Archivi categoria: Test fotocamere

Canon EOS-M : test

DSC02364La EOS-M è la prima mirrorless presentata da Canon. A differenza delle Nikon 1, la EOS-m monta un sensore di dimensioni APS-C come le reflex della casa. Per la precisione il sensore è lo stesso montato sulla 650D che, tramite pixel in grado di mettere a fuoco con il sistema a rilevamento di fase consente di dotare la EOS-M di un sistema di messa a fuoco ibrido. Il corpo è piccolo e compatto con uno schermo da 3″ sensibile al tocco, ma non dispone ne di mirino ne di flash integrato. Sono disponibili i classici funzionamenti a programma, a priorità e manuale più una serie di scene e filtri creativi. L’innesto obiettivi è il nuovo EF-M. Per adesso dispone di due soli obiettivi, ma con un adattatore si possono montare gli obiettivi EF e EF-S. Continua a leggere Canon EOS-M : test

Annunci

Olympus PEN E-PL5: test

DSC02200La E-PL5 è l’ultimo modello della serie PEN, presentato da Olympus lo scorso settembre. La E-PL5 appartiene alla serie PEN Lite e si distingue per un corpo piccolo e leggero. A differenza però della E-PM2, la E-PL5 dispone di uno schermo orientabile. Le Olympus PEN sono state fra le prime mirrorless, insieme alle Panasonic, ad offrire delle caratteristiche quali la buona qualità d’immagine, consentita dal sensore Micro 4/3, abbastanza grande anche se più piccolo di quello delle reflex APS, e dalla qualità degli obiettivi, insieme a dimensioni compatte e peso ridotto. Queste caratteristiche hanno determinato un ottimo successo di queste fotocamere fra coloro che, pur apprezzando un’ottima qualità d’immagine, cercano una macchina leggera e quasi tascabile. Continua a leggere Olympus PEN E-PL5: test

Fujifilm X-10 : test

DSC02057La Fuji X-10 è una compatta appartenente alla classe “premium”, quella siglata X, delle fotocamere Fuji, accanto alla X-100, X-S1 e X Pro-1 ed alle nuove X-E1 e XF1. Sono macchine progettate e costruite con un elevato standard per ottnere le migliori prestazioni nelle rispettive classi. La X-10 monta lo stesso sensore della X-S1, un EXR CMOS da 12 Mpx con una dimensione di 2/3, superiore quindi come dimensioni a quello di quasi tutte le altre compatte. L’obiettivo è uno zoom 4x a comando manuale, 28-112 mm equivalente ad alta luminosità f/2,0-2,8, lo schermo da 2,8″ è fisso ed ha 460.000 pixel, ed è presente anche un mirino ottico. Può riprendere video Full HD ea anche foto ad alta velocità fino a 10 fg/s.
Le dimensionisono compatte anche se non minuscole. Continua a leggere Fujifilm X-10 : test

Panasonic GX1 : test

DSC02245La gamma delle mirrorless Micro 4/3 Panasonic comprende due serie di modelli: quelle più compatte non dotate di mirino e quelle dotate di mirino e che assomigliano, nella forma, alle reflex. La GX1 fa parte della serie delle mirrorless compatte e ne rappresenta il modello di punta. E’ dotata di un sensore CMOS Micro 4/3 da 16 Mpx, di tutte le regolazioni necessarie per qualunque tipo di foto, della possibilità di montare un mirino elettronico, della ripresa video Full HD in un corpo molto compatto. E’ venduta in kit con il nuovo obiettivo Panasonic G X Vario 14-42 mm rientrante e motorizzato, oltre che stabilizzato, che in posizione di riposo sporge di solo circa due centimetri dal corpo e che rende l’insieme molto piccolo e leggero, ma con un elevato livello di qualità. Continua a leggere Panasonic GX1 : test

Olympus OM-D E-M5 : test

Olympus è diventata famosa negli anni 70 per le sue reflex OM. La OM1 capostipite della famiglia ha stupito alla sua presentazione il mondo dei fotografi per le sue ridotte dimensioni a confronto con le quelle massicce delle reflex dell’epoca, Canon F1 e Nikon F2 in primo luogo, e per la sua qualità e quella degli obiettivi. Il suo grande successo ha rivoluzionato il mondo della fotografia
Ora Olympus rinnova la sua tradizione con una nuova fotocamera di alta classe che si richiama esplicitamente a questa tradizione: infatti si chiama OM-D a cui aggiunge la sigla E-M5. Naturalmente la OM-D usa tecnologie aggiornatissime e già sperimentate nella serie PEN, la configurazione mirrorless ed il sensore Micro 4/3. A queste però ha aggiunto un eccellente mirino elettronico ed un nuovo sensore da 16 Mpx.
E’ il momento quindi di verificare se la qualità delle foto fatte con la OM-D sia all’altezza di quella delle sue blasonate concorrenti reflex, visto che si colloca nella fascia di prezzo delle APS di classe alta. Continua a leggere Olympus OM-D E-M5 : test

Panasonic FT20 : test

La FT20 è una fotocamera supercompatta con in più la caratteristica dell’impermeabilità. Può infatti essere immersa in acqua fino alla profondità di 5 metri. Ha un’obiettivo zoom 4x equivalente ad un 25-100 mm inserito completamente nel corpo macchina, che non sporge nemmeno quando è accesa. Il sensore è da 1/2,33″ con 16 Mpx. Il corpo, disponibile in arancione (molto bello), rosso e azzurro, è molto piccolo e non ha nessuna sporgenza ed è leggerissimo. Può riprender video, anche sott’acqua, in formato HD 1280×720 pixel Continua a leggere Panasonic FT20 : test

Nuove misure per i test

I test delle fotocamere finora pubblicati sono sempre stati orientati ad un approccio pratico. La fotocamere è stata sempre valutata nell’uso quotidiano, in varie situazioni fotografiche ed in diverse condizioni di luce. Quest ha sempre consentito di darne una valutazione sulla sua usabilità, comodità e facilità d’uso ed anche sulla qualità fotografica, osservando le foto scattate nelle diverse condizioni.
Per valutare meglio le fotocamere, ora che l’attività di test ha assunto una certa regolarità è però opportuno fare anche delle rilevazioni oggettive che ne misurino alcune caratteristiche importanti ai fini della qualità fotografica. Queste rilevazioni poi si tradurranno in numeri e grafici. In questo modo si potrà avere un’idea migliore della qualità delle macchine ed anche fare raffronti fra fotocamere diverse.
Ho quindi predisposto alcuni test specifici che introdurrò nelle prossime prove. Continua a leggere Nuove misure per i test

Fujifilm X-Pro1 : test

La X-Pro1 è la prima mirrorless di Fujifilm. E’ una fotocamera di alta classe e qualità che si pone al vertice della categoria. E’ caratterizzata da un aspetto simile alle fotocamere a telemetro di qualche anno fa, ma i suoi contenuti sono molto innovativi. La caratteristica principale è il suo nuovo sensore X-Trans CMOS, esclusivo Fujifilm, di formato APS con 16 Mpx e una disposizione dei pixel particolare che evita la creazione di falsi colori ed effetto moirè e consente di fare a meno del filtro antialias. Altra caratteristica di spicco è il mirino ibrido, ottico ed elettronico a scelta. L’innesto obiettivi Fuji X è nuovo ed è caratterizzato da un tiraggio molto ridotto che consente di montare, con anelli adattatori, moltissimi obiettivi, in primo luogo i Leica M. I comandi poi sono di tipo tradizionale, con ghiera dei tempi e ghiera dei diaframmi sugli obiettivi.

* Aggiunto grafico “Rumore in funzione della sensibilità” con il confronto con la Nikon D7000

Continua a leggere Fujifilm X-Pro1 : test

Panasonic TZ25 : test

La TZ25 è una compatta cosiddetta “superzoom”, cioà dotata di uno zoom ad ampia escursione focale, in questo caso un Leica Vario-Elmar 16 x equivalente ad un 24-384 mm. Il sensore CMOS ha 12 Mpx, lo schermo da 3″ con 460.000 pixel è fisso. Dispone della possibilità di funzionamento automatica a priorità o manuale, oltre che di numerose modalità scena. Può riprendere video Full HD a 1920×1080 pixel. Il corpo molto compatto e senza sporgenze la rende facilmente trasportabile e tascabile. Continua a leggere Panasonic TZ25 : test

Fujifilm X-S1 : test

La Fuji X-S1 è una bridge appartenente alla classe “premium”, quella siglata X, delle fotocamere Fuji, accanto alla X-100, X-10 e X Pro-1 ed alle nuove X-E1 e XF1. Sono macchine progettate e costruite con un elevato standard qualitativo per ottnere le migliori prestazioni nelle rispettive classi. La X-S1 monta lo stesso sensore della X-10, un EXR CMOS da 12 Mpx con una dimensione di 2/3, superiore quindi come dimensioni a quello di tutte le altre bridge. L’obiettivo è uno zoom 26x a comando manuale, 24-624 mm equivalente, lo schermo da 3″ è orientabile ed ha 460.000 pixel, il mirino elettronico con 1,4 Mpx è di alta qualità. Può riprendere video Full HD ea anche foto ad alta velocità fino a 10 fg/s.
Le dimensioni,l’aspetto ed il peso sono quelli di una reflex media. Continua a leggere Fujifilm X-S1 : test

Confronto rumore: Nikon D600, D800E, D3200 e D7000

In occasione della presentazione alla Photokona della Nikon D600 ne ho approfittato per scattare alcune foto anche con alcune delle altre reflex Nikon disponibili per effettuare per quanto possibile un confronto sulla qualità e su rapporto segnale/rumore dei sensori. L’ambiente non era certo il più adatto, ma sono riuscito a scattare delle foto più o meno simili riprendendo la parte alta del padiglione. Questa era piuttosto in ombra e quindi nelle foto si vedono, oltre alle luci degli stan, molte zone in ombra che consentono di evidenziare bene il rumore. Continua a leggere Confronto rumore: Nikon D600, D800E, D3200 e D7000

Pentax K-01: test

La K-01 è il secondo modello mirrorless di Pentax. il primo, la Q , è una supercompatta con un sensore da 1/2,3″ ed obiettivi intercambiabili. La K-01 è all’opposto una APS con un sensore uguale a quello della reflex K-5 ed un innesto obiettivi a baionetta Pentax K.
La sua estetica è molto particolare: tracciata da un famoso designer, Marc Newson, ha un aspetto inusuale per una fotocamera di una certa classe. L’impressione più comune è che assomigli ad una fotocamera giocattolo. La sua estetica insomma o la si ama o la si odia, non ci sono vie di mezzo. Continua a leggere Pentax K-01: test

Panasonic GH-2 : test

La GH2 è la mirrorless Micro 4/3 top di Panasonic. E’ stata presentata a fine 2010, ma ancora è attuale per caratteristiche e qualità. La sua forma assomiglia a quella di una reflex, per la presenza del mirino, ma in dimensioni più compatte. E’ dotata di un sensore di formato 4/3 CMOS con 18,3 Mpx totali di cui 16,1 utilizzati. Ha un mirino ad alta risoluzione e di uno schermo da 3″ orientabile. Può riprendere video Full HD a 1920×1080 pixel. L’innesto obiettivi Micro 4/3 le garantisce la disponibilità di una vasta gamma di obiettivi Panasonic, fra i quali alcuni Leica, e di altre marche. Continua a leggere Panasonic GH-2 : test

Panasonic LX-5 : test

La LX-5 è stata presentata da Panasonic a metà 2010. E’ però ancora una delle poche compatte della classe “premium”, cioè con caratteristiche che la pongono al di sopra della media. La sua dote principale è l’obiettivo, uno zoom Leica Vario-Summicron 3,8x equivalente ad un 24-90 mm con l’ottima luminosità di f/2,0-3,3. Il sensore, anche questo superiore alla media, è un CCD da 1/1,63″ con 10 Mpx. Lo schermo è un un normale LCD da 3″ con 460.000 pixel. C’è anche la possibilità di aggiungere un mirino elettronico opzionale. La ripresa video è HD 1280×720 pixel. Continua a leggere Panasonic LX-5 : test

Canon 60D: test

La Canon 60D presentata a settembre dello scorso anno non succede in realtà alla precedente 50D, ma è stata riposizionata da Canon sul mercato e si inserisce fra la 550D e la 7D. Infatti adotta il sensore APS da 18 Mpx comune alle due sorelle, ma a differenza della 50D ha un corpo in plastica e non in metallo, dimensioni e peso leggermente inferiori, usa schede SD invece delle Compact Flash, ma ha uno schermo completamente orientabile e può riprendere video Full HD. Le sue caratteristiche ed il prezzo ne fanno il modello amatoriale di punta fra le reflex Canon APS e la pongono in diretta concorrenza con la Nikon D7000 e con la Pentax K5.
Ero quindi molto interessato a provarla e confrontarla con la Nikon D7000 e per questo ringrazio moltissimo l’amico lettore del blog che me l’ha resa disponibile per tutto il tempo necessario a provarla approfonditamente. Continua a leggere Canon 60D: test

Nikon D7000: test

La D7000 è la più importante novità Nikon di quest’anno. Con le sue avanzate caratteristiche ridefinisce l’offerta Nikon nel settore reflex APS. Più che una sostituta della D90 è il modello di punta della categoria. Infatti pur avendo un prezzo inferiore alla D300s le sue caratteristiche la pongono sopra quest’ultima, sia per la qualità d’immagine sia per le caratteristiche ergonomiche e di costruzione. Se si vuole qualcosa di più si deve passare al fullframe, con la D700, che pur di ottima qualità, manca di alcune caratteristiche della D7000 come la ripresa video (presente invece sulla D3s) e con una risoluzione minore.
A questo punto l’interesse è vedere come la D7000 si comporta nella realtà e se mantiene le sue promesse di qualità. Continua a leggere Nikon D7000: test

Olympus E-PL1: test

Olympus è, insieme a Panasonic, uno dei fondatori dello standard Micro Four Thirds e negli ultimi due anni ha presentato alcune interessanti fotocamere in questo formato che prevede le ottiche intercambiabili, ma l’assenza dello specchio che caratterizza le reflex. Come si vede dalla figura questo consente di montare il sensore più vicino all’obiettivo e così di avere un corpo di dimensioni più ridotte, anche per l’assenza del pentaprisma.
Questo standard promette fotocamere più compatte e leggere delle reflex, ma con una qualità d’immagine analoga in quanto usa sensori delle stesse dimensioni 4/3, molto più grandi di quelli delle compatte o delle bridge, anche se inferiori a quelli delle APS. Oltre ad Olympus anche Panasonic ha presentato diverse fotocamere in questo standard, mentre i concorrenti Samsung e Sony hanno presentato fotocamere analoghe ma che usano un sensore di dimensioni APS. Come si vede Olympus è l’unico produttore di materiale fotografico presente in questo segmento di mercato, gli altri sono giganti dell’elettronica.
Ero interessato quindi a valutare quale fosse la funzionalità e la qualità di queste fotocamere e verificare se effettivamente mantenevano le loro promesse, soprattutto di qualità e maneggevolezza in confronto alle reflex, visto che il loro prezzo è sugli stessi livelli (ma per i produttori è inferiore). Continua a leggere Olympus E-PL1: test