto la D90 l’avrei rimpianta e non poco; questo perche` e` vero che la sony te la porti praticamente dovunque ma hai un ergonomia che fa praticamente schifo. Quindi quando esco per fare fotografie me le porto entrambe favorendo la D90 ma quando esco con gli amici mi porto solo la Sony. Quando mi porto la sony, stacco ottica dal corpo e metto il corpo in una tasca del giubbotto e l’ottica in quell’altra, cosa impensabile con una D90 (o D7000 che sia). Quando le uso entrambe la sony diventa il secondo corpo… sulla sony ci lascio il 18-55 (ottica che pur essendo in kit ha un’ottima qualita` ) e sulla D90 o ci metto l’80-200 oppure qualche ottica fissa (35 o 50) a seconda delle circostanze.
      Io cosi` ho risolto il mio problema e spero che tu possa risolvere il tuo anche se ti consiglio di non vendere la D7000 che e` una macchina spettacolare ma di aspettare un pochino ed affiancarci una mirrorless; ti ricordo che anche la nikon ha fatto la sua uscita nel mondo mirrorless anche se personalmente penso che sia un aborto in partenza visto che ci hanno messo un sensore piccolo per contenere le ottiche ma in relata` le ottiche sono un pelo piu` piccole di quelle della sony. Inoltre se dovessi montare il mio 80-200 sulla mirrorless nikon mi diventerebbe un 240-600, e cosa ci fo con ste focali, le foto ai cinghiali??? 🙂
      Cmq ti ripeto non dare via la D7000 perche` al 99% te ne pentirai.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...