Sony NEX-5T: conclusioni

La NEX-5T è una fotocamera molto simpatica in quanto è fra le poche mirrorless che si possono portare quasi sempre con se. Come dimensioni esterne infatti è superata solo dalla Panasonic Lumix GM1 (attualmente in prova) che è ancora più piccola e compatta. Con lo zoom 16-50 in prova si può portare facilmente nella tasca di una giacca, ma in caso di necessità entra pure nel taschino di una camicia, anche se un po’ a fatica. La costruzione è solida ed accurata. I comandi semplici e completi e si riesce subito a regolarla come si vuole. I menu, dopo un minimo apprendistato, risultano facili e comprensibili e non richiedono troppo tempo per trovare l’opzione cercata. Lo schermo orientabile è comodo, ma come tutti gli schermi è poco visibile in esterni col sole e in questi casi si è costretti ad inquadrare un po’ alla cieca, come in tutte le fotocamere prive di mirino.
La disponibilità di obiettivi Sony E poi consente di affroontare vari generi fotografici, anche se questa non è certo una fotocamera adatta a foto sportive o naturalistiche di animali in libertà.
Consente anche di montare, con anelli adattatori, obiettivi di quasi tutte le marche anche se in questo caso, come nell’uso di focali fisse, si rimpiange il fatto che non abbia un sistema di stabilizzazione integrato. Anche il flash esterno si rivela un po’ scomodo perche si deve portarselo dietro e montarlo in caso di necessità. L’opzione di lasciarlo fisso sulla fotocamera è da scartare perchè oltre all’aumento dell’ingombro che ostacola il trasporto in tasca tende facilmente a staccarsi in quanto il suo fissaggio non è molto solido come ad esempio nelle Olympus.
La qualità d’immagine è senz’altro buona. La nitidezza e la risoluzione sono alte, il rumore nella media delle APS e si possono usare i 3200 Iso senza problemi. Anche i 6400 Iso vanno bene se si scatta in raw convertendo con Sony IDC ottimizzando la riduzione di rumore al prezzo di una minima perdita di nitidezza. Oltre è opportuno andare solo in caso di necessità. La gamma dinamica però è solo discreta ed inferiore ad alcune reflex APS o mirrorless dello stesso formato.
Le foto in jpeg provenienti direttamente dalla macchina sono già buone, ma si può ottenere di meglio usando il raw e convertendo le foto con IDC per nitidezza, rumore e resa dei colori. Anche nel caso di Sony i risultati migliori li ho ottenuti con IDC piuttosto che con Lightroom.
La messa a fuoco funziona molto bene per tutti i soggetti normali anche in poca luce e grazie al sistema ibrido se la cava bene anche con i soggetti in movimento. Non ho mai riscontrato foto fuori fuoco.
L’obiettivo provato, il 16-50 mm si è dimostrato discreto con una notevole disuniformità fra centro e bordi alla focale minima alla quale presenta una forte distorsione corretta automaticamente dalla macchina per le foto jpeg e dal software Sony IDC per quelle raw. Si possono però avere problemi usando altri software di conversione se questi non dispongono del profilo dell’obiettivo.

 

Riassumendo:

Ergonomia e comandi

Buoni. I comandi sono semplici ed ottimamente disposti. Molte funzioni si comandano con l’ausilio delle indicazioni dello schermo touch o direttamente con esso. Semplici e chiari i menu.

Schermo

Lo schermo è chiaro, nitido e brillante. Molto comoda la possibilità di ribaltarlo completamente per autoritratti.

Autofocus

Ottimo. E’ preciso e veloce per tutte le situazioni, anche per soggetti in movimento. La sua sensibilità gli consente di mettere a fuoco anche in pochissima luce. Non ha mai prodotto foto sfocate. Efficiente la funzione di riconoscimento dei volti con anche l’opzione sorriso. L’area di messa a fuoco può essere scelta automaticamente o manualmente. Durante le riprese video ha mostrato poche incertezze con perdite di fuoco prontamente recuperate.

Esposizione

Ottima. Sempre corretta anche in condizioni difficili. Solo in casi estremi ho dovuto apportare qualche correzione.

Bilanciamento del bianco

Ottimo. In automatismo si è dimostrato sempre corretto. Dispone di impostazioni predefinite per varie luci, della possibilità di taratura personalizzata e di scatto in bracketing.

Qualità d’immagine

Buona sia per risoluzione e definizione, sia per il contenimento del rumore alle alte sensibilità, più in raw con Sony ISC che in jpeg. Al livello della media delle reflex APS.

Raffica

Discreta. Sony non dichiara esplicitamente la velocità, ma con messa a fuoco ed esposizione determinati al primo scatto si raggiungono i 10 fg&s solo per il primo secondo, poi cala a circa 3-4, alla velocità inferiore non precisata, sono arrivato a 3 fg/s, con messa a fuoco ed esposizione per ciascuno scatto.

Video

Buono. Per la ripresa si dispone però purtroppo delle impostazioni solamente automatiche. La messa a fuoco dimostra solo qualche incertezza.

In conclusione la NEX-5T si è dimostrata una buona fotocamera, dotata di tutto quello che serve per ogni genere fotografico, facile da portare sempre con se. E’ limitata però dalla mancanza del mirino e del flash integrato. La dotazione del corredo di obiettivi, pur non essendo aplissima, comincia ad essere interessante e a comprendere obiettivi di produttori di universali. E’ una buona scelta per chi vuole una fotocamera molto compatta con una buona qualità d’immagine, ma con ingombri e pesi più ridotti di una reflex per poterla portare con se più facilmente.
Il prezzo è adeguato alla qualità ed alle caratteristiche della fotocamera.

 

Pregi

– costruzione e finitura di buon livello
– dimensioni e peso molto contenuti
– buona qualità d’immagine
– buon rapporto segnale/rumore
– comandi comodi e semplici
– autofocus veloce, sensibile e preciso
– possibilità di montare obiettivi Sony Alpha mantenendo l’autofocus e gli automatismi
– disponibilità di effetti creativi e stili personali

Difetti

– mancanza del mirino
– mancanza della stabilizzazione integrata
– obiettivo in kit solo discreto e con forte distorsione (anche se corretta automaticamente)
– gamma dinamica non molto ampia
– corredo obiettivi ancora un po’ ridotto
– mancanza del flash integrato. Quello esterno fornito è scomodo
– anello adattatore per obiettivi Alpha molto costoso

Alternative

Fujifilm X-A1

Dispone di un sensore CMOS APS da 16 Mpx, innesto obiettivi Fuji X con una buona dotazione di obiettivi di alta qualità compresi dei focale fissa molto luminosi. Non ha mirino, lo schermo è orientabile in alto ed in basso. Ha il flash incorporato. Le dimensioni sono medie, un po’ più grandi della NEX-5T sopratutto per l’obiettivo in kit 16-50.
Costa 550 € in kit con lo zoom XC 16-50 f/3,5-5,6 OIS.

Fujifilm X-M1

Dispone di un sensore X-Trans CMOS APS da 16 Mpx senza filtro antialias e con tecnologia esclusiva Fujifilm per la disposizione dei filtri colore, innesto obiettivi Fuji X con una buona dotazione di obiettivi di alta qualità compresi dei focale fissa molto luminosi. Non ha mirino, lo schermo è orientabile in alto ed in basso. Ha il flash incorporato. Le dimensioni sono medie, un po’ più grandi della NEX-5T sopratutto per l’obiettivo in kit 16-50.
Costa 600 € in kit con lo zoom XC 16-50 f/3,5-5,6 OIS.

Olympus OM-D E-M10

E’ l’unica in questa classe a disporre di mirino elettronico di alta qualità. Ha un sensore Micro 4/3 Live MOS da 16 Mpx, innesto obiettivi Micro 4/3 con oltre 40 obiettivi Olympus, Panasonic e di altre marche con moltissimi zoom e focali fisse luminose di livello anche professionale. Integra un sistema di stabilizzazione molto efficace. Lo schermo è orientabile in alto ed in basso. Ha il flash incorporato. Le dimensioni sono contenute, particolarmente con l’obiettivo in kit 14-42 EZ, veramente piccolo, e solo la sporgenza del mirino può ostacolare il suo trasporto in tasca.
Costa 800 € in kit con lo zoom 14-42 EZ elettrico e collassabile e 700 € in kit con il 14-42 II piu grande e non collassabile.

Olympus PEN E-PL5

Ha un sensore Micro 4/3 Live MOS da 16 Mpx, innesto obiettivi Micro 4/3 con oltre 40 obiettivi Olympus, Panasonic e di altre marche con moltissimi zoom e focali fisse luminose di livello anche professionale. Integra un sistema di stabilizzazione molto efficace. Non ha mirino. Lo schermo è orientabile in alto ed in basso. Non ha il flash incorporato, ma ne è fornito uno esterno. Le dimensioni sono contenute, ma l’obiettivo in kit 14-42 è un po’ ingombrante.
Costa 600 € in kit con lo zoom 14-42 II.

Panasonic Lumix GM1

E’ la più piccola e compatta delle mirrorless, addirittura con dimensioni inferiori alle Nikon 1. Ha un sensore Micro 4/3 Live MOS da 16 Mpx, innesto obiettivi Micro 4/3 con oltre 40 obiettivi Olympus, Panasonic e di altre marche con moltissimi zoom e focali fisse luminose di livello anche professionale. Lo schermo è fisso. Ha il flash incorporato. Le dimensioni in unione con l’obiettivo in kit 12-32 X sono estremamente contenute e si può portare sempre con se in qualsiasi tasca.
Costa 600 € in kit con lo zoom X 12-32 Mega OIS.

_________________________________________________________

<== Precedente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Foto digitale, classica, immagini

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: