Canon EOS 1DX Mk III

Canon ha presentato oggi la sua nuova ammiraglia per i fotografi sportivi e naturalisti. La 1DX III ha un sensore fullframe (36×24 mm) da 20 Mpx con tecnologia Dual Pixel AF. Il nuovo elaboratore d’immagine Digic X insieme al migliorato meccanismo di specchio e otturatore consentono una velocità di 16 fg/s usando il mirino ottico. In live view, a specchio sollevato e usando lo schermo si raggiungono i 20 fg/s sia con l’otturatore meccanico che con quello elettronico con autofocus continuo. L’autofocus reflex prevede 191 punti AF mentre quello sul sensore in live view ne ha 3969 in 535 zone e copre il 90 % dell’inquadratura. La ripresa video arriva al 5.5K/60p a 12 bit raw.
Per sostenere questo flusso di dati le schede di memoria sono le CFExpress.

La 1DX III è una fotocamera ibrida fra reflex e mirrorless che esprime molte delle sue migliori prestazioni funzionando come una mirrorless, ma senza mirino.
E’ una fotocamera dedicata ai fotografi professionisti, sportivi e naturalisti, ed è stata presentata anche questa volta alcuni mesi prima delle Olimpiadi di Tokio del 2020, come sempre per questi modelli Canon in occasione di tali avvenimenti.
Quando a fine agosto 2018 Canon, come Nikon, presentò la sua prima mirrorless fullframe molti pensarono che questa sarebbe stata la prima mossa per presentarsi nel 2020 con una fotocamera professionale per riprese sportive del tipo mirrorless, e questo era quanto affermato da esponenti Canon presenti alla Photokina del successivo settembre. Ci si aspettava quindi nel 2019 o a inizio 2020 la presentazione di una mirrorless professionale in grado di competere con l’agguerrita concorrenza di Sony con la A9 II. Invece dopo quasi un anno e mezzo non è successo nulla, non è stato presentato un modello migliore della EOS R e il sistema di obiettivi RF è ancora in fase di completamento. Evidentemente lo sforzo di colmare una distanza di tre generazioni e di realizzare obiettivi adeguati in tempi di crisi era troppo grande, oppure la presentazione delle mirrorless fullframe è stata fatta solo per avere una presenza sul mercato, ma senza crederci realmente. Non si spiega però lo slogan con cui sono state lanciate: “Capture the future”.
A questo punto, nel 2020, comunque Canon aveva bisogno di un modello con prestazioni migliori della precedente 1DX II ed ha realizzato una fotocamera che prende molte caratteristiche e funzioni dalle mirrorless, ma che accontenta anche i fotografi più tradizionalisti e attaccati alla visione ottica offrendo il mirino reflex.
Ci sono indubbiamente anche dei miglioramenti nelle prestazioni usando il mirino ottico: il nuovo autofocus reflex sfrutta un sensore con 400.000 pixel in grado di rilevare i volti e gli occhi e offre 191 punti AF. Ma perché mantenere due sistemi AF di cui uno, quello reflex, con copertura della sola parte centrale dell’inquadratura e potenzialmente affetto dai problemi di front e back focus a cui è soggetto questo sistema, quando è disponibile un sistema AF sul sensore con copertura completa e anche più sensibile? Canon avrebbe potuto produrre una mirrorless, ma avrebbe dovuto usare l’innesto EF perché non ha ancora un corredo RF completo, smentendo quanto finora detto sui vantaggi della nuova baionetta. Ha quindi preferito produrre questa 1DX III che si presenta come reflex, ma funziona anche come mirrorless.
Le sue caratteristiche sono comunque notevoli anche se suscita qualche perplessità il sensore che mantiene un filtro passa basso, o antialias, pur se migliorato e la velocità dell’otturatore elettronico insufficiente per garantire l’assenza di deformazioni (rolling shutter) nelle riprese di soggetti in movimento. Evidentemente Canon non è riuscita a raggiungere la velocità di lettura del sensore di Sony.
Molto migliorate sono invece le prestazioni video che ora pongono la 1DX III al livello delle videocamere EOS Cine consentendo così di avere un solo strumento professionale per riprendere foto e video.

La EOS 1-DX Mark III sarà disponibile a partire dal 13 febbraio al prezzo di 7.649 €.

Riporto il comunicato stampa Canon.

___________________________________________________________________________

Velocità oltre ogni limite: Canon EOS-1D X Mark III, il nuovo riferimento per la fotografia d’azione

 Milano, 7 gennaio 2020 – Canon annuncia oggi la fotocamera EOS-1D X Mark III. La nuova ammiraglia, studiata nei più piccoli particolari per rispondere alle esigenze di fotografi sportivi e di natura, offre infatti ai professionisti possibilità e velocità illimitate. Con prestazioni di autofocus notevolmente migliorate, elevata qualità d’immagine e connettività superiore, questa nuova fotocamera rappresenta il modello più evoluto della serie EOS-1. La nuova ammiraglia di casa Canon offre un’incredibile velocità di scatto, fino a 20 fps con messa a fuoco continua, insieme a prestazioni ISO elevate che permettono di ottenere lo scatto perfetto in ogni occasione.

Il sensore di messa a fuoco di EOS-1D X Mark III offre una risoluzione 28 volte superiore rispetto al suo predecessore, rispondendo appieno all’esigenza dei fotografi professionisti di una maggiore precisione e consentendo di concentrarsi su soggetti specifici in una più ampia varietà di scenari. Inoltre, la fotocamera permette di registrare internamente video RAW da 5.5K a 12 bit: si tratta della prima fotocamera Canon, non appartenente alla serie Cinema EOS, dotata di tale funzionalità, consentendo così ai professionisti di acquisire video di alta qualità.

Canon EOS-1D X Mark III è stata sviluppata sulla base dei consigli e dei suggerimenti degli utenti professionisti che già utilizzano EOS-1D X e EOS-1D X Mark II a livello mondiale, inclusi i Canon Ambassador. L’eccellenza ottica Canon, che contraddistingue il ricco patrimonio tecnologico del Brand, è emersa durante le fasi di test sin dai primi riscontri dei professionisti. In particolare, le migliorie più apprezzate di EOS-1D X Mark III sono state l’evoluzione dell’autofocus, la qualità sia delle immagini che dei video e la capacità di connessione, tutte caratteristiche che consentono di ottenere immagini impeccabili e di renderle disponibili più velocemente che mai.

Eddie Keogh, fotografo sportivo professionista e Canon Ambassador, ha dichiarato: “Protagoniste dei migliori eventi sportivi di tutto il mondo, le fotocamere DLSR di Canon continuano a dominare il mercato della fotografia professionale. Nel corso degli anni i modelli della serie EOS-1 non hanno avuto rivali per quanto riguarda affidabilità e prestazioni tecniche, motivo per cui mi affido al brand Canon fin dal 2002, utilizzando in particolare il modello EOS-1D. Per quanto riguarda l’ambito specifico in cui svolgo il mio lavoro di fotografo, la velocità è tutto. Sono lieto di utilizzare EOS-1D X Mark III che assicura fps notevolmente migliorati, un autofocus eccezionale e superiori capacità di connessione. In un mondo altamente competitivo come quello della fotografia sportiva, pochi millisecondi possono determinare che un’immagine venga pubblicata nelle prime oppure nelle ultime pagine dei giornali nazionali”.

Messa a fuoco automatica senza rivali per ottenere lo scatto perfetto

Basata sull’innesto EF di Canon, che assicura la più ampia compatibilità con obiettivi AF rispetto a qualsiasi altro sistema, EOS-1D X Mark III presenta un nuovo sistema di messa a fuoco automatica e un nuovo sensore. Questa tecnologia, sviluppata da Canon, consente maggiore stabilità e inseguimento del soggetto, offrendo ai professionisti un nuovo livello di flessibilità e precisione in ogni condizione.

Grazie al nuovo sensore di messa a fuoco, EOS-1D X Mark III garantisce, al centro dell’inquadratura, una risoluzione 28 volte superiore rispetto al modello precedente e tre volte il numero di punti AF[i], offrendo una precisione di scatto senza eguali. Inoltre, un processore DIGIC 8 aggiuntivo e dedicato, consente di mettere a fuoco in una maggiore varietà di situazioni di illuminazione, condizioni in cui gli altri sistemi AF di qualità inferiore non riuscirebbero a lavorare. Oltre alla precisione della messa a fuoco anche in situazioni di scarsa illuminazione, il nuovo sistema AF è ideale per riprendere bassi contrasti, motivi, dettagli precisi e linee diagonali, elementi che in precedenza erano difficili da cogliere.

Basato sulla tecnologia di deep learning, il sistema AF della fotocamera è in grado di identificare i soggetti umani in una serie di situazioni sportive, riuscendo a metterli a fuoco ad una velocità mai raggiunta prima grazie a un sistema avanzato di tracking del soggetto. Sfruttando il deep learning, la fotocamera si focalizzerà sulla testa o sul volto di un soggetto – il principale luogo d’interesse per l’occhio umano quando si guardano le immagini – anche in situazioni in cui gli occhi del soggetto sono coperti da altri elementi come caschi e occhiali. Nella fotocamera è stata inoltre inserita una nuova impostazione Auto AF per rendere le impostazioni della messa a fuoco automatica ancora più semplici, lasciando alla fotocamera la facoltà di scegliere quale regolazione sia più adatta alla scena inquadrata.

Infinite opportunità creative

EOS-1D X Mark III, raggiungendo 16 fotogrammi al secondo tramite mirino, offre un vantaggio competitivo nel suo settore di riferimento. Ciò è stato reso possibile grazie al nuovo processore DIGIC X sviluppato da Canon, al sensore da 20.1 megapixel e, infine, al sistema di specchi e otturatore.

Inoltre, il mirino ottico permette di mantenere un migliore contatto con il soggetto, sia esso sportivo o naturalistico, oltre a offrire una visione nitida e luminosa senza limitazioni. In modalità Live View la fotocamera può scattare fino a 20 fps, sia con otturatore meccanico che elettronico, mantenendo la messa a fuoco continua ed estendendo ulteriormente le opportunità creative.

Per ottenere un frame rate così elevato, impossibile per qualsiasi altra fotocamera, è stato necessario reinventare il sistema di specchi tipico di una fotocamera reflex. Grazie all’ingegneria meccanica Canon, il movimento dello specchio di questa nuova fotocamera non presenta alcuna oscillazione ulteriore, il che significa che lo specchio ritorna nella sua posizione il più rapidamente e precisamente possibile, dirigendo la luce verso il sensore AF della fotocamera per ottenere una lettura più veloce che mai.

Livelli di imaging di prossima generazione

EOS-1D X Mark III è la prima fotocamera Canon dotata di un sensore di nuova generazione, che supporta una lettura più rapida e un rumore ridotto, rispondendo alle esigenze dei professionisti che richiedevano una DSLR con basso rumore e ad alte prestazioni. Il sensore CMOS Full Frame da 20.1 megapixel offre la più ampia gamma ISO di Canon. Estendendo le impostazioni ISO da 50 a 819.200 – EOS-1D X Mark III garantisce ai professionisti una flessibilità unica nel suo genere, adattando il potenziale della fotocamera alle diverse condizioni di scatto.

Grazie alle migliori capacità del sensore nella gestione del rumore, i professionisti possono modificare l’esposizione delle immagini in post-produzione senza che il rumore influisca sulle zone scure delle immagini, offrendo una gamma dinamica ancora più fruibile rispetto ai modelli precedenti. EOS-1D X Mark III è la prima fotocamera sul mercato a utilizzare un nuovo rivoluzionario filtro passa-basso che campiona la luce su un numero maggiore di punti per ottenere immagini più nitide e con una risoluzione più elevata, evitando al contempo l’effetto moiré. È anche il primo modello EOS a supportare il formato d’immagine HEIF (High Efficiency Image File Format). Questo formato di nuova generazione, basato sul codec HEVC, consente di salvare immagini a 10 bit in un file delle dimensioni equivalenti a quelle di un file JPEG, subendo meno alterazioni dovute alla relativa compressione. La fotocamera utilizza schede di memoria CFexpress che offrono velocità di scrittura tre volte superiori a quelle delle precedenti schede CFast più veloci, rendendo possibile scattare oltre 1000 immagini RAW.

Video di qualità superiore

Grazie al suo nuovo sensore e processore, EOS-1D X Mark III si posiziona anche come la fotocamera Canon a obiettivi intercambiabili più avanzata per la produzione video, seconda solo alla serie Cinema EOS: permette di riprendere in 4K Full Frame e supporta la registrazione RAW interna a 12 bit. È la prima fotocamera Canon non cinematografica in grado di registrare in formato RAW, offrendo così una vasta gamma di colori e toni che è possibile gestire in post-produzione per ottenere una qualità d’immagine estremamente elevata. I video possono anche essere registrati come file CRM 5.5K (5472×2886) a 12 bit, consentendo riprese 4K in oversampling molto dettagliate, rispondendo in questo modo alla necessità di alta qualità.

La fotocamera può inoltre registrare utilizzando la curva logaritmica Canon Log e acquisendo un file HEVC/H.265 a 10 bit. Per rispondere alle esigenze di velocità, EOS-1D X Mark III supporta la registrazione in MP4, per una trasmissione rapida dei file. Infine è anche la prima fotocamera della serie EOS-1 a supportare la tecnologia Filmato Digitale IS, che fornisce una stabilizzazione a 5 assi per gestire un’ampia varietà di movimenti. Caratteristica fortemente apprezzata nel recente modello Canon EOS C500 Mark II, videocamera di fascia alta della serie Cinema EOS.

La tecnologia Dual Pixel CMOS AF, disponibile anche in modalità 4K e RAW[ii], assicura ai professionisti di ottenere video con una messa a fuoco sempre nitida e stabile, indipendentemente dalle condizioni di ripresa, con funzionalità perfette per riprese video anche estemporanee.

Disponibilità di contenuti a velocità imbattibili

Per rispondere alle esigenze dei professionisti che devono rispettare tempistiche di consegna sempre più incalzanti e senza soluzione di continuità, EOS-1D X Mark III è la prima fotocamera della serie EOS-1 dotata di Wi-Fi e Bluetooth integrati. Il Wi-Fi può essere utilizzato per funzioni FTP, per la connessione con EOS Utility o per la connessione a uno smartphone.

La connettività Bluetooth, con protocollo Bluetooth Low Energy, garantisce una connessione costante con dispositivi smart compatibili e non impatta in modo sensibile sulla durata della batteria, dunque è la soluzione ideale per le lunghe sedute fotografiche. EOS-1D X Mark III si collega automaticamente ai dispositivi compatibili[iii], nel momento stesso in cui viene avviata l’applicazione Canon Camera Connect, consentendo la revisione, la condivisione e lo scatto remoto in Live View con un semplice tocco.

Tramite il GPS integrato, è possibile acquisire dati sulla posizione in cui sono state scattate le immagini, informazioni particolarmente utili per i fotografi sportivi in ​​viaggio e per i fotografi naturalisti. La fotocamera trasferisce i dati più velocemente rispetto al modello precedente utilizzando la connessione Ethernet integrata o il nuovo trasmettitore wireless opzionale WFT-E9. Anche grazie a una configurazione di rete più semplice, il flusso di lavoro dei professionisti viene notevolmente migliorato.

Creatività oltre i limiti

Consentendo un utilizzo senza soluzione di continuità e con un’ergonomia affidabile, gli utenti della serie EOS-1D si trovano perfettamente a loro agio nell’utilizzare EOS-1D X Mark III. Il corpo in lega di magnesio garantisce la classica durevolezza delle fotocamere EOS-1 di Canon, resistendo a condizioni meteorologiche estreme, con una straordinaria tenuta agli agenti atmosferici. EOS-1D X Mark III, dotata di appositi pulsanti retroilluminati, semplifica anche lo scatto in condizioni di scarsa luce: una funzione che è stata aggiunta rispondendo alle specifiche necessità degli utenti. La retroilluminazione si attiva premendo il pulsante dedicato all’illuminazione del display superiore, facilitandone l’identificazione.

La fotocamera offre inoltre ulteriori possibilità di controllo nella selezione dei punti AF grazie a un nuovo pulsante AF-ON con rilevamento ottico, che consente ai fotografi di spostare facilmente i punti AF tramite sfioramento per ottenere una migliore composizione. I professionisti possono infine contare su una durata della batteria LP-E19 notevolmente migliorata, che consente di effettuare 2.850 scatti per ogni ciclo di ricarica e dunque riducendo il rischio di farsi sfuggire lo scatto perfetto durante la sostituzione della batteria.

EOS 1-DX Mark III sarà disponibile a partire dal 13 febbraio 2020 al prezzo suggerito al pubblico di 7.649,99 €.

Scopri di più: https://www.canon.it/cameras/eos-1d-x-mark-iii/

Segui Canon sui canali social: FacebookTwitterInstagramLinkedin Professional Imaging

#liveforthestory

@CanonItaliaSpa @CanonBusinessIT

Scopri l’evoluzione dell’imaging technology con VIEW

([1]) Dispone di 191 punti AF selezionabili, di cui 155 punti a croce

([1][1]) La funzione Dual Pixel CMOS AF non è possibile a 50/60p, tranne che in modalità 4K con crop

([1][1][1]) I dispositivi Android compatibili si collegheranno automaticamente. Gli utenti dei dispositivi iOS devono confermare la rete sul proprio dispositivo, ma non è necessario confermarla anche nella fotocamera

___________________________________________________________________________

4 pensieri riguardo “Canon EOS 1DX Mk III”

    1. Tonyparson,
      prova una Sony A9 II in raffica silenziosa a 20 fg/s tutte a fuoco su qualsiasi soggetto in movimento veloce oppure in un un’ambiente dove è richiesto silenzio, poi confronta dimensioni e peso e riparliamo del “mammatrone” che per avvicinarsi a queste prestazioni deve alzare lo specchio, comportandosi come una mirrorless e non è detto che ci riesca.

      "Mi piace"

Rispondi a tonysparson76 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.