Panasonic GH2: rumore

La GH-2 è dotata di un sensore di dimensioni 4/3 (17,5×13 mm) più piccolo dei sensori APS (23,5×15,6 mm circa) di solito usati sulle reflex e su alcune mirrorless. Questo in teoria vuol dire che il rapporto segnale/rumore della GH-2 dovrebbe essere peggiore di quello delle reflex APS di circa uno stop. In realtà però il sensore di avanzata tecnologia e l’elaboratore d’immagine Venus FHD si sono comportati molto bene e la GH-2 fornisce ottimi risultati ed ha poco da invidiare alle reflex. Infatti l’ho usata anche in situazioni estreme ed ho ottenuto ottimi risultati, in questo però aiutato anche dall’ottimo Leica Summilux 25/1,4.

Ho sia misurato il rumore in funzione della sensibilità sia effettuato una serie di scatti di prova perchè ci si possa rendere conto visivamente della qualità delle foto.
Per la misura del rumore ho scattato delle foto ad una superficie bianca uniforme, salvandole in raw e convertendole in jpeg con la minima compressione possibile (100 %, il jpeg per definizione è sempre compresso). Le dimensioni delle foto in Kb variano in funzione del livello di rumore. Infatti più questo è alto meno l’algoritmo jpeg riesce a comprimere la foto. Ho effettuato la conversione con Silkypix e con Ligtroom 4.1 senza riduzione di rumore. Per raffronto ho effettuato la stessa operazione con la Nikon D7000, convertendo le foto con Capture NX 2.3.1 e con Ligtroom. Per un confronto omogeneo sia fra queste due fotocamere ho ridimensionto le foto a 10 Mpx (DXOMark invece ha scelto un valore di 8 Mpx).
Come si vede dal grafico per la GH2 Ligtroom produce foto con rumore inferiore a Silkypix fino a 3200 Iso, mentre a 6400 e 12800 iso le foto convertite con Ligtroom hanno un rumore superiore. E’ però un rumore prevalentemente di luminanza che risulta meno fastidioso alla vista e contribuisce a definire meglio i dettagi. Il rumore prodotto dalla D7000 è inferiore a tutte le sensibilità, sia con Lightroom che, di più, con Capture NX2.

Le foto pubblicate sono state scattate in una situazione di elevata luminosità (nella quale non serviva in realtà aumentare la sensibilità), in una di bassa luminosità in interni e di notte. Ho scattato salvando sia in jpeg che in raw. Le foto raw sono state convertite con Silkypix senza riduzione di rumore, poi con riduzione di rumore ed infine con Ligtroom 4.1 con riduzione di rumore. I risultati sono stati molto diversi con i due convertitori e i migliori sono stati quelli ottenuti con Ligtroom che riesce ad eliminare totalmente il rumore di crominanza, lasciando solo quello di luminanza in forma ridotta, senza penalizzare troppo i dettagli. Ne Silkypix ne altri convertitori provati come AfterShot (il successore di Bibble), e Rawtherapee sono riusciti ad ottenere lo stesso risultato. Questo vuol dire che la qualità di una foto, se si usa il formato raw, dipende molto dal convertitore utilizzato e dai parametri impostati per la conversione.
Pubblico anche per raffronto una foto notturna scattata con la Nikon D7000 a 6400 Iso.

Nelle foto in esterni, convertite con Silkypix 3 il software fornito con la GH-2, si incominciano a vedere tracce di rumore, nelle zone in ombra, già a 400 Iso. A 800 si vede rumore anche nelle zone più chiare come il cielo. A 1600 Iso il rumore è percepibile in tutta la foto, tranne che nelle zone di massima esposizione, dove compare alla sensibilità di 3200 Iso e aumentare ulteriormente a 6400 per rendere quasi irrecuperabile la foto a 12800. Si tratta inoltre di un rumore di crominanza, con presenza di puntini colorati, più fastidioso di quello di crominanza prevalentemente prodotto, ad esempio, dalla Nikon D7000 convertendo le foto raw con CaptureNX2. Lo stesso andamento si ripete nelle foto in interni con un aumento prograssivo del rumore a partire da 800 Iso e le foto a 6400 e 12800 Iso difficilmente recuperabili. Anche nelle foto notturne l’andamento è simile con il rumore che si inizia a vedere ad 800 Iso. In comlesso si può concludere che, convertendo le foto con una minima riduzione di rumore si può arrivare ad usare i 3200 Iso, mentre i 6400 sono difficilmente recuperabili e da usare solo in caso di necessità estrema. I 12.800 Iso è meglio lasciarli perdere. Convertendo le foto con Ligthroom o con Adobe Camera Raw è possibile guadagnare quasi uno stop per quanto riguarda il rumore fino alla sensibilità di 6.400 Iso, mentre a 12.800 il recupero è impossibile.
Confrontando con una reflex APS come la Nikon D7000, si vede che questa guadagna nei confronti della GH2 circa uno stop e mezzo , in molti casi quasi due.

_________________________________________________

< Precedente          Successiva >

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Foto digitale, classica, immagini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: