Casio EX-F1 e EX-FH20: due superzoom turbo

ex_f1-front-sLa Casio EX-F1 è una superzoom molto particolare: ha un sensore da 1/1.8 da 6 Mpx con la capacità di registrare 60 fotogrammi al secondo. Questo si traduce in una possibilità di scattare a raffica ad una velocità incredibile: 60 fotogrammi in un secondo, oppure 30 in 2 secondi e così di seguito. In alternativa può girare video a velocità allucinanti, fino a 1200 fg/sec. Ha inoltre uno zoom 12x da 36 a 432 mm equivalenti con comando manuale e una forma, peso e dimensioni simili ad una reflex. Ho avuto occasione di provarla all’ultimo Photoshow di Roma con ottimi risultati. La EX-FH20, presentata all’ultima Photokina, è la sorella inferiore per alcune prestazioni, migliore per altre, più economica, ma non meno interessante.

La Casio EX-F1 è una superzoom con obiettivo 12x, da 36 a 432 mm equivalenti, quindi non molto spinto in confronto ai 18 e 20x di altre concorrenti. Le sue particolarità sono però il fatto di avere un sensore CMOS di dimensioni relativamente grandi 1/1.8 con le misure di 7,18×5,32 mm contro i sensori 1/2,5 equivalenti a 5,75×4,31 mm delle concorrenti. Inoltre il sensore ha “solo” 6 Mpx, il che si traduce in una densità di pixel inferiore (157.078 pixel per mmq) in rapporto a quelli più piccoli con più Mpx (403.511 pixel per mmq di un sensore 1/2.5 con 10 Mpx). Ciò vuol dire che il rumore alle alte sensibilità è inferiore a quello delle concorrenti, pur non potendo essere paragonato a quello di una reflex APS (la Nikon D40 con 6 Mpx ha una densità di 16.367 pixel per mmq). La caratteristica più importante di questo sensore è però la sua velocità che arriva fino a 60 fg/sec alla risoluzione di 6 Mpx per le foto e da 60 fg/sec in qualità full HD a 1920×1080 pixel fino a 1200 fg/sec alla risoluzione ridotta di 336×96 pixel per il video. Inoltre anche con il flash la F1 è in grado di scattare una raffica di 20 fotogrammi alla velocità di 7 fg/secLo zoom ha una escursione focale equivalente che varia fra 36 e 432 mm, un po’ inferiore a quella di alcune concorrenti soprattutto nella direzione grandangolare dove molte partono ormai dal 28 mm e anche meno. La luminosità, f 2.8-4.6 è negli standard, anche se c’è chi fa di meglio. La sensibilità varia da 100 a 1600 Iso e può essere anche impostata in auto. La stabilizzazione è meccanica sul sensore ed è inoltre disponibile una funzione di stabilizzazione elettronica che combina più immagini per ricavarne una più nitida. Il display è da 2.8′ con 236.000 pixel, quindi nella media, ma c’è chi fa meglio. Il mirino elettronico ha 201.000 pixel. Naturalmente è prevista sia l’esposizione automatica program che le priorità di tempi e diaframmi e l’esposizione manuale. La messa a fuoco prevede anche il tracciamento dei soggetti in movimento e la luce ausiliaria. Le immagini possono essere salvate in raw (DNG di Adobe) oltre che in jpeg, cosa molto importante per le possibilità di correzione consentite duarante la fase di sviluppo e per la migliore resa qualitativa.

EX-F1
EX-F1

Ho potuto vedere e provare brevemente la fotocamera all’ultimo Photoshow di Roma. L’impressione è stata ottima. La macchina è solida e molto ben finita. Il peso e l’ingombro sono consistenti, come quelli di una reflex APS compatta. I comandi ben posizionati e facili da utilizzare. Lo zoom si aziona manualmente, come in un obiettivo per reflex. Con la stessa ghiera attorno all’obiettivo si possono regolare anche la messa a fuoco e la velocità della raffica. Il mirino è buono, anche se non eccezionale. Ho effettuato una serie di scatti, sia in sequenza, senza però arrivare alla massima velocità (13 fotogrammi in 2 sec, per non riempire la scheda SD che avevo disponibile), sia a varie sensibilità, da 100 a 1600 Iso. E’ possibile infatti regolare la velocità di raffica per avere 60 scatti in 1 secondo, oppure 30 in 2 o meno, a secondo delle esigenze di ripresa. La resa è ottima a 100 Iso e molto buona fino a 400 Iso. Gli 800 Iso iniziano a presentare rumore nelle zone scure dell’immagine che però rimane ancora abbastanza nitida e di qualità accttabile. A 1600 Iso il rumore è più evidente, ma l’immagine pur essendo meno nitida rimane abbastanza consistente, senza assumere quell’aspetto tipo acquarello determinato da sistemi di riduzione del rumore troppo aggressivi, tipo quello di alcune Panasonic. Evidentemente le dimensioni del sensore, più grande di quello di altre superzoom, e il numero di pixel non troppo elevato fanno sentire la differenza.

Foto di test

 
Quello che impressiona maggiormente è però la capacità video: ho girato un paio di filmati 512×384 pixel a 300 fg/sec che consentono, visualizzati alla normale velocità video PAL di 25 fg/sec di rallentare il movimento di 12 volte. Infatti mi è stato richiesto subito di procurarmi un esemplare della EX-F1 per effettuare le riprese dei lanciatori e dei battitori durante le partite di baseball che di solito riprendo. Indubbiamente queste riprese sarebbero di grande aiuto per gli allenatori per far veder ai giocatori i movimenti effettuati e correggerne i difetti.
Altra funzione veramente stupefacente è che la fotocamera può riprendere foto alla massima risoluzione ancora prima di premere il pulsante di scatto. Infatti mentre si osserva l’immagine nello schermo o nel mirino la macchina memorizza le immagini nella sua memoria temporanea interna alla velocità di 60 al secondo. Al momento della pressione sul pulsante la F1 salva gli ultimi 5 fotogrammi ripresi PRIMA dello scatto consentendo quindi di riprendere un’azione rapida anche se si è perso il momento cruciale: sarebbe un’enorme facilitazione per tutte le foto sportive come quelle che cerco di fare, non sempre riuscendovi, dei lanciatori di baseball mentre stanno per lanciare la palla, oppure dei battitori mentre stanno per colpirla. E’ possibile inoltre osservare, nel mirino o sullo schermo, un’azione durante il suo svolgimento in modo rallentato e premere il pulsante di scatto al momento cruciale con la certezza che non andrà perso.
Si tratta quindi di una fotocamera estremamente utile e interessante per tutte le riprese sportive, ma adatta a riprese di qualsiasi genere vista la buona qualità delle immagini prodotte e la possibilità di scattare anche in raw. L’unico inconveniente è il prezzo: la EX-F1 costa circa 730-750 €, prezzo che la mette su un livello analogo alle reflex APS entry level che hanno una resa qualitativa migliore, ma che non possono competere con la Casio per la velocità di ripresa e che non possono girare video.

EX-F1
EX-F1
ov02
EX-F1

La Casio ha però presentato alla Photokina un nuovo modello, la EX-F20 con sensore più grande, 1/2.3 (8,80×6,60 mm), e 9 Mpx (densità di 154.959 pixel/mmq, analoga a quella della F1), con una capacità di raffica di 40 fg/sec a7 Mpx, e 30 fg/sec a 8 Mpx. La velocità video arriva fino a 1000 fg/sec alla risoluzione di 224×56, ma si possono effettuare riprese HD720 (1280×720) a 30 fg/sec. Col flash si arriva a 5 fg/sec per 10 foto. Lo zoom è un notevole 20x da 26 a 520 mm equivalenti, f 2.8-4.5.

EX-FH20
EX-FH20

Ovviamente è presente lo stabilizzatore meccanico d’immagine sul sensore e della funzione elettronica di stabilizzazione che combina più immagini come sulla F1. Lo schermo è da 3, ma la sua risoluzione e quella del mirino non sono aumentate rispetto alla F1. Infine l’alimentazione è fornita da 4 batterie AA ricaricabili, molto meno costose di quelle proprietarie e con il vantaggio di poter essere sostituite, nel caso ci si ritrovasse con le batterie scariche, con 4 normali pile alcaline. Il prezzo è poco superiore ai 400 €. Si tratta quindi di una fotocamera ancora più interessante e venduta finalmente ad un prezzo concorrenziale. Spero di poterla presto provare e di usarla per le riprese di baseball.

zyback-lgs
EX-FH20
EX-FH20
EX-FH20
Annunci

Un pensiero su “Casio EX-F1 e EX-FH20: due superzoom turbo”

  1. ho questa macchina, La Casio EX-F1 sarà pur veloce ma a 1200fps si vede bene
    solo guardando al formato di un francobollo, praticamente non serve a niente ,anche a 600 fps si vede bene al doppio
    di un francobollo, a cosa serve? ho fatto vedere a qualcuno i filmati ,la prima cosa che dicono: che male che si vede .in video full HD è discreta ma se fai panoramiche c’è
    tutto un tremolio anche con lo stabilizzatore,con le foto è
    discreta se non superi i 400 iso ,
    gradirei sapere altri come si trovano .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...