Panasonic GF6: obiettivi

La GF6 è dotata di innesto obiettivi Micro 4/3. queto vuol dire che può montare tutti gli obiettivi per Micro 4/3 disponibili, indipendentemente dal produttore, mantenendo tutti gli automatismi previsti. Ricordo che il fattore moltiplicativo degli obiettivi 4/3 e Micro 4/3 è 2, quindi per conoscere la focale equivalente in termini di formato 35 mm o fullframe basta raddoppiare la focale reale

Attualmente Panasonic fornisce un ampio corredo di obiettivi già sufficiente per tutte le esigenze. Sono 17 obiettivi di cui molti stabilizzati, dallo zoom grandangolare 7-14 mm al tele zoom 100-300 stabilizzato, comprendendo uno zoom ad ampia escursione 14-140 stabilizzato, due “pancake” 14 mm f/2,5 e 20 mm f/1,7, due zoom stabilizzati ad alta luminosità 12-35/2,8 e 35-100/2,8, un Leica Summilux ad alta luminosità 25 mm f/1,4 ed infine un Leica Macro 45/2,8. Ci sono inoltre gli zoom della serie X, molto compatti e motorizzati, il 14-42 mm particolarmente consigliato per ridurre al minimo ingombro e peso ed il 45-175 mm.
Fra gli Olympus si segnalano i focale fissa ad alta luminosità 12 mm f/2,0, 17 mm f/1,8, 45 mm f(1,8 e 75 mm f/1,8.
Oltre a questi sono disponibili alcuni Sigma e Schneider e due eccezionali obiettivi ad alta luminosità e a fuoco manuale di Voigtlaender un 17,5 mm f/0,95 e un 25 mm f/0,95.
Inoltre il corredo disponibile aumenta prograssivamente nel tempo con nuove aggiunte da parte di tutti i produttori.
Sulle Micro 4/3 poi è possibile montare, con opportuni adattatori, praticamente tutti gli obiettivi disponibili per fotocamere reflex o a telemetro grazie al ridotto tiraggio della montatura, naturalmente con messa a fuoco manuale, ma con automatismo di esposizione a priorità dei diaframmi. Panasonic fornisce gli anelli per obiettivi Leica M ed R, ma ce ne sono molti altri disponibili da altri fornitori, compreso quello per Olympus OM.

Con la GF6 ho avuto a disposizione lo zoom G 14-42/3,5-5,6 stabilizzato con cui è venduta in kit. E’ un obiettivo di dimensioni standard che sulla GF6 si rivela troppo sporgente, vanificando un po’ lo sforzo fatto da Panasonic per contenere le dimensioni del corpo macchina. Consiglio perciò di prendere la GF6 in versione pon il Panasonic GX 14-42, molto meno ingombrante e di pari qualità.
La zoomata è manuale. La messa a fuoco manuale si può effettuare con l’apposita ghiera sull’obiettivo. Se si personalizza opportunamente la funzione, tramite menu, in messa a fuoco manuale, si attiva sullo schermo la funzione di assistenza alla messa a fuoco con l’ingrandimento del centro dell’immagine.

Come spiegato nell’articolo “Risoluzione: obiettivi e sensori” riporto le misure della risoluzione orizzontale relative all’accoppiata obiettivo sensore per le focali di 14, 26 e 42 mm equivalenti rispettivamente a 28, 50 e 84 mm.
Risoluzione_GF6_14-42-14

Risoluzione_GF6_14-42-26

Risoluzione_GF6_14-42-42

L’obiettivo ha, a 14 mm, una buona risoluzione al centro a partire da tutta apertura che aumenta fino a f/8. Chiudendo ulteriormente il diaframma la risoluzione decade a causa della diffrazione fino ad arrivare a valori estremamente bassi a f/22, apertura che è sconsigliabile usare. Ai bordi la risoluzione è più bassa che al centro, cresce leggermente fino a f/8,0 per poi decadere. A 26 mm la risoluzione è lievemente inferiore al centro, ma più uniforme con i bordi quasi uguali, con lo stesso andamento: aumenta fino a f/8,0 e poi decade. A 42 mm la risoluzione è inferiore alle precedenti al centro con il massimo a f/8,0, mentre i bordi sono uguali alle precedenti focali, con il solito decadimento molto accentuato a f/22; un buon risultato.

Da un rapido calcolo si può vedere che l’obiettivo, anche al meglio della sua risoluzione, non sfrutta a pieno quella del sensore. Con gli obiettivi a focale fissa si potrebbero ottenere risultati migliori.

Ho rilevato anche, per il 14-42, la distorione e la vignettatura alla focale minima di 14 mm ed a tutta apertura f/3,5. Risulta una distorsione del 1,2 % a barilotto e una vignettatura pari a 2/3 di stop. Di questa però non ci si accorgerà mai se si salvano le foto in jpeg in quanto la macchina la corregge automaticamente e nemmeno in raw convertendo con Silkypix che fa altrettanto a meno che la funzione sia disabilitata. La distorsione, comunque ridotta, invece si può correggere manualmente con Sylkypix o con un altro software.

Allego anche le foto per le focali di 14, 25 e 42 mm a tutta apetura, a f/8,0 il diaframma migliore e a f/22 . Come si può notare l’obiettivo ha una buona nitidezza ai diaframmi più aperti fino a f/8,0 per poi decadere progressivamente, a causa della diffrazione, e infine drammaticamente a f/22 che è un diaframma che sconsiglio assolutamente di usare.

_________________________________________________________

<== Precedente Successiva ==>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Foto digitale, classica, immagini

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: