Panasonic FZ72: conclusioni

La Panasonic FZ72 è una tipica bridge, con sensore piccolo da 1/2,3″ e 12 Mpx, e con uno zoom ad amplissima escursione focale, 60x, anche se ora ci sono modelli con zoom ancora più spinti.
Queste fotocamere offrono una grande flessibilità a livello di focali disponibili concentrando un intero corredo di obiettivi in una sola macchina di dimensioni e peso leggermente inferori ad una reflex. Inoltre la FZ72, come tutte le bridge, offre un mirino, anche se elettronico, e dei comandi completi con la possibilità di usarla in manuale o a priorità oltreche in automatismo. Per poter avere però uno zoom così esteso con dimensioni e pesi contenuti il sensore di queste fotocamere deve essere forzatamente piccolo, 1/2,3″ (6,17×4,55 mm) è la dimensione più diffusa. Ciò comporta che il rapporto segnale/rumore del sensore non sia molto favorevole, specialmente aumentando la sensibilità Iso, quindi queste fotocamere sono adatte a riprese con buona luce, molto meno quando questa è poca. Contemporaneamente un sensore piccolo determina una elevata profondità di campo quindi rende molto adatte queste macchine a riprese di paesaggi in cui si vuole tutto a fuoco.

Dal punto di vista costruttivo invece la FZ72 è valida, considerando il prezzo, con un corpo in plastica, ma ben finito e di aspetto robusto. I comandi sono semplici e di facile comprensione e, cosa importante, possono essere usati anche con l’occhio al mirino.
Uno zoom così potente (alla massima focale equivale ad un 1200 mm) consente di divertirsi a riprendere dettagli e soggetti lontani, a scattare foto con piani compressi e con particolari che ad occhio si vedono appena. L’abbinamento inoltre ad una focale veramente grandangolare (20 mm equivalente) consente anche di abbracciare ampi angoli di campo per paesaggi o ripresa di edifici quando non si può arretrare molto come nelle vecchie città o infine per riprese con primi piani e prospettive esagerate. In conclusione una fotocamera molto divertente per usare focali estreme senza una grossa spesa.

Riassumendo:

Costruzione e finitura

Buona. La costruzione è abbastanza economica, con corpo in plastica, buona la finitura con un comodo appoggio zigrinato per il pollice.

Ergonomia e comandi

Ottimi. I comandi sono semplici e ben disposti. Comoda la ghiera di regolazione ed i pulsanti esterni che consentono di regolare facilmente ogni aspetto della ripresa, in molti casi senza staccare l’occhio dal mirino.

Mirino

Discreto. Non molto nitido e poco contrastato. E’ comunque molto  utile averlo.

Schermo

Discreto. Lo schermo è abbastanza nitido e consente di visualizzare bene i menu. In esterni si vede poco come tutti gli schermi.

Autofocus

Buono. E’ abbastanza preciso con pochi casi di fuori fuoco. La sua velocità è sufficiente, in condizioni di buona luce, anche per soggetti in movimento non troppo veloce. In situazioni di poca luce diventa più lento e si deve avere un po’ di pazienza, ma riesce quasi sempre a mettere a fuoco. In posizione macro si può arrivare a mettere a fuoco fino a 1 cm dalla lente frontale.

Esposizione

Ottima. Corretta in quasi tutte le condizioni, solo raramente richiede correzioni, tranne che nelle riprese notturne o in ambienti bui, cosa però comune a quasi tutte le fotocamere.

Bilanciamento del bianco

Buono. In automatismo si è dimostrato sempre corretto. Dispone di impostazioni predefinite per varie luci, della possibilità di taratura personalizzata.

Qualità d’immagine

Sufficiente. Le immagini sono abbastanza nitide alla sensibilità minima e fino alla focale equivalente di circa 300 mm. Se convertite da raw però presentano rumore già a 100 Iso. Usando il jpeg e aumentando la sensibilità la nitidezza diminuisce a causa del rumore e della sua soppressione e la qualità diventa inaccettabile sopra gli 800 Iso. Anche aumentando la focale dello zoom si ha una diminuzione della nitidezza, sensibile oltre la focale equivalente di circa 300 mm.

Raffica

Molto buona. Arriva a quasi 5 fg/s con autofocus ed esposizione calcolati fotogramma per fotogramma e a 8 con messa a fuoco ed esposizione sul primo fotogramma.

Video

Ottimo. Funziona sia in modo totalmente automatico che in Program, a priorità e manuale, con la possibilità anche di impostare la sensibilità Iso. La messa a fuoco è efficiente e senza incertezze, l’audio buono. Riprende a 60/50/30/25 fg/ e si possono salvare i filmati in AVCHD e MP4.

.
In conclusione la FZ72 è una tipica bridge con pregi e difetti della categoria. Apprezzabile l’escursione focale dello zoom che invece di cercare record nella focale massima equivalente si estende in quella minima, consentendo riprese negate ad altre fotocamere economiche. Altri punti a favore sono la messa a fuoco efficiente e veloce per una bridge, la buona velocità di raffica e l’ottima ripresa video.
Invece è un po’ deludente la qualità d’immagine, affetta da troppo rumore, e quella dell’obiettivo alle focali maggiori.
E’ quindi consigliabile a chi vuole fare foto con focali estreme senza spendere molto e per le riprese video per le quali si può rivelare un’ottima videocamera. Se avesse lo schermo orientabile da questo punto di vista sarebbe completa.
Considerando però anche il prezzo contenuto di vendita è una scelta valida.

Pregi

– zoom con amplissima escursione focale
– focale minima molto ridotta e utile
– buona luminosità dell’obiettivo alla minima focale
– comandi comodi e pratici
– funzioni e regolazioni semplici e complete
– autofocus efficiente ed abbastanza veloce
– raffica buona
– stabilizzatore molto efficace
– flash integrato
– disponibilità di effetti creativi e scene

Difetti

– rumore troppo elevato a tutte le sensibilità
– obiettivo con resa disuniforme fra centro e bordi alla minima focale (si deve però considerare che equivale a 20 mm)
– obiettivo con risoluzione scarsa alla massima focale
– mirino poco nitido
– manuale di istruzioni completo solo su CD

Alternative

Canon SX50HS

Zoom 50x 24-1200 mm equivalente f/3,4-6,5, sensore da 1/2,3″ (6,17×4,55 mm) BSI-CMOS retroilluminato da 12 Mpx, sensibilità da 80 a 6400 Iso, mirino elettronico, schermo da 2,8″ e 461.000 pixel orientabile in tutte le direzioni, macro fino a 1 cm, raffica a 2,2 fg/s, Video Full HD, scene, salva in formato raw.
Dimensioni 123x87x106 mm, peso 595 grammi. La qualità d’immagine è abbastanza buona fino a 800 Iso, anche alla massima focale.
Prezzo circa 350 €

Fujifilm HS35EXR

Zoom 30x 24-720 mm equivalente f/2,8-5,6 con zoomata a comando manuale più comoda e precisa e per risparmiare la batteria, sensore da 1/2″ (6,4×4,8 mm) EXR-CMOS con tecnologia esclusiva Fujifilm per ottimizzare rumore e gamma dinamica da 16 Mpx, sensibilità da 100 a 3200 Iso estensibile fino a 12800 in jpeg, mirino elettronico, schermo da 3″ e 461.000 pixel orientabile in alto e in basso, macro fino a 1 cm, raffica a 11 fg/s (AF e esposizione sulla prima foto), Video Full HD, scene, salva in formato raw.
Dimensioni 131x97x126 mm, peso 687 grammi. La qualità d’immagine è abbastanza buona fino a 800 Iso.
Prezzo circa 240 €

Panasonic FZ200

Zoom 24x 25-600 mm equivalente f/2,8 costante, sensore da 1/2,3″ (6,17×4,55 mm) CMOS da 12 Mpx, sensibilità da 80 a 3200 Iso estensibile fino a 6400, mirino elettronico con 1,312 Mpx, schermo da 3″ e 460.000 pixel orientabile in tutte le direzioni, macro fino a 1 cm, raffica a 12 fg/s (AF e esposizione sulla prima foto), Video Full HD, scene ed effetti artistici, salva in formato raw.
Dimensioni 125x87x110 mm, peso 540 grammi. L’obiettivo con luminosità costante consente una qualità d’immagine buona anche alla massima focale, fino a 800 Iso, a prezzo di una focale massima metà di quella di alcune concorrenti.
Prezzo circa 340 €

Sony HX300

Zoom 50x 24-1200 mm equivalente f/2,8-6,3, sensore da 1/2,3″ (6,17×4,55 mm) BSI-CMOS retroilluminato da 20 Mpx, sensibilità da 80 a 3200 Iso estensibile fino a 6400, mirino elettronico, schermo da 3″ e 921.000 pixel orientabile in tutte le direzioni, macro fino a 1 cm, raffica a 9 fg/s (AF e esposizione sulla prima foto), Video Full HD, scene.
Dimensioni 130x93x103 mm, peso 650 grammi. La qualità d’immagine è solo discreta.
Prezzo circa 320 €

_________________________________________________________

<== Precedente

Annunci

6 pensieri su “Panasonic FZ72: conclusioni”

  1. Ciao Francesco.
    Ho letto un po’ di tue recensioni e mi sono piaciute molto. Non sono riuscita, però, a chiarirmi le idee. Anche se tu le sconsigli, vorrei acquistare una Bridge, perchè non sono certo una professionista e mi basta una buona camera che faccia foto buone.
    Tra Fuji S1, Panasonic FZ72, nikon p610 e la Canon Powershot SX50 HS quale consiglieresti?
    Quale di queste scatta foto con meno rumore anche in condizioni di scarsa luminosità?
    Grazie!

    Mi piace

    1. Chiara,
      il fatto di non essere un professionista non significa che si debba scegliere una macchina scarsa. Le bridge attirano molto i poco esperti per la loro forma e i comandi che assomigliano alle reflex (considerate fotocamere professionali) e per i loro zoom con escursione focale enorme. Poi però queste macchine deludono quasi sempre per gli scarsi risultati ottenuti se le condizioni di luce non sono più che ottimali o alle massime focali degli zoom. Ciò è dovuto all’uso di sensori molto piccoli, i soli per i quali si può costruire uno zoom 50 o 60x senza che questo raggiunga costi, pesi e dimensioni spropositate, e proprio per il fatto che uno zoom con tale escursione non può avere una buona qualità. Ci sono alcune eccezioni, come la Panasonic FZ1000 e la Sony RX10, che hanno sensori più grandi e zoom con escursione più ridotta che consentono una migliore qualità d’immagine, ma costano sugli 800 €.
      Nessuna bridge della categoria che hai indicato è comunque in grado di scattare foto con poco rumore in condizioni di scarsa luminosità. Le meno peggio sono la Fujifilm X-S1 e la Canon SX50HS. La Fujifilm è però grande e pesante come una reflex con un buono zoom e la Canon è attualmente fuori catalogo e non so se netrovano ancora. In alternativa, se proprio vuoi una bridge, ti consiglio la Panasonic FZ200 che almeno ha uno zoom di buona e costante luminosità in tutta la sua escursione da 25 a 600 mm equivalenti cosa che dovrebbe garantire una resa migliore in poca luce.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

      1. Ciao Francesco. Grazie per la pronta ed esaustiva risposta!
        Hai ragione quando dici che non necessariamente chi non è professionista debba prendere macchine scarse ma… bisogna anche vedere esigenze e budget. A me interessa uno zoom con una buona escursione, che faccia foto buone (non chiedo la perfezione), magari con poco rumore e che possa costare al massimo 400euro.
        Ero orientata verso la P610 ma le tue recensioni mi hanno convinta sulla SX50HS: mi è sembrato di capire che ti abbia favorevolmente impressionato (per essere una bridge).
        Penso di riuscire a trovarla su amazon, ma un’ultima domanda… mi potresti mettere in ordine di preferenza le tre da te citate? Fujifilm X-S1, Canon SX50HS e Panasonic FZ200?
        Ovvero… ti COSTRINGESSERO ;-P ad utilizzare una di queste tre, quale sceglieresti?
        grazie e complimenti ancora.

        Mi piace

  2. Ciao Francesco. Grazie per la pronta ed esaustiva risposta!
    Hai ragione quando dici che non necessariamente chi non è professionista debba prendere macchine scarse ma… bisogna anche vedere esigenze e budget. A me interessa uno zoom con una buona escursione, che faccia foto buone (non chiedo la perfezione), magari con poco rumore e che possa costare al massimo 400euro.
    Ero orientata verso la P610 ma le tue recensioni mi hanno convinta sulla SX50HS: mi è sembrato di capire che ti abbia favorevolmente impressionato (per essere una bridge).
    Penso di riuscire a trovarla su amazon, ma un’ultima domanda… mi potresti mettere in ordine di preferenza le tre da te citate? Fujifilm X-S1, Canon SX50HS e Panasonic FZ200?
    Ovvero… ti COSTRINGESSERO ;-P ad utilizzare una di queste tre, quale sceglieresti?
    grazie e complimenti ancora.

    Mi piace

  3. Boh. Sara’ tutto vero, Ma io ho la fz72 e altre bridge ( fz1000, Sony hx300, sono un po un fanatico lo ammetto) e devo dire che sono rimasto letteralmente sbalordito dalla qualita ottica della fz72. Sulla carta avrebbe dovuto essere nettamente inferiore alla fz1000. Beh, vi dico solo che in vacanza la fz1000 (nettamente superiore nella qualita’ video) e’ rimasta a casa e la fz72 me la sono portato dietro con risultati fotografici da applausi da parte dei miei amici. Nitidezza, profondita dei coloi assolutamente impensabili per una bridge economica. Nel reparto ripresa invece latita
    Straconsigliata
    Ciao

    Mi piace

    1. Lukeber67,
      ognuno ha la sua accettazione del livello di qualità, ma io valuto le fotocamere sia in valore assoluto sia in relazione ad altre dello stesso livello di prezzo e anche dello stesso tipo e la Panasonic FZ72 non si piazza nelle posizioni migliori per qualità d’immagine.
      Ciao, Francesco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Foto digitale, classica, immagini

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: