Panasonic GF1

introPanasonic ha presentato oggi la nuova GF1 una fotocamera formato Micro 4/3 compatta ad obiettivi intercambiabili, senza mirino, sullo stile della Olympus Penn E-P1. La nuova Panasonic si basa su un sensore Live MOS da 12,1 Mpx, uguale a quello della G1, e uno schermo da 3″ per l’inquadratura, ma può montare opzionalmente anche un mirino elettronico sulla slitta portaflash. Incorpora inoltre un flash, ma non ha la stabilizzazione nel corpo che invece è presente in molti obiettivi Panasonic. Insieme è stato presentato anche un obiettivo a focale fissa 20 mm f/1,7 particolarmente dedicato a questa nuova compatta.

Le caratteristiche principali della nupva Panasonic GF1 sono:

– sensore Live MOS da 12,1 Mpx (uguale a quello della G1)
– innesto obiettivi Micro Four Thirds con un fattore moltiplicativo pari a 2x
– supporta anche i precedenti obiettivi Four Thirds e i Leica-R e Leica-M con adattatori opzionali
– corpo compatto in lega metallica di dimensioni simili alla Olympus E-P1
– schermo da 3″ con 460.000 pixel
– autofocus con 23 punti AF superveloce e funzionalità di riconoscimento dei volti
– mirino elettronico opzionale (200 $) da inserire nella slitta flash e con le stesse funzioni e immagini dello schermo principale; lo schermo ha 202.000 pixel e un ingrandimento nominale di 1,04x che considerando il fattore moltiplicativo 2 equivale a 0,52x
– flash incorporato apribile verso l’alto con numero guida 6 a 100 Iso
– possibilità di totale controllo manuale
 – gamma di sensibilità da 100 a 3200 Iso
 – tempi di otturazione da 60 sec a 1/4000 sec più la posa B
 – supporto del formato RAW e RAW più Jpeg
– velocita di raffica di 3 fg/s (7 raw, jpeg illimitati)
– la modalità di scatto Intelligent Auto Mode sceglie la modalità scena, rileva i volti, schiarisce le ombre, ecc. (quello che non può fare è scattare per il fotografo, ma ci arriveremo…)
– modalità My Color simile agli Art Filter di Olympus
– modalità Defocus mode per avere il soggetto a fuoco e lo sfondo sfocato (non bastava aprire il diaframma???)
– sistema di riduzione della polvere
– possibilità di ripresa video HD a 1280×720 pixel in formato AVCHD o Motion Jpeg
 – durata di ripresa illimitata con il formato AVCHD, tranne per i modelli per l’Europa che è 30 minuti (questo perchè in Europa c’è una tassa sui videoregistratori provenienti dai paesi extracomunitari, cioè sugli apparecchi in grado di registrare video continuativamente per più di 30 minuti , per proteggere la fantomatica industria della videoregistrazione europea. Grazie Unione Europea!!!!)
 – velocità di ripresa 60 fg/s usando il formato AVCHD
 – possibilità di modificareil diaframma e la compensazione dell’esposizione
 – la fotocamera può focheggiare in modo continuo durante la ripresa, in questo caso l’obiettivo più adatto è il 14-140 stabilizzato
 – funzionalità di riduzzione del rumore del vento per riprese in esterni
– uscita HDMI per il collegamento a un televisore
– schede di memoria SD/SDHC
– usa una batteria agli ioni di litio DMW-BLB13 con una capacità di 380 foto per carica

Sarà disponibile in ottobre con il 20 mm f/1,7 o lo zoom 14-45 al prezzo, in USA, per entrambi di 899 $

La nuova GF1 mi sembra molto interessante ed ha tutto quello che dovrebbe avere una compatta di classe e che produca immagini di alta qualità, compreso il flash incorporato e il mirino opzionale, che però purtroppo costa troppo (200 $) portando il prezzo della fotocamera al livello di una reflex di classe media. L’estetica è piacevole anche se non ha il fascino retrò dell’Olympus E-P1  e l’unica mancanza è la stabilizzazione incorporata, presente in molte ottiche Panasonic, ma non in tutte come ad es. il 20/1,7, e assente negli obiettivi Olympus, mentre potrebbe essere molto utile per l’uso dei tele o in luce ambiente.

Che vantaggi ha la GF1 rispetto alla Olympus E-P1 e quali viceversa sono i punti forti di quest’ultima?

Vantaggi della Panasonic GF1

– autofocus più veloce e inseguimento del soggetto
– schermo con maggior risoluzione, il doppio dei pixel
– flash incorporato
– mirino elettronico opzionale (anche se piuttosto caro)
– formato video AVCHD che occupa poco spazio e consente registrazioni illimitate (tranne che in Europa, ancora grazie Unione Europea!)
– obiettivo standard più luminoso f/1,7 invece che 2,8
Vantaggi della Olympus E-P1

– supporto autofocus per un’ampia gamma di obiettivi Four thirds
– stabilizzazione sul corpo
– zoom in kit collassabile per un minore ingombro
– doppia ghiera di controllo
– disponibilità degli Art Filters

In conlusione sono due ottime fotocamere, ma secondo me falliscono un po’ il loro obiettivo. Non sono infatti abbastanza compatte da essere tascabili, richiedono quindi una borsa e non è pensabile di tenerle sempre con se in tasca. Poi costano molto, con la stessa cifra si compra una reflex di medio livello. Possono essere quindi le seconde fotocamere per il fotoamatore impegnato che vuole una macchina più portatile e che eventualmente si faccia meno notare, ad esempio per la “street photography”, ma difficilmente attireranno chi proviene dalle compatte.
La scelta fra le due è una questione di esigenze e di gusti, anche estetici. Ognuna infatti ha pregi e difetti.

ZBEAUTY2

LUMIX_GF1_1_L

LUMIX_GF1_2_L

LUMIX_GF1_3_L

LUMIX_GF1_4_L

LUMIX_GF1_5_L

LUMIX_GF1_6_L

LUMIX_GF1_7_L

LUMIX_GF1_9_LLUMIX_GF1_8_L

colors

ZCOMPFRONT-L
Panasonic GF1 e Olympus E-P1
ZCOMPBACK-L
Panasonic GF1 e Olympus E-P1
Panasonic GF1 e Olympus E-P1
Panasonic GF1 e Olympus E-P1
Advertisements

27 pensieri su “Panasonic GF1”

  1. Sono due macchine interessanti; il fatto che Panasonic non abbia lo stabilizzatore nel corpo è un frutto avvelenato: non consente ad esempio di utilizzare lo zoom collassabile di Olympus, e di fatto nemmeno i pregiati obiettivi Leica M/R alle persone come me che non hanno le mani esattamente rocciose.
    Non resta che aspettare la evoluzione 2 di ambedue le marche; Panasonic mi ha deluso.

    Mi piace

  2. Giulio il fatto è che Panasonic, come anche Canon e Nikon, ha sempre puntato sulla stabilizzazione nell’ottica. Questo certamente non consente di stabilizzare obiettivi a focale fissa o preesistenti, come avviene con Olympus ed è un punto a favore di questa.
    Panasonic ha comunque preannunciato per il prossimo anno altri obiettivi Micro 4/3, fra cui un 100-300 stabilizzato.

    Mi piace

  3. 2 macchine moolto interessanti, la mancanza dello stabilizzatore potrebbe essere sopperita da un obiettivo + luminoso..infatti pana propone un 1.7 in luogo del 2.8 ed eventualmente spingersi un po’ più su con gli ISO.
    Ma dai primi scatti on line sembra che nonostante abbiano lo stesso sensore 4/3 Pana arrivi a solo 3200 ISO ( PEN a 6400) e che a parità di sensibilità le immagini generate dalla Pen siano decisamente + pulite…..

    Mi piace

  4. sulla stabilizzazione in effetti non è un bel colpo;
    però io trovo molto utile il flash, non sarà un flash professionale ma per il target a cui si rivolge avere un flashino con cui fare un fill in, o da usare in quelle situazioni in cui ti serve l’immagine anche a discapito magari dell’esteticità delle composizione la mancanza della luce sulla olympus è un grave handicap;
    durante questa estate mi sono capitate molte situazioni in cui l’utilizzo del flash forzato mi ha consentito di avere volti ben incarnati e colorati pur avendo il sole contro (viceversa le facce sono tutte un ghigno a causa della luce del sole);
    quello che non capisco è come mai piccole chicche presenti in macchine di fascia + bassa di qualche hanno fa non siano ancora state introdotte, tipo il geotagging della nikon p6000;
    faccio solo un accenno al fatto che il costo della gf1 mi sembra un pelo alto, se si conta che con gli 800 euri si può comprare una media dslr dotata di obiettivo discreto.

    Mi piace

  5. Dal mio punto di vista, sia Panasonic che Olympus sono due fotocamere inutili. Entrambe poco più piccole di una reflex ma non così compatte da essere considerate tascabili quindi, a questo punto, o mi compro una reflex (con tutti i vantaggi di questo sistema) oppure, se ho veramente bisogno di una compatta, mi oriento su un altro tipo di prodotto. Ulteriore nota dolente, la mancanza di un mirino ottico (integrato nel corpo macchina!) su entrambi i modelli, abitudine questa, ormai ampiamente diffusa su qualsiasi fotocamera che non sia una reflex. Io sono sempre in attesa di una vera compatta di qualità (come Contax T, per intenderci…) ma, credo, che la mia attesa si protrarrà per molto tempo.

    Mi piace

  6. Homero, forse, ma mettendo a fuoco in manuale e regolando manualmente l’esposizione. Il forse dipende dal fatto che teoricamente sarebbe possibile, ma non so se qualcuno ha già relizzato un anello adattatore. Sulla GF1 si possono usare, oltre agli obiettivi previsti per il sistema Micro 4/3, anche quelli per le reflex del sistema 4/3 di Panasonic e Olympus. Ci sono poi degli anelli adattatori già proposti da Olympus (ma dovrebbero andar bene anche per Panasonic) per obiettivi Olympus OM e Leica M.

    Mi piace

  7. proprio vero, non si riesce a capire perchè su macchine di questa fascia non venga previsto un mirino ottico integrato, così da evitare l’inquadratura “da imbecille” cui costringe il monitor. Senza contare i problemi in piena luce.

    Mi piace

  8. 2 Macchine bellissime, non credo che sia un problema che manca il stabilizzatore.. l’obiettivo si apre a 1.4 avrai sempre tempi di scatto alti.

    io se fossi un foto amatore comprerei subito una di queste perche paragonando la qualita di obbietivo della panasonic ad una DSLR della stessa fascia, e netta mente superiore la panasonic. Avere una DSLR con gli obbietivi di di fascia bassa e inutile… devi per forza spendere 1000 e passa euro per del vetro piu preciso.

    Mi piace

  9. Andrea, sicuramente avere un obiettivo f/1,7 (non 1,4) è un bel vantaggio, ma averlo stabilizzato sarebbe ancora meglio!
    Sull’argomento obiettivi per DSLR bisognerebbe tener conto della reale risoluzione dei sensori, come ho descritto in un recente articolo, ma il vantaggio di una DSLR è nella visione ottica diretta del mirino e nel modo di impugnarla che la rende più stabile. Comunque contrariamente a quanto molti credono la qualità degli obiettivi è più critica per una APS che per una fullframe. Ciò vuol dire che un obiettivo medio su una fulframe rende meglio di uno ottimo su una APS.

    Mi piace

  10. interessanti tute le argomentazioni,ma dato che mi interessa un corpo da usare come una telemetro e che abbia prestazioni le migliori possibili senza spendere cifre da ..leica, una di queste due potrebbe fare al mio caso? non ho potuto ancora provarle.grazie

    Mi piace

  11. Mauro, la scelta dipende da te, cioè da che foto fai e dai tuoi gusti personali.
    La Olympus è affascinante per il suo aspetto, ha un’ottima qualità d’immagine, lo stabilizzatore utile in poca luce per soggetti statici e l’audio stereo per il video. Come svantaggi non ha un mirino, quindi costringe ad inquadrare sempre col monitor a braccia in avanti, scomodo con i teleobiettivi e quasi impossibile con il sole pieno, ha un autofocus piuttosto lento e non ha il flash. La Panasonic ha pure lei una buona qualità di immagine, leggermente inferiore alle basse sensibilità rispetto all’Olympus (mi riferisco però solo al jpeg), ma migliore per il controllo del rumore alle alte sensibilità, ha un autofocus molto veloce e dispone di un mirino elettronico opzionale anche se costoso e di un flash. Non ha però lo stabilizzatore, ma offre zoom stabilizzati e con l’obiettivo 20/1,7 se ne sente meno la necessità e non ha l’audio stereo.
    In conclusione se vuoi fare foto anche a soggetti dinamici (sport, bambini), occasioni conviviali con il flash (cene, eventi) o in poca luce meglio la Panasonic. Se fai foto a paesaggi, panorami, ecc. e ti piace avere un oggetto di stile ed elegante può andar bene anche la Olympus.

    Mi piace

  12. prima cosa complimenti per la chiarezza ;posseggo da qualche anno una panasonic dmc-lx2 e la vorrei cambiare
    con una più professionale per questo un sogno sarebbe
    avere la stessa grandezza con una ottica intercambiabbile
    ma vedo che è ancora molto lontano questo traguardo
    al riguardo per voi rimanendo sulle compatte quale ha fatto
    ultimamente un passo avanti?

    Mi piace

    1. Intanto crazie per la risposta,in effetti per uno che viene dalla fotografia analoggica non è cosi facile capire questa incredibile rivoluzione. Una volta bastala comperare anche usata una Leica m3 con un Summicron 35 1,2 e avevi il top
      anche come oggetto e senza prendersela con la tecnologia
      vedevi subito o quasi quanto potevi essere limitato come fotografo!!!
      Complimentiper il sito l’ho messo nei miei preferiti

      Mi piace

      1. Grazie Marco per i preferiti.
        Anche oggi in realtàpuoi prendere una Leica M9, magari con lo stesso summicron 35/2.0 usato di prima ed hai il top. Ed oggi se si confrontano i prezzi con Nikon e Canon la Leica sembra molto più umana.

        Mi piace

  13. Marco, cosa intendi per macchina più professionale? Che foto fai o vorresti fare che non puoi con la LX2?
    Prima di comprare una nuova fotocamera è importante capire che uso se ne vuole fare.
    Per adesso ti posso dire che la tua è un’ottima compatta e che i modelli attuali non migliorano significativamente le sue caratteristiche. La LX3 di Panasonic ha solo un obiettivo più luminoso, ma anche con meno tele, la Canon G11 è tornata a 10 Mpx.
    Se vuoi migliorare la qualità delle foto che fai ed eescludi le reflex (perchè?) l’unica scelta sono le nuove Micro 4/3 ad obiettivi intercambiabili, Olympus E-P2 e Panasonic GF1 che uniscono a ingombro e peso non elevato una buona qualità d’immagine in virtù del sensore più grande delle compatte.
    Ciao,
    Francesco

    Mi piace

  14. Io ho una grossa reflex full frame con 3 obiettivi costosi dal 14 al 200, uso anche una compatta Ricoh, ma purtroppo la qualità delle immagini è accettabile solo ad 80 ISO.
    Ho provato la Olimpus , ma non mi trovo, mi piace invece la Panasonic, ovviamente e principalmenye con il solo 20 mm, non mi piace lo stabilizzatore sul sensore ed in genere non sopporto gli stabilizzatori su ottiche normali, lo tollero solo sui tele. Il formato 4/3, consente, rispetto alle altre compatte con sensori minuscoli, di portare a casa, buoni scatti per tutti gli usi.
    Saluti a tutti

    Mi piace

  15. Salve a tutti e buon anno…io ho appena comprato la gf1: la trovo piuttosto intrigante e ben realizzata, ma lo scopo principale per cui l’ho presa é la possibilità di usarla in combinazione con i miei vetri leica (anche a vite) e voigtlaender…appena mi arriva l’anello adatatore! Ciao e complimenti.

