Fotocamere consigliate: per iniziare. Compatte, bridge, mirrorless, reflex (250-450 €)

Le fotocamere per iniziare a fotografare dovrebbero essere semplici e di facile uso. Si potrebbe pensare che una qualsiasi compatta da pochi euro possa andare bene, e per chi cerca uno strumento per fare solo qualche foto ricordo la cosa potrebbe essere anche giusta, anche se verrebbe da chiedesi perchè in questi casi non usare il cellulare, specialmente se è uno smartphone.
Ma chi si mette a cercare cosa scegliere in rete evidentemente vuole qualcosa di più., quindi non si accontenta di una fotocamera qualsiasi. In questo elenco quindi non saranno prese in considerazione tutte le compatte di base semplici ed economiche (se ne trovano anche a 50 €) che affollano i grandi magazzini e che più o meno hanno tutte le stesse caratteristiche e forniscono risultati uguali e mediocri. Saranno prese in considerazione invece fotocamere che offrono qualcosa di più in termini di qualità d’immagine, di costruzione, di ergonomia e di possibilità di regolazione.
Infatti anche se si cerca la prima fotocamera e non si è esperti di fotografia è bene partire da qualcosa di tecnicamente valido. E’ vero che le buone foto le fa il fotografo e non la macchina, ma avere una macchina di qualità non aiuta e non peggiora certo le capacità del fotografo.
Anche nel settore delle fotocamere di base e più economiche è possibile scegliere fra varie tipologie di macchine in funzione delle proprie esigenze: compatte, bridge, mirrorless e reflex.
Le compatte sono indicate per chi vede la fotografia come un mezzo per fissare ottimi ricordi e non tanto un hobby da coltivare e sviluppare, oppure per chi cerca una seconda macchina più piccola e leggera da affiancare ad una reflex. Quelle selezionate appartengono tutte alla categoria di compatte con obiettivi ad alta luminosità. Questo consente di fotografare anche in poca luce senza aumentare troppo le sensibilità e di conseguenza penalizzare la qualità. Gli zoom di queste compatte hanno una escursione di circa 4x, più che adeguata alle normali esigenze.
Molti però si fanno attrarre dalle compatte con zoom ad elevata escursione: di solito questi zoom non sono molto utili in fotografia se non per specifiche applicazioni (foto sportiva, animali in libertà, paparazzate) e dopo poco ci si accorge che sono difficili da usare per ottenere buoni risultati e che le compatte non sono adatte per il tipo di foto per il quale questi zoom si usano. Comunque per chi proprio ne vuole una ne indico qualche modello.
Lo stesso discorso fatto per le compatte superzoom vale anche per le bridge, per le quali indico solo un modello dal costo contenuto. Le bridge sono infatti in realtà delle compatte, con lo stesso sensore e motore di elaborazione, ma con in più obiettivi zoom con amplissima escursione focale (fino a 50x), quasi sempre un mirino elettronico, forma simile ad una reflex e possibilità di funzionare in manuale o a priorità oltre che in automatismo. La qualità d’immagine è però quella delle compatte standard, inferiore a quella delle compatte che segnalo in questa lista.

Le mirrorless con il loro ingombro ridotto e la forma simile alle compatte, che mette chi inizia meno in soggezione delle reflex, sono la tipologia idale con cui iniziare se si vuole sviluppare l’hobby della fotografia. La loro qualità d’immagine è superiore anche alle migliori compalle, la flessibilità data dagli obiettivi intercambiabili è vicina a quella delle reflex. Le mirrorless base indicate non dispongono di mirino e questo è l’unico loro difetto, condiviso con le compatte, ma è possibile per alcuni modelli aggiungerne uno opzionale al momento dell’acquisto o in seguito.
Infine le reflex di modello base. Si può iniziare anche con queste, non sono più difficili da usare di una compatta, semmai il contrario. Infatti offrono il grandissimo vantaggio del mirino che consente di inquadrare molto meglio che con lo schermo. Si possono usare in automatismo completo, oppure a priorità o in manuale, come tutte le altre fotocamere segnalate. Ricordo che fare belle foto non è sinonimo di scattare in manuale! anzi spesso questa abitudine distoglie dal concentrarsi sulla foto.
Le reflex offrono il massimo della flessibilità per qualsiasi soggetto e qualunque tipo di foto. L’ingombro ed il peso sono maggiori di mirrorless e compatte, anche sequelle base sono solo di pochi mm più grandi di una bridge. Usare una reflex poi non vuol dire necessariamente caricarsi di obiettivi: una reflex base dotata solo di uno zoom 11 o 15x è la migliore bridge che si possa immaginare.

Compatte

Tutte le compatte consigliate dispongono di funzionamento automatico e manuale sia per l’esposizione che per la messa a fuoco. Tutte sono dotate di stabilizzazione. La loro qualità d’immagine è buona alle sensibilità medio basse (400 Iso), ma si possono usare anche a sensibilità più alte per piccole stampe o web accattando la presenza di un po’ di rumore e una leggera perdita di nitidezza.
Alcune compatte e bridge hanno una elevata velocità di raffica, anche 10 fg/s, però purtroppo a queste velocità non sono in grado di visualizzare sullo schermo o nel mirino l’immagine reale, ma solo le foto appena scattate. In questo modo è impossibile seguire soggetti in movimento.

Nikon Coolpix P310

E’ dotata di un sensore CMOS retroilluminato da 1/2,3″ (6,17×4,55 mm) con 16 Mpx e di uno zoom 4,2x 24-100 equivalente f/1,8-4,9. Lo schermo è fisso da 3″ con 921.000 pixel. Dispone di messa a fuoco manuale e di modalità di funzionamento automatica, a priorità e manuale, ma non della possibilità di salvare le foto in raw. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. E’ la più economica delle compatte con obiettivo ad alta luminosità, anche se purtroppo solo alla focale grandangolare. Le dimensioni e il peso sono ridotti (103x58x32 mm, 194 g) ed è facilmente tascabile. E’ la scelta migliore per chi ha un budget limitato, ma vuole una macchina che produca foto di buona qualità, al di sopra della media delle compatte.
Costa sui 270 €.

Canon S100

E’ dotata di un sensore CMOS da 1/1,7″ (7,44×5,58 mm), quindi un po’ più grande della media delle compatte, con 12 Mpx e di uno zoom 5x 24-120 equivalente f/2,0-5,9. Lo schermo è fisso da 3″ con 461.000 pixel. Dispone di messa a fuoco manuale e di modalità di funzionamento automatica, a priorità e manuale e della possibilità di salvare le foto in raw. Ha una velocità di raffica di 2,3 fg/s. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. Ha un anello attorno all’obiettivo per regolare a scelta tempi, diaframmi, messa a fuoco o altri parametri. Purtroppo anche nella S100 l’obiettivo è luminoso solo alla focale grandangolare. Il corpo è costruito in lega metallica Le dimensioni e il peso sono ridotti (99x59x27 mm, 198 g) ed è facilmente tascabile. E’ il massimo della qualità e della flessibitità d’uso con il minimo ingombro.
Costa sui 400 €.

Fujifilm X-10

Ha un sensore EXR CMOS di progettazione Fuji da 2/3″ (8,8×6,6 mm) con uno schema particolare dei pixel che consente di ottimizzare la risoluzione o la gamma dinamica o il rapporto segnale/rumore. Anche questo è un po’ più grande della media delle compatte, con 12 Mpx e di uno zoom 4x 28-112 equivalente f/2,0-2,8 a comando manuale. Lo schermo è fisso da 2,8″ con 461.000 pixel. Dispone di messa a fuoco manuale e di modalità di funzionamento automatica, a priorità e manuale e della possibilità di salvare le foto in raw. Ha una velocità di raffica fino a 10 fg/s. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. Ha una ghiera di comando posteriore per regolare a scelta tempi, diaframmi, messa a fuoco o altri parametri. E’ l’unica a disporre di mirino ottico, anche se piccolo. L’obiettivo ha una buona luminosità a tutte le focali. Il corpo è costruito in lega di magnesio. Le dimensioni e il peso sono maggiori dei precedenti modelli (117x70x57 mm, 350 g) ed è preferibile trasportarla con la cinghia a tracolla o una borsetta, anche se può entrare in una tasca di un giaccone. E’ molto ben costruita e rifinita, molto piacevole ad usare ed i risultati sono di qualità.
Costa sui 420 €.

Panasonic LX-7

Ha un sensore CMOS da 1/1,7″ (7,44×5,58 mm), anche questo un po’ più grande della media delle compatte, con 10 Mpx e di uno zoom Leica 3,6x 24-90 equivalente con l’eccezionale luminosità f/1,4-2,3. Lo schermo è fisso da 3″ con 921.000 pixel. Dispone di messa a fuoco manuale e di modalità di funzionamento automatica, a priorità e manuale e della possibilità di salvare le foto in raw. Ha una velocità di raffica fino a 11 fg/s.Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. Ha una ghiera di comando attorno all’obiettivo per regolare a scelta tempi, diaframmi, messa a fuoco o altri parametri. Può montare in opzione un mirino elettronico piuttosto costoso (circa 180 €). L’obiettivo ha una eccellente luminosità a tutte le focali. Il corpo è costruito in lega di magnesio. Le dimensioni e il peso sono medie (111x68x46 mm, 330 g) ed è preferibile trasportarla con la cinghia a tracolla o una borsetta, anche se può entrare in una tasca di un giaccone. Per chi vuole fotografare a luce ambiente senza sempre portarsi dietro una reflex questa è la scelta migliore.
Costa sui 450 €.

Compatte superzoom

Queste compatte hanno dei sensori di dimensioni ridotte, 1/2,3″, per poter disporre di zoom ad ampia escursione focale senza aumentare esageratamente l’ingombro. I loro obiettivi sono meno luminosi di quelli delle precedenti compatte, anche se tutti dotati di stabilizzazione. In complesso la loro qualità d’immagine è peggiore. Sono consigliate solo se, per le foto che si vogliono fare è indispensabile un tele di focale elevata, tenendo però presente che la loro velocità operativa e di messa a fuoco non è adeguata alla ripresa di soggetti in movimento.
Panasonic TZ25

E’ dotata di un sensore CMOS da 1/2,3″ (6,17×4,55 mm) con 12 Mpx e di uno zoom 16x 24-384 equivalente f/3,3-5,9. La stabilizzazione è sul sensore. Lo schermo è fisso da 3″ con 460.000 pixel. Dispone di messa a fuoco manuale e di modalità di funzionamento automatica, a priorità e manuale, ma non della possibilità di salvare le foto in raw. Ha una velocità di raffica fino a 10 fg/s. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. E’ più economica della sorella TZ30 (14 Mpx e zoom 20x, GPS), ma tutto sommato più conveniente. Le dimensioni e il peso sono medi (105x58x33 mm, 260 g) e può essere portata in una tasca media. E’ ben fatta, con buone caratteristiche e costa poco. La qualità d’immagine è da compatta.
Costa sui 240 €.

Fujifilm F800EXR

Ha un sensore EXR CMOS di progettazione Fuji da 1/2″ (6,4×4,8 mm) con uno schema particolare dei pixel che consente di ottimizzare la risoluzione o la gamma dinamica o il rapporto segnale/rumore, con 16 Mpx e di uno zoom 20x 25-500 equivalente f/3,5-5,3. Lo schermo è fisso da 3″ con 461.000 pixel. Dispone di messa a fuoco manuale e di modalità di funzionamento automatica, a priorità e manuale e della possibilità di salvare le foto in raw. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. Ha una ghiera di comando posteriore per regolare a scelta tempi, diaframmi, messa a fuoco o altri parametri. L’obiettivo ha una amplissima estensione focale per una compatta. Le dimensioni e il peso sono medi(105x63x36 mm, 300 g) e può essere portata in una tasca media. E’ l’unica della sua categoria a supportare il formato raw. In più ha il Wi-Fi. La qualità d’immagine è nella media delle compatte.
Costa sui 320 €.

Bridge

Pentax X-5

E’ dotata di un sensore CMOS da 1/2,33″ (6,08×4,56 mm) con 16 Mpx e di uno zoom 26x 22-580 equivalente f/3,1-5,9. Il mirino elettronico ha una risoluzione di 230.000 pixel, non molto alta. Lo schermo da 3″ con 460.000 pixel è articolato. Dispone di messa a fuoco manuale e di modalità di funzionamento automatica, a priorità e manuale, ma non della possibilità di salvare le foto in raw. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. E’ inoltre alimentata da quattro batterie AA ricaricabili, un vantaggio in termini di costo delle batterie supplementari e della loro reperibilità. Le dimensioni e il peso sono abbastanza contenuti per una bridge (119x86x107 mm, 595 g). Ha uno zoom che parte da un’ottima focale grandangolare e non esagera dal lato tele. E’ ben fatta e costa anche poco. La qualità d’immagine è da compatta.
Costa 269 €.

Mirrorless

Sono le fotocamere più indicate per iniziare “seriamente” per chi proviene da una compattina di base. La loro flessibilità è elevata grazie agli obiettivi intercambiabili. La qualità d’immagine molto migliore di quella delle compatte e delle bridge ed in alcuni casi uguale a quella delle reflex.
Ne esistono con sensori di vari formati, dalle Nikon con sensore da 1″, alle Micro 4/3 con sensore appunto di questa dimensione, a quelle con sensore APS. Quelle elencate sono alla base dei rispettivi sistemi per costo, ma possono montare tutti gli obiettivi disponibili per il sistema Micro 4/3.
Anche le mirrorless al di sopra di una certa velocità di raffica (circa 5 fg/s) non sono in grado di rprodurre la scana in tempo reale.

Olympus E-PM1

Dopo l’uscita dal listino della E-PL1, venduta per molto tempo a meno di 300 €, è la più economica della famiglia delle Olympus PEN. E’ dotata di un sensore CMOS da 4/3″ (17,3×13 mm) con 12 Mpx. Ha la stabilizzazione integrata sul sensore, vantaggiosa perchè stabilizza anche gli obiettivi a focale fissa e quelli montati con anelli adattatori. L’innesto obiettivi è il Micro 4/3 con fattore moltiplicativo 2x. Consente di scegliere fra circa 40 obiettivi di cui 13 Olympus, dal supergrandangolo zoom 7-14 mm (14-28) al supertele zoom 75-300 mm (150-600) e agli zoom professionali 12-35/2,8 (24-70) e 35-100/2,8 (70-200). Dispone inoltre di numerosi focale fissa di alta luminosità compresi due fantastici Voigtlaender f/0,95 e alcuni “pancake” di ridotto ingombro. Inoltre è possibile montarvi obiettivi per reflex di tutte le marche o per Leica M e R con opportuni anelli adattatori; in questo caso la messa a fuoco è manuale. Non dispone di mirino, ma è possibile aggiungerne uno elettronico (VF-2) ad alta risoluzione, 1,4 Mpx, ma del costo di circa 170 €. Lo schermo da 3″ con 460.000 pixel è fisso. Può funzionare in automatico o manuale e la messa a fuoco è automatica con tutti gli obiettivi Micro 4/3, mentre con gli altri è manuale, ma assistita da un ingrandimento sullo schermo o mirino. Ha una velocità di raffica fino a 5,5 fg/s. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. Le dimensioni e il peso sono molto contenuti per una mirrorless (110x64x34 mm, 265 g). A questo però si deve aggiungere l’ingombro ed il peso dell’obiettivo. Lo zoom fornito in kit, il 14-42 mm (28-84) f/3,5-5,6 sporge 50 mm e pesa 112 grammi.
E’ una delle più economiche e compatte mirrorless, con in più la stabilizzazione integrata, iltutto al prezzo di una compatta, ma con una qualità d’immagine molto più alta.
Costa 338 € in kit col 14-42 mm.

Panasonic GF3

E’ dotata di un sensore CMOS da 4/3″ (17,3×13 mm) con 12 Mpx. L’innesto obiettivi è il Micro 4/3 con fattore moltiplicativo 2x. Consente di scegliere fra circa 40 obiettivi di cui 21 Panasonic, dal supergrandangolo zoom 7-14 mm (14-28) al supertele zoom 75-300 mm (150-600) e agli zoom professionali 12-35/2,8 (24-70) e 35-100/2,8 (70-200). Dispone inoltre di numerosi focale fissa di alta luminosità compresi due fantastici Voigtlaender f/0,95 e alcuni “pancake” di ridotto ingombro. Inoltre è possibile montarvi obiettivi per reflex di tutte le marche o per Leica M e R con opportuni anelli adattatori; in questo caso la messa a fuoco è manuale. Non dispone di mirino e non è possibile aggiungerne uno elettronico . Lo schermo da 3″ con 460.000 pixel è fisso. Può funzionare in automatico o manuale e la messa a fuoco è automatica con tutti gli obiettivi Micro 4/3, mentre con gli altri è manuale, ma assistita da un ingrandimento sullo schermo o mirino. Ha una velocità di raffica fino a 3,2 fg/s. Riprende video Full HD a 1920×1080 pixel. Le dimensioni e il peso sono contenutissimi per una mirrorless (108x67x32 mm, 264 g). A questo però si deve aggiungere l’ingombro ed il peso dell’obiettivo. Lo zoom fornito in kit, il 14-42 mm (28-84) f/3,5-5,6 stabilizzato sporge 64 mm e pesa 165 grammi.
E’ la più piccola fra le mirrorless e si rivolge a chi viene dal mondo delle compatte con comandi semplificati. La qualità d’immagine è però molto migliore.
Costa 337 € in kit col 14-42 mm.

Reflex

Le reflex base sono le più adatte per qualsiasi tipo di fotografia. La qualità d’immagine prodotta dai loro sensori di formato APS è superata decisamente solo dalle fullframe. La loro flessibilità, garantita dalla vastissima gamma di obiettivi disponibili è massima e quindi possono affrontare qualsiasi tipo di fotografia meglio di qualunque altra fotocamera qui elencata. La loro velocità operativa e di autofocus elevata consente di non perdere occasioni di scatto da cogliere al volo. Il mirino ottico reflex poi è quello che garantisce la migliore visione in ogni situazione.

Canon EOS 1100D

E’ la più piccola ed economica reflex della Gamma Canon, ma le sue qualità sono molto valide. Ha un sensore CMOS di formato APS-C (22,2×14,8 mm) con 12 Mpx. L’innesto obiettivi è il Canon EF-S con fattore moltiplicativo 1,6x e può montare anche obiettivi con innesto EF. Consente di scegliere fra circa 66 obiettivi Canon, dal supergrandangolo zoom 10-22 mm (16-35) al supertele 800 mm (1280)fra cui numerosi zoom, sia amatoriali che professionali, per la maggior parte stabilizzati. Dispone inoltre di numerosi focale fissa di alta luminosità fino a f/1,2 e di obiettivi specialistici per architettura e foto in studio. Sono disponibili anche altre decine di obiettivi di fabbricanti di ottiche universali come Sigma, Tamron, Tokina ed altri. Il mirino reflex ha una copertura del 95 % e un ingrandimento di 0,57x. Lo schermo da 2,7″ con 230.000 pixel è fisso. Può funzionare in automatico o manuale e la messa a fuoco è automatica con tutti gli obiettivi con innesto EF e EF-S. Ha una velocità di raffica di 3 fg/s. Riprende video HD a 1280×720 pixel. Le dimensioni e il peso sono contenuti per una reflex (130x100x78 mm, 495 g). A questo però si deve aggiungere l’ingombro ed il peso dell’obiettivo. Lo zoom fornito in kit, il 18-55 mm (29-88) f/3,5-5,6 stabilizzato sporge 80 mm e pesa 195 grammi. Questo obiettivo, anche se da molti disprezzato, ha una buona qualità e può essere un buon inizio per entrare nel mondo delle reflex.
La Canon 110D è un ottimo punto d’ingrasso nel mondo della fotografia e delle reflex ed ha delle qualità che sorprendono.
Costa 373 € in kit col 18-55 mm DC III e 426 con la versione IS II stabilizzata.

Nikon D3100

E’ l’alternativa alla 110D in questa fascia. Anche questa è molto valida. Ha un sensore CMOS di formato APS-DX (23,1×15,4 mm) con 14 Mpx. L’innesto obiettivi è il Nikon F con fattore moltiplicativo 1,5x. La macchina però non dispone di motore di messa a fuoco interno quindi può montare, mantenendo la funzionalità autofocus, solo gli obiettivi Nikon della serie A-FS con motore incorporato e quelli di altri produttori sempre con il motore (soluzione ormai universalmente adottata per i nuovi obiettivi). Consente di scegliere fra circa 55 obiettivi Nikon, dal supergrandangolo zoom 10-24 mm (15-36) al supertele 600 mm (900)fra cui numerosi zoom, sia amatoriali che professionali, per la maggior parte stabilizzati. Dispone inoltre di numerosi focale fissa di alta luminosità fino a f/1,4 e di obiettivi specialistici per architettura e foto in studio. Sono disponibili anche altre decine di obiettivi di fabbricanti di ottiche universali come Sigma, Tamron, Tokina ed altri. Il mirino reflex ha una copertura del 95 % e un ingrandimento di 0,57x. Lo schermo da 3″ con 230.000 pixel è fisso. Può funzionare in automatico o manuale e la messa a fuoco è automatica con tutti gli obiettivi AF-S. Ha una velocità di raffica di 3 fg/s. Riprende video HD a 1920×1080 pixel. Le dimensioni e il peso sono contenuti per una reflex (124x96x75 mm, 505 g). A questo però si deve aggiungere l’ingombro ed il peso dell’obiettivo. Lo zoom fornito in kit, il 18-55 mm (27-82) VR f/3,5-5,6 stabilizzato sporge 80 mm e pesa 205 grammi. Questo obiettivo, come l’equivalente Canon, anche se da molti disprezzato, ha una buona qualità e può essere un buon inizio per entrare nel mondo delle reflex.
Anche la D3100 è un ottimo punto d’ingresso nel mondo fotografico reflex ed ottime qualità anche per il video.
Costa 423 € in kit col 18-55 mm VR stabilizzato.

Informazioni su questi ad

173 pensieri su “Fotocamere consigliate: per iniziare. Compatte, bridge, mirrorless, reflex (250-450 €)”

  1. Buonasera Francesco,
    cosa pensi della sony alpha 37 in questa fascia di prezzo (su amazon si trova a 465 con il 18/55)?
    Con la mia visione da profano mi sembra avere parecchi punti a suo favore: dal sensore 16 Mpx all’autofocus, dalla compattezza alla velocità di scatto; lo schermo è sempre un 230K ma almeno è orientabile, il mirino è digitale ma se non sbaglio offre una copertura del 100%, in più il reparto video sembra più che discreto.
    Certo ad alti ISO non regge il confronto con le reflex vere però per tutto il resto, sulla carta, mi sembra davvero molto molto interessate.
    Complimenti per il Blog e per il superlavoro di questi giorni: è uno dei pochissimi che pur riportando tutte le novità del Photokina ha continuato comunque a proporre recensioni ed approfondimenti anche su tutto il resto in modo sempre preciso e professionale: COMPLIMENTI DAVVERO !!!

    1. Fabio,
      la Sony A37 è indubbiamente una macchina valida. Non l’ho inserita perchè il prezzo supera un po’ quello di questa fascia. E’ molto adatta se si vogliono fare contemporaneamente foto e video.
      Ciao, Francesco

      1. ciao Francesco,tempo fa avevo chiesto dei consigli,e avevo scelto prima la A57,poi la Rx100 come compatta a supporto…scelte perfette..purtroppo me le hanno rubate…quindi il mio budget e’ cambiato,non posso spendere tutti questi soldi ancora un’altra volta…per ri-iniziare avevo pensato di prendermi una A37,che trovo a 400 eur,in futuro supportata da un 18-200 economico,e in futuro sempre la Rx100,che una volta che provi davvero non puoi farne a meno…la scelta della Reflex pero’ e’ ‘ostacolata’ da una promozione della PM1 della Olympus,a 240 eur…considerando che uno zoom extra mi servirebbe per tutte e due,che la A37 e’ piu’ veloce nello scatto continuo,ha lo schermo orientabile,ha l’HDR,panorama pictures,il sensore piu’ grande…conviene spendere 400 eur contro i 240 della Olympus che comunque ha un’ottima davvero qualita’ di immagine?buon click a tutti,Manuel

        1. Manuel,
          è difficile dare questo tipo di consigli. Dipende date e da come ti sentiresti a fotografare con una E-PM1 senza mirino piuttosto che con una A37 con mirino. Altra cosa da considerare è la velocità dell’autofocus, ma la sua importanza dipende dal tipo di foto: per monumenti e paesaggi è nulla, per foto sportive massima. Il sensore APS più grande del Micro 4/3 ha la sua importanza specialmente nel caso della E-PM1 che, pur avendo una buona qualità d’immagine, non raggiunge i livelli delle recenti E-PM2 ed E-Pl5. Il resto, HDR, panorama ed altro sono solo giochetti.
          Ciao, Francesco

          1. ciao Francesco,alla fine han levato lo sconto della PM1,ho preso la A37…beh certo,panorama,HDR sono plus,ma a me fanno piacere :-) forse anche in un ‘ottica reflex piu’ compatta di lusso come corredo futuro ho optato per la A37,avendo preso la PM1 non avrei avuto ne’ una reflex,ne’ una vera compatta.. comunque complimenti per le analisi ben fatte e motivate,il tuo blog lo seguo sempre :-) alla prossima…

  2. Buonasera Francesco,
    ti seguo da quando ho deciso di comprare una macchina fotografica ‘decente’ e ho scoperto il sito. Non sono un’esperta fotografa, per questo ho scartato le reflex. Scorrendo qua e là tra recensioni e prezzi ero arrivata a scegliere la fujifilm hs30exr; dico ero, perché ho scovato in un negozietto la nikon 1j ad un prezzo che mi sembra accessibile (349,00). E a questo punto sono rimasta indecisa e mi sono spinta a girare a te il quesito: tra i due apparecchi quale sceglieresti? grazie in anticipo per l’attenzione e la risposta.

    1. Linda,
      senza dubbio la Nikon J1, anche se non ha il mirino. La Fuji HS30EXR è decisamente inferiore come qualità d’immagine. La sua sola attrattiva è lo zoom molto esteso.
      Verifica però a che prezzo è la Nikon V1, dotata di mirino. Recentemente è scesa molto di prezzo anche questa.
      Ciao, Francesco

      1. Grazie … anche per la celerità!
        controllerò per la nikon V1, ma non credo sia disponibile. forse, però, mi posso ‘accontentare’ anche di questa risposta; in fondo voglio ricominciare con la fotografia, hobby che ho sempre amato e che ho interrotto con l’arrivo dei figli prima e del digitale poi!
        Buon lavoro!

  3. Buon pomeriggio,
    provengo da una nikon coolpix 5700 che mi ha dato grandi soddisfazioni, ma che purtroppo non può essere più riparata da NITAL in quanto non è più reperibile il ricambio!?! (non funziona più il bilanciamento del bianco o il controllo dell’esposizione e pertanto le foto in presenza di luce vengono totalmente bianche) per cui dopo aver preso per necessità una piccola compatta FUJI da 16 mpixel sto valutando l’acquisto di una macchina più performante.
    Dopo varie letture sono arrivato a selezionare tre macchine che ho trovato a prezzi molto vicini anche se diverse come impostazione e tecnologia.
    REFLEX – Nikon D5100 con ottica 18-55mm € 498
    MirrorLess – Sony NEX5-5N con ottica 18-55mm € 435
    Bridge – Panasonic Lumix DMC-FZ150 € 379
    Mi piacerebbe avere un tuo consiglio a riguardo?
    Grazie

    1. Ignazio,
      veramente confronti fotocamere molto diverse, specialmente la Nikon D5100 con la Panasonic FZ150.
      Fra le tre non c’è alcun dubbio che la Nikon sia largamente la migliore. La Sony NEX-5n è ormai sostituita dalla NEX-%R, migliore per molti aspetti e soprattutto dalla NEX-6, che finalmente ha un mirino elettronico, una manopola di comando per le modalità , un flash incorporato ed è venduta in kit con un obiettivo rientrante di ridotto ingombro. E’ in vantaggio sulla Nikon per il peso e l’ingombro ridotti, ma costa circa il doppio.
      La Panasonic, come tutte le bridge ha una qualità s’immagine molto inferiore alle reflex e mirrorless APS. La sua unica attrattiva è lo zoom ad ampia escursione che arriva fino a 600 mm equivalenti. Con questi zoom però è molto difficile ottenere buoni risultati alla massima focale. Un’alternativa Panasonic di qualità paragonabile alla Sony è la G5, mirrorless Micro 4/3 con forma di reflex, anche se più compatta, con sensore da 16 Mpx e mirino elettronico, costa con il 14-42 circa 700 €.
      In conclusione credo che al prezzo a cui l’hai trovata la D5100 sia una scelta imperdibile.
      Ciao, Francesco

  4. Ciao Francesco,
    mi ritrovo ad essere indecisa fra 2 reflex che hanno più o meno le stesse caratteristiche:
    – CANON EOS 1100D 18/55DC + obiettivo 75/300DC a 499 euro
    – NIKON D3100 + obiettivo AF-S DX 18-105 VR a 529 euro

    secondo te quale sarebbe la scelta migliore come qualità/prezzo e tenendo conto che vorrei utilizzare la fotocamera anche per fare occasionalmente dei video (so che da questo punto di vista è meglio la Nikon, ma ne vale la pena?), d’altra parte è il caso di caricarsi di un obiettivo aggiuntivo come nel caso della Canon per fare foto di tipo amatoriale?
    Grazie in anticipo per la tua risposta e complimenti per il blog.

    1. Patrizia
      le due fotocamere sono mto simili per caratteristiche e qualita’. La D3100 pero’ e’ migliore per il video full hd 1920×1080 mentre la 1100D ha solo hd 1280×720. La Canon pero’ puo’ essere acquistata ancbe so col 18-55 oppure col 18-135 in modo di avere un solo obittivo come la Nikon.
      Ciao, Francesco

  5. Ciao Francesco!

    Voglio chiederti un consiglio riguardo 2 fotocamere per le quali sono indecisa

    PENTAX X 5 o FUJIFILM FinePix HS20EXR?

    Ho visto che il prezzo bene o male si equivale e non è eccessivo!

    Ho letto un pò le caratteristiche per entrambi i prodotti, ma dato che non sono una gran esperta volevo sapere anche la tua opinione!

    Grazie mille!

    1. Sara,
      premesso che come ho scritto nell’articolo “Fotocamere consigliate: per iniziare. Compatte, bridge, mirrorless, reflex (250-450 €)” http://francescophoto.wordpress.com/2012/09/26/fotocamere-consigliate-per-iniziare-compatte-bridge-mirrorless-reflex-300-450-e/ le bridge non sono la migliore scelta, fra le due che indichi la Pentax X-5 è più consigliabile. La Fuji HS20EXR non è più in produzione, sostituita dalla HS30EXR, ma nessuna delle due mi ha entusiasmato.
      Ciao, Francesco

  6. Ciao Francesco. Anche io non sono un esperto di fotografia ma comunque vorrei comprare una Mirrorless
    davvero ottima. Molti mi consigliono Nikon altri Panasonic con le lenti Leica. Mi è stato detto che non solo l’obbiettivo ed il sensore è importante ma va anche vista la meccanica l’ingegneristica elettrica di una macchina e panasonic sembrrebbe coniugare bene le due cose. Nikon o Panasonic? Mi aiuti. Disponibile a spendre fino a 550 euro….

    1. Valentino,
      certamente nelle fotocamere si deve valutare oltre al sensore ed agli obiettivi anche la qualità di costruzione, l’ergonomia e le funzioni offerte.
      Panasonic su questo è ben posizionata, ma anche Nikon sta bene.
      Per una mirrorless che rientri nel preventivo previsto puoi indirizzarti sulle Nikon V1, con sensore da 1″ e 10 Mpx, innesto obiettivi Nikon 1 (ce ne sono 6), con lo zoom 10-30 mm VR stabilizzato (equivalente ad un 27-81), mirino elettronico, circa 550 € in ribasso, sulla Olympus E-PM1, con sensore Micro 4/3 12 Mpx, innesto obiettivi Micro 4/3 8ce ne sono circa 40), con stabilizzatore integrato e lo zoom 14-42 mmm (equivalente ad un 28-84) senza mirino, circa 350 € (il mirino elettronico, consigliabile, costa circa 180 €) e infine sulla Panasonic GF3, con sensore sempre Micro 4/3 da 12 Mpx, innesto obiettivi Micro 4/3, ma senza stabilizzatore (alcuni obiettivi lo hanno), zoom 14-42 stabilizzato, circa 3450 €; non può avere però il mirino.
      La Nikon ha un sensore più piccolo delle altre e meno scelta di obiettivi; è indicata se si vogliono fare foto a soggetti in movimento e serve un autofocus molto veloce. La Olympus è la più completa, la Panasonic la più piccola fra le Micro 4/3.
      Non sono le migliori mirrorless in assoluto perchè ce ne sono alcune che costano quattro volte tanto, ma sono le migliori della loro categoria.
      La Sony RX100 ha un sensore da 1″ come la Nikon V1, con 20 Mpx, ma è una compatta, non una mirrorless e non può quindi cambiare obiettivo.
      Ciao, Francesco

      1. Mi serve per foto di gruppo, serate all’aperto ma anche per fotografare panorami e particolari.. un pò di tutto insomma…la GF3 molto bella anche da vedere. E che mi dici sulla gx1? Siamo ad un livello superiore?? Grazie mille….

  7. Vorrei sapere se c’è una grossa differenza in termini qualitativi tra la K-01 Pentax con l’obiettivo 18-55 che si trova ora a 450€ circa e quella con l’obiettivo XS 40mm che viene 630€ circa. Conviene spendere di più per l’obiettivo a focale fissa? Grazie

    1. Ale,
      il Pentax 40/2,8 è un obiettivo molto buono e che nemmeno si vede. E’ talmente sottile e leggero che non sporge quasi dalla macchina. Però è abbastanza limitativo in quanto la sua focale, equivalente ad un 60 mm, è una via di mezzo fra un normale ed un tele moderato e si sente la mancanza di un grandangolo. Io infatti per provare la K-01 ho usato anche un Pentax 35/2,0 (equivalente ad un 52 mm) e un vecchio Tamron 28-200 (42-300 eq.) che però non era abbastanza grandangolare.
      Credo quindi che per un uso ampio della macchina, per vari generi di foto, il 18-55 sia la scelta migliore. Il 18-55 di Pentax è poi molto buono, il migliore fra gli analoghi in circolazione. Certo la macchina ingombrerà un po’ di più, ma tanto non è tascabile. Il prezzo poi mi sembra molto conveniente, per una macchina che ha la qualità d’immagine delle migliori reflex APS.
      Ciao, Francesco

  8. Volendo cioè anche arrivare sui 700 massimo sempre Mirrorless tra Nikon paansonic e olimpus cosa mi consigli? Mi servono foto luminose con possibilit àmagari di mirino se non è incluso grazie

  9. Ho letto molto i tuoi articoli. Sono indeciso ormai tra Nikon V1 e Panasonic LX7. Le lenti leica che monta la LX7 mi attraggono molto, sinceramente. Certo la Nikon V1 costa di più e sono nella tua categoria per chi si sta appassionando alla fotografia, dunque dovrei desumere che la Nikon 1 sta un gradino pi ùsu della LX7..
    Dico bene? Grazie mille per il tuo aiuto..

  10. Ciao francesco! Sto cercando una fotocamera da poter usare sia in viaggio che a casa, cioè un compromesso tra praticità e qualità. Mi interessa che faccia video buoni ma soprattutto buone foto. Anche se con caratteristiche diverse mi sono interessata alla nikon p310 e alla canon sx240 hs. Quale mi consiglieresti per l’uso che dovrei farne? o quali altre fotocamere mi proporresti? grazie!

    1. Alice,
      fra le due compatte che hai indicato ti consiglio senza dubbio la Nikon P310 per il suo obiettivo molto più luminoso, almeno in posizione grandangolo la più usata per foto in interni. Sarebbe preferibile però una mirrorless come la Olympus PEN E-PM1 o la Panasonic GF3.
      Ciao, Francesco

      1. Grazie per la cortesia! Sarei convinta a comprare la nikon p310, però quello che mi lascia perplessa è che ho letto e riscontrato nei test video la difficoltà di mettere a fuoco il soggetto soprattutto nei video. Tu che l’hai testata cosa ne pensi? è un’impressione o è un problema reale? grazie ancora!

        1. Alice,
          tutte le compatte e le bridge non sono particolarmente veloci a mettere a fuoco sia per le foto che per il video. La P310 non fa eccezione.
          Per avere una macchina che metta a fuoco velocemente anche per il video si deve salire di categoria e orientarsi su una Nikon J2 o V1, oppure sulle Sony SLT.
          Ciao, Francesco

    1. Gerardo,
      La Samsung NX11 è una mirrorless di buona qualità, abbastanza piccola e leggera, con il mirino ed una discreta disponibilità di obiettivi. Per iniziare va bene.
      Ciao, Francesco

    1. Valentino,
      forse intendevi Leica V-Lux 4? E’ una bridge basata sulla Panasonic FZ200 con sensore da 1/2,3″ e 12 Mpx, zoom equivalente ad un 25-600 con apertura costante f/2,8, rivista da Leica per quanto riguarda il firmware e la finitura e fornita insieme ad Adobe Lightroom. E’ una buona bridge, con i limiti che hanno queste fotocamere.
      Ciao, Francesco

  11. Ok Francesco visot che devo spendere sui 600/700 mi sono orientato sulla Leica..Penso che il marchio sia una garanzia…. Volendo valutare una comaptta tra la vlux4 / vlux 3 / dglux 5 / / dglux 6 quale mi consigli? Siamo lì?
    Come compatta con obbietivi inter, viene proposta solo la Dglux3. Meglio quest’ultima rispetto alle comaptte. Non ci tengo a cambiare gli obbiettivi ma adoro zummare per cui se la vlux 3 o vlux 4 mi danno buone zumamte semza per questo sacrificare la qualità standar senza zoom bene altriemti mi oriento su una compatta senza zoom o la dlux3. Ricordo che tu hai detto che quelle con zoom non è che ppi sono ottime come prestazioni rispetto a quelle con obbiettivi inter. Grazie mille attendo con ansia al tua risposta che considero preziosissima… E complimenti

    1. Valentino,
      è bene che tu ti chiarisca un attimo le idee su quale fotocamera vuoi.
      Spazi dalle compatte alle bridge ed alle mirrorless senza relazione alle tue esigenze, all’uso della fotocamera ed alle foto che vorresti fare.
      Ieri eri orientato sulla Nikon V1, una mirrorless ad obiettivi intercambiabili, oggi parli di Leica, compatte e bridge senza distinzione in alternativa. Prenditi un attimo di calma per riordinare le idee.
      Intanto ti dico che le compatte e bridge Leica sono analoghe ai paralleli modelli Panasonic con un firmware proprietario Leica e con in dotazione Adobe Photoshop Lightroom.
      La D Lux-6 è la versione Leica della Panasonic LX-7, la V Lux-4 della FZ200, le altre di vecchi modelli Panasonic. Non ci sono compatte o mirrorless Leica con obiettivi intercambiabili.
      Le Leica con obiettivi intercambiabili sono le M a telemetro e le S di medio formato.
      Ciao, Francesco

  12. Ciao Valentino,
    complimenti per il tuo blog molto professionale.

    Ho trovato due offerte in due diversi ipermercati:
    Nikon D300 18-55 vr – € 289
    Samsung Nx5 18-55 – € 260
    Nikon Coolpix P510 – fuori budget
    Nikon 1 j1 – fuori budget
    Attualmente ho una bridge da sostituire konica minolta 4mpx Z3

    Mi affascina la bella foto, ma anche la semplicità. Vorrei inoltre potermela portare in spiaggia o vacanza in genere senza ansie.
    Grazie per una tua opinione.

    1. Pietro,
      forse ti confondi. Il blog non è di Valentino, anche se ultimamente vi ha scritto molto, ma mio, cioè Francesco!
      Sei poi sicuro di aver trovato una Nikon D300 con 18-55 VR a 300 €? Forse è una D3000. In ogni caso fra le fotocamere che hai scelto resta di gran lunga l’opzione migliore, anche se è una reflex non più in produzione. Per portarla in vacanza o in spiaggia non ci sono problemi, basta averne la dovuta cura e non farle cadere sulla sabbia o in acqua, come per le altre che hai elencato e tutte le altre fotocamere. Se invece vuoi una fotocamera a prova di acqua, sbbia e in parte anche cadute, ti devi rivolgere a qualle protette ed impermeabili come la Panasonic FT20 o la Pentax WB1.
      Ciao, Francesco

      1. Francesco ti ringrazio per la tua pronta risposta, eccellente competenza e grande disponibilità.
        Il tuo Blog è utilissimo e se me lo permetti lo linko sul mio agazzi.eu
        Stò optando per l’acquisto di una D3100.
        Grazie ancora
        Pietro

        PS: concordo a pieno titolo col tuo pensiero in merito ad altroconsumo. Da abbonato chiesi loro consigli tecnici su mutuo e ne ebbi, dopo aver insistito, solo di superficiali; un altra volta necessitai di un parere di avvocato ( se sei socio è gratuito) ed anche quì ebbi un servizio alquanto squallido.

  13. Ciao, Francesco, seguo sempre con interesse i tuoi commenti e consigli, sono anche socio di Altroconsumo dove sono starti effettuati diversi test di reflex e obiettivi usufruendo, dicono loro, di laboratori specializzati; da questi test emerge che le macchine vincenti sono delle fasce di prezzo più disparate tipo Canon 1100 e Nikon D7000 e oltretutto consigliano di scegliere prima le lenti, come dicono loro, e poi il corpo macchina della stessa casa più economico, come se contasse solo la qualità dell’obiettivo. Cosa ne pensi?
    Ciao e grazie

    1. Patrizio,
      ho disdetto l’abbonamento ad Altroconsumo ormai da tantissimi anni, quando affermarono che i tv Mivar erano meglio dei Sony e costavano un terzo, mentre si vedeva ad occhio e da lontano guardando le pareti di televisori, come usava 20 anni fa, che i Sony , i quali spiccavano subito rispetto a tutti gli altri, erano all’epoca i migliori per il loro tubo catodico esclusivo. A casa da allora ne abbiamo ancora due e pur usando oggi i pannelli al plasma o LCD, non li buttiamo via perchè funzionano ancora perfettamente.
      Tutto questo per dirti che Altroconsumo è altamente inaffidabile. Non so dove e come facciano le prove, ma non si rivolgono certo ad esperti in materia per ciascun argomento.
      Tornando alla scelta della fotocamera prima di tutto si deve sceglierne la tipologia, reflex, mirrorless, compatta, in funzione dell’uso, delle foto che si vogliono fare e del preventivo di spesa. Poi in funzione sempre dei parametri precedenti si potranno scegliere gli obiettivi (le lenti in italiano sono i singoli componenti di un sistema ottico complesso chiamato obiettivo, ma ora è di moda definire così l’obiettivo nella sua interezza per imitazione dell’inglese “lens”) più adatti e la fotocamera.
      Anche le reflex più economiche come la Canon 1100D e la Nikon D3100 consentono di fare ottime cose e montare qualsiasi obiettivo, come io ho sempre scritto, ma dire che il corpo non conta è offendere l’intelligenza della maggior parte dei possessori di reflex. E’ vero che una buona parte della qualità delle foto è dovuta all’obiettivo, ma se già ai tempi della pellicola non era del tutto vero che un corpo economico e uno più costoso fornissero lo stesso servizio (a parità di obiettivo e di “sensore” cioè la pellicola, quindi a parità di qualità fotografica) ora ciò è evidentemente non più vero. I corpi macchina si differenziano per i sensori che possono avere risoluzione e qualità differente (da cui una qualità d’immagine diversa), per gli elaboratori d’immagine più o meno potenti (anche questi influiscono sulla qualità d’immagine), per i sistemi autofocus più o meno veloci e precisi, per i sistemi esposimetrici anche questi più o meno precisi, per la velocità di scatto in raffica, per la grandezza e luminosità del mirino, per la robustezza ed affidabilità di corpo e otturatore, per la protezione dagli agenti atmosferici, per l’ergonomia e per tante altre cose ancora.
      Se questa è la “cultura” fotografica di Altroconsumo (devo dedurre che anche per altri settori merceologici siano a questo livello) il mio consiglio è: risparmia i soldi dell’abbonamento e compraci piuttosto qualche accessorio fotografico, oppure fai l’abbonamento ad una vera rivista fotografica.
      Ciao, Francesco

      1. Caro Francesco,
        la tua risposta conferma i dubbi che avevo avuto anche in occasione di altri test su prodotti verso i quali ho una certa competenza ma, faccio l’avvocato del Diavolo, anche le riviste specializzate siamo sicuri che siano del tutto obbiettive?
        Cao,a presto

        1. Patrizio,
          è evidente che si deve sempre saper leggere quanto viene scritto.
          Oggi ci son tantissime riviste di fotografia, molte nate negli ultimi 2-3 anni sull’onda del successo della foto digitale. Quasi tutte fanno tante belle chiacchiere con qualche buona immagine e molta roba inutile. Poi ce ne sono alcune storiche. “Fotografare” che si pubblica degli anni 60, ma che adesso ha cambiato editore e direzione. Il fondatore che faceva anche battaglie sociali, non sempre condivisibili, ma che ha avuto il merito per primo di smontare il sistema dei prezzi gonfiati e degli sconti che arrivavano anche al 50%, non c’è più e la rivista ora non mi sembra particolarmente interessante. “Reflex” con un direttore molto competente (ha diretto per alcuni anni anche Fotografare) ben fatta e ben scritta, ma che purtroppo manca di un laboratorio di supporto per le prove. “Tutti Fotografi” edita e diretta da uno dei rappresentanti della famiglia che ha la più lunga tradizione di riviste di fotografia in Italia con Progresso Fotografico stampata dal 1898 e ora edita solo con numeri speciali. Ha un laboratorio di test per fotocamere ed obiettivi all’avanguardia non solo in Italia e pubblica, insieme ai test, grafici e numeri delle rilevazioni effettuate. Anche in questa ci sono articoli chiaramente ispirati da chi fa pubblicità, facilmente distinguibili, ma i numeri rilevati non possono essere contestati e danno un quadro veritiero delle fotocamere e degli obiettivi provati.
          Ciao, Francesco

            1. Alberto,
              si ne ho letto un paio di numeri. Come tante riviste spuntate come funghi in questi ultimi mesi ci sono tanti articoli pseudopubblicitari, tante parole, ma nessun fatto concreto (misure di laboratorio). C’è però qualche bella immagine.
              Ciao, Francesco

  14. Ecco sono confuso perché non pesno ceh tutti dicano cose obbiettivi a parte te. Alcuni dicono che Panasonici non monta proprio lenti leica ma solo il amrchio ci mette…

    1. Valentino,
      devi capire le numerosissime macchine in commercio sono tutte abbastanza valide per fare foto, basta conoscerne le caratteristiche ed i limiti e non illudersi che esista la macchina universale che a poco prezzo fa tutto bene. La cosa importante è definire cosa si vuole da una macchina e quanto si vuole spendere e poi scegliere di conseguenza.
      Riguardo agli obiettivi montati sulle Panasonic sono marcati Leica perché progettati da Leica e costruiti da Panasonic con specifiche e controlli di qualità Leica, come mi ha confermato uno dei progettisti Panasonic nell’incontro annuale con la stampa.
      Ciao, Francesco

  15. Caro francesco,
    Complimenti per il blog.
    Mi sto avvicinando al mondo della fotografia da profana e mi piacerebbe avere un tuo consiglio. Secondo te nel mio caso tra la Canon EOS 1100D da 426 (che ho trovato in offerta a 349) e una mirrorless Nokon 1 J2 qual è l’acquisto piu indicato? Grazie in anticipo.

    1. Corinna,
      sicuramente la Canon 1100D è più consigliabile per la qualità d’immagine, per la presenza del mirino e per le prestazioni complessive.
      Ciao, Francesco

      1. Ciao Francesco,
        dalle opinioni e dalle recensioni che sto leggendo in giro mi sto iniziando a fissare con le mirrorless..! Sono indecisa tra due modelli che, guardando in diversi siti, bene o male hanno lo stesso prezzo: sono la panasonic g3 e la sony nex 5..la tua opinione a riguardo?
        Grazie..

        1. Sara,
          non mi è chiaro a quale modello di Sony NEX ti riferisci. Infatti c’era la NEX-5 ormai fuori produzione, la NEX-5n che è in fase di sostituzione con la NEX-5R. Ipotizzo che tu ti riferisca alla 5n.
          Le Sony NEX sono molto compatte ed hanno un sensore di dimensioni APS, più grande di quello delle Panasonic che sono Micro 4/3. Questo dovrebbe dare loro un vantaggio nella qualità d’immagine, specialmente quando in poca luce si usano alte sensibilità, ma anche le Panasonic si comportano bene in queste condizioni e la differenza è abbastanza ridotta. Le Sony NEX-5, tutti i modelli, però non hanno il mirino, molto utile quando in esterni col sole si vuole inquadrare la foto e si vede la propria faccia riflessa nel mirino. Le NEX con mirino sono solo la NEX-6 e la NEX-7, più care. Inoltre gli obiettivi Sony, tranne il nuovo 16-50, sono tutti piuttosto ingombranti e sproporzionati alle dimensioni del corpo.
          La Panasonic G3, e la G5 che la sostituisce ad un prezzo di poche decine di € superiore, invece hanno l’aspetto di una piccola reflex, con dimensioni inferiori, e sono dotate di mirino. Inoltre hanno lo schermo completamente articolato ed orientabile, molto comodo per foto dall’alto, dal bsso, per i video e per gli autoritratti, mentre le Sony lo hanno solo orientabile verso il basso o l’alto.
          In conclusione la scelta migliore è la Panasonic G3 con il 14-42 stabilizzato, o meglio G5, se possibile anche con il nuovo zoom 14-42 X molto compatto, oppure la Sony NEX-6 con il 16-50 compatto, che però costa di più.
          Ciao, Francesco

      2. Ciao Francesco, grazie mille per la celerità nella risposta! A questo punto approfitto ancora della tua gentilezza e professionalità. Io ho un budget di 350 € e quello che mi interessa è la qualità dell’immagine. Sono da poco diventata mamma e voglio immortalare i momenti piu belli del mio piccolo, approfittando dell’acquisto per iniziare a coltivare un hobby che ho sempre rimandato. Qual è il meglio che posso avere? Mi piaceva l’idea della mirror perché mi sembra di aver capito che è facile da usare e mi diverte iniziare a prendere dimistichezza con l’obiettivo… La reflex forse è troppo ingombrante per l’uso che ne voglio fare… Ma se la qualità dell’immagine è davvero superiore allora forse la preferirei. A questo punto, tra la Olympus che hai consigliato nell’articolo (e che mi sembra di capire che per te è la migliore per la categoria) e la Canon 1100D cosa mi consigli? Grazie ancora! Buon pomeriggio. Corinna

        1. Ah scusa…ultimo dubbio…a questo punto, in termini di qualità dell’immagine, dici che la CanonS100 compatta è superiore alle altre due? Grazie ancora!

          1. Corinna,
            nessuna compatta, tranne alcune eccezioni che costano dai 1000 € in su, è superiore come qualità d’immagine ad una reflex e nemmeno ad una mirrorless.
            Certo la Canon S100 è piccolissima ed ultratascabile e può essere comoda. Fra le compatte è una delle migliori.
            Ciao, Francesco

        2. Una reflex è più facile da usare di una mirrorless, tuttavia è sicuramente più ingombrante. Negli interni vanno valutate le capacità di scattare buone foto ad alti iso e la luminosità delle ottiche in possesso, per cui per esempio ad una canon 1100d andrebbe abbinato un 50mm f1,8 che permetterebbe di scattare senza uso di flash. Provale in un negozio, se la reflex non ti si aggrada in mano anche la mirrorless da te scelta ti sarà di aiuto per fare buone foto.

        3. Corinna,
          se vuoi la migliore qualità d’immagine, un autofocus più veloce possibile per inquadrare il bambino anche quando si muove ed un mirino per poter inquadrare senza problemi anche in esterni di giorno la Canon 1100D è la scelta migliore. A sfavore c’è solo l’ingombro maggiore di quello delle mirrorless. La Olympus, che è comunque una buona macchina, è più piccola, ma con l’obiettivo montato non è nemmeno lei tascabile.
          Quanto alla facilità d’uso sono sullo stesso piano: entrambe possono funzionare in automatismo completo, oppure in manuale, quindi non c’è differenza.
          Ciao, Francesco

            1. Ciao Francesco complimenti per il blog. Vorrei acquistare una mirrorless… Ma non capisco, per cosa si distinguono le Sony nex? Ho trovato un’offerta sulla nex f3k (a 459€). È una buona macchina? A me interessa principalmente la qualità dell’immagine, vengo da fotocamere compatte e vorrei avere foto piu belle… Grazie mille

              1. Luna,
                le Sony NEX sono mirrorless molto compatte con sensore di dimensioni APS, come le reflex di medio livello. ça òoro principale caratteristica è proprio la dimensione ridotta, abbinata ad un sensore abbastanza grande. Purtroppo però gli obiettivi per queste fotocamere non hanno le dimensioni ridotte dei corpi macchina, escluso l’ultimo presentato il 16-50, che ha dimensioni molto compatte. Così si perde in parte il vantaggio di avere una macchina molto piccola.
                I modelli della linea attuale, di cui fa parte la NEX-3F, hanno ovviato ai difetti delle prime serie (mancanza del flash e impossibilità di avere un mirino elettronico come optional), ed ora hanno o il mirino elettronico, come la NEX-6 e la NEX-7, o la possibilità di montarne uno elettronico opzionale (piuttosto caro) e, tranne la NEX-5R, anche un flash incorporato.
                La loro qualità d’immagine è sicuramente molto buona o ottima, certamente migliore di quella delle compatte. L’offerta che hai trovato è conveniente.
                Ciao, Francesco

  16. Caro §Francesco come già ti dissi io vorre una macchina fotografica compatta o senza troppo ingombri e anche s eso che è difficile con una qualità immaggine diciamo più che buona. Almeno uan compatta con sensore asp e con un obbiettivo luminoso tipo come la nikon 1v o se non erro la sony rx100 ma non è a obbiettivo intercambiabile. Voelndo pure rinunciare all’obbiettivo intercambiabile almeno una minita magari di ottimo zoom. Panasonic G3 o Panasonic G5 – nikon 1 – Olympus pen – canon 1100 d che però già la vedo meno compatta sono le mie indecisioni. Sony nex 6 ma mi chiedo sony nex 6 ci vale tutti quei soldi?? Grazie per la ripsosta che mi darai..

  17. Considerando che vorrei obbiettivo con ottima luminosità mi piacerebbe s enon ti crea problemi che tu mi indicassi tra le compatte quale mi consigli ma a nche tra quelle ad obbiettivi intercambiabili quali mi consigli. Certo per 100/200 euro in più se mi dici di puntare ad una mirrorless perché miglior obbiettivo luminoso e quant’ altro bene cis to..grazie mille

    1. Valentino,
      mi dici che uso vuoi fare della macchina, che foto vuoi fare, qual è la tua esperienza fotografica, piuttosto che saltare da una macchina all’altra sembra quasi a caso.
      Forse così potò aiutarti.
      Ciao, Francesco

  18. ok. Allora definisco meglio le cose. Foto di gruppo (spesso la sera), paesaggi ma di rado, feste al chiuso ma anche paesaggi e ogni tanto panorami. Mi oriento su una mirrorless visto che dici che hanno sensormigliore come grandezza e altro. Vengo da una compatta. Ora domanda banale ma se compro una mirrorless facciamo esempio la sony nx6 ma trovo almeno un obbiettivo o devo comprarlo a parte?
    Nikon v1 invece è incluso almeno un obbiettivo? Perché se non lo è mi oriento su una compattta per ora… Comunque tengo alla qualità immagine dunque una fotocamera con snesore almeno asp come la sony nx6. O se compatta quna premium come te dici con sensore ottimo superiori ala media…

  19. Facciamo una cosa se l’obbietivo devo comprarlo a parte per le interc. mi oriento su una compatta premium. Di Panasonic lx 5 ne parli come ho letto molto bene anche delle olympus. mi sembra pen. tr ale compatte mi consigli te gentilmente una premiun con miglior sensore focale e luminosità? A france voglio foto buone … scherzo…..

  20. Ciao Francesco. Mi sono deciso per una compatta premium poi passerò ad una Reflex o -mirlosses. Tra Nikon P7700 – Panasonic LX7 e Sony Rx100 mi dai un aiuto?? Grazie mille e scusami sempre

  21. Ciao Francesco, per prima cosa complimenti per il blog! Veramente ben fatto e di facile lettura specie x una neofita come me.
    Se possibile volevo chiederti un consiglio: sto cercando una macchina bridge che abbia una buona luminosità e allo stesso tempo una buona lunghezza focale,mirino ottico,batteria al litio.Posso spendere max 350€.Chiedo troppo?
    Per lo più le mie foto sono in esterno (paesaggi) in qualsiasi condizione di luce e animali selvatici in zona sottobosco,quindi poco luminoso e a volte interni con poca luce.Praticamente ovunque,dirai!
    Io mi ero orientata sulla Nikon P510 ma dopo aver letto la tua prova mi sono venuti tanti dubbi, specie x la poca luminosità dell’obbiettivo.
    La mia seconda opzione era la Fuji S4200 ma sempre dopo aver letto la tua prova l’ho scartata.
    Tu cosa mi consigli?( al momento uso una Samsung WB1000 e una Canon is3)
    Grazie

    1. Elena,
      nessuna bridge può soddisfare i tuoi requisiti, tranne forse la Fujifilm X-S1 che però costa più di 500 €. Le bridge hanno una discreta qualità d’immagine in esterni con buona luce, ma questa peggiora molto quando la luce è scarsa.
      La soluzione può essere una mirrorless o una reflex come quelle consigliate nell’articolo.
      Ciao, Francesco

  22. Ciao!!

    Ho letto questo bell’articolo sopra, ma purtropo non mi ha molto chirito le idde, poichè io non me ne intendo molto, ma vorrei chiederti un consiglio.
    Adoro la fotografia, attualmente uso una fotocamera compatta Olympus VR 325, ma non mi soddisfa molto e vorrei passare a qualcosa un pò più di ‘qualità’, ma senza passare a reflex perchè non le saprei usare e poi non viaggiando molto mi tornerebbero scomode da utilizzare ogni giorno, quindi mi sono arientata su mirrorless Olympus E-PM1 o compatta Canon SX 260HS, quale mi consigli come salto di qualità? Ho trovato alcuni siti che le paragonano e danno come vincente la Canon, ma come è possibile che una compatta superi di qualità questa mirrorless? Il prezzo è più o meno lo stesso e visto che la prosima settimana sarà il mio compleanno, hanno deciso di comprarmi una delle due, ho notato in oltre che su Youtube, molti video ripresi con la olympus sono di pessima qualità..non so quale scegliere e non vorrei buttare via i soldi..

    Grazie!
    Ciao
    Aurora

    1. Aurora,
      le fotocamere si comprano più per fare foto che video che è una funzione secondaria. Io non ho visto video fatti con queste macchine su Youtube dove peraltro ci sono tantissimi video di cattiva qualità.
      Il paragone fotografico fra le due macchine è semplice in quanto la Olympus E-PM1 con il suo sensore molto più grande della Canon SX260HS ha una qualità d’immagine indubbiamente molto superiore. Inoltre la Olympus ha gli obiettivi intercambiabili e col tempo ce ne si può fare un corredo adatto ai generi fotografici che si preferiscono. Gli obiettivi naturalmente saranno riutilizzabili in futuro su un nuovo modello dello stesso formato Micro 4/3 della E-PM1 e ce ne sono disponibili diverse decine, alcuni di luminosità molto elevata per foto in poca luce. Può anche montare un mirino elettronico per una migliore visione nelle foto fatte in esterni e per tenere più stabile la macchina. Ha una velocità di messa a fuoco ed operativa più alta. Può salvare le foto in raw, cosa che consente di migliorare la qualità e correggere errori in ripresa. Ha una sensibilità massima più alta ed una resa molto migliore alle alte sensibilità. Non ha il flash incorporato, ma ne viene fornito uno piccolissimo da montare sulla staffa superiore.
      Chi in un confronto da come vincente la Canon evidentemente lo fa sommando le singole caratteristiche senza minimamente preoccuparsi della qualità fotografica e senza probabilmente avere mai scattato e visto una foto fatta con queste due macchine.
      Con una compatta infine quando fra qualche anno vorrai cambiarla dovrai sostituirla totalmente, con una mirrorless potrai cambiare il corpo e tenere gli obiettivi.
      Ciao, Francesco

  23. Caro Francesco quest’oggi ho visto in un negozio Expert la Olympus XZ-1 ancora col prezzo di 449 euro benché sia uscita la XZ-2. Vedrò di comprarla su un sito serio ad un prezzo più onesto. Voelvo solo chiederti un consiglio. In termini di resa qualitativa fotografica la XZ-2 dà qualcosa in più? O le sole differenze risiedono nel display lcd inclinabile?
    Perché sarei tentato di orientarmi a questo punto sulla XZ-1 se lenti e dobbiettivo sono le stesse della XZ-2. La XZ-2 ha un sensore C-mos mentre la XZ-1 un sesnore CCD ma con 1/1.6. Secondo te questo incide sulla qualità o siamo lì?
    Un’ultima cosa sempre in questo store expert ho anche visto nella vetrinetta una Olympus EPM 1 con addirittura due obbiettivi inclusi a 399 euro un prezzo inferiroe paraddossalmente alla XZ-1 o XZ-2. Dal punto di vista dunque dei soldi mi consiglieresti a questo punto di optare sulla EPM- 1 con i due obbiettivi inclusi rinunciando alal comaptta ma guadagnando in qualità? Sempre che la EPL 1 sia migliore della xz1 e xz 2. Grazie mille. Ti prego rispomdimi ho bisogno di un tuo aprere.

  24. Ah un’ultima cosa Francesco! TRa una olympus comaptta come xz2 e fujj x10 quale mi consigli? tieni conto che mi interessa aggiungere un flash….

  25. Ciao Francesco, complimenti per il blog! Devo partire per il Nord America starò fuori 5 mesi e quindi volevo abbandonare la mia nikon S620 e farmi una fotocamera migliore pur rimanendo nelle compatte. Non so quanta importanza dare allo zoom per foto paesaggistiche. Ho ristretto il cerchio tra queste fotocamere: Nikon P310, Nikon S9300, Sony HX 20V, Canon S100 (quanto cambia la S110?), Canon SX260HS. Giusto per parlare, inoltre mi chiedevo se una mirrorless (Nikon J) producesse foto di qualità così superiore da giustificare la minor praticità (dimensioni corpo e obiettivo, flash integrato scarso, se presente). Alcune considerazioni, ho letto che la Canon è l’unica che non bara sulla risoluzione cioè che i 16 mp della nikon in realtà sono 9,7 mentre i 12 della S100 sono reali. Ho letto inoltre che la S100 però dà problemi di funzionamento e che di frequente bisogna mandarla in assistenza. Consigli? Grazie!

    1. Giovanni,
      per fotografare i paesaggi sono molto più utili i grandangoli che i tele, quindi è meglio dare priorità alla qualità dell’obiettivo e del sensore, che si traducono in qualità d’immagine che agli zoom superpompati.
      Fra le compatte che hai elencato la S100 o S110 8non cmbia molto però) sono le preferibili sia per la qualità d’immagine che per le piccole dimensioni. Io però prenderei in considerazione anche le Fujifilm X-10 e Panasonic LX-7. La Nikon J2 sarebbe anche meglio però a fronte di un ingombro leggermente maggiore a causa dell’obiettivo in kit, oltretutto meno luminoso. Le Nikon 1 sono fotocamere molto veloci indicate particolarmente per foto sportive e di soggetti in rapido movimento, anche se la loro qualità d’immagine è vicina più alle mirrorless con sensore più grande che alle compatte anche di qualità.
      L’informazione sulla risoluzione è una bufala: i pixel sono quelli dichiarati per tutti. Forse l’equivoco nasce dal fatto che i sensori usati sulla quasi totalità delle fotocamere usano per produrre l’informazione colore uno schema del sensore ed un algoritmo cosiddetto di demosaicizzazione, denominato Bayer, che ha come effetto di ridurre la risoluzione reale al 60-65 % di quella nominale del sensore. Ma questo vale per tutte le fotocamere che usano questo schema compresa Canon, non solo per Nikon.
      La cosa migliore da fare è andare in un negozio ben fornito, esaminare direttamente le fotocamere e prendere quella che ti convince di più fra quelle che ti ho elencato.
      Ciao, Francesco

      1. Grazie per la risposta! Ho visto la LX-7 è bella ma costa parecchio, considerato che la S100 si trova su internet a meno di 300 euro. La X10 mi sembra invece una finta tascabile… Riducendo il confronto tra S100 e P310, considerato che ormai la distanza nel prezzo è inferiore ai 90 euro, la S100 è oggettivamente superiore? Perchè con uno sguardo inespertissimo la prima cosa che mi balza all’occhio è la differenza di MPX, 12 vs 16. Dovrei badare di più alla grandezza del sensore?

        1. Visto che ho fatto in tempo mi chiedevo questo: e se invece prendessi la GF3 che te suggerisci, con un obbiettivo pancake (non so neanche che vuol dire ma suppongo sia più piccolo)? Rispetto a un S100 cosa guadagno e cosa perdo? sarebbe molto più ingombrante?

          1. Giovanni,
            se vuoi una mirrorless la scelta di un obiettivo “pancake” (vuol dire che è piccolo, soprattutto piatto come un dolcetto) può essere una buona scelta per l’ingombro e la qualità, superiore negli obiettivi a focale fissa rispetto agli zoom. Se però vuoi conservare la flessibilità degli zoom la GF3 è disponibile anche con lo zoom GX 14-42 motorizzato che ha un ingombro ridotto come un “pancake” al prezzo di circa 480 €.
            Ciao, Francesco

        2. Giovanni,
          la Canon S100 è migliore della Nikon P310 per il suo sensore più grande e per la possibilità di salvare le foto in raw, formato che consente una migliore qualità convertendo le foto in jpeg sul pc.
          Ti informo inoltre, visto che cerchi una macchina piccola e tascabile, che è entrata da poco in vendita la nuova Fuji XF1, con caratteristiche simili alla X-10, ma con corpo più piccolo ed obiettivo completamente rientrante. Il prezzo però è sui 420 €.
          Ciao, Francesco

  26. Salve Francesco, innanzitutto complimenti davvero: non è affatto facile trovare in Internet (al contrario di quello che pensano in molti) persone SERIAMENTE competenti nel loro campo che si mettano a disposizione in maniera così professionale e al contempo disinteressata.
    Dopo la doverosa premessa, vengo al dunque: ho bisogno di una fotocamera automatica (non ho alcuna nozione di fotografia e non avrò tempo/modo di impararne) da usare in ambito familiare (vacanze ed eventi dei bambini tipo feste, recite, attività sportive, etc.). Avevo (mi si è rotta la scorsa settimana) una Canon IXUS 120S con cui mi trovavo discretamente: rispondeva alle mie necessità anche se non ero particolarmente entusiasta della qualità delle foto, specialmente in condizioni di poca luce e in lontananza. Oltre tutto ho recentemente acquistato un TV LED full HD da 46 pollici della Samsung, e devo dire che purtroppo la resa in questo contesto è veramente deludente. Questo sarebbe l’utilizzo principale dei futuri scatti: riprodurre le foto per amici e parenti su questo dispositivo. Volevo quindi approfittare del fatto che ho dovuto, mio malgrado, buttarla, per passare a un modello di qualità superiore, anche se continuerò ad usare esclusivamente la modalità automatica.
    Da quanto spieghi così chiaramente nella guida, parrebbe ovvio puntare a una compatta di fascia alta. Volevo però farti due domande:
    1) tra quelle che citi nella guida, quale in particolare potrebbe essere più adatta per le mie esigenze (o te ne viene in mente un’altra al di fuori di esse)?
    2) potrebbe valere la pena acquistare una mirrorless anche dovendola usare in modalità esclusivamente automatica? Nel senso: si avrebbe comunque un miglioramento dell’immagine tale da giustificarne il maggior costo?
    Grazie anticipatamente

    1. Carlo,
      la migliore qualità d’immagine di una fotocamera è indipendente dal fatto che la si usi in automatismo o in manuale. Normalmente anzi conviene usare la macchina in automatico per non perdere tempo nelle regolazioni manuali (che poi si effettuerebbero regolando l’esposizione e la sensibilità secondo le indicazioni dell’esposimetro della macchina) per dedicare maggior tempo alla composizione e inquadratura dell’immagine. In alcuni casi è necessario apportare delle correzioni alle impostazioni automatiche per l’esposizione e raramente per il bilanciamento del bianco, ma questo si può rilevare direttamente dallo schermo o dal mirino (se è elettronico) prima dello scatto, tranne che per le reflex che si usano al 99 % con il mirino ottico e quindi consentono un controllo solo a posteriori.
      Una mirrorless quindi da anche in automatismo migliori risultati di una compatta anche di classe elevata. La differenza è nelle dimensioni: le compatte sono più piccole e possono stare più facilmente in una tasca, le mirrorless sono un po’ più grandi e i loro obiettivi sporgenti impediscono che siano tascabili, a meno di usare obiettivi a focale fissa di tipo “pancake” (cioè di ridotta lunghezza), tranne nel caso del Panasonic GX 14-42 di dimensioni molto ridotte.
      Anche i prezzi non sono diversi in quanto si trovano ottime mirrorless a meno di 300 €, come ottime compatte a più di 500.
      Fra le compatte consigliate ti confermo la Fujifilm X-10 (circa 400 €), veramente completa e di qualità o anche la nuova XF1 con caratteristiche simili, ma in un corpo più piccolo e con obiettivo rientrante che la rende tascabile (circa 420€). In alternativa la Panasonic LX-7 (450€) che ha un obiettivo Leica di altissima luminosità, anche se il suo sensore è un po’ più piccolo di quello Fujifilm, il che le mette su un piano di parità.
      Fra le mirrorless la Olympus E-PM1 con lo zoom 14-42, la più economica (280 €), ma non meno valida o, se vuoi una macchina con obiettivo meno ingombrante la Panasonic GF3 con lo zoom motorizzato GX 14-42 ((DMC-GF3XEG-K) che però costa circa 480 €.
      Ciao, Francesco

      1. Scusate se mi intrometto ma vedo che si sta parlando delle stesse fotocamere. Rispetto a quelle qui citate, in particolare la GF3X e la XF1 (il problema dei globi qui è risolto?) vedo su amazon che la rx100 costa 495 euro. A questi prezzi quale prenderesti?

  27. Grazie infinite per la velocissima risposta. Quindi, in conclusione: la Olympus E-PM1 nonostante costi 100 e passa euro in meno di una ottima compatta come la X-10 ha una qualità nettamente migliore anche usandola in modalità esclusivamente. L’unico contro è il maggior ingombro, cosa per me abbastanza irrilevante (che poi è comunque abbastanza limitato anche per una mirrorless). Scusa se ti chiedo conferma, è che mi sembra troppo bello per essere vero, spero di non aver capito male :-)
    Se mi confermi che è così, la posso ordinare anche immediatamente (le recite di Natale si avvicinano…): l’ho trovata online anche a qualcosa in meno, circa 260 euro (compresa spedizione)

    1. Carlo,
      si è come hai capito, le mirrorless hanno una qualità d’immagine migliore delle compatte, specialmente se si fotografa in poca luce e si deve aumentare la sensibilità Iso. La Olympus E-PM1 in particolare è scesa molto di prezzo negli ultimi tempi perchè è stato presentato il nuovo modello E-PM2 con vari miglioramenti ed un sensore da 16 Mpx invece di 12, che però costerà di più. Questo non vuol dire che la E-PM1 non faccia più buone foto. Comunque la Fujifilm X-10, la Panasonic LX-7, la Canon S100 hanno 12 Mpx come la E-PM1, quindi non hanno una migliore risoluzione.
      Ciao, Francesco

        1. Mi sembra doveroso un piccolissimo “feedback” (ho premesso l’ignoranza nel campo, quindi non da un punto di vista tecnico, ma solo per quei 2/3 aspetti che mi interessavano).
          L’ingombro è davvero minimo. Una volta imparato a montare/smontare l’ottica e il flash e presa l’abitudine di riporre tutto dentro la custodia (e non in tasca come facevo prima) quasi non ci si accorge che non è più una compatta.
          La semplicità di utilizzo (almeno in modalità auto, l’unica che uso io) è disarmante. Muoversi tra i menu e usare le funzioni di base è ancora più facile che con la compatta.
          Mi sembra enormemente aumentata rispetto a prima la velocità nel mettere a fuoco e nello scatto (spero di non aver detto una sciocchezza, ma questa è stata la mia sensazione).
          Provata in alcune condizioni (bambini in movimento, poca luce, notte), il salto di qualità che, anche un profano come me, può notare, è eclatante.
          Soddisfattissimo dell’acquisto, grazie infinite Francesco, davvero :-)

  28. Caro Francesco, alla fine ho preso la RX100. Ho ragionato sul fatto che prendere una mirrorless tipo la GF3 versione X sapendo che non avrei mai e poi mai cambiato obiettivo riduce un pò, se non del tutto, i pro del prendere una mirrorless. In più la rx100 è una vera tascabile, con sensore equivalente alla Nikon J2, costa di meno e anche un fotografo che conosco mi ha detto che per un utente base come me, la rx100 è quella che in auto mi consente di raggiungere i risultati migliori. Generalizzando mi ha detto che sotto i 500 euro non c’è di meglio. Grazie per tutte le risposte e complimentoni per questo blog!

  29. Ciao Francesco,
    anche io sarei interessato all’acquisto di una fotocamera più performante della compatta che ho, e pensavo di fare un investimento e acquistare una reflex. Su un sito ho trovato questa offerta: Canon EOS 550D Kit EF-S 18-55mm + FS 75-300mm a 550euro. Per un neofita come me è (diciamo) sprecata oppure potrei, anche senza frequentare corsi di fotografia, imparare a sfruttarla al massimo?
    Grazie mille

    1. Lorenzo,
      con la foto digitale è più facile imparare perchè si possono fare moltissimi scatti per provare nuove regolazioni e funzioni a costo zero. Prima, con la pellicola, era molto più difficile visti i costi di un rullino da 36 pose compreso sviluppo e stampa, anche se si faceva in proprio. Poi non c’erano tanti cosrsi come oggi, ma si imparava lo stesso chiedendo a fotografi, amici esperti e provando.
      La Canon 550D con i due obiettivi in offerta può andare benissimo per iniziare ed il prezzo è conveniente.
      Ciao, Francesco

      1. Ciao Francesco,
        sempre lo stesso rivenditore propone una Nikon D5100, con un solo obiettivo 18-55, a 500euro. Fra le due secondo te quale potrebbe essere l’offerta migliore: Canon 550D con 2 obiettivi oppure Nikon D5100 con un solo obiettivo ma risparmio di 50euro?
        Grazie di nuovo
        Lorenzo

  30. Buongiorno,
    sono un insegnante di una scuola media sprovvista di fotocamera digitale e telecamera. Siccome abbiamo un budget limitato (250 euro circa), vorremmo acquistare un unico apparecchio in grado di svolgere le due funzioni. Ho pensato che una bridge potesse andare… L’uso che ne faremmo è di riprendere i nostri spettacoli, scattare foto durante le gite e magari allestire un mini-laboratoro di fotografia digitale. Che modello potrebbe consigliarmi?
    Grazie e complimenti

    1. Giorgio,
      entro la cifra stanziata direi che la migliore è la Pentax X-5. Ha un sensore da 16 Mpx ed uno zoom 26x che parte da un ottimo grandangolo 22 mm per arrivare a 580 equivalenti. Costa sui 250-260 €.
      Ciao, Prancesco

      1. Grazie mille, ancora una cosa: con questa macchina, durante le riprese video, è possibile zoomare? So che con altre macchine di questo tipo (es lumix lz20) non è possibile.
        Grazie ancora, Giorgio

  31. Ciao Francesco,
    ti scrivo di nuovo perchè ho scoperto che nel kit della Canon EOS 550D Kit EF-S 18-55mm + FS 75-300mm a 550euro, i due obiettivi sono NON stabilizzati. Questo quanto incide sulla qualità dell’immagine nel caso servano ISO alti?
    In alternativa ho visto anche una 1100D con obiettivo 18-55 stabilizzato. E’ usata e costa 300euro…quindi risparmio parecchio, ho un solo obiettivo ma migliore, ma la macchina ovviamente è meno prestante (12MP contro 18, Filmati HD contro full HD ecc). Ora sono veramente confuso…

    1. La stabilizzazione non incide sulla qualità dell’immagine ma serve a ridurre l’effetto mosso che genera il movimento umano durante lo scatto. Detto questo, pure la 1100D può essere un buon punto di partenza

    2. Lorenzo,
      lo stabilizzatore serve per ridurre i movimenti indotti sulla fotocamera dal fotografo che la impugna e consente di scattare con tempi più lunghi di quelli che si dovrebbero usare senza a soggetti statici. Il guadagno in media è di due o tre stop, quindi se a mano libera per non avere una foto mossa con una focale di 50 mm equivalenti dovrei scattare almeno con 1/60 di secondo, con lo stabilizzatore potrei scattare (sempre a soggetti statici) con 1/15 e forse con 1/8.
      Questo però non ha nessuna influenza sulla qualità dell’immagine.
      Ciao, Francesco

  32. Ciao Francesco,
    Dovendo scegliere tra due mirrorless non recentissime sceglieresti questa, la samsung nx100 o l’olympus E-PM1 (250€)? O meglio andare su una reflex entry level come la nikon d3000 (300€) o la ancora la canon 1100D (330€), le dimensioni non sarebbero un problema, ma non so se la sfrutterei.
    Essendo un neofita hanno senso queste fotocamere considerando che forse le userei solo con l’obiettivo di serie senza investirci ulteriori soldi (anche se poi non si sa mai) o a quel punto meglio rimanere su una compatta?
    Le foto essenzialmente sarebbero di tre tipologie:
    – foto di esterni in montagna (portandola in mtb nello zaino)
    – foto di esterni in città in qualche viaggio/gita fuori porta
    – foto di interni in qualche occasione (festa/cena)

    1. Simone,
      è meglio passare ad una mirrorless o una reflex piuttosto che rimanere sulle compatte, per la migliore qualità d’immagine.
      Fra le due indicate la Olympus E-PL1 è preferibile per il flash incorporato e per la maggiore scelta di obiettivi disponibile (in futuro non si sa mai). Una reflex come la Nikon D3000 (o D3100) andrebbe ugualmente bene. Le reflex non presentano difficoltà maggiori di una mirrorless per l’uso, anzi offrono il vantaggio di avere il mirino di tipo ottico. Per il tipo di foto che vuoi fare però forse per te una mirrorless è più adatta.
      Le compatte in genere sono più difficili da usare se si vogliono ottenere i migliori risultati.
      Ciao, Francesco

      1. Grazie mille Francesco, quindi ricapitolando i vantaggio di una reflex come la Nikon D3000/D3100 rispetto alla E-PM1 potrebbe essere essenzialmente una maggior velocità nello scatto (se ad esempio volessi fare qualche foto a qualche mio amico in bici in movimento) e una miglior sensibilità ad alti ISO? Oltre naturalmente alla presenza di un mirino. Mentre l’unico svantaggio sarebbe quello delle maggiori dimensioni?

  33. Ciao Francesco,
    anche io vorrei fare il passaggio ad una reflex, ma in un supermercato in zona ho visto una mirrorless Samsung NX-5, ad un prezzo buono: 275 euro con obiettivo 18-55 OIS. L’alternativa era una canon 1100d + 18-55 IS usata trovata per 320 euro spedita.
    La utilizzerei per i viaggi, per foto a paesaggi, e anche per feste con amici quindi ambienti chiusi.
    Come mi consigli di orientarmi, e quali possono essere i pro ed i contro (sostanziali) delle due, a partire dal prezzo?
    Grazie in anticipo e complimenti per il sito

    1. Lara,
      la Canon 1100D si può trovare in rete nuova a circa 370 € con lo zoom 18-55 Is stabilizzato, quindi 320 € per un’esemplare usato mi sembra eccessivo.
      A vantaggio della Canon ci sono il mirino ottico migliore di quello elettronico della Samsung, la maggiore velocità dell’autofocus, la migliore qualità d’immagine alle alte sensibilità usate quando c’è poca luce e la molto più ampia scelta di obiettivi, Canon e di altri produttori, se in futuro dovessi avere bisogno di qualche altro obiettivo.
      A favore della Samsung, oltre il prezzo naturalmente, c’è la maggiore compattezza e leggerezza.
      Vai a vederle in un negozio ben fornito e, se le dimensioni non ti creano problemi, prendi la Canon, altrimenti la Samsung.
      Ciao, Francesco

  34. Ciao Francesco, innanzitutto ti volevo fare i complimenti per il blog, in quanto in rete c’è una miriade di informazioni, poco precise o forse troppo dettagliate per un principiante, invece nel tuo caso si riesce ad avere dei buoni consigli anche rispetto alle proprie esigenze.
    Volevo chiederti un consiglio su cosa secondo te dovrei acquistare nel mio caso.
    Vorrei regalre una buona fotocamera alla mia ragazza, entrambi siamo nel campo di applicazione dell’architettura e dell’interior design ed entrambi ci stiamo avvicinando anche al mondo della fotografia.
    Dunque che tipo di prodotto potresti consigliarmi con un budget intorno ai 200 € ??
    Ti ringrazio anticipatamente per la disponibilità, sono sicuro che potrai schiarirmi le idee e portarmi all’acquisto di un prodotto accettabile.
    Grazie. A presto!

    1. Marcello,
      se devi rimanere sui 200 € l’unica scelta è una compatta. In questo caso potresti prendere la Panasonic TZ25 o la Fujifilm F750EXR. Entrambe hanno la possibilità di funzionare in automatismo o manualmente. La panasonic ha un sensore da 12 Mpx e uno zoom 16x 24-384 equivalente, la Fujifilm un sensore da 16 Mpx e uno zoom20x 25-500 equivalente.
      Se puoi superare un po’ il tuo preventivo la scelta migliore è la Olympus PEN E-PM1, una mirrorless con sensore Micro 4/3, molto più grande di quello delle compatte, che ha una qualità d’immagine molto migliore specialmente in interni dove non c’è mai molta luce e si deve aumentare la sensibilità Iso della macchina. Ha un sensore Micro 4/3 da 12 Mpx, lo stabilizzatore integrato sul sensore e con lo zoom 14-42 mm (equivalente ad un 28-84 mm) costa circa 270 €.
      Ciao, Francesco

      1. Ciao Francesco, grazie la disponibilità e per il consiglio sulla olympus, credo sia una buona scelta per il mio caso. Comunque ti confido che avevo preso in considerazione anche la fuji s4200 che credo sia la bridge più economica, in questo caso però, sapendo che una delle mie prerogative è di avere immagini di ottima qualità su cui poter lavorare, sono fuoristrada? Grazie ancora!

        1. Ps: probabilmente ti troverai un altro commento in data 8 dicembre che avevo postato non vedendo più questo del 7, su cui mi hai prontamente risposto, pensando che ci fosse stato qualche problema, semplicemente ignoralo. Grazie ancora e scusami per il disguido.

        2. Marcello,
          la Fujifilm S4200 è una bridge molto economica e questo è il suo maggiore pregio. Il suo sensore CCD da 14 Mpx non ha assolutamente la stessa qualità d’immagine delle Olympus PEN e nemmeno quella delle più moderne bridge con sensori CMOS retroilluminati.
          Ciao, Francesco

          1. Grazie ancora per la disponibilità, infatti dopo aver letto le tue recensioni sulla Fuji l’avevo scartata, quindi mi orenterò sicuramente nell’acquisto di una Olympus PEN. Ora volevo farti un’ultima domanda, ho letto in una delle tue recensioni che la E-PL1 pur essendo precedente alla E-PM1 ha lo stesso sensore e se non sbaglio in più ha il flash incorporato, potrebbe quindi essere una buona alternativa anche in termini economici, visto che si dovrebbe trovare con un kit base ad un prezzo minore della E-PM1?
            Grazie ancora!
            Buone Feste!

            1. Ciao Francesco, scusa per i ripetuti messaggi ma sto letteralmente impazzendo con tutte queste fotocamere a disposizione!
              Comunque alla fine sono orientato su questi due modelli:
              – OLYMPUS E-PL1
              – NIKON J1
              Credo che in entrambi i casi posso aver un buon compromesso tra qualità e prezzo. Cosa mi consigli? Se hai qualche altro appunto da farmi o qualche altra dritta te ne sarei davvero grato.

              A presto! Grazi mille!

              1. Marcello,
                se riesci a trovare ancora la Olympus E-PL1 può essere una buona scelta. Yieni presente però che attualmente anche la E-PM1 è scesa di prezzo e si trova a meno di 300 €. Non ha il flash incorporato, però Olympus ne fornisce uno piccolissimo, con un simpatico astuccio in velluto fissabile con velcro alla cingia a tracolla. La E-PM1 usa un elaboratore d’immagine più evoluto della E-PL1 ed ha quindi una migliore qualità d’immagine e un autofocus leggermente più veloce.
                Entrambe sono preferibili alla J1.
                Ciao, Francesco

                1. Grazie ancora Francesco per la tua disponibilità, ho appena acquistato la Olympus E-PM1 e sono sicuro che è stata una buona scelta anche, soprattutto, grazie ai tuoi consigli.

                  Ti faccio i più sentiti auguri di buon Natale e felice anno nuovo! A presto!

  35. Ciao Francesco, vorrei un consiglio.. dopo aver seguito un corso di fotografia volevo comprare una macchina fotografica migliore della mia compatta. Inizialmente mi ero orientata su una reflex (nikon D3100/canon 1100D), poi sono stata attirata dalle mirrrorless, soprattutto per le minore dimensioni. Mi piace molto fare foto quando viaggio o vado in giro, ma mi scoccia portarmi un sacco di peso.. che mirrorless mi consigli sul prezzo delle reflex entry-level (massimo massimo 500 euro)? Tra l’altro al corso mi sono riabituata a fare le foto con il mirino.. preferirei qualcosa con il mirino integrato. Mi sembra interessante la nikon V1. Oppure?
    Grazie! e complimenti per il sito, l’ho trovato molto utile

    1. Chiara,
      entro quella fascia di prezzo oltre alla Nikon V1 che attualmente è venduta scontatissima anche a meno di 400 € per l’uscita della V2, puoi trovare la Panasonic G3 che in kit con lo zoom 14-42 stabilizzato si trova sui 430 €. E’ una mirrorless con sensore di formato Micro 4/3 CMOS da 16 Mpx, mirino elettronico e schermo orientabile che ha una qualità d’immagine migliore della Nikon V1.
      Ciao, Francesco

  36. Buonasera . dopo ore di ricerche sono ancora confusa ma ho rustretto cerchio tra
    NIXON S9330 – SONY DSC HX20V-CANON SC260
    Io cerco anche ottimi video . La nixon mi piaceva per il fatto che potevo riprender il video terminato prima senza rifare nuovo file.
    Cosa mi consigliate.
    Budget sui 400 arrivo
    Grazoe

    1. Barbara,
      per darti qualche indicazione dovresti dirmi per che tipo di foto vuoi usare la macchina e qual è la tua esperienza.
      Non ho capito poi l’osservazione sulla Nikon “potevo riprender il video terminato prima senza rifare nuovo file”. Che vuol dire????
      Ciao, Francesco

  37. Sono una amatoriale. Fino ad ora ho avuto una casio da 150 euro. La sera le foto non venivono. Volevo una discreta macchina anche con film. La Nixon quando fai un film mette in pausa e puoi riprendere in seguito lo stesso filmato senza dover fare un altro file. Più leggo e + non so decidere. ognugo la pensa diversa su quale è migliore tra le compatte. Grazie

  38. buona sera Francesco, ho una piccola esperienza fotografica, usando anni fa una reflex a rullino, attualmente ho una compatta tascabile pronta all’uso…. sono sempre stato interssato fotografare, oltre i paesaggi e i tramonti anche i notturni, tipo fulmini, fuochi pirotecnici e paesaggi.. vorrei ritornare a questo obbi con macchine di ultima generazione, le chiedo quale macchina optare fra queste, la nikon d3100 è sufficiente , o meglio optare x altre di gamma superiore tipo la d3200,opp. la d5100/5200 e con quali obbiettivi??… o altre su suo consiglio…la ringrazio anticipatamente e le auguro un felice Natale..

    1. Luigi,
      qualunque reflex anche di fascia bassa è più che adeguata per le foto che ti interessano. La Nikon D3100 quindi va benissimo. Puoi prenderla inizialmente con lo zoom in kit 18-55. Poi se sentirai di avere ulteriori esigenze potrai prendere nuovi obiettivi.
      Ciao, Francesco

  39. grazie Francesco, le chiedo cortesemente, se volessi fare foto in musei a documenti o reperti archeologici, o cose in movimento tipo sportive, va bene lo stesso la nikon d3100? meglio obiettivo 18/55 o 18/105?
    la serie d3200 essendo nuova e avendo piu pixel e iso non equivale ad avere una foto piu nitida e dettagliata nei particolari?? ha caratteristiche funzionali diverse!!! vale la pena spendere qualcosa in più, visto considerato che poi nel tempo non acquisterò altri corpo macchina??
    grazie

    1. Luigi,
      certamente la Nikon D3200 è superiore alla D3100. Se ti va di spendere qualcosa di più è un’ottima scelta.
      Ciao, Francesco

  40. Buonasera Francesco dopo essermi messo da parte i soldi sono partito deciso per prendere la nikon d5100 a 749 euro con 18-55 e 55-200 …… sorpresa mi son trovato in offerta la canon 60d a 699 euro e l’ho presa visto che ce n’era 1 …. ho fatto bene o era meglio stare in una più recente come la nikon o la 650d?

    1. Ottavio,
      la Canon 60D è ancora un’ottima reflex e l’hai presa ad un ottimo prezzo. Canon non ha ancora presentato un sensore migliore per la sua gamma di reflex APS.
      La cosa migliore che puoi fare adesso è fotografare.
      Ciao, Francesco

      1. Grazie Francesco
        Misto già divertendo molto sia con l’obiettivo base18-55 che con il 55-250 preso a parte … ora pensavo ad un 50mm visto che con un 110 euro circa lo si prende e poi vedrò …….. certo che ci si diverte visto la qualità che si trova dopo gli scatti ed ogni giorno si impara qualcosa . . . w le reflex …. grazie ancora

  41. grazie Francesco, sono deciso a prendere la d5200, xchè che non ha il display fisso, se dovessi fare foto in macro su insetti o quant’altro è piu comodo..ed è piu performante in pixel ed iso… opp la d650 della canon pero ha meno pixel !!! canon x il semplice fatto che ha un menu più intuitivo..?? che ne pensa ??.
    grazie

    1. Luigi,
      la Nikon D5200 e la Canon 650D sono entrambe ottime, anche se la prima ha una mggiore risoluzione ed un rapporto segnale/rumore leggermente migliore alle alte sensibilità. Prendi pure quella che ti piace di più anche per costruzione, comandi, ergonomia e mirino, in ogni caso non puoi sbagliare.
      Ciao, Francesco

  42. grazie Francesco, alla fine ho optato xla D5200, con gli obiettivi del 18/55 e 55/300, ho gia fatto un bel po di foto, sia in manuale che in automatico.. ottimi risultati, sono soddisfatto della scelta, anche se mi è costata una cifra…. grazie

  43. Ciao Francesco, seguo spesso i tuoi post perchè ti trovo molto preciso ed esaustivo, avrei bisogno di un consiglio anche se nei tuoi post ho già trovato qualche consiglio utile, io ho bisogno di una macchina fotografica per fare buone foto nei miei viaggi anche con poca luce e con un escursione focale lunga per fare foto nei palazzetti perchè il mio fidanzato gioca a basket e fra poco andremo a vedere delle partite di NBA e vorrei riuscire a fotografare bene i giocatori.. diciamo che il nostro budget è sui 500€ cosa mi consiglieresti? Avevo puntato a una NIKON P510 per il mega zoom ma ho visto delle foto con poca luce e non sono eccezionali.. inoltre ho trovato un offerta per una NIKON D3100 VR allo stesso prezzo della P510 e sono indecisa se scegliere una reflex o una bridge.. cosa mi consiglieresti? Ti ringrazio in anticipo.

    1. Daniela,
      se vuoi fare foto con poca luce e foto sportive in interni (quindi con poca luce) la fotocamera meno indicata è una bridge. Le bridge infatti fanno discrete foto in esterni con molta luce, ma la loro qualità d’immagine peggiora notevolmente quando c’è poca luce e si deve aumentare la sensibilità. Inoltre il loro autofocus non è abbastanza veloce per seguire soggetti in movimento come nelle foto sportive.
      L’unica scelta in questo caso è una reflex anche economica. La Nikon D3100 va benissimo. Prendila con l’obiettivo il kit 18-55 VR ad un prezzo di circa 400 €. Per le foto sportive da lontano puoi aggiungere uno zoom Tamron 70-300 Di LD Macro (equivalente ad un 105-450) del costo di circa 130 €.
      Ciao, Francesco

  44. Ciao Francesco,
    Innanzitutto complimenti per il costante aggiornamento sui prodotti che dai a noi appassionati di fotografia.
    Vorrei acquistare una compatta di ottimo livello, da affiancare alla reflex che già possiedo. Lo scopo è quella di portarmela sempre in giro, quando non esco appositamente a fare foto con la reflex. Essendo affezionato a Canon, avrei individuato i seguenti modelli: S110 e G15, che se non erro montano lo stesso sensore. All’inizio ero deciso per la S110, per la sua compattezza e leggerezza. Poi, quando ho visto che online la differenza di prezzo tra i due modelli è contenuta (ca. 40 euro a favore della S110), mi è venuto qualche dubbio, soprattutto legato al mirino, visto che io faccio veramente fatica ad adattarmi alle inquadrature col display.
    Per cui ti vorrei chiedere:
    – se il mirino della G15 è funzionale oppure è di scarsa utilità e alla fine occorre utilizzare il display.
    – se a livello di qualità delle foto i due modelli si equivalgono.
    – se, tu che hai occasione di tenere in mano i vari modelli, gli ingombri e il peso della G15 sono poco adatti per consentire di tenerla in una tasca dei pantaloni. Te lo chiedo perché la G15 ho potuto solo vederla in una vetrina, senza poterla tenere in mano.

    Ti ringrazio per una risposta!

    Roberto

    1. Roberto,
      le Canon G15 e S110 hanno lo stesso sensore CMOS da 1/1,7″ e 12 Mpx e lo stesso elaboratore d’immagine Digic 5. I due obiettivi però sono diversi, la G15 ha uno zoom equivalente ad un 28-140 f/1,8-2,8, la S110 un 24-120 f/2,0-5,9. Le differenze nella qualità d’immagine eventualmente potrebbero essere date dai due obiettivi. Sicuramente in posizione tele l’obiettivo della G15 è in vantaggio e consente di scattare, a parità di esposizione, con due stop in meno di sensibilità e quindi con una migliore qualità.
      La G15 però pur non abbastanza compatta è meno tascabile della S110 che è meno alta e più sottile, senza quasi sporgenze.
      Le maggiori dimensioni della G15 sono dovute all’obiettivo, alla presenza del mirino ottico e della slitta portaaccessori. Il mirino però è piccolo, copre solo circa l’80 % del campo inquadrato e soffre del cosiddetto “effetto tunnel”. In pratica è scarsamente usabile e si preferisce usare lo schermo, a meno di essere in condizioni di luminosità che ne impediscono una buona visione. A questo punto il vantaggio della G15 è solo nella maggiore luminosità dell’obiettivo, lo svantaggio che in tasca da più fastidio.
      Oltre a queste due fotocamere ti suggerisco di prendere in considerazione anche la Fujifilm XF1. E’ appena più grande della S110, ma in posizione di riposo senza quasi sporgenze, ha un sensore più grande da 2/3″ CMOS con tecnologia EXR esclusiva Fujifilm e 12 Mpx e uno zoom a comando manuale equivalente ad un 25-100 mm F/1,8-4,9. Costa sui 430 € più o meno come la S110.
      Ti accludo un link con cui si possono vedere e confrontare le dimensioni delle tre compatte.

      http://j.mp/145g2tx

      Ciao, Francesco

      1. Grazie Francesco. Con le preziose informazioni che mi hai dato, lascio sicuramente cadere il discorso G15. La massima tascabilità è una priorità che avrei sacrificato solo a fronte di un apparecchio un po’ più grande con un valido mirino. Ora do un’occhiata alle caratteristiche della XF1 e poi decido tra questa e la Canon S110.
        Ciao,
        Roberto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...