Fujinon XF 16-80 f/4,0 R OIS WR

Fujinon XF 16-80 f/4,0 R OIS WR

Provato con X-S10 con 26 Mpx.

E’ uno zoom standard adatto a molti generi fotografici, il tipico zoom tuttofare usato da molti professionisti ed amatori equivalente ad un 24-120 mm su fullframe. E’ costruito interamente in metallo con dimensioni abbastanza contenute anche se montato sulla X-S10 il suo diametro, che sporge di qualche mm sotto il fondello, crea qualche ostacolo per il montaggio su treppiedi. E’ dotato della ghiera dei diaframmi senza il blocco per la posizione A. La costruzione è molto accurata, di tipo WR cioè protetta da polvere ed acqua, le ghiere per lo zoom e di messa a fuoco scorrono morbidamente e con precisione. E’ costituito da 16 elementi in 12 gruppi con 3 elementi asferici e 1 ED. La messa a fuoco minima è di 35 cm con un ingrandimento 0,25x. Il diaframma ha 9 lamelle e si chiude fino a f/22. Il diametro è di 78 mm per 89 mm di lunghezza; il peso è 440 g.
Costa circa 650 €.

E’ costituito da 16 elementi in 12 gruppi con 3 elementi asferici e 1 ED. La messa a fuoco minima è di 35 cm con un ingrandimento 0,25x. Il diaframma ha 9 lamelle e si chiude fino a f/22. Il diametro è di 78 mm per 89 mm di lunghezza; il peso è 440 g.
Costa circa 740 €.

Apertura equivalente

L’apertura equivalente è f/5,6.

Risoluzione

Riporto le misure della risoluzione orizzontale relative all’accoppiata obiettivo sensore per le focali di 16, 35 e 80 mm.

La risoluzione è buona al centro fino a f/11 a tutte le focali con un calo progressivo poi fino ad appena sufficiente a f/22. I bordi invece sono inferiori alla focale minima appena sufficienti a tutta apertura ed a f/22 e discreti ai diaframmi intermedi. Migliorano aumentando la focale e sono buoni fino a f/11 a 35 mm e discreti fino a f/16 alla massima focale.
La distorsione è del 7,5 % a barilotto alla focale minima e diventa 3,5 % a cuscinetto a 35 mm e 2,4 % a quella massima, ma è corretta automaticamente dalla macchina o dal convertitore raw se possiede il profilo dell’obiettivo.

La vignettatura alla focale minima è di circa 1,7 stop a f/4,0 che diventa 0,7 a f/8,0; a 35 mm è 1 stop a f/4,0 e 0,7 a f/8,0; a 80 mm ancora 1 stop a f/4,0 e 0,4 a f/8,0, anche questa corretta automaticamente dalla macchina o dal software.

Complessivamente una prestazione buona con una risoluzione non molto elevata, specialmente alle focali maggiori e ai bordi, ma con un buon microcontrasto che da un’impressione di nitidezza. Da un obiettivo zoom con un’escursione focale 5x è un comportamento che ci si può aspettare. La distorsione e la vignettatura non preoccupano perché sono corrette automaticamente o dal software di conversione. In conclusione un buon obiettivo che offre un’ampia gamma di focali abbinata ad una buona compattezza, una stabilizzazione utile se usato con corpi non stabilizzati a prezzo di una luminosità ridotta.

Foto digitale, classica, immagini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: