Canon 5D II: problemi autofocus

5dii-1Come ho già scritto in precedenti articoli, provando la Canon 5D II ho avuto problemi con il sistema autofocus.
Il problema consisteva nel’incapacità della fotocamera di selezionare il corretto punto di messa a fuoco sul soggetto ripreso. Spesso sceglieva lo sfondo uniforme, con difficoltà di focheggiatura e “hunting” continuo. Ciò mi è successo con fotocamere presumibilmente diverse, e obiettivi sicuramente diversi durante le mie partecipazioni ai Canon days. Per risolvere il problema in una delle prove ero stato costretto a impostare fisso il punto di messa a fuoco centrale, ma questo comporta la difficoltà di dover mettere a fuoco e poi reinquadrare se si vuole decentrare il soggetto.
Poichè sembra strano che una delle fotocamere di punta della Canon, adatta anche ad usi professionali, presenti un simile difetto il titolare del negozio romano Ottica Universitaria, che ha organizzato pochi giorni fa il canon day, mi ha offerto di effettuare un’ulteriore prova con una 5D messa da lui a disposizione.


Ho accettato volentieri e così ho avuto occasione di provare una nuova 5D II. La fotocamera era dotata di un obiettivo Canon 85/1,8 molto luminoso, anche se meno dell f/1,2 provato al canon day, ma anche molto meno ingombrante, pesante e soprattutto costoso (380 €). Appena inserita la scheda e controllate le impostazioni della macchina, alla prima inquadratura mi sono reso conto che l’autofocus si comportava come mi aspettavo. La selezione del punto di messa a fuoco avveniva sul soggetto più vicino e la messa afuoco rapida e veloce come ci deve aspettare da un obiettivo USM. Non ho potuto provare nelle condizioni delle precedenti prove, cioè in un set da studio con una modella in primo piano e uno sfondo uniforme, ma in queste condizioni, più normali, l’autofocus della 5D mi è sembrato comportarsi bene. Resta solo la perplessità sul numero dei punti di messa a fuoco, solo 9 (più 6 invisibili?!), e la loro distribuzione solo nella parte centrale del fotogramma. Insomma la 5D II si meriterebbe un autofocus come quello della nuova 7D! Comunque gli scatti effettuati sono risultati a fuoco senza problemi.
Evidentemente gli esemplari (o l’esemplare, può darsi che sia lo stesso) provati precedentemente erano difettosi a caausa dei maltrattamenti subiti durante i test. Certo però la Canon che porta in giro queste macchine per diostrazione dovrebbe preoccuparsi della loro funzionalità, altrimenti può suscitare una cattiva impressione in chi le prova. Altra ipotesi potrebbe essere che il recente aggiornamento del firmware abbia migliorato il comportamento dell’autofocus e che gli esemplari provati prima non l’avessero, ma in ogni caso vale quanto detto riguardo alla funzzionalità delle macchine fatte provare.
Oltre all’autofocus ho potuto fare anche una breve prova della funzione di ripresa video.
la prima impressione è che sia abbastanza difficile trovare come attivarla: infatti è annegata dentro una serie di menù con la quale si può attivare la funzione live view. Poi azionando il pulsante in alto sulla sinistra del mirino si inizia a filmare. questa è la prima Canon con funzione video, per fortuna nelle successiive 500D e 7D è stato previsto un apposito pulsante che consente di far partire direttamente il video.
Al di là dei risultati che devo ancora valutare, anche se essendo un video di prova non mi aspetto particolarmente brillanti vorrei rilevare due cose riguardo all’usabilità della 5D durante le riprese. Non avendo uno schermo orientabile è necessario, per poter inquadrare con una certa precisione e soprattutto per mettere a fuoco, tenere la macchina davanti al viso a braccia abbastanza tese. Questo può essere difficoltoso usando obiettivi lunghi e pesanti e comunque può stancare. E’ necessario inoltre, quando si cambia inquadratura, mettere a fuoco manualmente e questa azione comporta un certo “traballamento” della fotocamera perchè le manca un po’ il sostegno della mano sinistra.. Ciò sconsiglia di effettuare frequenti panoramiche, cosa che si dovrebbe evitare nel linguaggio cinematografico, ma è preferibile effettuare riprese con inquadratura fissa e prefocheggiata.
E’ chiaro che questa è la prima versione di una reflex capace anche di riprendere video e sono necessari ancora alcuni perfezionamenti. Quelli indispensabili sono uno schermo orientabile e la’autofocus durante il video. Speriamo di vederli presto nelle prossime novità.

4 pensieri riguardo “Canon 5D II: problemi autofocus”

  1. Mi scuso per la scocciatura, ma trovo anche io un qualche problema di messa a fuoco con la 5DII, specie su persone non immobili, ma nemmeno “agitate”.
    Poichè ho sempre e solo usato digitali piccole, potrebbe essere che tutto dipenda una mia scarsa manualtà.
    Ma chiedo a lei che ha ben maggiore esperienza quali settaggi ritiene ideali per la messa a fuoco di soggetti non immobili, riguardo ai numero di punti di messa a fuoco Unico e centrale o multipli) e al tipi di messa a fuoco (one shot, AI, etc).
    Grazie ancora del tempo che potrà dedicarmi,
    Fabio Facchetti
    Collebeato- Brescia

    "Mi piace"

    1. Fabio, ho avuto anche io problemi di messa a fuoco con la Canon 5D II su persone non immobili, ma nemmeno agitate come dici tu (modelle ad esempio). E’ infatti la mia più grande perplessità su questa macchina.
      Un professionista che usa Canon, molto esperto, mi ha suggerito di impostare la messa a fuoco solo sul punto centrale per ovviare al problema e susare il tipo messa a fuoco singola (One shot). In ogni caso l’AF della 5D II mi è sembrato lento, anche con obiettivi luminosissimi come l’85/1,2.
      Ciao, Francesco

      "Mi piace"

  2. ciao, voglio usare la 5d mk2 per riprese video con focus automatico ma non so come fare: se metto a fuoco ad una certa distanza e il soggetto si sposta lo perdo….per essere sempre a fuoco dovrebbe spostarsi solo in orizzontale

    "Mi piace"

    1. Eleonora,
      la Canon 5D II non dispone della messa a fuoco continua durante la ripresa video (pag 133 del manuale di istruzioni). Per mettere a fuoco si deve procedere, come indicato a pag 128 del manuale,mettendo a fuoco premendo il pulsante AF-ON (quello più verso il centro dei tre in alto a destra sul dorso), poi iniziare la ripresa. Per mettere nuovamente a fuoco durante la ripresa è necessario premere di nuovo il pulsante AF-ON.
      Ciao, Francesco

      "Mi piace"

Rispondi a francescophoto Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.