    Mi piace

  16. Personalmente sono interessato ad avere un corpo macchina cosi’ ridotto e con un sensore da reflex.Da ultimo ho poi visto che Lolli vende l’adattatore per “giocare ” con gli obiettivi Canon Eos (il 400 diventa 800 !!!).
    Qualcuno che gia’ la possiede sa dirmi se il corpo comprende un ingresso audio per cuffie?( ho necessita’ di ascoltare il sonoro dei video direttamente dalla macchina senza scaricarli dentro al pc).
    Ringrazio anticipatamente per la dritta ed invio i migliori saluti a tutti

    Mi piace

    1. Mario,
      la GF1 non dispone di un’USCITA audio specifica per cuffie e nemmeno di un INGRESSo per microfono esterno. Dispone di un’uscita HDMI e di un’uscita audio/video mono NTSC/PAl. Forse potresti sfruttare questa per collegarvi una cuffia usando solo la parte audio del segnale, ma non ne sono sicuro. La cosa migliore sarebbe fare una prova.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  17. Non puoi usare l’uscita Audio/Video della fotocamera per una cuffia, in quanto questa e’ soltanto di “linea”, non in grado di pilotare la cuffia se non utilizzando un piccolo amplificatore o una cuffia amplificata. Spero di essere stato esauriente! Ciao a tutti. Gianni

    Mi piace

    1. grazie mille a Gianni.
      A questo punto forse mi conviene provare con una cornice digitale( con audio/video ed ingresso per le card): andrebbe bene con qualsiasi corpo.
      Ciao a tutti

      Mi piace

  18. Ho poi acquistato la GF1 con il 14-45. L’assenza di mirino a me personalmente piace poco tuttavia la resa quanto a definizione è di alto livello d dir poco.Oggi mi è arrivato da “Cyrrus” l’anello per montare le ottiche Canon Eos. Problema : innestando un 100 2.8 macro Eos con l’anello ,il visore non riporta l’inquadratura ma lascia comparire la scritta ” controllare che l’ob. sia inst. correttamente”. Il problema persiste anche settando “scatto no obiettivo” su on ed impostando “M”.
    Qualcuno ha suggerimenti da darmi ?

    Un caro saluto

    Mi piace

  19. Ho buttato l’anello (l’innesto ha poi funzionato ma i risultati quanto a immagini sono stati sotto le aspettative) e comprato il mirino che uso solo con alte luci in esterno.Tutto ok ora.
    Il plus della GF1 poi, a mio giudizio è quello di essere venduta in kit con uno zoom economico dalla resa impensabile.
    Sara’ che lavora a pochi mm dal sensore o non so che altro ,sta di fatto che non li ho piu’ mollati.
    Sul monitor ( non ho ancora fatto stampe) le immagini a occhio sembrano indistinguibili da quelle scattate con la Sony 850.
    Le mie impressioni, trovano conferma nell’ultimo numero di “Chasseur d’Images” (n° 323 Maggio 2010 pag.118) che infatti descrive il brutto anatroccolo come un cigno:
    _
    -minima messa a fuoco 30 cm
    -piquè eccellente a tutte le focali e a tutte le aperture con grande uniformità su tutto il campo
    -qualita’ ottica eccellente…..etc

    e termina……”En bref: Panasonic a concu un zoom “eco” de trés grande qualitè.Les performances sont de haut niveau.

    Meno,molto meno “eco” è sicuramente il 14-140 ( credo almeno un mille come costo) che quanto a resa sarebbe il massimo.
    Francesco tu hai dati e test per confermare?
    Un caro saluto a tutti

    Mi piace

    1. Mario, la GF1 è un’ottima fotocamera, come confermato da numerosi test. Anche lo zoom 14-42 è molto buono. Io non l’ho però provata, ho dato la priorità alla nuova G2. Ti do il link ad alcuni test in rete molto validi.
      http://www.cameralabs.com/reviews/Panasonic_Lumix_DMC_GF1/index.shtml
      http://www.photographyblog.com/reviews/panasonic_lumix_dmc_gf1_review/
      http://www.dpreview.com/reviews/panasonicGF1/

      Il mirino a giudicare dalle caratteristiche è buono, ma non al livello della GH1 o della G2. L’unico limite per me è la mancanza di stabilizzazione nel corpo, come le olympus, che consentirebbe di usare come stabilizzati il 2071,7 o obiettivi di altre macchine come gli Olympus OM.
      L’importante è che tu ne sei pienamente soddisfatto.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

  20. Grazie per i links.
    Si certamente la G2,ad oggi non reperibile in Italia ,per quanto letto, sta qualche spanna sopra e meriterà pienamente il 14-140.
    Salutissimi,Mario.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...